Articoli di: Luca Antonucci

(Campionati 2005/2006/2007/2008/2009/2010/2011/2012/2013/2014/2015/2016/2017)



Articoli di: Luca Antonucci

(Campionato 2017/2018)



  • CAMPIONATI ITALIANI 4a CATEGORIA (TERNI, 15-17/05/2018)

Il Tennistavolo Ferrara viene rappresentato da Simone Gallerani e Luca Antonucci, in campo sia nel torneo di singolo sia in quello di doppio. Nel singolare (283 iscritti) i due pongisti estensi vanno entrambi a segno nel proprio girone (chiuso al secondo posto) per poi vincere un’ulteriore partita nella fase a eliminazione diretta prima di arrendersi rispettivamente nei trentaduesimi e nei sessantaquattresimi di finale. Gallerani, in girone, batte senza particolari patemi prima il giovane difensore Negut (3-0) e poi l’ostico campano Santillo (3-0), ma fatale, per la conquista del primo posto, è la sconfitta in tre set con il sardo Mattana. Nel tabellone finale, poi, il ferrarese compie l’impresa più bella battendo il tredicenne torinese Giai, fresco vicecampione italiano della categoria Ragazzi e attuale numero 466 della classifica nazionale, rimontando da 0-2 grazie alla pesantezza di taglio e top spin e imponendosi con un 11-3 nel quinto set che non ammette repliche. Nel turno successivo, però, Gallerani cede a Lu (numero 469 italiano) in tre frazioni, con rammarico soprattutto per la sconfitta nella seconda (dove non riesce a sfruttare sei set-point). Antonucci, invece, supera come secondo il proprio girone battendo prima il romano Labor (3-1) e poi la prima testa di serie del raggruppamento (il toscano Tavoletti, numero 583 italiano), che sconfigge per 12-10 nel quinto set dopo una difficile e caparbia rimonta. Occasione sciupata e rimonta questa volta subìta, invece, nel terzo match contro il marchigiano Mosciatti, a segno per 3-2. Nella fase a eliminazione, poi, Antonucci centra un bellissimo colpo battendo il giovane varesino Erillo (testa di serie numero 13 del tabellone e numero 355 italiano), vincitore dell’ultimo torneo nazionale di quarta categoria. La partita è durissima, con il ferrarese che rimonta due volte (da 0-1 e da 1-2), viene a sua volta rimontato nella “bella” (da 8-3) e riesce a chiudere solo ai vantaggi (12-10). Niente da fare, successivamente, con il campano Grasso (numero 260 della classifica nazionale), a segno in tre set. Nel doppio, complice un tabellone sfavorevole, Gallerani e Antonucci chiudono nei sedicesimi di finale dopo avere battuto la coppia pugliese Capobianco-Avella e avere ceduto ai più quotati De Stefano-Rossetti, entrambi a ridosso della terza categoria e approdati, poi, in semifinale.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 14a GIORNATA (05-06/05/2018)

Ultima di campionato decisamente in chiaroscuro per il Tennistavolo Ferrara. Prevalgono in modo netto, purtroppo, le notizie negative, con la promozione in B2 della prima squadra sfumata sul più bello e in modo bruciante, la terza formazione societaria sconfitta in C2 e attesa ora dallo spareggio-salvezza e il team di serie D2 battuto nello scontro diretto per il secondo posto con conseguente tramonto di ogni speranza di salto di categoria. Per contro – e veniamo alle note liete – in D3 la squadra “F” ha colto in extremis primo posto e promozione diretta, mentre la seconda formazione societaria, chiudendo imbattuta la regular season di C2, attende ora i play-off per tentare l’approdo al campionato superiore. Davvero cocente la delusione per il Tennistavolo Ferrara di serie C1, che termina al secondo posto (dopo un girone dominato dall’inizio) nonostante l’ex-aequo in vetta con l’Arsenal Conca Verde Cadelbosco a causa della peggior differenza punti negli scontri diretti con i reggiani. Nell’ultimo match, per un impietoso scherzo del destino, gli estensi hanno ceduto in casa proprio all’Arsenal (3-5: all’andata avevano vinto in trasferta per 5-4) con due punti di un ottimo Sani (3-1 a Troni, 3-2 in rimonta al giovane Campagnoli) e una vittoria di capitan Curarati, a segno contro Troni (3-0) ma battuto a sorpresa (1-3) da Campagnoli. A secco Buzzone (che pure con Troni si era portato sul 2-0) e inarrivabile, sul fronte avversario, il seconda categoria Sanzio, autore di una scontata tripletta. Per il salto in B2 ora non ci sarà che da sperare nel ripescaggio, e ciò suona decisamente come una beffa se si pensa che nella graduatoria individuale di rendimento del girone i tre ferraresi sono rispettivamente secondo (Curarati: 25 successi e 5 sconfitte per l’83% di positività), terzo (Buzzone: 13-6, 68%) e quinto (Sani: 19-10, 66%). Al di là della sconfitta nell’ultima di campionato, decisivo – in definitiva – si è rivelato il 4-5 di Modena, in occasione del quale il Tennistavolo Ferrara si era presentato forzatamente a ranghi ridotti. In C2 ennesima vittoria per la squadra “B” societaria (5-0 sul campo del Vittorino da Feltre Piacenza: due punti per Antonucci e Caravita, uno per Gallerani), che chiude la stagione regolare con un perentorio 14 su 14 ed è attesa adesso dal play-off promozione (previsto in gara unica) contro i forti Alfieri di Romagna Forlì. Significative, a riprova del dominio mostrato, le percentuali dei tre ferraresi: Gallerani termina con l’88% di positività (22-3), Caravita con l’83% (25-5) e Antonucci con il 79% (19-5 e dodici vittorie negli ultimi dodici singolari disputati). Bene anche Mari, positivo quando utilizzato (4-3, 57,1%). Dovrà spareggiare per salvarsi, invece, la formazione “C”, che nell’ultima di campionato ha ceduto a Manzolino contro la Dynamis “A” per 5-2 (un punto a testa per Mugellini e Franceschini, in entrambi i casi su Vincenzi) terminando penultima. Un’annata cominciata bene ma poi compromessa da difficoltà, episodi sfortunati e alcune partite perse di misura. Il rammarico è tanto, ma c’è ancora la possibilità di mantenere la categoria. Percentuali finali del team: Franceschini 53% (16-14), Mugellini 44% (14-18), Andreoli 29% (5-12), Soragna 18% (3-14). Il play-out sarà in gara unica contro l’Arsenal Cadelbosco La Perla, settima classificata del girone A. In serie D2, anche in questo caso in un match crudelmente previsto nell’ultima giornata, il Tennistavolo Ferrara “D” ha perso lo scontro diretto esterno con il Renogalliera per 5-3 (doppietta di Silvia Traversi e un punto di Bianchetti) finendo al terzo posto. Una vera doccia fredda, se si pensa che a lungo, durante la stagione, la squadra aveva occupato quel secondo posto che, se conquistato, l’avrebbe portata ai play-off. Migliore del team è stata Silvia Traversi (92%, 22-2), mentre Bianchetti si congeda con il 69% (9-4), Malagù con il 61% (14-9), Lombardi con il 43% (11-12), Travers con il 22% (2-7). In campo anche Mari, autore di un due su due nella prima di campionato, e Faccini (1-1, 50%). In D3 vetta definitiva e all’ultimo respiro (con conseguente promozione) per la squadra “F”, a segno in casa con il Renogalliera (5-0: due vittorie per Tecchio, una per Bonora, Polloni e Sfrisi) mentre i diretti rivali della Zinella San Lazzaro si arrendevano al Sermide scivolando, così, a -2. Così, durante la stagione, i ferraresi: Sfrisi 21 vittorie in altrettante gare (100%), Tecchio 17 su 24 (71%), Bonora 14 su 20 (70%), Polloni 6 su 12 (50%). La formazione “E” societaria, sempre in D3, ha infine ceduto in casa alla Maior Castelmaggiore per 0-5, terminando in coda alla classifica. Percentuali estensi: Lin 100% (3-0), Pinotti 46% (12-14), Davi 39% (11-17), Gessi 33% (1-2), Biasini 22% (2-7). Nessun successo per Fratti e per le esordienti Ada e Anna Mainetti, che avranno senz’altro modo di rifarsi.



  • TORNEO INTERNAZIONALE VETERANI (BOSA, 29/04 – 01/05/2018)

Grande risultato per il Tennistavolo Ferrara, che con Enrico Mugellini coglie una vittoria, un secondo e un terzo posto nella settima edizione del Sardinia Veteran Open, torneo internazionale svoltosi a Bosa e aperto a giocatori e giocatrici di età superiore ai 40 anni. Il pongista estense, su un lotto di circa sessanta partecipanti provenienti da Italia, Francia, Belgio, Spagna, Svizzera, Germania, Romania, Russia, Inghilterra, Scozia, Israele, Slovenia, Svezia e Pakistan, ha conquistato un meritatissimo argento nel singolare over 50, nel quale, prima di cedere in finale, ha saputo battere, fra gli altri, anche il forte rumeno Postole (15-13 al quinto set dopo un match mozzafiato), prima testa di serie del tabellone e attualmente tesserato per la Libertas Sassari in serie B2. Mugellini, inoltre, ha vinto il doppio di categoria in coppia con il compagno di sempre Ugo Romagnoli, ex Tennistavolo Ferrara ora in forza al Renogalliera. Di rilievo anche la semifinale conquistata nel singolare over 60 e i quarti di finale raggiunti (dopo avere vinto il girone iniziale) nel torneo riservato agli over 40, quest’ultimo di livello decisamente alto.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 13a GIORNATA (21-22/04/2018)

Quattro vittorie nette e una sconfitta, per il Tennistavolo Ferrara, nella penultima giornata dei campionati a squadre. Vera e propria “passeggiata” per la formazione di C1, corsara per 5-0 a Castiglione di Ravenna e sempre al comando della classifica, con l’impeativo, però, di vincere lo scontro diretto con l’Arsenal Cadelbosco (in programma il 5 maggio) per avere la certezza della promozione in B2. In terra romagnola, contro un Everping ampiamente rimaneggiato, il successo è giunto rapidamente grazie alle doppiette di Curarati e Sani e al punto di Buzzone, con Sani e Buzzone a segno (rispettivamente per 3-1 e 3-0) contro il numero uno locale Castelvetro negli unici incontri interessanti del match. In serie C2 il Tennistavolo Ferrara “B”, già sicuro del primo posto e con la mente ormai rivolta allo spareggio-promozione, ha colto la tredicesima vittoria di fila, a conferma di un vero e proprio monologo che giornata dopo giornata sta assumendo toni schiaccianti. Quello con la Pasticceria Battistini San Polo è stato il sesto 5-0 in sette gare casalinghe disputate: a segno capitan Gallerani (due punti), Antonucci (due) e Caravita (uno), con i tre giocatori estensi tutti posizionati nei primi sei posti della classifica di rendimento del girone. Sempre in C2 la squadra “C” societaria, per contro, rischia fortemente dopo l’1-5 interno con la Zinella Metalparma San Lazzaro (punto della bandiera di Franceschini): per salvarsi, infatti, i ferraresi dovranno assolutamente battere in trasferta la Dynamis Manzolino nell’ultimo turno di regular season per sperare di evitare lo spareggio-retrocessione contro la penultima dell’altro girone. In serie D2 il Tennistavolo Ferrara “D” ha vinto agevolmente a Manzolino per 5-1 (due punti di Malagù e Bianchetti, uno di Lombardi) e continua a sperare nel secondo posto, per raggiungere il quale sarà necessario sconfiggere nell’ultimo turno di campionato il Renogalliera. In D3, infine, con la squadra “E” a rispettare il turno di riposo i riflettori sono tutti stati puntati sulla formazione “F”, che vincendo a Castelmaggiore contro la Maior (5-0 con due vittorie a testa per Tecchio e Polloni e un punto di Bonora) ha mantenuto il primo posto in coabitazione con la Zinella San Lazzaro.



  • TORNEO OPEN OVER 2000/95 (MANZOLINO, 08/04/2018)

Superano il girone iniziale Francesco Tecchio e Silvia Traversi, poi eliminati, però, già nel primo turno a eliminazione diretta. Positivo, comunque, il torneo di Tecchio, che nella prima fase riesce a battere in cinque set il ben più quotato Montanari (quasi duemila punti di differenza, fra i due, nella classifica individuale). Per Silvia Traversi secondo posto in girone e battuta d’arresto successiva contro Dambour. In campo anche Claudio Polloni, che cede in girone senza conquistare vittorie.



  • TORNEO OPEN 3a CATEGORIA (FIRENZE, 25/03/2018)

Il Tennistavolo Ferrara è rappresentato solo da Simone Gallerani, che su un lotto di 43 iscritti chiude nei sedicesimi di finale. L’atleta estense supera il girone battendo in tre set Gnerucci e Gentile e cedendo da pronostico al più quotato Cola (0-3). Nel tabellone a eliminazione diretta, poi, è tutt’altro che fortunato incocciando subito nel forte Galli, che dopo averlo battuto in tre set vincerà il torneo.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 12a GIORNATA (17-18/03/2018)

Ferma per il turno di riposo la formazione di C1 (che resta capolista con due punti di vantaggio sull’Arsenal Cadelbosco), in casa Tennistavolo Ferrara è stata la squadra “B” a imprimere il proprio marchio sulla dodicesima giornata di campionato. Gli estensi, in serie C2, hanno confermato la propria imbattibilità espugnando per 5-2 anche il campo del Reggio Emilia Ferval, seconda forza del girone A: una grande prova del collettivo che nell’occasione, dopo quella dell’accesso ai play-off, ha anche regalato la certezza del primo posto matematico con due turni di anticipo sul termine della stagione regolare. E dire che la partita non era iniziata con i migliori auspici, con Caravita debilitato da indisposizione e Gallerani al rientro dopo circa un mese di inattività. Nell’emergenza, però, è stato Antonucci a prendere per mano la squadra, conquistando tre difficili punti su Fantini (3-1), Foracchia (3-1) e sul quotato Bigi (numero 377 italiano, battuto in cinque set dopo rimonta da 0-2) a coronamento di una prova tutta grinta, concentrazione e solidità. Fondamentali – e doppiamente significativi proprio per le precarie condizioni complessive – anche i successi di Caravita (3-2 all’ultimo respiro su Foracchia nel match inaugurale) e di Gallerani (3-2 in rimonta su Fantini nonostante un problema alla spalla destra patito proprio durante il match). Nell’altro girone di C2, invece, il Tennistavolo Ferrara “C” resta nelle sabbie mobili della zona retrocessione dopo il 2-5 subìto sul campo della Keratrans Villa d’oro Modena. Assente Franceschini per un forfait dell’ultima ora, i punti sono stati conquistati da Mugellini e da Andreoli su Presta (doppio 3-0). In classifica, con il Lugo “B” ormai fuori causa, la lotta per evitare il penultimo posto è un affare a quattro fra gli estensi, la Fortitudo Bologna e la Zinella San Lazzaro (tutti a quota 8) e Dynamis Manzolino (10). In D2 la corsa della formazione “D” del Tennistavolo Ferrara si è interrotta dopo sei successi di fila. Autrice dello stop la capolista Castenaso, corsara a Ferrara per 5-3. Nelle file estensi doppietta di Silvia Traversi, a segno su Cacciari e Magrini (doppio 3-0) ma battuta da Ingrao (1-3). Di Bianchetti il terzo punto (3-1 a Cacciari). La squadra ora è terza in classifica, ma il secondo posto per sperare negli spareggi promozione rimane alla portata visto che dovrà ancora disputare lo scontro diretto con i rivali del Renogalliera, a questo punto decisivo. In serie D3, infine, a riposo la formazione “F” è scesa in campo la squadra “E” societaria, battuta in casa per 5-2 dalla Fortitudo Sasso Marconi (un punto a testa per Davi e Pinotti).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 11a GIORNATA (10-11/03/2018)

Il Tennistavolo Ferrara, in serie C1, torna a ranghi completi e riprende immediatamente il dialogo con la vittoria: 5-1 casalingo al Ciatt Firenze e primo posto in solitudine con quattro lunghezze di margine (ma con una gara in più) sull’Arsenal Cadelbosco, rimasta ormai l’unica reale avversaria nella corsa per la promozione. Contro i toscani hanno totalizzato punti Curarati (due rapidi 3-0 a Gimigliano e Livi), Buzzone (doppietta su Livi e Campanale) e Sani, a segno sul più quotato Campanale ma battuto in quattro set da Gimigliano. In C2, intanto, la seconda formazione societaria, ancora a punteggio pieno dopo undici giornate, ha sbancato anche i tavoli dell’Arsenal Speroni Cadelbosco (combattuto 5-2), con doppiette di Antonucci e Caravita e un punto di Mari (importante 3-1 sul numero uno avversario Bontempo), conquistando, nell’occasione, anche la certezza matematica dei play-off con tre turni di anticipo sulla fine della stagione regolare. Niente da fare, invece, per la squadra “C”, che nell’altro girone regionale di C2 si è arresa, come da pronostico, sul campo della capolista Alci Lugo “A” per 5-1 con punto della bandiera (e annesso “positivo”) di Mugellini sul forte Nostri. Gli estensi, in questo caso, sono in piena lotta per non retrocedere in un raggruppamento che nelle zone medio-basse della classifica è all’insegna dell’equilibrio. In serie D2 il Tennistavolo Ferrara “D” continua la sua marcia al secondo posto della graduatoria, che condivide ancora con il Renogalliera. Nella gara interna con l’Acli Lugo è giunto un netto successo per 5-1, con due punti a testa per Silvia Traversi e Lombardi e una vittoria di Malagù. In D3, infine, la squadra “E” societaria è stata battuta per 5-0 a San Felice sul Panaro dalla capolista Unione 90 “B”, mentre la formazione “F” ha espugnato il campo del Reno Centese “B” per 5-1 con due vittorie di Sfrisi, due di un efficace Tecchio e una di Bonora, mantenendo la vetta della classifica in coabitazione con la Zinella San Lazzaro.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 10a GIORNATA (24-25/02/2018)

Alla decima uscita di serie C1 il Tennistavolo Ferrara conosce la prima sconfitta stagionale. Ma è una battuta d’arresto che paradossalmente conferma la forza della squadra, che sul campo della Villa d’oro Modena, terza della classe, sfiora comunque il successo (4-5) nonostante la pesante assenza di Buzzone. Capitan Curarati lotta come un leone e centra la terza tripletta stagionale (seconda consecutiva) battendo Liambo per 3-0, Cammarano (3-2, con primo set vinto per 20-18!) e Casini (12-10 alla bella dopo avere rimontato un set di svantaggio). Sani, invece, infligge un sicuro 3-1 al terza categoria Liambo, ma cede agli altri due avversari (con il giovane Casini, però, solo per 9-11 alla bella). In classifica il team mantiene comunque il primo posto a quota 16 e a quattro giornate dalla fine l’unica vera avversaria nella corsa promozione rimane di fatto l’Arsenal Cadelbosco (12, con il turno di riposo già effettuato, al contrario dei ferraresi). Continua a volare, invece, la squadra “B” societaria, che in serie C2, nonostante la preventivata assenza di Gallerani, sigla il quinto 5-0 casalingo consecutivo a spese del Valnure Piacenza. Tutto facile per gli estensi, primi e imbattuti. Caravita coglie senza affanno due punti e raggiunge la nona vittoria consecutiva, Antonucci supera in tre set il numero uno avversario Marra e un ottimo Mari coglie una bella doppietta a spese di Leov (3-2) e dello stesso Marra (3-1). Nell’altro girone di C2 il Tennistavolo Ferrara “C” cede come da pronostico in casa ai quotatissimi Alfieri di Romagna (1-5) con vittoria della bandiera di Franceschini su Venturini (3-2 in rimonta). La corsa salvezza, a questo punto, diventa un terno al lotto con quattro squadre in lotta per evitare il penultimo posto, anche se il ritorno di Andreoli potrà dare agli estensi ulteriore forza nello sprint conclusivo. In serie D2 la formazione “D” espugna il campo della Maior Castelmaggiore (5-2) e ancora una volta la grande protagonista è Silvia Traversi, alla quarta tripletta in sei gare disputate. Per lei tre vittorie senza concedere set (su Cremonini, Rossi e Romeo), mentre Lombardi e Malagù completano l’opera con un successo a testa. La squadra è seconda, in piena corsa per i play-off promozione: decisivo, prevedibilmente, sarà lo scontro diretto con il Renogalliera. In D3, infine, doppia festa estense, con la formazione “E” a segno a Manzolino contro la Dynamis “F” per 5-2 (grande prova del giovane Pinotti, tre punti, e una vittoria per Davi e Biasini) e la squadra “F” (sempre prima in classifica a pari merito con la Zinella) corsara a Castenaso per 5-3 con l’ennesimo “tre su tre” di capitan Sfrisi e un punto a testa per Bonora e Tecchio.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 9a GIORNATA (17-18/02/2018)

Bellissimo risultato del Tennistavolo Ferrara, che in serie C1 vince una delicata partita sul campo della Fortitudo Bologna (5-2) mantenendo l’imbattibilità stagionale e facendo un altro passo verso la promozione in B2. Grande protagonista di giornata è stato il capitano Sergio Curarati, autore di tre punti contro i forti Andalò (3-1), Azzaroni (3-2) e Baroncelli (3-0), ma fondamentali sono state anche le vittorie di Sani (su Andalò) e Buzzone (su Baroncelli). I tre atleti estensi, a conferma della forza e della compattezza del team, nella classifica di rendimento individuale del girone sono tutti nelle prime cinque posizioni. A segno anche la squadra “B”, che in C2, dopo nove turni di campionato, continua a dominare sulla spinta di nove successi in altrettante gare. Nonostante l’assenza di Gallerani i ferraresi hanno superato in casa per 5-0 anche l’Arsenal Cadelbosco La Perla: due su due per Antonucci (otto vittorie negli ultimi dieci incontri) e doppietta anche per il sempre efficace Caravita, mentre Mari ha festeggiato il suo rientro in campo con una splendida vittoria in cinque set sul più quotato Puglisi. Sempre in C2, niente da fare per la formazione “C” societaria, che ha perso a domicilio l’importante scontro diretto con la Fortitudo Bologna 2 (punteggio di 1-5) rimettendo in discussione la tranquillità in classifica. Il punto della bandiera è stato siglato da Franceschini su Sarti e ora, in chiave salvezza, bisognerà fare attenzione. In D2 il Tennistavolo Ferrara “D” ha espugnato Reno Centese vincendo il derby provinciale per 5-2 con un’altra tripletta di Silvia Traversi (che ha battuto Musacchia, Diaco e Simonati, autore, quest’ultimo, dei due successi dei padroni di casa). Gli altri due punti estensi sono giunti per mano di Lombardi e Malagù. In serie D3, infine, un successo e una sconfitta per i colori estensi. A segno la squadra “F” (5-2 casalingo nel non semplice confronto con Sermide: tre punti di Sfrisi, uno di Bonora e uno di Polloni), con annesso primo posto in condivisione con la Zinella San Lazzaro; battuta, invece, la formazione “E” (2-5 interno con il Nettuno: una vittoria a testa per Biasini e per il giovane Gessi, al debutto in campionato).



  • SERIE A2 VETERANI – SECONDO CONCENTRAMENTO (PADOVA, 11/02/2018)

Il Tennistavolo Ferrara, in un girone di buon livello, centra la salvezza con un totale di due vittorie su sei gare disputate. Nell’ultima tornata di incontri, osservato il turno di riposo, gli estensi perdono con il Cascina per 1-3 (punto della bandiera di Sani su Ciampi) in una gara resa molto difficile dalla presenza, sul fronte opposto, del seconda categoria Ghelardi e poi, nel match decisivo, si impongono su Padova per 3-0 con successi di Caravita su De Lorenzi (3-0), di Sani su Lincetto (3-1) e del doppio Curarati-Antonucci su Lincetto-De Lorenzi (3-0).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 8a GIORNATA (03-04/02/2018)

Sfiora l’en plein, il Tennistavolo Ferrara, alla ripresa dei campionati a squadre. Il girone di ritorno alza il sipario con cinque vittorie in sei gare, con la “ciliegina”, peraltro, costituita dall’allungo in vetta delle due formazioni societarie di punta, che stanno dominando rispettivamente in serie C1 e in serie C2. In C1 la squadra “A”, ancora imbattuta, ha travolto in casa per 5-0 il fanalino Maior Castelmaggiore con doppiette di Sani e Buzzone e un punto di capitan Curarati, che pure era reduce da problemi fisici che ne avevano compromesso la preparazione. Ma la notizia più importante della giornata, al di là dello scontato successo nel testa-coda, è arrivata da Bologna, dove la Fortitudo ha ceduto in casa all’Arsenal Cadelbosco, di fatto consentendo agli estensi di portare a quattro punti il vantaggio sulle seconde. Vola letteralmente anche la formazione “B”, che in C2 ha vinto nettamente (5-1, dopo essere stata avanti per 4-0) lo scontro al vertice sul campo del temuto Cortemaggiore, ora a sua volta staccato di quattro lunghezze. La capolista – otto successi su otto finora – si è imposta grazie a due successi di uno strepitoso Gallerani (autore di un 3-0 di grande spessore sul forte Colombi e protagonista, finora, di un eloquente 90% di positività in campionato), alla doppietta del sempre efficace Caravita e al punto di Antonucci, protagonista dell’importante vittoria di avvio. Sempre in C2 il Tennistavolo Ferrara “C” ha espugnato i tavoli dell’Acli Lugo “B” (5-2) cogliendo un successo di grande spessore in chiave salvezza. La squadra estense ora condivide addirittura il terzo posto con Modena e San Lazzaro, quattro lunghezze più in alto rispetto alla zona retrocessione. Fondamentali, in Romagna, la tripletta del giovane Franceschini e i due punti di un Mugellini giunto al decimo squillo negli ultimi dodici singolari disputati. In D2 la formazione “D” societaria, seconda in classifica, ha vinto senza problemi sul campo della Fortitudo 6 Simpatia (5-2) con tre punti di Silvia Traversi e una vittoria a testa per Lombardi e per il rientrante Faccini. E soddisfazioni sono giunte anche dalla D3, dove il Tennistavolo Ferrara “F” ha vinto in casa della Zinella San Lazzaro “B” (5-4) raggiungendola al primo posto: il tutto grazie ai tre punti dell’ancora imbattuto Sfrisi e ai due successi del giovane Tecchio. Niente da fare, invece, per la squadra “E”, che sempre a San Lazzaro si è arresa alla Zinella “A” (3-5) con doppietta di Pinotti e una vittoria di Davi.



  • TORNEO OPEN OVER 4500/260 e 2000/95 (MANZOLINO, 28/01/2018)

Buona prova del giovane Francesco Tecchio, che nel tabellone over 4500, su un lotto di 82 partecipanti, approda agli ottavi di finale, dove viene battuto in tre set da Carrozzi dopo una serie di quattro vittorie consecutive: 3-1 su Diaco, 3-1 su Maggiore, 3-1 su Corradi e 3-1 sul compagno di società Lombardi, quest’ultimo quindi eliminato nei sedicesimi (in precedenza, per lui, tre successi rispettivamente su Renso, Castagnoli e Dunquel). Rapida uscita in girone, invece, per Pinotti e Biasini, entrambi battuti due volte su due. Nella prova over 2000/95 in campo anche Silvia Traversi, che supera Bongiorni (3-2), Vinetti (3-0) e Ceroni (3-2) prima di arrendersi nei sedicesimi di finale a Romani (1-3).



  • TORNEO NAZIONALE 3a CATEGORIA (TERNI, 20/01/2018)

Partecipa solo Giulio Sani, che viene eliminato in girone. L’atleta ferrarese perde le tre partite disputate, rispettivamente contro il forte Curcio (numero 166 d’Italia e poi secondo classificato) per 0-3, contro il n. 365 nazionale Varone (1-3) e contro il n. 217 Lo Verso (1-3). Nel tabellone di consolazione, infine, Sani cede a Mollica in tre set.



  • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (MODENA, 20/01/2018)

Quattro gli atleti del Tennistavolo Ferrara ai nastri di partenza. Il migliore è Guido Caravita, che su un lotto di 135 partecipanti chiude fra i primi 16, cedendo negli ottavi a Fragolino solo all’ultimo respiro del quinto set. In precedenza Caravita aveva chiuso al comando il proprio girone battendo Orsolon (3-1) e Giacomo Mascagni (3-0) e perdendo con Mirabella (1-3); poi, nella fase a eliminazione diretta, aveva battuto in rimonta prima il toscano Cretella (3-2, da 0-2) e a seguire il sammarinese Cecchetti (3-2, da 1-2). Prima fase superata anche per Franceschini, a segno in girone su Nardi (3-2) e sul più quotato Caronia (n. 477), battuto in quattro set; nel tabellone a eliminazione diretta, però, il semaforo rosso è giunto subito per mano dell’esperto Lorenzo Mascagni (2-3). Rapida estromissione, invece, per Antonucci (in girone 3-1 su Di Simone ma 1-3 con Cammarano e Balkovic) e Mugellini (tre sconfitte con Della Rosa, Gorini e Salvati).



  • TORNEO REGIONALE GIOVANILE (MANZOLINO, 14/01/2018)

In campo solo Sebastiano Pinotti, che nella categoria Ragazzi ottiene un buon quinto posto. In girone il giovane ferrarese batte Dallari (3-0) e Boccedi (3-2) cedendo di un soffio a Berardi (2-3). Poi, nella seconda fase, cede a Salmini (1-3) per poi imporsi prima contro Calvello (3-0) e poi con lo stesso Berardi, questa volta sconfitto in tre set.



  • TORNEO OPEN OVER 452/11 E ASSOLUTO (MANZOLINO, 07/01/2018)

Nella prova over 452 grande risultato di Adriano Franceschini, che su un lotto di 28 partecipanti chiude al secondo posto, perdendo in finale con il giovane forlivese Tosatti (0-3). In precedenza l’atleta del Tennistavolo Ferrara aveva superato il proprio girone battendo Zinelli (3-0) e Diani (3-0) e cedendo all’esperto Mirabella in tre set. Poi, nella fase a eliminazione diretta, Franceschini aveva sconfitto in rapida successione Cristina Triboi (3-0), la prima testa di serie del tabellone Sernesi (3-1) e l’ostico Stefanelli (3-1). Poche luci, invece, per Antonucci e Mugellini. Il primo, reduce dal successo nel torneo di Sermide, incappa in una giornata no e viene eliminato in girone (2-3 con il giovane Manuzzi, 1-3 con Cristina Triboi e unica vittoria, per 3-1, sul più quotato Salento), mentre il secondo supera Castaldini per perdere nettamente, però, con Campagnoli e Rosati. Nel torneo assoluto (19 iscritti) partecipa solo Giulio Sani, che cede nella prima fase dopo il 2-3 con Mundo, l’1-3 con il giovane Monaco e lo 0-3 con il seconda categoria Nita.



  • TORNEO INTERREGIONALE DI NATALE (SERMIDE, 30/12/2017)

Luca Antonucci, nel torneo non ufficiale di fine anno organizzato dall’appassionata società di Sermide, vince la prova over 1000 su un lotto di trentadue partecipanti provenienti da Emilia-Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Lombardia. Il portacolori del Tennistavolo Ferrara, terza testa di serie del tabellone, coglie sette successi in altrettanti incontri, superando a punteggio pieno il girone iniziale per poi battere rispettivamente il bresciano Marizzoni (3-1) negli ottavi, il piacentino Scaruffi (3-0) nei quarti, il vicentino Polindi (3-0) in semifinale e il vicentino Renso (3-2) in finale. Decisamente combattuto e spettacolare l’atto conclusivo, con Antonucci a imporsi sull’ex terza categoria veneto solo ai vantaggi del quinto set dopo avere salvato ben quattro match-point, tre dei quali dal punteggio di 7-10. Molti i colpi di buon livello e notevole la determinazione mostrata in campo dal veterano ferrarese, a conferma di uno stato di forma e di convinzione in netto progresso dopo i problemi fisici che negli ultimi due anni, complici le pause di attività che si sono rese necessarie, ne avevano intaccato morale, sicurezza ed efficacia. Nello stesso torneo, Alessandro Soragna vince il girone come primo classificato per poi cedere a Polindi negli ottavi (2-3), mentre Silvia Traversi (un successo in tre gare) non approda al tabellone a eliminazione diretta. Nel tabellone assoluto né Soragna né Silvia Traversi superano la prima fase.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 7a GIORNATA (16-17/12/2017)

Il girone di andata dei campionati a squadre si è concluso con il Tennistavolo Ferrara al comando sia in C1 sia in C2. Le prime due formazioni societarie sono ancora imbattute e una terza (in D3) è brillante seconda, mentre le altre stanno portando avanti una stagione complessivamente tranquilla. In serie C1, nella delicata trasferta a Cadelbosco contro l’Arsenal Conca Verde, gli estensi hanno vinto di misura (5-4), pagando la presenza fra i locali del fuori categoria Sanzio (prevedibile tripletta) ma cogliendo i punti dell’importante successo (Curarati 2, Sani 2, Buzzone 1) contro l’ostico Troni e il promettente Campagnoli, quest’ultimo battuto in tre set da Buzzone nel match decisivo con un triplice 12-10. Particolarmente significative le doppiette di Curarati e Sani, il primo alle prese con una condizione fisica non ottimale, il secondo in grandi condizioni di forma (otto vittorie di fila prima della sconfitta con Sanzio) e capace di regolare i due avversari con un doppio 3-0 che non ammette repliche. Buzzone, invece, dopo un avvio difficile (2-3 con Troni nel match inaugurale) ha avuto il grande merito di rispondere presente nel momento più difficile, risultando alla fine determinante. Il Tennistavolo Ferrara guida con pieno merito la classifica a quota 12 davanti alla Fortitudo Bologna (10): e la forza della squadra è confermata anche dal rendimento dei singoli, con Curarati terzo miglior giocatore del girone (13 vittorie e tre sconfitte, 81% di positività), Buzzone quinto (7-3, 70%) e Sani sesto (10-5, 67%). Non ci sono più dubbi sul fatto che gli estensi, ripescati in estate, siano ormai i veri favoriti per la promozione. Anche il Tennistavolo Ferrara “B”, in C2, continua a viaggiare con il vento in poppa. L’ultimo successo dell’andata, settimo consecutivo, è giunto in casa con il Vittorino da Feltre Piacenza (rapido 5-0, il terzo consecutivo nelle partite interne), con perentorie doppiette di Gallerani (secondo miglior giocatore del girone A: bilancio di 16-2 e 89% di positività) e di Caravita (bilancio di 13-3: 81%) e un punto di Antonucci (bilancio globale di 6-4: 60%). In bilico, ma entrambe risolte positivamente, solo le gare contro il numero uno avversario Carnevale, battuto in cinque set prima da Antonucci e poi da Caravita. Il secondo team societario, in questo caso, conduce a punteggio pieno la classifica con due lunghezze di margine sul Cortemaggiore e sembra avere già prenotato, ormai, un posto nei play-off a coronamento di una marcia fin qui travolgente. Sempre in C2, ma nel girone B, la terza squadra del Tennistavolo Ferrara, quarta in graduatoria con due lunghezze da gestire sulla zona retrocessione e una promettente situazione negli scontri diretti, ha vinto per 5-2 l’importante gara interna con una rimaneggiata Dynamis “A” Manzolino, priva, nell’occasione, del suo numero uno Cancemi. Un successo importantissimo in chiave salvezza, con tripletta di capitan Mugellini (che al giro di boa ha un bilancio di nove vittorie e otto sconfitte, con il 53% di positività) e due punti di Franceschini (stesso score stagionale del compagno). A secco Soragna (bilancio generale 3-4: 43%), ancora a riposo Andreoli (4-6: 40%). In serie D2 il Tennistavolo Ferrara “D”, terzo in classifica, ha liquidato in casa per 5-1 il Renogalliera con due punti dell’ancora imbattuta Silvia Traversi (bilancio complessivo di 7-0 nel girone di andata) e una vittoria a testa per Lombardi (significativo il 3-2 al ben più quotato Ballarin: bilancio a metà campionato di 5-6, 46%), Malagù (brillante 9-2 complessivo, 82%) e Bianchetti (5-4, 56%). Durante l’andata sono stati impiegati anche Travers (2-5, 29%) e Mari (2-0, poi salito in C2). In D3 sesta vittoria di fila e secondo posto per la squadra “F” societaria, a segno sul campo del Renogalliera D3 per 5-0. Doppietta per l’ancora imbattuto Sfrisi (score di 9-0), due punti per Bonora (9-1, 90%), uno per un Tecchio in costante progresso (8-3, 73% e sette successi di fila). Polloni, non impiegato nell’ultimo match di andata, al momento viaggia con il 29% di positività (bilancio di 2-5). La formazione “E”, infine, è stata battuta sul campo della Maior Castelmaggiore per 5-1, con successo della bandiera siglato da Davi. A fine andata la squadra è terz’ultima con quattro punti. Lin vanta tre vittorie su tre, Davi ha uno score di 8-7 (53%), Pinotti segue a 6-9 (40%), mentre Fratti e Biasini devono ancora rompere il ghiaccio.



  • SERIE A2 VETERANI – PRIMO CONCENTRAMENTO (MONCALIERI, 09-10/12/2017)

Un solo successo per il Tennistavolo Ferrara, che però, con il 3-2 inflitto ai padroni di casa del Gasp Moncalieri, ha fatto un importante passo avanti per la salvezza. Nel match con i torinesi difficilissima doppietta per Curarati (3-1 ad Alberighi, 3-2 al forte Schmitz) e un punto per Caravita nel match decisivo contro Selmi. Tutte sconfitte, invece, nelle altre gare. Fuori portata quella iniziale con la Regaldi Novara (0-3), gli estensi – nonostante una valida resistenza di Curarati e Antonucci nel doppio, dove erano stati avanti di due set contro Bisi e Arisi – non hanno saputo far meglio nemmeno con la Metalparma San Polo, altra seria candidata ai play-off promozione (0-3). Nel quarto incontro del concentramento, infine, è giunto il terzo scivolone, oltremodo bruciante visto che il Tennistavolo Ferrara, contro il Ciatt Firenze, era andato sul 2-0 grazie ai successi di Curarati sul fronte Conte e di Caravita sul più quotato Ringressi. Perso il doppio, però, gli estensi hanno ceduto per 2-3 sulla spinta delle sconfitte di Caravita con Conte (1-3) e di Curarati con Ringressi (2-3 in una gara combattutissima).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 6a GIORNATA (02-03/12/2017)

Continua la corsa di vertice delle prime due squadre del Tennistavolo Ferrara, ancora imbattute nei rispettivi campionati. In C1 la formazione “A”, priva di Buzzone per la seconda volta consecutiva e con Curarati alle prese con il mal di schiena, ha superato in casa (5-3) un Everping Castiglione a sua volta rimaneggiato: protagonista di giornata è stato un inappuntabile Giulio Sani, autore di tre punti con “perla” nel match decisivo contro il numero uno ravennate Castelvetro, sconfitto in quattro set. Due successi in tre gare, invece, per capitan Curarati (su Campani e Foschini). Il team estense, dopo sei turni, conduce la classifica alla pari con la Fortitudo Bologna, che però ha giocato una partita in più. In serie C2, invece, il Tennistavolo Ferrara “B” ha vinto anche a Parma con la Pasticceria Battistini San Polo (5-3), a coronamento di una perentoria prova di squadra. Due punti per Gallerani (su Ferrarini e Gaiani), due per Caravita (3-0 a Milianti e 3-2 in rimonta su Gaiani), uno per Antonucci (3-1 su Milianti) in una partita tutt’altro che semplice anche per la superba prova, sull’altro fronte, dell’ottimo Maccanelli (tre successi in altrettante gare). La squadra è prima a quota dodici, con due punti di margine su Reggio Emilia e Cortemaggiore. Sempre in C2, ma nel girone B, il Tennistavolo Ferrara “C” contemporaneamente ha ceduto nello scontro diretto esterno con la Zinella Metalparma San Lazzaro (3-5), ancora con una doppietta di Mugellini (su Marani e sul quotato Chifen) e con un punto del sempre più convincente Soragna (su Marani). La classifica in questo caso si sta facendo delicata, con la zona retrocessione solo due lunghezze più in basso. In D2 il Tennistavolo Ferrara “D”, terzo in classifica, ha sconfitto in casa la Dynamis “D” Manzolino per 5-0 con due punti a testa per Malagù e Silvia Traversi e con quinto punto di capitan Bianchetti. In D3, ferma la squadra “E” per il turno di riposo, è scesa in campo la “F”, seconda in girone e a segno in casa per 5-0 (senza alcun set perso) contro la Maior Fioretti grazie all’ancora imbattuto Sfrisi (due punti), al giovane Tecchio (due) e a Bonora (uno).



  • TORNEO OPEN (CERVIGNANO DEL FRIULI, 04/11/2017)

Alla prova over 453 partecipa Guido Caravita, che chiude al nono posto su un totale di 51 iscritti. Nel girone iniziale il pongista del Tennistavolo Ferrara batte nell’ordine Donda (3-0), Bianchi (3-1) e Pedron (3-1), per poi cedere a Coppolino (1-3) nel primo turno a eliminazione diretta del tabellone principale. Nella fase di consolazione (tabellone dal nono al sedicesimo posto) Caravita supera Gazzoni (3-0), Rossi (3-2) e Cipriano (3-1) senza conoscere sconfitta.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 5a GIORNATA (25-26/11/2017)

Con la prima squadra a osservare il turno di riposo in C1, è toccato al Tennistavolo Ferrara “B” il ruolo di primattore del week-end pongistico. La formazione estense, nella quinta giornata di C2, ha travolto in casa per 5-0 il Reggio Emilia Ferval nello scontro diretto che valeva il primato in solitudine del girone. Una prova scintillante, decisamente da categoria superiore, che ha visto i ferraresi concedere in tutto tre set agli ospiti. Antonucci (un punto, con stato di forma in netta risalita) e un ottimo Caravita (due) hanno superato rispettivamente in cinque e quattro set il terza categoria Bigi, imbattuto fino al match precedente, mentre Gallerani (terzo miglior giocatore del girone con il 92% di positività) ha siglato una spettacolare doppietta contro Fantini e Foracchia, entrambi superati per 3-0 sotto una vera e propria gragnuola di attacchi vincenti. Sempre in C2, ma nel girone B, la terza squadra del Tennistavolo Ferrara ha lottato a lungo con i modenesi della Keratrans Villa d’oro, cedendo però a domicilio per 4-5. Una sconfitta amara, soprattutto se si pensa che il ko decisivo, sul 4-4, è stato subito contro Presta proprio da Mugellini, il migliore fino a quel momento con due bellissimi punti (su Vittorio e Michele Mirabella, entrambi di lui più quotati in classifica). Per il resto, una vittoria a testa per Franceschini (3-0 a Presta) e Soragna (ottimo 3-1 a Vittorio Mirabella), in una gara caratterizzata da continui ribaltamenti di fronte. La squadra, che attende ancora la piena ripresa di Andreoli, è quinta in classifica, con due lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione. In D2 il Tennistavolo Ferrara “D” (quinto in girone) ha ceduto per 3-5 sul campo della capolista Castenaso. A nulla è valsa la perentoria tripletta (tutti 3-0, rispettivamente contro Magrini, Zampieri e Ingrao) di una superlativa Silvia Traversi e decisive per il risultato, alla fine, si sono rivelate le tre partite perse al quinto set (due da Lombardi, una da Bianchetti). In D3 turno di riposo per la formazione “F” e bel successo, invece, per la squadra “E”, corsara a Sasso Marconi per 5-4 dopo una vera battaglia caratterizzata dai tre punti di Davi e dalla doppietta di Pinotti: uno “squillo” importante e promettente sul fronte del settore giovanile.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA (18-19/11/2017)

Tennistavolo Ferrara più forte delle avversità. Nonostante l’assenza di Buzzone e le precarie condizioni fisiche di Curarati, alle prese con il mal di schiena, la squadra di C1 ha mantenuto l’imbattibilità stagionale e il primo posto vincendo in casa della Ciatt Firenze per 5-2. In una gara che concedeva ben pochi margini di errore, gli estensi si sono imposti grazie a una fondamentale tripletta di Giulio Sani (3-0 a Gimigliano e Livi, difficile 3-2 a Bria: 12-10 nel set decisivo) e ai due punti dello stesso Curarati (3-2 a Bria, 3-1 a Livi), stoicamente in campo e che dopo quattro giornate è il secondo miglior giocatore del girone con nove successi in dieci incontri. Anche in C2 continua la marcia al vertice della formazione “B” societaria, vittoriosa in casa contro l’Arsenal Speroni Cadelbosco per 5-0 (due punti per Gallerani e Caravita, uno per Antonucci) in una gara sempre in pugno ma non facile come il risultato potrebbe far pensare visto che due partite (quella di Antonucci con Lamberti e quella di Caravita con Lodi) sono state combattutissime. Sempre in C2, ma nell’altro girone regionale, il Tennistavolo Ferrara “C” (con Andreoli a referto solo come quarto) ha ceduto a domicilio per 2-5 con la capolista Acli Lugo “A” nonostante la buona prova di Mugellini (un punto) e del debuttante Soragna (uno), entrambi a segno con il più quotato Tampieri (che nella classifica nazionale precede i due ferraresi di oltre settecento posti). Pesanti, nell’economia del match, le tre sconfitte di un Franceschini sotto tono e la doppietta, sull’altro fronte, della dodicenne promessa Caterina Angeli, davvero spettacolare. In D2 la quarta squadra estense ha perso sul campo dell’Acli Lugo “B” per 5-3, con due vittorie di capitan Bianchetti e un punto di Lombardi (assente Malagù). In D3, infine, un successo e una battuta d’arresto per il Tennistavolo Ferrara. Brinda la formazione “F”, che ha dilagato in casa con il Reno Centese “C” per 5-0 (due punti per Bonora e per il sempre più convincente Tecchio, uno per l’ancora imbattuto Sfrisi); niente da fare, invece, per la squadra “E”, battuta a domicilio per 2-5 da un’Unione ’90 troppo più forte (un successo a testa per Pinotti e Davi).



  • TORNEO PROMOZIONALE REGIONALE (MANZOLINO, 12/11/2017)

Debutto assoluto in una competizione pongistica per il baby Pietro Andreoli (classe 2011), che nella prova per under 10 non coglie vittorie ma mostra grinta e buone prospettive per il futuro. Il giovanissimo ferrarese, in particolare, raggiunge per due volte i 9 punti contro la vincitrice Picu, strappando un set ad Antonioli (secondo classificato) e addirittura due a Gigli (terzo).

Clicca per ingrandire l'articolo

  • TORNEO OPEN (CASTELGOFFREDO, 11/11/2017)

Tre i rappresentanti del Tennistavolo Ferrara impegnati in terra mantovana. Nel torneo “top” Giulio Sani supera come secondo classificato il girone di apertura cedendo al n. 265 italiano Marchese (poi vincitore della prova) e battendo in tre set Zoggeler; poi, nella fase a eliminazione diretta, si arrende immediatamente al giovane Bassi (n. 209 italiano) per 1-3 ma con due set persi di un soffio. Nel torneo over 1000 il migliore è Antonucci, che approda agli ottavi di finale dopo una prova comunque altalenante: superato il girone (sconfitta con Masciangelo, successo con Tasselli) il ferrarese batte anche il lombardo Ehrenheim (3-1) prima di cedere a Mor (1-3). Mugellini supera a sua volta il girone iniziale (3-1 alla giovane Magnaghi, 2-3 con Busato) per poi chiudere la sua corsa nei sedicesimi di finale, battuto da Masciangelo. Nella prova over 400 sia Antonucci sia Mugellini passano il girone come secondi (per Antonucci sconfitta di misura al quinto set con il terza categoria Bonazzi) per poi conoscere un’immediata eliminazione (sedicesimi di finale) nella fase a eliminazione diretta rispettivamente contro Vanzani e Amadei.



  • TORNEO OPEN ASSOLUTO (POGGIBONSI, 05/11/2017)

Alla prova, molto qualificata, partecipano Giulio Sani e Simone Gallerani, entrambi eliminati nella prima fase dopo avere chiuso al terzo posto i rispettivi gironi. Sani finisce nel gruppo della testa di serie numero uno (il modenese Sinigaglia, ventiseiesimo giocatore delle classifiche nazionali, che lo batte in tre set), e sconfitto Nonvel per 3-0 perde il tram per l’approdo alla seconda fase cedendo per 13-15 nel quinto set contro il toscano Larindi dopo una clamorosa rimonta da 0-2 (e con tanto di 0-11 nel quarto set). Gallerani, invece, sfiora a sua volta la qualificazione perdendo nettamente con il fiorentino Colli (0-3), battendo Posenato (3-1) e cedendo alla bella contro il giovane sanmarinese Mongiusti (anche in questo caso dopo un’inutile rimonta).



  • CAMPIONATO PROVINCIALE (FERRARA, 01/11/2017)

Maurizio Buzzone è il nuovo campione provinciale di tennistavolo. La manifestazione, tornata dopo cinque anni di sospensione, ha visto l’atleta del Tennistavolo Ferrara imporsi con merito al termine di una spettacolare finale contro il compagno di squadra Guido Caravita, a sua volta in grande giornata e battuto solo al quinto set. Semifinalisti del torneo sono stati Giulio Sani (sconfitto in tre frazioni da Buzzone) e la testa di serie numero uno del tabellone Sergio Curarati, superato per 1-3 in un match durissimo proprio da Caravita. Si sono fermati nei quarti di finale, invece, Lin, Antonucci, Mugellini e Mari. Pronostici in gran parte rispettati, quindi, visto che sul podio sono saliti i quattro giocatori più quotati del lotto, tutti in forza al Tennistavolo Ferrara: ma le gare di buon livello, nonostante alcune defezioni di rilievo (Gallerani, Franceschini, Andreoli), sono state diverse. A margine della manifestazione ufficiale, che prevedeva solo il torneo di singolare, si è giocata anche la prova di doppio, che ha visto il successo della collaudata coppia del Tennistavolo Ferrara formata da Sergio Curarati e Luca Antonucci in finale su Alessandro Soragna e Silvia Traversi, altri due nuovi acquisti del club.

Clicca per ingrandire l'articolo Clicca per ingrandire l'articolo

  • TORNEO REGIONALE 4° CATEGORIA (MANZOLINO, 22/10/2017)

Poche luci per il Tennistavolo Ferrara. L’unica viene dal doppio, nel quale l’inedita coppia formata da Simone Gallerani e Adriano Franceschini (accreditata della prima testa di serie) arriva in semifinale, dopo successo su Gazzoni-Stefanelli (3-1). Una volta nelle prime quattro, il disco rosso le viene posto dai giovani parmensi Sernesi-Tini, vincitori in quattro set e poi primi classificati. Nessun acuto particolare, invece, dal singolare, nel quale il migliore è Gallerani, giunto negli ottavi di finale su un lotto di 58 iscritti. L’atleta ferrarese, testa di serie numero tre del torneo, chiude al secondo posto il proprio girone (Ferrarini 3-0, Stefanelli 1-3, Cacciapuoti 3-0) per poi superare l’ostico Pollino in tre set e cedere al parmense Salento in quattro, in un match compromesso da un problema a una coscia. Non supera il girone, invece, il giovane Franceschini (testa di serie numero cinque), a segno su Badiali (3-0) ma battuto da Pollino (2-3, con tutti i set persi a nove) e da Corsini (1-3).

Clicca per ingrandire l'articolo

  • TORNEO OPEN (MONTICHIARI, 21/10/2017)

Partecipa solo Stefano Mari, iscritto al singolare over 1500. L’atleta estense chiude brillantemente nei primi otto su un lotto di 105 iscritti dopo avere vinto il proprio girone (Sandrini 3-2 sofferto, Tasselli 3-1) e dopo avere superato, nella fase a eliminazione diretta, la bellezza di tre turni a spese di Vella (3-1), Olivieri (3-2) e De Simone (3-1) prima della sconfitta nei quarti di finale contro Arnoldi (0-3).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (14–15/10/2017)

Ancora soddisfazioni, per il Tennistavolo Ferrara, nella terza giornata dei campionati a squadre, in cui il club estense ha portato a casa cinque vittorie in sei gare. La prima formazione societaria ha conquistato in solitudine la vetta della serie C1 grazie al 5-2 casalingo inflitto nello scontro diretto alla Metalparma Villa d’oro Modena. Grande protagonista un granitico Sergio Curarati, a segno con una tripletta pesantissima (3-1 a Liambo, doppio 3-0 a Cammarano e Casini) e secondo miglior giocatore del girone con sette successi su otto singolari giocati. Fondamentali, però, si sono rivelati anche i punti di Buzzone (su Liambo: 3-2 in rimonta) e Sani (3-1 all’ostico Cammarano). In serie C2 a segno anche la squadra “B”, corsara per 5-2 a Piacenza nonostante l’indisponibilità di Antonucci, rilevato da Mari. Tre vittorie per il sempre più convincente Gallerani (89% di positività complessiva in campionato), doppietta senza patemi per Caravita in una gara nel complesso senza storia, nella quale nei cinque incontri vinti non è stato concesso alcun set. Anche in questo caso gli estensi mantengono saldamente il primo posto, in coabitazione con il Reggio Emilia Ferval. Niente da fare, per contro, per il Tennistavolo Ferrara “C”, che sempre in C2 ha ceduto a Forlì contro i forti Alfieri di Romagna (1-5: punto della bandiera di Franceschini, 3-2 a Venturini) in un match sulla carta chiuso e diventato ancor più proibitivo per l’assenza dell’infortunato Andreoli. In D2 quarta squadra societaria in festa per il 5-1 casalingo sulla Maior 4, battuta grazie a una buonissima prestazione corale (due punti a testa per un concreto Malagù, sei su sette fin qui, e per un Travers in netta ripresa, una vittoria per capitan Bianchetti), mentre buone notizie sono arrivate anche dal fronte di D3, dove il Tennistavolo Ferrara “E”, sempre in casa, ha superato in extremis (5-4) la Dynamis Manzolino con tre punti del rientrante Lin e un successo a testa dei giovani Davi e Pinotti e la formazione “F” ha liquidato per 5-1 il Castenaso con doppiette di Tecchio e Bonora e un punto di Sfrisi (ancora imbattuto).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (07–08/10/2017)

Cala il poker, il Tennistavolo Ferrara, nella seconda giornata dei campionati a squadre: e le prime tre formazioni societarie, tutte vincenti, rimangono a punteggio pieno nelle rispettive classifiche. In serie C1 gli estensi hanno battuto in casa per 5-3 la temibile Fortitudo Bologna, con tre bellissimi successi di Maurizio Buzzone (ancora imbattuto dopo cinque singolari e a segno alla “bella” e dopo rimonta, nell’occasione, anche sull’ex seconda categoria Baroncelli) e doppietta di capitan Curarati (3-0 ad Andalò, cui ha concesso 17 punti in tutto, e 3-1 ad Azzaroni). Zero su due, invece, per un Sani ancora alla ricerca della migliore condizione. Festa anche in C2, dove entrambe le formazioni del club sono andate a bersaglio. Nel girone A il Tennistavolo Ferrara “B” ha espugnato i tavoli dell’Arsenal Cadelbosco La Perla per 5-2 con tre punti di Simone Gallerani (doppio 3-0 a Cuoghi e a Prampolini, 3-2 a Puglisi) e una vittoria a testa per Caravita e Antonucci, entrambi battuti dal numero uno avversario Puglisi. Nel girone B, invece, la squadra “C” estense ha vinto a Bologna con la Fortitudo 2 per 5-3 (dopo rimonta dal 2-3 per i padroni di casa) con tre punti del giovane Franceschini (3-0 a Sarti e a Stefanelli, combattutissimo 3-2 con Bini) e due vittorie di un concreto ed efficace Andreoli (su Sarti e Stefanelli). In serie D2 il Tennistavolo Ferrara “D” ha ceduto a domicilio nel derby con il Reno Centese “B” (4-5): privi del numero uno Mari, gli estensi hanno resistito a lungo grazie a Lombardi e a Malagù (due punti a testa) senza però ottenere dal francese Travers, convocato in extremis, il successo decisivo, comunque sfiorato al nono match (8-11 al quinto set contro Diaco). In D3, infine, un successo e una sconfitta per le formazioni della società. Nel girone E la squadra “F” ha vinto a Pilastri con il Sermide senior (5-3) grazie ai punti di Polloni (2), Bonora (2) e Tecchio (1), mentre nel gruppo E la squadra “E” ha perso la seconda partita consecutiva, arrendendosi questa volta sul campo del Nettuno per 3-5 (doppietta del giovane Davi e un punto di Pinotti).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA (30/09 – 01/10/2017)

Tutte a segno, le prime quattro squadre del Tennistavolo Ferrara, nel debutto di campionato. Agevole soprattutto il 5-1 della prima formazione societaria, che ha festeggiato il ripescaggio in serie C1 espugnando il campo della Maior Castelmaggiore con un perentorio 5-1 grazie alla doppietta di un ottimo Curarati (di rilievo lo schiacciante 3-0 contro il numero uno avversario Onofri: 14 punti concessi in tutto), alla buona prova del nuovo acquisto Buzzone (due punti psicologicamente non facili contro la sua ex squadra) e al successo di Sani su Maida. La speranza, alla luce dei valori in campo e della rosa delle avversarie, è senz’altro per un torneo di alta classifica. Più sofferte, ma entrambe importanti, le vittorie del club in C2. La squadra “B”, in casa, ha dovuto sudare le classiche sette camicie (5-4) per vincere la resistenza di un coriaceo Cortemaggiore (trascinato dal forte Colombi: tre vittorie), in una gara nella quale alle doppiette di Gallerani e Caravita (entrambi a segno su Rubini e Cerra) si è aggiunto il punto decisivo di Antonucci nel match decisivo contro quest’ultimo (3-1 in rimonta). La formazione “C”, sempre a Ferrara, ha invece superato l’Acli Lugo “B” per 5-3 con un altro bel successo di squadra, che ha reso inutile, sull’altro fronte, la tripletta del serbo Loboda: due punti a testa per un sicuro Andreoli e per il promettente nuovo arrivo Franceschini, quinto punto a opera di un grintoso ed efficace Mugellini. Festa anche in D2, dove la squadra “D” ha vinto sui tavoli della Fortitudo 6 per 5-0 in un match senza storia, firmato dalle belle doppiette di Mari e Malagù e da un successo di Lombardi, alla prima uscita con la maglia estense. Doppio semaforo rosso, infine, in D3 nel doppio match casalingo con la Zinella San Lazzaro: 1-5 per la formazione “E” (punto della bandiera del giovane Pinotti), 3-5 per la squadra “F” (inutile tripletta di capitan Sfrisi e sfortunata prova di Polloni, battuto per tre volte alla bella).



  • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (CORTEMAGGIORE, 23/09/2017)

Quattro i ferraresi al via, e anche questa volta il migliore del lotto è Franceschini, autore di un’altra prova molto promettente in vista del campionato di C2. Il giovane attaccante, su un totale di oltre centoventi iscritti, conclude brillantemente la sua corsa negli ottavi di finale dopo un sofferto secondo posto in girone (netta sconfitta con la testa di serie numero uno Pacchiosi, vittoria al quinto set sul difensore Guarnerio), seguito però da due successi di peso contro Chiecchi (3-1), numero 541 italiano, e su Tozzini (3-1) prima della sconfitta contro il torinese Selmi, capace, con il suo gioco ostico, lento ed efficace, di limitarlo in sede offensiva e nella sicurezza di gioco. Prova in chiaroscuro, invece, per Gallerani, autore di un bel “tre su tre” in un girone non semplice (3-2 a Selmi, 3-1 al toscano Gherardi, 3-0 a Sorrentino) ma poi subito eliminato nel tabellone a eliminazione diretta (1-3 con Moccia). Stesso risultato (trentaduesimi di finale) anche per Antonucci, secondo in girone solo per quoziente set dopo una prova complessivamente incolore (3-0 a Castaldini, 1-3 con Allieri, 1-3 con Galbo) e battuto, poi, dal lombardo Ferrari, ex terza categoria, dopo avere sciupato un vantaggio di 2-0. Eliminazione in girone per quoziente set, infine, per Mugellini, a segno con il milanese Clementi (3-2) ma sconfitto da Chiecchi (2-3) e Bottaro (1-3).



  • TORNEO OPEN (SERMIDE, 02-03/09/2017)

Il Tennistavolo Ferrara inaugura la stagione 2017/2018 cogliendo un primo piazzamento da podio. È il nuovo acquisto Adriano Franceschini, diciotto anni, reduce da una stagione a Reggio Emilia e precedentemente in forza alla Maior Castelmaggiore, a ben impressionare con la semifinale raggiunta nella prova over 600 (ventidue gli iscritti). Superato il girone iniziale grazie ai successi sul quotato veronese Moccia (poi finalista) e sul lughese Berardi, il giovane attaccante estense supera in quattro set l’ostico Toni prima di cedere al forte Campagnoli, vincitore del torneo. Nella stessa prova Mugellini e un Antonucci ancora in rodaggio dopo la lunga inattività per infortunio chiudono negli ottavi di finale senza particolari sussulti. Nel torneo over 200 (trentanove partecipanti), poi, è ancora Franceschini a mettersi in luce con un bel piazzamento negli ottavi (sconfitta con il terza categoria De Battisti) dopo avere giocato un grande girone (“positivo” sul lombardo Vanzani e sconfitta al quinto set con il reggiano Pessina, numero 216 d’Italia). Nella prova per over 1000 (quarantatré iscritti), infine, Mugellini termina la sua corsa nei primi sedici dopo avere superato la prima fase grazie ai netti successi su Ingrao e Tessoni (sconfitta, per contro, con Tasselli) e dopo avere battuto, nel tabellone a eliminazione diretta, il bolognese Diani (3-2) prima di cedere al difensore Bini (1-3).



Articoli di: Luca Antonucci

(Campionato 2016/2017)



  • CAMPIONATO ITALIANO 4a CATEGORIA (TERNI, 10-11-12/06/2017)

In campo, per il Tennistavolo Ferrara, soltanto Enrico Mugellini, fra i più titolati iscritti della categoria 65-70. Le giustificate speranze di medaglia, però, si sono infrante già negli ottavi di finale, nei quali il veterano estense – penalizzato da un pessimo abbinamento – ha ceduto al più quotato Allieri (che è ancora numero 551 nelle classifiche assolute nazionali), poi primo classificato. Decisivo, in questo senso, il secondo posto in girone, nel quale Mugellini, battuti facilmente Sboro e Fuser (doppio 3-0), si era fatto rimontare due set dal toscano Antonini cedendo al quinto e chiudendo, di conseguenza, in seconda posizione. Nel doppio, in coppia con l’altro ferrarese Romagnoli (tesserato, quest’anno, per il Renogalliera), Mugellini ha sfiorato l’accesso alle medaglie fermandosi nei quarti di finale (2-3 contro Zakaryan-Pomante, poi laureatisi campioni italiani) dopo avere battuto, ancora al quinto set, la coppia Polari-Rinaldi.



  • CAMPIONATO ITALIANO VETERANI (TERNI, 06-07/06/2017)

Il migliore, per gli estensi, è stato Guido Caravita, che nel torneo maschile di quarta categoria (ben 422 iscritti) ha brillantemente chiuso nei sedicesimi di finale dopo avere vinto il suo girone di prima fase e avere superato in rapida successione, nel tabellone a eliminazione diretta, il siciliano Di Falco (3-0), il lombardo Ribaudo (3-1) e il lucano Dell’Erba (3-1) prima di cedere in tre combattuti set all’ex-seconda categoria Illibato. Trentaduesimi per Giulio Sani, fermato seccamente (0-3) dal giovane Cantella (neocampione regionale lombardo e poi giunto nei primi otto) dopo avere vinto due vere e proprie battaglie all’ultimo respiro: prima contro l’esperto Cerquiglini in girone (3-2) e poi, nella seconda fase, contro il giovane toscano Iannis (già vincitore, quest’anno, di un torneo nazionale “blu”), battuto per 12-10 ancora alla bella. Un risultato, per Sani, probabilmente inferiore alle attese della vigilia (era testa di serie numero 13) ma che non gli impedirà, comunque, la meritata promozione in terza categoria. Discreta anche la corsa di Simone Gallerani, out già nei sessantaquattresimi (1-3 con il lombardo Tansini) ma dopo una bella serie di quattro vittorie consecutive (contro Descovich, Magnini, Rossinelli e Barca) fra girone e seconda fase. Mugellini, infine, non ha superato il girone iniziale chiudendo terzo (vittoria su Zanotti, sconfitte con i più quotati Marzi e Di Falco). Niente luci nel doppio: Gallerani e Caravita sono stati eliminati già nel primo turno (0-3 contro Agosti-Gamberini) mentre Mugellini, ancora in coppia con Romagnoli (Renogalliera), è uscito nel secondo (0-3 contro i più quotati Maffei-Frigeri).



  • CAMPIONATO REGIONALE 3a CATEGORIA (MANZOLINO, 21/05/2017)

Brillante terzo posto, per Giulio Sani, nei campionati regionali di terza categoria disputati a Manzolino. L’atleta del Tennistavolo Ferrara, in una stagione che finora lo ha visto vincere sessanta degli ottantadue incontri di singolare disputati, ha centrato il risultato, peraltro, nella categoria superiore a quella di attuale inquadramento, fatto che impreziosisce ulteriormente la sua impresa. Dopo avere superato il girone iniziale grazie a due successi su Foracchia (3-1) e Azzaroni (3-0), inframmezzati dalla sconfitta con Mundo (1-3), Sani ha piegato in cinque set il temibile bolognese Onofri rischiando poi il colpaccio in semifinale anche contro il reggiano Bondioli, prima testa di serie del tabellone e numero 121 italiano, con il quale non è riuscito a sfruttare un vantaggio di due set cedendo ai vantaggi del quinto (11-13). Per il pongista estense, però, il bronzo di Manzolino equivale alla consacrazione come terza categoria, traguardo raggiunto meritatamente dopo anni di rincorsa. Sempre nei campionati regionali va segnalato anche il terzo posto di Simone Gallerani, che in coppia con Silvia Traversi (Arsenal Cadelbosco) ha a sua volta raggiunto il podio cedendo di un soffio in semifinale per mano dei parmensi Sernesi-Severgnini, a segno in cinque set. L’atleta del Tennistavolo Ferrara, nel torneo di singolare, ha invece chiuso negli ottavi, eliminato dal bolognese D’Amore per 2-3 dopo essere stato avanti per 2-0 e avere perso per 10-12 la terza frazione.



  • CAMPIONATO REGIONALE 4a CATEGORIA (MANZOLINO, 14/05/2017)

Due “bronzi”, per il Tennistavolo Ferrara, nei campionati regionali di quarta categoria. Simone Gallerani ha conquistato due significativi terzi posti, il primo in un torneo di singolare forte di sessantuno iscritti e di un livello decisamente buono, il secondo in doppio con Enrico Mugellini. Una marcia, quella di Gallerani nella prova di singolo, irta di ostacoli e ricca di gare combattute, a tratti anche molto difficili. Ben tre, infatti, i quinti set vinti dopo essere stato sotto per 1-2 (contro Bini e Zazzi in girone, poi con il forte Nostri – 12-10 al quinto – nel tabellone a eliminazione diretta), ma l’impresa più bella è stata sicuramente quella messa a segno nei quarti di finale, in cui l’atleta ferrarese ha eliminato in quattro frazioni il forlivese Monaco, che lo precede di centottanta posti (n. 365 contro n. 545) nelle classifiche nazionali ed è prossimo al passaggio in terza categoria. In semifinale Gallerani ha poi sfiorato un altro colpo da novanta, portandosi avanti di due set con il più quotato Bigi (n. 399 italiano), ma la reazione dell’esperto reggiano, a un passo dalla sconfitta, è stata perentoria e il pongista estense è stato rimontato e battuto al quinto. Sempre nel torneo di singolare è andata meno bene a Giulio Sani, accreditato della testa di serie numero uno ma eliminato negli ottavi di finale per mano del talentuoso ravennate Sarti per 2-3 dopo avere vinto a punteggio pieno il girone di prima fase ed avere eliminato l’ostico Piacente al termine di una gara molto tirata e terminata alla bella. Tabellone a eliminazione diretta anche per Mugellini, secondo nel suo raggruppamento d’avvio e poi battuto nei sedicesimi di finale da Pacchiosi in tre set tutti risolti sul filo di lana. Il secondo podio per il Tennistavolo Ferrara è giunto nella prova di doppio, dove Gallerani e Mugellini, alla loro seconda esperienza insieme, hanno onorato il loro ruolo di terza testa di serie del torneo battendo Ramponi-Rossi e cedendo di un soffio (11-13 nella bella) ai giovani parmensi Tini-Sernesi, poi vincitori del titolo.



  • TORNEO NAZIONALE “ROSSO” (TOP 121/452) [ESTE, 06/05/2017)

In campo, per il Tennistavolo Ferrara, il solo Giulio Sani grazie alla sua classifica, ormai equiparata alla terza categoria. L’atleta estense, però, conclude il girone iniziale senza successi, battuto in quattro set sia dal forte Teatino (n. 144), da Rigotti (n. 383) e dal giovane Pinato (n. 243).



  • TORNEO NAZIONALE “BLU” (TOP 453/2000) [TERNI, 06/05/2017)

Partecipano Simone Gallerani ed Enrico Mugellini, che accedono entrambi alla seconda fase in un torneo da centosessanta iscritti. Gallerani, primo in girone dopo successi su Giovagnoli e Forletta, cede nei trentaduesimi a Picchetta in tre set. Mugellini, secondo nel suo gruppo (combattute vittorie su Martino e Carletti, sconfitta in quattro set contro De Nigris, prima testa di serie del tabellone), viene poi eliminato da Corradini (poi vincitore del torneo) nel primo turno a eliminazione diretta. In doppio i due portacolori del Tennistavolo Ferrara si arrendono nei sedicesimi a Sabatini-Cerquiglini.



  • CAMPIONATO REGIONALE 5a CATEGORIA (MANZOLINO, 23/04/2017)

Niente lampi, per il Tennistavolo Ferrara, sia nel torneo di singolare sia in quello di doppio nonostante la buona partecipazione (sei atleti). Nel tabellone di singolare maschile (107 gli iscritti complessivi) il migliore è Cesare Malagù, unico a superare la fase iniziale (secondo in girone grazie alle vittorie sui bolognesi Marchioni ed Eckardot prima di essere eliminato dall’esperto Ramponi al quinto set nel primo turno a eliminazione diretta). Tutti fuori nella fase inaugurale gli altri pongisti estensi: Andrea Bonora e Claudio Polloni chiudono il loro girone come terzi classificati (una vittoria in tre partite), mentre Andrea Galli, Marcello Davi e Francesco Tecchio non ottengono successi. Nel doppio (22 coppie al via), Bonora e Polloni terminano immediatamente la loro corsa per mano di Casoni e D’Aniello.



  • CAMPIONATO A SQUADRE C1 MASCHILE – 14a E ULTIMA GIORNATA (08/04/2017)

Storia di un copione che alla vigilia dell’ultimo atto sembrava già scritto: la prima squadra del Tennistavolo Ferrara, nonostante la bella vittoria (5-4) sul campo dell’Arsenal Cadelbosco (secondo in classifica), lascia la C1 retrocedendo nella categoria inferiore. Un verdetto particolarmente amaro, non solo perché il club, nella prossima stagione, per la prima volta negli ultimi trentanove anni (l’ultima risaliva al 1978-1979) non avrà una squadra in un campionato nazionale, ma anche perché giunge solo per lo sfavorevole bilancio negli scontri diretti (entrambi persi di misura) con il Redentore Este, che in classifica ha chiuso con gli stessi punti degli estensi (10) per quanto, rispetto ai medesimi, vanti dieci singolari vinti in meno (42 contro 52) e tre persi in più (62 contro 59). Davvero una beffa. E dire che proprio i padovani, domenica, avrebbero potuto dare una mano al Tennistavolo Ferrara espugnando il campo della Maior Castelmaggiore (che a quel punto sarebbe retrocessa al posto degli estensi), ma i bolognesi, decisamente più motivati, si sono imposti per 5-2 e la condanna alla C2, per il terzetto composto da Curarati, Caravita e Mugellini, è così diventata definitiva. Una retrocessione, però, che alla prova dei fatti era stata ipotecata in precedenza, soprattutto sull’onda delle cinque partite (su 14 complessive) perse per 4-5; e la constatazione che per la salvezza sarebbe bastato davvero poco di più nonostante l’alto livello del girone, senza dubbio, rende ancor più bruciante la ferita. Nella sua ultima uscita il Tennistavolo Ferrara ha fatto tutto il possibile – e con grande orgoglio – per mantenere accesa la fiammella della speranza: vittoria per 5-4 a Cadelbosco con doppietta di Curarati (3-0 a Troni, 3-1 a Vavotici), due punti di Caravita (3-0 a Vavotici, 3-0 a Puglisi) e un successo di Mugellini (3-0 a Vavotici) nel nono match, quello finale. Sergio Curarati si consola con il quinto miglior rendimento del girone su quarantuno giocatori (31 gare vinte, 9 perse: 77,5% di positività), con le cinque triplette realizzate e con l’ottima posizione nel ranking nazionale assoluto, dove è salito al numero 204; Guido Caravita termina con un buon 46% (bilancio di 17-20); Enrico Mugellini, nonostante i progressi nel girone di ritorno, finisce con il 12% (4-30).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – PLAY-OFF E PLAY-OUT REGIONALI (SECONDO CONCENTRAMENTO) [MANZOLINO E PIACENZA, 26/03/2017]

Nei play-off di C2 il Tennistavolo Ferrara “B”, favorito della vigilia, ha fallito l’agognata promozione finendo addirittura quarto dopo avere perso, sempre per 2-4, i tre incontri del secondo concentramento: il primo con la Pasticceria Battistini San Polo (due punti di Gallerani, con Sani in tribuna per squalifica), il secondo contro la Keratrans Villa d’oro Modena (Antonucci 1, Sani 1), il terzo contro l’Audax Poviglio (Sani 1, Zannoni 1). Nei play-off di D1, invece, a salvezza conquistata e senza velleità di salto di categoria, la terza formazione societaria ha dato spazio alle seconde linee arrendendosi con il massimo scarto (0-6) a Vittorino da Feltre, Valnure 40 e Teco Cortemaggiore. In D2, questa volta nei play-out, il Tennistavolo Ferrara “D” non ha evitato la retrocessione chiudendo penultimo il suo girone dopo una vittoria (5-1 alla Zinella “A”: Malagù 2, Faccini 2, Sfrisi 1), un pareggio (3-3 con la Fortitudo Bologna “5”: Malagù 2, Sfrisi 1) e una sconfitta (1-5 con l’Acli Lugo: punto della bandiera di Sfrisi). In D3, infine, la quarta squadra del club ha chiuso al secondo posto il suo girone di play-off senza salire, quindi, di categoria: nell’ultimo appuntamento di campionato, per gli estensi, due sconfitte con la Dynamis “F” (2-4 con doppietta di Bonora) e con la Dynamis “G” (0-6).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 13a GIORNATA (25-26/03/2017)

La vittoria, in C1 nazionale, della prima squadra in casa contro il “fanalino” Fondazione Bentegodi Verona (5-2) mitiga solo in piccola parte le ombre più generali del week-end, anche perché con ogni probabilità non eviterà agli estensi la retrocessione nella categoria inferiore. La squadra, infatti, a una giornata dal termine del torneo deve recuperare due punti sulla zona salvezza e la combinazione delle gare dell’ultimo turno (estensi a Cadelbosco e Castelmaggiore impegnata in casa con il già tranquillo Este) non fa presagire scenari positivi. Di rilievo, comunque, la prova fornita contro la formazione scaligera: bella la vittoria di Mugellini sul più quotato Caloi (3-2, da 0-2), orgogliosa la reazione di Caravita su Dolce (altro quinto set vincente, questa volta dopo rimonta subìta) e, soprattutto, gagliarda la prestazione di capitan Curarati, autore della sua quinta tripletta stagionale con bellissima prova, in particolare, contro il giovane Romano.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – PLAY-OFF E PLAY-OUT REGIONALI (PRIMO CONCENTRAMENTO) [MANZOLINO E PIACENZA, 19/03/2017]

Nel primo atto dei play-off di C2, a Manzolino, il Tennistavolo Ferrara “B” si è ulteriormente avvicinato alla promozione dopo il successo sulla Keratrans Modena (4-2: doppiette di Sani e Gallerani) e i pareggi per 3-3 contro il San Polo (Sani 2, Gallerani 1) e contro l’Audax Poviglio (Sani 1, Gallerani 1, Zannoni 1). Di rilievo, di fronte ad avversarie agguerritissime, il cinque su cinque di Sani (con successo in rimonta sul terza categoria Pessina e spiacevole polemica finale, culminata in un “rosso” all’atleta estense) e il quattro su sei di Gallerani (che ha vinto tre “belle” fondamentali per la squadra). Zannoni, a segno contro Vescovi, ha portato un importante “mattone” alla causa, mentre Antonucci, dopo la lunga sosta per infortunio, è parso ancora lontano da una condizione sufficiente. Gli estensi, a quota 11, hanno tre punti di vantaggio sulle seconde con tre gare da disputare e con due posti in palio per il salto di categoria. In serie D1, sempre nei play-off ma a Piacenza, un pareggio e due sconfitte per la terza formazione societaria, che ha impattato con il Vittorino da Feltre per 3-3 (Andreoli 2, Lin 1) cedendo per 1-5 al Valnure 40 (punto della bandiera di Andreoli) e per 0-6 al forte Cortemaggiore, uscendo, per ora, dalle prime tre piazze utili per la promozione, che comunque – nei piani del club – non è un imperativo categorico visto che il reale obiettivo, a inizio stagione, era la salvezza. In D2, nei play-out in corso a Manzolino, il Tennistavolo Ferrara “D” ha chiuso la prima tornata di partite con una vittoria (4-2 sulla Zinella San Lazzaro: Malagù 2, Faccini 1, Sfrisi 1), un pareggio (3-3 con la Fortitudo Bologna “5”: Malagù 2, Faccini 1) e una battuta d’arresto (1-5 con l’Acli Lugo: punto di Malagù), per un bilancio che per quanto migliore del rendimento medio offerto dal team durante la stagione regolare non ne fa lievitare granché, purtroppo, le possibilità di salvezza visto che l’ultimo posto, per adesso, è ancora tale. Molto bene, comunque, Malagù, nell’occasione autore di un bel cinque su sei. Nei play-off di D3, infine, sempre a Manzolino la quinta formazione del club estense ha battuto la Dynamis “F” per 4-2 (Tecchio 2, Bonora 1, Polloni 1) cedendo poi alla Dynamis “G” per 1-5 (Bonora 1). Nel suo gironcino la squadra è seconda dietro alla Dynamis “G”.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 12a GIORNATA (18-19/03/2017)

In campo, per la stagione regolare, solo la prima squadra societaria, che in serie C1 cede come da pronostico sul campo della capolista Villa d’oro Modena per 5-1. Il punto della bandiera, contro un’avversaria obiettivamente fuori portata, è siglato da capitan Curarati: soffertissimo 3-2 a Mundo dopo rimonta da 0-2. Per il resto, tutte partite quasi a senso unico con l’eccezione dell’1-3 di Caravita contro lo stesso Mundo, frutto di parziali molto combattuti. A due sole giornate dalla fine del campionato il Tennistavolo Ferrara è a un passo dalla retrocessione matematica.



  • TORNEO REGIONALE SENIORES/VETERANI (SERMIDE, 11/03/2017)

Il Tennistavolo Ferrara conquista un significativo tris di piazzamenti sul podio. La gara più prolifica in questo senso è il doppio assoluto, nel quale gli estensi si distinguono con l’inedita coppia formata da Simone Gallerani e Flavio Zannoni (brillanti secondi) e con il collaudato duo composto da Guido Caravita e Luca Antonucci, che rispettano il pronostico chiudendo terzi. L’impresa di Gallerani e Zannoni, del tutto inattesa, acquista ulteriore spessore se si pensa che i due atleti del Tennistavolo Ferrara, in grande giornata, hanno eliminato in quattro set prima la coppia parmense Milza-Pacchiosi (seconda testa di serie del tabellone) e poi i ravennati Castelvetro-Gazzoni (terzi favoriti del torneo) prima di cedere in finale (dopo essere stati in vantaggio per 2-0) ai giovani Bacchelli e Guercio, entrambi seconda categoria e posizionati attorno alla centesima posizione del ranking nazionale. Buoni anche i risultati nel torneo di singolare (46 iscritti), nel quale è salito meritatamente sul podio Guido Caravita, battuto in semifinale dal lughese Nostri (poi primo classificato) dopo una serie di cinque vittorie consecutive, l’ultima delle quali contro il compagno di società Antonucci, giunto con soddisfazione nei quarti al rientro agonistico dopo tre mesi e mezzo di stop per infortunio. Come Antonucci, nei primi otto è giunto anche Gallerani, apparso in gran forma per tutto il torneo. Zannoni è stato eliminato nei sedicesimi, mentre Sarti non ha superato il girone iniziale. Nel singolo assoluto, infine, Gallerani e Caravita hanno superato la prima fase cedendo entrambi, poi, nel primo turno a eliminazione diretta.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 11a GIORNATA (25/02/2017)

In campo solo la formazione di C1, di nuovo battuta per 4-5, questa volta in casa contro la Fortitudo Bologna. Un campionato finora disgraziato, con una pioggia di sconfitte di misura che rendono grande il rammarico per una stagione che avrebbe potuto essere assolutamente tranquilla e che invece, a tre giornate dalla fine, vede gli estensi a un passo dalla retrocessione. Contro i felsinei, battuti all’andata dopo una gara tiratissima, hanno senz’altro pesato le problematiche condizioni fisiche di Mugellini, ma gli avversari ci hanno messo molto del lavoro, imponendosi con una bella prova di squadra. Curarati ha colto due punti in maniera netta (contro Azzaroni e Onofri) ma ha ceduto a un Andalò ispiratissimo, mentre Caravita, battuti lo stesso Andalò e Azzaroni, non è riuscito a imporsi su Onofri, che lo ha sconfitto in cinque set.



  • SERIE A2 VETERANI – SECONDO CONCENTRAMENTO (FIRENZE, 18/02/2017)

Il Tennistavolo Ferrara chiude quarto la stagione regolare della serie A2 veterani difendendo senza problemi, quindi, il suo posto in categoria. Nel secondo concentramento del campionato, disputato a Firenze, gli estensi – già al sicuro, in realtà, dopo la prima tornata di gare, giocata in dicembre – hanno conquistato un altro successo sul Sorrento Sport (3-1: doppietta di Curarati e un punto di Sani) cedendo senza conseguenze contro la corazzata Eureka Roma (0-3) e al cospetto del coriaceo Castellana Grotte (1-3: punto della bandiera di Curarati). Proprio Curarati, che nella manifestazione fiorentina ha sfiorato un successo di grande prestigio contro il seconda categoria Morgante (2-3), chiude la stagione veterani con il 70% di positività (sette vittorie, tre sconfitte), seguito da un buon Caravita (57%, 4-3 e bellissimo successo, a Firenze, sul più quotato De Simone, n. 245 italiano) e da Sani (50%, 1-1), mentre il doppio (29%, 2-5) è stato solo in parte efficace, rispondendo presente, però, almeno nelle gare più importanti per la salvezza.



  • TORNEO NAZIONALE SENIORES (SERMIDE, 18/02/2017)

Del Tennistavolo Ferrara partecipa solo Andrea Sarti, che chiude il girone con tre sconfitte per 0-3 contro Fantini, Pietrogrande e Derganz.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 10a GIORNATA (11-12/02/2017)

A forte rischio di retrocessione, il Tennistavolo Ferrara in serie C1 sfodera il rendimento dei giorni migliori e batte in casa la temibile Bagnolese per 5-2 mantenendo accesa la fiammella della speranza. Grande protagonista di giornata è stato Sergio Curarati, che onorando in pieno la palma di quinto miglior giocatore del girone (79% di successi) ha siglato la sua quarta tripletta stagionale, battendo nell’ordine il forte Maffei (3-1), Frigeri (3-0) e la numero 13 italiana Cristina Semenza (3-0). Caravita (sul numero 397 Maffei) e Mugellini (sul numero 754 Frigeri) hanno completato l’opera con due fondamentali “belle” vinte nel segno della grinta contro avversari nettamente più quotati. Con questa bella impresa gli estensi salgono a quota 6, a due punti dalle terz’ultime, anche se la salvezza, complici i risultati dagli altri campi, sembra davvero appesa a un filo. In C2, intanto, la seconda squadra societaria ha chiuso imbattuta la regular season (19 punti, +5 sulla seconda e addirittura +9 sulla terza) infliggendo alla Zinella Metalparma un pesante 6-0, forse troppo duro per gli ospiti considerando che tre gare si sono concluse al quinto set. Doppiette per il sempre più granitico Sani (19 successi in 20 partite: 95% di positività e serie aperta di nove match vinti senza concedere neppure un set), Gallerani (12-2, 86%) e Zannoni (7-3, 70%), ma decisivo, nel girone di andata, è stato anche Antonucci, che prima di infortunarsi ha chiuso con uno score sul campo di 10-2 (83%). Il Tennistavolo Ferrara “B”, che piazza tutti i suoi atleti nei primi sei posti della graduatoria di rendimento del girone, attende ora i play-off promozione (19 e 26 marzo), in cui partirà da primo classificato. Spareggi per il salto di categoria anche in D1, dove la terza formazione del club ha impattato in casa per 3-3 nello scontro diretto con il Consorzio Il Mercato Modena grazie alla doppietta della “garanzia” Andreoli (18 vittorie in 20 gare: 90% di positività, secondo miglior giocatore del raggruppamento) e al punto del sempre prezioso Lin (12-8, 60%), per un risultato che le dona il primo posto finale in girone a quota 14 (+1 sui modenesi e sul Reno Centese). Gli altri alfieri della squadra, durante la prima fase, sono stati Zannoni (8-0 prima di salire in C2), Bianchetti (2-8) e Viganelli (0-2). In D2, infine, il Tennistavolo Ferrara “D” ha ceduto anche a Manzolino contro la Dynamis “C” (4-2: un successo a testa per Faccini e Malagù, nessun punto per Sfrisi e Travers) chiudendo la stagione regolare all’ultimo posto (un solo punto) in attesa dei play-out salvezza.



  • TORNEO NAZIONALE “VERDE” (TERNI, 04-05/02/2017)

Niente da fare per Claudio Faccini, che perde nella fase iniziale le tre gare contro Perez (0-3), Castellano (2-3, dopo essere stato avanti per due a uno) e Catena (1-3) venendo subito eliminato.



  • TORNEO NAZIONALE “BLU” (LA SPEZIA, 04-05/02/2017)

Spedizione amara per Enrico Mugellini, che nel torneo di singolare perde le tre gare del girone senza vincere set contro i più quotati De Carolis e Illibato (quest’ultimo ex seconda categoria) e contro il giovane Torta. Nel doppio, insieme a Ugo Romagnoli (Renogalliera), Mugellini si arrende nel primo turno contro la coppia toscana formata dall’esperto Zuanigh e dal forte Fruzzetti.



  • TORNEO NAZIONALE “ROSSO” (MODENA, 04-05/02/2017)

Partecipa solo Giulio Sani grazie alla sua classifica ormai equiparata alla terza categoria. L’atleta estense giunge terzo nel suo girone sfiorando, comunque, la qualificazione alla fase a eliminazione diretta. Netta la sconfitta con il forte Quatraro (n. 196 d’Italia), ma dopo avere battuto in rimonta il promettente sammarinese Mongiusti (3-2) Sani sfiora l’impresa con il fiorentino Conte (n. 223), cui cede in cinque set e dopo essere stato avanti per due a uno.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 9a GIORNATA (28-29/01/2017)

La corsa salvezza del Tennistavolo Ferrara, in serie C1, adesso è davvero in salita. La sconfitta per 5-3 nello scontro diretto sul campo della Maior Castelmaggiore ha seriamente inguaiato gli estensi, che a cinque giornate dalla fine del campionato si trovano a dovere recuperare quattro punti alle squadre che occupano attualmente il terz’ultimo posto. Non è stata sufficiente neppure la bella vittoria di Mugellini sul terza categoria D’Amore (n. 323 italiano), perché nel resto del match sono giunti solo altri due punti, entrambi per mano di capitan Curarati (3-1 a Casini, 3-0 a D’Amore) mentre Caravita, pur giocando a lungo alla pari con gli avversari, è rimasto a secco. Decisiva, sul fronte bolognese, la doppietta dell’ex di turno Buzzone. Tranquilla passeggiata, per contro, in serie C2, dove il Tennistavolo Ferrara “B” ha continuato il suo monologo espugnando per 6-0 (e con appena tre set persi) il campo dell’Acli Lugo “A”. Gli estensi, a segno con doppiette di Sani, Gallerani e Zannoni in attesa del recupero dell’infortunato Antonucci, sono abbondantemente primi e hanno già la testa rivolta ai play-off promozione. In serie D1 la squadra “C”, al vertice dall’inizio del campionato, ha subito la prima, ininfluente sconfitta stagionale cedendo per 4-2 sul campo del Renogalliera Gold in un match, però, assolutamente equilibrato. Due punti per Andreoli (di rilievo il 3-0 a Balboni) e buone prove anche per Lin e Bianchetti, che hanno messo in difficoltà il quotato Serravalli. Anche in questo caso la qualificazione ai play-off è certa da tempo. In D2 ultimo posto per la formazione “D”, battuta in casa dalla capolista Renogalliera Red per 2-4 con punti della bandiera di Faccini (3-2 a Garuti) e Sfrisi. In D3, infine, il Tennistavolo Ferrara “E” ha confermato di essere squadra da corsa (e attende, in questo senso, l’inizio degli spareggi promozione) vincendo a San Felice sul Panaro per 5-1 con l’Unione ’90. Ennesima doppietta dell’imbattuto Bonora (che chiude la regular season con 11 gare vinte su 11), due successi per Tecchio (bilancio complessivo di 9-3, 75%) e uno per Davi (6-5, 54,5%). Ma va rimarcato anche il rendimento stagionale di Polloni (8-2, 80%), Travers (5-1 e 83,3% prima di salire in D2), Conti (2-1, 66,7%) e Pinotti (3-4, 42,9%). Sempre in D3, la formazione “F” si è congedata dal campionato battendo in casa il Renogalliera Orange per 5-1 con doppiette di Sarti e Fratti e un punto di Striano. Bilanci finali: Striano 9 gare vinte e 4 perse (69,2%), Fratti 6-3 (66,7%), Sarti 4-6 (40%), Galli 5-9 (35,7%), Bergamaschi 4-10 (28,6%).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 8a GIORNATA (21-22/01/2017)

Pesante sconfitta, per il Tennistavolo Ferrara, nella prima giornata di ritorno del campionato di C1 maschile. Pesante più negli effetti che nel punteggio, in verità, perché il combattutissimo 4-5 casalingo con il Redentore Este (quarta sconfitta al nono match su un totale di otto gare) arreca agli estensi un duro colpo nella lotta salvezza. Ultima in compagnia della Fondazione Bentegodi Verona, alla squadra estense restano pochi margini di errore da spendere e la stagione, ormai, sembra a un bivio decisivo. Non sono bastate, contro i veneti, le doppiette dei sempre coriacei Curarati e Caravita su Bullo e sull’ex di turno Cerini, perché la vittoria di quest’ultimo su Mugellini nella gara decisiva ha decretato, di fatto, l’amara resa dei ferraresi. Tutto facile, per contro, in serie C2, dove la seconda formazione societaria, sempre più prima e in attesa degli spareggi per la promozione, ha superato in casa la Maior 2 Castelmaggiore per 4-2 nonostante l’indisponibilità di Gallerani e dell’infortunato Antonucci, fermo da un mese e mezzo. I due punti a testa di Sani (giunto alla quindicesima vittoria in sedici gare) e di Zannoni hanno chiuso rapidamente la partita. In D1 bel pareggio interno della capolista Tennistavolo Ferrara “C”, a sua volta già matematicamente ai play-off, che ha impattato sul 3-3 contro la Maior 5 con doppietta di un ottimo Lin (a segno su Merlin e su Sarti) e una vittoria di Andreoli. In D2 niente da fare, invece, per la quarta squadra del club, battuta a Manzolino dalla Dynamis “D” per 5-1 (punto della bandiera di Malagù) e sempre più ultima in classifica. In D3, infine, il Tennistavolo Ferrara “E”, che mantiene il primo posto, ha travolto in casa il Renogalliera “orange” per 6-0 (facili doppiette per Tecchio, Pinotti e Davi), mentre la formazione “F”, con lo stesso punteggio, ha perso sul campo del Reno Centese “B”.



  • TORNEO NAZIONALE VETERANI (BOLZANO, 14-15/01/2017)

Enrico Mugellini, nel torneo nazionale over 60 disputato a Bolzano, si è confermato ai vertici della categoria conquistando la vittoria in doppio (insieme all’ex Ugo Romagnoli, ora tesserato per il Renogalliera) e il terzo posto nel tabellone di singolare su un lotto di trentacinque iscritti. Nel primo caso i due ferraresi hanno superato in finale i veneti Ceroni e Rigotto (3-1) dopo avere rischiato nel turno inaugurale (successo alla bella con Russo e Allegri); nel secondo, Mugellini ha vinto cinque partite consecutive (contro Tessoni, Maiani, Marschall, Lamoratta e, nei quarti, contro lo stesso Romagnoli) per poi cedere in semifinale al vicentino Broccardo (poi vincitore del torneo) in cinque combattuti set. Sempre a Bolzano, buona prova anche per Flavio Zannoni, che ha chiuso il torneo di singolare over 40 nei primi otto (su un totale di ventisei partecipanti), dopo avere chiuso al secondo posto il proprio girone (vittoria su Marizzoni, sconfitta con il quotato Sassi) e superato un turno nella fase a eliminazione diretta (contro Valentino) prima dell’uscita contro Zoppei, testa di serie numero uno e vincitore del torneo.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – RECUPERI D1 e D3 (15/01/2017)

Nei recuperi dei campionati a squadre, validi per la prima giornata di ritorno, il Tennistavolo Ferrara è uscito positivamente dal doppio, insidioso confronto esterno con il Reno Centese. In serie D1 è arrivato un prezioso pareggio (3-3) cui ha contribuito in egual misura tutto il terzetto. Andreoli, persa in quattro set l’imbattibilità stagionale contro un ottimo Piazzi, si è rifatto prontamente superando il temibile Cavallini. Lin ha superato in cinque set Luparu dopo avere sfiorato il colpaccio con lo stesso Cavallini. Bianchetti, invece, ha siglato un punto fondamentale contro Simonati. I play-off, ora, sono praticamente sicuri. In D3, invece, la squadra “E” societaria ha piazzato il gran colpo imponendosi sul Reno Centese “B” per 4-2, scavalcando i rivali e agguantando un meritato primo posto in classifica che le consegna matematicamente la certezza degli spareggi promozione a tre giornate dalla fine della stagione regolare. Doppietta per l’ancora imbattuto Bonora (superato anche Bellinelli, imbattuto nelle prime sei giornate) e un successo a testa per un concreto Polloni (anch’egli a segno in cinque set su Bellinelli) e per il giovane Davi; fra i centesi, due punti di Diaco.



  • TORNEO REGIONALE “ROSSO” (120/2000) [08-09/01/2017]

Partecipano due atleti del Tennistavolo Ferrara. Il migliore è Giulio Sani, che su un qualificato lotto di settantotto iscritti chiude nei primi sedici, battuto di un soffio nel quinto set dal reggiano Bigi dopo essere stato avanti per 2-1. In precedenza, per l’atleta estense, erano giunti quattro successi con il massimo scarto contro Poppi, Maida, Masini e Godio. Buono anche il torneo di Flavio Zannoni, che vince il suo girone (tre su tre con Greco, Mirabella e Trevisi) per poi cedere nei sedicesimi di finale contro il quotato e ostico Federico Pollino.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 7a GIORNATA (17-18/12/2016)

Ancora una volta – la terza in sette giornate di C1 – il nono e decisivo singolare del match si rivela fatale al Tennistavolo Ferrara, battuto in casa dall’Arsenal Cadelbosco per 5-4. Il risultato è che gli estensi, alla fine del girone di andata, condividono l’ultimo posto in classifica con la Fondazione Bentegodi Verona, a due punti, comunque, da una zona salvezza ancora alla portata. Le doppiette di Curarati (che a metà campionato è il quinto giocatore del girone con sedici successi e appena quattro sconfitte, per un positività dell’80%) e di un tenace Caravita (pur costretto, nell’occasione, a utilizzare una racchetta di fortuna), entrambi a segno su Troni e Pivetti (per Caravita, contro quest’ultimo, un successo all’ultimo respiro: 12-10 al quinto set) non sono bastate a sovvertire il pronostico, che pendeva dalla parte dei reggiani per la presenza, nel loro terzetto, del fuori categoria Sanzio (autore, puntualmente, di un inequivocabile tre su tre). Sul 4-4, dopo una continua alternanza di punteggio fra le due squadre, Mugellini (non nelle migliori condizioni fisiche) ha ceduto in quattro frazioni al coriaceo Pivetti e per gli estensi è stata la resa definitiva. La corsa per la permanenza in C1, in un girone sicuramente difficile, si annuncia complessa ma nulla è ancora compromesso. Tutt’altro scenario in C2, dove il Tennistavolo Ferrara “B”, anche se privo di Antonucci (fermo per infortunio), ha liquidato in casa con un netto 5-1 la Fortitudo Bologna. Due punti a testa per il sempre più travolgente Sani (tredici vittorie consecutive) e per un concreto Gallerani, mentre Zannoni (un successo e una sconfitta di misura contro il numero uno avversario Sarti) ha mostrato confortanti segnali di ripresa. La squadra è prima in classifica a quota 13, a un solo punto dalla certezza matematica dei play-off promozione. In D1 continua a volare anche la formazione “C” societaria, che si conferma brillante capolista dopo il 4-2 interno sul Carpi “A”. Andreoli (sesta doppietta di fila) resta imbattuto, ma fondamentali per il successo, alla fine, sono stati anche Lin (3-0 a Rossi) e il debuttante Bianchetti (ripescato dalla categoria inferiore e a segno con il più quotato Gualdi), autori di un punto ciascuno. Niente da fare, invece, per la squadra di serie D2, fanalino di coda nel suo girone. Questa volta il semaforo rosso è giunto a San Felice sul Panaro: 4-2 per i padroni di casa con punti della bandiera di Sfrisi (prima vittoria dopo lunga astinenza) e Malagù, mentre Faccini (nuovamente dolorante al braccio destro) ha perso entrambi gli incontri disputati. In D3 il Tennistavolo Ferrara “E” (secondo) ha superato il Sermide per 4-2 (una vittoria a testa per Davi, Conti, Polloni e Bonora), mentre la squadra “F” (terza) ha pareggiato sul campo dell’Unione ’90 (3-3) con doppietta di Bergamaschi e vittoria di Sarti.



  • SERIE A2 VETERANI – PRIMO CONCENTRAMENTO (CASAMASSIMA, 10-11/12/2016)

Con l’ottimo “tre su quattro” messo a segno nel primo concentramento di serie A2 Veterani il Tennistavolo Ferrara si è tolto un’altra soddisfazione nonostante i pesanti problemi di infermeria e, soprattutto, ha già ipotecato la salvezza in un campionato che da anni è diventato particolarmente impegnativo. Assenti per infortunio Antonucci (rientro previsto non a breve) e Mugellini (forfait dell’ultima ora), il club estense è sceso in Puglia con gli uomini contati, ma Sergio Curarati (cinque successi in sei singolari) e Guido Caravita (tre su cinque) hanno comunque saputo sconfiggere i padroni di casa dell’Ennio Cristofaro 2 (3-2, con punto decisivo di Caravita sull’ostico Corbacio), i toscani della Physis Cascina (rapido 3-0) e la temibile Vigor Velletri (3-0, con una terna di successi alla bella), cedendo solo a una Ciatt Firenze obiettivamente più forte (1-3, con punto della bandiera di Curarati sul più quotato Conte). Menzione di rilievo per Curarati, che ha saputo portare a casa ben tre vittorie al quinto set dopo partite durissime, ma anche Caravita, dopo un avvio incerto, non ha più fallito. Due, infine, le vittorie del doppio su quattro match giocati nonostante l’assenza di Antonucci, il principale specialista. Dopo quattro turni di campionato, il Tennistavolo Ferrara è terzo in classifica, a due punti dalle battistrada Ciatt Firenze ed Eureka Roma.



  • TORNEO NAZIONALE SENIORES (SAVIGNO, 10-11/12/2016)

In campo solo Andrea Sarti, che si limita al doppio misto, giocato in coppia con Angelica Parrilli (Maior Castelmaggiore) e concluso con due sconfitte in altrettanti incontri.



  • TORNEO REGIONALE OVER 2000 (SAN VENANZIO DI GALLIERA, 08/12/2016)

Partecipano tre atleti del Tennistavolo Ferrara. Il migliore (su un lotto di 82 iscritti) è Claudio Faccini, che condizionato da problemi fisici supera con non poca fatica il girone iniziale (una vittoria in tre gare e qualificazione raggiunta per differenza set) per poi cedere nei sedicesimi al riminese Bernardini (1-3). Va oltre la prima fase anche Cesare Malagù, secondo nel suo girone con due successi: nel tabellone a eliminazione diretta, però, il pongista estense trova immediatamente disco rosso contro l’esperto bolognese Castaldini (1-3). Eliminato in girone, invece, Andrea Sarti, che centra comunque la soddisfazione di vincere il suo primo match in gare individuali.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 6a GIORNATA (03-04/12/2016)

Cocente sconfitta, per il Tennistavolo Ferrara, nella serie C1 di tennistavolo. Gli estensi, nel delicato scontro diretto in chiave salvezza sul campo della Fondazione Bentegodi Verona, hanno ceduto al fotofinish (5-4) dopo un’autentica maratona nella quale, nonostante una lunga rincorsa, hanno anche accarezzato l’idea del successo. A nulla è valsa la nuova tripletta di uno strepitoso Curarati (quinto giocatore del girone con il suo 82% di positività), capace di mettere in fila prima Cucuzza (rapido 3-0) e poi i forti Romano (3-1) e Caloi (3-2). Decisiva, alla fine, è stata la sconfitta di misura di Mugellini nel nono e ultimo match, dopo che la squadra aveva saputo rimontare da 2-4 a 4-4 (terzo punto di Curarati e vittoria in quattro set di Caravita sull’ostico Cucuzza). Nell’ultima gara l’esperto veterano del Tennistavolo Ferrara, contro il giovane Romano (nettamente più quotato sul piano della classifica individuale), ha venduto cara la pelle, conducendo a lungo e trovandosi addirittura sul 2-0 e 10-10 nella terza frazione, quindi a due soli punti dal successo. Qui, però, il veronese ha iniziato la rimonta, imponendosi, alla fine, al quinto set. Inevitabile la delusione per gli estensi, che ora chiudono la classifica a quota 4 proprio in compagnia della Fondazione Bentegodi e della Maior Castelmaggiore. Si annunciano un finale di andata e un girone di ritorno ad alta tensione: la battaglia per la salvezza sarà durissima. Non è andata al massimo neppure in C2, dove la seconda squadra societaria, sempre capolista, ha ceduto il primo punto del campionato nel big-match sul campo dell’Acli Lugo “B”. Sul 3-3 finale, però, pesano le cattive condizioni fisiche di Antonucci, sceso in campo dolorante al braccio destro e battuto nei suoi due singolari da avversari di buon livello (Loboda e Tampieri) che sarebbe stato necessario affrontare al meglio. La bellissima doppietta di un Sani sempre più granitico per la categoria (elettrizzante 3-2 in rimonta a un ottimo Nostri e 3-0 a Loboda) e il punto decisivo di Gallerani nel sesto match (3-1 allo stesso Nostri) hanno comunque consentito agli estensi di mettere ulteriore fieno in cascina in chiave play-off. Ferma la serie D1 (gara con il Reno Centese rinviata al 15 gennaio), è scesa in campo, invece, la quarta formazione del Tennistavolo Ferrara, che in D2 (dove occupa l’ultimo posto) è stata battuta in casa dal Sermide per 1-5 (punto della bandiera di Faccini, ma buone prove – nonostante le due sconfitte – anche per Travers). In D3, infine, con la squadra “E” a riposo è scesa in campo la “F”, che ha superato in casa l’altro team del Sermide per 4-2 con due vittorie di Striano e una a testa per Sarti e Galli.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 5a GIORNATA (26-27/11/2016)

Il Tennistavolo Ferrara conclude il girone di andata dei campionati di C2 e D1 con le proprie squadre al vertice della classifica e ancora imbattute. Note liete, queste, che nella quinta giornata dei campionati si sono contrapposte alla sconfitta della prima formazione societaria, che in C1, come da pronostico, ha ceduto in casa alla capolista Metalparma Villa d’oro per 1-5 in un match a senso unico. Troppo forti, i modenesi, per la prima squadra estense, che al di là del punto di Curarati sul forte Mundo (netto 3-0 e bilancio generale di successi del 78,5%) ha conquistato un set in tutto. La classifica del girone F è decisamente ingarbugliata, con il Tennistavolo Ferrara che a due gare dal termine dell’andata condivide il penultimo posto con altre tre formazioni (Fortitudo Bologna, redentore Este e Maior Castelmaggiore). La battaglia per la salvezza sarà lunga e difficile. Ben altra musica in C2, dove il Tennistavolo Ferrara “B”, pur sudando le classiche sette camicie, ha espugnato il difficile campo di San Lazzaro di Savena conquistando due punti di grande spessore in chiave play-off. Nonostante l’assenza di Gallerani, sostituito da Zannoni (ripescato dalla squadra di D1), gli estensi hanno saputo imporsi per 4-2 contro una Zinella Metalparma “1” decisamente temibile e coriacea. Antonucci (doppio 3-1 su Chifen e Corsini) ha fatto nuovamente l’en-plein, concludendo l’andata senza sconfitte nonostante le condizioni fisiche non ottimali. Sani (serie aperta di nove vittorie consecutive) a sua volta è stato impeccabile, prima rimediando caparbiamente una partita quasi persa con il giovane Bin (che conduceva di due set e che ha avuto anche un match-point, con quarta e quinta frazione concluse rispettivamente 11-9 e 13-11) e poi battendo più nettamente Marani (3-0). Debutto difficile, invece, per uno Zannoni ancora in ritardo di condizione. Il Tennistavolo Ferrara giunge al giro di boa con 10 punti, davanti ad Acli Lugo “B” (7) e Zinella Metalparma 1 (5). Sorrisi anche in D1, dove la terza formazione societaria del Tennistavolo Ferrara, pur orfana del già citato Zannoni, ha saputo tenere testa al Consorzio Il mercato Villa d’oro pareggiando a Modena per 3-3 nel big-match del girone. Davvero una grande prova di solidità. Estensi ancora primi a quota 9 grazie alla superlativa prova di Andreoli, a sua volta imbattuto in campionato dopo essere andato a segno su Bacchelli (rapido 3-0) e soprattutto su Catalina Triboi (fin lì mai sconfitta), cui ha saputo rimontare due set di svantaggio imponendosi alla bella. Decisivo per il risultato, però, è stato anche il punto di un ottimo Lin (70% di positività nel girone di andata, nonostante il lungo periodo di inattività), vincente per 3-1 su Benatti. Considerando che l’obiettivo primario della squadra rimane la salvezza, confortano le sei lunghezze di vantaggio sulla quarta posizione. In D2, infine, nuova sconfitta per la quarta squadra societaria, ultima in classifica a quota 1 e battuta per 1-5 in casa dalla Dynamis Manzolino “C” (di Bianchetti su Generali l’unico successo). A riposo Faccini per problemi fisici. Proprio Bianchetti è stato finora il migliore dei suoi con il 50% esatto di vittorie.



  • TORNEO NAZIONALE “BLU” (VERONA, 19-20/11/2016)

Nessun podio ma spedizione senz’altro soddisfacente, per il Tennistavolo Ferrara, nel torneo nazionale “blu” disputato nella città scaligera. Su un lotto di ben 205 atleti di quarta categoria dal livello medio decisamente elevato Giulio Sani ha concluso la sua corsa negli ottavi di finale e Luca Antonucci nei sedicesimi, con Simone Gallerani ed Enrico Mugellini a loro volta approdati con merito alla seconda fase. Nel doppio, poi, su un totale di 28 coppie Antonucci e Gallerani hanno raggiunto i quarti, cedendo solo ai vincitori del torneo (i padovani Zandonà e Di Maggio) dopo un match risolto in quattro set molto combattuti. Minor fortuna per Mugellini, che in coppia con Romagnoli (Renogalliera) ha chiuso la sua corsa nel primo turno. Grazie a questi risultati il club estense ha anche ottenuto il quindicesimo posto su un totale di settanta società. Ma il clou era ovviamente la prova di singolare. Qui Sani, settima testa di serie del tabellone, ha inanellato cinque successi di fila, due dei quali (contro la promessa undicenne Vallino Costassa e contro il quotato Castagno, n. 534 italiano) conquistati al quinto set dopo estenuanti maratone che ne hanno confermato il valore e il carattere. Il disco rosso gli è giunto per mano del modenese Cammarano (1-3), giocatore atipico ma molto efficace. Antonucci invece, nonostante le condizioni fisiche ancora non buone, ha confermato la sua solidità superando a punteggio pieno il girone di prima fase (3-2 a Spagnolo e 3-0 a Zotti) per battere poi nell’eliminazione diretta il tredicenne Moser (3-0) e il temibile Raggi (3-1) prima di arrendersi in un match fiume e non senza rammarico (2-3, con un 9-11 nell’ultima frazione) al marchigiano Cesaretti. Gallerani, secondo nel suo gruppo, ha successivamente eliminato il lombardo Preatoni (3-1) per poi cedere al più quotato Perri (n. 458 italiano) all’ultimo respiro del quinto set. Segnali di ripresa, infine, per Mugellini, sconfitto nei sessantaquattresimi dal forte Berti (1-3) ma che qualificandosi per il tabellone a eliminazione diretta grazie a due vittorie su tre nella prima fase (con sconfitta solo di misura con il quotato Chiarella) ha senz’altro tratto una bella iniezione di fiducia in vista della C1, dove attende ancora di rompere il ghiaccio.



  • TORNEO NAZIONALE “VERDE” (ESTE, 19-20/11/2016)

Nessun lampo di luce per i due atleti del Tennistavolo Ferrara impegnati. Claudio Faccini è stato eliminato nel girone iniziale dopo tre sconfitte contro Zampieri, Di Simone e Trentini. Stesso bilancio per Andrea Sarti, battuto da Campaci, Bortolotto e De Paoli.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA (12-13/11/2016)

È stata una quarta di campionato decisamente positiva per il Tennistavolo Ferrara, a segno in cinque dei sei incontri a squadre disputati. Di grande spessore, soprattutto, è la vittoria colta in serie C1: un 5-3 pesantissimo sul campo della Fortitudo Bologna in uno scontro vitale in chiave salvezza. Il campionato ovviamente resta lungo e difficile, ma questi due punti, intanto, in vista del futuro danno alla truppa estense una bella iniezione di morale e di classifica, che si riflette in un soddisfacente quarto posto (con tre avversarie alle spalle). Decisivi il secondo en-plein stagionale di Curarati (tre vittorie) e la doppietta di un Caravita ripresosi con brillantezza nel primo incontro dopo un inizio incerto. La sua rimonta vincente sul forte Onofri (da 0-2, e dopo essere risalito da 2-5 anche nel terzo set) e quella di Curarati contro un Andalò davvero in gran forma (da 1-2) sono state, probabilmente, le chiavi del match: ma altrettanto fondamentali, in quanto giunti nella fase finale della gara, sono stati il soffertissimo 3-2 dello stesso Curarati sul numero uno avversario Onofri (il capitano estense era stato rimontato dopo avere condotto per 2-0) e il perentorio 3-0 inflitto da Caravita a Russo. Decisamente più agevole il successo della formazione “B”, che in C2 ha travolto in casa l’Acli Lugo A per 6-0, concedendo agli avversari due set in tutto, peraltro a risultato già acquisito. In alcune fasi gli ospiti (in particolare Berardi e Scurtu) hanno decisamente impegnato gli estensi, che però hanno saputo condurre a loro favore tutte le situazioni di equilibrio. Due punti a testa per Antonucci (ancora imbattuto dopo otto singolari), Sani (fin qui 87,5% di vittorie) e Gallerani (83,3%), con il primo posto a punteggio pieno che resta una bella realtà. La squadra, inoltre, è già certa di concludere l’andata in vetta, a prescindere dal risultato del prossimo incontro. “Cappotto” anche in D1, dove il Tennistavolo Ferrara “C”, anch’esso leader del suo girone a quota otto (e già con cinque punti di vantaggio sulla zona play-out), in attesa del big-match con la Villa d’oro Modena ha liquidato in casa con il massimo scarto (e con un solo set concesso) il Renogalliera “gold”, con perentorie doppiette di Lin, Andreoli e Zannoni (gli ultimi due, a loro volta, sono ancora imbattuti in campionato). L’unica sconfitta di giornata, per la società estense, è giunta in serie D2, dove la squadra “D”, come da pronostico, ha ceduto sul campo della capolista Renogalliera “red” con il punteggio di 1-5: la vittoria della bandiera è stata colta da Bianchetti (fin qui il migliore dei suoi: 50% di successi) sull’ex di turno Romagnoli, ma anche Malagù, contro il più quotato Ballarin, ha sfiorato il colpaccio arrendendosi alla bella (ma vinceva 2-0). Il team, in questo caso, occupa l’ultimo posto in classifica a quota uno. Sorrisi, infine, dalla serie D3, dove le due formazioni del Tennistavolo Ferrara sono andate entrambe a segno. La squadra “E”, seconda in graduatoria, ha battuto in casa l’Unione 90 per 5-1 (due punti per l’imbattuto Bonora, due per Travers, uno per l’esordiente Conti), mentre la squadra “F” (quarta) ha espugnato il campo del Renogalliera “orange” per 6-0 grazie alle doppiette di Striano, Bergamaschi e Galli. Nel caso della D3 gli impegni del girone di andata sono già terminati. Nella formazione “E”, al di là dell’uno su uno dell’esordiente Conti, il migliore finora è stato Bonora (5 vittorie, nessuna sconfitta: 100%), seguito da Travers (5-1: 83,3%), Polloni (4-1: 80%), Tecchio (3-2: 60%), Davi (1-3: 25%) e Pinotti (1-3: 25%). Nella squadra “F” il più positivo al giro di boa è Striano (6-2, 75%), seguito da Fratti (3-2: 60%), Galli (4-4: 50%) e Bergamaschi (2-5: 28,6%), mentre Sarti attende ancora di rompere il ghiaccio.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (05-06/11/2016)

La terza giornata dei campionati a squadre ha visto il Tennistavolo Ferrara vincere tre delle sei partite in programma. Si è festeggiato in C2, D1 e su uno dei due fronti di D3, mentre il semaforo è stato rosso per le altre formazioni, a partire da quella principale, battuta in C1 sul campo della Bagnolese (2-5). In terra lombarda non sono stati sufficienti i due punti del sempre solido Curarati (3-0 a Frigeri, 3-1 a Maffei), perché sono mancati quelli di Caravita e Mugellini, che in un caso, però, sono stati entrambi sconfitti dopo battaglie al quinto set che, se vinte, avrebbero senz’altro potuto riaprire la contesa: ma una buona parte del risultato è stata dettata dalla presenza, nelle file avversarie, della forte Cristina Semenza, numero 16 d’Italia (e già numero 3), che ha portato a casa una tripletta pesantissima nonostante Curarati (finora 7 vittorie in 9 gare, per un significativo 78% di positività) sia riuscito, con grande carattere, a portarla alla bella. Il Tennistavolo Ferrara rimane così a quota 2 dopo tre gare, alla pari con altre quattro squadre in un girone molto equilibrato e difficile. In C2, intanto, la seconda formazione societaria ha sbancato i tavoli della Maior 2 Castelmaggiore (4-2) nonostante i ranghi incompleti per l’assenza di Gallerani. Antonucci (ancora imbattuto – unico nel girone – dopo sei incontri) e Sani (finora 5 su 6, con fondamentale 3-0 sul temibile Ferrone) hanno però rimediato all’handicap cogliendo con autorità due vittorie a testa e consentendo alla squadra, così, di mantenere la vetta della classifica in solitudine. Ed è primato anche in D1, dove il Tennistavolo Ferrara “C”, sempre a Castelmaggiore, si è sbarazzato della Maior 5 per 5-1 grazie alle perentorie doppiette di Andreoli e Zannoni (che hanno dovuto recuperare un set di vantaggio al bravo Mattia Sarti) e al punto di un tenace Lin. Sia Andreoli sia Zannoni sono ancora senza macchia dopo sei gare individuali. In D2 la quarta formazione societaria, ultima in classifica a quota 1 e con Faccini in campo in condizioni fisiche non ottimali, si è arresa in casa alla Dynamis “D” per 2-4 con un punto di Bianchetti e uno di Malagù, alla sua prima uscita stagionale. In D3 la squadra “E” (terza, 5 punti) ha vinto sul campo del Renogalliera Orange per 6-0 (due vittorie per Polloni e Travers, una per i giovani Davi e Tecchio), mentre la squadra “F” (quarta in classifica, 2 punti) ha ceduto a domicilio contro il Reno Centese “B” per 1-5 con punto della bandiera di Fratti.



  • TORNEO REGIONALE SENIORES / VETERANI (SERMIDE, 29/10/2016)

Quinto podio in due mesi per il Tennistavolo Ferrara. Questa volta il protagonista è Giulio Sani, brillante “bronzo” nel torneo regionale per seniores e veterani (categoria over 452). L’atleta estense, terza testa di serie in un lotto di 49 iscritti, ha centrato quattro vittorie consecutive fra prima e seconda fase, mettendo in fila rispettivamente Ascari (3-0), Zambonini (3-0), Cacciari (sofferto 3-2 in rimonta: era sotto di due set) e Puglisi (3-1), prima di cedere in semifinale al serbo Loboda, che l’ha battuto in cinque combattuti set (11-9 nell’ultimo) prendendosi così la rivincita dopo lo 0-3 incassato contro lo stesso Sani nella prima giornata di C2 sui tavoli di via Praisolo. Piazzamento negli ottavi di finale, invece, per Enrico Mugellini, imbattuto nel girone iniziale e poi a segno anche su Menozzi (3-0) prima del semaforo rosso (0-3) per mano ancora di Loboda, decisamente in grande giornata. Zero su tre, infine, per Andrea Sarti, ai suoi primi match ufficiali. Sani e Mugellini hanno poi partecipato anche al singolare assoluto, nel quale il primo ha superato la fase iniziale (due successi in tre gare) venendo eliminato negli ottavi di finale del tabellone a eliminazione diretta (0-3 dal più quotato Pessina), mentre il secondo ha chiuso terzo il proprio girone (una vittoria) fermando qui, dunque, la sua corsa. Nella prova di doppio ancora Mugellini, in coppia con il compagno di sempre Ugo Romagnoli (quest’anno tesserato per i bolognesi del Renogalliera), ha raggiunto i quarti dopo vittoria su Berardi-Loboda (3-1) e ko con Cammarano-Mirabella (0-3). Nel prossimo week-end riprenderanno i campionati a squadre, con le due formazioni di punta del Tennistavolo Ferrara in trasferta, rispettivamente a Bagnolo San Vito (C1) e a Castelmaggiore (C2).



  • TORNEO NAZIONALE VETERANI (VERONA, 22-23/10/2016)

Ancora soddisfazioni per il Tennistavolo Ferrara. Le “racchette” estensi, nell’affollato torneo disputato in terra scaligera, hanno colto un secondo, un terzo e un quinto posto rispettivamente con Enrico Mugellini (singolo categoria 60-80), con il doppio Caravita-Antonucci (categoria 40-50) e con Luca Antonucci (singolo categoria 50-60). Mugellini si è confermato fra i migliori d’Italia nella sua fascia d’età raggiungendo la finale dopo un percorso netto, fatto di cinque 3-0 (Semenza, Lamoratta, Belluco, Rame e Tasselli) e di un 3-1 a Savalli. Nell’atto conclusivo del torneo (48 gli iscritti), però, l’atleta estense si è dovuto arrendere in tre frazioni al ligure Torregrossa, che – come già altre volte – lo ha messo in difficoltà con la sua gomma puntinata. Nella categoria 50-60 molto buona la prova di Antonucci, che nonostante le condizioni fisiche e di allenamento non ottimali ha chiuso nei primi otto su un lotto di ben 65 partecipanti. Secondo nel suo girone (successi su Daldossi e Chilovi, sconfitta di misura – 9-11 nel quinto set – con il padovano Lincetto), il ferrarese ha superato due turni nel tabellone a eliminazione diretta (3-1 a Perri, n. 481 d’Italia, e sofferto 3-2 – 13-11 alla bella – sul rumeno Nastase) per arrendersi, infine, al bolognese Onofri in quattro set, complice – in parte – anche la stanchezza. Nel torneo 40-50 (53 iscritti) Giulio Sani e Guido Caravita hanno ben giocato la prima fase (di rilievo le vittorie colte rispettivamente sul rumeno Has Alin Mihai e sul terza categoria Semita, n. 376 italiano), perdendo però immediatamente nella seconda rispettivamente da Vaglietti (1-3, con non poco rammarico per due set persi ai vantaggi) e da Redaelli (netto 0-3). Nelle prove di doppio, bronzo per Caravita e Antonucci nella categoria 40-50, con prevedibile sconfitta in semifinale contro i forti Zoppei-Marzano, poi vincitori del torneo. Nella fascia 60-80 Mugellini, in coppia con il toscano Magnini, ha chiuso nei quarti di finale.



  • TORNEO REGIONALE “ROSSO” (MANZOLINO, 16/10/2016)

Partecipa solo Giulio Sani, che in un tabellone numeroso (74 iscritti) e di elevata qualità chiude nei sedicesimi di finale. Nel girone iniziale l’atleta estense batte Badiali (3-1) e la giovane De La Cruz (3-0) cedendo all’emergente Monaco (13 anni) in quattro set. Nel tabellone a eliminazione diretta, poi, supera il bravo Casini (3-0) prima di alzare bandiera bianca di fronte al quotato Seidenari (n. 218 d’Italia), poi finalista del torneo.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (08-09/10/2016)

È stata una seconda giornata di campionato decisamente positiva per il Tennistavolo Ferrara, a segno con le sue tre formazioni principali, due delle quali – peraltro – al momento sono anche in vetta alla classifica del proprio girone. In serie C1 il primo team societario ha riscattato la cocente sconfitta di Este battendo in casa la Maior Castelmaggiore per 5-3. Gli estensi, in attesa del primo squillo di Mugellini, hanno fatto leva sulla grande tripletta di capitan Curarati (3-1 al terza categoria D’Amore, 3-0 a Lombardi e al promettente Casini) e sulla doppietta di un solido Caravita, protagonista di un grande inizio di stagione e fin qui superato, in campionato, solo dai numeri uno delle formazioni avversarie. L’assenza fra gli ospiti dell’ex Buzzone ha senz’altro pesato, ma le note giunte dal match sono confortanti e in un girone già contraddistinto dall’equilibrio fanno sperare che la tranquillità, per il terzetto ferrarese, possa essere un obiettivo raggiungibile. Tutto abbastanza facile, invece, in serie C2, dove la seconda squadra societaria ha vinto sui tavoli della Fortitudo Bologna per 5-1 in una gara senza storia. Doppietta per l’ancora imbattuto Antonucci (un solo set perso in quattro singolari giocati) e per un combattivo Sani (bella vittoria in rimonta sull’ex terza categoria Sarti), mentre Gallerani ha siglato il quinto punto su Carota. Il team estense è primo in classifica. Bella soddisfazione anche per la formazione di D1 (anch’essa capolista), che ha sbancato Carpi per 6-0 con Andreoli e Zannoni ancora in formato rullo compressore (per il primo bel successo in tre set sulla promessa Campagnoli e 3-1 a Vitiello; per il secondo 3-0 a Vitiello e 3-1 a Gualdi) e con Lin a centrare a sua volta due vittorie personali. In D2 il Tennistavolo Ferrara “D” ha colto il primo punto stagionale pareggiando in casa per 3-3 con l’Unione ’90 San Felice sul Panaro. Due punti per un Faccini in ripresa (3-2 all’ostico Bertacchini, 3-1 a Cacciapuoti), uno per Bianchetti (sofferto 3-2 in rimonta a Cacciapuoti). In D3, infine, le due squadre societarie hanno colto un successo e una sconfitta: a segno la formazione “E” (5-1 a Sermide con due vittorie di Bonora e Polloni e un punto del giovane Pinotti), battuta invece la “F” (2-4 casalingo con l’Unione ’90 con un punto a testa di Galli e Striano). I due team sono rispettivamente terzo e quarto in classifica.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA (01-02/10/2016)

I campionati a squadre 2016/2017, per il Tennistavolo Ferrara, iniziano fra gioie e dolori. Bruciante soprattutto la sconfitta della formazione “A”, che in C1 (dove l’obiettivo principale è la salvezza) ha ceduto dopo una partita-fiume per 5-4 sul campo degli ormai tradizionali avversari del Redentore Este, fallendo di un soffio due punti che sarebbero stati preziosissimi. Vincente, invece, il debutto delle squadre di C2 (5-1 interno all’Acli Lugo “B”) e D1 (5-1 casalingo al Reno Centese “A”), mentre in D2 il quarto team societario ha perso per 1-5 a Sermide e in D3 sono arrivati un pareggio e una sconfitta. Ma andiamo per ordine. In C1, sui tavoli dell’Este, non è bastata la caparbia prova di Curarati e Caravita, entrambi a segno con autorità sulla coppia Cerini-Bullo e battuti solo dal quotato Roncolato (ex seconda categoria e attualmente n. 150 d’Italia), contro il quale sono stati anche in vantaggio per due set a uno arrendendosi solo all’ultimo respiro della bella. Sul 4-4 ha deciso il match l’1-3 di Mugellini contro l’ex di turno Cerini. In C2 (dove si punta a una stagione da protagonisti) il Tennistavolo Ferrara “B”, nonostante una vigilia preoccupante trascorsa fra acciacchi fisici e problemi di allenamento, ha superato il temibile Lugo “B” con le doppiette di un buon Gallerani (3-2 in rimonta al temibile Tampieri, 3-1 all’ostico Nostri) e di un coriaceo Antonucci (3-1 al serbo Loboda, 3-0 a Tampieri), cui si è aggiunto un punto di Sani, battuto da Nostri e poi a segno su Loboda nell’ultimo incontro, giocato a risultato acquisito. In D1, invece, il 5-1 della squadra “C” nel derby con il Reno Centese porta la firma di un ottimo Andreoli (due vittorie e appena venti punti ceduti in tutto agli avversari), di Zannoni (due successi di misura al quinto su Cavallini e Piazzi) e del rientrante Lin (3-1 a Daniel Luparu). In D2 dura battuta d’arresto per la quarta formazione societaria a Sermide con punto della bandiera di Bianchetti su Munerato (3-2), in un match in cui la presenza fra gli avversari di Scaglioni e Grandi ha fatto il paio con la giornata non buona degli estensi (0 su 2 per Faccini e Sfrisi), mentre in D3 il bilancio estense dell’esordio è stato di un pareggio (3-3 della formazione “F” a Sermide con due punti di Striano e uno di Galli, entrambi al debutto nell’attività a squadre) e di una sconfitta (1-5 con il Reno Centese “B”: un punto di Tecchio su Brazzioli, a secco Polloni, Travers e Davi).



  • TORNEO OPEN (OVER 1500) [CORTEMAGGIORE, 10/09/2016]

Secondo torneo stagionale e secondo podio per il Tennistavolo Ferrara. Questa volta ad andare a medaglia è stato Alessandro Andreoli, che nella prova open di Cortemaggiore riservata alla categoria over 1500 ha conquistato un brillante terzo posto. Dopo la bella affermazione di Caravita a Cervignano, quindi, un altro risultato promettente per la nuova stagione estense, che entrerà nel vivo dal primo ottobre con la prima giornata dei campionati a squadre, nei quali il club metterà ai nastri di partenza ben sette formazioni. A Cortemaggiore Andreoli, superato a punteggio pieno il girone iniziale (successi su Benini per 3-2 e su Bertoli per 3-0), nella fase a eliminazione diretta ha battuto anche Funaro (anche qui in cinque set) per poi cedere in tre frazioni a Cerra, poi finalista del torneo. Sempre a Cortemaggiore, ma nella categoria over 3000, sono scesi in campo anche i debuttanti Striano, Bergamaschi e Galli, alle prime partite ufficiali e tutti eliminati in girone: ma in questo caso l’unico obiettivo era fare esperienza in vista del futuro. Sempre nello scorso week-end si è disputato anche il torneo open di Verona, nel quale – nella categoria over 800 – ha partecipato Enrico Mugellini: l’esperto atleta estense, dopo avere superato la prima fase (successi su Protti e Favaro, sconfitta con Montanari), è stato eliminato nel primo turno a eliminazione diretta per mano del mestrino Cipriano (combattuto 1-3).

Clicca per ingrandire l'articolo

  • TORNEO OPEN (OVER 452) [CERVIGNANO DEL FRIULI, 03/09/2016]

La stagione 2016/2017 comincia con un acuto del Tennistavolo Ferrara, a segno con Guido Caravita nel torneo over 452 di Cervignano del Friuli, organizzato con formula “open” e quindi aperto a giocatori di tutta Italia. L’atleta estense, prossimo a far parte della squadra che rappresenterà il club nel prossimo campionato di C1, non è nuovo a inizi con il botto, essendosi imposto, due anni fa, in un analogo torneo a Sermide. Caravita, nel torneo friulano (17 iscritti), ha vinto a punteggio pieno il girone iniziale superando prima Boccamazzo (3-0) e poi l’esperto Olivo (sofferto 3-2 in rimonta), per poi mettere in fila, nella fase a eliminazione diretta, prima il più quotato Loda (3-2, con un combattutissimo 13-11 nel quinto set), il campione italiano di quinta categoria Rossetti (3-0) e, in finale, il goriziano Trevisan (3-0). Un giusto premio dopo un’estate di allenamenti costanti, nei quali Caravita aveva già mostrato di avere raggiunto un apprezzabile stato di forma.

Clicca per ingrandire l'articolo

Articoli di: Luca Antonucci

(Campionato 2015/2016)



  • TORNEO NAZIONALE “VERDE” (OVER 2000) [AREZZO, 07/05/2016]

Ottimo terzo posto di Alessandro Andreoli nel torneo nazionale “verde” (over 2000) disputato in terra toscana. Il pongista estense, accreditato della prima testa di serie su un lotto di ben 120 iscritti, ha superato il girone iniziale senza problemi (doppio 3-0 a Mattesini e Cremasco) per poi centrare altri tre successi di fila nel tabellone a eliminazione diretta: il primo contro Bandini (netto 3-0), gli altri due – entrambi dopo avere rimontato da 1-2 – alla bella contro Paglicci e Pomata. In semifinale, complice anche la stanchezza fisica, il pongista ferrarese ha poi ceduto al laziale Fonti, che si è imposto per 3-1.

Clicca per ingrandire l'articolo

  • TORNEO NAZIONALE “VERDE” (OVER 2000) [ESTE, 07-08/05/2016]

In campo, per il Tennistavolo Ferrara, solo il debuttante Andrea Sarti, che chiude il girone senza vittorie (0-3 contro Fonso, Lancellotti e Capellua).



  • TORNEO NAZIONALE “BLU” (n. 453-2000) [TERNI, 07/05/2016]

Partecipa Gallerani, che chiude nei trentaduesimi di finale nella prova di singolare (169 iscritti) e viene eliminato al primo turno della prova di doppio. Nel singolo l’atleta ferrarese paga a caro prezzo il riacutizzarsi dei vecchi problemi al collo, che non gli impediscono, però, di superare il girone in maniera avventurosa per differenza set (3-0 a Cutruzzulà, 0-3 con il marchigiano Mochi, 2-3 dopo vana rimonta di due set contro Polselli). Nel tabellone a eliminazione diretta, dopo l’iniziale successo con Tomasini (3-1), Gallerani cede con molto rammarico al giovane Coletta (n. 496, poi finalista), dopo essere stato avanti di due set e dopo avere perso il quarto per 12-10 e il quinto per 11-9. Nel doppio, in coppia con l’umbro Cerquiglini, il pongista del Tennistavolo Ferrara perde nel primo turno in quattro set contro Lombardi-Corrado.



  • TORNEO NAZIONALE “ROSSO” (n. 121-452) [LIVORNO, 07/05/2016]

In campo Sani, che in qualificato tabellone di 86 iscritti non riesce a centrare successi nel proprio girone, battuto dai più quotati Petriccioli (n. 196) per 0-3, Bottaro (n. 376) per 1-3 e Del Bravo (n. 190) al quinto set dopo un iniziale vantaggio di 2-0.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – PLAY-OFF/PLAY-OUT di SERIE D (secondo concentramento) [01/05/2016]

Il Tennistavolo Ferrara, al termine degli spareggi di serie D, festeggia una promozione e una tranquilla salvezza. Il salto di categoria è stato centrato dalla formazione “E”, protagonista anche nel secondo concentramento play-off a Castelmaggiore e approdata con pieno merito in serie D2. Nel primo match gli estensi hanno impattato (3-3) con la Città dei Ragazzi Modena, grazie a due punti di Faccini (che si è preso la rivincita su Minezzi, che l’aveva battuto nella gara di andata) e a una vittoria di Bianchetti. Nella seconda partita è poi giunto il successo per 5-1 sulla Dynamis “F” Manzolino, con doppietta per Faccini e Bianchetti (trascinatori della squadra in tutta la stagione) e un punto di Travers. Nella terza e ultima gara, contro la Virtus Casalgrande “B”, il Tennistavolo Ferrara ha pareggiato per 3-3 con due punti di Bianchetti e uno del prezioso Polloni. E’ stato il degno finale di una bella cavalcata vincente, che ha visto gli estensi (in rosa non è mancato l’apporto di Andrea Bonora) rispettare pienamente il pronostico della vigilia e perdere una sola gara su sedici. Salvezza senza alcun patema, invece, per il Tennistavolo Ferrara “C”, che in D1 ha dominato i play-out chiudendo imbattuto. Nel secondo concentramento, disputato a Viserba di Rimini, la terza squadra societaria, capitanata da Claudio Sfrisi e già matematicamente in porto dopo la prima tornata di spareggi, ha diviso la posta per 3-3 con il San Martino in Riparotta (due punti Antonucci, uno Andreoli), battendo poi sia il Santa Caterina Imola per 4-2 (doppietta di Antonucci e Andreoli) e la Fortitudo Bologna (stessa combinazione di vittorie del match con Imola). Di rilievo, nei play-out, il 9 su 9 senza set persi di Antonucci (27 vittorie in 29 gare nell’arco del campionato), l’11 su 12 di un ottimo Andreoli (nonostante la lunga inattività per infortunio) e il 5 su 6 di Romagnoli, in campo solo nel primo concentramento (cui aveva partecipato, centrando un successo, anche Malagù).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 7a GIORNATA DI RITORNO (16-17/04/2016)

Il campionato a squadre di serie C1 si conclude con un misto di soddisfazione e amarezza per la società estense. Se il commiato della formazione “A”, battuta per 5-2 sul campo della capolista Borgo San Pancrazio Verona, era ormai ininfluente per il verdetto finale (tranquilla posizione di centroclassifica, senza alcun patema di discesa nella categoria inferiore), l’ultima giornata era invece decisiva per la formazione “B”, che si giocava la salvezza nello scontro diretto casalingo contro l’Arsenal Cadelbosco. Un match spietato, nel quale la vincente sarebbe rimasta in C1 e la perdente sarebbe retrocessa senza appello. E’ andata male proprio al team estense, sconfitto per 2-5 dopo una gara giocata sul filo sino al 2-2 (bellissimi punti di Sani sul terza categoria Campisi e di Gallerani su Pivetti). Poi tre successi consecutivi dei reggiani, i primi due in match potenzialmente alla portata (Sani contro Pivetti, Zannoni contro Campisi) e il terzo (contro il fuori categoria Sanzio, ex numero 15 italiano) sulla carta inaccessibile, hanno mestamente chiuso contesa e speranze. Il Tennistavolo Ferrara “B” retrocede in C2 come settima classificata del girone H con cinque successi in 14 gare, nel contesto di un girone durissimo nel quale la squadra, comunque, ha saputo opporre una gagliarda resistenza, restando in corsa per la salvezza sino all’ultimo e pagando anche un po’ di sfortuna. Sani (19 vittorie e 17 sconfitte, 52,8% di positività) è stato il più efficace del gruppo, seguito da Gallerani (12-18, 38,7%) e da Zannoni (11-20, 35,5%). Ben altra serenità, invece, ha riservato la stagione della prima squadra, che termina la stagione al quarto posto con sette successi e altrettante sconfitte, frutto soprattutto di un buon girone di andata. In calando il ritorno (due sole vittorie), nel quale gli estensi hanno terminato cedendo a Verona per 5-2 con un punto a testa per capitan Curarati (3-1 su Toniolo) e per il sempreverde Mugellini (anche qui su Toniolo, di lui molto più quotato in classifica). Proprio Curarati (bilancio di 28 successi e 9 sconfitte, 75,7% di positività) è stato il migliore dei ferraresi, concludendo come settimo miglior giocatore fra i 38 impegnati nel girone. Caravita, ottimo nella prima metà del campionato e in difficoltà nelle ultime giornate (solo tre match vinti negli ultimi 12), ha chiuso con un buon 51,4% (19-18), mentre Mugellini ha totalizzato il 22,6% (7-24).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 6a GIORNATA DI RITORNO e PLAY-OFF/PLAY-OUT di SERIE D (primo concentramento) [09-10/04/2016]

Penultima di campionato luci e ombre per il Tennistavolo Ferrara, battuto due volte in C1 e in buona luce, invece, negli spareggi di serie D. Sul fronte principale la prima squadra, ormai tranquilla con il suo quarto posto, ha ceduto in casa per 5-4 alla coriacea Azzurra Gorizia dopo un match palpitante. Non è bastata la bellissima tripletta di capitan Curarati (3-0 a Leghissa e a Petronio, 3-1 al terza categoria Frediani) e la caparbia prova di Mugellini, autore di un punto sul più quotato Petronio e sconfitto, poi, all’ultimo respiro della bella nel nono match da Leghissa dopo una caparbia rimonta da 0-2 a 2-2. La giornata storta di Caravita (tre sconfitte, una delle quali al quinto set) non ha potuto fruttare alla squadra il colpo di reni che le avrebbe dato il successo. Sempre in C1 è andata male anche alla seconda formazione societaria, il cui scivolone per 1-5 sul campo del fanalino Cascina (punto della bandiera di Sani su Petralli) avrebbe anche potuto decretarne da subito la retrocessione matematica: ma la sconfitta dell’Arsenal Cadelbosco contro la capolista Prato mantiene accesa la speranza perché gli estensi, nell’ultima partita, potranno giocarsi tutto proprio nello scontro diretto con i reggiani, in programma sabato a Ferrara. Chi vince resterà in categoria, chi perde scenderà in C2. Nei campionati a squadre regionali, intanto, si è disputato il primo concentramento di play-off e play-out. Negli spareggi salvezza di D1 la terza squadra del Tennistavolo Ferrara ha dominato contro Rimini (5-1), Imola (6-0) e Fortitudo Bologna (4-2) ed è già matematicamente in porto. La prima terna di incontri, giocata a Modena, ha visto Andreoli vincere cinque gare su cinque, Antonucci tre su tre, Romagnoli cinque su sei e Malagù due su quattro. Nei play-off promozione di D3, invece, la quarta formazione societaria è prima (ma ancora senza il conforto dell’aritmetica) dopo il successo su Manzolino (4-2), il pareggio con Casalgrande (3-3) e la battuta d’arresto con la Città dei Ragazzi Modena (2-4). Per Faccini quattro vittorie su sei, per Bianchetti tre su sei, un successo e una sconfitta per Polloni e Bonora, due sconfitte per Travers.



  • TORNEO REGIONALE OVER 2000 (MANZOLINO, 20/03/2016)

Il Tennistavolo Ferrara è rappresentato solo da Cesare Malagù, che su un lotto di 111 iscritti supera da secondo classificato il suo girone (3-0 a Rainone, 2-3 contro Bacchi, 3-2 con Giorgio) e cede al primo turno della fase a eliminazione diretta contro Stefanelli (0-3).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 5a GIORNATA DI RITORNO (12-13/03/2016)

Turno di campionato decisamente positivo per il Tennistavolo Ferrara, che nella quinta giornata di ritorno ha colto due vittorie in C1, un pareggio in D1 e un successo e una sconfitta in D3. Ma andiamo per ordine. La squadra “A”, seconda forza del girone D di serie C1 in compagnia di Gorizia e Mestre, ha espugnato il campo del Kras Sgonico per 5-1. Doppiette per Caravita e per capitan Curarati, quest’ultimo capace di battere in quattro set la forte Katja Milic, numero 18 della classifica femminile italiana. Di Mugellini il quinto punto. Ma l’impresa più significativa della giornata porta la firma della formazione “B” societaria, che sempre in C1 è riuscita a battere in casa la Metalparma Villa d’oro Modena (5-3) al termine di un’appassionante battaglia durata per quasi cinque ore. Grande protagonista del match è stato Giulio Sani, autore di tre punti sull’ostico Roncaccioli (3-2 in rimonta), su Michele e Vittorio Mirabella (doppio 3-1), ma decisiva è stata anche la doppietta di un orgoglioso Gallerani, il cui successo per 3-2 nel settimo match ha dato la spallata decisiva agli avversari. Il Tennistavolo Ferrara è ancora in piena corsa per la salvezza, penultimo a pari merito, in un girone durissimo, con Castelmaggiore ma a un solo punto dall’Arsenal Cadelbosco, che gli estensi incontreranno nell’ultimo match. Nei campionati a squadre regionali, intanto, si è chiusa la stagione regolare. In D1 la terza squadra del Tennistavolo Ferrara, già sicura di fare i play-out sull’onda del suo quarto posto, ha pareggiato per 3-3 sul campo della Maior Castelmaggiore con due punti di Antonucci (primo giocatore del girone) e una vittoria di Romagnoli. In D3 la formazione “E” ha terminato imbattuta al primo posto, con distacchi abissali sulle altre. Nell’ultimo match in attesa dei play-off promozione, gli estensi hanno travolto in casa la Maior Fioretti per 5-1, con doppietta per Bianchetti e Faccini (i migliori del girone fra i giocatori che hanno disputato più di dieci partite: 94,1% di positività per il primo, 93,3% per il secondo) e un punto di Travers. Niente da fare, invece, per il team “F”, battuto a domicilio dalla Fortitudo Sasso Marconi per 1-5 (punto della bandiera di Davi).



  • CAMPIONATI REGIONALI VETERANI (MODENA, 06/03/2016)

Il Tennistavolo Ferrara torna dai campionati regionali veterani con un primo, un secondo e un terzo posto da aggiungere alla sua già ricca bacheca. A Modena, nello scorso fine settimana, la medaglia d’oro è giunta nella prova di doppio, nella quale Guido Caravita e Luca Antonucci hanno rispettato il loro ruolo di testa di serie numero uno del tabellone battendo in semifinale la coppia parmense formata da Milianti e Rossi (sofferto 3-2) e, nell’atto conclusivo, i bolognesi Andalò e Bini, superati in tre set con parziali netti (19 punti concessi in tutto) e dopo una prova decisamente brillante. Per il Tennistavolo Ferrara è la conferma di una grande tradizione nel doppio, mentre per Antonucci – in campo nonostante le non ottimali condizioni fisiche – è il quinto titolo regionale (fra veterani, terza e quarta categoria) conquistato negli ultimi tre anni. Nel singolare over 40 Caravita, non senza amarezza per alcuni punti sfortunati, ha ceduto solo in finale al solido carpigiano Troni, che lo ha sconfitto in quattro set dopo avere perso il primo. In precedenza l’atleta estense aveva vinto a punteggio pieno il suo girone, superando senza particolari problemi Greco e Cerretti nella fase a eliminazione diretta. Nella prova per over 50, invece, Antonucci ha fatto percorso netto fino alle semifinali, nelle quali ha trovato semaforo rosso contro uno straripante Andalò, poi vincitore del torneo.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA DI RITORNO (27-28/02/2016)

In serie C1 il Tennistavolo Ferrara rimedia una doppia sconfitta. La squadra “A” cede in casa al Redentore Este (5-2), trascinato dal forte Roncolato. Un punto a testa per Caravita (sull’ex di turno Cerini) e per Curarati, che sconfitto a sorpresa proprio da Cerini (9-11 nel quinto set) si rifà sconfiggendo Bullo per 3-1. Prova buona quanto sfortunata per Mugellini, capace di impegnare sia Bullo sia Roncolato, entrambi portati alla “bella”. Niente da fare anche per la formazione “B”, che priva di Gallerani lotta comunque fino all’ottavo match sul campo della capolista Prato. Il 3-5 finale è più che onorevole, e giunge con una bellissima doppietta di Sani (battuto in cinque frazioni durissime anche La Rocca, ex seconda categoria e attualmente numero 256 italiano) e con successo di Zannoni sull’esperto Gori. In serie D1 il Tennistavolo Ferrara “C” coglie due punti preziosi in chiave play-out sul campo della Villa d’oro Modena (5-1), con due successi per Antonucci e bella doppietta anche dell’ormai recuperato Andreoli (brillantemente a segno sia su Bacchelli che sulla quotata Triboi). Di Romagnoli il quinto punto. In serie D3 facile vittoria della formazione “E” sul campo del fanalino Unione ’90: 6-0 con due vittorie a testa per Bianchetti, Travers e Bonora. Sconfitta, invece, per la squadra “F” dei giovani, battuta per 5-1 sul campo del Renogalliera “B” (punto della bandiera di Tommaso Bertelli).



  • SERIE A2 VETERANI – SECONDO CONCENTRAMENTO (20-21/02/2016)

Brillante terzo posto finale, per il Tennistavolo Ferrara, nel girone A del campionato di serie A2 Veterani. A Nove di Marostica, domenica, nel secondo e ultimo concentramento della manifestazione la squadra estense ha colto altre due vittorie, sfiorando l’approdo ai play-off promozione, cui si sono qualificate le due formazioni oggettivamente più forti (Milano e Novara). Nel primo match è giunto il successo contro il Q4 Padova (3-0) con punti in singolare di Curarati (sofferto 3-2 in rimonta su Orsolon) e di Sani (3-0 a De Lorenzi) prima del sigillo finale del doppio Antonucci-Curarati sulla collaudata coppia Lincetto-De Lorenzi (3-0). Nella seconda gara il Tennistavolo Ferrara si è ripetuto a spese del San Polo (stesso punteggio) e con la medesima combinazione di punti (Curarati a segno per 3-1 sul terza categoria Arisi, Sani vittorioso 3-0 su Milianti), con l’unica differenza costituita dalla formazione schierata in doppio, disputato in questo caso dall’inedita coppia formata da Sani e Antonucci, a segno in tre rapidi set su Arisi e Gaiani. Infine, nello scontro diretto per il secondo posto, la formazione estense si è arresa a una Regaldi Novara nettamente più forte (0-3), con Curarati capace di strappare soltanto un set a Sassi, numero 138 delle classifiche nazionali, Sani sconfitto in tre set da Cristofaro (numero 168 d’Italia), e il doppio Sani-Antonucci a fare lo stesso contro Sassi-Cristofaro. Il bilancio finale del campionato, comunque, è del tutto positivo per il Tennistavolo Ferrara: salvezza mai in discussione, cinque successi in sette giornate, quattro punti di vantaggio sulla quarta, Curarati quinto giocatore del girone con il 78% di positività (5 gare vinte, 2 perse), Sani autore di un buon 67% (2-1), Antonucci al 50% (1-1). Caravita, a secco in singolare, è stato prezioso in doppio, sul cui fronte la squadra estense, con tre diverse formazioni schierate (Antonucci-Curarati, Antonucci-Caravita, Antonucci-Sani), ancora una volta si è distinta con il 71% di successi (5-2).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA DI RITORNO (13-14/02/2016)

Mentre la prima squadra del Tennistavolo Ferrara, anche se battuta in casa dal Bissuola Mestre (4-5), mantiene il suo brillante secondo posto in C1, la formazione “B” societaria, nella terza giornata di ritorno del medesimo campionato, dopo il capitombolo nello scontro diretto con la Maior agguanta una vittoria fondamentale per continuare a sperare nella salvezza. Il colpaccio è stato colto a Livorno contro il Bernini, e anche in questo caso si è trattato di un 5-4 all’insegna delle scintille. Gli estensi hanno potuto sfruttare l’assenza fra gli avversari del fortissimo seconda categoria Stoyanov, ma nonostante questo hanno rischiato molto, trovandosi sotto anche per 4-2. Qui, a un passo dal baratro, è arrivata la riscossa: prima Gallerani (due punti alla fine) è andato a segno con un durissimo 3-0 contro il numero uno toscano Raffaelli (che aveva già colto due vittorie), poi Sani (un successo) ha rimontato Anselmi da 1-2 imponendosi alla bella e infine Zannoni (autore anch’egli di una doppietta), contro il temibile Nori (che era ancora imbattuto nel match), ha saputo imporsi al quinto set nel match decisivo dopo una vera e propria altalena di emozioni, dimostrando grinta e personalità. Il Tennistavolo Ferrara rimane penultimo insieme alla Maior, ma a quattro gare dalla fine può continuare a sperare. Altra battaglia anche sul fronte della squadra “A”, che contro il Bissuola Mestre ha pagato la cattiva giornata di Caravita, il quale, dopo la bella prova a Marostica, è stato battuto in tutti i tre match disputati, vincendo un solo set. A nulla sono valsi, a quel punto, i bellissimi tre successi di Curarati (3-1 sul quotato De Vito, 3-0 su Benvegnù e 3-1 su Rizzato), perché un orgoglioso Mugellini, alle prese con un problema a un polpaccio, è riuscito a centrarne uno perdendo due partite sul filo di lana (contro il numero uno avversario De Vito dopo essere stato avanti per 2-1 e contro Rizzato, nel nono e ultimo match, dopo avere rimontato due set di svantaggio). In serie D1 il Tennistavolo Ferrara “C” ha pareggiato sul campo della capolista Carpi (3-3), per l’occasione rimaneggiata, con un punto a testa per Antonucci, Romagnoli e Andreoli (quest’ultimo autore di un buon rientro dopo lunga pausa): i play-out, ormai, sono virtualmente certi. In D3 la quarta squadra societaria ha confermato perentoriamente la sua leadership battendo in casa per 5-1 la Maior 6 Castelmaggiore, ora staccata di quattro punti: due vittorie per Faccini e una a testa per Bianchetti, Benea e Polloni, quest’ultimo ancora senza sconfitte. Sempre in D3 il Tennistavolo Ferrara ha perso a domicilio con il massimo scarto (0-6) con la capolista Dynamis Manzolino “G”.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA DI RITORNO (06-07/02/2016)

Torna rapidamente alla vittoria, la prima squadra del Tennistavolo Ferrara. La seconda giornata di ritorno del campionato di C1 ha visto gli estensi espugnare il campo del fanalino Marostica per 5-3, dopo una gara molto combattuta che dopo qualche brivido (i veneti conducevano per 3-2) ha ridato loro il secondo posto in solitudine. Il successo, questa volta, porta soprattutto la firma di Guido Caravita, che ha riscattato l’altalenante prova del match precedente contro Padova siglando una bellissima tripletta, con due gare vinte al quinto set (prima in rimonta da 1-2 su Tisato e poi sul terza categoria Renso, in quest’ultimo caso con la frazione decisiva risolta ai vantaggi per 13-11). L’opera è stata completata da Sergio Curarati, che superato da Renso per 3-1 ha conquistato due punti fondamentali contro gli altri due avversari, mentre Mugellini ha sfiorato l’affermazione contro Tellatin ma ha dovuto arrendersi all’ultimo respiro della bella. Niente da fare, invece, per la seconda formazione societaria di C1, battuta in casa pesantemente (0-5) dalla Maior Castelmaggiore in uno scontro diretto molto importante in chiave salvezza, nel quale il Tennistavolo Ferrara “B” ha perso ben tre incontri al quinto set: uno con Zannoni (che era avanti per 2-1 con Gazzoni), uno con Gallerani (contro lo stesso Gazzoni) e uno con Sani (che conduceva per 2-0 sull’ex di turno Maurizio Buzzone). Inutile dire che ora la situazione è molto delicata: raggiunta dai bolognesi in penultima posizione, la squadra estense nei loro confronti ha lo svantaggio del peggior bilancio nello scontro diretto e la formazione più vicina (Cadelbosco) è quattro punti più in alto a cinque giornate dalla fine del campionato. Non è ancora detta l’ultima parola, ma per mantenere la C1 in questo caso servirà un’impresa, nella quale, comunque, è giusto credere. In serie D1 il Tennistavolo Ferrara “C” (sempre in zona play-out) pareggia in casa per 3-3 con il Reno Centese “A” (secondo in classifica), in un derby firmato dai punti di Antonucci (sesta doppietta e miglior percentuale del girone: 93% di positività) e Romagnoli (a segno su Simonati). In D3, invece, il bilancio del club ferrarese è di una vittoria e una sconfitta. Il successo – settimo consecutivo – è stato colto in casa dalla quarta formazione societaria, ancora imbattuta. Vittima di turno il Renogalliera “A”, battuto per 5-1 con due punti a testa per Faccini e Bianchetti e un punto di Benea. Tenace anche la resistenza di Bonora contro il miglior giocatore avversario. La battuta d’arresto, invece, è stata incassata dal Tennistavolo Ferrara “F”, superato a domicilio dalla Villa d’oro Modena per 1-5 con punto della bandiera di Tommaso Bertelli sul veterano Milito. Due le partite perse alla bella dai giovani estensi, in entrambi i casi contro Bendini: la prima da Gaia Bertaglia, la seconda da Davi.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA DI RITORNO(23-24/01/2016)

Il girone di ritorno dei campionati a squadre, per le formazioni del Tennistavolo Ferrara, non comincia propriamente con il vento in poppa. Ed è dalla C1 che giungono i risultati brucianti, visto che nonostante due combattute battaglie la società estense, alla fine, porta a casa altrettante sconfitte: 3-5 per il team “A”, battuto in casa dal Q4 Padova, e 4-5 esterno per la compagine “B”, superata in uno scontro diretto di grande importanza per la salvezza sul campo dell’Acsi Pisa. In quest’ultimo caso, dopo ben cinque ore di partita e un iniziale vantaggio di 3-1, non è bastata la solida prova di Sani (due punti su Orlandi – rivincita dell’andata – e su Venturi), perché Gallerani e Zannoni, pur lottando, si sono fermati a una vittoria a testa: e decisivo per l’esito finale del match, probabilmente, è stato proprio l’incontro di Gallerani contro Orlandi, che il toscano si è aggiudicato alla bella dopo una caparbia rimonta dell’atleta estense, il quale era sotto di due set. Il Tennistavolo Ferrara “B” è ancora sesto in classifica, ma prevedibilmente si giocherà buona parte delle chances per non retrocedere nel prossimo incontro con la Maior Castelmaggiore, visto che per il resto le avversarie più vicine sono già quattro punti più in alto. La situazione è molto delicata. La squadra “A”, invece, sempre in C1 ha ceduto al Q4 Padova in un incontro di minor peso specifico in chiave classifica, visto che i ferraresi – secondi a pari merito con il Gorizia – non hanno problemi di salvezza e, al tempo stesso, non possono ambire alla promozione in B2. Capitan Curarati, sesto giocatore del girone per percentuale di positività e all’ottava vittoria negli ultimi dieci singolari disputati, ha siglato una bella doppietta su Valentini e Lincetto, mentre Caravita ha siglato un solo punto (su Toniato). Mugellini, nonostante diversi set persi di un soffio, non ha colto successi. In serie D1 pareggio insperato (3-3) per il Tennistavolo Ferrara “C”, rimaneggiato per l’assenza di Romagnoli, sul campo del Renogalliera Silver. Antonucci, nonostante le condizioni fisiche precarie, ha colto due vittorie fondamentali (su Villani e sul quotato Serravalli), ma la bella sorpresa di giornata è stato Malagù, a segno in quattro set sul ben più quotato Saracino. La formazione estense è ancora in zona play-out, non distante, però, dalle tre piazze per i play-off. In serie D3, infine, una vittoria e una sconfitta per la società estense. La squadra “D”, capolista del proprio girone, ha imposto la legge del più forte a Reno Centese (4-2) nella giornata della prima sconfitta personale di Faccini, battuto da Luparu. La doppietta di Bianchetti, un punto dello stesso Faccini e il successo di Polloni su Botti, però, hanno sistemato il conto. La squadra “F”, invece, ha ceduto a Funo con il battistrada Nettuno (1-5): punto della bandiera di Tecchio su Fugazzotto e, di rilievo, una partita fiume di Tommaso Bertelli contro Codogno, finita per 13-11 al quinto set dopo una frazione, la terza, terminata addirittura 23-21 per l’avversaria.



  • TORNEO REGIONALE 4a e 3a CATEGORIA (MANZOLINO, 17/01/2016)

Continua la bella serie del Tennistavolo Ferrara nei tornei individuali. L’acuto, in questo caso, è stato messo a segno da Giulio Sani, che a Manzolino, nella prova regionale di singolare riservata ai quarta categoria (e aperta anche al settore femminile), ha conquistato un brillante terzo posto su un qualificato lotto di oltre settanta iscritti. L’atleta estense, vinto il suo girone iniziale grazie ai successi su Bontempo, Bin e Lisi, si è imposto in altre tre gare nella fase a eliminazione diretta (contro Chifen, Cara e Franceschini), cedendo in quattro set solo in semifinale al forte D’Amore, poi vincitore del torneo. Nella stessa prova si è ben comportato anche Flavio Zannoni: l’alfiere del Tennistavolo Ferrara ha vinto a punteggio pieno il proprio gruppo (contro Piccinini, Nasybullov e Fornasari) per poi battere anche il giovane Campagnoli prima della sconfitta contro lo stesso D’Amore negli ottavi di finale. Subito dopo Sani ha partecipato anche al torneo superiore (quello per i terza categoria), centrando un acuto importante contro il più quotato Ercolani (3-1) e superando da primo classificato il suo girone, per poi cedere nei quarti di finale a Giulia Cavalli, n. 12 d’Italia, che lo ha battuto in quattro frazioni prima di imporsi nel torneo.



  • TORNEO NAZIONALE VETERANI (BOLZANO, 09/01/2016)

Due primi posti e un bronzo, per il Tennistavolo Ferrara, nel bel torneo altoatesino. Enrico Mugellini si è imposto nel singolare riservato agli over 60 e insieme a Ugo Romagnoli si è ripetuto nella prova di doppio, che i due alfieri estensi – peraltro – avevano vinto anche in un’analoga competizione nello scorso ottobre a San Venanzio di Galliera. Romagnoli, poi, a sua volta è giunto sul podio nel singolo cogliendo un bellissimo terzo posto, battuto in semifinale (1-3) proprio dal compagno di squadra. È il resoconto di un torneo dominato dal clan ferrarese, nel quale Mugellini – in singolare – si è imposto su 39 iscritti dopo una striscia positiva di sette partite di fila, cominciata senza alcun set concesso in girone e proseguita con qualche brivido solo negli ottavi e nei quarti di finale (due successi alla bella contro Russo e Fedi, nel secondo caso con rimonta da 1-2). Nell’atto decisivo, invece, l’atleta estense ha superato in quattro frazioni – e dopo avere perso la prima – il più quotato Rigotto. Anche per Romagnoli, dopo una sconfitta nel girone iniziale, la gara è andata stupendamente con quattro ottimi successi (di rilievo quelli con Offredi nei quarti di finale e con Savalli ai vantaggi del quinto set negli ottavi). Sempre nel singolare over 60, eliminazione in girone per Faccini e Benea, entrambi terzi nel loro gruppo con il bilancio di un successo e due sconfitte. Nel doppio Mugellini e Romagnoli sono approdati in finale senza perdere nemmeno un set contro Russo-Allegri, Rovelli-Mortola e Offredi-Olivieri, per poi imporsi con una rimonta esaltante (da 0-2, e con gli ultimi tre set vinti tutti ai vantaggi) sulla coppia formata da Rigotto e Ceroni, che in precedenza – nel primo turno – avevano eliminato Faccini e Benea.



  • TORNEO NAZIONALE SENIORES (SERMIDE, 09/01/2016)

In campo, per il Tennistavolo Ferrara, soltanto Simone Gallerani, che su lotto di 45 iscritti ha chiuso negli ottavi di finale, non senza rammarico. In girone l’atleta estense ha superato Bottaro (3-1), Endrizzi (3-0) e Simonetti (3-0), chiudendo al primo posto. Al primo scoglio dell’eliminazione diretta, però, è giunto il semaforo rosso contro Scaravaggi, che lo ha battuto per 11-9 nel quinto set.



  • TORNEO REGIONALE OVER 2000 (MANZOLINO, 06/01/2016)

Poche luci per i rappresentanti del Tennistavolo Ferrara. Il migliore è Cesare Malagù, autore di un bel piazzamento nei sedicesimi di finale su una griglia di 104 partecipanti. L’atleta estense vince il proprio girone battendo Vincenzi (3-0), il meglio classificato Bertoli (3-0) e Luparu (3-1), per cedere nella prima gara della fase a eliminazione al lughese Barracca (1-3). Superano il girone (da secondi) anche Claudio Faccini (vittorie su Stefani e Bertelli, sconfitta al quinto set con Cacciari) e Paolo Bianchetti (a segno su Fabbri e Pilotti e battuto da Tioli): i due ferraresi, però, si fermano nei trentaduesimi di finale, superati rispettivamente da Ingrao (0-3) e dal giovane Rosati (2-3, con quinto set terminato 12-14). Eliminazione immediata, invece, per Claudio Polloni (al debutto in un torneo regionale) e per Andrea Bonora. Rapido semaforo rosso anche nella prova di doppio, con Faccini e Bianchetti battuti nel primo turno da Salvioli-Tioli (2-3, dopo un vantaggio di due set) e Polloni e Bonora subito estromessi per mano di Tini e Nizzi (0-3).



  • TORNEO REGIONALE SENIORES (S. VENANZIO DI GALLIERA, 20/12/2015)

L’ultimo impegno prenatalizio ha fatto trovare, sotto l’albero del Tennistavolo Ferrara, due belle semifinali. Nel torneo regionale seniores di San Venanzio di Galliera, infatti, Simone Gallerani e Giulio Sani hanno centrato il gradino più basso del podio rispettivamente nel singolare di quarta categoria e nel singolare assoluto. Nel tabellone di quarta categoria, il più ricco dei due con 42 iscritti, Gallerani ha vinto a punteggio pieno il suo girone (successi in tre set su Bertelli, in cinque su un combattivo Scaglioni, in tre su Carota) per poi superare nella fase a eliminazione diretta il forte D’Amore (3-2, dopo essere stato rimontato di due set) e l’ex terza categoria Pessina (3-2), fino al semaforo rosso contro il reggiano Bigi (0-3), testa di serie numero uno del torneo. Nella stessa prova Sani ha chiuso positivamente nei quarti di finale: agevoli vittorie in girone su Maiani e Cerretti, affermazione in quattro set su Scaglioni e infine, una volta nei primi otto, sconfitta bruciante contro Toni, poi primo classificato, in cinque set (11-13 in quello decisivo). Zannoni, vinto senza particolari problemi il girone iniziale con tris su Bravi, Piccinini e Cacciari, ha ceduto negli ottavi al temibile Mirabella (0-3 con parziali, però, tutti molto tirati). Nel singolare assoluto del pomeriggio ha partecipato solo Sani, che dopo avere concluso da secondo il proprio gruppo (vittorie su Benincasa per 3-1 e su Serravalli per 3-0, sconfitta con D’Amore in tre set) ha superato nettamente Scaglioni nei quarti (3-0) e ceduto, altrettanto rapidamente, a Gazzoni in semifinale (0-3).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 7a GIORNATA (12-13/12/2015)

L’impresa che non ti aspetti e che ti rilancia alla grande. E’ quanto ha fatto la formazione “B” del Tennistavolo Ferrara, che nella sua difficile corsa verso l’agognata salvezza in serie C1 ha colto due punti pesantissimi sul campo della capolista Arsenal Cadelbosco, in quella che alla vigilia sembrava una gara vietata alle speranze. 5-2 il risultato finale, giunto a coronamento di una strepitosa e orgogliosa prestazione di squadra. Fondamentali i tre punti sul terza categoria Campisi, numero 375 d’Italia, battuto nell’ordine da un superbo Zannoni (3-0 con 15 punti concessi in tutto), da Gallerani (3-1) e da Sani (3-1), mentre le altre due vittorie sono state colte sul numero tre reggiano Artoni rispettivamente da Sani (rimonta esaltante da 1-2, con gli ultimi due set vinti per 15-13 e per 16-14) e da Zannoni. Con questo successo il Tennistavolo Ferrara B chiude il girone di andata sesto in classifica e quindi fuori dalla zona retrocessione, ma l’obiettivo, in un girone di altissimo livello tecnico, è ancora tutto da conquistare. Si annuncia un ritorno di fuoco, che gli estensi, però, dopo essere giunti al giro di boa con tre vittorie in sette gare possono affrontare con la consapevolezza dei loro non indifferenti mezzi. Al giro di boa il migliore, in quanto a percentuale di positività, è il sempre affidabile Sani con il 53% di affermazioni (9 partite vinte, 8 perse), seguito da Zannoni con il 44% (7-9) e da Gallerani con il 38% (6-10). Niente da fare, invece, per la squadra “A”, battuta in casa per 5-2 dalla capolista Borgo San Pancrazio Verona. Inarrivabile, nelle file avversarie, il seconda categoria Barthomeuf (tre su tre senza set persi per il francese), i ferraresi hanno colto i due punti della bandiera grazie a un ottimo Curarati, a segno con ottime prestazioni sul terza categoria Gini (3-1) e su Rashidy (3-0), mentre Caravita (battuto da Rashidy in cinque set, dopo essere stato avanti per 2-1) ha giocato in maniera incostante e inferiore al suo standard abituale. Proprio Curarati, con il suo 78% di successi (14 gare vinte, 4 perse), è il sesto miglior giocatore del girone su un totale di 36 atleti. Caravita, a sua volta, chiude il girone di andata con un buonissimo 63% (12-7), mentre Mugellini viaggia con il 21% (3-11). Ma ciò che più conta è il secondo posto della squadra, che partita con timori di retrocessione si trova meritatamente sul podio del campionato a metà percorso sulla spinta di cinque successi in sette partite.



  • CAMPIONATI REGIONALI DI DOPPIO 4a e 5a CATEGORIA (S. VENANZIO DI GALLIERA, 08/12/2015)

Buon bilancio, per il Tennistavolo Ferrara, nei campionati regionali di doppio giocati a San Venanzio di Galliera. La società estense, infatti, ha colto ben tre piazzamenti in semifinale. Il podio è stato centrato in prima battuta nella gara di quinta categoria dalla coppia composta da Faccini e Benea, secondi nel girone iniziale e poi a segno sui giovani Cannalire-Manuzzi (3-0) prima della sconfitta in semifinale contro i carpigiani Campagnoli e Perrucci (1-3). Poi, nel torneo di quarta categoria, anche le altre due coppie del Tennistavolo Ferrara sono riuscite a raggiungere il podio. L’inedito duo Antonucci-Zannoni, testa di serie numero 2 del tabellone, ha vinto a punteggio pieno il suo girone per poi cedere nettamente a D’Amore-Franceschini (0-3), mentre Mugellini e Romagnoli, dopo una prima fase impreziosita dal successo sul temibile duo Ercolani-Monaco, ha battuto i reggiani Fantini e Foracchia (3-0) prima di arrendersi per 9-11 al quinto set contro Castelvetro e Gazzoni, poi vincitori.



  • SERIE A2 VETERANI – PRIMO CONCENTRAMENTO (MILANO, 05-06/12/2015)

Il primo concentramento di serie A2 Veterani, disputato nel bellissimo centro tecnico di Milano, ha visto il Tennistavolo Ferrara conquistare tre vittorie in quattro gare. Curarati, Caravita e Antonucci, in un lotto di formazioni di buon valore tecnico, hanno battuto Marostica (3-0), Alba (3-1) e Monza (3-1), cedendo solo alla inarrivabile corazzata Milano (0-3). Ottima la prova di Curarati (cinque successi su sei in singolare e unico stop contro il fortissimo Mantegazza) e decisamente positivo anche il doppio Caravita-Antonucci, autore di un eloquente 75% di vittorie. Sempre in singolare, di rilievo anche la sofferta quanto bella vittoria di Antonucci sul terza categoria Renso. Il Tennistavolo Ferrara, dopo la tornata inaugurale, è brillantemente terzo in classifica e con la salvezza già in pugno si giocherà le chances di accesso ai play-off promozione nel secondo e ultimo concentramento di prima fase, che si terrà a Marostica in febbraio.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 6a GIORNATA (28-29/11/2015)

Doppio successo, per il Tennistavolo Ferrara, nella sesta giornata del campionato di serie C. In entrambi i casi si tratta di successi di grande significato, perché la squadra “A” societaria, sbancando il campo dell’ex pari-classifica Azzurra Gorizia (3-5), si è insediata in solitudine al secondo posto del girone D, mentre la formazione “B”, a segno in casa con il fanalino Cascina (5-1), mantiene vive le speranze di salvezza in un girone H durissimo. A Gorizia il grande protagonista è stato Sergio Curarati, autore di una tripletta impietosa che lo ha portato all’80% di positività complessiva in campionato: 3-1 al terza categoria Frediani, 3-1 a Leghissa, 3-0 a Petronio. A dare man forte al capitano è stato, poi, un prezioso Guido Caravita, a segno due volte su tre (3-1 a Trevisan, addirittura 3-0 al terza categoria Frediani), mentre Mugellini ha raccolto set ma non vittorie. La salvezza, ancor prima del giro di boa, sembra cosa fatta: ora gli estensi potranno giocare tranquilli e inseguire ulteriori soddisfazioni. Bene anche la squadra “B”, che però ha affrontato un Cascina malmesso in classifica e per giunta privo di un titolare. Il 5-1 ferrarese porta la firma di tutto il terzetto: due punti per Giulio Sani, come sempre efficace, due vittorie per Zannoni e una per Gallerani. Con i toscani apparentemente destinati all’ultimo posto, la battaglia per evitare il penultimo si annuncia di fuoco e con una ripida salita da affrontare.



  • COPPA EMILIA-ROMAGNA (MANZOLINO, 29/11/2015)

Fermi i campionati regionali a squadre, è andata in scena la Coppa Emilia-Romagna, con un ottimo successo di partecipazione. Il Tennistavolo Ferrara, presente a Manzolino con Antonucci, Romagnoli, Bianchetti e Malagù, ha chiuso all’ottavo posto su un totale di venti formazioni presenti. In mattinata gli estensi hanno superato gli Alfieri di Romagna per 3-0, per poi cedere con lo stesso punteggio al Carpi di Lamberti, Perrucci e Vitiello (bellissima la gara persa ai vantaggi del quinto set da Antonucci con il giovane Lamberti, che gli ha recuperato due set). Nel tabellone di consolazione per la fascia quinto-ottavo posto il Tennistavolo Ferrara, ruotando i giocatori, ha perso sia con la Villa d’oro sia con la Zinella.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 5a GIORNATA (21-22/11/2015)

Torna alla vittoria, la prima squadra del Tennistavolo Ferrara, nel campionato di serie C1. Gli estensi, nel match casalingo contro il Kras Sgonico, hanno conquistato altri due punti fondamentali per la salvezza, che a questo punto – con più di metà stagione da giocare – sembra effettivamente già scontata viste le sei lunghezze di vantaggio sul penultimo posto. 5-3 il risultato finale, con facile doppietta di capitan Curarati, altri due successi di Caravita e uno di Mugellini. I tre pongisti ferraresi si sono tutti arresi solo al forte numero uno avversario Michalka. In classifica, ora, la squadra è seconda in compagnia dell’Azzurra Gorizia. Pesante sconfitta, per contro, sul secondo fronte di C1, dove il Tennistavolo Ferrara “B” (Sani, Gallerani, Zannoni), penultimo in classifica, ha ceduto di schianto sul campo della Villa d’oro Modena, raccogliendo cinque set in tutto e subendo, alla fine, un eloquente 0-5. Peccato per la gara persa in maniera rocambolesca da Sani contro Michele Mirabella (10-12 nel quinto set dopo essere stato avanti per 2-0), ma anche un successo in quell’incontro non avrebbe cambiato la storia della partita. La battaglia per la permanenza in categoria si fa ancora più difficile e apparentemente circoscritta, ormai, alle sfide contro il Cascina (prossimo avversario) e contro l’Acsi Pisa, nelle quali il terzetto estense dovrà esprimersi al meglio. Nei campionati regionali, intanto, è già terminato il girone di andata. In D1 il Tennistavolo Ferrara “C” arriva al giro di boa in quarta posizione dopo il 3-3 interno con la Maior 3 Castelmaggiore (due punti di Antonucci, miglior giocatore del girone con il 90% di positività, e uno di Romagnoli, che a metà stagione viaggia con il 50%), mentre in D3 la formazione “E” sta dominando, prima e imbattuta, dopo il facile 6-0 esterno sul campo della Maior R (due vittorie per Faccini, fin qui sempre a segno in sette gare, due per Benea, 90% di efficacia in dieci partite, un punto per Travers e un punto per Bianchetti). La squadra “F” dei giovani, invece, ha ceduto per 4-2 a Sasso Marconi, ma al termine di una prova promettente e caratterizzata dai successi di Giovanni Bertelli e di Gavrila, in un contesto di squadra che al giro di boa vede tre atleti (Tommaso Bertelli, Giovanni Bertelli e Gaia Bertaglia) prossimi al 50% di successi.



  • TORNEO REGIONALE SENIORES (SAN VENANZIO DI GALLIERA, 15/11/2015)

Del Tennistavolo Ferrara partecipa solo Zannoni, che in un tabellone da 29 iscritti centra una buona semifinale nel torneo per quarta categoria vincendo il proprio girone (vittorie su Ingrao e Mari) e superando, poi, Benincasa (3-1) e Bontempo (3-2) prima di cedere in semifinale a Cammarano (1-3), poi vincitore del torneo. Nel doppio Zannoni perde invece la finale (0-3), in coppia con il bolognese Ballarin, contro la forte e collaudata coppia formata da Gazzoni e Castelvetro.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA (07-08/11/2015)

Ruoli invertiti, nella quarta giornata di campionato, per le due squadre di C1 del Tennistavolo Ferrara. Il team “A”, senza macchia nella prima terna di impegni, ha subìto la prima sconfitta stagionale sul difficile campo del Redentore Este (5-2), trascinato da un infallibile Roncolato (tre vittorie), mentre la formazione “B” – per contro – ha colto il primo successo battendo in casa l’ex-capolista Prato (combattutissimo 5-4 dopo quattro ore di gioco). Ma nel week-end, per il club estense, ci sono state note positive anche sul fronte regionale: le affermazioni di Tennistavolo Ferrara “C” ed “E” rispettivamente in D1 e in D3 e, sempre in D3, il primo e promettente punto della formazione “F”, tutta composta dai giovani del vivaio. Ma passiamo al dettaglio. In serie C1 la trasferta a Este si è rivelata un calice amaro per Curarati (un successo in due incontri e sconfitta di misura al quinto set con il più quotato Roncolato), Caravita (una vittoria in tre gare) e Mugellini, ma il secondo posto in classifica in compagnia di Gorizia rimane un risultato al momento più che confortante in chiave salvezza e lascia il team in piena tranquillità, anche perché la zona calda è quattro lunghezze più in basso ed è occupata da squadre tutte già battute dai ferraresi. Grande successo, invece, per la squadra “B”, che sempre in C1 – nel delicato testacoda casalingo con Prato, forte dell’ancora imbattuto Cola – ha saputo rimontare da 1-3 prima e da 3-4 poi cogliendo, alla fine, una soddisfazione di importante spessore anche per il morale grazie alle doppiette di Sani (molto sicuro sia con Gori sia con Picchianti e superato solo nella bella dal numero uno avversario) e Gallerani (quest’ultimo autore della vittoria decisiva – e da brivido – contro Gori al nono match) e al punto di Zannoni su Picchianti (3-2) nell’ottavo. In D1 il Tennistavolo Ferrara – quarto e sempre in zona playout – ha battuto in casa la Villa d’oro Modena per 5-1 con due punti a testa di Antonucci (sette vittorie in otto partite finora) e di un Romagnoli in forte ripresa, con Malagù (a segno a sorpresa e imperiosamente contro Bacchelli in tre set) protagonista però del vero exploit di giornata. In D3, detto della facile passeggiata della squadra “E” societaria – ancora imbattuta e a segno per 6-0 (senza set persi) con il fanalino Unione 90 grazie ai due punti di Polloni, Bianchetti e Benea (Faccini è rimasto a riposo per problemi fisici) – va rimarcato soprattutto il 3-3 interno della formazione dei giovani contro il Renogalliera B, in una partita che ha visto gli estensi sfiorare il primo successo assoluto a livello ufficiale: i successi singoli sono giunti dai colpi di Gaia Bertaglia (a segno su Nicolò Sartorato per 3-1), Tommaso e Giovanni Bertelli (rispettivamente 3-0 a Michael Sartorato e 3-1 a Nicolò Sartorato). Una prova che ha mostrato i progressi tecnici delle nuove leve del club e che fa sperare in orizzonti interessanti per il futuro.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (31/10 - 01/11/2015)

Continua, nel girone D del campionato di C1 maschile, la corsa della prima squadra del Tennistavolo Ferrara, ancora imbattuta dopo tre giornate e splendidamente in vetta insieme alla corazzata Borgo San Pancrazio Verona. Questa volta il successo estense è giunto a Mestre contro il Bissuola (5-3), e come quelli colti nei precedenti turni vale doppio visto che i veneti sono una delle formazioni su cui è stata impostata la corsa salvezza in un girone che, smentendo i timori della vigilia, si sta rivelando senz’altro alla portata. Orizzonti, quindi, che a questo punto diventano più che promettenti per Caravita, Curarati e Mugellini, che potranno permettersi un campionato tranquillo. I primi due – rispettivamente protagonisti, in quanto a successi individuali, di un 7 su 8 e di un 6 su 7 fino a questo momento – in terra mestrina hanno superato Benvegnù e Descovich senza troppo affanno, mentre Mugellini ha colto il punto inaugurale contro Rizzato, incanalando da subito la partita su binari favorevoli. La doppietta contro il Bissuola, peraltro, ha contribuito a fare salire Caravita dal n. 515 al n. 424 della classifica italiana e Curarati al n. 323 con un +19 rispetto a un mese fa. Ben diversa la musica per la squadra B societaria, che nel terribile girone H ha di nuovo pagato dazio di fronte a un’avversaria di livello superiore allo standard della C1. Il Tennistavolo Ferrara, nonostante una prova combattiva, ha ceduto in casa alla capolista Bernini Livorno (2-5), forte dell’inarrivabile bulgaro Stoyanov, che ha vinto senza alcun problema i suoi tre incontri. Zannoni (battendo in tre frazioni il quotato terza categoria Mazzocco, che essendo il n. 265 d’Italia lo precede di oltre trecento posti) e Sani (vincitore sul giovane Nori, già nei quarti nel torneo nazionale blu di Conegliano) hanno colto i punti della bandiera, ma la classifica – intanto – attende ancora la conquista della prima vittoria e lo scenario, in chiave salvezza, sta diventando molto delicato. Sconfitta anche la formazione di D1, ormai in coda alla graduatoria e superata in casa dal giovane Carpi per 5-1. Di Antonucci, che cedendo in cinque parziali contro l’emergente Berselli ha perso l’imbattibilità in campionato, l’unica vittoria di giornata, colta sul bravo Campagnoli. Niente da fare, invece, per Romagnoli, Malagù e Sfrisi. In D3, per contro, vince in scioltezza il Tennistavolo Ferrara “E”, ancora senza sconfitte nel girone D grazie al perentorio 5-1 nello scontro diretto al vertice disputato sul campo della Maior 6, cui ha concesso quattro set in tutto. Faccini, con le vittorie su Eckardot e Tymoshenko, ha difeso la sua imbattibilità (giunta a cinque partite) e stesso bottino ha colto Benea. Di Bianchetti il quinto punto, mentre Travers – al debutto stagionale – ha perso ai vantaggi del quinto set l’unico match disputato. Battuta d’arresto, infine, per la squadra “F” (in campo, nell’occasione, con Gavrila, Davi e Tommaso Bertelli), che nel girone E di D3 ha ceduto – come da pronostico, visto il livello e l’esperienza degli avversari – sul campo della capolista Dynamis Manzolino (0-6).



  • TORNEO REGIONALE BLU (4° CAT.) [MANZOLINO, 25/10/2015)

Per il Tennistavolo Ferrara partecipa solo Simone Gallerani, accreditato della seconda testa di serie in un tabellone di 73 iscritti. L’atleta estense, però, dopo avere superato a punteggio pieno il suo girone (3-0 a Diani e 3-1 a Caroli) nella fase a eliminazione diretta ha la sfortuna di incappare subito nel forte Ercolani, che lo elimina in tre rapidi set già nei sedicesimi.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (17-18/10/2015)

Note agrodolci, per il Tennistavolo Ferrara, dal campionato di serie C1. La seconda giornata, infatti, ha riservato risultati contrastanti: una rapida vittoria per la prima squadra (battuto in casa il Marostica per 5-1) e una altrettanto netta sconfitta per il secondo team, superato con lo stesso punteggio a Castelmaggiore dalla quotata Maior dell’ex Maurizio Buzzone. E mentre nel primo caso il club estense, in un raggruppamento più abbordabile di quanto si temeva, resta a punteggio pieno in vetta alla classifica (insieme a Gorizia e Verona), nel secondo la formazione estense deve ancora rompere il ghiaccio, in un girone che si annuncia, per contro, molto difficile in chiave salvezza. Il Tennistavolo Ferrara “A”, per piegare Marostica, è andato a segno con tutta la rosa in un match condotto dall’inizio alla fine. Di nuovo senza macchia Caravita e Curarati, autori di due punti a testa anche se impegnati rispettivamente da Mocellin e da Renso (doppio 3-2), mentre Mugellini ha centrato il primo successo in campionato a spese del giovane Lunardon (sicuro 3-1). A Castelmaggiore, invece, il punto della bandiera per la squadra “B” è stato siglato da Sani (3-1 sull’emergente D’Amore), mentre Gallerani e Zannoni, pur combattendo, hanno alzato bandiera bianca nelle due gare disputate. In serie D1 la formazione “C”, rimaneggiata per l’assenza dell’indisposto Romagnoli, ha perso il derby esterno con il Reno Centese per 4-2 con doppietta di Antonucci, ancora imbattuto. Niente da fare, invece, per Sfrisi, Malagù e Andreoli, con quest’ultimo che pur se non ancora ristabilito ha riassaporato il campo, senza forzare, dopo lunga assenza per infortunio. Sul fronte di casa due vittorie per Piazzi e una a testa per Cavallini e Simonati. Gli estensi restano a quota 1 in compagnia di Renogalliera e Maior. In D3, infine, un successo e una sconfitta per il Tennistavolo Ferrara. La squadra “E” ha vinto la sua seconda gara consecutiva, questa volta espugnando San Venanzio di Galliera per 4-2 con doppietta di Benea (che ha riscattato l’incerta prova del debutto) e un punto a testa di Bianchetti e di un Faccini finora sempre a segno. Sconfitta di misura, invece, per Bonora. La formazione “F” dei giovani, invece, ha perso a Modena con la più esperta Villa d’oro per 5-1 con successo di Gaia Bertaglia contro la Koschel, mentre Bertelli, Davi e Gavrila, nonostante una buona resistenza, hanno perso le gare che hanno disputato.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 1° GIORNATA (10-11/10/2015)

I campionati a squadre 2015/2016 sono iniziati fornendo molte indicazioni positive al Tennistavolo Ferrara, che nella prima giornata ha raccolto due vittorie, un pareggio e due sconfitte, una delle quali però giunta solo di misura e l’altra mitigata, nell’effetto, dall’ottima prova dei giovani del vivaio. Il club estense ha calato l’asso soprattutto con la sua squadra “A”, che ha debuttato in serie C1 imponendosi a Padova (contro il quartetto composto da Lincetto, Valentini, Toniato e Pavan) per 5-2 con tripletta di uno spumeggiante Caravita (che ha concesso un solo set, confermando l’ottima forma espressa in allenamento) e doppietta del sempre solido Curarati, in un match che alla vigilia si presentava particolarmente ostico e nel quale solo Mugellini, alla fine, non ha festeggiato con punti l’esordio. Considerando che l’obiettivo estense è la salvezza, questo inizio sembra un promettente viatico per il futuro. Sconfitta bruciante, invece, per il secondo team di categoria, che in un girone che si annuncia decisamente duro si è arreso solo al termine di cinque ore di battaglia – e per 4-5, dopo essere stato avanti per 4-2 – nel match casalingo con l’Acsi Pisa, trascinata da un Taccini di gran lunga il migliore in campo e che ha confermato in pieno il suo passato di seconda categoria. Nelle file ferraresi due punti per un combattivo e sempre più convincente Gallerani e una vittoria a testa per Sani e per il nuovo acquisto Zannoni. Di rilievo i successi dei primi due contro il numero 335 italiano (e terza categoria) Dini. Nel match decisivo, sul 4-4, è stato il giovane Orlandi a battere Sani in tre frazioni molto equilibrate. In serie D1 il Tennistavolo Ferrara, in campo con una formazione sensibilmente rivista rispetto alla promozione della scorsa stagione, ha pareggiato in casa per 3-3 con il Renogalliera Silver: due punti senza set persi per Antonucci (contro Ballarin e Saracino) e uno per Romagnoli (che ha ceduto a un efficace Ballarin dopo avere battuto agevolmente Villani), mentre Sfrisi e Malagù – al debutto a questo livello – sono rimasti a secco anche se il secondo, contro Villani, è giunto molto vicino al successo. In D3 la quarta formazione societaria ha esordito battendo in casa i “cugini” del Reno Centese “B” per 5-1 (nelle file estensi due punti a testa molto sicuri per il duo Faccini-Bianchetti e uno per Benea, molto falloso nell’attacco di diritto), mentre ottima – nonostante la sconfitta per 2-4 – è stata la prova del team dei giovani, che nel debutto interno stagionale ha impegnato notevolmente il Nettuno (in campo tutto al femminile) con bellissima doppietta di Tommaso Bertelli (molto bravo, contro Ragazzini e Codogno, sia in fase di blocco sia nell’attacco in top-spin), cui si è affiancata la caparbia prestazione di Gaia Bertaglia (un successo sfiorato contro la ben più quotata Garavelli e un set vinto con la numero uno avversaria Nepoti) e la coriacea resistenza di Giovanni Bertelli (un set vinto in entrambe le gare disputate).



  • TORNEO NAZIONALE VETERANI (SAN VENANZIO DI GALLIERA, 03-04/10/2015)

Ottima messe di risultati, per il Tennistavolo Ferrara, nel primo torneo nazionale della stagione riservato alla categoria Veterani. Il club estense, infatti, ha colto una vittoria, un secondo posto e un “bronzo” nella classifica per società (su un totale di ben 36 club). Il successo è giunto nella prova di doppio over 60, nel quale Enrico Mugellini e Ugo Romagnoli, testa di serie numero uno del tabellone, hanno bissato l’exploit del 2014 imponendosi, in finale, sulla coppia Tasselli-Temporini per 3-1. L’argento è stato invece conquistato nel singolare della stessa categoria per mano di Romagnoli, che dopo avere concluso il girone iniziale in seconda posizione (sconfitta contro il lughese Caroli, vittorie su Venturo in cinque set e su Beverini in tre) ha eliminato nella fase a eliminazione diretta prima Offredi (3-0) e poi Antonini (stesso punteggio) prima di cedere in finale di un soffio (e dopo essere stato avanti per due sets a uno) contro il toscano Magnini. Mugellini, accreditato della prima testa di serie e detentore del titolo, superata la prima fase come secondo classificato del proprio girone (vittorie su Santini e Temporini, sconfitta al quinto set con Magnini) ha invece trovato semaforo rosso negli ottavi di finale per mano del veronese Savalli, che lo ha battuto a sorpresa in quattro frazioni. Nel tabellone riservato agli over 40 il nuovo acquisto estense Flavio Zannoni, proveniente dalla Zinella San Lazzaro e al debutto con la nuova maglia, ha concluso nei quarti di finale su un lotto di venticinque agguerriti contendenti, mentre Giulio Sani ha chiuso nei primi sedici. Per Zannoni, nel girone iniziale chiuso al secondo posto, i successi al quinto set contro Polselli e Lubrano Lavadera si sono accompagnati alla sconfitta contro il terza categoria Gusberti, prima che nel tabellone a eliminazione diretta, superato il primo turno contro Boidi (in tre set), il neo-ferrarese trovasse disco rosso contro il seconda categoria Fontana (1-3), numero 96 italiano, poi vincitore del torneo. Sani, invece, al ritorno dopo lunga assenza per infortunio ha superato come secondo il suo girone di prima fase (sconfitta con il terza categoria Fava, vittoria su Andreani) prima di cedere immediatamente nella fase a eliminazione al forte Alessandro Bisi, poi argento.



  • TORNEO NAZIONALE BLU (4a CAT.) MASCHILE [CONEGLIANO, 26-27/09/2015)

La stagione 2015/2016 del Tennistavolo Ferrara è cominciata con un acuto importante. A metterlo a segno è stato Simone Gallerani, che nel primo torneo nazionale della stagione ha raggiunto gli ottavi di finale in un tabellone di circa 150 giocatori provenienti dal Nord e dal Centro Italia. Il portacolori estense, autore di una prestazione eccellente, ha inanellato cinque vittorie consecutive fra girone iniziale (successi in tre set rispettivamente su Balleri, Bornia e Savalli) e fase a eliminazione diretta, dove ha battuto prima De Lucia (3-1) e poi, soprattutto, il forte veronese Toniolo, testa di serie numero 6 del tabellone e numero 471 d’Italia. Il semaforo rosso, dopo un primo set molto promettente e vinto quasi sul velluto, è giunto al sesto match contro il giovane toscano Nori, che alla lunga ha saputo imporre all’atleta estense il suo gioco preferito, fatto di scambi aperti da mezza distanza. Degli altri atleti del Tennistavolo Ferrara, Antonucci ha superato come secondo classificato un durissimo girone di prima fase (vittoria brivido con il giovane Stojanovic, 3-0 al toscano Cirillo), cedendo poi all’udinese Cassutti, mentre Mugellini e Romagnoli non sono riusciti ad approdare al tabellone finale (il primo ha chiuso il suo gruppo di prima fase al terzo posto, il secondo al quarto). Poche luci nel doppio, con la coppia Gallerani-Antonucci eliminata al secondo turno (dal duo testa di serie numero 1 del torneo: Pinato-Zavattaro) e il duo Mugellini-Romagnoli out nel primo alla bella (contro Mitchev-Ferrara).



Articoli di: Luca Antonucci

(Campionato 2014/2015)



  • CAMPIONATI REGIONALI DI TERZA CATEGORIA (MANZOLINO, 03/05/2015)

Grande vittoria della coppia formata da Simone Gallerani e Luca Antonucci nei campionati regionali di terza categoria, disputati domenica a Manzolino. Il duo del Tennistavolo Ferrara si è imposto a sorpresa e con pieno merito nel torneo di doppio, conquistando un titolo che finora, nella storia, non era mai stato raggiunto da atleti estensi. E l’impresa assume un significato ancora maggiore se si considera che Gallerani e Antonucci, il 29 marzo scorso, si erano già laureati campioni regionali - per il secondo anno consecutivo – nella quarta categoria, che è la loro attuale griglia di collocazione nella classifica nazionale. Ora, quindi, sono riusciti a ripetersi addirittura sul palcoscenico superiore, in un tabellone di livello decisamente elevato nel quale erano, sulla carta, la coppia meno quotata in assoluto. Invece l’exploit verso la medaglia d’oro, piano piano, ha preso corpo, sulla spinta di un gioco, di una grinta e di un’intesa di alto livello. Nei quarti di finale i due ferraresi hanno battuto contro pronostico i due terza categoria modenesi Liambo e Sala (3-1). Poi, in semifinale, è accaduto l’inimmaginabile, con Gallerani e Antonucci a mettere sotto (ancora in quattro set e a coronamento di una prova impeccabile) nientemeno che la coppia testa di serie numero uno, formata dal quotatissimo francese Barthomeuf e dal forte modenese Dallolio. In finale, infine, dopo un avvio sotto tono, la coppia del Tennistavolo Ferrara si è ripresa imperiosamente e ha rimontato alla grande i parmensi Milza e Pacchiosi, imponendosi per 3-1. Nel torneo di singolare, subito dopo, Antonucci ha confermato la sua ottima giornata sfiorando la qualificazione alle fasi finali (è giunto terzo per un soffio nel proprio girone, dopo bel successo sul terza categoria Sala, seguito dall’1-3 con Farina e, soprattutto, da una sconfitta decisiva per 9-11 alla bella con il ben più quotato Milza, numero 264 italiano e semifinalista del torneo), mentre Gallerani – alle prese con avversari molto forti: Citera, Dallolio e Mundo – ha perso abbastanza nettamente le sue tre partite.



  • TORNEO REGIONALE DI QUINTA CATEGORIA (MANZOLINO, 01/05/2015)

Il Tennistavolo Ferrara si è schierato al via con due giocatori. Claudio Faccini, in un tabellone di 76 iscritti, ha chiuso nei sedicesimi di finale (vittoria a punteggio pieno nel girone iniziale grazie ai successi su Federici, Vesperini e Satanassi, immediata sconfitta con Campagnoli nella fase a eliminazione diretta), mentre Giorgio Benea si è ben difeso chiudendo terzo, e solo per differenza set, il suo gruppo dopo avere battuto Bernardini, ceduto in tre set a Ingrao e, soprattutto, dopo essere stato rimontato e battuto sul filo di lana da Dalferro (da 2-0 a 2-3). I due portacolori del Tennistavolo Ferrara, inoltre, hanno chiuso nei quarti di finale il torneo di doppio, battuti in tre set dalla coppia Campagnoli-Perrucci, poi vincitrice della prova.



  • CAMPIONATI REGIONALI VETERANI (SAN VENANZIO DI GALLIERA, 25/04/2015)

Spedizione positiva, per il Tennistavolo Ferrara, ai campionati regionali della categoria veterani disputati a San Venanzio di Galliera. Tre i podi raggiunti. Ugo Romagnoli ha conquistato il secondo posto nella categoria over 60, mentre Luca Antonucci – campione in carica – ha ottenuto il terzo nel torneo over 50. I due portacolori estensi, poi, hanno chiuso in semifinale nel tabellone di doppio. La società ferrarese ha partecipato ai regionali con cinque giocatori. Corsa breve per Benea – comunque eliminato a testa alta nel girone iniziale del torneo over 60 dai più quotati Carota e Zambonini (doppio 1-3) – ed eliminazione immediata (questa volta nel tabellone over 40) anche per Vezzani e Fratti, entrambi alla prima uscita ufficiale (Vezzani, però, ha saputo strappare un set a Scaruffi). Tornando ai medagliati di giornata, Romagnoli ha superato il suo girone battendo Andalò (3-2) e Curti (3-0), prima di imporsi sul piacentino Marani (rapido 3-0) in semifinale. Niente da fare, invece, nell’atto conclusivo contro il modenese Piccinini, che lo ha sconfitto in tre set tenendo sempre in pugno il pallino del match grazie all’apertura di rovescio, seguita da efficaci schiacciate di diritto. Antonucci, invece, ha ceduto dopo partite combattute solo al bolognese Baroncelli (1-3) e al ravennate Castelvetro (ancora in quattro set), imponendosi su tutti gli altri avversari incontrati. In doppio, infine, Antonucci e Romagnoli hanno trovato disco rosso in semifinale (netto 0-3) contro i modenesi Mirabella e Bacchelli.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 14a GIORNATA (18-19/04/2015)

Dopo il secondo posto della prima squadra societaria in C1 e la promozione in D1 della terza, l’ultima giornata di campionato ha sancito, per il Tennistavolo Ferrara, anche la salvezza del suo secondo team di serie C1. Il verdetto, soffertissimo quanto importante, è giunto nonostante la sconfitta sul campo del San Marino (3-5: un punto a testa per Gallerani, Antonucci e Mugellini, i primi due a segno con il promettente Mongiusti e il terzo sull’ex terza categoria Tentoni) in considerazione del contemporaneo tonfo casalingo contro Lugo della pari classifica Città di Castello, che retrocede per il peggiore saldo negli scontri diretti. Una stagione molto difficile, giocata con un organico ridotto all’osso ma che quantomeno – dopo prove spesso orgogliose e talvolta sfortunate – si è conclusa con un salutare sospiro di sollievo. Gallerani la termina con il 47% di vittorie (14 successi, 16 sconfitte), Antonucci con il 43% (15-20 e andata senz’altro migliore del ritorno), Mugellini con il 12% (3-23). In campo anche Bianchetti, in una sola occasione. Sugli altri fronti tutto era già deciso, ma la prima formazione societaria (solo tre sconfitte in 14 gare) in C1 ha tenuto comunque a chiudere senza rallentamenti: facile 5-1 interno al già retrocesso La Perla Star, con doppiette di Curarati (miglior giocatore del team con il 72,7% complessivo di successi – saldo di 24-9 –, quattro triplette messe a segno e grande girone di ritorno) e Caravita (ottimo 69% globale, 20 successi e 9 sconfitte, anch’egli in crescita nella fase discendente del campionato), mentre Sankari (32%) ha completato l’opera conquistando la quinta vittoria di giornata e sfiorando il successo anche con De Battisti. Ancora out per infortunio Sani, assolutamente fondamentale, però, per lanciare la squadra durante l’andata (72% di positività, 13 gare vinte e 5 perse). Anche in serie D2 i play-off promozione, per il Tennistavolo Ferrara, non avevano più nulla da dire. La squadra “C” societaria, già matematicamente in D1 dallo scorso week-end, ha affrontato l’ultimo concentramento priva di Andreoli, chiudendo con una vittoria (5-1 alla Dynamis “B” Manzolino: due punti a testa per Romagnoli e Faccini, uno per Benea) e una sconfitta (1-5 contro Carpi: successo della bandiera di Romagnoli). La formazione “D”, invece, ormai in porto per la brillante salvezza conquistata ha ceduto contro Cesenatico per 1-5 (punto di Malagù) e contro Imola per 2-4 (vittorie di Bonora e Malagù).



  • SERIE D2 – 2° CONCENTRAMENTO PLAY-OFF (12/04/2015)

Promozione matematica della squadra “C” di serie D2 (Ugo Romagnoli, Alessandro Andreoli, Claudio Faccini, Giorgio Benea), che torna quindi nel torneo superiore dopo un solo anno di assenza. Una festa tutto sommato annunciata, e non a caso giunta già dopo il secondo concentramento dei play-off, nel quale gli estensi hanno nuovamente chiuso imbattuti. A Manzolino, domenica, le vittorie sono giunte contro i padroni di casa della Dynamis “B” per 5-1 (Andreoli 2 punti, Romagnoli 1, Benea 1) e contro il temibile San Felice sul Panaro per 4-2 (Romagnoli 2, Andreoli 2). Ormai irraggiungibili in vetta, gli estensi potranno giocare in scioltezza l’ultimo concentramento. Sempre nei play-off di D2, ma nel concentramento di San Venanzio di Galliera, il Tennistavolo Ferrara “D” ha invece perso sia con l’Everping Cesenatico (1-5, punto di Malagù) sia con il San Martino in Riparotta “B” (2-4, un punto a testa per Malagù e Sfrisi).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 13a GIORNATA (11-12/04/2015)

Due sconfitte, per il Tennistavolo Ferrara, sul palcoscenico della serie C1. La squadra “A”, ancora priva di Sani, ha pagato dazio sul campo della prima della classe, il Reggio Emilia, ma la piazza d’onore è ormai matematica e fotografa bene la grande stagione disputata. Sul campo della schiacciasassi del girone F gli estensi hanno ceduto per 5-1, con punto della bandiera del sempre convincente Caravita sul terza categoria Bigi dopo cinque tiratissimi set. Molto bene anche Sankari, battuto nei sue due incontri ma dopo avere giocato alla pari con avversari ben più quotati (9-11 al quinto set con Bigi e 1-3 con due set persi di un soffio contro Bondioli, il miglior giocatore del girone). A secco capitan Curarati, che resta comunque l’indiscusso pilastro della squadra. Rischia seriamente la retrocessione, invece, la formazione “B” di C1, sconfitta in casa dal Sant’Angelo in Pontano per 5-2 (un punto a testa per Gallerani e Antonucci, con quest’ultimo – subito dopo – a un passo dall’impresa con il forte Giraldi) e ancora penultima in compagnia del Città di Castello. Scenderà in C2 una delle due: gli estensi possono permettersi l’arrivo alla pari grazie al saldo attivo negli scontri diretti, ma considerando la difficoltà dell’ultimo impegno (a San Marino) sarà necessario tenere d’occhio anche il risultato degli umbri, impegnati in casa con il già promosso Lugo.



  • CAMPIONATI REGIONALI DI QUARTA CATEGORIA (MANZOLINO, 29/03/2015)

Continua, per il Tennistavolo Ferrara, la lunga serie di podi stagionali. Il club estense, infatti, ha centrato il bersaglio anche nei campionati regionali di quarta categoria. Simone Gallerani e Luca Antonucci hanno conquistato il titolo nel doppio maschile, confermando la vittoria della scorsa stagione. Ma non è tutto, perché anche Wassim Sankari è salito per due volte sul podio: la prima sempre nel doppio maschile (terzo posto, in coppia con Marco Pivetti dell’Audax Poviglio) e la seconda nel doppio misto (medaglia d’argento, insieme a Maria Elisabetta Debbi della Virtus Casalgrande). Nel doppio maschile Gallerani e Antonucci, terza testa di serie del tabellone, hanno conquistato la vittoria a coronamento di una grande prestazione, confermandosi formazione di assoluto rilievo per la categoria: 3-0 a D’Amore-Scaglioni, 3-1 a Sankari-Pivetti e, in finale, 3-1 alla coppia formata da Castelvetro e Gazzoni, già vincitori del torneo nazionale di Treviso ed entrambi più quotati dei ferraresi nelle classifiche individuali. Una partita molto bella e combattuta, quella decisiva, coincisa con la punta di rendimento stagionale di Antonucci, molto efficace sia in attacco sia in fase di blocco. Gallerani, dal canto suo, ha confermato la pesantezza della sua palla e la solidità di taglio e top-spin che gli stanno facendo scalare la classifica italiana. Sempre nel doppio maschile, Sankari e Pivetti, prima di cedere in semifinale a Gallerani e ad Antonucci, avevano fatto una bella impresa eliminando in quattro set i giovani Venturini e Mundo, seconda testa di serie del torneo. Mugellini e Romagnoli, invece, hanno perso nel turno inaugurale contro Berselli e Lamberti (0-3). Nel doppio misto Sankari, insieme alla reggiana Debbi, è giunto anche al match-point (non sfruttato) contro il duo D’Amore-Bineeva, che poi hanno conquistato il titolo imponendosi per 3-2. In semifinale, invece, era giunta una bella vittoria contro la coppia Zannoni-Nepoti (prima testa di serie del tabellone), battuta in quattro frazioni. Nel torneo di singolare (55 iscritti) la rappresentativa estense ha conquistato buoni piazzamenti, anche se non sono giunti acuti di rilievo. Il migliore è stato Gallerani, che dopo avere superato il girone iniziale solo per differenza punti ha raggiunto i quarti di finale (battuto da Farina, poi medaglia d’argento), con picchi di rendimento contro i temibili Pacchiosi (vincitore dell’ultimo torneo regionale) e D’Amore (ormai vicinissimo alla terza categoria), superati rispettivamente in cinque e quattro set. Antonucci ha raggiunto gli ottavi, cedendo anche per stanchezza a un ottimo Roncaccioli dopo quattro vittorie consecutive. Girone superato anche da Sankari e Mugellini, entrambi eliminati – poi – nei sedicesimi di finale. Non ha superato la fase iniziale, invece, Stefano Mari, reduce dal secondo posto nei campionati regionali di quinta categoria.



  • SERIE D2 – 1° CONCENTRAMENTO PLAY-OFF (22/03/2015)

Vento in poppa per il Tennistavolo Ferrara “C”, che ha vinto per 4-2 le due partite del primo concentramento (disputato a Manzolino), rispettivamente contro l’Unione 90 San Felice sul Panaro (due punti di capitan Romagnoli e uno a testa per Faccini e Andreoli) e contro il Carpi (doppiette di Romagnoli e Andreoli), ovvero le due avversarie più temibili del gruppo, che ora sono già state messe alle spalle dagli estensi nella classifica del gruppo. Non altrettanto si può dire per il Tennistavolo Ferrara “D”, per il quale, però, la qualificazione ai play-off di fatto era già stata il successo più grande. A San Venanzio di Galliera gli estensi (in campo con il quartetto composto da Sfrisi, Mari, Malagù e Bonora) hanno perso seccamente le due partite del primo concentramento: 0-6 contro il Rimini “B” e 1-5 con Imola (punto della bandiera di Sfrisi).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 12a GIORNATA (21/03/2015)

Con il successo per 5-2 colto a Verona contro il Redentore “A” la prima squadra del Tennistavolo Ferrara, in serie C1, ha conquistato la certezza matematica del secondo posto a due giornate dalla fine della stagione. In realtà resta anche una chance per la vetta, ma essa sembra più teorica che altro perché obiettivamente il Reggio Emilia – ancora imbattuto dopo dodici gare – ha già in tasca prima piazza e salto di categoria. Nel 5-2 in terra scaligera è andato in scena il rientro di Sani dopo l’infortunio al gomito che lo aveva fermato per oltre due mesi: il bravo pongista estense, autore di un grande campionato, ha subito dimostrato di “esserci”, lottando e perdendo le sue due partite solo al quinto set nonostante le scorie del forzato stop. A costruire il bottino per il successo hanno pensato il solito, granitico Curarati, giunto alla seconda tripletta di fila (in questo caso senza cedere alcun set) oltre che all’undicesima vittoria consecutiva in campionato, e un Caravita autore di due punti significativi contro Caloi e Ciacciarelli. Ben più difficile – e senz’altro preoccupante – è la situazione del secondo team societario di C1, non tanto per la prevedibile sconfitta interna (1-5: punto della bandiera di Gallerani su Molini) con il Cus Camerino secondo in classifica, quanto per le concomitanti vittorie di Sant’Angelo in Pontano e Città di Castello, dopo le quali gli estensi sono stati staccati dai marchigiani e raggiunti in terz’ultima posizione dagli umbri, nei confronti dei quali mantengono – però – il bonus del vantaggio negli scontri diretti. Ma è chiaro che la salvezza non è esattamente dietro l’angolo, e sarà tutta da conquistare nelle ultime due, difficili giornate.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 11a GIORNATA (14-15/03/2015)

A riposo le formazioni di D2 in attesa dei play-off promozione, il Tennistavolo Ferrara nella quart’ultima giornata di serie C1 coglie una vittoria e una sconfitta. La prima squadra – ancora priva dell’infortunato Sani, ormai in via di recupero – centra il nono successo stagionale (a fronte di soli due scivoloni) battendo in casa per 5-3 un Redentore Este “A” a forte rischio retrocessione e presentatosi al match rinforzato dall’ex seconda categoria Crivellaro, con il chiaro disegno di tentare il tutto per tutto. Nonostante le premesse non propriamente confortanti, gli estensi estraggono dal cilindro la classica prova d’orgoglio e così, grazie alla stupenda tripletta di Sergio Curarati (terzo en-plein di campionato per il capitano e percentuale di positività salita al 73%) e ai punti fondamentali di Caravita e Sankari, portano dalla loro parte l’inerzia di un match che alla vigilia sembrava tutt’altro che scontato. Curarati, giocando in maniera impeccabile, impreziosisce le sue tre vittorie cedendo un set in tutto (a Chinaglia) e battendo per 3-0 sia il temibile Pinato sia Crivellaro: ma contro quest’ultimo, attualmente numero 396 italiano, a firmare la grande impresa di giornata è soprattutto Wassim Sankari, che conferma i grandi progressi dell’ultimo periodo battendolo in cinque frazioni dopo avere rimontato da 1-2 in un incontro ricco di tensione. Guido Caravita, dopo avere battuto con qualche apprensione Chinaglia, cede a Crivellaro e gioca – subito dopo – una bellissima partita con il giovane Pinato, cedendo solo al quinto set dopo una vera battaglia fatta di scambi spettacolari. Il Tennistavolo Ferrara, quindi, anche a ranghi ridotti resta saldamente secondo nel girone, a conferma della sua solidità di squadra. Grave sconfitta, invece, per la seconda formazione societaria, che cede per 5-3 sul campo del fanalino di coda Osma Marsciano, fallendo un virtuale match-point in chiave salvezza. Uno scivolone – in realtà – giunto per un mix di situazioni avverse: l’orgogliosa prova del team locale (trascinato da Cerquiglini), l’infortunio al collo di Gallerani a match in corso, qualche scambio decisivo sfortunato ripartito tra i vari incontri e ben tre partite perse di misura alla “bella”. Gallerani ha combattuto stoicamente portando comunque alla squadra due punti, mentre Antonucci – dalla possibile tripletta, vanificata per due quinti set persi ai vantaggi – ne ha siglato solo uno giocando sotto tono rispetto allo standard, soprattutto in fase di attacco. Due sconfitte in altrettanti match, infine, per Mugellini. Incamerato questo brutto colpo, la lotta per la permanenza in categoria resta aperta, anche se per gli estensi adesso c’è qualche margine in meno: ma l’obiettivo – con tre giornate ancora da giocare – rimane alla portata.



  • CAMPIONATI REGIONALI DI QUINTA CATEGORIA (MANZOLINO, 08/03/2015)

Ennesimo acuto stagionale per il Tennistavolo Ferrara. Questa volta l’impennata arriva dall’importante palcoscenico dei campionati regionali, dove nella quinta categoria Stefano Mari sfiora il titolo dopo una stupenda corsa fatta di otto vittorie consecutive, interrotta sul più bello – nella finalissima – dall’esperto romagnolo Zambonini. La gara, come prevedibile, ha visto la partecipazione di moltissimi giocatori: ben 116, provenienti da tutta l’Emilia-Romagna. Mari, testa di serie numero 7 grazie all’ottimo rendimento in campionato, ha vinto senza perdere set il suo girone iniziale (contro il terzetto Grandi-Giannino-Dellarosa), per poi iniziare – nel tabellone a eliminazione diretta – una marcia non priva di difficoltà ma portata avanti sempre con estrema sicurezza. 3-1 a Messini, combattuto 3-2 a Bongiorni (con rimonta da 1-2), altra terna di 3-1 a Bacchi, al quotato D’Ercole e all’emergente Lamberti: giunto in finale, però, contro Zambonini, difensore di grande regolarità, l’atleta del Tennistavolo Ferrara ha pagato a caro prezzo anche la stanchezza, cedendo di misura (11-9) nel quinto set e con parecchio rammarico. La bellissima prova di Manzolino, comunque, conferma la sua sensibile crescita e rende praticamente scontata la sua promozione in quarta categoria a fine stagione. Nello stesso torneo ha giocato anche l’altro estense Cesare Malagù, che però non ha superato la prima fase anche per via di un girone tutt’altro che facile (sconfitte con Tioli e Castaldini, inutile successo con Rivi).



  • TORNEO REGIONALE SENIORES/VETERANI (SAN VENANZIO, 01/03/2015)

Il Tennistavolo Ferrara piazza un bellissimo tris, fatto di una vittoria, un secondo e un terzo posto. L’acuto principale è firmato da Wassim Sankari, che confermando la crescita di risultati delle ultime settimane vince brillantemente il torneo di doppio in coppia con il giovane e quotato bolognese D’Amore (Maior Castelmaggiore). Dopo i successi su Pacchiosi-Volpe e Bardi-Gazzoni il libanese, in finale, si impone in uno scontro in famiglia contro Simone Gallerani e Ugo Romagnoli, autori a loro volta di un ottimo cammino, che li aveva visti battere prima Citera-Drudi e poi Bini-Castelvetro (tiratissimo 3-2). Nell’atto decisivo la battaglia è accesissima e si risolve solo all’ultimo respiro del quinto set (11-8). Ma l’onda favorevole, per il Tennistavolo Ferrara, prosegue anche nel torneo di singolare. Simone Gallerani, su un qualificato lotto di 39 iscritti, chiude terzo dopo una striscia di cinque vittorie consecutive (a spese di Munerato, Bacchelli, Paretti, Casini e, soprattutto, contro il forte Zannoni, battuto per 3-0 nei quarti). La corsa del ferrarese, peraltro, avrebbe potuto allungarsi ulteriormente, se non fosse stato per la bruciante rimonta subìta per mano del parmense Pacchiosi (poi vincitore del torneo), che in semifinale gli annulla due set di vantaggio battendolo, poi, nella “bella”. Molto bravo – ancora una volta – Wassim Sankari, a sua volta sconfitto da Pacchiosi nei quarti: anche in questo caso lo stop giunge dopo un illusorio vantaggio di due set, ma ciò non macchia il giudizio su una prova davvero positiva, nella quale il libanese, sconfitti Lorenzini, Ballarin e Greco (combattuto 3-2) e persa di un soffio – in girone – una gara contro Toni (2-3), riesce a battere per 3-0 nientemeno che il riminese Citera, buon terza categoria e prima testa di serie del tabellone. Semaforo rosso nel girone iniziale, invece, per Ugo Romagnoli e Stefano Mari. Il primo cede nettamente a Carota e subisce due rimonte sia contro Serravalli sia contro Bontempo (doppio 2-3), mentre Mari supera Scaglioni in cinque set ma cede a Castelvetro e, di misura, a Greco.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 10a GIORNATA (21-22/02/2015)

E’ stato un altro week-end positivo per il Tennistavolo Ferrara, a segno per l’ottava volta con la sua prima squadra e in porto anche con le sue due formazioni di serie D2, entrambe qualificate per i play-off promozione. Ma andiamo per ordine. In serie C1 il team di punta della società ha sbancato i tavoli della temibile Zinella San Lazzaro per 5-1. Ancora una volta l’assenza obbligata di Sani per infortunio è stata compensata dall’ottimo rendimento di tutti i compagni. Di rilievo sia il due su due di un Caravita in gran forma, che con i successi su Chifen (3-1) e Mencaroni (sofferto 3-2) ha raggiunto il 70% di positività individuale in campionato (oltre che l’ottavo successo nelle ultime nove gare), sia la doppietta di capitan Curarati, che non ha ceduto set né a Zannoni né a Pasceri (con il quale si è preso la rivincita dopo il bruciante stop dell’andata) portando a cinque incontri la striscia vincente aperta in campionato. Grande protagonista di giornata, però, è stato anche Sankari, capace di battere il forte Zannoni (3-1) e davvero a un passo dal colpo con Chifen, contro il quale si era trovato in vantaggio di due set a conferma di uno spessore tecnico ormai consolidato. La squadra rafforza così il secondo posto in classifica, anche se per l’unico posto promozione Reggio Emilia sembra ormai imprendibile. Sempre in C1, il Tennistavolo Ferrara “B” – rimaneggiato per l’assenza di Gallerani, sostituito da un volitivo Bianchetti – ha ceduto nettamente in casa al San Martino Rimini per 1-5. Una gara che sarebbe stata proibitiva anche a ranghi completi e che così è diventata ulteriormente difficile. Per un Antonucci sotto tono rispetto allo standard abituale e per un Bianchetti capace di strappare un set al terza categoria Citera, la nota positiva di giornata è stata la promettente ripresa di Mugellini, che ha battuto in cinque tiratissime frazioni il più quotato Anelli interrompendo un digiuno che si protraeva dalla penultima giornata di andata. La formazione estense mantiene due punti di vantaggio sulla zona retrocessione e con il vantaggio del saldo positivo negli scontri diretti con il Tifernum, ma la battaglia per la salvezza è tutto fuorché chiusa. In serie D2, intanto, la stagione regolare ha già raggiunto il suo ultimo atto con i due team societari che hanno centrato brillantemente i play-off per la promozione. Il Tennistavolo Ferrara “C” ha chiuso il suo girone al primo posto, senza alcuna sconfitta e con un eloquente +4 sulla seconda dopo il brillante 4-2 colto domenica a Bologna con la Fortitudo “3”, che nell’occasione si giocava il posto per gli spareggi che contano: un colpo reso possibile dalla bellissima doppietta di Faccini (successi su Ventre e Giuliana Ballardini, per un buon 63% di positività in regular season) e dai punti di Romagnoli (88% generale con un ottimo 15 su 17: di fatto la miglior media del girone) e di Benea (buon 50%). In attesa del rientro da infortunio di Andreoli (80% stagionale su dieci match disputati) la squadra può sperare concretamente nel salto di categoria. Sempre in D2, a segno anche la squadra “D”, che si giocava il terzo posto play-off nello scontro diretto a Manzolino con la Dynamis “C”. Ebbene, la vittoria è arrivata (4-2) con doppietta del sempre positivo Mari (88% di positività complessiva e terzo miglior giocatore del girone: anche per lui, come per Romagnoli, 15 vittorie e 2 sconfitte) e punti pesantissimi di Malagù (53%) sul quotato Cerretti e di Sfrisi (44%) su Cacciapuoti, mentre Bonora (20%) nell’occasione non ha colto successi. Il Tennistavolo Ferrara, in questo caso, ha terminato la prima fase con sei vittorie, nessun pareggio e quattro battute d’arresto. In D3, infine, bilancio agrodolce. La formazione “E” societaria ha battuto per 4-2 il fanalino Fortitudo Bologna “5” con due punti del francese Travers – che ha finito la stagione regolare con il 75% di vittorie (12-4) – e due di Polloni (46%: 5-6), chiudendo il girone E al quarto posto con 9 punti, a una sola lunghezza dalla zona play-off. Nel campionato si è bene espresso anche Bianchetti con il 71% di positività (10-4) prima del passaggio in C1, mentre Hachfeld, Mainardi, Saracino e Viganelli non hanno saputo rompere il ghiaccio. Nel gruppo F di D3, invece, la squadra “F” si è congedata perdendo per 0-6 a Manzolino: gli unici a conquistare punti durante la stagione sono stati Tecchio e Giovanni Bertelli (due vittorie a testa), ma il reale obiettivo della società – che era di consentire ai giovani del vivaio di fare per la prima volta un’esperienza continuativa a livello agonistico in vista del futuro – è stato senz’altro raggiunto.



  • SERIE A2 VETERANI – SECONDO CONCENTRAMENTO (CASERTA, 14-15/02/2015)

Il Tennistavolo Ferrara, nel campionato di serie A2 Veterani, centra la qualificazione ai play-off per il salto nella massima serie (dove manca dalla stagione 2010/2011) e nello spareggio in programma in giugno a Torino si giocherà tutto con l’Olimpia Bergamo, in gara unica. E’ questo il verdetto del secondo concentramento della manifestazione, disputato – per quanto riguarda il girone B – nello scorso week-end a Caserta. Gli estensi hanno chiuso la prima fase del campionato al comando della classifica con un bilancio globale di cinque successi e due sconfitte. I passi falsi, entrambi ininfluenti, sono giunti proprio nelle tre gare finali giocate a Caserta (2-3 contro il Futura Ciampino – un punto per Curarati in singolare e doppio a segno – e 0-3 contro i padroni di casa del San Nicola), ma il poker di vittorie conquistato nel primo round del campionato (in novembre a Casamassima) e il bellissimo 3-2 di domenica nello scontro diretto al vertice contro la Stella del Sud Napoli, fino a quel momento imbattuta, hanno creato i presupposti per la bella impresa. Nel match con i partenopei, rivelatosi determinante, l’ex di turno Zakaryan ha imposto agli estensi un doppio stop (anche se uno splendido Curarati, dopo un’esaltante rimonta, lo ha costretto ai vantaggi della “bella” per poi subire uno spigolo decisivo), ma l’ottima prova del doppio Curarati-Antonucci (a segno in quattro set) e le due vittorie colte sull’ostico Savanelli, battuto per 3-1 sia da Curarati in apertura sia da Antonucci nell’ultimo e decisivo match, hanno ribaltato la situazione a favore del Tennistavolo Ferrara. Allargando l’orizzonte all’intero campionato, spicca il 9 su 11 di capitan Curarati, terzo miglior giocatore del girone B dietro a Iozzi e Zakaryan (gli unici a batterlo, e sempre in cinque tiratissimi set), ma determinante per il primo posto finale è stato anche il 5 su 8 di un ottimo Caravita, in campo solo nel primo dei due concentramenti e sempre fondamentale per i successi che in definitiva hanno lanciato da subito la squadra. L’innesto di Antonucci al fianco di Curarati nel round di Caserta ha poi rilanciato con forza il doppio estense, tradizionale punto di forza della team che però, fino a quel momento, aveva sempre perso: eloquenti, in questo senso, sono state le brillanti affermazioni su coppie quotate come Iozzi-Sciarrone e Zakaryan-Savanelli. Poca fortuna, invece, per Mugellini, alle prese con una stagione difficile.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 9a GIORNATA (07-08/02/2015)

Netto 5-1 casalingo al “fanalino” Primavera Buttapietra, e la prima squadra del Tennistavolo Ferrara, in serie C1, torna rapidamente al successo dopo il passo falso di misura subìto a Modena. L’assenza dell’infortunato Sani, questa volta, non ha alterato le chances estensi e le doppiette di un ottimo Caravita (che battendo Salaorno e il promettente Romano ha raggiunto la quota di sei successi nelle ultime sette gare, a conferma della buona forma già emersa in allenamento) e di capitan Curarati (due battaglie vinte al quinto set), unite al bel punto colto da Sankari sul più quotato Filippi, hanno spianato la strada verso la settima affermazione stagionale, che consolida il brillante secondo posto in classifica. La formazione “B”, sempre in C1, invece non è riuscita a sovvertire il pronostico sul campo della capolista Acli Lugo, che si è imposta per 5-3. I ferraresi sono stati a lungo in partita, ma alla fine tre quinti set persi (due di un soffio da Gallerani, uno da Mugellini) hanno fatto la differenza: in particolare quelli di Gallerani, che prima – giocando alla grande – ha sfiorato l’impresa con il forte Federico Pollino e poi, nell’ottavo match, contro Tampieri ha interrotto sul più bello una rimonta a sensazione con la quale stava compensando un avvio sotto tono. Antonucci, nonostante una prova alterna, ha conquistato due punti contro Tampieri (3-2) e il temibile Giandomenico Pollino (3-0), quest’ultimo battuto in precedenza anche da Gallerani (3-1). In classifica non cambia granché, con gli estensi ancora con tre squadre alle spalle e quindi, al momento, in zona salvezza: ma la lotta, con cinque giornate da disputare, sarà lunga. In serie D2, a un solo turno dall’epilogo della stagione regolare, il Tennistavolo Ferrara “C” ha già staccato il biglietto per i play-off promozione assicurandosi la certezza matematica del primo posto: il tutto dopo la vittoria per 5-1 sul campo del San Martino Rimini “A”, giunta grazie alla sicura doppietta di Romagnoli, ai due punti (entrambi giunti in tre set) di un buon Faccini e a un successo di Benea, che ha ceduto (contro Guidi) l’unico incontro al fotofinish della bella. In un altro girone play-off possibili, ma non ancora sicuri, anche per la formazione “D”, che si giocherà tutto nello scontro diretto nell’ultima gara a Manzolino contro la pari-classifica Dynamis. Nel frattempo, come da pronostico, la squadra ha ceduto in casa con la capolista Fortitudo Bologna “4” (2-4), con Mari e Sfrisi a segnare i punti della bandiera, il primo su Zerbini (3-2) e il secondo su Angelo Messini (3-0). In serie D3, infine, il Tennistavolo Ferrara “E” ha perso il derby in trasferta con il Reno Centese “B” (5-1), che si è assicurato un posto negli spareggi-promozione: i play-off, in realtà, sono ancora alla portata anche per la squadra estense, che si contenderà il terzo posto utile con il Nettuno e potrà beneficiare, nell’ultima giornata, di un turno sulla carta favorevole. A Reno Centese il punto è giunto grazie a Bianchetti, a segno su Diaco (3-0). Nelle file di casa, invece, due vittorie per Luparu e una a testa per Rimondi e per lo stesso Diaco. In un altro girone i giovani del Tennistavolo Ferrara “F” hanno perso per 4-2 (un successo a testa per Tecchio e Giovanni Bertelli) contro la terza squadra del Reno Centese.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 8a GIORNATA (31/01/2015 e 01/02/2015)

Il girone di ritorno del campionato di C1 inizia con un importante acuto del Tennistavolo Ferrara. A compierlo è stata la squadra “B” societaria, che battendo in casa per 5-3 il Tifernum Città di Castello – una delle dirette antagoniste per la salvezza – ha fatto un passo di grande peso specifico in chiave futura. Mattatore di giornata è stato Simone Gallerani, autore di una prestazione magica, senz’altro tra le migliori della carriera: per lui tre punti meritati, uno dei quali – il più insperato – sull’ex-nazionale Del Tomba (tiratissimo 3-2, con rimonta da 1-2), avversario che appariva assolutamente fuori portata. A coronare la prima tripletta di Gallerani in C1 sono poi giunti i rapidi 3-0 a Scottoni e Braccioni, giunti senza il minimo cedimento, né tecnico né nervoso. Antonucci, nonostante le precarie condizioni fisiche e il poco allenamento, a sua volta ha dato un contributo fondamentale superando Scottoni (in quattro set) e Braccioni (in tre) e giungendo a sua volta a un passo dall’exploit contro Del Tomba (2-3, ma vinceva per 2-1 e 7-4 nel quarto set). Ora il Tennistavolo Ferrara “B” ha alle spalle tre squadre, e con Città di Castello – in caso di arrivo alla pari – potrà anche contare sullo scontro diretto favorevole. L’orizzonte, insomma, per quanto ancora non tranquillo sembra meno difficile. La prima squadra societaria, invece, ha perso sul difficile campo della Villa d’oro Modena per 5-4, sfiorando comunque l’ennesimo successo (rimonta da 2-4) nonostante l’assenza dell’infortunato Sani, primo giocatore del team per percentuale di vittorie. Curarati e Caravita hanno giocato con efficacia cogliendo due punti a testa: il primo contro Sala e Patera, il secondo contro Patera e l’emergente Mundo. Peccato per i due quinti set persi da Sankari. Il Tennistavolo Ferrara, in ogni caso, resta saldamente in seconda posizione in un girone, peraltro, nel quale il primo posto della corazzata Reggio Emilia non era in discussione neppure prima. Un passo falso quindi indolore. In serie D2 la squadra “C” estense ha ipotecato i play-off vincendo lo scontro diretto a Castelmaggiore contro la Maior 3 per 4-2. Alla vigilia sembrava una gara proibitiva, e invece i ferraresi si sono imposti in maniera limpida. Sugli scudi capitan Romagnoli, autore di due punti (uno dei quali sul quotato Maida), ma decisive per il fondamentale successo si sono rivelate anche le vittorie di Faccini (su Guerrini) e di Andreoli (contro Scalorbi), quest’ultimo stoicamente in campo nell’ultimo match per garantire il fondamentale successo nonostante i problemi fisici e la totale assenza di allenamento. Sempre in D2, è andata a segno anche la formazione “D”, che con doppietta del sempre affidabile Mari e un punto a testa di Sfrisi e Malagù ha battuto in casa il Renogalliera “B” per 4-2 (vendicando la sconfitta dell’andata) e ora è seconda in classifica, a sua volta in corsa per i play-off promozione. In serie D3, infine, il Tennistavolo Ferrara “E” ha ceduto per 4-2 sul campo dell’imbattuta capolista Castenaso con una vittoria a testa per Bianchetti e Travers. La squadra è quarta in graduatoria.



  • TORNEO NAZIONALE “BLU” TOP 453-2000 (MODENA, 24-25/01/2015)

L’ultimo test in vista della ripresa dei campionati a squadre non propone grandi soddisfazioni al Tennistavolo Ferrara, per quanto numericamente la rappresentanza estense sia buona (cinque atleti). Il migliore – su un lotto di 204 iscritti – è Sankari, che brilla nel suo girone di prima fase battendo il quotato Spagnolo (3-2), Bellotti (3-1) e sfiorando l’impresa con il vicentino Cocco (2-3). Nella fase a eliminazione diretta il libanese impegna allo stremo anche il forte Nocera, cedendo nei trentaduesimi al quinto set. Gallerani e Mugellini, invece, chiudono senza acuti nei 128. Il primo vince il suo girone di prima fase grazie ai successi su Guarnerio e Nastase (doppio 3-1) e nonostante lo scivolone in quattro set con Orlandi; il secondo, invece, supera il proprio gruppo da secondo in maniera avventurosa grazie alla differenza set, dopo un solo successo (3-0 a Raccanello) e due sconfitte (2-3 con Bini e 0-3 con Vendramini). Nella fase a eliminazione diretta Gallerani cede subito a Marcianò (2-3), mentre Mugellini si arrende a Di Chiara (1-3). Tutte sconfitte, invece, per Romagnoli e Mari, entrambi quarti nel loro girone di qualificazione: il primo impegna il più quotato D’Amore (1-3) ma perde nettamente con Simonetti e Perri, il secondo coglie complessivamente due set ma cede al terzetto Biasibetti-Ramazzina-Filippi.



  • TORNEO REGIONALE TOP 453-2000 e TOP 121-452 (MANZOLINO, 11/01/2015)

Nel torneo di quarta categoria (61 iscritti) Antonucci e Sankari sono entrambi approdati alla fase a eliminazione diretta dopo avere chiuso al secondo posto il proprio girone di prima fase. Antonucci, autore di una prova alterna e nel complesso sotto tono, ha battuto Milza (3-0) e Favi (3-1) perdendo con l’ostico rumeno Scurtu (1-3). Sankari, invece, ha centrato i suoi due successi superando il temibile Lamberti (netto 3-0) e il bolognese Ventre (stesso punteggio), con prevedibile passo falso, invece, con il più quotato Pivetti (0-3). Nella fase a eliminazione diretta Antonucci ha ben giocato con il giovane e forte Venturini (3-1) prima di fermarsi negli ottavi contro Gazzoni (0-3, con due set persi di un soffio e prova comunque in calando rispetto al turno precedente). Sankari, invece, dopo un avvio scoppiettante ha subìto la rimonta di Scurtu, cedendo in quattro set nei sedicesimi. Nel torneo di terza categoria il migliore è stato Giulio Sani, che su un lotto di 31 iscritti ha chiuso negli ottavi di finale dopo avere chiuso a punteggio pieno e con autorità la prima fase (3-0 a Foracchia e a Toni, 3-1 al temibile Castelvetro) ed avere ceduto di un soffio – soprattutto a causa di una partenza sotto tono – al giovane modenese Mundo, sembrato davvero in ottima forma, cui ha rimontato due set prima di arrendersi per 8-11 nel quinto. Antonucci e Sankari, qualificati dal torneo inferiore, sono stati eliminati in girone: il primo, condizionato anche dalla stanchezza, ha ceduto per la prima volta in carriera a Troni (1-3), ha rischiato il colpaccio con il quotato Citera (2-3) e infine, in un incontro senza più significato, ha battuto Sarti (3-0). Sankari, invece, ha chiuso il girone senza vittorie, superato da Verati (0-3), Cazzella (2-3) e Seidenari (1-3).



  • TORNEO REGIONALE OVER 2000 (MANZOLINO, 06/01/2015)

Il Tennistavolo Ferrara inizia il 2015 con un promettente podio. Nella prova di doppio, infatti, Claudio Faccini e Paolo Bianchetti hanno centrato la semifinale su un lotto di sedici coppie iscritte, battendo Clabacchi-Rosati (3-2) e Poppi-Fornasari (3-0) prima del semaforo rosso contro Cuoghi-Melacotte (0-3), poi vincitori del torneo. Nel tabellone di singolare (97 partecipanti) Faccini ha chiuso nei sedicesimi di finale con tre successi (3-0 a Puccini, 3-0 a Deluigi, 3-1 a Gualdi) e anche una discreta dose di sfortuna, visto che le due sconfitte, tra cui quella decisiva, sono arrivate per mano di Cuoghi (0-3) e Barracca (2-3), giunti poi in semifinale. Bianchetti, invece, non ha superato la prima fase: dopo la vittoria su Lorenzini (3-0) sono infatti arrivate le battute d’arresto contro Mengoli (1-3) e Mazzone (bruciante 2-3 di misura), con conseguente terzo posto in girone.



  • TORNEO INTERREGIONALE 4a CATEGORIA (SERMIDE, 27/12/2014)

Ancora una bella soddisfazione per il Tennistavolo Ferrara e, nel caso specifico, per Giulio Sani. L’atleta estense, autore finora di una splendida stagione che gli ha consentito un ottimo exploit nelle classifiche nazionali, ha infatti vinto il torneo interregionale di quarta categoria disputato a Sermide nello scorso fine settimana. Trentadue i giocatori iscritti alla manifestazione, provenienti in particolare da Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia. In semifinale – dove è giunto senza particolare affanno – Sani ha superato il quotato Pontiggia, mentre in finale il successo è arrivato in tre set sul forte Castelvetro. Bene, nello stesso torneo, anche Wassim Sankari, autore di una buona prova e battuto proprio da Sani nei quarti di finale, e Stefano Mari, che dopo avere superato il girone iniziale ha chiuso negli ottavi.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 7a GIORNATA (20-21/12/2014)

Torna rapidamente al successo, la prima squadra del Tennistavolo Ferrara: 5-2 a Este, sul campo del La Perla Star, e secondo posto confermato al giro di boa del campionato di C1, con la capolista Reggio Emilia due punti più in alto. In una giornata difficile per capitan Curarati, battuto due volte su due (prima da Menandro dopo avere sciupato due set di vantaggio e, in seguito, dall’ex terza categoria Paccagnan), la bellissima tripletta di un Giulio Sani sempre più scintillante e l’efficacia di Caravita, a sua volta senza macchia (due vittorie in altrettanti incontri), hanno comunque incanalato il match su binari positivi. Alla fine del girone di andata Sani, autore finora di una splendida stagione, si segnala addirittura come quarto giocatore del torneo (13 gare vinte, 3 perse, 81% di positività), Curarati segue al nono posto (10-6, 62,5%) e Caravita al decimo (8-5, 61,5%), mentre Sankari, assente a Este, viaggia con il 33% (2-4). La squadra a metà stagione vanta un ruolino di marcia che si commenta da solo: sei successi e una sola sconfitta. Un rendimento complessivo, insomma, davvero di alto livello. Niente da fare, invece, per la squadra “B” di C1, battuta in casa seccamente da una Juvenes San Marino dimostratasi sensibilmente più forte: ma lo 0-5 casalingo, apparentemente impietoso, in realtà è stato più combattuto di quanto sembrerebbe, visto che tre gare (Antonucci contro Muccioli e Avallone, Gallerani contro lo stesso Avallone) si sono chiuse al quinto set dopo battaglie molto tirate. Il Tennistavolo Ferrara, qui, giunge a metà campionato al quinto posto in compagnia del Città di Castello, restando in acque molto pericolose ma con due punti di margine sulla zona retrocessione. Antonucci vanta il 50% di positività (8-8), Gallerani il 36% (5-9), mentre Mugellini, per ora, ha vinto una sola gara, però determinante per il colpaccio a Sant’Angelo in Pontano. In serie D2 la formazione “C” del Tennistavolo Ferrara, ancora priva dell’infortunato Andreoli, ha pareggiato in casa (3-3) con la temibile Zinella San Lazzaro, con doppietta di Romagnoli (su Liberti e Bonicelli Dalla Vite) e un punto a sorpresa di Benea sul quotato Tomba, che il navigato atleta estense ha rimontato dopo avere perso senza storia i primi due set. Gli estensi sono primi, in coabitazione con la Maior 3 Castelmaggiore, che però ha giocato una partita in più. Nella stessa categoria, bella vittoria della squadra “D”, che in un altro girone ha espugnato San Lazzaro per 4-2 con un successo a testa di Mari, Malagù, Sfrisi e Bonora: il team, ora, è risalito in seconda posizione. In D3, infine, il Tennistavolo Ferrara è sceso in campo con la sola formazione “F”, superata nettamente in casa (0-6) dalla Maior Ponzi.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 6a GIORNATA (13-14/12/2014)

Lo scontro diretto al vertice in serie C1, per il Tennistavolo Ferrara, si è chiuso con una sconfitta di misura. A fare festa, infatti, è stato il Reggio Emilia, corsaro in terra estense per 5-3. Il terzetto di casa, però, ha combattuto alla grande, cedendo tre punti al numero uno avversario Bondioli ma restando in partita sino alla fine. Curarati, Sani e Caravita hanno saputo rimontare da 1-3 a 3-3, ma alla lunga hanno dovuto arrendersi a un’avversaria sulla carta più forte ma non così lontana, sul piano del rendimento, all’esame del campo. La battaglia per la promozione resta aperta. Il club ferrarese, invece, è andato a segno nell’altro “spareggio” di C1, questa volta valido per la lotta salvezza. La squadra “B” societaria, infatti, ha espugnato i tavoli dell’Eroica Sant’Angelo in Pontano per 5-3. Determinanti, in terra maceratese, le doppiette di Antonucci e Gallerani, oltre al punto fondamentale di Mugellini (primo successo in campionato) nel match inaugurale con il rumeno Anghel. Con questa vittoria il Tennistavolo Ferrara aggancia Città di Castello in quinta posizione, salendo a +2 sulla zona retrocessione, in una battaglia per la sopravvivenza che si annuncia comunque lunga e difficile. In serie D2 la squadra “C”, priva di Andreoli, ha pareggiato a sorpresa per 3-3 sul campo del fanalino Maior R1 Castelmaggiore, con due punti di Romagnoli e un successo di Faccini. Il parziale passo falso non ha inciso, comunque, sulla conferma al primo posto in classifica. Sempre in D2 il Tennistavolo Ferrara “D”, ha perso in casa con la Maior 4 con il punteggio di 2-4 facendosi raggiungere proprio dai bolognesi al terzo posto: un punto a testa per Mari (prima sconfitta in campionato) e Malagù. In D3 la formazione “E”, nel giorno del debutto di Mainardi, ha ceduto per 4-2 sul campo del Nettuno Bologna con un successo per Polloni e Travers. La squadra “F” dei giovani, invece, si è arresa sul campo della capolista Dibeneinmeglio per 6-0.



  • SERIE A2 VETERANI – PRIMO CONCENTRAMENTO (CASAMASSIMA, 6-7/12/2014)

Primo posto a punteggio pieno e Curarati miglior giocatore del girone. Il primo concentramento del campionato di serie A2 Veterani, disputato nello scorso week-end a Casamassima (Bari), è andato in archivio con grandi soddisfazioni per il Tennistavolo Ferrara, che nell’occasione ha potuto contare anche su Guido Caravita (al debutto in categoria) ed Enrico Mugellini. Il club estense ha inanellato quattro successi di fila, tutti per 3-2, che al giro di boa della stagione regolare lo issano in vetta insieme alla Stella del Sud Napoli dell’ex Zakaryan, con ben quattro punti di vantaggio sulle terze e già ora con la concreta possibilità, quindi, di conquistare uno dei due posti play-off che in primavera metteranno in palio la promozione in serie A1. Decisivo per la qualificazione agli spareggi sarà il secondo concentramento di A2, in programma in febbraio a Caserta. Le vittorie, in terra pugliese, sono giunte rispettivamente contro il Castello Silver Roma (Caravita 2 punti, Curarati 1), contro la Vigor Velletri (Curarati 2, Caravita 1), contro i padroni di casa dell’Ennio Cristofaro (Curarati 2, Caravita 1) e, infine, contro il Sorrento (Curarati 2, Caravita 1). Non pervenuto il doppio, schierato in formazioni diverse ma sempre battuto nonostante l’ottima tradizione estense nella specialità. Curarati ha centrato le due imprese principali superando il barese Gambacorta, ex seconda categoria, e il temibile campano De Simone, rispettivamente numero 373 e 309 d’Italia, mentre Caravita – con grande freddezza – ha avuto il grande merito di fare il punto decisivo in tre incontri su quattro, con successi di spicco soprattutto contro il laziale Dicomani, altro giocatore dall’ottimo passato, e contro l’ostico barese Corbacio.



  • TORNEO NAZIONALE SENIORES (SAVIGNO, 6/12/2014)

Il Tennistavolo Ferrara viene rappresentato solo da Wassim Sankari. Il libanese del Tennistavolo Ferrara chiude nei primi trentadue (su 65 iscritti) il singolare maschile della categoria over 452 dopo avere superato da secondo il girone iniziale (pregevole, tra l’altro, la vittoria sul ben più quotato Artoni, quasi mille punti di differenza in classifica nazionale) e dopo avere ceduto al lombardo Castracane, dominatore della manifestazione sia in singolare sia in doppio. In quest’ultima prova, insieme al bolognese D’Amore, Sankari ha centrato la semifinale.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 5a GIORNATA (29-30/11/2014)

Cala un bel poker, il Tennistavolo Ferrara, nella quinta giornata dei campionati a squadre: quattro successi su un totale di sei incontri disputati, con la prima formazione societaria che conserva caparbiamente primato e imbattibilità in serie C1. Per il quartetto formato da Caravita (ottima doppietta, con sofferto 3-2 a Crivellaro e netto 3-0 al numero uno avversario Caloi), Curarati, Sani e Sankari, gli ultimi tre autori di un punto a testa, l’ennesimo acuto è giunto in casa contro il Redentore Este “B”, che per tre volte ha saputo portare gli estensi ai vantaggi del quinto set (molto bella soprattutto la partita tra Sani e Caloi) ma alla fine ha dovuto arrendersi con un pesante 5-0. Bella soddisfazione per Sankari, a segno con brividi contro Crivellaro e al secondo successo in campionato. Inutile sottolineare come l’attesa, ora, sia tutta per lo scontro diretto al vertice con il Reggio Emilia, previsto il 13 dicembre e dal quale dipenderanno buona parte delle speranze in chiave promozione. Pronostico rispettato, invece, sul fronte della seconda squadra di C1, che in un altro girone ha ceduto per 5-2 sul campo della capolista Camerino. Buona la resistenza di Antonucci e Gallerani, autori di un punto a testa (su Molini), ma avversari complessivamente più forti, trascinati da un ottimo Silveri (tre punti, ma vittoria tiratissima al quinto set con Antonucci) e dall’ex numero 6 italiano Piergentili. Nonostante la sconfitta, i risultati dagli altri campi mantengono difficile, ma comunque aperta, la lotta per la salvezza: e anche in questo caso, alla ripresa del campionato, il team estense sarà atteso da uno scontro diretto di vitale importanza a Sant’Angelo in Pontano. In serie D2 il Tennistavolo Ferrara “C” ha vinto in casa il big-match con la Fortitudo Bologna “3” chiudendo il girone di andata primo in solitudine e senza sconfitte (quattro vittorie e un pareggio). Il 4-2 sui felsinei (in rimonta da 0-2) porta soprattutto la firma di un grande Faccini (due punti su Marchioni e Ventre), ben coadiuvato da Romagnoli e Andreoli (un punto a testa), che al giro di boa in quanto a positività individuale vantano rispettivamente l’86% (6 gare vinte, 1 persa) e il 78% (7-2). Benea segue con l’80% (4-1), Faccini sale al 67% (6-3). Zona play-off anche per la squadra “D” di serie D2, seconda a -3 dalla vetta ma con due lunghezze di margine sulla quarta. Il successo interno per 4-2 contro la Dynamis “C”, che ha consentito il sorpasso sui modenesi, è giunto grazie alle doppiette di Mari e Malagù, che terminano l’andata rispettivamente con il 100% e il 56% di successi personali (8-0 e 5-4), seguiti – in casa estense – da Sfrisi (33%: 3 gare vinte, 6 perse) e Bonora (25%: 1-3). In serie D3, infine, la formazione “E” del Tennistavolo Ferrara giunge a metà stagione con un buon terzo posto dopo il successo per 4-2 sul campo della Fortitudo Bologna “5” (due punti per Bianchetti, 75% di vittorie finora con un buon 6 su 8, e doppietta per l’ancora imbattuto Travers, 6 su 6), mentre la squadra “F” ha ceduto in casa per 0-6 alla Dynamis “F” e cerca ancora il primo successo stagionale, per quanto tutti i suoi giovani, giornata dopo giornata, stiano facendo vedere progressi.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA (22-23/11/2014)

Primato e imbattibilità, per la prima squadra del Tennistavolo Ferrara, nel campionato di serie C1. Dopo quattro giornate il team estense è ancora a punteggio pieno in compagnia del Reggio Emilia, contro il quale giocherà in casa un big-match da brividi il prossimo 13 dicembre. Nel frattempo, però, l’importante è non perdere concentrazione e a quanto pare l’imperativo è ben presente ai protagonisti del campo. Sabato infatti, a Este contro il Redentore “A”, è giunta una bella vittoria per 5-2, in una gara che in realtà, nonostante la tripletta di capitan Curarati – a segno su Pinato, Chinaglia e Ravazzolo – e i due punti di Sani, è stata più combattuta del previsto con quattro partite su sette finite al quinto set (uno dei quali fatale a Caravita, che ha giocato un solo incontro al pari di Sankari). Curarati e Sani continuano a viaggiare alla grande, con un significativo 80% di positività individuale. A segno, nel girone I, anche la squadra “B”, che in realtà coglierà i primi due punti stagionali a tavolino per 5-0 in quanto l’avversaria di turno, il Marsciano, si è presentata in via Praisolo in formazione incompleta e, di conseguenza, non regolare per i regolamenti federali. Si annunciava un acceso scontro diretto in chiave salvezza tra i due fanalini di coda, ma le scintille si sono spente ancor prima di iniziare. La strada per la salvezza – per Antonucci, Gallerani e Mugellini – in ogni caso resta lunga e complessa, a partire dalla difficile trasferta di Camerino. In serie D2 il Tennistavolo Ferrara resta al comando del girone D con la sua terza formazione, che nonostante l’assenza di Romagnoli ha schiacciato il San Martino Rimini con un 6-0 casalingo che da solo spiega tutto. Impeccabili doppiette per Andreoli, Benea e Faccini, e primo posto (in coabitazione con la Fortitudo Bologna, prossima avversaria) tra l’altro rafforzato per la contemporanea sconfitta della Maior Castelmaggiore contro la Zinella. Il primato estense è limpido e ben testimoniato anche dalle percentuali individuali, che dopo la penultima giornata di andata vedono Romagnoli al 100%, Andreoli all’86%, Benea all’80% e Faccini al 57%. Scendendo in D3, le due squadre societarie hanno ceduto, in altrettanti derby, ai cugini del Reno Centese, in entrambi i casi corsari a Ferrara per 4-2. La formazione “E” è andata a segno solo con Bianchetti e un coriaceo Polloni (un punto a testa su Diaco) mentre le vittorie ospiti sono giunte con le doppiette di Rimondi e di un ottimo Daniel Luparu. La squadra “F”, invece, nonostante la sconfitta ha salutato – ed è fatto importante per il futuro – i primi successi individuali dei suoi giovani: Francesco Tecchio, a segno in cinque set su Balboni, e Giovanni Bertelli (3-0 a Brazzioli). Nel Reno Centese “C” due punti a testa per Botti e Alberto Ali Luparu.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (15-16/11/2014)

Continua a marciare in maniera spedita, la formazione di punta del Tennistavolo Ferrara. La terza giornata di C1 maschile ha coinciso, infatti, con il terzo sigillo stagionale: 5-3 casalingo alla Zinella San Lazzaro, in una partita decisamente strana visto che gli estensi, a un certo punto, si erano trovati a rincorrere addirittura sullo 0-3 dopo le sconfitte di Sankari contro Chifen, di capitan Curarati contro il giovane Pasceri e di Sani in cinque set contro Zannoni. L’innesto di Caravita a match in corso, però, ha dato la svolta: netto successo per 3-1 sul numero uno avversario Zannoni, conseguente sferzata alla squadra e rimonta poi diventata inarrestabile, firmata anche dalle doppiette di Sani e Curarati, che ora sono rispettivamente il quinto e il sesto giocatore nella classifica individuale di rendimento del girone F. Grazie a questa vittoria il Tennistavolo Ferrara conserva la vetta a punteggio pieno in compagnia del Reggio Emilia. Sempre in C1, musica opposta per il secondo club societario, che nel girone I, invece, insegue ancora la prima affermazione stagionale. La trasferta di Rimini, contro un San Martino comunque sulla carta più quotato, è stata decisamente amara (2-5) e la bella doppietta di Antonucci (a segno in cinque durissimi set sia su Anelli sia contro Gazzoni) non è bastata per centrare l’impresa. Mugellini cerca ancora il primo successo personale, mentre Gallerani è arrivato a un passo dal battere il terza categoria Citera. Si annuncia, nel caso della seconda squadra ferrarese, una stagione molto difficile in chiave salvezza, complice anche il buon livello medio del raggruppamento. In serie D2 la formazione C” del Tennistavolo Ferrara ha pareggiato per 3-3 il big-match casalingo con la Maior 3 Castelmaggiore e resta al comando della graduatoria insieme alla Fortitudo Bologna e alla stessa Maior, che però ha giocato una gara in più. Grande protagonista di giornata è stato capitan Romagnoli, ancora imbattuto in campionato e autore di due punti (entrambi in tre set) contro la forte coppia Maida-Matache. Di Andreoli su Guerrini (che non aveva ancora perso in campionato) la terza, preziosissima vittoria individuale di giornata. Primo scivolone stagionale, invece, per la seconda formazione societaria di serie D2 (attualmente, comunque, a un solo punto dal vertice), sconfitta a San Giorgio di Piano dal Renogalliera per 4-2 con doppietta di Mari, finora sempre a segno. Malagù e capitan Sfrisi, invece, non hanno conquistato punti. In serie D3, infine, il Tennistavolo Ferrara “E” (in formazione rimaneggiata) ha perso in casa per 1-5 contro la capolista Castenaso, con punto della bandiera di Bianchetti. La squadra viaggia a centroclassifica. A riposo, infine, la squadra “F”, che tornerà in campo nel prossimo turno.



  • TORNEO NAZIONALE “BLU” (TREVISO, 01-02/11/2014)

Nessun acuto di prima grandezza ma ottima affermazione di squadra, per il Tennistavolo Ferrara, nel torneo nazionale “blu” disputato a Treviso. Il decimo posto nella classifica di società su ben 57 club presenti, infatti, è il frutto di diversi buoni piazzamenti, che confermano il suo positivo inizio di stagione. Nel singolare maschile, in un lotto di 149 iscritti, quattro atleti estensi hanno chiuso nei primi 32. Il migliore è stato Enrico Mugellini, capace di raggiungere gli ottavi di finale (semaforo rosso contro Travaini, ma con tre set persi ai vantaggi) dopo una serie di cinque successi di fila, il più pregiato dei quali giunto contro il forte parmense Farina, numero 461 della classifica nazionale. Di rilievo anche le vittorie all’ultimo respiro su Simonetti (recuperati due set di svantaggio) e sull’ostico Maida (11-9 alla bella, anche in questo caso dopo avere rimontato una frazione di ritardo). Un turno in meno, invece, per il trio formato da Sani, Gallerani e Antonucci. Il primo, vinto senza affanno il girone iniziale, ha battuto l’emergente sanmarinese Giardi in tre set cedendo poi al coriaceo rumeno Mihaica (poi finalista) dopo cinque durissime frazioni. Percorso analogo per Gallerani, imbattuto nella fase iniziale e fermato nei sedicesimi dal quotato Coslovich (giunto poi nei primi quattro) dopo un buon avvio di match. Antonucci, invece, dopo un discreto torneo e alcune battaglie all’ultima pallina (persa quella con Lupattelli in girone, vinte quelle con Semenzato e Fabris) si è dovuto arrendere in tre set al giovane Cicchitti, figlio d’arte e destinato probabilmente a un brillante futuro. Romagnoli, archiviato il girone iniziale con un buon secondo posto (davanti a Sessoli e Di Maggio), ha perso al debutto nell’eliminazione diretta contro il promettente Millo, mentre Sankari è stato eliminato di un soffio nella prima fase con una buona dose di sfortuna durante il match decisivo (perso per 9-11 alla bella) contro il forte e più esperto Pavan. Nel doppio Antonucci e Gallerani hanno raggiunto i quarti di finale, mentre le coppie Mugellini-Romagnoli e Sankari-Pivetti si sono fermate negli ottavi.



  • TORNEO REGIONALE 5° CATEGORIA (MANZOLINO, 26/10/2014)

Rappresentano il Tennistavolo Ferrara tre atleti. Nel singolare maschile (104 partecipanti) supera il girone iniziale solo Benea, che per la prima volta approda alla fase a eliminazione diretta. Dopo la sconfitta iniziale contro Vitiello (1-3) il giocatore estense batte Zazzi (3-1) e soprattutto Castaldini (3-0), chiudendo il suo gruppo al secondo posto prima di cedere nel primo turno di seconda fase a Mengoli (1-3). Niente da fare, invece, per Bianchetti, battuto tre volte in girone (da Grandi, Zambelli e Cuoghi). Nel singolare femminile Maria Paola Hachfeld conclude al terzo posto.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (18-19/10/2014)

Il Tennistavolo Ferrara centra con il brivido la seconda vittoria consecutiva in C1. Davvero un week-end difficile oltre ogni attesa, quello della prima squadra societaria, che sul campo di un Buttapietra sulla carta meno quotato e oltretutto presentatosi a ranghi incompleti ha rischiato addirittura il passo falso, imponendosi – alla fine – con un soffertissimo 5-4. Fondamentali i tre punti del sempre efficace Giulio Sani, al momento quarto giocatore del girone F per percentuale di positività, in una giornata nella quale l’esordio di Sankari non è stato accompagnato da successi personali e Caravita e Curarati (una vittoria a testa) hanno ceduto rispettivamente all’esplosivo Filippi (2-3) e, a sorpresa, al giovane Romano (1-3). Resta comunque il fatto che, anche se con il fiatone, la squadra “A” conserva il vertice della classifica, condiviso con il Reggio Emilia e con il Redentore Este “B”, che però ha giocato una gara in più. Sempre in C1, ma nel girone I, la formazione “B” del Tennistavolo Ferrara ha ceduto nettamente in casa all’Acli Lugo (1-5), in un match sfortunato all’inizio (due brucianti sconfitte alla bella per Gallerani e Mugellini, rispettivamente contro Tampieri e Picu) e via via rivelatosi sempre più in salita. Il punto della bandiera è stato siglato da Antonucci (precedentemente battuto da un ottimo Pollino) in tre set su Tampieri. Il campionato, in questo caso, vede gli estensi già in piena bagarre per una salvezza che si annuncia tutt’altro che semplice, anche alla luce dei valori in campo nelle squadre avversarie. Le vittorie più convincenti della seconda giornata di campionato, alla fine, per il Tennistavolo Ferrara sono giunte dalla serie D2. La squadra “C” societaria – che viaggia a punteggio pieno – ha espugnato i tavoli della Zinella San Lazzaro per 4-2 (doppiette per gli ancora imbattuti Andreoli e Romagnoli), mentre la formazione “D” – neopromossa, ma anch’essa al secondo squillo consecutivo – ha a sua volta brillato travolgendo per 6-0 la seconda squadra della Zinella (due punti a testa per Mari, Malagù e Sfrisi). In serie D3 Il Tennistavolo Ferrara “E” ha pareggiato per 3-3 sul campo del Renogalliera (doppietta per Travers, fin qui sempre a segno, e un punto di Polloni), mentre la squadra “F”, tutta composta da giovanissimi, ha perso per 0-6 a Castelmaggiore ma con Tommaso Bertelli e Gavrila che hanno sfiorato il primo successo personale.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA (11-12/10/2014)

Quattro vittorie conquistate e una sfiorata, nel debutto del Tennistavolo Ferrara nei campionati a squadre 2014/2015. La giornata inaugurale ha subito dimostrato la forza della prima formazione societaria, che in C1 ha esordito battendo in casa per 5-2 la Villa d’oro Modena in un girone che, sulla carta, dovrebbe riservarle un ruolo da protagonista. Capitan Curarati ha centrato una bella tripletta dopo match a lungo combattuti (cinque set con l’ostico Mirabella, quattro con il giovane Mundo e altrettanti con Patera) e i successi conquistati da Caravita e Sani rispettivamente su Mirabella (3-0) e Mundo (3-1), a quel punto, hanno rapidamente chiuso il conto in un match nel quale gli estensi, peraltro, hanno concesso due gare agli avversari solo di un soffio. Vittoria sfuggita in extremis e in maniera bruciante, invece, per la formazione “B” di C1 (4-5), che a Città di Castello, contro un Tifernum forte dell’inarrivabile ex azzurro Del Tomba (tre vittorie senza set concessi), dopo avere a lungo condotto è stata superata sul filo di lana allo scoccare della quarta ora di gioco: sul 4-4 (doppiette di un buon Antonucci e di Gallerani sull’ex seconda categoria Braccioni e su Scottoni), infatti, nella nona e decisiva partita Mugellini non ha capitalizzato il vantaggio di due set e di 9-7 nel terzo, venendo rimontato e battuto dall’ostico Scottoni dopo un match durissimo. Orgogliosa dal primo all’ultimo istante, però, la resistenza degli estensi, in questo caso chiamati a una prevedibile, aspra battaglia per la salvezza. In D2, nel frattempo, il Tennistavolo Ferrara centrava due affermazioni nette. Addirittura schiacciante quella della squadra “C”, dilagante in casa contro la giovane Maior Fioretti (6-0), tornata a Castelmaggiore senza alcun set all’attivo. Davvero tanta la differenza in campo: due punti a testa per Benea e Faccini, uno per Romagnoli e Andreoli, che si sono alternati in campo. Sempre in D2, in un altro girone la formazione “D” sbancava i tavoli della Maior 4 per 4-2. Inappuntabile Mari (due punti colti in tre set), ben coadiuvato da Malagù e Sfrisi (un successo a testa), mentre Bonora, in campo nell’ultimo match, è stato superato solo alla bella dopo una gara comunque ben giocata. In D3 il club estense saluta l’inizio del campionato con una vittoria e una sconfitta. Lo squillo è arrivato per mano del Tennistavolo Ferrara “E”, a segno in casa con il Nettuno per 4-2. Sugli scudi capitan Bianchetti e il francese Travers (due successi a testa), mentre Maria Paola Hachfeld – per la prima volta con la maglia estense – e Saracino sono rimasti a secco pur dopo partite combattute. La formazione “F”, tutta composta da giovanissimi all’esordio in un campionato a squadre (Tommaso e Giovanni Bertelli, Gaia Bertaglia, Andrei Catalin Gavrila), infine ha pagato dazio di fronte all’esperienza del Dibeneinmeglio Bologna (0-6), ma nonostante le prevedibili sconfitte i segnali per il futuro sono stati senz’altro promettenti e soddisfano il tecnico Alessandro Andreoli.



  • TORNEO NAZIONALE VETERANI (SAN GIORGIO DI PIANO, 04-05/10/2014)

Precampionato d’oro per il Tennistavolo Ferrara. E’ proprio il caso di dirlo, perché dopo la vittoria conquistata in settembre da Caravita nel torneo open di Sermide adesso sono i veterani estensi a salire – e per ben due volte – sul gradino più alto del podio. Il torneo nazionale di San Giorgio di Piano, in realtà, ha coinciso con una vera e propria passerella fatta di vittorie e piazzamenti che hanno fruttato al club ferrarese anche uno storico primo posto nella classifica di società (sulla bellezza di 38 club e addirittura con il doppio di punti rispetto al quarto). L’exploit principale di giornata è stato centrato da Enrico Mugellini, che nel singolare della categoria over 60 (21 iscritti) ha messo in fila tutti a coronamento di una prestazione straordinaria. Dopo un agevole primo posto nel girone iniziale, l’atleta estense ha piegato Russo nei quarti (3-0), raggiungendo l’apice della sua corsa in semifinale (successo in quattro set sull’ex seconda categoria Maietti) e nell’atto conclusivo (perentorio 3-0 al veneto Rigotto). Nello stesso torneo, bene anche Romagnoli, secondo nel suo raggruppamento di prima fase e poi a segno con Bellotti (3-0) prima della resa di fronte al più quotato Rigotto. I due ferraresi hanno vinto anche il torneo di doppio, imponendosi per differenza set su un lotto di cinque coppie e con una bella affermazione, peraltro, contro i forti Maietti e Nazzari (3-1). Buone prove, per il Tennistavolo Ferrara, sono giunte anche nel singolare categoria 40-50 (42 iscritti ed elevato livello qualitativo), dove Sani e Caravita – alla prima uscita come veterani – hanno raggiunto rispettivamente i quarti e gli ottavi di finale. Sani, secondo in girone dopo una sconfitta con l’ostico Morante, ha disputato un’ottima fase a eliminazione diretta superando prima Grillo e poi, soprattutto, il n. 257 italiano Parronchi in tre combattuti set, prima di cedere con onore al forte lombardo Gusberti (n. 413), contro il quale – in girone – Caravita era invece andato a segno (3-2) confermando il suo positivo stato di forma. Proprio Caravita, dopo avere concluso senza sconfitte la prima fase, si è arreso al reggiano Bigi negli ottavi di finale. Nella categoria 50-60 (27 iscritti) Antonucci ha chiuso negli ottavi (sconfitta in tre set, tutti persi di misura, con il bravo toscano Conte) dopo avere concluso il suo girone iniziale al secondo posto mentre Bianchetti, all’esordio in un torneo nazionale, anche se eliminato nella prima fase ha disputato buone partite contro avversari di spessore quali Castelvetro, Leporale e Balleri. Nel doppio, Antonucci e Bianchetti hanno ceduto al primo turno contro Pontiggia e Offredi.

Clicca per ingrandire l'articolo Clicca per ingrandire l'articolo Clicca per ingrandire l'articolo

  • TORNEO NAZIONALE SENIORES (APPIANO, 04/10/2014)

Al torneo disputato in Alto Adige (41 iscritti) ha partecipato Sankari, che nella categoria over 452, dopo avere superato come secondo il suo girone (sconfitta iniziale in tre set contro Dean, successi su Pierro per 3-0 e su Michelon per 3-1), si è arreso in quattro frazioni a Galvagni nei sedicesimi di finale.



  • TORNEO OPEN – TOP 453-2000 e OVER 2001 (SERMIDE, 20-21/09/2014)

Sono subito scintille, al Tennistavolo Ferrara. Se il buon giorno si vede dal mattino, sperare in una stagione ricca di soddisfazioni non sembra certo vietato, visto che più brillante di così la “vernice” dell’annata agonistica 2014/2015 non avrebbe potuto essere. Il grande protagonista è stato Guido Caravita, che nel torneo open di Sermide ha messo in fila tutti conquistando con pieno merito la vittoria finale. Quarantaquattro gli iscritti, provenienti da Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Sicilia: un contesto senz’altro qualificato, nel quale l’atleta estense ha inanellato sette successi di fila, battendo nel girone iniziale il terzetto Battisti-Biasibetti-Luzzi e poi, nella fase a eliminazione diretta, Remelli (3-2), il quotato ed emergente Seidenari (3-1), Raggi (3-0) e, in una finale combattuta per tre set prima del colpo di reni decisivo, il forte nazionale paralimpico Alecci (3-2). Nello stesso torneo, molto bene si è comportato anche Sankari, secondo nel proprio girone di prima fase e capace, in seguito, di superare in quattro set il lombardo Olivieri prima di cedere di un soffio alla bella al veneto Balduin. Nel tabellone per non classificati, invece, niente da fare per Mari, eliminato nel girone iniziale. I risultati di Sermide lanciano con fiducia il Tennistavolo Ferrara verso il clou della stagione, come sempre rappresentato dai campionati a squadre, il cui inizio è previsto nel secondo week-end di ottobre. Una stagione, quella che sta cominciando, nella quale i trentadue tesserati della società estense garantiranno due formazioni in C1, due in D2 e altrettante in D3, senza dimenticare quella che parteciperà alla serie A2 nella categoria Veterani. Una delle squadre di D3 – fatto molto significativo – peraltro sarà completamente composta dai giovani del vivaio, a coronamento del buon lavoro che su questo fronte sta svolgendo il tecnico Alessandro Andreoli.

Clicca per ingrandire l'articolo

  • HOME
  • Sicurezza Informatica

    Soluzioni Sicure

    Articoli di: Luca Antonucci

    (Campionato 2013/2014)



    • CAMPIONATI REGIONALI GIOVANILI (CASTELMAGGIORE, 15/06/2014)

    All’ultimo atto agonistico della stagione 2013/2014 il Tennistavolo Ferrara partecipa con cinque atleti in erba, tutti al debutto assoluto in quanto frutto del lavoro iniziato nello scorso ottobre dal tecnico societario Alessandro Andreoli. Un appuntamento, quindi, significativo per un club che tra i propri obiettivi ha messo una costante attenzione per l’attività giovanile. Gaia Bertaglia non paga lo scotto del noviziato e chiude brillantemente al terzo posto la gara juniores, battendo in tre set Palumbi e mostrando carattere e bravura anche con le ben più quotate ed esperte Lorenzini (cui strappa il primo set) e Conti. Buoni segnali anche dal baby Francesco Tecchio (tra i giovanissimi), oltre che da Catalin Andrei Gavrila, Tommaso Bertelli e Giovanni Bertelli tra gli allievi. Molto soddisfatto, alla fine, il tecnico Andreoli, autore di un lavoro appassionato: “I nostri atleti sono stati molto bravi – spiega –. Esordire a livello agonistico non è mai facile, e al di là di questo va aggiunto che nei campionati regionali si sono trovati di fronte immediatamente i migliori delle rispettive categorie, cioè avversari molto più avanti di loro. Noi, inoltre, attualmente facciamo attività sul vivaio solo una volta a settimana e da appena sette mesi. In questo contesto, al di là della bellissima prova di Gaia Bertaglia, anche la resistenza e i set strappati da Tecchio, Gavrila, Tommaso e Giovanni Bertelli sono a mio avviso assolutamente indicativi”. Messo nel proprio forziere il bronzo di Gaia Bertaglia, il Tennistavolo Ferrara manda in archivio una stagione decisamente positiva, che nell’attività a squadre ha riservato una promozione (dalla D3 alla D2) oltre a un secondo posto e una salvezza in C1 (rispettivamente con la prima e con la seconda formazione societaria), mentre nei tornei ha regalato la bellezza di diciotto podi, quattro dei quali impreziositi dal primo posto (con due titoli regionali). L’unico rammarico è costituito dalla retrocessione delle due formazioni di D1, pronte a preparare una riscossa, comunque, nella prossima annata.



    • CAMPIONATI ITALIANI DI 3°-4a CATEGORIA e VETERANI (TERNI, 22/05-04/06/2014)

    Non giungono acuti dal palcoscenico tricolore. Nel singolo maschile di quinta categoria (423 iscritti) partecipano tre atleti del Tennistavolo Ferrara e supera il girone iniziale solo Malagù (successi su Colombo e Frattale dopo l’iniziale sconfitta con Dionisi). Nella fase a eliminazione diretta, però, il giocatore estense cede subito in tre set a Ercole. Eliminati nella prima fase Faccini (zero su tre, ma girone difficile con l’ex seconda categoria Battiati) e Mari, battuto due volte in rimonta e alla bella con molti motivi di rammarico (da Giuffrida e Polindi) prima della vittoria della bandiera con Vincenzi. Nel singolare di quarta categoria (449 partecipanti) passano il girone iniziale quattro estensi su cinque, ma viene eliminato malamente Antonucci sull’onda delle brutte sconfitte con Cirillo e Cuminetti (inutile, poi, il 3-0 conclusivo su Soderini). Il migliore è Sani, secondo nel suo raggruppamento di prima fase e brillante vincitore, poi, su Russo (3-0) e Palumbo (3-1) prima dello 0-3 nei trentaduesimi di finale contro il più quotato Ramezzana. Si ferma nei primi 128 un ottimo Mugellini, secondo in girone e poi a segno al quinto set su Madrigali prima del 2-3 con il n. 242 italiano Guastafierro. Gallerani (imbattuto senza set ceduti nel suo gruppo di prima fase) e Romagnoli (passato come secondo) vengono invece eliminati nel primo turno a eliminazione rispettivamente dal forte Piacente (1-3) e dal più quotato De Vecchis (0-3). Nel doppio di quarta categoria superano il primo turno sia Antonucci e Gallerani (a bersaglio su Cofano-Cuminetti) prima del rapido 0-3 con i giovani Merlino e Russo, sia Mugellini e Romagnoli, che battono la coppia Sabatini-Sabatini prima della sconfitta con Buccoli-Giorgi. Nella terza categoria il Tennistavolo Ferrara, invece, viene rappresentato solo a livello femminile da Silvia Traversi, che nel singolare (84 iscritte) inizia alla grande vincendo a punteggio pieno il suo girone con positivi di prestigio contro Macedone (n. 60 italiana) e Silvestri (n. 136) ma poi, nella fase a eliminazione, cede nei sedicesimi in quattro set contro la forte Bressan. Corsa breve, invece, nei doppi. Nel femminile, per la giocatrice estense, arriva un ko nel primo turno in coppia con l’umbra Meozzi, mentre nel misto giunge un’immediata eliminazione in coppia con il parmense Soragna. Sul fronte veterani, infine, partecipa solo Benea alla categoria 60-65 anni, perdendo tre gare su tre contro Stefanelli (1-3), Marras (2-3) e il forte Macerata.



    • CAMPIONATI REGIONALI DI 3a CATEGORIA (SAN GIORGIO DI PIANO, 18/05/2014)

    Partecipano due atleti del Tennistavolo Ferrara. Nel singolare maschile Simone Gallerani, qualificato dalla quarta categoria, vende cara la pelle e si toglie la soddisfazione di battere in quattro set il n. 189 italiano Silvestri. L’atleta estense, però, nonostante la bella impresa chiude il suo girone al terzo posto e non approda al tabellone a eliminazione diretta. Le sconfitte contro i terza categoria Pippo (1-3) e Pollino (2-3) comunque sono più che onorevoli e confermano il suo buon momento di forma. Nel singolare femminile non supera il proprio raggruppamento nemmeno Silvia Traversi, che cede alle più quotate Guidotti (1-3, ma con tre set persi di misura) e Stingo (0-3) cogliendo il successo della bandiera contro la giovane De La Cruz (3-0). Nel doppio femminile sempre Silvia Traversi, in coppia con Gaia Panziroli (San Polo), perde l’unica gara per il titolo contro le sorelle rumene Triboi (rapido 0-3), mentre il doppio misto formato da Traversi e Gallerani vince il primo match con la coppia Cartisano-Ballardini (3-1) per arrendersi in semifinale in tre set a Bacchelli e Triboi, poi vincitori del titolo.



    • TORNEO NAZIONALE “ROSSO” (TOP 151-450 e TOP 451-800) (TERNI, 10/05/2014)

    Strepitosa prova di Giulio Sani, che chiude rispettivamente nei primi sedici e nei primi otto le categorie 451-800 e 151-450, cogliendo una delle migliori performance di sempre per un giocatore del Tennistavolo Ferrara in un torneo nazionale. Nella prima delle due categorie (40 iscritti) il pongista estense chiude al secondo posto il suo girone cedendo al giovane D’Alessandris ma superando prima l’ex terza categoria Gala (3-1) e poi Coppola (3-2, rimontando da 1-2). Nella fase a eliminazione diretta, poi Sani batte anche l’abruzzese Manes (3-0) fermandosi solo negli ottavi – e al quinto set – di fronte al forte Grasso, seconda testa di serie del tabellone. Il piazzamento vale a Sani la qualificazione per il torneo superiore (categoria 151-450), nel quale arriva ancora più in alto. Prima, infatti, supera il girone cedendo all’esperto Caserta, sfruttando l’assenza del quotato Haidzis ma battendo il forte Cosimi (n. 413 italiano: 3-0); poi, nella fase a eliminazione, completa l’impresa eliminando prima Carloni (n. 324 italiano: 3-0) e poi l’emergente Giammarino (n. 230: 3-1), prima di arrendersi al quinto set al calabrese Mastroianni. Tornando alla categoria 451-800, in campo scende anche Simone Gallerani, che con una buona dose di sfortuna viene eliminato in girone per differenza set nonostante i successi su Zavattaro (3-0) e Colica (3-1).



    • CAMPIONATI REGIONALI DI 4a CATEGORIA (SAN GIORGIO DI PIANO, 04/05/2014)

    Ancora soddisfazioni per il Tennistavolo Ferrara, che conquista il secondo oro in otto giorni dopo quello vinto da Antonucci nel singolare veterani 50-60. Questa volta è un doppio a salire sul gradino più alto del podio: a fare loro il titolo sono Luca Antonucci e Simone Gallerani, che nel contesto di un tabellone molto qualificato (con 16 coppie al via: quella estense era la quarta testa di serie) superano in successione Ferrini-Gatti (3-0), Chifen-Mencaroni (3-0), Roncaccioli-Mundo (3-1) e, in finale, i parmensi Maccanelli e Milianti (combattutissimo 3-2). Un cammino caratterizzato da avversari competitivi e momenti anche molto difficili, che Antonucci e Gallerani però hanno saputo affrontare con la dovuta solidità, giocando con concretezza, carattere e imponendosi – alla fine – con merito. Corsa breve e sfortunata, invece, per Mugellini e Sankari, che alla prima uscita insieme giungono a un passo dalla vittoria sui forti Seidenari-D’Amore nel turno d’esordio, perdendo però in cinque set. Nel tabellone di singolare (65 iscritti), Gallerani brilla nuovamente chiudendo nei quarti di finale (2-3 proprio contro il talentuoso Seidenari) dopo una striscia di cinque vittorie consecutive (una delle quali con grande rimonta su Godio da 6-10 nella bella), mentre Antonucci – dopo avere vinto a punteggio pieno il proprio girone contro Liambo, Maida e Bardi – interrompe prima del previsto (sedicesimi di finale) la sua corsa cedendo a sorpresa (e in rimonta) all’esperto Milza (9-11 nel quinto set). Enrico Mugellini, secondo nel suo gruppo nella prima fase (vittorie su Maiani e Zambelli, sconfitta con Roncaccioli), termina nei primi trentadue, sfavorito dal penalizzante abbonamento contro il forte Azzaroni nel primo turno a eliminazione diretta (0-3). Wassim Sankari, invece, pur combattendo contro Mundo (1-3), Ghizzoni (1-3) e soprattutto Mencaroni (2-3, con due match-point non concretizzati nel quarto set) viene estromesso alla fine del girone iniziale confermando, però, tutto il suo potenziale.

    Clicca per ingrandire l'articolo

    • SERIE D3 MASCHILE – PLAY-OFF PROMOZIONE (MANZOLINO, 01/05/2014)

    Davvero una bella impresa, quella del Tennistavolo Ferrara in serie D3. Nei play-off disputati a Manzolino (due promozioni in palio per 12 squadre al via) la formazione estense strappa con pieno merito il biglietto per la categoria superiore. Il quartetto composto da Stefano Mari, Cesare Malagù, Andrea Bonora e Claudio Sfrisi conquista i due pareggi decisivi (3-3) contro l’Acli Lugo “A” e contro la Dynamis “E” al termine di confronti durissimi, tant’è che nel primo caso il Tennistavolo Ferrara prevale addirittura per differenza punti e nel secondo per differenza set. Sugli scudi Mari (imbattuto e indiscusso trascinatore, con quattro punti ripartiti equamente nei due match) e Malagù (una vittoria in entrambi gli incontri e altri due set decisivi nella sfida con Lugo contro il numero uno avversario Colombi), ma fondamentali per la promozione sono stati anche i quattro set conquistati da Bonora (pur se in due partite alla fine perse al quinto) nella gara con la Dynamis. Un altro bel successo, in una stagione finora decisamente positiva per la società estense, che ha seguito con diversi suoi tesserati gli spareggi promozione, festeggiando alla fine con i protagonisti del campo. Hanno inoltre partecipato alla cavalcata vincente, giocando qualche gara della stagione regolare, anche Claudio Polloni e Paolo Saracino.

    Clicca per ingrandire l'articolo



    • CAMPIONATI REGIONALI VETERANI (SAN GIORGIO DI PIANO, 27/04/2014)

    Tennistavolo Ferrara in luce nei campionati regionali veterani, disputati domenica a San Giorgio di Piano. Il bilancio, per la società estense, infatti è di un oro e due argenti. Il titolo è stato conquistato da Luca Antonucci nel singolare riservato alla categoria 50-60, mentre Ugo Romagnoli ha chiuso al secondo posto il torneo della categoria over 60. I due giocatori, poi, hanno brillantemente colto la piazza d’onore anche nel doppio, previsto – in questo caso – a tabellone unificato. Antonucci, al debutto nel secondo gruppo veterani dopo diversi titoli sfiorati nella precedente categoria d’età, ha onorato il ruolo di testa di serie numero 1 del torneo. Dopo avere vinto a punteggio pieno il suo girone (3-0 a Cremonini e 3-1 a Liambo), ha infatti superato il bolognese Bini in tre set e, in finale, il forte ravennate Castelvetro, già seconda categoria e contro il quale aveva sempre ceduto negli ultimi tre scontri diretti disputati. Antonucci, questa volta, dopo un’aspra battaglia è però riuscito a imporsi per 3-2, rimontando da 5-9 nel set decisivo, vinto per 12-10. Romagnoli, invece, ha iniziato il suo torneo di singolare vincendo per differenza set il suo girone (successi su Andalò e Paretti, sconfitta di misura al quinto set con Piccinini), per poi battere nei quarti per 3-1 il compagno di squadra Enrico Mugellini (in giornata negativa) e, in semifinale, l’ostico parmense Ferrarini (3-1). Nella gara decisiva per il titolo, però, il difensore estense si arrendeva in tre set al lughese Caroli. In doppio, infine, Antonucci e Romagnoli hanno perso in finale contro i favoriti Azzaroni-Andalò con un combattuto 3-1 dopo avere superato in tre set, nei turni precedenti, i romagnoli Giuliani e Clabacchi e i parmensi Gaiani e Milianti. Con questo risultato il collaudato duo del Tennistavolo Ferrara ha bissato l’argento di un anno fa.

    Clicca per ingrandire l'articolo



    • CAMPIONATI REGIONALI DI QUINTA CATEGORIA (SAN GIORGIO DI PIANO, 13/04/2014)

    Ennesimo podio per Wassim Sankari, questa volta nell’importante vetrina dei campionati regionali di quinta categoria, che da tempo, peraltro, gli va decisamente stretta. A San Giorgio di Piano, su un qualificato lotto di 77 iscritti, del resto il libanese era tra i favoriti della vigilia, accreditato della seconda testa di serie dopo avere colto, in questa stagione, un secondo posto, una semifinale e due quarti di finale a livello regionale e un terzo posto in ambito nazionale: una regolarità che non ammette discussioni, chiara anticamera alla scontata promozione a quarta categoria per la prossima stagione. Sankari in questa occasione si è arreso solo in semifinale per 10-12 al quinto set al giovane carpigiano Lamberti, che aveva battuto poco più di un mese fa a Collecchio: un verdetto che quest’ultimo dettaglio ha reso un po’ amaro ma che nulla toglie alla bontà del rendimento espresso. In precedenza, infatti, nei regionali l’atleta del Tennistavolo Ferrara aveva compiuto un percorso netto, vincendo in tre frazioni prima contro Fabbri e Poli in girone e poi rispettivamente contro Marchioni, Brighenti e Leprotti nel tabellone a eliminazione diretta. Corsa più breve, invece, per l’altro estense Stefano Mari, secondo nel girone iniziale, a segno successivamente con Campagnoli (3-1) nel primo turno a eliminazione diretta e infine battuto di misura (addirittura 13-15 nel quinto set) da Poppi, anche in questo caso non senza rammarico. I due giocatori, con questi risultati, hanno entrambi acquisito il diritto di partecipare ai campionati regionali della categoria immediatamente superiore.



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 14a GIORNATA (05-06/04/2014)

    Secondo posto per la prima squadra, sofferta ma meritata salvezza per la seconda. Il campionato di C1 termina con il Tennistavolo Ferrara a segno su entrambi i fronti, ed è un bel successo visto che la stagione, alla vigilia, si annunciava particolarmente difficile. Se la piazza d’onore della formazione “A” era già matematicamente sicura prima della disputa dell’ultima giornata (in cui il team ha sbancato il campo del Buttapietra “C” per 5-3 con doppiette di Curarati e Sani e con un punto di Sankari, a segno sul più quotato Salaorno), la salvezza della squadra “B” invece era a rischio e ancora tutta da conquistare. La classifica corta avrebbe potuto prospettare più combinazioni, ma il secondo team estense, dalla sua, aveva il vantaggio di potere essere arbitro del proprio destino, in quanto solo vincendo – e indipendentemente dagli altri – avrebbe conquistato la permanenza in categoria. Ebbene, nella classica partita da ultima spiaggia e circondato da un grande tifo il Tennistavolo Ferrara, giocandosi la stagione in un solo match, ha battuto in casa il già retrocesso San Marco Pordenone per 5-2 con tre vittorie di Antonucci e due di Gallerani, costringendo alla retrocessione il Venezia. Nel complesso, per la società estense è una stagione di C1 da ricordare. La prima squadra (undici vittorie e solo tre sconfitte) infatti ha navigato nelle zone alte sin dall’inizio, arrendendosi solo allo strapotere della corazzata Asola ma mostrandosi decisamente superiore a tutte le altre avversarie. Capitan Curarati ha garantito il solito bagaglio di solidità (76% di positività con ben 22 successi personali a fronte di appena 7 sconfitte), ma va rimarcata anche la grande stagione di Sani (65% di vittorie: bilancio di 17-9) e di Caravita (61% e 11-7), oltre al convincente debutto a questi livelli di Sankari, vincitore di 7 incontri su 21. Più sofferto – ma era ampiamente prevedibile – il campionato della formazione “B”, oltretutto penalizzata, all’inizio, dall’indisponibilità di Antonucci. Il rientro di quest’ultimo a fine andata, però, ha dato al team il cambio di passo (quattro vittorie di squadra nelle sette gare del ritorno, con l’aggiunta di una sconfitta per 4-5 con la terza in classifica), e proprio il 62% di positività personale di Antonucci (13 vittorie, 8 sconfitte), affiancato al 57% di un ottimo Gallerani (bilancio di 20-15) e ai punti importanti di Mugellini (10 vittorie) e Andreoli (decisivo nel primo match stagionale), ha portato alla rimonta dall’ultimo posto di metà stagione al sesto. Ben altra musica in serie D1, dove dopo il secondo concentramento di play-out le due formazioni del Tennistavolo Ferrara sono entrambe retrocesse (ma il verdetto era ormai annunciato). Nelle ultime gare, oltre al pareggio nel derby in famiglia (3-3: per la squadra “A” doppietta di Romagnoli e un punto di Benea, per la squadra “B” una vittoria a testa per Bianchetti, Cominato e Traversi), la formazione “A” ha pareggiato con Rimini (3-3: due punti di Romagnoli e uno di Faccini) e perso con Massalombarda (2-4: un punto Romagnoli e uno Benea), mentre il team “B” ha perso nettamente (doppio 0-6) contro Modena e contro il brillante Reno Centese di Piazzi, Simonati e Cavallini. In D3 il Tennistavolo Ferrara, già certo del secondo posto (23 punti, con bilancio di dieci vittorie, tre pareggi e una sola sconfitta), ha invece concluso la stagione regolare vincendo a Reno Centese per 5-1 (doppiette di Malagù e Mari e un punto di Bonora) e adesso attende i play-off promozione, in programma il 25 aprile. Per quanto riguarda le percentuali personali, il migliore della stagione è stato Malagù (21 vittorie e appena un ko: 95% di positività), seguito da Mari (7-1: 88%), da capitan Sfrisi (17-6: 74%), da Bonora (14-9: 61%), dall’esordiente Polloni (3-4: 43%) e da Saracino, in campo – però – per una sola gara.



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 13a GIORNATA (29/03/2014)

    Due vittorie e una sconfitta, per il Tennistavolo Ferrara, nella penultima giornata dei campionati a squadre. La formazione “A” di C1, battendo per 5-3 in casa il già retrocesso Elte 2000 Schio, si è assicurata la certezza del secondo posto finale del girone E alle spalle del già promosso Asola: la degna ciliegina di un’ottima stagione, nella quale gli estensi – non casualmente - piazzano tre giocatori nei migliori undici del raggruppamento. Il successo con i veneti è giunto dopo una partita solo apparentemente combattuta, in quanto nelle file scledensi solo Tisato (tre punti) si è dimostrato all’altezza della situazione, battendo nell’ordine Sankari (quarta sconfitta in cinque set per il libanese), Sani (3-1) e Curarati (3-2, con doppio spigolo a favore nei vantaggi della bella). Facili, per il resto, i cinque punti del Tennistavolo Ferrara sugli altri due giocatori ospiti: due vittorie a testa per Curarati e Sani, una per Sankari. La situazione a rischio, per contro, è quella della squadra “B” di categoria, che nel girone F a questo punto ha un’unica possibilità per la salvezza: battere in casa il già retrocesso San Marco Pordenone nell’ultimo match, perché nel caso di arrivo alla pari con Venezia e Pordenone gli estensi retrocederebbero per la classifica avulsa (che premierebbe i lagunari). A Udine, contro i forti Rangers, il Tennistavolo Ferrara ha combattuto ma senza sovvertire il pronostico. Una menzione di merito, però, va dedicata a Gallerani, che giocando a livello di terza categoria ha impegnato strenuamente Bertolini, n. 344 italiano, e battuto al quinto set il forte Pischiutti. Di Mugellini l’altro punto (sul baby Forgiarini, subentrato all’ottimo Petrani). Antonucci, partito male con Petrani, pur con un rendimento incostante è giunto alla bella sia con Bertolini sia con Pischiutti, peccando di concretezza nelle fasi più delicate. In serie D3 il Tennistavolo Ferrara ha battuto in casa la Maior Facchini per 6-0 con l’ennesima doppietta dell’ottimo Malagù e i due punti di capitan Sfrisi e del rientrante Mari. Troppo grande il divario con gli avversari. La squadra estense è già matematicamente certa del secondo posto.



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 12a GIORNATA (22-23/03/2014)

    In serie C1 il Tennistavolo Ferrara “A” sbanca il difficile campo del Benaco per 5-3, conservando la piazza d’onore del girone E, ora occupata in solitudine vista la contemporanea sconfitta del Vicenza sul campo della capolista Asola. Ancora una volta sugli scudi è Sergio Curarati, che sigla la seconda tripletta consecutiva battendo nell’ordine (e anche questa volta senza perdere set) Brassoli, Filippi e Vanzani, da lui superati anche nel match di andata. Molto bravo il sempre affidabile Sani, che cede di misura solo al numero uno avversario Vanzani (2-3) dopo avere battuto prima il più quotato Filippi e poi il numero tre avversario Brassoli. Nessun successo per Sankari, che però giunge a un passo dall’impresa contro Filippi, costringendolo comunque alla bella. Sconfitta bruciante, invece, per la formazione “B”, che pur vincendo un maggior numero di set (19 contro 17) e facendo un punto in più del Q4 Padova (343 contro 342) finisce per cedere a domicilio per 4-5, dopo essere stata a lungo in vantaggio, anche se sempre di misura. Una prova comunque orgogliosa, nella quale ai tre punti (senza set persi) colti da un positivo Antonucci contro Valentini, Toniato e Lincetto si è aggiunto quello di Gallerani in rimonta su Toniato. Peccato soprattutto per alcune partite perse in maniera rocambolesca e con non poca sfortuna nei momenti fondamentali: in particolare, quelle di Gallerani con Lincetto e di Mugellini (in campo nel nono e decisivo match al posto di Andreoli) contro Toniato. Il Tennistavolo Ferrara è stato così raggiunto dal Venezia e dovrà giocarsi tutto nelle ultime due giornate di campionato, con il vantaggio della migliore situazione negli scontri diretti con i lagunari, dote importante che darebbe la salvezza in caso di arrivo alla pari. Ferma la serie D1 in attesa del secondo concentramento dei play-out, in serie D3 il Tennistavolo Ferrara pareggia sul campo del Renogalliera “C” (3-3) con due punti del sempre efficace Malagù e uno di capitan Sfrisi. Sotto tono, questa volta, la prova di Bonora. La squadra, comunque, è ormai certa del secondo posto finale.



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 11a GIORNATA (15-16/03/2014)

    Due belle vittorie per 5-2, in serie C1, per il Tennistavolo Ferrara. Quella di maggior peso specifico in chiave classifica è stata ottenuta dalla squadra “B”, che ha conquistato punti d’oro per la lotta salvezza a Sarmeola contro la terza forza del girone F (priva però di Schuster, il suo uomo di punta). L’altra formazione, che nel gruppo E sembra ormai brillantemente destinata al secondo posto (non utile, però, per il salto di categoria), ha invece battuto in casa il Vicenza, bissando il punteggio dell’andata e raggiungendolo in classifica. A Sarmeola, dopo il pregevole successo di Mugellini sul più quotato Capputi, uno dei migliori giocatori del campionato, sono stati Antonucci e Gallerani – con le loro doppiette sul rumeno Mihaica e sull’esordiente Patron – a chiudere il discorso a favore degli estensi, che a tre giornate dalla fine del campionato mantengono così due lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione. Contro il Vicenza, invece, il grande protagonista del match è stato capitan Curarati, che ha battuto Pagliarusco, Simeone e Onofri senza perdere alcun set, ben supportato da un bravissimo Caravita (due punti). Vittorie sfiorate, invece, per Sani e Sankari. In serie D1, intanto, si è disputato il primo concentramento dei play-out salvezza e le due squadre del Tennistavolo Ferrara sembrano entrambe avviate, ormai, alla retrocessione. Dopo il successo per 5-1 della formazione “B” nel derby contro la formazione “A” (5-1 con doppiette di Testoni e Bianchetti e un punto di Cominato: sull’altro fronte punto di Romagnoli), i due team hanno raccolto solo sconfitte. La squadra “A” si è arresa a Massalombarda (1-5) e San Martino Rimini (1-5), in entrambi i casi con il solo Romagnoli a segno, mentre la formazione “B” ha ceduto alla Villa d’oro Modena (2-4: una vittoria a testa per Testoni e Traversi) e al Reno Centese (2-4: un punto a testa per Traversi e Testoni, nelle file centesi doppietta di Cavallini e un successo per Piazzi e Simonati). In serie D3, infine, il Tennistavolo Ferrara (secondo in classifica) ha pareggiato a Bologna contro il fanalino Di bene in meglio (3-3) con due punti di Bonora e uno di Sfrisi.



    • TORNEO NAZIONALE “BLU” (TOP 601-2000/M) [NOVARA, 08-09/03/2014]

    Partecipano al torneo piemontese tre atleti della società. Nel doppio maschile (22 coppie iscritte) Mugellini e Romagnoli giungono ai quarti di finale dopo avere superato due turni, ma qui cedono in tre set a Spagnoli e Deguidi. Nel singolare Mugellini chiude al secondo posto il suo girone battendo Crespi (3-0) e Curcio (3-0) e perdendo dal forte Rashidy (1-3), già vincitore in passato di un torneo nazionale in questa categoria: nella fase a eliminazione diretta, però, in seguito il ferrarese trova immediatamente semaforo rosso contro Derganz (1-3). Corsa finita già in girone, invece, per Romagnoli e Sankari. Il primo lo termina al terzo posto dopo la vittoria su Semperboni (3-0) e le onorevoli sconfitte contro Mazzoni (1-3) e De Lucia (2-3); il secondo, invece, finisce quarto cedendo nell’ordine a Paolinetti (2-3), Tripi (1-3) e Ceciliato (2-3) in gare che – per quanto visto in campo – sarebbero sicuramente state alla sua portata.



    • TORNEO REGIONALE OVER 2000 MASCHILE (CERVIA, 02/03/2014)

    Tre i rappresentanti del Tennistavolo Ferrara impegnati nel torneo romagnolo, cui hanno preso parte 79 giocatori. Bianchetti e Faccini si ritrovano nello stesso girone e passano entrambi alla fase a eliminazione diretta, rispettivamente come primo e come secondo, battendo entrambi Gilli e Monaco. Nella seconda fase, però, entrambi si fermano al primo scoglio: Bianchetti contro Pazzi (1-3) nei sedicesimi di finale, Faccini contro Cerretti (1-3) nei trentaduesimi. Eliminato nel girone iniziale, invece, Benea, giunto terzo dopo la vittoria su Scalborbi e le sconfitte contro Clabacchi e Scurtu, poi vincitore del torneo.



    • TORNEO REGIONALE TOP 601/2000 MASCHILE E TOP 198/400 FEMMINILE (COLLECCHIO, 02/03/2014)

    Silvia Traversi chiude al terzo posto su quattro iscritte il torneo femminile (successo su Severgnini, sconfitte contro Rubini e Stingo), mentre nel tabellone maschile (31 iscritti) Sankari viene eliminato in girone dopo la vittoria con Lamberti e le battute d’arresto subite contro i più quotati Milza e Milianti



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 10a GIORNATA (15-16/02/2014)

    Per il Tennistavolo Ferrara è stato un week-end amaro: cinque partite di campionato e altrettante sconfitte, con l’analogia dell’1-5 come risultato finale. Giornata da dimenticare, quindi, anche se in realtà tutte le gare vedevano le squadre estensi ampiamente sfavorite alla vigilia. In serie C1, nella terza di ritorno, la formazione “A” ha ceduto in casa all’imbattuta Asola, forte dei tre giocatori di miglior percentuale del girone. Così il punto della bandiera, siglato in quattro set da Giulio Sani su Rodella (n. 335 italiano), va senz’altro rimarcato come impresa di ottimo livello, che conferma il valore e la costanza di rendimento dell’atleta estense, finora protagonista di un grande campionato (11 gare vinte su 16). Ma anche i quinti set persi contro il bravo Freddi da Caravita e da Curarati (quest’ultimo, comunque, non all’altezza delle giornate migliori) sono la prova di una resistenza di squadra che comunque c’è stata nonostante la forza degli avversari. Il Tennistavolo Ferrara ora è terzo in classifica. Dura sconfitta anche per la formazione “B” di C1, che comunque era ampiamente chiusa dal pronostico sul campo della capolista Fortitudo Bologna, vincitrice per 5-1. Ancora di rilievo la prova di Simone Gallerani, che ha superato il più quotato Azzaroni (3-1) dopo un’ottima partita e impegnato il francese Barthomeuf, mentre Mugellini e Antonucci (battuto al quinto set da Andalò) non hanno colto vittorie. Il team estense in questo caso è ancora due punti sopra la zona retrocessione, ma i risultati non positivi giunti dagli altri campi mantengono difficile la corsa salvezza, che potrebbe decidersi solo nell’ultima giornata. In D1 invece è già finita la stagione regolare, con il suo atto finale ormai ininfluente per le due squadre del Tennistavolo Ferrara, già sicure della partecipazione ai play-out salvezza (dove peraltro partiranno nella seconda metà della classifica). La formazione “A” ha perso per 5-1 a Reno Centese (punto della bandiera di Romagnoli su Cavallini), mentre la squadra “B” si è arresa in casa al San Martino Rimini con lo stesso risultato (una vittoria di Testoni, che ha sfiorato la doppietta cedendo di un soffio al quotato Gazzoni). In serie D3 (terza di ritorno) lo scontro diretto al vertice tra Tennistavolo Ferrara e Zinella Metalparma “B” si è chiuso con il netto successo dei bolognesi (rinforzati per l’occasione e di conseguenza fuori portata) per 5-1, con punto della bandiera di Malagù: una sconfitta che di certo non macchia la bella stagione della squadra estense.



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 9a GIORNATA (08-09/02/2014)

    Turno positivo in serie C1, con le due squadre societarie entrambe a segno. E se la vittoria della formazione “A” sui tavoli del San Marco Verona sembrava scontata in partenza, non altrettanto si può dire per quella della squadra “B”, che battendo in casa il Venezia per 5-3 ha fatto un altro passo avanti importante per la salvezza dopo il colpo corsaro con La Perla. Partiamo proprio dal successo con i lagunari, contro i quali – peraltro – il Tennistavolo Ferrara ha capovolto a suo favore il bilancio dello scontro diretto. E’ stata una grande prestazione di squadra, con Gallerani (in grande giornata) a battere seccamente sia Dri sia Nordio e Mugellini (in netta ripresa) a cogliere due punti pesantissimi. Ma da ricordare è anche la prova di Antonucci, arrivato davvero a un soffio dall’impresa con l’ex seconda categoria Infantolino e poi, pur condizionato da sopraggiunti problemi alla schiena, a segno con carattere (anche se a fatica) contro Dri. Il Tennistavolo Ferrara, grazie ai quattro punti colti nelle ultime due giornate, in questo momento sarebbe salvo, ma la corsa per la permanenza in categoria è ancora lunga e difficile. La sensazione, però, è che l’innesto di Antonucci e la crescita generale della squadra abbiano aperto le porte alla speranza. Tutto facile, invece, per la prima formazione societaria, che ha passeggiato a Verona. Il 5-0 con il fanalino San Marco è stato firmato dalle doppiette di Sani e Sankari e dal quinto punto di Curarati. Il team in questo caso è secondo solo alla corazzata Asola, imbattuta. Di rilievo anche il quinto, sesto e ottavo posto rispettivamente di Curarati, Sani e Caravita nella classifica di rendimento del girone: un fatto che la dice lunga sulla compattezza della squadra. In serie D1, intanto, il campionato è già alla penultima giornata della stagione regolare. Le due squadre del Tennistavolo Ferrara sono già sicure di dovere partecipare ai play-out salvezza. La formazione “A”, quarta in classifica, domenica ha perso in casa per 4-2 con la capolista Castelmaggiore, con ottimi punti di Faccini (bellissimo positivo su Maida) e Romagnoli (su Alessandrini). La squadra “B”, ultima, ha ceduto a Lugo per 5-1 con vittoria della bandiera di Silvia Traversi e due gare perse di un soffio da Testoni. In D3, infine, il Tennistavolo Ferrara mantiene sia l’imbattibilità sia la vetta insieme alla Zinella San Lazzaro. Contro il Nettuno, sabato, gli estensi hanno vinto in casa per 6-0 con doppiette di Malagù (ancora imbattuto dopo 14 incontri), Bonora e Sfrisi.



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 8a GIORNATA (01-02/02/2014)

    Due vittorie in cinque gare, per il Tennistavolo Ferrara, nel primo appuntamento a squadre del 2014. In serie C1 la formazione “A” lascia a riposo Curarati e complice una giornata nel complesso modesta del collettivo cede per 5-0 in casa con il Buttapietra B, battuto largamente all’andata. Caravita si arena contro Crivellaro e Ciacciarelli, mentre Sani si arrende dopo una partita tirata al bravo Cucuzza. Sankari, infine, perde in maniera abbastanza netta i suoi due incontri. La sconfitta, in un girone dominato da Asola, ai fini della classifica non cambia nulla per gli estensi, che restano ottimamente secondi. Vittoria preziosa, invece, per la squadra “B” di C1, che espugna il campo del La Perla Star per 5-4 dopo circa quattro ore di gioco. Nella classica ultima spiaggia, indietro per 3-4, gli estensi reagiscono nel finale con il 3-0 di Antonucci su Pavan e il 3-2 da brividi di Gallerani su De Battisti. Entrambi i ferraresi colgono due punti, mentre Mugellini – subentrato ad Andreoli – batte Pavan in una partita molto importante. Nelle file avversarie tre punti dell’inarrivabile Gaybakyan. Il Tennistavolo Ferrara, grazie a questo successo pesantissimo, si rilancia nella corsa salvezza, chiudendo in vantaggio, peraltro, il doppio confronto con i veneti, fatto che sarebbe fondamentale in caso di arrivo alla pari. Passando alla serie D1, si registrano due sconfitte nette per le squadre estensi. La formazione “A” cede a Lugo contro l’Acli per 6-0 (anche se Romagnoli si arrende di un soffio alla bella sia con Ferri sia con Berardi) mentre la squadra “B” fa lo stesso in casa contro la capolista Maior 2 Fioretti, con Silvia Traversi che riesce a portare al quinto set il bravo Diani. In serie D3 tutto facile per il Tennistavolo Ferrara, che mantiene l’imbattibilità in campionato espugnando il campo della Fortitudo “A” per 5-1 con due punti a testa per Malagù e Sfrisi e una vittoria di Bonora.



    • SERIE A2 VETERANI – SECONDO CONCENTRAMENTO (CASAMASSIMA, 26/01/2014)

    Il Tennistavolo Ferrara, in terra barese, non ripete la buona prova offerta nel primo poker di gare a Padova. Gli estensi cominciano bene, battendo il Castello Silver Roma per 3-0 (vittorie di Curarati, Mugellini e del doppio Antonucci-Curarati) ma poi si arrendono negli altri due incontri, perdendo così la possibilità di conquistare il secondo posto utile per i play-off promozione. Nel primo caso la prova sotto tono di Antonucci incide nel 2-3 con Casamassima (doppietta di Curarati su Tangorra e Barbieri) mentre nell’ultimo match, contro i romani del Futura Open Informatica, la sconfitta giunge con il punteggio di 1-3 (a segno ancora Curarati su Auricchio). Gli estensi, comunque, concludono il campionato con un buon terzo posto, in coabitazione con Casamassima, senza avere mai rischiato di cadere nelle sabbie mobili della zona retrocessione. Curarati (nove successi in dieci partite) termina il campionato come miglior giocatore del girone. Discreto, nel complesso, anche il rendimento di Antonucci (50% di positività) mentre Mugellini chiude con una vittoria in cinque incontri e il doppio Antonucci-Curarati con un buon 66,7%.



    • TORNEO REGIONALE TOP 601-2000/M, TOP 600/M e TOP 198/F (SAN VENANZIO DI GALLIERA, 19/01/2014)

    Altri due piazzamenti da medaglia per il Tennistavolo Ferrara. Nel singolare femminile Silvia Traversi vince il torneo a punteggio pieno battendo Lorenzini (3-1), La Monica (3-0), Conti (3-1) e Hachfeld (3-0). Nel singolare maschile top 600 (29 iscritti), invece, Caravita è brillante semifinalista: dopo avere concluso il girone al secondo posto (sconfitta con Castelvetro, vittorie con Castaldini e Puglisi) il pongista estense fa l’impresa nel tabellone a eliminazione diretta eliminando la testa di serie n. 2 Guercio, numero 203 italiano (12-10 nel quinto set), e il terza categoria Bondioli, prima di cedere a Milza. Nel singolare maschile di quarta categoria (52 iscritti) partecipano in tre. Il migliore è Andreoli, che vince a punteggio pieno il suo girone (vittorie su Carota e Puglisi in cinque set) per poi perdere negli ottavi contro l’ostico Fabbri (12-10 al quinto set). Mugellini supera il suo gruppo come secondo (anche in questo caso due belle vincenti contro Guerrini e Cammarano, prima della sconfitta con Berardi) e poi cede nei sedicesimi a Sala in tre frazioni. Sankari, infine, chiude il suo girone al terzo posto perdendo con Venturini e Mirabella ma facendo un bel positivo contro il bolognese Bini. Nel doppio (dodici coppie al via) Andreoli e Mugellini colgono una vittoria importante contro i giovani D’Amore e Seidenari (3-2) per poi arrendersi ad Artoni e Campisi nei quarti di finale. Eliminazione al primo turno, infine, per Curarati e Sankari, battuti da Ghizzoni e Fiorentini.



    • TORNEO NAZIONALE “VERDE” (OVER 2000/M) [TERNI, 11/01/2014]

    Wassim Sankari di nuovo protagonista, questa volta a livello nazionale. Davvero una grande impresa, la semifinale colta a Terni su un lotto di 277 iscritti. Il libanese del Tennistavolo Ferrara anche questa volta, a livello di quinta categoria, mette a segno una marcia trionfale con otto vittorie consecutive (su Paniccia, Landi, Cicerone, Lombardi, Raccanello, Pettinaro, Denaro e Leopardi) prima della sconfitta con Conte in quattro set. Supera il girone anche Faccini, secondo grazie alle vittorie su Mengoli e Forestieri: nella fase a eliminazione diretta, però, il ferrarese cede subito a De Luca, poi approdato ai quarti.



    • TORNEO REGIONALE OVER 2000/M (CADELBOSCO, 05/01/2014)

    Grande prova di Wassim Sankari, che per l’ennesima volta si distingue in un torneo regionale. In questo caso sfiora addirittura il successo, chiudendo secondo su un totale di 97 iscritti dopo sette vittorie consecutive (nell’ordine su Fabbri, Monateri, Perrucci, Vezzosi, Benini, Bertacchini e Bigi) tra girone e fase a eliminazione diretta. Peccato per la finale, peraltro persa di un soffio contro Colombi (2-3, dopo essere stato in vantaggio per 2-1). Supera il girone per la prima volta in carriera Bonora (successi si Farina e Bertolini, sconfitta con Bacchelli), poi battuto da Corrias in tre set. Eliminato nella prima fase, infine, Malagù, che alla vittoria iniziale su Ferrari fa seguire due battute d’arresto con Orpelli e Cerretti (quest’ultima in cinque set e dopo l’iniziale vantaggio di 2-0).



    • TORNEO NAZIONALE “BLU” (TOP 601-2000/M) [TORINO, 04/01/2014]

    Due i rappresentanti del Tennistavolo Ferrara impegnati sotto la Mole. Nel singolare maschile il migliore è Gallerani, che supera il girone iniziale a punteggio pieno (vittorie veloci su Rovelli, Mattana e Ceccon) per poi cedere nei trentaduesimi di finale a Cipolla (1-3). Romagnoli chiude al secondo posto il suo gruppo di prima fase dopo avere battuto Romano e Rigotti (quest’ultimo in rimonta dopo una partita durissima) e avere perso con Ferrara; nell’eliminazione diretta, però, arriva un disco rosso immediato contro Rinaldi. Nel doppio i due estensi terminano la loro corsa negli ottavi di finale, dopo avere battuto Moroni e Ceccon e avere ceduto alla coppia testa di serie n. 1 (Dini-Ciampi) alla bella.



    • TORNEO REGIONALE TOP 601-2000/M, TOP 600/M e TOP 198/F (SAN GIORGIO DI PIANO, 22/12/2013)

    Tre podi, per la società estense, nel torneo regionale prenatalizio: protagonisti la coppia Antonucci-Gallerani nel doppio, Sani e Gallerani nel singolare di quarta categoria. Nel singolare top 601-2000 (51 iscritti) Sani coglie la finale, cedendo poi a uno strepitoso Chifen nell’ultimo match. In precedenza il bravo ferrarese aveva vinto a punteggio pieno il suo girone per poi battere rispettivamente Foracchia, Sanfilippo e il compagno di squadra Gallerani. Quest’ultimo, dal canto suo, supera il proprio gruppo battendo Leov, Messini e Andreoli (altro match in famiglia della giornata) per poi superare nell’ordine Soragna e Artoni, prima della sconfitta in semifinale con Sani. Nello stesso torneo la folta rappresentanza estense si disimpegna molto bene. Andreoli termina la sua bella corsa negli ottavi dopo avere sfiorato il successo con Chifen (2-3) e dopo avere vinto tre gare; Testoni fa altrettanto dopo quattro successi consecutivi (su Mugellini nell’ennesimo derby del torneo, su Colombi, Saracino e Mundo); Mugellini, infine, supera come secondo il suo girone e poi si arrende al giovane Seidenari. L’unico portacolori del Tennistavolo Ferrara a non superare la prima fase è Sankari (zero su tre in girone). Nel singolare top 600 l’unico ad approdare alla seconda fase è Gallerani, che batte in girone D’Amore e il ben più quotato Castelvetro al termine di una grande partita: la sconfitta giunge però nel primo turno a eliminazione diretta contro Farina (2-3). Per il resto, tutti ko al primo turno. Sani batte Anelli ma cede a Guercio e a Foracchia, mentre Antonucci fa zero su due con Guarnieri e Chifen. Sfortunato Caravita, che viene estromesso per differenza set dopo avere battuto Gualdi e Bondioli, in entrambi i casi per 3-1. Nel doppio (14 coppie al via) Antonucci e Gallerani chiudono terzi (sconfitta con Guercio e Bacchelli, poi vincitori del torneo), dopo avere battuto Pacchiosi-Farina (3-1) e Anelli-Citera (combattutissimo 3-2). Eliminate al primo turno, invece, le inedite coppie Gallerani-Testoni e Sani-Sankari. Nel singolare femminile, infine, Silvia Traversi termina quarta su cinque iscritte: contro la Conti l’unica vittoria.



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 7a GIORNATA (14-15/12/2013)

    In serie C1 la squadra “A” conclude il girone di andata battendo in casa il Buttapietra “C” con il punteggio di 5-1. Due punti per un brillante Caravita, a segno sui temibili Caloi e Dolce, e doppietta anche per Curarati (doppio 3-0 a Dolce e Ranzato). Sani fa un bel positivo in tre set su Caloi, mentre Sankari sfiora un successo di rilievo contro Ranzato, contro il quale non riesce a chiudere dopo essersi trovato avanti per due set a uno (perdendo poi per 9-11 al quinto). Il Tennistavolo Ferrara, a metà stagione, è secondo a due sole lunghezze dalla capolista Asola. Sconfitta molto amara, invece, per la formazione “B”, che cede per 5-4 a Pordenone contro il San Marco, diretta rivale per la salvezza. Nonostante l’innesto di Antonucci dal team di D1 gli estensi arrivano solo a sfiorare il successo in una gara stranissima, nella quale prima sprofondano (0-3) poi risalgono (fino al 4-3) e infine cedono al nono match contro avversari, comunque, che nell’occasione hanno mostrato qualcosa in più. Antonucci sfiora la tripletta (due punti su Mian e Melandri, preceduti da un cocente 10-12 alla bella con Fummi), mentre Gallerani si rende protagonista di una prova alterna e batte il solo Melandri, giocando in maniera troppo nervosa gli altri due match. Mugellini (un punto) fa il possibile e centra una bella rimonta su Fummi, ma nulla può contro Mian nella gara decisiva. Gli estensi, così, girano la boa del campionato all’ultimo posto. In serie D1 (in questo caso già nell’ambito della seconda di ritorno) la squadra “A”, nella sua prima gara senza Antonucci, pareggia in casa con la Villa d’oro Modena (3-3) con bella doppietta di Romagnoli (su Benatti e Bacchelli) e un punto di Faccini (su Benatti). Nell’altro girone la formazione “B” cede per 5-1 sul campo della Zinella con vittoria della bandiera di Testoni su Bonicelli a risultato ormai acquisito. Di rilievo i quinti set persi dallo stesso Testoni con Saracino e da Bianchetti con Bonicelli. Per le due squadre ferraresi, ormai, il pensiero è rivolto ai play-out salvezza. Infine, in serie D2, il Tennistavolo Ferrara batte in casa anche il Reno Centese per 4-2 e chiude l’andata al primo posto. Due punti per Malagù (che rischia grosso contro Botti ma si impone alla bella), uno per Bonora e uno per Sfrisi.



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 6a GIORNATA (07-08/12/2013)

    Terza vittoria consecutiva, per la prima squadra del Tennistavolo Ferrara, nella penultima giornata di andata della serie C1. Ma quello colto a Schio contro l’Elte è stato un successo decisamente più difficile del previsto (5-4), giunto in una cattiva giornata di capitan Curarati (per lui un punto, cui sono seguite però due sconfitte contro i meno quotati Simonetti e Tisato) cui ha fatto da fondamentale contraltare la tripletta di un Caravita in forte ripresa. Di Sankari, nella nona e decisiva partita, il quinto punto su Radin. Il Tennistavolo Ferrara mantiene così la seconda posizione, a due punti dalla capolista Asola. Tinte grigie, invece, per la seconda formazione di categoria, battuta in casa (quinto scivolone di fila) dai Rangers Udine per 2-5. Di Gallerani e Mugellini su Forgiarini i punti della bandiera, con il primo a sfiorare il successo anche con il bravo Pischiutti (10-12 nel quinto set); ma ciò che preoccupa, ora, è l’ultimo posto in coabitazione con Monselice (che ha vinto a Bologna sfruttando i ranghi incompleti della capolista Fortitudo) e Pordenone, quest’ultima prossima avversaria degli estensi. L’impressione è che buona parte delle speranze di salvezza passerà dalle prossime tre giornate di campionato. In serie D1, dove il campionato è già alla prima di ritorno, cede per 4-2 la squadra “A” sul campo della capolista Fortitudo Bologna: Antonucci gioca molto bene e sigla i due punti (battendo al quinto set anche il terza categoria Rossi al termine di una bellissima partita), ma Romagnoli e Faccini non riescono ad aumentare il bottino complessivo. C’è comunque poco rammarico, perché i felsinei, che hanno agganciato la vetta della classifica, sono parsi più forti. Il Tennistavolo Ferrara viene così raggiunto al terzo posto dal Lugo. Nell’altro girone di categoria la formazione “B” vince l’importante gara casalinga con il Massalombarda (4-2) lasciando ai romagnoli l’ultimo posto e rilanciandosi in chiave play-off nel contesto di un girone decisamente equilibrato: due punti per Testoni, un successo a testa per Bianchetti e Cominato. Infine la serie D3, dove il Tennistavolo Ferrara vince anche a Castelmaggiore contro la Maior (4-2) mantenendo imbattibilità e primo posto in compagnia della Zinella. Nella giornata dell’esordio assoluto di Saracino in una partita ufficiale, doppiette per Bonora e Malagù, quest’ultimo finora autore di un grande 8 su 8.



    • SERIE A2 VETERANI – PRIMO CONCENTRAMENTO (PADOVA, 30/11-01/12/2013)

    Grande prova del Tennistavolo Ferrara, che vince tre partite su quattro, cedendo l’unica di un soffio al Padova. La formazione estense – in ottima luce per tutto il week-end – è brillante seconda in classifica alle spalle dei veneti e a pari merito con i baresi del Casamassima, che affronterà a fine gennaio nel secondo concentramento. Partito per centrare la salvezza, il terzetto Curarati-Antonucci-Mugellini ha virtualmente già raggiunto l’obiettivo ed è addirittura in corsa per i play-off promozione. Nel fine settimana patavino il primo successo giunge sulla Vigor Velletri (3-1, esattamente come un anno fa) con grande doppietta di Curarati su Fantozzi e Dicomani (battuti entrambi in tre set) e terzo punto del doppio Curarati-Antonucci, confermatosi altrettanto efficace. Niente da fare, invece, per Mugellini contro Fantozzi. Il secondo squillo arriva poi nel derby con la Fortitudo Bologna (3-1), nel quale Mugellini (in condizioni di forma ancora imperfette) cede a Greco, Curarati rimonta due set di svantaggio con il numero uno avversario Azzaroni per poi imporsi all’ultimo respiro della bella, il doppio Curarati-Antonucci vince in tre rapide frazioni e Antonucci, subentrato a Mugellini, batte in quattro set Azzaroni mostrando buone cose nonostante i limiti imposti dai problemi alla schiena. La terza affermazione giunge sul San Marco Pordenone, presentatosi rinforzato dal forte sloveno Matijevic, vecchia conoscenza del Tennistavolo Ferrara. Nonostante questo, gli estensi si impongono per 3-0. L’impresa più bella è di Antonucci, che supera in quattro durissimi set proprio lo straniero e poi bissa con Curarati il successo in doppio. Curarati, invece, concede dieci punti in tre set a Pittini nel match d’esordio. Il week-end padovano si conclude – nonostante un’altra bella prova – con il 2-3 contro i padroni di casa, a segno per due volte con Lincetto, contro il quale – però – Antonucci giunge a soli due punti dal match prima di essere rimontato e battuto. Sia Curarati sia Antonucci rimediano battendo il bravo Pavan, ma risulta alla fine decisivo il doppio, vinto meritatamente dalla coppia Lincetto-De Lorenzi.



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 5a GIORNATA (23-24/11/2013)

    Sale al secondo posto in solitudine, il Tennistavolo Ferrara, nel campionato di serie C1. E’ la squadra “A” di categoria a brillare, grazie al 5-3 nello scontro diretto interno con il Benaco, battuto con perentoria tripletta (senza set persi) di capitan Curarati (8 su 10 finora e quarto miglior giocatore del girone E) e grazie anche ai fondamentali punti di Sani (prova di carattere su Vanzani e 70% di positività nelle prime cinque giornate) e Sankari (a segno nettamente su Brassoli). Davvero una buona prova di squadra, solida e di sostanza. Per gli estensi è la quarta vittoria in campionato, con il solo Asola a precederli in classifica e obiettivamente più forte. Non altrettanto bene è andata alla squadra “B” di C1, che nell’altro girone ha perso la sua quarta gara di fila, questa volta a Padova (5-2). Di un ottimo Gallerani (buon 7 su 11 finora) le due vittorie di giornata (su Valentini e sul più quotato Lincetto), mentre Mugellini (in precarie condizioni fisiche) e Andreoli hanno dovuto cedere ad avversari comunque ben attrezzati e, nel complesso, più forti. La lotta per la salvezza sembra ormai da giocare tutta con il Pordenone, ancora da affrontare (scontro diretto nell’ultima di andata). In serie D1, intanto, è già finito il girone di andata per la diversa formula del campionato. La formazione “A” di categoria, terza in classifica e in zona play-off, ha pareggiato in casa nel derby con il Reno Centese (3-3) con Antonucci (90% di successi e finora miglior giocatore in campionato insieme al bolognese Sturani) autore di un’altra doppietta (su Piazzi e Simonati) e Romagnoli a siglare il terzo punto (sofferto 3-2 su Cavallini), mentre Faccini è rimasto al palo sia con Cavallini sia con Simonati. La squadra “B” di D1 (ultima al giro di boa) si è arresa, invece, a Rimini contro il San Martino per 5-1 (romagnoli rinforzati per l’occasione dall’ex terza categoria Gazzoni), con punto della bandiera di Testoni (60% di positività a fine andata) su Lisi. In serie D3, infine, il Tennistavolo Ferrara ha liquidato in casa senza problemi l’ex pari-classifica Renogalliera (6-0, con due punti dell’ancora imbattuto Malagù, due di Bonora e uno a testa per Sfrisi e Polloni). Gli estensi sono primi in classifica insieme allo Zinella San Lazzaro.



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA (09-10/11/2013)

    La quarta giornata di campionato vede una sola squadra del Tennistavolo Ferrara mantenere l’imbattibilità: si tratta del team di D3, che liquida in casa per 5-1 il Di bene in meglio con doppietta di Malagù (ancora senza sconfitte), due punti del sempre efficace capitan Sfrisi e una vittoria di Bonora. La formazione estense è brillante capolista a quota 7, in coabitazione con la Zinella. Per il resto torna a viaggiare a gonfie vele il Tennistavolo “A” di serie C1, che espugna il difficile campo del Vicenza per 5-2, infliggendogli la prima sconfitta stagionale dopo una bellissima prestazione. Pregevole tripletta di capitan Curarati, a segno anche con l’ex seconda categoria Simeone dopo una partita fiume, risolta per 15-13 nel quinto set e dopo averne rimontati due di svantaggio. In ottima evidenza anche Sani, che conferma il positivo rendimento di questo periodo (sei vittorie in otto gare dall’inizio della C1) battendo prima il forte Onofri (cui concede la miseria di 13 punti in tre set) e poi l’esperto Pagliarusco. Prime sconfitte, invece, per Caravita, che pur combattendo (soprattutto con Simeone, con il quale perde alla bella) cede due punti. Il Tennistavolo Ferrara ora è nel gruppetto delle seconde, a quota 6, alle spalle dell’ancora imbattuto Asola. Niente da fare, invece, per la seconda squadra di C1, battuta nettamente in casa (1-5) dal capolista Sarmeola. La vittoria della bandiera viene colta da Gallerani in quattro set su Contarini, ma anche Mugellini (a lungo in vantaggio contro il bravo Capputi) e Andreoli (avanti addirittura per 2-0 contro il fuori categoria Schuster, prima di essere rimontato e battuto) vendono cara la pelle. La gara, però, nel complesso si rivela fuori portata e gli estensi, dopo tre scivoloni di fila, restano a quota 2. Ma la difficile corsa salvezza sarà da impostare su altri match, e si può fare. Perde l’imbattibilità, intanto, la formazione “A” di serie D1, che cede nettamente per 5-1 nel big-match al vertice sul campo della Maior Castelmaggiore. Di Antonucci (che cede contro il giovane e bravo Seidenari la prima gara stagionale) l’unico punto ferrarese (su Alessandrini in tre set), e anche in questo caso, nel complesso, poco da recriminare per gli estensi perché i padroni di casa sul campo si dimostrano globalmente più forti. Il Tennistavolo Ferrara, comunque, nonostante la sconfitta si mantiene in zona play-off. Nell’altro girone di D1, la squadra “B” societaria coglie un ottimo pareggio casalingo (3-3) con un’Acli Lugo ben più temibile di quanto dica la classifica. Due punti per un efficace Testoni (a segno su Scurtu e Caroli), un punto per Silvia Traversi proprio sul coriaceo difensore rumeno. In questo caso il Tennistavolo Ferrara è quarto.



    • TORNEO REGIONALE OVER 2000 (SAN GIORGIO DI PIANO, 17/11/2013)

    Ancora due podi, per il Tennistavolo Ferrara, in ambito regionale. Arrivano dal torneo di San Giorgio di Piano, dove prima Sankari nel singolare maschile e poi lo stesso Sankari con Faccini nel doppio conquistano brillantemente le semifinali. Nel torneo di singolare (101 iscritti) Sankari vince a punteggio pieno il suo girone (un solo set perso nel trittico di gare con Gatto, Gennari e Gasperini) e fa propri altri tre incontri nella fase a eliminazione (3-2 a Gherardini, 3-0 a Panza e 3-2 a Vavotici) prima di cede a Gatti in quattro frazioni. Da segnalare la regolarità del giocatore libanese, che nei precedenti due tornei over 2000 aveva già colto altrettanti quarti di finale. Faccini, invece, supera come secondo il suo girone (vittorie su Eckardot e Berardini, sconfitta con Panza) e poi si arrende dopo una lunga battaglia a Toffaletti Galletti nei trentaduesimi. In doppio la coppia estense non ripete la vittoria di Cervia ma chiude nelle prime quattro, battuta in rimonta (dopo essere stata avanti di due set) da Ballarin e Lodi.



    • TORNEO NAZIONALE TOP 601/2000 (TERNI, 16/11/2013)

    Tre atleti del Tennistavolo Ferrara impegnati nel secondo torneo nazionale della stagione riservato alla categoria “blu”. Il migliore come piazzamento è Mugellini, che in un tabellone di 196 partecipanti chiude nei sedicesimi dopo avere chiuso il girone di prima fase come secondo classificato (vittoria su Liti e, a tavolino, sull’assente Massignani, sconfitta invece con Pelizzi) e dopo avere vinto due autentiche battaglie nella fase a eliminazione con Messina e Burgo (doppio 3-2). Il giocatore estense si arrende a Lotito in quattro set. Bene anche Sani, battuto nei trentaduesimi di un soffio dal ligure Aigotti Bottino dopo avere rimontato due set di svantaggio. In precedenza Sani aveva superato il girone come secondo (vittorie si Maffei e Magnini, sconfitta con Carbotta). Eliminazione immediata, infine, per Romagnoli, che però chiude il suo girone con più di un rammarico per avere perso due gare su tre al fotofinish nella bella. Nel doppio Mugellini e Romagnoli, in un tabellone di 20 coppie, terminano la loro corsa nei quarti di finale, dopo vittoria su Messina-Carbotta e sconfitta in tre set contro Molini e Gnocchini.



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (02-03/11/2013)

    La terza giornata dei campionati a squadre regala al Tennistavolo Ferrara una festa in tono decisamente minore delle precedenti. I sorrisi giungono comunque, perché in serie D1 (formazione “A”) e in serie D3 vengono mantenute sia la vetta della classifica sia l’imbattibilità, ma sugli altri fronti questa volta le notizie non sono buone, anche se in tutti e tre i casi le formazioni societarie non partivano certo favorite. In serie C1 il Tennistavolo Ferrara “A” raccoglie ben poco sul campo del forte Asola: 1-5, con il solo Curarati a rendere difficile la vita ai mantovani. Il numero uno estense vende cara la pelle, riuscendo nell’impresa di battere il quotatissimo seconda categoria Rech Daldosso (oggi n. 148 d’Italia ma n. 45 nel 2010) e arrivando a un passo dal successo anche con l’ostico Freddi, che trascina invano alla bella dopo una vera e propria battaglia. Sani e Sankari, invece, perdono i loro due match senza aggiudicarsi alcun set, ma sempre contro avversari di ottima fattura e superiori a quelli finora incontrati. La sconfitta estense, comunque, non cambia la sostanza della situazione, perché se da un lato la squadra perde l’imbattibilità e resta a quota 4, dall’altro sembra realmente difficile, in questa stagione, che essa possa trovarsi invischiata nella lotta per non retrocedere. Molto rapida, sempre in C1, anche la resa del Tennistavolo Ferrara “B”: in questo caso giunge addirittura un rapido 0-5 casalingo, ma la Fortitudo Bologna, come da pronostico, alla prova del campo si rivela obiettivamente troppo forte, con uno straniero di gran lusso per la categoria (il francese Barthomeuf), un terza categoria (Andalò) e un Azzaroni a sua volta di buona quotazione. Proprio contro quest’ultimo Mugellini vince i primi due set nella gara d’esordio, ma poi viene rimontato e battuto. Tutti 0-3, invece, nei restanti quattro match di giornata, nonostante l’impegno di Andreoli e il rendimento di Gallerani, che contro il transalpino mostra buone cose ma nulla può contro lo strapotere dell’avversario. Viaggia con il vento in poppa, nel frattempo, la prima squadra di serie D1, dove gli estensi, nonostante i perduranti problemi fisici, tengono botta e mantengono la vetta della classifica. La gara interna con l’Acli Lugo (vinta per 4-2) era giustamente temuta e i romagnoli hanno confermato la loro ottima sostanza per la categoria. Con due punti dell’ancora imbattuto Antonucci (contro Ferri, alla prima battuta d’arresto stagionale, e contro un valido Berardi), uno di Romagnoli e uno di un ottimo Faccini, però, il team ferrarese fa valere la forza e la compattezza di squadra e attende ora il big-match con l’altra capolista Maior Castelmaggiore. L’altra formazione societaria di D1, invece, cede per 1-5 proprio con l’altro team di Castelmaggiore, con punto della bandiera di Testoni su Ferrone. Niente da fare, invece, per Cominato e Traversi. La squadra, che attende il rientro di capitan Bianchetti (reduce da infortunio), ora è quarta in classifica. Infine sorriso a metà – ma anche in questo caso vetta della graduatoria conservata in coabitazione – per il Tennistavolo Ferrara di D3, che impatta sul campo della Zinella (3-3) con bella doppietta di capitan Sfrisi (su Penzo e Villani) e un punto di Mari, mentre Bonora, nonostante una partita tirata con la forte Ballardini, resta a secco.



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (19-20/10/2013)

    E’ mancato davvero un soffio, al Tennistavolo Ferrara, per mettere a segno l’en-plein nella seconda giornata dei campionati a squadre: quattro vittorie in cinque partite e unica sconfitta (incassata dalla seconda formazione di C1) maturata solo al nono match e al termine di una gara a lungo condotta nel punteggio. Se è vero che il buon giorno si vede dal mattino, si può sperare in una stagione decisamente interessante. Partiamo proprio dalla serie C1, dove il Tennistavolo Ferrara “A” ha letteralmente “passeggiato” in casa contro un San Marco Verona rivelatosi di livello decisamente inferiore alla categoria. Il rapido 5-0 con i veneti, che mantiene gli estensi a punteggio pieno in un girone che – dai primi segnali – non dovrebbe porre particolari ansie di salvezza, porta la firma di Sani (altro due su due), Caravita (idem) e di Sankari (uno), quest’ultimo al debutto assoluto a questi livelli dopo i sensibili progressi mostrati nell’ultimo anno. A riposo per l’occasione capitan Curarati in un match nel quale, anche senza il suo numero uno, il Tennistavolo Ferrara comunque ha concesso un solo set agli avversari, a riprova dell’abissale differenza di valori in campo. Prova di spessore, ma con altro esito, sull’altro fronte di C1. Qui il Tennistavolo Ferrara “B”, alla fine di una lunga battaglia, si è arreso per 5-4 sul campo del T.T. Venezia. Sono sicuramente punti che avrebbero avuto valore doppio, per gli estensi, nella loro difficile corsa per la permanenza in categoria. E sono, al tempo stesso, punti che il terzetto ferrarese ha a lungo accarezzato. Gli estensi, infatti, sono stati per buona parte della gara in vantaggio, si sono trovati prima sul 4-2 e poi, con Andreoli, in vantaggio anche nel nono e decisivo match: alla fine, però, hanno prevalso gli avversari al fotofinish. Nonostante la delusione per la sconfitta, dalla laguna però giunge la conferma che anche questa formazione, nonostante i problemi fisici e i cambiamenti della vigilia, avrà senz’altro le sue chances da giocare nella lotta per non retrocedere. Il gruppo infatti ha nuovamente reagito bene e con compattezza, partecipando al bottino con tutti i suoi componenti. Ancora in buona luce Gallerani (due punti su Nordio e Drì), mentre Mugellini (su Drì) e Andreoli (sull’ex terza categoria Nordio) hanno conquistato un successo a testa confermando a loro volta la loro competitività in categoria. Nelle file venete tre punti del forte Infantolino. Dalla serie D1, invece, solo sorrisi per il Tennistavolo Ferrara. La squadra “A”, nonostante la situazione dell’infermeria non certo brillante, si è imposta sul difficile campo della Villa d’oro per 4-2 con la seconda doppietta consecutiva di Antonucci (che questa volta non ha ceduto set) e con un punto a testa di Romagnoli (sulla brava rumena Triboi) e Faccini (su Benatti). Debutto in campionato anche per Benea, battuto dal più quotato Bruno. La formazione “B”, invece, ha reagito alla grande dopo la netta sconfitta d’esordio superando in casa la forte Zinella San Lazzaro per 4-2. Ancora a riposo capitan Bianchetti, di rilievo la superlativa prova di Silvia Traversi (a segno sia su Saracino sia sul bravo Corsini), ben affiancata da Testoni (un punto) e Cominato (uno). Tra quelle arrivate nella seconda giornata si tratta probabilmente della vittoria meno attesa e, di conseguenza, più bella. Completa il quadro positivo del week-end il perentorio 5-1 dell’ancora imbattuta squadra di serie D3, questa volta a segno sul campo del Nettuno. Due punti per un Bonora in gran forma, una vittoria per Sfrisi, Malagù e per Polloni, quest’ultimo a segno in tre set al debutto assoluto in una manifestazione ufficiale.



    • TORNEO REGIONALE OVER 2000/M (CERVIA, 13/10/2013)

    La perla della giornata è la vittoria di Claudio Faccini e Wassim Sankari nel torneo di doppio maschile. I due atleti del Tennistavolo Ferrara, accreditati della testa di serie numero 1, non avevano mai giocato insieme. La bella impresa, che conferma una volta di più l’ottima scuola estense in questa specialità, giunge nel complesso abbastanza agevolmente, con appena due set persi: uno nei quarti di finale contro Vitali-Monaco e uno in finale contro Montanari e il rumeno Scurtu. In semifinale, invece, Faccini e Sankari avevano superato in tre frazioni Zauli e Selavirtea. Ancora Sankari si mette in evidenza anche nel torneo di singolare (65 iscritti), dove ripete i quarti di finale colti in settembre a San Giorgio di Piano. Questa volta, però, la corsa del bravo libanese avrebbe potuto essere ancora più lunga, considerando che contro Scurtu vanifica un vantaggio di due set, cedendo il terzo per 12-14 e il quarto per 9-11, prima di arrendersi più nettamente alla bella. Prima dell’approdo tra i primi otto Sankari aveva vinto quattro partite di fila, confermando i notevoli progressi raggiunti nell’ultimo anno: prima sul giovane Perugia (3-0), poi su Cacciapuoti (3-0), Zauli (3-1) e Vitali (3-0). Supera il girone iniziale – in questo caso come secondo – anche Faccini, che batte con facilità Vandini e Guidi (3-0) ma inciampa (stesso punteggio) con Villani. Nel tabellone a eliminazione diretta il veterano ferrarese cede nei sedicesimi a Zagato dopo una partita-fiume (10-12 nel quinto set).



    • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA (05-06/10/2013)

    E’ stata decisamente una vigilia agitata, per un Tennistavolo Ferrara colpito in extremis da problemi e infortuni. Ma alla fine il debutto nei campionati a squadre 2013/2014 è senz’altro positivo con tre successi, un pareggio e una sola sconfitta. Con Antonucci out per la C1 a poche ore dal via a causa di problemi alla schiena, la società – dopo una rapida quanto intensa e difficile riflessione – promuove all’ultimo istante Andreoli nella squadra B di categoria e Antonucci, pur se a mezzo servizio, scende al suo posto nella D1 “A”. Un mezzo terremoto, proprio a ridosso del debutto in una stagione che, almeno in C1, vede il club estense alle prese con evidenti ristrettezze di organico e con il difficile tentativo di salvare entrambe le sue squadre. Il primo messaggio dal campo, però, è promettente oltre ogni attesa. Vince subito la C1 “A” (addirittura 1-5 sul campo del Buttapietra “B”), ma va a segno anche la squadra B (5-3 casalingo a La Perla Star Monselice). L’impressione è che i due gironi non siano impossibili, ma la strada per la permanenza in categoria è ancora molto lunga e la battaglia, per il “binomio” del Tennistavolo Ferrara, sarà dura. La C1 “A” sbanca i tavoli del Buttapietra con doppiette di Caravita e Sani, con i due ferraresi a portare a casa tre gare su quattro alla bella, due delle quali in rimonta. Di rilievo soprattutto il 3-2 di Caravita a Ciacciarelli (rivincita dell’ultimo scontro diretto della scorsa stagione) e il bellissimo 3-2 di Sani a Cucuzza, quest’ultimo vincitore a sorpresa, in precedenza, sul numero uno estense Curarati (che ha poi battuto Ciacciarelli). La C1 “B”, invece, contro La Perla Star subisce due prevedibili sconfitte dall’armeno Gaybakyan, ma la tripletta su De Battisti e i due punti a testa di Mugellini e Gallerani spianano la strada per una vittoria importantissima, dal valore doppio. Bene anche Andreoli, che al ritorno in C1 batte immediatamente proprio De Battisti, dando alla squadra un punto alla fine decisivo. In D1 la squadra “A” si tuffa nella nuova e discussa formula pensata per i campionati di livello regionale cogliendo un pareggio (3-3) che sarebbe stato impossibile con il sistema tradizionale. Partita difficile, quella interna con la Fortitudo Bologna: ma l’impiego di Antonucci, comunque molto condizionato nei movimenti e a corto di allenamento, è sufficiente per arrivare alla spartizione della posta in palio con la forte avversaria. Due punti per lui (uno soffertissimo con Volpe), uno per capitan Romagnoli. Nessun successo all’attivo per Faccini, che avrà comunque modo di rifarsi. Anche qui, con Benea alle prese con malanni di stagione, la formazione era praticamente obbligata. Sempre in D1 la formazione “B”, invece, cede sui tavoli del Massalombarda per 5-1: il punto della bandiera è opera di Testoni, mentre Cominato e Silvia Traversi restano a secco. Assente per infortunio capitan Bianchetti. La terza vittoria della prima giornata viene messa a segno nella nuova serie D3: un 6-0 travolgente, quello colto in casa contro la Fortitudo Bologna da Mari (due punti), Sfrisi (due), Malagù (uno) e Bonora (uno). Anche questa squadra potrebbe togliersi diverse soddisfazioni.



    • TORNEO REGIONALE TOP 2000/M (SAN GIORGIO DI PIANO, 22/09/2013)

    Partecipa solo Sankari, qualificato dal precedente torneo regionale Over 2000. L’atleta del Tennistavolo Ferrara conferma i suoi progressi, supera brillantemente il suo girone (3-2 a Bertacchini e 3-1 a Volpe; 0-3 con Breviario) e poi si arrende nei sedicesimi di finale ad Artoni (0-3).

  • Articolo SU ESTENSE.COM
  • Articolo SU SPORTFERRARA.IT

    • TORNEO REGIONALE OVER 2000/M (SAN GIORGIO DI PIANO, 15/09/2013)

    Nutrita, nel primo torneo regionale della nuova stagione, la rappresentanza del Tennistavolo Ferrara: ben sei giocatori sui 68 iscritti alla manifestazione. Il migliore è Sankari, che termina nei primi otto dopo un filotto di cinque partite vinte. In girone il libanese non ha avversari (triplo 3-0 a Liberti, Cerretti e Stefani) e anche nella seconda fase inizia alla grande con i successi su Gualdi e Panelli. Nei quarti si arrende (ma solo per 11-13 nel quinto set) a Cazzella. Superano la fase iniziale anche Faccini, Mari e Malagù. Faccini, testa di serie n. 2, stecca di misura in girone con Guerrini (2-3) ma supera la prima fase grazie ai 3-0 su Venuta e Vitali, prima di cedere di un soffio (9-11 nella bella) a Zaghini nei sedicesimi di finale. Stesso risultato per un bravo Malagù, reduce da una stagione difficile: il ferrarese vince a punteggio pieno il suo girone (3-0 a Zambelli, 3-1 a Marchioni e 3-2 a quel Cazzella che eliminerà Sankari), ma perde subito nell’eliminazione diretta (1-3 con Gherardini nei sedicesimi). Mari fa due su tre nella prima fase (vittorie su Cristalli e Morbarigazzi, sconfitta con Casini) e nei trentaduesimi cede in tre set a Orpelli. Quarto posto in girone – e rapida eliminazione – per Benea e Bonora, entrambi senza successi all’attivo. In doppio (14 coppie) Faccini e Benea chiudono nei quarti di finale: 3-1 a Drudi e Dalla Rosa, 0-3 con Vitiello e Ascari.



    • TORNEO NAZIONALE “BLU” (OVER 600/M) [ESTE, 14/09/2013]

    Nel singolare partecipa – ed è sfortunatissimo – soltanto Simone Gallerani, che si ritira dopo il primo match (perso in quattro set con Giammarino, poi secondo classificato) per una pesante contrattura al collo rimediata in mattinata durante il doppio. Qui, insieme a Ugo Romagnoli, aveva comunque chiuso nei quarti di finale (su 33 coppie): i due estensi avevano battuto in cinque set i fratelli Perrenchio per poi cedere con molto rammarico in quattro a Caronia-Selmi (Gallerani, qui, era già infortunato).



    • TORNEO NAZIONALE “VERDE” (OVER 2000/M) [SAVIGNO, 07-08/09/2013]

    Il primo appuntamento agonistico della stagione 2013/2014 vede due atleti del Tennistavolo Ferrara in campo. Entrambi, su un lotto di 148 iscritti, concludono la loro corsa nei primi 64. Stefano Mari, al rientro in gare ufficiali dopo molti anni, parte alla grande dominando il suo girone (tris di 3-0, uno dei quali di rilievo sulla testa di serie n. 3 Semolin) ma cedendo immediatamente, poi, nella fase a eliminazione contro Baraglia (0-3), che sarebbe arrivato nei quarti. Sankari fa altrettanto: tre su tre nella prima fase, 1-3 subito dopo contro Polselli. In doppio i due ferraresi giungono negli ottavi di finale.



    Articoli di: Luca Antonucci

    (Campionato 2012/2013)



    • FERRARA, CAMBIA IL CONSIGLIO DIRETTIVO: UGO ROMAGNOLI E' IL NUOVO PRESIDENTE (NEWS GIOVANI: A BREVE INIZIO CORSI RAGAZZI - AD OTTOBRE VIA AI CAMPIONATI A SQUADRE)

    Il Tennistavolo Ferrara inizia la sua quarantunesima stagione sportiva con alcune importanti novità. La prima è costituita dal cambiamento del consiglio direttivo, che si rifà il trucco dopo il lungo ciclo presieduto da Giorgio Quartaroli. Ugo Romagnoli è il nuovo presidente e sarà affiancato da Claudio Faccini nel ruolo di vice e da Alessandro Andreoli, Luca Antonucci e Giorgio Benea nella veste di consiglieri. Un consiglio, quindi, allargato rispetto al passato, anche in considerazione della crescita – sostanziale e numerica – del club, giunto ormai ad avere circa trenta tesserati e un’attività estesa su più fronti. La seconda novità è data dal “new deal” deciso nel reclutamento dei giovani: “Parto proprio da qui – spiega il presidente Romagnoli – perché sarà uno dei punti cardine del nostro programma. Nonostante le ristrettezze degli spazi, abbiamo deciso di voltare pagina e di dedicare un giorno alla settimana, il lunedì, ai corsi di avviamento per ragazzi e ragazze dai 12 ai 18 anni. Cominceremo all’inizio di ottobre. Il Tennistavolo Ferrara, al di là dei trenta agonisti, ha anche sette allenatori: e sarà proprio uno di loro, Alessandro Andreoli, a seguire in prima persona tutta l’attività giovanile e la propaganda nelle scuole”. La stagione agonistica è già cominciata nel week-end con il torneo nazionale Over 2000 di Savigno (Bo), nel quale Mari e Sankari hanno superato il loro girone a punteggio pieno per poi cedere nel primo turno a eliminazione diretta, chiudendo invece nelle prime 16 coppie il doppio. Ma il piatto forte saranno, come sempre, i campionati a squadre, che scatteranno nel primo fine settimana di ottobre: qui il Tennistavolo Ferrara si schiererà al via con due formazioni in C1 maschile, due in D1 maschile e una in D3. Più avanti, il club estense parteciperà anche alla serie A2 veterani, dove vanta un’esperienza di lunga data e, nel passato, anche titoli italiani. Il nuovo direttivo ha anche pensato alla preparazione tecnica degli agonisti, ingaggiando da Este il qualificato allenatore Emanuele Crivellaro. “Sarà una stagione impegnativa – prosegue Romagnoli –, in particolare in serie C1, dove non sarà semplice salvare entrambe le squadre alla luce dell’aumento del valore medio delle avversarie. Ma ci proveremo, anche sulla spinta del gruppo e della determinazione che spesso contraddistingue i nostri giocatori nelle situazioni difficili. Ciò che conterà maggiormente, però, sarà continuare un percorso che, negli anni, ci ha visti crescere sempre più, sia in qualità sia in dimensioni. Siamo una delle società più antiche d’Italia e dal 1972, anno della fondazione, l’attività non si è mai interrotta: abbiamo rafforzato le basi e creato un ambiente appassionato. Per questo tengo a ringraziare Giorgio Quartaroli, che quel ciclo lo ha guidato e che all’unanimità abbiamo nominato presidente onorario”.

    Clicca per ingrandire l'articolo


    • CAMPIONATI ITALIANI VETERANI (RIVA DEL GARDA, 28/06/2013)

    La rappresentativa del Tennistavolo Ferrara è tutta concentrata alla categoria 60-65 anni. Nel singolare maschile (45 iscritti) Mugellini e Romagnoli chiudono entrambi nei primi sedici. Il primo vince a punteggio pieno il suo girone (vittorie su Visintainer e Mortola, più un successo a tavolino) e poi cede negli ottavi di finale della fase a eliminazione diretta all’ostico Torregrossa (0-3). Romagnoli, invece, chiude da secondo il suo gruppo (successi su Confalonieri e Marras, battuta d’arresto con il più quotato Buschiazzo), batte Riva in tre set e si arrende, infine, a Coppola (1-3), poi medaglia d’argento. Benea, infine, viene eliminato in girone, dove perde con Tomasi e lo stesso Coppola (cui però strappa un set) e si impone sul meglio classificato Ponzio. In doppio (14 coppie al via) Mugellini e Romagnoli si impongono su Manzini-Morino e poi cedono nei quarti di finale a Gammone e Maggiore in quattro frazioni.

    • CAMPIONATI ITALIANI 3a, 4a e 5a CATEGORIA (RIVA DEL GARDA, 22-27/06/2013)

    Spedizione senza acuti per il Tennistavolo Ferrara nell’attesa kermesse tricolore. Nella terza categoria (316 iscritti tra gli uomini, 103 tra le donne) i tre singolaristi estensi presenti vengono tutti eliminati in girone: Gallerani come terzo classificato (con “positivo”, però, sul n. 537 italiano Romele), Caravita come quarto (sconfitte con il forte D’Alessio, Pelligra e il giovane Olivero), Traversi come terza nel settore femminile (per differenza set dopo un successo e due sconfitte). Nel doppio maschile (100 coppie iscritte) Caravita gioca insieme a Giri (Este) ma la loro corsa, dopo l’iniziale vittoria al quinto set con Auricchio-Ricci, si interrompe già nei trentaduesimi per mano di Frigiolini-Millo (1-3). Nel femminile, invece, Silvia Traversi e Meozzi (Edera De Amicis) cedono al primo turno con Silvestri-Fasolt (1-3). Nel doppio misto di terza categoria, infine, Caravita e Traversi perdono immediatamente contro Izzo-Mastrantonio in quattro set. Passando alla quarta categoria (476 iscritti), nel singolare superano la fase iniziale tre ferraresi su cinque. Il migliore è Caravita, che dopo avere chiuso al primo posto (per differenza set) il suo girone con vittorie su Foglia e Zannoni e imprevisto “negativo” con Lupo, supera due turni nel tabellone a eliminazione diretta (3-0 sia a Massarelli sia al bravo Sella) prima di arrendersi per 0-3 a Rossi Carlo. Chiudono nei primi 128, invece, Gallerani e Mugellini. Il primo vince a punteggio pieno il suo girone (successi su Puppo, De Trizio e sul n. 553 italiano Ricupero) per poi cedere in cinque combattutissimi set all’esperto Compagnoni. Mugellini, invece, vince per differenza set il raggruppamento iniziale (facili vittorie su Auricchio e Ingegneri, 1-3 con il meno quotato Colonna), si impone successivamente su Sabatini (3-1) e perde nei sessantaquattresimi contro Esposito (0-3). Corsa breve, invece, per gli altri due rappresentanti del Tennistavolo Ferrara: Andreoli e Romagnoli, infatti, chiudono terzi il loro girone, entrambi con un successo e due sconfitte. Nel doppio di quarta categoria (122 coppie) Andreoli e Gallerani superano il primo turno a tavolino e cedono subito dopo in tre set a Carlo e Claudio Rossi, mentre Mugellini e Romagnoli vengono eliminati nel primo turno per mano di Yang Jiaqi e Pezzini (1-3). Nella quinta categoria, infine, in singolare (439 partecipanti) il migliore è Faccini, che supera come secondo il suo girone, batte in cinque set Calivieri e poi cede nei sessantaquattresimi a Vallome, poi approdato in semifinale. Zero su tre e immediata eliminazione nella prima fase, invece, per Benea.

    • CAMPIONATO REGIONALE 3a CATEGORIA (SAN GIORGIO DI PIANO, 02/06/2013)

    Altri due podi per il Tennistavolo Ferrara. Titolo nel doppio femminile per Silvia Traversi, che in coppia con la rumena Matache (Maior Castelmaggiore) supera prima le temibili sorelle Triboi per 3-1 e poi, in finale, Norcia e la slovacca Jurkechova sempre in quattro set. L’altra medaglia giunge dal doppio maschile, dove a sorpresa Antonucci e Gallerani, con un’ottima prova, chiudono in semifinale dopo avere superato per 3-2 (12-10 nel quinto set) il forte Alessandro Bisi (attualmente n. 149 italiano ma a lungo seconda categoria) e il promettentissimo Gualdi (vicecampione italiano dei Giovanissimi) e, nei quarti, la ben più quotata coppia parmense formata da Pippo e Guarnieri (punteggio di 3-2, con rimonta da 1-2). In semifinale, invece, semaforo rosso con gli ostici fratelli Pollino. Nel singolare maschile sia Antonucci sia Gallerani superano il loro girone come secondi (di rilievo il travolgente 3-0 di Gallerani a Bondioli, n. 392 italiano) e poi cedono in tre set nei sedicesimi di finale rispettivamente a Pippo e al francese Barthomeuf, quest’ultimo poi vincitore del titolo. Nel singolare femminile Silvia Traversi cede a Norcia e a Triboi e viene subito eliminata. Nel doppio misto sconfitta al primo turno per la coppia Gallerani-Traversi, sconfitta da Guercio e Triboi in quattro set.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – PLAY-OFF D2 (SAN GIORGIO DI PIANO, 26/05/2013)

    L’ultima formalità è stata espletata. Il Tennistavolo Ferrara “A”, vera corazzata per la D2, “passeggia” anche nello spareggio-promozione con l’Unione 90 San Felice sul Panaro (5-0) ed è promossa in D1 dopo avere concesso, per tutta la stagione, briciole agli avversari. Nel match di play-off giocato a San Giorgio di Piano, gli estensi travolgono il trio modenese con due punti a testa di Romagnoli (3-0 a Paltrinieri e 3-1 a Bergamini) e Andreoli (3-1 a Bergamini e 3-0 a Bertacchini) e una vittoria tiratissima di Faccini (3-2 su Bertacchini, con grande quinto set). Andreoli conclude quindi imbattuto il campionato.

    • CAMPIONATO REGIONALE 4a CATEGORIA (PARMA, 19/05/2013)

    Il Tennistavolo Ferrara fa tredici: tanti, dopo i risultati nei campionati regionali 2012/2013, sono i podi che la società ha conquistato in questa stagione. Una cifra che dice tutto. A Parma non giunge la perla di un primo posto, ma la spedizione estense merita un applauso, grazie all’argento di Guido Caravita nel singolare (con Gallerani giunto nei primi otto) e alla semifinale della coppia formata dai medesimi atleti nella gara di doppio. Due medaglie strepitose, che assumono valore soprattutto alla luce degli avversari battuti e della qualità di un tabellone ricco e soprattutto quotato. Nel singolare maschile (55 iscritti, di cui sei oltre gli 8mila punti in classifica e altri 11 tra i 7mila e gli 8mila) Caravita sfiora davvero la grande impresa. Alla fine diventa vicecampione regionale, ma gli resta nella memoria – pur senza scalfire nulla nella grande prova fornita e nel risultato raggiunto – il doppio match-point mancato nella bella della finalissima con il forlivese Ercolani. Ma che dire del cammino precedente? Primo posto a punteggio pieno in girone (successi su Baruffaldi e Soragna), seguito da quattro vittorie di fila nella fase a eliminazione diretta, prima su Ventre (3-1) e poi sul quotato Chifen (3-0), sul compagno di squadra Gallerani (3-1) e sul n. 415 d’Italia Pessina (3-1), quest’ultimo già vincitore di un torneo nazionale di quarta e di recente secondo in un torneo regionale top 600. Un cammino, quindi, semplicemente strepitoso. Non meno brillante quello di Gallerani, curiosamente e dolorosamente interrotto solo dal compagno nei quarti di finale: dopo il sospiro di sollievo fatto alla fine del girone (primo posto per differenza set: 3-0 a Gualdi e 1-3 con Milza) l’estense ha alzato l’asticella per gli avversari, battendo per 3-2 Pivetti (già vicecampione italiano di quarta categoria qualche anno fa) e, soprattutto, il parmense Guarnieri (n. 332 d’Italia e fresco vincitore dell’ultimo torneo regionale top 600) con piena conferma, quindi, della sua efficacia contro le puntinate. Resta il doppio, nel quale – tanto per gradire – Caravita e Gallerani sono andati oltre il loro ruolo di testa di serie n. 5, chiudendo in semifinale su un totale di 19 coppie, dopo avere battuto Soragna-Milianti (3-1) e Storti-Zaniboni (3-1). Il semaforo rosso è giunto per mano di Bacchelli e Guercio (2-3), poi vincitori del torneo. Dulcis in fundo, nonostante i pochi suoi rappresentanti alla manifestazione, il Tennistavolo Ferrara grazie ai successi dei suoi alfieri ha concluso i campionati regionali quinto nella classifica di società.

    Clicca per ingrandire l'articolo Clicca per ingrandire l'articolo Clicca per ingrandire l'articolo Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 14a GIORNATA (11-12/05/2013)

    Sipario con sorriso sui campionati a squadre 2012/2013 che hanno impegnato il Tennistavolo Ferrara. Il club estense, infatti, nonostante la difficoltà e le incognite di una stagione durissima è riuscito a salvare entrambe le C1 e anche la D1 (con ottime possibilità, peraltro, di aggiungerne un’altra nella prossima annata, visto lo spareggio-promozione che attende la formazione “A” di D2). Peccato solo per la retrocessione del secondo team di D2, condannato in realtà anche dalla selettiva formula che stante la riforma in atto ha costretto alla serie inferiore più della metà delle partecipanti. L’ultima giornata della regular season ha visto il Tennistavolo Ferrara a segno su diversi fronti. La prima squadra di C1 ha concluso in bellezza battendo in casa dopo un’avvincente partita il San Martino in Riparotta Rimini (5-4), raggiungendo i romagnoli e chiudendo quarta a quota 16 punti (otto vittorie, sei sconfitte), ma con tre successi nell’ultimo poker di giornate vissuto in formazione tutta italiana. Nel commiato il grande protagonista è stato capitan Curarati (tre superbi punti, uno dei quali di spicco sul n. 166 italiano Celli), ben affiancato da Sani (orgogliosa doppietta su Citera e Anelli). Nessun punto, invece, per un Gallerani eccessivamente nervoso, che si sarebbe comunque rifatto prontamente nei regionali di Parma. Una stagione, quella della squadra “A” di C1, senz’altro inferiore alle attese (si puntava alla promozione) perché compromessa da quattro sconfitte per 4-5 che di fatto l’hanno spinta a -6 dalla vetta. Il 79,3% di Zakaryan è stato figlio di 23 successi ma anche di sei gravi sconfitte, alcune delle quali decisive per la squadra e maturate contro avversari decisamente meno quotati di lui: il suo bilancio, considerando le premesse e il suo passato anche recente, non può quindi essere considerato positivo. Curarati, anche se a corto di allenamenti, per contro ha come sempre fatto il suo (22-12, 64,7%) nonostante i quattro punti percentuali in meno rispetto alla scorsa C1. Sani (8-11, 42,1%) ha brillato nel ritorno con sette vittorie in 11 incontri che da sole dicono tutto. Gallerani ha invece chiuso con il 28,5% (8-20) ma comunque con qualche perla importante come i promettenti positivi sul terza categoria Nicolini e sull’ostico Belardinelli. Una bella impresa, nonostante la salvezza strappata solo grazie agli scontri diretti con il Borgo San Pancrazio Verona, è stata invece quella della squadra B di C1 del Tennistavolo Ferrara. Dieci punti per cinque vittorie e nove sconfitte, ma un risultato importante ed essenziale per la società, che nella prossima stagione potrà avere ancora due squadre in categoria dove ripartire i suoi migliori giocatori. Penultima e quasi spacciata a metà campionato, la formazione estense si è rivitalizzata con una superba impennata a inizio ritorno (quattro successi di fila), durante la quale tutto il terzetto è assurto a un ruolo di protagonista con Antonucci da nove su nove, Caravita da sei su otto e Mugellini da cinque su sette. Nell’ultimo match, ormai ininfluente, la sconfitta a Bologna con la Fortitudo per 5-3 ha fatto segnare il debutto con acuto di Testoni, che alla sua prima assoluta in C1 è riuscito a battere nientemeno che Azzaroni (n. 498 italiano, quasi ottocento posti più avanti di lui). Gli altri successi di giornata sono stati colti da Mugellini e da Caravita su Carota. A fine stagione, in questo caso, il Tennistavolo Ferrara ha in Caravita il suo giocatore migliore (19 vinte, 14 perse, 57,5% contro il 56% di un anno fa: vittorie di spicco su Nardini, Concas e per due volte su Marzano e Bondioli), mentre più sofferto è stato il campionato di Antonucci (13-15 e 46,4%), in flessione di sette punti percentuali rispetto alla scorsa C1 ma capace di non fallire nulla – e di essere quindi decisivo – nelle gare decisive della rimonta di squadra. Mugellini (11-20, 35,4%) è cresciuto a sua volta dopo un inizio difficile, dando un contributo alla fine prezioso. L’altra perla della stagione è costituita dal secondo posto della squadra di D1, salva con pieno merito in una stagione in cui rischiava decisamente viste le quattro retrocessioni previste. Invece è giunto un formidabile acuto: dieci vittorie e quattro sconfitte, di cui solo una nelle otto giornate del ritorno. Il grande trascinatore è stato senz’altro Andrea Testoni: 29 vittorie e cinque battute d’arresto (85,2% di positività), con la bellezza di sei triplette e colpi importanti come quelli sulle forti Borodi e Matache prima del successivo – e finale – uno su due in C1, giusto premio di una stagione da ricordare. Ma è impossibile non rimarcare anche il 12 su 21 di Bianchetti (57,1%), che ha avuto il grande merito di due punti decisivi sul 4-4. Silvia Traversi (10,16, 38,4%) ha a sua volta fatto bene prendendosi più di una soddisfazione, mentre Cominato (5-14) ha chiuso con il 26,3% e Sankari ha vissuto senza macchia il suo meritato debutto in categoria nell’ultima di campionato (due punti), che ha visto il Tennistavolo Ferrara espugnare per 5-0 i tavoli del fanalino Fortitudo con doppietta di Bianchetti, due vittorie del bravo libanese e un successo di Traversi. In serie D2 la squadra “B” è retrocessa, dopo avere chiuso la stagione al terz’ultimo posto (ma i posti per la futura D3 erano addirittura cinque). Solo quattro vittorie in 14 gare per un verdetto forse scritto già in partenza: nonostante ciò resta la soddisfazione per la bellissima stagione di Sankari, che al primo anno di attività (con debutto, peraltro, solo nella sesta di andata) ha fatto registrare un significativo 13 su 16 (81,2%), con appena un ko nelle ultime 11 gare. Discreto il campionato di capitan Bernardi (10 vinte, sette perse, 58,8%), mentre Sfrisi ha chiuso con il 43,3% (13-17) e Malagù e Bonora hanno giocato con meno efficacia di un anno fa, finendo rispettivamente con il 17,6% (3-14) e con quindici sconfitte in altrettante gare. Zero su due, infine, per Viganelli. Nell’ultimo match, in casa con il fanalino Nettuno San Lazzaro, gli estensi hanno perso per 5-2 con un successo a testa per Bernardi e Sfrisi. Ha concluso la stagione regolare in bellezza, infine, la squadra A di serie D2, che ora aspetta solo lo spareggio promozione con l’Unione 90 San Felice sul Panaro. La corazzata estense, costruita per vincere, come da pronostico ha finito imbattuta (14 su 14), unica formazione di categoria della regione – peraltro – a cedere meno di dieci punti in tutto alle avversarie di turno: un record che la pone a notevole distanza da tutte le altre battistrada. Dopo il 5-0 esterno finale a Sasso Marconi (due punti per Benea e Romagnoli, uno per Andreoli), il bilancio dei singoli è significativo e si commenta da solo: 20 su 20 per Andreoli (100%), 21 su 22 per Romagnoli (95,4%), 15 su 17 per Faccini (88,2%) e 14 su 20 per Benea (70%). Poco da aggiungere, se non che questa squadra – in realtà – non ha giocato in quello che dovrebbe essere il suo vero campionato.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 13a GIORNATA (04-05/05/2013)

    Missione compiuta: dopo le partite della penultima di campionato, la squadra “B” del Tennistavolo Ferrara ha centrato la sospirata salvezza matematica in serie C1 e quindi anche nella prossima stagione il club avrà due formazioni in categoria. La sconfitta interna con l’imbattuto e già promosso Reggio Emilia (3-5) non ha compromesso la situazione, che si è viceversa sistemata al 100% grazie alla sconfitta del Borgo San Pancrazio Verona sul campo del Buttapietra B, risultato che fa retrocedere da subito proprio gli scaligeri. Per Caravita (due punti con i reggiani, uno dei quali con il top 400 Bondioli), Mugellini (uno) e Antonucci (non in perfette condizioni fisiche) è il coronamento di una grande rimonta, che con quattro successi di fila a inizio ritorno (due dei quali in scontri diretti fondamentali) ha portato la squadra a risollevare un quadro che a metà campionato sembrava ormai compromesso. Una vittoria del carattere e del gruppo. Non aveva più granché da chiedere, invece, la formazione “A” di C1, da tempo salva e al tempo stesso lontana dalla zona promozione: nuovamente in veste tutta italiana, gli estensi hanno perso per 5-2 sul campo della capolista Tifernum Città di Castello (trascinata dalla tripletta di Chiorri) con una vittoria a testa per capitan Curarati (su Baglioni) e per Sani (bel “positivo” sul più quotato Carloni), mentre Gallerani questa volta è rimasto a secco. Va in porto matematicamente anche la salvezza della squadra di D1, che a inizio stagione sembrava a rischio per l’elevato numero di retrocessioni previsto (equivalente, in pratica, alla metà delle formazioni di ciascun girone) ma che alla fine – grazie a un fantastico crescendo di prestazioni e di risultati – chiuderà probabilmente addirittura seconda. Il 5-3 casalingo con la Maior 4 Castelmaggiore porta la firma del solito, efficacissimo Testoni (ennesima tripletta), di un solido Bianchetti (uno) e di una positiva Traversi (uno). In D2 una vittoria e una sconfitta per il Tennistavolo Ferrara. Continua a dominare la squadra “A” di categoria, e la prova di questa marcia trionfale è che anche la terza in classifica (la Dynamis Manzolino) è tornata a casa battuta per 5-0 sotto i colpi di Faccini (due vittorie, una delle quali ottenuta in rimonta contro il meglio classificato Benini), Romagnoli (uno), Benea (uno) e Andreoli (uno). In questo caso la corazzata estense aspetta solo lo spareggio promozione di fine maggio, nel quale – manco a dirlo – sarà decisamente favorita. Perde invece la squadra “B” sul campo del Renogalliera “B”: 5-3 con doppietta di Sankari e una vittoria di Bernardi.

    • CAMPIONATO REGIONALE VETERANI (SAN GIORGIO DI PIANO, 28/04/2013)

    Il Tennistavolo Ferrara non centra vittorie assolute, ma conquista due secondi posti e altrettanti “bronzi”. Nella categoria Over 60 Mugellini perde solo in finale per mano della bestia nera Garuti (0-3) dopo un percorso netto che lo aveva visto imporsi su Andalò, Stefani, Vivo e Caroli senza neppure un set concesso. Nella stessa categoria brilla anche Romagnoli, che viene eliminato di un soffio in semifinale proprio da Garuti (2-3) dopo un match tiratissimo: in precedenza aveva chiuso al secondo posto il suo girone (successi su Paretti e Marchioni, sconfitta con Caroli) per poi battere in cinque set l’ostico bolognese Carota. Faccini supera a sua volta il girone come secondo (vittorie su Cristallo e Marani, sconfitta con Carota) e poi cede in tre set a Caroli nei quarti. Eliminato nella prima fase, infine, Benea, battuto due volte su due. Un’altra semifinale giunge nella categoria Over 40 grazie ad Antonucci, che però non rispetta il ruolo di testa di serie numero 1 e dopo un girone incerto (nonostante i 3-0 a Greco e a Corsini) viene meritatamente superato (1-3) da un ottimo Zannoni. Soddisfazioni anche nel doppio assoluto, con la collaudata coppia Antonucci-Romagnoli che chiude seconda dopo avere superato per 3-1 Messini-Onofri e per 3-0 Zannoni-Mencaroni. In finale il disco rosso è giunto per mano dei più quotati Azzaroni e Andalò (3-0).

    • TORNEO REGIONALE TOP 600/2000 MASCHILE e TOP 200 FEMMINILE (PARMA, 25/04/2013)

    Non sono mancate le soddisfazioni per il Tennistavolo Ferrara, che ha centrato tre podi. Inattesi sono stati quelli giunti nel doppio maschile, dove le inedite coppie Antonucci-Gallerani e Caravita-Sankari sono giunte in semifinale, dove peraltro hanno ceduto solo alla bella, quindi a testa alta. La prima ha battuto i giovani Seidenari-D’Amore (3-0) e la testa di serie n. 4 Storti-Zaniboni (3-1) prima di cedere al quinto set ai bravi Guercio-Guarnieri, favoriti del torneo anche se poi sconfitti in finale. Caravita e Sankari (quest’ultimo al debutto in un torneo di questo livello) hanno invece superato al primo turno i forti Pessina-Vescovi (3-1) ripetendosi subito dopo su Parma-Fiorentini (3-1) per poi perdere contro Pippo-Breviario solo alla bella, e dopo essere giunti a un passo dall’impresa. Buon terzo posto anche per Silvia Traversi nel singolare femminile Top 200 alle spalle delle sorelle Triboi e davanti a Panziroli e Severgnini. Passando ai singolari maschili, nel Top 2000 Gallerani su un lotto di 42 iscritti è giunto brillantemente nei primi otto dopo cinque successi di fila (Cammarano, Compiani, Bertoli, Ferrini e soprattutto Milza), cedendo poi in tre set a Maccanelli, secondo classificato. Cammino breve, invece, per Sankari, che ha pagato lo scotto del debutto in un Top 2000 perdendo tre gare su tre in girone e subendo l’emozione. Nel torneo maggiore, il Top 600, il migliore è stato Antonucci, che ha chiuso nei primi otto (vittoria su Maccanelli e 2-3 con Guercio in girone, 3-1 a Vescovi negli ottavi prima di un bruciante 2-3 nei quarti con Guarnieri, poi vincitore del torneo), ma bene hanno fatto anche Caravita e il qualificato Gallerani. Il primo ha superato come secondo il girone cedendo di misura a Bigi negli ottavi, il secondo ha fatto lo stesso nella prima parte per poi arrendersi a Pippo, sempre negli ottavi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 12a GIORNATA (20-21/04/2013)

    Sfiora addirittura l’en-plein, il Tennistavolo Ferrara, nella terz’ultima giornata dei campionati a squadre: quattro vittorie in cinque gare, con l’unica stecca rappresentata dal 2-5 della formazione “B” di C1 – comunque a un passo dalla salvezza – sul campo della forte Villa d’oro Modena. Partiamo proprio da qui, per segnalare i due punti di Mugellini e Caravita sull’undicenne Gualdi (schierato al posto di Liambo) in un pomeriggio nel quale la tripletta del forte Dallolio e i due punti di Mirabella prima su Antonucci (12-10 nel quinto set) e poi sullo stesso Caravita (3-1) hanno fatto la differenza a favore dei padroni di casa, che partivano comunque favoriti. Vittoria scontata, per contro, sul fronte della squadra “A”, che nel girone H di C1 ha battuto in casa il fanalino Castiglione di Ravenna per 5-3. Gli unici match combattuti sono stati quelli contro il numero uno ospite Castelvetro, autore di tre punti nonostante prima Sani e poi Gallerani siano riusciti a impensierirlo fino alla bella. Tutto il resto del match, contro avversari troppo inferiori, è stato una passeggiata per gli estensi. Alla fine doppiette per Curarati e Gallerani e un punto per Sani. Il risultato più significativo del terz’ultimo turno stagionale è però giunto dalla serie D1, dove il Tennistavolo Ferrara ha espugnato il campo della forte Maior 2 Hitech per 5-4, raggiungendola a quota 16 ma ribaltando il punteggio dell’andata in virtù della differenza set e ipotecando quindi nientemeno che il secondo posto finale. Protagonista di giornata il solito, encomiabile Testoni, capace di battere uno dopo l’altro Imberti, Ferrone (rivincita dopo il ko dell’andata) e Diani. Gli importanti punti di Traversi e Bianchetti (quest’ultimo nel nono e decisivo match) su Imberti hanno poi dato il sigillo alla vittoria, che rende ormai da ricordare questa stagione nata con il concreto rischio della retrocessione ma trasformatasi, strada facendo, in un bellissimo successo. In serie D2 vittoria lampo per la squadra “A” – che contestualmente ha centrato la certezza matematica del primo posto finale del girone F – sul campo dello Sport Village Simpatia per 5-0 (meno di un’ora di gioco) con due punti a testa per Romagnoli e Benea e un punto per Andreoli, mentre la formazione “B”, contro il Renogalliera primo della classe, ha piazzato il colpaccio interno per 5-3 con tripletta del sempre più convincente Sankari (11 vittorie in 13 gare finora) e un successo a testa per Malagù e Sfrisi.

    • CAMPIONATO REGIONALE 5a CATEGORIA (SAN GIORGIO DI PIANO, 14/04/2013)

    Poche luci, questa volta, per i rappresentanti del TT Ferrara. In una vera e propria manifestazione fiume (42 gironi nel solo singolo maschile!) gli unici a superare il girone iniziale sono Faccini e Sankari, poi estromessi già dopo il primo turno della fase a eliminazione diretta per mano, rispettivamente, di Lanzara (0-3) e Sentimenti (2-3: 10-12 nel quinto set). I due atleti estensi avevano chiuso entrambi al secondo posto il loro raggruppamento di prima fase. Eliminati immediatamente, invece, Bianchetti, Benea e Bonora, tutti battuti due volte su due nel loro girone. Corsa breve anche per i due doppi ferraresi iscritti: sia Benea-Faccini sia Sankari-Bianchetti escono in quattro set nel turno d’esordio.

    • TORNEO NAZIONALE TOP 2000 MASCHILE (APPIANO, 13-14/04/2013)

    Strepitoso exploit di Simone Gallerani, che su un lotto di quasi ottanta iscritti chiude addirittura secondo, perdendo in tre set la finale contro il forte veronese Rashidy dopo una fantastica cavalcata di sette vittorie consecutive. Un’impresa meritatissima, che resterà sicuramente negli annali della società. Gallerani prima si impone a punteggio pieno nel suo girone con successi su Florian (faticatissimo 3-2 nel match d’esordio), su Biasibetti (3-0) e su Lucariello (3-1); poi, nella fase a eliminazione diretta, supera uno dopo l’altro Sella (3-1), il bravo ed esperto Mirabella (terza categoria: 3-2), Scaravaggi (n. 629 italiano: 3-1) e il giovane Petriccioli (vincitore del doppio: 3-0). Ben cinque i “positivi” inanellati, che insieme al bonus per la finale raggiunta consentiranno al giocatore del TT Ferrara un bel balzo nelle classifiche nazionali. Per quanto riguarda gli altri estensi in campo ad Appiano, Mugellini chiude secondo il suo girone (vittorie su Tasselli e De Battisti, sconfitta con Forletta),poi batte Dean nel primo turno a eliminazione diretta e cede nei sedicesimi a Rashidy, poi primo classificato. Romagnoli, invece, chiude terzo per differenza set il suo girone, viene eliminato ma gli resta la soddisfazione di un bell’acuto su Ranzato, numero 621 italiano. In doppio Mugellini e Romagnoli cedono nel turno d’esordio contro Holzer e Deflorian in quattro set.

    Clicca per ingrandire l'articolo Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 11a GIORNATA (06-07/04/2013)

    En-plein estense nella quarta giornata di ritorno in C1. Vincono brillantemente entrambe le squadre del Tennistavolo Ferrara: per 5-2 la formazione “A” (in casa sul Cus Camerino, che l’aveva battuta in maniera bruciante nel match di andata), per 5-0 la formazione “B”, anch’essa a domicilio contro il fanalino Carpi. Nel primo caso i due punti servono a poco in chiave classifica (la squadra ormai è certa di non retrocedere così come di non salire in B2), ma l’aspetto significativo è la bella prova del collettivo, che in veste completamente italiana (non è stato schierato Zakaryan) ha visto tutti i giocatori andare a segno e contribuire in maniera decisiva al successo. Doppietta per il sempre affidabile Curarati, due punti anche per un efficace e concreto Sani (vittorie alla bella sia su Molini sia su Silveri) e un punto di prestigio per Gallerani, capace di battere in quattro set il più quotato Belardinelli (n. 565 italiano), il quale – a riprova del suo valore – aveva appena superato con autorità Curarati. Tutto in discesa, invece, per la squadra “B”, che supera come da pronostico Carpi per 5-0 centrando la quarta vittoria di fila, in questo caso ampiamente scontata. Solo un breve brivido all’inizio, con Mugellini a imporsi per 11-9 al quinto set su Vitiello (che gli rimonta da 0-2), poi solo successi veloci in tre frazioni sia per Antonucci (due punti), sia per Caravita (uno), sia per Mugellini su Ascari (doppietta, quindi, anche per lui). La salvezza sembra abbastanza vicina, ma è meglio non abbassare la guardia. In serie D1 lo scontro casalingo con la capolista Renogalliera si rivela impossibile per il Tennistavolo Ferrara (2-5), ma nonostante ciò brilla Silvia Traversi, che supera al quinto set Toffaletti Galletti, buon non classificato maschile (nei primi 16 nell’ultimo torneo di Cervia), giocando una bellissima partita. Di Testoni l’altro punto estense, mentre sul fronte avversario il seconda categoria Cancemi si conferma inarrivabile per i ferraresi, comunque ottimi terzi in classifica. In serie D2 nessun problema per la capolista Tennistavolo Ferrara “A”, che vince in casa con la Zinella San Lazzaro “C” per 5-1 con due successi a testa per Romagnoli e per l’ancora imbattuto Andreoli (17 su 17) e un punto per Benea, che nell’occasione si prende una bella rivincita sul giovane Perugia ma cede a Bin. La formazione “B”, invece, si arrende per 5-3 a San Felice sul Panaro con la quotata Unione 90, ma nonostante questo brilla Sankari, che firma una prestigiosa tripletta (su Righi e, soprattutto, su Bergamini e Bertacchini) ed è all’ottava affermazione su dieci incontri, a riprova dei suoi grandi progressi.

    • TORNEO REGIONALE TOP 2000 MASCHILE (SAN GIORGIO DI PIANO, 24/03/2013)

    In campo solo Sani, che in un torneo con 56 iscritti viene eliminato per differenza set nel girone iniziale nonostante due successi (su Saracino e su Fiorentini) e una sola sconfitta (contro l’esperto Ferrarini).

    • TORNEO REGIONALE OVER 2000 MASCHILE (CERVIA, 17/03/2013)

    Il migliore della pattuglia del Tennistavolo Ferrara è Wassim Sankari, che al secondo torneo stagionale centra un ottimo piazzamento nei quarti di finale su un totale di ben 72 iscritti. Sankari supera il girone battendo uno dopo l’altro Toffaletti Galletti (3-1), Paretti (3-0) e Ciabacchi (3-2); poi, nella fase a eliminazione diretta, supera anche Fabbri e Calesini (entrambi in quattro set) prima di arrendersi per 1-3 a Montanari. Davvero una bella prova. Buono anche il torneo di Bianchetti e Cominato, vincitori del proprio girone (entrambi con due successi in tre gare; per Cominato di rilievo il 3-2 su Scurtu, poi secondo classificato nel torneo) e poi battuti in cinque set nei sedicesimi, il primo da Ventre, il secondo da Toffaletti Galletti. Bonora, infine, batte Deluigi in tre set ma cede gli altri due match del girone e lo chiude al terzo posto, venendo estromesso dalla fase a eliminazione diretta. Nel doppio Bianchetti e Cominato cedono nei quarti di finale a Favi-Alivernini.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 10a GIORNATA (02-03/03/2013)

    La terza giornata di ritorno apre scenari nuovi alla seconda squadra di C1 del Tennistavolo Ferrara. Giusto, questa volta, partire proprio da qui, visto che il 5-0 rifilato in casa al Borgo San Pancrazio Verona ha praticamente rovesciato le carte, portando il terzetto Antonucci-Caravita-Mugellini in una situazione promettente in chiave salvezza dopo che alla fine del girone di andata il team sembrava spacciato. Merito di tre successi di fila, impreziositi dal cappotto colto proprio sugli scaligeri, che porta Ferrara a +2 su di essi con il vantaggio, inoltre, dello scontro diretto favorevole. Due punti per Caravita, altra doppietta per Antonucci (sette su sette nel ritorno, con quattro “belle” vincenti) e un successo importante per Mugellini: e alla fine, per De Guidi, Rashidy e Crivellaro non c’è stato scampo. Musica più stonata per la prima squadra, che a Senigallia – contro la Spiaggia di velluto capolista – cede per la quarta volta in stagione alla nona partita, e in maniera decisamente bruciante. Un 5-4 giunto dopo una maratona infarcita di ben sette quinti set, nella quale i tre punti di Zakaryan non sono bastati a fronte dell’unico successo colto da Curarati (su Nicolini) e alle tre gare perse da Gallerani, che ha ceduto nella nona e decisiva partita solo al fotofinish contro il giovane Rossi. In classifica niente di nuovo, essendo comunque la corsa-promozione finita da tempo per gli estensi. La salvezza, per contro, è già cosa fatta e non resterà che finire nel miglior modo possibile una stagione comunque inferiore alle attese. L’altra nota lieta del turno è la nuova vittoria (settima in dieci gare) della formazione di D1, che dopo il facile 5-1 interno contro il Santa Caterina Imola “B” è addirittura seconda in coabitazione con la Maior Castelmaggiore. La salvezza, in un campionato che condannerà alla retrocessione circa la metà delle squadre per la riforma dei campionati regionali, sembra ormai molto vicina e per l’ottimo Testoni (altri due punti con i romagnoli), Traversi (doppietta anche per lei) e Cominato (un successo), affiancati dal sempre efficace Bianchetti, si profila un finale ricco di soddisfazioni. In serie D2 nessun problema per il Tennistavolo Ferrara “A”, a segno anche sui tavoli del Simpatia Bologna con un eloquente 5-1: due punti per l’ancora imbattuto Andreoli, doppietta per Romagnoli (nonostante i brividi contro Spinedi, cui ha annullato diversi match-point prima di imporsi) e un punto per Faccini, battuto in quattro set da Mayanja. Ovviamente la formazione estense è ancora prima, e senza rivali nel girone F. Non altrettanto si può dire per la squadra “B” di categoria, terz’ultima nel girone E e battuta a Bologna dalla Fortitudo per 5-2, comunque con due buoni punti di Sfrisi e Malagù su Marchioni.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 9a GIORNATA (16-17/02/2013)

    Poco è mancato che ci scappasse l’en-plein di vittorie, nella seconda uscita di ritorno, per le formazioni del Tennistavolo Ferrara. E la sostanza di questo poker è addirittura pregiata, perché al di là della scontata affermazione della squadra di D2 capolista e di quella (ormai inutile per la promozione) della prima squadra di C1, quelle della C1 “B” e della serie D1 significano speranza di salvezza, in realtà ancora abbozzata nel primo caso (dove però le chances sembravano ormai ridotte al lumicino, e quindi si tratta di un rilancio importante) e ben più consistente nel secondo. Partiamo dalla C1, dove la formazione “A” partiva ampiamente favorita nel match interno con il Senigallia, penultimo in classifica. Alla fine, nonostante il debutto nelle file marchigiane dell’ex seconda categoria Moroni, il successo è giunto rapidamente: un 5-1 nel quale solo Sani (una vittoria) ha ceduto un match (proprio a Moroni, al quinto set) e per il resto è stato tutto relativamente semplice con Zakaryan a segno due volte e con Curarati e Gallerani ad alternarsi in campo, chiudendo con un punto a testa. Ma il primo posto, al di là delle quattro lunghezze da recuperare, sembra ormai fuori portata. Grande vittoria, invece, per la squadra “B” di categoria, che festeggia per la seconda volta di fila dopo l’inattesa – ma netta – vittoria sul campo del Buttapietra “A”, terza forza del girone F. Un 5-1 giunto dopo una gara piena d’orgoglio ma comunque più equilibrata di quanto dica il punteggio, visto che i primi quattro match si sono conclusi con altrettante belle a favore degli estensi. Due punti per Caravita (nuovamente a segno sul forte Marzano, oltre che su Caloi) e doppietta anche per Antonucci (doppio 3-2 a Caloi e Dolce), giunto alla settima affermazione nelle ultime otto gare tra campionato e tornei. Un successo di peso anche per Mugellini (3-2 a Dolce). Il Tennistavolo Ferrara resta penultimo in classifica ma raggiunge il Borgo San Pancrazio, prossimo avversario alla ripresa del campionato. La corsa salvezza, quindi, si è improvvisamente riaperta. In serie D1 la terza squadra societaria, vincendo per 5-4 a San Lazzaro lo scontro diretto con la Zinella, distanzia i bolognesi di quattro punti e ipoteca la salvezza. Doppietta assolutamente decisiva per un ottimo Bianchetti (vittorie su Corsini e sull’ostico Fiore nel nono match) nella giornata del ko di Testoni (comunque due punti importantissimi) con il bravo Barilli, rinforzo a sorpresa per i padroni di casa. Di Cominato il quinto successo di giornata, con relativa conferma della compattezza del team. In serie D2 vera e propria passeggiata per la formazione “A” in casa contro la Fortitudo Bologna, fanalino di coda. Un 5-0 che ha visto la doppietta di Benea e un punto a testa per Faccini, Andreoli e Romagnoli. Perde invece la squadra “B”, che cede a domicilio contro la Maior Castelmaggiore per 5-2 e resta quindi terz’ultima. Di Sankari gli unici due successi ferraresi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 8a GIORNATA (09-10/02/2013)

    La quarta sconfitta stagionale (3-5 a Montemarciano contro il terzetto Azzalini-Pannelli-Barchiesi) praticamente fa calare il sipario sulle residue chances di promozione che dopo la fine del girone di andata conservava la prima squadra del Tennistavolo Ferrara. Sei punti dalla vetta sono ormai troppi per sperare, e a questo punto si può parlare senza ombra di dubbio di delusione, visto che il team – soprattutto con l’ingaggio di Zakaryan – era stato costruito per la salita in B2. Invece l’armeno in terra marchigiana ha conosciuto la sua sesta battuta d’arresto stagionale (con Pannelli) e complici un Curarati non ai soliti livelli (un punto) e le due sconfitte di Gallerani l’ostacolo di giornata si è rivelato insormontabile. Ora il Tennistavolo Ferrara è quinto a quota 8 e la stagione sembra ormai trascinarsi senza particolare luce, in pieno e ormai definitivo centroclassifica. Vince in casa, invece, la seconda formazione di C1 (5-4 al Buttapietra “B” dopo oltre quattro ore di gara), che dopo questo successo contro una potenziale, diretta rivale resta aggrappata a un lumicino di speranza in chiave salvezza, ben consapevole, però, che la salita resta davvero ardua e difficile. Decisivi i tre punti di un Antonucci in ascesa, capace di battere uno dopo l’altro – e sempre in rimonta – Filippi, l’ottimo Cucuzza e Ciacciarelli, quest’ultimo nel nono e decisivo match dopo che l’avversario aveva superato sia Mugellini sia Caravita (per entrambi un punto su Filippi). Un bellissimo successo è giunto, inoltre, in D1, dove il Tennistavolo Ferrara – in un girone nel quale retrocederanno quattro squadre, praticamente la metà – è ora brillantemente terzo dopo il 5-3 rifilato in casa nello scontro diretto al Santa Caterina Imola C. Ancora fondamentale Testoni, alla terza tripletta stagionale. Una vittoria a testa, invece, per Cominato e Bianchetti (quest’ultimo subentrato a Silvia Traversi nell’ottavo incontro). In serie D2 festa per entrambe le squadre societarie. La formazione “A” liquida in trasferta la seconda della classe (la Zinella Metalparma San Lazzaro) per 5-1 e non ha più rivali per la vetta. Nella giornata del primo ko stagionale di Romagnoli (contro Bonicelli) Andreoli ha mantenuto l’imbattibilità nonostante una maratona durissima contro Tomba e, come lui, anche un ottimo Faccini ha siglato due punti. Un punto per Romagnoli. La squadra “B” ha invece vinto a Modena per 5-3 contro la Villa d’oro, con due punti a testa per Bernardi e Sfrisi e un successo di Sankary. In questo caso la zona salvezza resta quattro punti più in alto.

    • TORNEO REGIONALE OVER 2000 M. (CERVIA, 03/02/2013)

    Nutrita come poche altre volte, la rappresentanza del Tennistavolo Ferrara, ma senza risultati di punta. Faccini, testa di serie numero 2, vince a punteggio pieno il suo girone (successi su Campedelli, Melacotte e Perugia) ma poi si arrende nel sedicesimi di finale a Baldazzi in cinque set. Tutti gli altri non superano la prima fase. Sfrisi, Malagù e Sankari vincono una gara su tre in girone e lo chiudono al terzo posto, mentre Benea e Bonora cedono tutte le tre gare disputate, portando a casa solo qualche set.

    • TORNEO NAZIONALE TOP 2000 M. (TERNI, 02-03/02/2013)

    Il migliore risultato è quello dell’inedita coppia Gallerani-Andreoli, che formatasi per l’occasione riesce brillantemente a giungere tra le prime otto in un tabellone di 43 doppi. I due ferraresi vincono tre gare consecutive e contro avversari di rango, lottando su ogni palla: 3-1 a Marchisio-Bianchi, 3-2 a Pancani-Taddei, 3-2 a Ermoli-Marchese. Nei quarti di finale, poi, arriva la sconfitta con i quotati Tangorra e Parigi in tre set. Per il resto i risultati della spedizione ternana non propongono punte di rilievo. Sempre nel doppio Romagnoli e Mugellini si fermano al primo turno. Nel singolo rapida eliminazione in girone per Mugellini, mentre Andreoli (1-3 con Volpi, 3-0 a Lamoratta e 3-2 a Piacente) e Romagnoli (vittoria su Marchisio, sconfitta con Bocciardo) terminano il loro gruppo come secondi e Gallerani (vittorie su Caldarini, Mattioli e Giovagnoli, quest’ultima a tavolino) come primo. Nella fase a eliminazione diretta, però, nessuno va oltre il turno inaugurale, anche se Romagnoli vende cara la pelle con il quotato Nobile, cedendo solo al quinto set.

    • TORNEO NAZIONALE TOP 600 M. /200 F. (MODENA, 02-03/02/2013)

    Nel torneo top 200 femminile Silvia Traversi termina negli ottavi di finale su un lotto di 22 giocatrici iscritte. L’atleta del Tennistavolo Ferrara supera come seconda il suo girone (vittorie su Sacco e Meozzi, sconfitta con Turganti, poi vincitrice del torneo) e poi si arrende nella prima gara a eliminazione diretta a Belli. Nel torneo top 600 maschile il migliore è Antonucci, che a sorpresa chiude nei sedicesimi di finale su un lotto di 102 iscritti nonostante il periodo di forma globalmente precario. Antonucci, migliorando progressivamente dopo un avvio sotto tono, passa da secondo il suo girone (per differenza set) battendo per 3-1 il giovane Gini (testa di serie n.12) e cedendo di un soffio a Ciampi in un match quasi vinto, per poi battere, nel primo turno a eliminazione, l’altro terza categoria Marchi in tre frazioni. Il semaforo rosso giunge successivamente per mano di Vellucci, già nei primi cento giocatori italiani. Niente da fare, invece, per Caravita, che perde due gare in girone (di cui una decisiva, e per 10-12 nel quinto set, con Armezzani) battendo in cinque set Stanga e finendo al terzo posto. In doppio vita breve per la coppia Caravita-Antonucci, che però ha la sfortuna di imbattersi nel primo turno nei giovani Cremente e Pizzi, poi rispettivamente primo e quinto nel torneo di singolo: in questo caso la sconfitta giunge, comunque, solo per 2-3.

    • COPPA REGIONALE EMILIA-ROMAGNA (MEZZOLARA, 27/01/2013)

    Bel risultato del terzetto Testoni-Cominato-Traversi, che su un lotto agguerrito di contendenti chiude sul podio con un meritatissimo bronzo. Nella fase a gironi il Tennistavolo Ferrara cede all’Acli Lugo per 3-1 con bella impresa – comunque – di Andrea Testoni, che riesce a battere il forte ex-terza categoria Castellani dopo una grande partita. In seguito la squadra estense supera per 3-1 la Dynamis Manzolino (due punti Testoni, bella vittoria in rimonta del doppio Cominato-Traversi su Benini-Mengoli) e poi, nei quarti di finale, batte la Fortitudo Bologna per 3-1. Ancora una doppietta di Testoni (su Carota e Marchioni), ma la chiave del successo è probabilmente l’impresa del doppio Cominato-Traversi, capace di superare in tre set i forti Cartisano-Marchioni. Il Tennistavolo Ferrara si ferma solo in semifinale contro la Zinella San Lazzaro: 1-3 con punto soffertissimo di Testoni (una sola sconfitta in tutta la giornata) su Santillo.

    • SERIE A2 VETERANI – SECONDO CONCENTRAMENTO (SAN POLO, 27/01/2013)

    Solo una vittoria in tre partite per il Tennistavolo Ferrara, che batte facilmente il modesto Pescara (3-0), cede secondo pronostico alla capolista Cral Comune di Roma (3-0) e perde la gara decisiva per la piazza d’onore con il forte Casamassima (3-0). I baresi raggiungono gli estensi (che avevano chiuso il primo concentramento in vetta e imbattuti) in seconda posizione, ma prevalgono su di essi proprio per via dello scontro diretto favorevole. Per il Tennistavolo Ferrara, nell’occasione privo di Antonucci e in campo con il terzetto Curarati-Mugellini-Romagnoli, sfuma così la qualificazione per i play-off promozione. Di rilievo, nonostante le due sconfitte subìte a San Polo, il 78% di Curarati nel contesto dell’intero campionato.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 7° GIORNATA (12-13/01/2013)

    Il girone di andata, al Tennistavolo Ferrara, termina con un quadro generale fatto più di ombre che di luci. Allo scontato primo posto della formazione “A” di D2, infatti, fanno riscontro una prima squadra al momento solo quarta in C1 nonostante l’ingaggio di Zakaryan, una seconda squadra di C1 in piena zona retrocessione e una formazione “B” di D2 a sua volta in evidente difficoltà, mentre in D1 la situazione sembra essersi risollevata ma la lotta per la salvezza si annuncia comunque lunga a causa dell’elevato numero di retrocessioni. L’ultima giornata della fase ascendente ha comunque visto la squadra “A” di C1 espugnare il difficile campo della capolista San Martino Rimini per 5-3 con doppiette di Zakaryan (battuto però in tre set dal forte Celli) e Curarati (che ha sudato le classiche sette camicie con Anelli), preceduti dal basilare punto di un ottimo Gallerani su Citera. L’andata, per l’ambizioso team estense, termina così con otto punti e tre sconfitte, tutte doppiamente pesanti da digerire perché maturate per 5-4; in virtù di questo bilancio, di certo non esaltante viste le premesse della vigilia, il Tennistavolo Ferrara è a quattro punti dalla vetta e la rimonta sarà tutt’altro che facile. Il migliore, a livello di percentuale, è l’armeno Zakaryan (76%), ma va detto che per un giocatore di questo calibro cinque sconfitte in sette giornate sono obiettivamente troppe. Curarati, invece, ha confermato appieno la sua regolarità e la sua affidabilità vincendo 11 gare su 15 (73%), mentre Gallerani viaggia con il 33% (4-8) e Sani ha portato a casa una partita su otto. Musica ben più stonata nel girone F di C1, dove il Tennistavolo Ferrara ha finito l’andata con una sola vittoria in sette giornate e vede la zona salvezza ormai a quattro lunghezze. Sembra ormai proibitiva l’impresa di salvarsi in un girone obiettivamente difficile e, tra l’altro, in una stagione in cui sia Antonucci (27% di successi) e Mugellini (20%) fin qui non sono riusciti a confermare il loro livello abituale. Bene invece Caravita (nove vittorie in 16 gare e conseguente 56%), che pure nell’ultimo match perso in casa con la Fortitudo per 0-5 non ha dato seguito alle recenti, ottime prove. In serie D1 il Tennistavolo Ferrara effettua il giro di boa al quarto posto, in compagnia della Zinella San Lazzaro a quota otto. Sarà una lunga volata per la salvezza, ma il traguardo in questo caso sembra effettivamente possibile. Contro la Fortitudo la squadra si è imposta in casa per 5-0 e senza affanno, a parte una vittoria strappata in rimonta e per i capelli dall’ottimo Testoni (finora per lui 88% di rendimento con 15 vittorie in 17 gare) contro l’esperto Castaldini. Bianchetti (percentuale complessiva del 50%) ha imitato il numero uno siglando a sua volta una doppietta, mentre Silvia Traversi (31%) ha conquistato il quinto punto. A riposo Cominato, che comunque – dopo un avvio di stagione difficile – ha rotto il ghiaccio vincendo due gare. Tinte contrastanti, infine, in D2. La squadra “A” come prevedibile fa faville, in un campionato che obiettivamente non è il suo. Basti guardare alle percentuali di Andreoli e Romagnoli (10 su 10 di successi e quindi 100% per entrambi) e al 90% di Faccini (a segno nove volte su 10). Benea a sua volta si è disimpegnato mettendo a segno un discreto 55%. Poco da dire sul facilissimo 5-0 casalingo su Sasso Marconi, se non riportare – per la cronaca – i due punti a testa di Benea e Faccini, completati da una vittoria in scioltezza di Romagnoli. La squadra è a punteggio pieno e non ha mai ceduto, in un match, più di due vittorie parziali agli avversari. La squadra “B” di D2, invece, pur vincendo a Sant’Agostino con il Nettuno per 5-1 (due punti per Bernardi e Sankary, uno di Sfrisi) non può certo festeggiare perché con il sesto posto attuale retrocederebbe nella prossima D3 di nuova istituzione. Bernardi viaggia con un buon 75% di vittorie, Sfrisi con il 57%, mentre Sankary – che ha debuttato da poco – sembra competitivo per la categoria con il due su tre finora ottenuto. Si attende una crescita, invece, da Bonora, Malagù e Viganelli.

    • TORNEO REGIONALE TOP 200 E ASSOLUTO FEMMINILE (MEZZOLARA, 06/01/2013)

    Acuto di Silvia Traversi nel doppio assoluto, in cui si impone in coppia con Letizia Giardi dopo vittorie sulle sorelle Triboi (3-0) e sul duo Nita-Jurkechova (3-1). Nei tornei di singolare l’atleta del Tennistavolo Ferrara conclude al quarto posto sia il torneo top 200 sia il torneo assoluto. Nel doppio misto, in coppia con Alessandrini, cede al primo turno.

    • TORNEO NAZIONALE TOP 2000 MASCHILE (TORINO, 05/01/2013)

    Bellissimo risultato di Enrico Mugellini e Ugo Romagnoli nel torneo di doppio. In un tabellone di 36 coppie i due atleti del Tennistavolo Ferrara giungono fino alla semifinale, dove cedono in tre set a Cuminetti e Cofano, poi vincitori della manifestazione. In precedenza Mugellini e Romagnoli – non nuovi a piazzamenti di questo tipo, a conferma della solidità della scuola di doppio estense – avevano battuto Fede-Mangano per 3-1, Foglia-Lentini per 3-2 e, nei quarti di finale, la coppia Cocco-Spagnolo (altro 3-2 con rimonta da 0-2). Meno brillanti i risultati nel torneo di singolo. Il migliore è Mugellini, che vince con un bel tre su tre il suo girone (successi su Ehrenheim, Galli e Mangano) per poi arrendersi di un soffio (9-11 nel quinto set) a Baricone nei trentaduesimi di finale. Romagnoli, invece, esce in girone, dove chiude terzo (vittoria su Marchese, sconfitte con Canneva e Madrigali).

    • TORNEO NAZIONALE OVER 2000 MASCHILE (TERNI, 22/12/2012)

    Il Tennistavolo Ferrara nell’occasione è rappresentato solo da Claudio Faccini, che su un lotto di 160 iscritti supera a punteggio pieno il suo girone (facili vittorie su Aveta e Petrelli, successo a tavolino nel terzo incontro per assenza dell’avversario) e in seguito, battuto anche Falcini per 3-0, ferma la sua corsa nei sedicesimi di finale contro l’ostico Santillo (1-3). Buona prova.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 6° GIORNATA (15-16/12/2012)

    L’ultimo turno prenatalizio regala al Tennistavolo Ferrara un bilancio positivo (tre vittorie, due sconfitte), ma solo grazie ai risultati delle formazioni di serie D. Dalla C1, invece, giungono solo lacrime e delusione, con la prima squadra battuta in casa dal Tifernum e la seconda al tappeto a Reggio Emilia. Partiamo proprio dalla C1 e dal terzo 4-5 stagionale della squadra “A”. Partita durissima e combattuta, quella casalinga con il Tifernum Città di Castello: uno scontro diretto che ha confermato in pieno le scintille promesse alla vigilia. Ma ancora una volta, alle prese con un match punto a punto, gli estensi hanno avuto la peggio e potrebbe ormai essere un fatto non casuale. Zakaryan (nonostante un avvio non brillante, comunque ben gestito con l’esperienza) e Curarati firmano due punti a testa, entrambi battuti dal giovane e bravissimo Chiorri, tra i primi 170 giocatori d’Italia. Gallerani, però, non riesce a portare ai suoi il successo che sarebbe stato decisivo, battuto sul filo di lana nel match inaugurale da Carloni e più nettamente dagli altri due avversari (0-3 nel nono match contro Baglioni). La sostanza è che con questa sconfitta il Tennistavolo Ferrara viene ricacciato verso il centroclassifica (6 punti), mentre Tifernum e Rimini guidano il girone H con 10 e Montemarciano e Senigallia seguono con 8. Delusione anche sul fronte della squadra “B”, perché il match in teoria impossibile sul campo del Reggio Emilia all’atto pratico si era trasformato in una gara alla portata, senza però che gli estensi (in particolare Mugellini e Antonucci, sempre battuti e entrambi globalmente sotto il 30% di successi) riuscissero a sfruttare appieno la memorabile e superlativa giornata di Caravita, capace di battere uno dopo l’altro i forti Bondioli (n. 412: 3-1), Concas (n. 382: 3-0) e soprattutto Nardini (n. 262 ma fino all’anno scorso sempre seconda categoria e ancora imbattuto quest’anno: fantastico 12-10 alla bella). Il Tennistavolo Ferrara, con questo 3-5, mantiene così malinconicamente il penultimo posto. Decisamente migliore il bilancio in serie D, dai cui palcoscenici è giunto un bel tris di vittorie, tutte nettissime. In serie D1 la terza formazione societaria ha sbancato il campo della Maior 4 PFP per 5-2. Terza tripletta stagionale per Testoni (87% di positività su 15 gare disputate), cui si sono affiancati i punti di Bianchetti su Puccini e di Cominato su Zagato. Complice anche la vittoria a tavolino ottenuta in settimana relativamente alla prima giornata di andata, quando il Tennistavolo Ferrara era stato battuto per 5-4 sul campo a Imola, ora la formazione estense è quinta e si rilancia nella corsa salvezza. Bis di successi, infine, in serie D2, dove alla prevedibile affermazione (5-1) della squadra “A” sul campo della Dynamis B (per la capolista del girone F due punti per Romagnoli e Andreoli, ancora imbattuti, e una vittoria per Faccini) ha fatto riscontro il primo sorriso stagionale della squadra “B”, che nella giornata del buon debutto del libanese Sankari (un punto e doppietta sfiorata) ha battuto in casa il Renogalliera B per 5-1 grazie alle doppiette degli esperti Bernardi e Sfrisi.

  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU ESTENSE.COM

    • TORNEO REGIONALE OVER 2000/M (SAN GIORGIO DI PIANO, 08/12/2012)

    Per il Tennistavolo Ferrara partecipano Faccini e Benea. Il primo supera il girone iniziale facilmente (triplo 3-0 a Leprotti, Gatti e Coletta) per poi battere Cerullo nei sedicesimi di finale e cedere negli ottavi per 2-3 a Bardi. Niente da fare, invece, per Benea, che perde tre gare su tre nel girone preliminare.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 5° GIORNATA (01-02/12/2012)

    La prima squadra di C1 del Tennistavolo Ferrara vince, come da pronostico e senza troppa storia, sul campo dell’Everping Castiglione di Ravenna (5-2) ma la quinta di campionato le dice ancora meglio in considerazione dei risultati dagli altri campi. La capolista Montemarciano, infatti, cede al fotofinish a Città di Castello e il risultato è che ora, in una classifica cortissima, le prime (Tifernum e Rimini, oltre al Montemarciano stesso) sono a soli due punti dagli estensi, a loro volta a pari merito con la Spiaggia di Velluto Senigallia a quota 6. Rinnovate speranze di vertice, quindi, che si capirà se reali o illusorie nelle prossime due giornate, quando il Tennistavolo Ferrara – atteso comunque a una maggiore continuità di risultati – affronterà proprio Tifernum e Rimini. A Castiglione – nonostante l’assenza a titolo precauzionale di Curarati, in ripresa da una distorsione a una caviglia rimediata in A2 veterani – tripletta sul velluto di Zakaryan (nessun set perso), ma buone nuove sono giunte anche da Sani (3-0 su Cavina) e soprattutto da Gallerani (3-0 su Vitali), con quest’ultimo che è riuscito anche a portare alla bella (tra l’altro, con due set persi ai vantaggi) il più quotato ed esperto Castelvetro, autore dei due successi romagnoli. Sabato totalmente da dimenticare, invece, per la seconda formazione societaria, che nel girone F di C1 – opposta in casa alla forte Villa d’oro Modena – non è riuscita neppure a cogliere il punto della bandiera, finendo battuta per 0-5. Antonucci forzatamente in campo con una contrattura alla schiena, Mugellini a sua volta alle prese con problemi fisici, avversari obiettivamente superiori: ecco serviti gli ingredienti di un “cappotto” che, complici gli altri risultati di giornata, porta gli estensi al penultimo posto in solitudine. Decisamente più bruciante – per la maniera in cui è giunta – è stata la sconfitta della squadra di serie D1, arrivata ad avere, nel settimo match di giornata contro la Maior Hitech Castelmaggiore, addirittura due match-point per la vittoria definitiva. Sul 4-2 per i ferraresi, però, il numero uno Testoni, in vantaggio per due set a uno per 10-8 nel quarto si faceva rimontare e battere dal bravo Ferrone e a quel punto erano i successi di Imberti su Cominato e di Diani su una comunque bravissima Silvia Traversi a portare i bolognesi al 5-4 finale. Per il Tennistavolo Ferrara, penultimo in compagnia dell’Imola B, due punti di Testoni e uno a testa per Cominato (che ha vinto la sua prima gara stagionale) e Traversi. Scendendo in D2, note agrodolci e bilancio reiterato per il club estense. Domina nel vero senso della parola la squadra “A”, che ha impiegato appena un’ora per rifilare un pesantissimo 5-0 allo Sport Village Simpatia (due punti di Benea, uno di Romagnoli, uno di Faccini, uno di Andreoli) ed è prima in solitudine a punteggio pieno. Crolla di nuovo, invece, la formazione “B” (Bonora, Viganelli, Sfrisi), battuta per 0-5 a San Giorgio di Piano dalla capolista Renogalliera e ancora a quota zero.

  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU ESTENSE.COM
  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU SPORTFERRARA.IT

    • SERIE A2 VETERANI – 1° CONCENTRAMENTO (CASAMASSIMA, 24-25/11/2012)

    Grande Tennistavolo Ferrara in terra barese per il primo dei due concentramenti su cui si svolge la serie A2 veterani 2012/2013. Il terzetto estense composto da Curarati, Antonucci e Mugellini ha vinto tutte le quattro partite disputate (una a tavolino per l’assenza del Castiglione di Ravenna) e al giro di boa del campionato è quindi primo insieme al fortissimo Cral Comune di Roma, con quattro lunghezze di vantaggio sulle immediate inseguitrici e una piccola ipoteca sul possibile piazzamento per i play-off promozione. A Casamassima il grande protagonista è stato Sergio Curarati, unico giocatore imbattuto della “due giorni” pugliese con un sei su sei che da solo dice tutto. Nei successi su Velletri (3-1), San Polo (3-1) e Futura Roma (ancora 3-1) il ruolo del numero uno estense è stato fondamentale sia in singolare sia in doppio, dove con un Antonucci in netta ripresa ha battuto coppie di spessore quali Fantozzi-Dicomani (3-0) e Spagni-Sciarrone (3-1). In singolare le perle di Curarati sono state soprattutto il 3-2 sull’ex seconda categoria Spagni (nonostante un infortunio nel finale a una caviglia), la rimonta da 8-10 alla bella su Sciarrone e il nettissimo 3-0 su Arisi, n. 232 d’Italia, in precedenza superato in una grande partita per 13-11 al quinto set (e dopo essere stato sotto per 0-2) anche da Antonucci. A fine gennaio, a San Polo, il secondo concentramento.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA (17-18/11/2012)

    Doccia fredda in serie C1: quando sembrava che la prima squadra del Tennistavolo Ferrara avesse iniziato la sua progressione verso l’alta classifica, ecco – sorprendente e bruciante – lo scivolone sul campo del Cus Camerino 2, formazione ostica ma comunque forte di giocatori tutti oltre la 450° posizione italiana. Il 4-5 finale è oltremodo pesante da digerire, anche per via della terza sconfitta stagionale di Zakaryan, battuto dal giovane Silveri ai vantaggi del quinto set, ma dopo avere ceduto piuttosto nettamente i primi due. Curarati ha fatto come sempre il suo: due vittorie contro lo stesso Silveri e sul numero tre avversario (in quest’ultimo caso alla bella), inframmezzate dalla sconfitta di misura contro Rigotto. Sani, in campo full-time per l’indisponibilità di Gallerani, invece è rimasto a secco nonostante sia con Silveri sia con Molini al nono match abbia nel complesso lottato. La sostanza, però, nel complesso è stata quella di un Tennistavolo Ferrara battuto con merito, capace sì di risollevarsi dopo essere stato sotto anche per 2-4 ma, in definitiva, globalmente sotto le attese. E il primo posto è già a +4 dopo altrettante giornate: un campanello d’allarme non da poco sulle speranze di promozione. E’ andata meglio alla seconda squadra, che però, nel girone F di C1, proprio non avrebbe potuto fare diversamente contro un Carpi dal potenziale nettamente inferiore alla categoria: 5-0 in terra modenese, senza neppure un set perso e pratica archiviata in 90 minuti. La prima vittoria stagionale fa segnare le doppiette di Caravita e Mugellini, oltre a un successo di Antonucci. Ma sono due punti che non cambiano lo stato delle cose, visto che prevedibilmente saranno intascati anche dalle altre formazioni del raggruppamento. La situazione di classifica resta quindi difficile, esattamente come una settimana fa: sarà un campionato in salita, nel quale per centrare la salvezza bisognerà fare una piccola impresa. In serie D1 niente da fare, per il Tennistavolo Ferrara, in una trasferta – quella a San Giorgio di Piano contro il Renogalliera – diventata ancora più proibitiva di ciò che già di per sé sarebbe stata, stante l’indisponibilità del numero uno Testoni. Gli estensi, in campo con Bianchetti, Traversi e Cominato, hanno perso rapidamente per 0-5 e ora sono penultimi in classifica. Per concludere, uno sguardo in D2, dove sono stati confermati fatti e sensazioni delle prime tre giornate di campionato. La squadra “A” vola e resta a punteggio pieno dopo avere espugnato anche i tavoli della Zinella per 5-1: in campo tutti i giocatori della rosa, con Faccini a segno due volte, Andreoli e Romagnoli a darsi il cambio e a portare a casa un punto nell’unica partita disputata, e Benea a centrare il suo secondo sigillo stagionale dopo avere ceduto il suo primo match al giovane Perugia. Per contro, la squadra “B” continua la sua agonia in fondo alla classifica, incassando un severo 0-5 casalingo contro la capolista Unione ’90 San Felice sul Panaro, troppo più forte. Per Malagù, Sfrisi e Bonora tutte sconfitte veloci e un solo set vinto (da Bonora).

  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU ESTENSE.COM
  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU SPORTFERRARA.IT

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (10-11/11/2012)

    La prima squadra del Tennistavolo Ferrara inizia a marciare davvero ad alta velocità: 5-2 casalingo alla temibile Spiaggia di velluto Senigallia e secondo posto nel girone H di C1 maschile alle spalle del Montemarciano, autore dell’imprevisto sgambetto dell’esordio. Per uno Zakaryan autore di una doppietta ma battuto a sorpresa (da Pierpaoli) per la seconda volta in campionato, va rimarcato il ruggito di Sergio Curarati, che ha vestito i panni del leader costringendo a rapide sconfitte sia Pierpaoli sia Nicolini, confermando di avere una solidità con pochi eguali, dimostrata dall’83% di successi finora sfoggiato (cinque vittorie in sei gare). Ma la grande impresa di giornata è stata quella di Simone Gallerani, capace di battere in quattro set proprio Nicolini, numero 259 delle classifiche italiane: chissà che questo risultato sblocchi definitivamente il giovane ferrarese, da tempo alle porte di un salto di qualità atteso dal club ma che deve ancora sbocciare del tutto. Meno buono è stato il sabato della seconda squadra di C1, sconfitta a Verona dal Borgo San Pancrazio per 5-2. Gli scaligeri per l’occasione hanno rinforzato con Stecher (11-9 al quinto set a Mugellini) una squadra già forte del “fuori categoria” Zoppei (tre punti), e agli estensi, peraltro ancora lontani dalla forma ideale, non è restato che limitare i danni, con un punto a testa di Caravita e di un Antonucci ancora chiaramente sotto tono. La formazione estense in questo caso è ancora a zero punti dopo tre partite e si profila una stagione di grande sofferenza, anche per via dell’ottimo livello di quasi tutte le avversarie del girone. Salvarsi non sarà semplice. In serie D1 è andata brillantemente a segno la terza formazione societaria: 5-2 a Imola sul Santa Caterina “A”. Testoni (otto vittorie in nove gare fino a questo momento) si è confermato un giocatore da corsa per la categoria e ha siglato una tripletta senza particolare affanno (su Calesini, Dima e Casini). Un punto a testa, invece, per Silvia Traversi e per un Bianchetti subentrato a Cominato dopo il primo match di giornata. Il Tennistavolo Ferrara, in questo caso, è terz’ultimo con due punti. Scendendo in D2, alla sconfitta interna della squadra “B” (ancora a secco) contro la Fortitudo Bologna (2-5) con punti della bandiera di Bernardi e Sfrisi, ha fatto riscontro il terzo squillo consecutivo della formazione “A”, che si è confermata corazzata per la categoria grazie al 5-1 casalingo con il Simpatia Bologna. Le doppiette di Andreoli e Romagnoli mantengono imbattuti i due pezzi da novanta della squadra, mentre Faccini (ottima prova) ha piegato Andreotti. Anche Benea, pur battuto dal numero uno avversario, ha ben giocato.

  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU ESTENSE.COM
  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU SPORTFERRARA.IT

    • TORNEO NAZIONALE OVER 2000 MASCHILE (SAVIGNO, 03-04/11/2012)

    Quattro gli atleti della società ai nastri di partenza della manifestazione. I migliori sono Paolo Bianchetti e Claudio Faccini, che si fermano nei trentaduesimi di finale. Bianchetti chiude al secondo posto il suo girone (vittorie su Gaudio e Cristalli, sconfitta con Rebecchi) e in seguito, nella fase a eliminazione diretta, vince in tre set con Arrigoni prima di cedere a Poeta (2-3). Faccini fa altrettanto, superando il girone da secondo (vittoria su Stefani), superando un turno a eliminazione contro Di Paolo e perdendo poi da Giudice. Corsa breve, invece, per Giorgio Benea e Andrea Bonora, entrambi senza vittorie nei rispettivi gironi.

    • TORNEO NAZIONALE TOP 2000 MASCHILE (TERNI, 03-04/11/2012)

    Il migliore risultato per i giocatori del Tennistavolo Ferrara arriva dalla prova di doppio maschile, dove Ugo Romagnoli e Simone Gallerani chiudono nei quarti di finale in un lotto di quaranta coppie iscritte. I due atleti estensi superano tre turni (contro Rekik-Penna, Di Francesco-Sciarrone e Corbacio-Messa) per poi arrendersi in tre set a Coppola-Regis. Nel torneo di singolare Gallerani vince il suo girone (vittorie autorevoli su Sciullo, Galbo e Vecchiarino) per poi cedere nel primo turno della fase a eliminazione diretta a Ficco (2-3, con bella persa per 12-14). Romagnoli finisce in un girone difficile e chiude terzo, battendo Grillo e perdendo con Rekik e Panichella.

    • TORNEO NAZIONALE TOP 600 MASCHILE / TOP 200 FEMMINILE (AREZZO, 03-04/11/2012)

    Il Tennistavolo Ferrara, nel settore maschile, è rappresentato da Enrico Mugellini, che chiude al quarto posto il proprio girone dopo le sconfitte contro Becchetti (poi finalista) in tre set, contro Mocellin (0-3) e contro Bonetti (1-3). In campo femminile partecipa Silvia Traversi, che a sua volta viene eliminata in girone dopo le sconfitte con Pullè (0-3) e Cento (1-3). In doppio, in coppia con Sara Meozzi, cede al primo turno in tre set a Perna e Belli, poi vincitrici del torneo.

    • TORNEO REGIONALE TOP 200 FEMMINILE (S. GIORGIO DI PIANO, 01/11/2012)

    Partecipa Silvia Traversi, che però non supera il suo girone, dove chiude quarta dopo le sconfitte con Triboi, Ballardini e Penzo, inframmezzate dalla sola vittoria su Hachfeld. Nel doppio, in coppia con la slovacca Jurkechova, Silvia chiude invece al terzo posto su altrettante coppie iscritte in un torneo comunque sfortunato, considerando che le due sconfitte sono giunte solo al quinto set.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (13-14/10/2012)

    La seconda giornata di campionato vede il Tennistavolo Ferrara rialzare un po’ la testa, ma senza particolari spunti per festeggiare. Di fatto, nonostante qualche miglioramento e qualche buona performance individuale si può dire che la convalescenza generale continui. Il bilancio questa volta parla di due vittorie decisamente attese alla vigilia (quella della prima squadra di C1 a Senigallia e quella della D2 “A” a Bologna) e tre sconfitte, una delle quali – quella della seconda formazione di C1 – davvero bruciante perché giunta alla nona partita e con molti rimpianti. Ma andiamo per ordine. La squadra “A” di C1, che doveva vendicare lo scivolone del debutto con Montemarciano, ha sbancato senza problemi per 5-2 i tavoli del Senigallia (Pilisi, Costantini, Fasulo), che non è propriamente tra le formazioni più quotate del girone. La gara non è mai stata in discussione ed evidente – sin dall’inizio – è stata la differenza di valori in campo. Questa volta Zakaryan non ha ceduto nulla, vincendo i suoi tre incontri con parziali nettissimi. Di Curarati (su Fasulo) e di Gallerani (su Costantini) gli altri due successi, mentre Sani, che aveva cominciato la gara al posto di Curarati, ha perso con Pilisi, autore dei due punti avversari. Ben altro equilibrio nel match che ha coinvolto l’altra formazione societaria di C1, battuta al fotofinish (4-5) in casa dalla Primavera Buttapietra “A”, tra le pretendenti alla promozione. Ma la differenza in campo non si è vista e il rammarico degli estensi, alla fine, è stato grande. Fantastica la prova di Caravita, che ha fatto il pieno battendo giocatori più quotati di lui (il numero 194 italiano Marzano, il numero 371 Caloi e il numero 517 Salaorno) e dimostrando di valere decisamente la terza categoria. Purtroppo, però, il suo exploit non è stato sufficiente. Antonucci ha senz’altro giocato meglio che al debutto, ma nonostante il nettissimo 3-0 a Salaorno è mancato nei momenti importanti nelle altre due gare, soprattutto in quella, molto equilibrata, contro Caloi. Mugellini, invece, è andato a fasi alterne e ha chiuso senza vittorie, cedendo nel momento clou della nona e decisiva partita contro Salaorno, sul quale era in vantaggio per 2-1. Davvero una doccia fredda, che mette già la squadra ferrarese in fondo alla classifica in compagnia del Borgo San Pancrazio Verona e del Carpi. Inutile dire che dai giocatori più esperti – ancora non in forma – ci si dovrà attendere di più nei prossimi match. Perde di nuovo – e ancora di misura – anche la formazione di D1, sconfitta in casa dalla Zinella Metalparma San Lazzaro per 5-3. Decisiva la tripletta di Corsini, che ha tolto l’imbattibilità a Testoni (due buoni punti, comunque, su Polpatelli e Saracino). Bianchetti ha superato in tre set Polpatelli, mentre Silvia Traversi – dopo avere sfiorato la vittoria sul numero uno avversario – ha ceduto tutte le sue tre partite. In serie D2 il Tennistavolo Ferrara, infine, ha bissato gli esiti della prima di campionato. A una squadra “A” vincente senza problemi (facile 5-1 sul campo della Fortitudo Bologna 1) ha fatto riscontro una squadra “B” ancora troppo spuntata per cogliere i due punti (2-5 a Castelmaggiore con la Maior 3 Acrineon). Nel primo caso vanno registrate le perentorie doppiette di Andreoli e Faccini (entrambi senza set persi) e il punto di Benea, che ha ceduto l’unico match di giornata con Tassinari dopo una vera maratona (14-12 nel quinto set). Nel secondo caso, i due successi sono giunti per mano di un sicuro Sfrisi, che ha battuto in cinque set sia Scalorbi sia Marchi. Niente da fare, invece, per Malagù (zero su tre, nonostante un ko alla bella) e per Bonora.

  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU ESTENSE.COM
  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU SPORTFERRARA.IT

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA (06-07/10/2012)

    Non è stata propriamente una partenza col botto, quella del Tennistavolo Ferrara nei campionati a squadre 2012/2013. Tutt’altro: cinque partite e una sola vittoria, giunta grazie alla formazione “A” di D2 (5-2 casalingo contro un’ottima Zinella San Lazzaro). Che l’unico sorriso sia arrivato da qui – ovvero da una squadra decisamente fuori categoria nel suo girone – non è probabilmente frutto del caso. Per il resto, infatti, la sensazione è che nelle sconfitte abbia influito, almeno in parte, il ritardo di preparazione rispetto alla concorrenza, ritardo inevitabile visto che la palestra Einaudi, dopo il terremoto, è tornata a disposizione del club solo a metà settembre, quando gli allenamenti avrebbero dovuto già essere nel pieno del loro svolgimento. Che la ragione sia questa o meno, è chiaro che gioco e condizione dovranno presto crescere, almeno in parte dei giocatori estensi. In serie C1 ha fatto notizia soprattutto l’inatteso scivolone della squadra “A”, battuta in casa per 5-4 da un combattivo Montemarciano (Azzalini, Pannelli e Barchiesi) nonostante l’attesissimo debutto di Eduard Zakaryan, il forte armeno ingaggiato dal club estense per questa stagione nella doppia veste di allenatore e giocatore. Paradossalmente la sorpresa è arrivata soprattutto da lui, perché mentre Curarati siglava due bei punti (su Barchiesi e sul terza categoria Pannelli) sfiorando il terzo, Zakaryan esordiva cedendo in tre soli set al numero 370 italiano Azzalini (obiettivamente in grande giornata) in un match, rivelatosi alla fine decisivo, nel quale partiva ampiamente favorito. I due punti conquistati successivamente dall’armeno consentivano al Tennistavolo Ferrara di giungere al 4-4, ma qui era Sani (nessun punto all’attivo, come Gallerani) ad arrendersi in tre set al giovane Barchiesi nella partita decisiva. Ci sarà modo, comunque, di rifarsi in quanto la squadra estense sembra obiettivamente di ottimo spessore per la categoria e resta tra le più accreditate pretendenti per la promozione in B2. Ancora più netta la battuta d’arresto della squadra “B” di C1, che ha ceduto per 5-2 sul campo della Primavera Buttapietra “B” (Filippi, Cucuzza, Ciacciarelli) in un match che potrebbe avere un peso molto importante in chiave salvezza perché i veronesi sono, di fatto, una pari livello in un girone che, tranne Carpi, si annuncia molto attrezzato. Un punto a testa per Antonucci e per Mugellini (Caravita non ne ha messi a segno), ma, nel complesso, la prova della squadra è stata caratterizzata dagli errori e dalla discontinuità contro avversari in ottima vena, chiaramente più allenati e trascinati da un Filippi in giornata di grazia e da un Cucuzza molto solido. Il rammarico ferrarese peraltro è doppio perché – al di là della forma non ancora raggiunta – il calendario ha proposto questa gara di alto peso specifico proprio all’inizio, quando sarebbe stato bene affrontarla più avanti. Scendendo in serie D1, il Tennistavolo Ferrara ha perso a Imola con il Santa Caterina “C” per 5-4 dopo una maratona in cui il grande protagonista, purtroppo insufficiente per arrivare al successo, è stato Andrea Testoni, autore di tre memorabili punti. Di grandissimo rilievo la sua vittoria per 3-1 sulla rumena Fazacas, giocatrice difficilmente battibile a questi livelli, attualmente seconda categoria e attualmente equiparata alla numero 50 italiana. Una vittoria anche per Silvia Traversi su Bui. Sul 4-4 Bianchetti ha sostituito Cominato, ma è stato a sua volta battuto in cinque set da Andalò. Peccato, ma la squadra, che è neopromossa, ha dimostrato di potere senz’altro reggere adeguatamente la categoria. In serie D2, detto della formazione “A” che ha vinto una bella gara (degna di altri palcoscenici) contro la Zinella Metalparma (5-2 con tripletta di Romagnoli e due punti di Andreoli, entrambi fuori categoria a questi livelli: in campo anche Benea e Faccini), la formazione “B” ha invece perso in casa con la Villa d’oro Modena per 5-3. Di Sfrisi (2) e Bernardi (1) i punti estensi, mentre Malagù ha subito due sconfitte.

  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU ESTENSE.COM
  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU SPORTFERRARA.IT

    • CAMPIONATI PROVINCIALI 2012 (FERRARA, 29/09/2012)

    E’ una bella edizione dei campionati provinciali, quella che recupera l’edizione rinviata lo scorso giugno causa terremoto e che fa registrare il dominio dei giocatori del Tennistavolo Ferrara. Dei migliori mancano Sani e Romagnoli, ma sono presenti i quattro giocatori locali di migliore classifica e il lotto dei partecipanti (17 iscritti, con buona rappresentanza anche da Reno Centese) è di buon livello. A fare il “pieno” è Luca Antonucci, che vince per la quarta volta in carriera il titolo di singolare (dopo tante finali perse in passato) e per l’ennesima volta quello di doppio, in coppia con Sergio Curarati. Molte, in questa edizione, le partite avvincenti e combattute, anche se nel complesso – guardando i risultati – le sorprese sono poche. Nel torneo di singolare, dopo una fase a gironi che rispecchia fedelmente i valori in campo, la battaglia vera comincia dai quarti di finale, dove Antonucci – dopo un girone chiuso senza set persi - inizia la sua serie di “maratone” contro un Gallerani molto esplosivo ed efficace in attacco, che giunge davvero vicino alla vittoria. Un match nel quale Antonucci si impone solo al quinto set – con grande sofferenza, ma anche con esperienza – piazzando un paio di blocchi decisivi nel momento clou. Più veloci gli altri quarti, con Mugellini a regolare Simonati (Reno Centese) e Curarati a fare altrettanto con Testoni. Combattuta, invece, la gara tra gli ottimi Piazzi (Reno Centese) e Caravita, con il giocatore estense a prevalere in quattro set, ma sempre con punteggi di misura. In semifinale le sfide sono, nella parte alta, Curarati-Caravita e, in quella bassa, Antonucci-Mugellini. Due derby che alla vigilia si annunciano equilibrati, e che tali si rivelano. Caravita batte per 3-1 la testa di serie numero 1 Curarati confermando i successi di un paio di anni fa (quando giocava per Sermide) nello scontro diretto, mentre Antonucci, giunto a un passo dallo 0-2, riesce a fatica e in rimonta a strappare il secondo set a Mugellini, per poi imporsi – anche qui con molta fatica – al quarto, non senza qualche punto fortunato. La finale, così, è tra Antonucci e Caravita. Un match nel quale il motivo dominante si rivela, come prevedibile, l’attacco sistematico di Caravita contro il blocco di Antonucci, che viene spesso anticipato offensivamente dall’avversario. Caravita vince il primo set, Antonucci i successivi due e Caravita il quarto. Nella bella, Antonucci fa il break nella fase centrale e lo difende sino alla fine con nervi saldi. Risultato: 11-8, e quarto titolo provinciale. Nel torneo di doppio, vincono Curarati e Antonucci in finale su Piazzi-Simonati. Davvero bravi, i due pongisti del Reno Centese, che impegnano molto (strappando il primo set) i due vincitori e cedono solo di misura al quarto. In semifinale Piazzi e Simonati avevano fatto la grande sorpresa, eliminando Mugellini e Caravita in tre sole frazioni. Antonucci e Curarati, invece, avevano superato in quattro set gli ottimi Gallerani e Bianchetti, coppia inedita e a maggior ragione, quindi, da applaudire.

  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU ESTENSE.COM
  • CLICCA QUI PER VEDERE ARTICOLO PUBBLICATO SU SPORTFERRARA.IT

    • TORNEO REGIONALE TOP 200 FEMMINILE (MEZZOLARA, 23/09/2012)

    Partecipa Silvia Traversi, che vince il torneo di doppio in coppia con Matache (Maior Castelmaggiore) in virtù dei successi sulle sorelle Triboi (3-2) e del netto 3-0 in finale a Penzo-Jurkechova. Nel torneo di singolare Silvia chiude al secondo posto il suo girone (1-3 con la Matache, testa di serie numero 1, 3-1 alla Penzo) e poi cede al quinto set in semifinale alla quotata Stingo>

    • TORNEO REGIONALE TOP 2000 (MEZZOLARA, 16/09/2012)

    In campo solo Gallerani, che supera il girone come secondo (3-0 a Tiziano Bacchelli e Compiani, 0-3 con Parma) e poi, nella seconda fase, cede al primo turno contro Storti in quattro set, colpito da un problema al collo.

    • TORNEO NAZIONALE TOP 600 (LIVORNO, 15-16/09/2012)

    Partecipa solo Mugellini, che chiude il girone senza successi ma sfiorando la qualificazione. 0-3 con il più quotato Tessari, 2-3 (da 2-0, con bella persa 11-13) con il pisano Ciampi.

    • TORNEO REGIONALE OVER 2000 (MEZZOLARA, 09/09/2012)

    Supera il girone solo Faccini, che supera D’Annibale (3-2) e Mundo (3-1) cedendo a Manghi in cinque set. Nel tabellone a eliminazione diretta è Pietro Vitali (3-0) a interromperne subito la corsa. Eliminati subito Benea e Malagù (0 su 3 in girone per entrambi). Ma per tutti c’era l’attenuante dell’allenamento inesistente causa indisponibilità della palestra.

    • TORNEO NAZIONALE TOP 2000 (TREVISO, 08-09/09/2012)

    Nel primo torneo della nuova stagione il risultato migliore è della coppia Romagnoli-Gallerani, che su un lotto di venti coppie chiude nei quarti di finale, dopo il 3-0 su Vecchiarino-Luzzi e la sconfitta in tre set contro Chiarella e Scaravaggi, poi medaglia d’argento. Nel torneo di singolare Romagnoli supera il girone come secondo (3-0 sia a Broccardo sia a Carù, 0-3 con Trevisan) per poi cedere in tre parziali al veronese Busato nel turno inaugurale dell’eliminazione diretta. Terzo posto, ed eliminazione immediata, per Gallerani nel proprio gruppo (solo una vittoria contro Olivieri).

    Articoli di: Luca Antonucci

    (Campionato 2011/2012)



    • PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE D2 (MEZZOLARA, 27/05/2012)

    Il Tennistavolo Ferrara può fare festa e sale in serie D1. Una festa meritatissima, dopo una stagione condotta costantemente al massimo livello, che a lungo aveva profilato la possibilità della promozione diretta e che si è inceppata solo per un attimo, nella seconda fase del girone di ritorno. Costretta ai play-off promozione, la terza squadra societaria ha però sbrigato la pratica molto velocemente (5-1 in poco più di due ore). Contro l’Arsenal Reggio Emilia gli estensi sono stati praticamente perfetti. Dopo l’iniziale vittoria reggiana (Vavotici di misura al quinto set su Bianchetti), il quartetto ferrarese ha inanellato cinque successi di fila, con il numero uno Testoni a liquidare Menozzi e lo stesso Vavotici, Silvia Traversi a confermare la sua grande crescita rifilando due secchi 3-0 a Menozzi ed Artoni, e Faccini (subentrato a Bianchetti) a imporsi per 12-10 nel quinto set al giovane Menozzi stringendo i denti per via di diversi problemi fisici. Una vittoria resa ancora più bella dalla cornice, con una foltissima rappresentanza della società a tifare, punto su punto, per i propri compagni.

    • TORNEO NAZIONALE 4a e 3a CATEGORIA (TERNI, 19-20/05/2012)

    Ancora in luce Silvia Traversi, che nel torneo di terza categoria femminile coglie una bella semifinale, dopo avere superato il girone da seconda con successi su Torcello e Iscaro e sconfitta di misura con Sacco. Nella fase a eliminazione diretta l’atleta del Tennistavolo Ferrara supera anche Comune in cinque set e si arrende alla più quotata Condorelli. Nel singolo quarta categoria in campo Mugellini e Gallerani, ma senza acuti. Mugellini vince a punteggio pieno il suo girone e poi cede ai vantaggi del quinto set e dopo diversi punti sfortunati a D’Ambrosi, mentre Gallerani si imbatte in una giornata no e chiude terzo il proprio girone, con una sola vittoria in tre gare.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 14° GIORNATA (12-13/05/2012)

    La stagione regolare dei campionati a squadre termina con il Tennistavolo Ferrara ottavo in B2, secondo a pari merito in C1, qualificato per gli spareggi promozione con la prima formazione di D2 e quinto con l’altra squadra di categoria. In pratica, è sipario per tutti tranne che per la terza formazione societaria, che si giocherà il salto in D1 nel concentramento decisivo di fine maggio. L’ultima giornata ha riservato al club estense due vittorie e altrettante sconfitte. In B2, in casa contro l’Ascoli, il Tennistavolo Ferrara – retrocesso da tempo – si è arreso alla maggior forza degli avversari (terzi in classifica) per 5-1, ma Mugellini ha confermato il suo grande stato di forma battendo il terza categoria Campagnari (n. 396 d’Italia) e impegnando il quotatissimo Censori. Anche Gallerani (2-3 contro Caserta) ha venduto cara la pelle limitatamente al suo secondo match. La stagione – che era segnata sin dall’inizio alla luce di un livello di girone fuori portata per la squadra ferrarese – ha visto proprio in Mugellini (38% di successi, nonostante molte partite giocate come numero tre) il migliore dei suoi, con vittorie di prestigio su giocatori come Zakaryan, Viviani, Pierpaoli ed Ercolani, per citarne alcuni. Più in difficoltà Gallerani, Sani e Romagnoli, che però, nella prossima stagione di C1, troveranno avversari più alla portata. Proprio in serie C1 il Tennistavolo Ferrara ha chiuso con una bella vittoria a San Lazzaro contro il Nettuno (5-2), che aveva disperato bisogno di punti per evitare la retrocessione. Nonostante la cattiva giornata di Antonucci gli estensi però si sono imposti con merito, con una superlativa prova del sempre più convincente Caravita (tre punti meritatissimi su Zannoni, Musso e Chifen) e con la doppietta di un Curarati tornato ai suoi veri livelli dopo la flessione delle scorse giornate. La squadra estense chiude al secondo posto in coabitazione con la Villa d’oro Modena, a quota 18 punti (nove successi in 14 gare). Curarati (22 vittorie e 10 sconfitte: 68,7% di positività) è stato ancora una volta il più efficace, ma anche Caravita (17-13, 56,6%) e Antonucci (15-13, 53,5%) hanno disputato una bella stagione, con sette terza categoria battuti a testa in girone. Molto positivo, in particolare, è il campionato di Caravita, rivelatosi davvero un ottimo acquisto, come dimostrato anche dai brillanti risultati negli ultimi tornei individuali. Andreoli, in campo nelle gare casalinghe, ha a sua volta ottenuto due vittorie, rompendo il ghiaccio rispetto ai suoi trascorsi in categoria. In serie D2 il Tennistavolo Ferrara con la sua squadra “A” ha concluso alla pari in vetta con Villa d’oro e Fortitudo (24 punti: 12 vittorie e 2 sconfitte), ma è secondo per via della classifica avulsa. L’ultima vittoria è giunta a Carpi per 5-2 con tripletta di Testoni e una bellissima doppietta di Silvia Traversi, davvero in gran forma. La stagione regolare termina con Testoni al 90% di successi (27-3), Faccini al 66,6% (12-6), Bianchetti al 60% (9-6) e Traversi al 57,1% (12-9). Ora l’attesa è tutta per i play-off, nella speranza che siano play-off di festa. Sempre in D2, ma questa volta si parla della formazione “B”, il Tennistavolo Ferrara ha chiuso cedendo in casa al Massalombarda per 5-2, con un punto a testa per Malagù e Sfrisi. Il campionato termina con la squadra al quinto posto, a quota 8. Le percentuali finali: Bernardi 60% (3-2), Malagù 50% (3-3), Sfrisi 44% (11-14), Benea 41% (7-10), Bonora 33,3% (3-6), Quartaroli 33,3% (1-2), mentre una sola presenza, senza successi, è stata collezionata da Viganelli.

    • CAMPIONATO REGIONALE 1°, 2° e 3° CATEGORIA (MEZZOLARA, 06/05/2012)

    Ancora soddisfazioni per il Tennistavolo Ferrara. Nei campionati regionali, disputati a Mezzolara, Silvia Traversi ha conquistato il primo posto nel doppio femminile di terza categoria in coppia con Matache (Maior Castelmaggiore), dopo avere battuto facilmente in semifinale la coppia Ragazzini-Norcia e in finale – questa volta al quinto set – il duo Penzo-Jurkechova. La Traversi ha poi ben figurato anche nel singolo femminile assoluto, dove ha conquistato un bellissimo bronzo dietro alle quotate Brzan e Nita, entrambe di categoria superiore. Nel singolo femminile di terza categoria, invece, l’atleta del Tennistavolo Ferrara è stata eliminata in girone per differenza set, mentre nel doppio misto, in coppia con Alessandrini della Maior Castelmaggiore, ha ceduto al primo turno ai più quotati Ghitalla-Norcia.

    • TORNEO REGIONALE 4a e 3a CATEGORIA (MEZZOLARA, 01/05/2012)

    Grandissima spedizione estense nell’ultimo torneo in programma prima dei campionati regionali di terza categoria. Nel torneo di quarta maschile (30 iscritti), Caravita sigla il colpo da novanta sbaragliando il campo dopo una serie di sei vittorie consecutive, buona parte delle quali all’ultimo respiro (quattro i 3-2). Le vittime mietute nel cammino verso il meritato primo posto sono Parma, Gennaro Liambo, Farina, Citera, Carnevale e soprattutto Verati (n. 381 italiano), in un mix, quindi, di avversari esperti e giovani realtà. La corsa di Caravita, ormai assolutamente degno della promozione a terza categoria nazionale (molti i “positivi” già inanellati), non si arresta neppure nel tabellone superiore, dove l’atleta del Tennistavolo Ferrara batte nuovamente Carnevale e costringe alla resa il terza categoria Raffaele Liambo (3-2), n. 246 delle classifiche nazionali, vincendo il girone a punteggio pieno prima di imporsi nei quarti anche su Guarnieri. E’ l’ex seconda Carboni, poi vincitore del torneo, ad arrestare la cavalcata di Caravita in semifinale, ma i piazzamenti consentono al pongista ferrarese di qualificarsi brillantemente per il tabellone di terza categoria dei campionati italiani. Di rilievo anche le quattro rimonte compiute da una situazione di svantaggio in fatto di set: chiara prova di solidità e di carattere. Vince il torneo anche Silvia Traversi nel terza femminile. In questo caso le vittorie decisive arrivano su Ballardini (3-0) e Penzo (3-1), a conferma dell’efficacia della giocatrice del Tennistavolo Ferrara in campo regionale, dove è ormai di casa tra le migliori. Nel singolo di quarta categoria maschile supera la prima fase anche Gallerani, secondo nel suo girone dopo la sconfitta di misura con Greco e i successi su Carnevale e Pacchiosi. La corsa del pongista estense si chiude negli ottavi di finale contro Verati. Qualificatosi per il torneo di terza categoria, Gallerani chiude poi il girone senza vittorie.

    • CAMPIONATO REGIONALE VETERANI (MEZZOLARA, 29/04/2012)

    Due medaglie d’argento per il Tennistavolo Ferrara. Nel singolare maschile over 40 Antonucci ripete il piazzamento del 2011 e mette a segno una bella impresa, vincendo a punteggio pieno il suo girone (successi in tre set su Leov e Cubadde, tiratissimo 3-2 contro Andalò, n. 304 italiano) e brillando anche nella fase a eliminazione diretta, con vittorie sull’ostico Milianti (3-1) e, soprattutto, sul ben più quotato Baroncelli (n. 207 e a lungo seconda categoria) dopo un’altra gara fiume finita per 11-9 al quinto set. In finale, infine, Antonucci impegna oltre le attese il n. 37 italiano (ed ex n. 12) Giuliani, cedendo in quattro frazioni dopo avere vinto a sorpresa la prima e perso di un soffio la quarta. Ma in questo caso la partita era effettivamente “impossibile”. Davvero un bell’acuto, così come quello messo a segno in doppio dalla coppia Antonucci-Romagnoli, seconda classificata e anch’essa, quindi, vicecampionessa regionale dopo il netto successo su Sturani-Bini e il prestigioso 3-2 su Giuliani-Zauli, battuti dopo una memorabile partita. In finale, contro il duo formato da Baroncelli e Andalò, la prova dei due ferraresi è positiva, caparbia ma non sufficiente a portare a casa l’alloro, anche e soprattutto per via dei diversi blocchi imprecisi di Antonucci contro gli ottimi attacchi avversari. Nel singolare over 60 in campo anche Benea e Quartaroli, entrambi eliminati nei quarti di finale dopo essere stati battuti al primo turno del doppio.

    • TORNEO REGIONALE NC (MEZZOLARA, 25/04/2012)

    Il migliore della truppa estense è il rientrante Cominato (debutto stagionale dopo infortunio), che supera come secondo il suo girone e poi cede di misura nel primo turno del tabellone a eliminazione diretta. Nessuna vittoria nella prima fase, con conseguente immediata eliminazione, per Quartaroli e Benea.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 13° GIORNATA (14/04/2012)

    La tredicesima di campionato non è certo stata una giornata positiva per il Tennistavolo Ferrara, a segno solo con la sua quarta squadra (5-0 in D2 a San Lazzaro). Per il resto, infatti, sono giunte solo sconfitte: nette in serie B2 e in serie C1, più di misura (ma più grave) ancora in D2, in questo caso con la formazione “A” di categoria. Ma andiamo per ordine. A Senigallia, contro la Spiaggia di velluto, la già retrocessa squadra di B2 – in campo con Mugellini, Gallerani e Romagnoli – si arrende per 5-2 dopo essersi portata avanti per 2-0. Merito della bellissima vittoria in tre set di Mugellini (sempre più convincente) sul terza categoria Pierpaoli e della “bella” portata a casa da Gallerani dopo i primi due parziali ceduti a Suppa. A quel punto, però, i padroni di casa ribaltano con forza la situazione (tre punti facili dell’ex prima categoria Appolloni) e vanno a chiudere abbastanza rapidamente. In serie C1, in casa contro l’imbattuto Cervia, il Tennistavolo Ferrara fa ciò che può, in un periodo peraltro non più di gran forma, dimostrato dalla terza sconfitta consecutiva dopo l’8 su 10 della prima parte di campionato. Sui tavoli di via Praisolo si impongono i romagnoli per 5-1, con punto della bandiera di Curarati su Pollino, mentre Antonucci (comunque positivo nella prova espressa contro avversari più quotati) e Caravita non vanno a segno nelle due gare disputate. Alla vigilia dell’ultima giornata la squadra resta seconda, ma alla pari – ora – sia con Buttapietra sia con Modena, che le sono però davanti negli scontri diretti. In serie D2, come detto, arriva la sconfitta più bruciante del turno. Se quelle di B2 e C1 sono tutto sommato ininfluenti, quella della squadra “A” di categoria è più pesante, perché dal potenziale primo posto (con promozione diretta) che sarebbe giunto in caso di successo interno contro la Villa d’oro si è passati al rischio di perdere anche il secondo, poi riacciuffato grazie alla rimonta parziale del match di sabato, che alla fine ha portato gli estensi quantomeno a salvare la situazione dello scontro diretto con i modenesi. Decisivo, a questo fine, il successo per 12-10 al quinto set di Faccini su Tioli e la successiva vittoria di Testoni (due punti) su Mundo. 3-5 il risultato finale per gli ospiti. In caso di successo nell’ultima giornata il Tennistavolo Ferrara si garantirebbe quantomeno gli spareggi, mentre la prima piazza sembra ormai prenotata dalla Fortitudo Bologna. Sempre in D2, la squadra “B” ha espugnato San Lazzaro per 5-0 con doppiette di Sfrisi e di un convincente Malagù (primi punti ufficiali), mentre Benea ha colto il quinto punto.

    • CAMPIONATO REGIONALE NC (MEZZOLARA, 01/04/2012)

    Quattro i giocatori del Tennistavolo Ferrara impegnati in un’edizione dei campionati regionali particolarmente frequentata (ben 42 gironi nel solo singolare maschile). Il migliore è Bianchetti, che supera il suo girone per differenza set (una vittoria, una sconfitta) ma poi cede nei trentaduesimi di finale per 1-3 contro Negri. Corsa finita immediatamente per gli altri (Benea, Quartaroli, Malagù), tutti eliminati e senza vittorie in girone. Poche luci anche nel doppio maschile: Benea-Bianchetti perdono al primo turno con Nostri-Barberini, Quartaroli-Malagù fanno lo stesso contro Tioli e Bruno.

    • SECONDO CONCENTRAMENTO A2 VETERANI (CASERTA, 25/03/2012)

    Poca gloria, per il Tennistavolo Ferrara, nel secondo e ultimo concentramento di serie A2 veterani. Ma nella lontana Caserta, in fondo, arriva l’unica cosa che conta: la salvezza. Gli estensi la raggiungono battendo la Duomofolgore Treviso per 3-0 (punti di Curarati, Antonucci e del doppio Curarati-Mugellini); grazie a questo successo chiudono il campionato al penultimo posto in compagnia dei veneti e si salvano proprio in virtù dello scontro diretto. Per il resto, come nel primo concentramento, le soddisfazioni sono ben poche: sconfitta per 1-3 con Velletri (punto di Mugellini sul terza categoria Dicomani) e battuta d’arresto anche con la retrocessa Roma (0-3) nell’ultima e platonica partita del girone. Il Tennistavolo Ferrara chiude così l’A2 con sole due vittorie in sette gare. Insufficiente, nell’arco del campionato, soprattutto il doppio, che si è imposto solo due volte, e mai con la coppia sulla carta più quotata, quella formata da Curarati e Antonucci.

    • TORNEO REGIONALE 4° e 3a CATEGORIA (MEZZOLARA, 18/03/2012)

    Molto bene Caravita, che nel torneo di quarta categoria (40 partecipanti) chiude nei primi otto classificati a conferma della sua ottima stagione. Prima vince a punteggio pieno il suo girone (due gare vinte alla bella), poi batte in tre set Mencaroni e infine cede a Milianti (0-3) nei quarti di finale. Promosso al terza categoria, Caravita vince senza macchia il suo girone mettendo in fila Carnevale (3-2) e i forti Sala (n. 390 italiano) e Silvestri (n.257) per poi ritirarsi dal torneo per problemi a una gomma. Torneo senza acuti, invece, per Gallerani, che nel quarta categoria batte Bini (3-1) ma cede sia a Bondioli sia a Carnevale in cinque set, venendo immediatamente eliminato.

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (AREZZO, 10-11/03/2012)

    Il piazzamento migliore della manifestazione per il Tennistavolo Ferrara è costituito dai quarti di finale raggiunti nel doppio maschile da Mugellini e Romagnoli, che in un tabellone di 42 coppie superano due turni, battendo prima Nocentini-Dini (3-0) e poi Andrighetto-Todescato (3-2), prima di cedere a De Rosa-Izzo (0-3). Nel torneo di singolare (308 iscritti) la corsa degli estensi in due casi su tre procede sino alla fase a eliminazione diretta, terminando comunque abbastanza presto. Il migliore è Mugellini, che vince a punteggio pieno il suo gruppo, batte Paolinetti in cinque set e infine, sempre alla bella, si arrende a De Rosa nei trentaduesimi di finale. Tre su tre in girone anche per Gallerani, poi subito battuto da Rispoli (0-3). Romagnoli, infine, viene eliminato in girone, dove vince una partita su tre.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 12a GIORNATA (3-4/03/2012)

    Week-end nero, per il Tennistavolo Ferrara, nella terz’ultima giornata dei campionati a squadre. Per la prima volta in stagione il bilancio è tutto di sconfitte: quattro in altrettante partite. In serie B2 la prima formazione societaria cede in casa – come da pronostico – al più quotato Arezzo per 5-1. Il punto della bandiera è firmato da Mugellini, che si conferma il più efficace del team in una stagione comunque difficilissima, battendo in quattro set il numero 177 delle classifiche italiane, l’ex seconda categoria Viviani. Niente da fare, invece, per Gallerani e Sani in entrambe le partite da loro disputate. In serie C1 semaforo rosso anche per la seconda squadra del Tennistavolo Ferrara, che sul campo (tradizionalmente ostico) della Villa d’oro Modena paga – perdendo per 5-2 – la migliore giornata dei padroni di casa e anche un calo di condizione e di stimoli dopo il raggiungimento del secondo posto e della salvezza matematica. Giornata da dimenticare e del tutto insolita per capitan Curarati (tre sconfitte in tre set), mentre Antonucci riesce a superare in cinque set (e con grande fatica) il giovane Sala e Caravita, in quattro frazioni, piega l’altro terza categoria Mirabella. Nelle file modenesi meritata tripletta di uno scatenato Verati, di gran lunga il migliore in campo. In serie D2 la terz’ultima di ritorno fa segnare la prima sconfitta stagionale della squadra “A” di categoria, battuta per 5-2 sui tavoli della Fortitudo Bologna. La battuta d’arresto complica lievemente la corsa verso la promozione diretta, anche se resta il fatto che per il primo posto il Tennistavolo Ferrara, che è sempre in vetta da solo, potrà ancora essere l’arbitro del proprio destino. Per evitare sorprese sarà necessario, prevedibilmente, non perdere più nelle restanti due gare: ma se andrà così sarà sicuramente festa. A Bologna doppietta di Testoni, che come all’andata cede a Bertana, mentre Bianchetti e Faccini non colgono punti. Netta sconfitta per 5-0, infine, per la squadra “B” di categoria (in campo con Sfrisi, Bonora e l’esordiente Malagù, che ha subito sfiorato il primo punto della carriera), battuta in casa da un Manzolino troppo più forte.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 11a GIORNATA (25-26/02/2012)

    La quart’ultima giornata di campionato è quella che sancisce in via definitiva la retrocessione della prima squadra del Tennistavolo Ferrara. In B2 la trasferta a Castrocaro sui tavoli degli Alfieri di Romagna si è conclusa con una sconfitta per 5-1. Di Sani su Collini (3-0) il punto della bandiera, ma anche Gallerani, contro lo stesso Collini, è arrivato a un passo dal successo (9-11 nella bella, ma dopo essersi fatto rimontare da due set a zero). In serie C1 anche la seconda formazione societaria ha chiuso il turno a mani vuote. In casa con la Primavera Buttapietra è giunta una meritata sconfitta per 5-2, in un match nel quale gli estensi non hanno mai dato l’impressione di potersi imporre. Troppo superiore Makinyan (tre punti) e molto bravo anche Filippi, che ha battuto in tre set Curarati nella gara che ha fatto girare definitivamente il match a favore dei veneti. Di Antonucci e Curarati su Ranzato i due punti estensi. La squadra resta comunque brillantemente seconda in classifica, anche se questo piazzamento non vale per la promozione. In serie D2 il salto di categoria è viceversa vicinissimo per la formazione “A” societaria, che ha liquidato in trasferta la Zinella San Lazzaro “D” per 5-0 con doppiette per Testoni e Traversi e un punto di Faccini. A tre gare dalla fine la squadra è ancora imbattuta con quattro lunghezze di vantaggio su Fortitudo Bologna e Villa d’oro Modena, prossime avversarie. La formazione “B” è a sua volta andata a segno contro il fanalino Sasso Marconi, battuto in casa per 5-0 con due vittorie a testa di Sfrisi e Benea e un punto di Bonora.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 10a GIORNATA (18/02/2012)

    Tre vittorie in quattro gare, per il Tennistavolo Ferrara, nella terza giornata di ritorno. In serie B2 gli estensi, ormai a un passo dalla retrocessione matematica in un girone senza speranza, perdono a Pescara contro l’Antoniana per 5-1, con punto della bandiera di Mugellini (3-0 al terza categoria Zappacosta), che in seguito impegna sino al quarto set Manes, sul quale – nel primo match dell’incontro – Gallerani aveva sfiorato il successo (10-12 nel quinto set). Il terzetto estense, completato da Romagnoli, non è quindi riuscito a bissare la bella vittoria dell’andata. In serie C1, con quattro giornate ancora da giocare, il Tennistavolo Ferrara è vicinissimo alla certezza matematica del secondo posto. Contro la Fortitudo Bologna, in casa, non c’è stata partita anche per l’assenza, nelle file avversarie, del forte Andalò. Risultato finale di 5-1, con Curarati (3-0 ad Azzaroni: vendicata la bruciante sconfitta dell’andata) e Antonucci (3-0 a Barbieri) ad alternarsi al fianco di Andreoli (bel punto in tre set contro Messini) e Caravita (due successi). Di Azzaroni su Andreoli l’unico punto bolognese. In serie D2 il Tennistavolo Ferrara porta a casa una vittoria sul velluto e una sconfitta di misura. La squadra “A”, ancora imbattuta e ovviamente al vertice della classifica, travolge in casa per 5-0 (senza concedere alcun set) la Zinella con doppiette di Testoni e del rientrante Bianchetti e un punto di Faccini. Niente da fare, ma con tanto rammarico, per la squadra “B”, che cede a Lugo per 5-4 con doppietta di Sfrisi e un punto a testa di Benea e Bernardi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 9a GIORNATA (21-22/01/2012)

    La seconda giornata di ritorno riserva al Tennistavolo Ferrara un’altra prevedibile sconfitta in serie B2. In casa contro la Fortitudo Bologna, scesa in campo con il n.66 italiano Aliberti e addirittura con l’attuale n. 38 (ed ex n.5) Prosperini, si poteva sperare al massimo in una figura dignitosa. Il punto della bandiera alla fine è arrivato grazie a Gallerani, brillante vincitore in quattro set sull’unico avversario realmente alla portata, il quarta categoria Greco (che poi ha battuto in tre parziali Romagnoli). Per il resto le gare sono state senza storia e si sono distinte soprattutto per alcune prodezze di Prosperini e Aliberti, entrambi inarrivabili per gli estensi. Il Tennistavolo Ferrara è ultimo in classifica a quota 2 insieme al Pescara, prossimo avversario. Continua a vincere, per contro, la formazione di C1, che si è imposta dopo tre ore e mezza di battaglia sull’ostico campo di Carpi, per un 5-1 finale che non rispecchia fedelmente un match infarcito di quinti set (ben quattro su sei gare giocate). Dopo l’iniziale svantaggio, dovuto alla sconfitta di misura di Antonucci contro Benetti (dopo una maratona di quasi un’ora di gioco), gli estensi si sono ampiamente rifatti. Durissime ma molto belle le vittorie di Curarati e di Caravita su Gazzoni (con Caravita che ha salvato due match-point sul 10-8 nella bella); facile, invece, quella di Curarati su Benetti. Particolarmente insidioso, tra i locali, anche Troni, superato in extremis da Caravita e un po’ più nettamente da Antonucci. Dopo il settimo successo stagionale il Tennistavolo Ferrara è secondo in solitudine a –4 dalla capolista Cervia. In serie D2, a riposo la squadra “B”, ha giocato e vinto con estrema facilità la squadra “A”, sempre imbattuta capolista del girone E con quattro punti di margine sulle seconde. Tutto facile in casa con il fanalino Renogalliera B. Un solo set perso e cinque vittorie una dopo l’altra. Due punti per Faccini e Testoni, uno per Silvia Traversi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 8a GIORNATA (14-15/01/2012)

    Niente da fare – come peraltro da pronostico – per la prima squadra del Tennistavolo Ferrara, sconfitta rapidamente in serie B2 a Modena da una Villa d’oro troppo più forte. Contro la capolista del girone gli estensi strappano solo due set (con Sani contro il terza categoria Dallolio) ma nulla possono contro Giovanni e Alessandro Bisi. Alla fine è rapidamente 5-0 per i padroni di casa, mentre il Tennistavolo Ferrara continua a condividere con l’Antoniana Pescara l’ultima piazza di un girone davvero fuori portata. Tutto facile, invece, per la formazione di C1, che contro il fanalino Sermide si impone in casa per 5-0, peraltro lasciando a riposo il numero uno Curarati. Dopo il primo match, vinto da Caravita (positiva doppietta) su Serravalli al fotofinish (11-9 nel quinto set), gli estensi imperversano. Un ottimo Andreoli coglie il suo primo punto di sempre in C1 travolgendo Scaglioni in tre rapidi set, mentre Antonucci – nonostante un po’ di disagio con la nuova gomma – continua la sua bella serie (12 vittorie nelle ultime 15 gare ufficiali tra C1 e A2 veterani) battendo prima il filippino Jacamille e poi il bravo Serravalli. Il Tennistavolo Ferrara conserva così il secondo posto della classifica in coabitazione con la Fortitudo Bologna e a –4 dall’imprendibile capolista Cervia. Il risultato più significativo della prima di ritorno, però, giunge dalla serie D2, dove la formazione “A” del Tennistavolo Ferrara espugna dopo una dura battaglia il campo della Maior Castelmaggiore con il punteggio di 5-4. Grande protagonista della giornata è Testoni, autore di una tripletta che lo porta a quota 14 gare vinte (su 15 giocate) in stagione. Silvia Traversi e Faccini completano l’opera con un punto a testa sul numero tre avversario. Un turno di campionato che potrebbe essere, peraltro, decisivo per il primo posto finale, in quanto la Villa d’oro Modena ha perso a Bologna e gli estensi, quindi, ora hanno quattro lunghezze di margine sulle seconde. Ben poche luci, invece, per la squadra “B” di D2, che perde in casa con la Zinella San Lazzaro con un 5-0 che non ammette repliche. Gli estensi (in campo con Benea, Sfrisi e Bonora) chiudono senza set vinti.

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (MODENA, 07-08/01/2012)

    Non arrivano particolari acuti, per il Tennistavolo Ferrara, dall’affollatissimo torneo nazionale di Modena. Annullato il torneo di doppio, nel singolare il migliore è Sani, che chiude nei primi 64 su un lotto di circa 450 iscritti. Dopo avere chiuso il girone iniziale come secondo classificato, Sani nella fase a eliminazione supera prima Biasibetti e poi Pontiggia, cedendo infine alla testa di serie n.11 Gini per 3-0. Nei primi 128, invece, Mugellini (tre su tre nel girone, poi 3-1 a Rigotti e sconfitta netta in tre set con Facchi), Gallerani (en-plein in girone, successo su Cipolla e sconfitta con il forte Bertoli) e Caravita (secondo in girone, a segno poi su Spinozzi prima del ko con l’ottimo Toniolo). Romagnoli chiude secondo il suo gruppo e poi cede subito a Crespi, mentre Andreoli (terzo) e Faccini (quarto) non superano la prima fase. In campo femminile partecipa al terza categoria Silvia Traversi, che supera il suo gruppo come seconda e poi viene sconfitta al primo turno della fase a eliminazione.

    • TORNEO NAZIONALE 3a CATEGORIA (TERNI, 17-18/12/2011)

    Bel risultato di Silvia Traversi, che nel singolare femminile coglie il suo secondo quarto di finale consecutivo in un torneo nazionale dopo quello raggiunto in ottobre ancora nella città umbra. Questa volta, però, il lotto delle iscritte è più numeroso (36 giocatrici) e l’impresa più difficile. L’atleta estense supera il girone iniziale come seconda classificata battendo per 3-1 Esposito e per 3-2 Famiani (combattuto 11-9 nel set decisivo), cedendo alla più quotata Sattler. Nel tabellone a eliminazione diretta, poi, batte la n. 116 d’Italia Sacco per 3-1 e infine si arrende alla n. 73 nazionale Gambacorta, chiudendo comunque brillantemente nelle prime otto del torneo. In doppio, in coppia con l’umbra Meozzi, batte invece Piovesan-Sercer per 3-1 e cede nei quarti per 0-3 a Barcatta-Sattler, testa di serie n. 1 del tabellone.

    • TORNEO REGIONALE NC (MEZZOLARA, 18/12/2011)

    Due i giocatori del Tennistavolo Ferrara impegnati nell’ultimo torneo regionale della stagione. Il migliore è Faccini, che su lotto record di 142 iscritti chiude nei primi sedici, andando a premio. Nel girone iniziale si impone in tre set su Pazzi e Panziroli; poi, nella fase a eliminazione diretta, vince su Zulueta e su Andalò (in entrambi i casi per 3-1) per cedere poi negli ottavi al forte Guarnieri in un match combattuto. Niente da fare, invece, per Benea, che in girone si arrende in tre set sia a Barberini sia a Toffaletti Galletti.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 7a GIORNATA (10-11/12/2011)

    Il girone di andata dei campionati a squadre termina con il Tennistavolo Ferrara fanalino di coda in B2, secondo in C1, primo nel girone E di D2 e, sempre in quest’ultimo torneo, quinto nel girone F. I risultati della settima giornata hanno riservato al club estense due vittorie ed altrettante sconfitte. In serie B2 l’impegno ad Ascoli sembrava chiuso già in partenza, e di fronte al terzetto composto dai forti Shan Jun, Caserta e Campagnari il Tennistavolo Ferrara – in campo con Gallerani, Mugellini e Romagnoli – ha raccolto molto poco: un solo set, vinto da Romagnoli su Campagnari nel contesto di un 5-0 molto rapido. Del resto la squadra è alle prese con un girone assolutamente fuori portata, in cui, attualmente, condivide la coda con l’Antoniana Pescara, contro la quale è stata colta l’unica vittoria dell’andata. Mugellini, con quattro successi individuali su undici gare giocate, finora è il migliore della rosa. Bella vittoria in serie C1, dove il Tennistavolo Ferrara ha superato in casa per 5-2 la Zinella Nettuno San Lazzaro dopo un match nel quale sia Curarati (tre punti contro Chifen, Musso e Zannoni) sia Antonucci (due su Musso e Chifen) hanno chiuso senza macchia. Due gare senza vittoria, invece, per Andreoli. A metà stagione gli estensi sono brillanti secondi in compagnia della Fortitudo Bologna, con due sconfitte patite in sette incontri. La prima piazza (Cervia) è imprendibile per la grande forza dei battistrada, ma al tempo stesso la zona retrocessione è ormai sei punti più in basso. Davvero un bel girone di andata, con Curarati (75% di successi), Antonucci (60% e sei vittorie nelle ultime otto gare) e Caravita (43,7%) in buona luce. In serie D2 la squadra “A” chiude l’andata a punteggio pieno, anche se gli ultimi due punti arriveranno solo dal giudice sportivo in quanto Carpi, sabato, si è presentata a Ferrara con soli due giocatori. E’ comunque un vero monologo, quello della terza formazione societaria, che ha ipotecato ormai il primo posto del raggruppamento sulla spinta del 91,6% di positività del nuovo acquisto Testoni, dell’87,5% di Bianchetti, dell’85,7% di Faccini e del 54,5% di Silvia Traversi. Altra, invece, la dimensione della squadra “B” di categoria, che a Massalombarda (con il terzetto Benea – Sfrisi - Bonora) è incorsa in un rapido 5-0 ed è quinta in classifica con due successi in sei giornate.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 6a GIORNATA (03-04/12/2011)

    Il lampo della sesta giornata dei campionati a squadre, per il Tennistavolo Ferrara, arriva dal girone E di serie D2, dove il quartetto Testoni – Bianchetti – Faccini - Traversi vince il big-match tra prime in classifica espugnando il campo della Villa d’oro per 5-2. Mattatore della gara Andrea Testoni, autore di tre punti su Addamo, Tioli e Mundo. Bianchetti e Faccini, quest’ultimo schierato dopo il primo giro di partite, con una vittoria a testa (il primo su Mundo, il secondo su Tioli) completano l’opera. Il Tennistavolo Ferrara, così, resta solo in vetta a punteggio pieno. Niente da fare, invece, per le prime due formazioni societarie, entrambe battute in gare peraltro proibitive già alla vigilia. In B2 maschile tra estensi e Spiaggia di velluto era uno scontro diretto più sulla carta che altro, in quanto i marchigiani – nonostante a inizio match fossero a loro volta a quota 2 in classifica – possono contare su una cifra tecnica sensibilmente più elevata. Il 5-0 finale in terra estense è stato mitigato dalla coriacea resistenza di Mugellini contro il cinese Xue Tian (2-3, dopo un vantaggio di due set a uno). Un set anche per Sani (contro Pierpaoli) e per Gallerani (contro il bravissimo Apolloni), ma nel complesso la gara è stata senza storia. Il Tennistavolo Ferrara è ultimo in classifica in coabitazione con l’Antoniana Pescara. In serie C1 la seconda squadra societaria ha giocato bene contro la fortissima capolista Cervia, ma sul campo dei romagnoli alla fine è giunta una sconfitta (5-2) ampiamente prevista. Eppure gli estensi all’inizio hanno saputo mettere qualche brivido alla corazzata del girone, grazie ai successi di Curarati su Federico Pollino (3-0) e soprattutto di Antonucci contro l’ex seconda categoria Rossi (3-1 a coronamento di una grande prova). Sul 2-1, però, il Tennistavolo Ferrara ha visto presto spezzarsi il filo della speranza: l’imbattuto rumeno Nita superava Curarati (comunque in netta ripresa), ma era in particolare la sconfitta di Antonucci con un efficacissimo Pollino (1-3 dopo un avvio sin troppo semplice per il ferrarese) a rimettere immediatamente nelle mani di Cervia le redini della partita. Nonostante la successiva, fiera resistenza di Caravita contro Rossi (2-3) la gara finiva con l’atteso successo di Nita su Antonucci. Complice la scontata vittoria di Bologna su Sermide, ora gli estensi sono terzi. Infine di nuovo la D2, questa volta relativamente al girone F. Qui la quarta squadra del Tennistavolo Ferrara si è imposta con facilità alla Zinella San Lazzaro C (5-1) con doppiette di Sfrisi e di un Bernardi al rientro agonistico dopo quasi vent’anni. Un punto anche per il volitivo Bonora, subentrato a match in corso a Quartaroli.

    • SERIE A2 VETERANI – PRIMO CONCENTRAMENTO (TREVISO, 26-27/11/2011)

    Fresca di retrocessione dalla massima serie, la formazione Veterani del Tennistavolo Ferrara non comincia con il piede giusto il campionato di A2. A Treviso, nel primo concentramento, gli estensi colgono solo una vittoria in quattro gare. Si impongono al debutto per 3-0 su Marsala, con limpidi successi di Antonucci sul terza categoria Titone e di Curarati su Fundarò, prima del veloce 3-0 del doppio Antonucci-Mugellini. Niente da fare, subito dopo, con il forte Caserta (0-3), trascinato dall’ex seconda categoria Serpe, facile vincitore su Curarati. Di Brignola il combattuto secondo punto (3-2 su un combattivo Mugellini), prima della vittoria finale dei campani nel doppio. Poche luci nella seconda giornata di gare, in cui le ottime prove di Antonucci in singolare non sono bastate per muovere ulteriormente la classifica. Contro Padova risultano infatti decisive la sconfitta del doppio Curarati-Antonucci e, nei singolari, quella sorprendente di Curarati contro l’ostico difensore De Lorenzi. Antonucci supera in tre set sia il terza categoria Lincetto sia lo stesso De Lorenzi concedendo cumulativamente sedici punti a ciascuno, ma non basta. Finisce 3-2 per i patavini, con Lincetto vincitore per 3-0 su Curarati nel quinto incontro. Infine, contro il quotato Prato, forte del bravissimo La Rocca e dell’ex numero 12 italiano Gori, già scudettato a squadre negli anni ottanta con il Centroscarpa, il Tennistavolo Ferrara non sovverte il pronostico (1-3) nonostante la durissima battaglia vinta da Antonucci in avvio con Gori (12-10 alla bella). La Rocca, infatti, sigla due punti su Mugellini e Antonucci e il doppio toscano si dimostra più forte. A Caserta, in marzo, gli estensi dovranno cogliere i punti necessari per la tranquillità in classifica.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 5a GIORNATA (19-20/11/2011)

    Secca sconfitta, in serie B2, per il Tennistavolo Ferrara in quel di Arezzo: 5-0 finale e tre set vinti in tutto. Assente Romagnoli, niente da fare per Gallerani (contro il giovane Papa, già tra i primi duecento giocatori d’Italia) e per Mugellini (Papa e Viviani, quest’ultimo ex seconda categoria). Sani, invece, riesce a impegnare sino all’ultimo Della Giovampaola (9-11 nella bella) e strappa un set al più quotato Viviani. In classifica la squadra estense è ultima a quota 2 in compagnia di Pescara e Senigallia, quest’ultima prossima avversaria. Altra grande vittoria, per contro, in serie C1: e anche questa volta il Tennistavolo Ferrara, sfruttando la solidità e l’efficacia della sua squadra, si impone dopo un match fiume in casa con la Villa d’oro Modena (5-4). Contro un Verati in grande ascesa e contro i terza categoria Sala e Patera gli estensi danno vita a una gara senza esclusione di colpi, tutta all’insegna dell’equilibrio. Curarati, dopo un paio di giornate non all’altezza della sua fama, questa volta è strepitoso e non concede alcun set agli avversari, che rimangono tutti sotto i venti punti complessivi. Caravita, invece, coglie il pesantissimo successo di avvio con Patera, cui rimonta un set e che poi va a battere per 14-12 nella bella. Contro Verati (1-3) e Sala (tirato 2-3) il nuovo acquisto estense invece pur combattendo sempre non riesce a imporsi. Andreoli, in campo come titolare, impegna il forte Verati sino alla bella dopo un’apprezzabile partita e cede più nettamente a Sala. Sul 4-4, dopo tre ore di battaglia, la gara decisiva viene giocata da Antonucci, che pur entrando a freddo mette in campo tutta la sua grinta e la sua concentrazione superando in tre set Patera. Il Tennistavolo Ferrara, con questa vittoria (la quarta in cinque gare) è secondo in coabitazione con la Fortitudo Bologna alle spalle della corazzata Cervia, cui renderà visita nella prossima giornata. In serie D2 importantissima vittoria (5-3) per Bianchetti, Faccini, Testoni e Traversi nel match interno con la Fortitudo Bologna Tse Group 2. Contro la temibile formazione felsinea gli estensi mettono in scena un’ottima prestazione di squadra, con Faccini grande protagonista (due punti in altrettante gare, di cui il primo contro il numero uno avversario Bertana e il secondo, sul 4-3, con Bonicelli), Bianchetti ancora imbattuto (3-0 a Marchioni) e Testoni, pur sconfitto per la prima volta in stagione (2-3 con Bertana), a segno con una doppietta pesante. Onorevoli le sconfitte di Silvia Traversi – a sua volta grintosa e positiva – con Bertana e Bonicelli (un set vinto con ciascuno). La squadra è ancora a punteggio pieno. Nel girone F secca battuta d’arresto per il Tennistavolo Ferrara, battuto per 5-1 a Manzolino dalla capolista Dynamis con punto della bandiera di capitan Benea. Nessun successo, invece, per Sfrisi e per l’esordiente Viganelli.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA (12/11/2011)

    Tre vittorie su quattro gare, per il Tennistavolo Ferrara, nella quarta giornata dei campionati a squadre. L’unica sconfitta arriva dalla serie B2, dove la prima formazione societaria cede in casa per 2-5 agli Alfieri di Romagna, presentatisi – per l’occasione – con i rinforzi Ruscelli ed Ercolani. L’innesto del primo, seconda categoria e già tra i primi cinquanta giocatori d’Italia, ha chiaramente spostato gli equilibri nettamente a favore degli ospiti e i tre punti da lui colti (tutti per 3-0) alla fine sono stati decisivi in uno scontro diretto che viceversa, probabilmente, sarebbe stato equilibrato. Nonostante ciò i ferraresi hanno saputo togliersi qualche soddisfazione personale, con Mugellini di nuovo a segno contro il talentuoso ex terza categoria Ercolani (11-9 nel quinto set, dopo essere stato sotto per 2-1) e Sani a superare in quattro parziali il regolare Collini. Niente da fare, invece, per Gallerani. Con questa sconfitta la situazione di classifica degli estensi si complica sensibilmente, considerando anche la contemporanea vittoria del Pescara sulla Fortitudo. In ogni caso, che le possibilità di salvezza in questo campionato fossero ridotte all’osso lo si sapeva in partenza, anche e soprattutto alla luce della forza del girone. Grande vittoria, invece, in serie C1, dove il Tennistavolo Ferrara, sul campo dell’imbattuta Primavera Buttapietra, ha saputo imporsi per 5-3 dopo una partita molto emozionante. Un successo che ha confermato la grande solidità della squadra, visto che nella giornata in cui il numero uno Curarati ha siglato un solo punto (contro Salaorno) cedendo in cinque set (dopo essere stato avanti per 2-0) al meno quotato Filippi sono stati Antonucci (che pure era fresco reduce da indisposizione) e il nuovo acquisto Caravita a siglare gli altri quattro. Antonucci, dopo avere battuto a fatica ma con molta grinta Salaorno nel match inaugurale, siglava l’impresa di giornata superando (sul 2-2) il forte armeno Makinyan per 11-7 al quinto set ritrovando il rendimento in attacco dei giorni migliori e facendo girare, a quel punto, l’inerzia dell’incontro a favore del Tennistavolo Ferrara. Caravita, invece, travolgeva Filippi concedengogli 12 punti in tre set e poi, nell’ottava gara, dopo essere giunto a un passo dalla sconfitta con Salaorno recuperava in extremis il quarto set (17-15) e faceva lo stesso nel quinto (12-10), con una gran prova di carattere peraltro ben diretta dalla panchina. In serie D2 la squadra “A” ha battuto in casa senza problemi la Zinella Metalparma “D” per 5-1 con due facili punti di Testoni, uno di Faccini, uno di Bianchetti e uno di Silvia Traversi, restando a punteggio pieno in compagnia della Villa d’oro Modena, unica vera avversaria per il primo posto nel girone. La squadra “B”, invece, ha rotto il ghiaccio cogliendo, al terzo tentativo, la prima vittoria stagionale. A Sasso Marconi, contro la Fortitudo, gli estensi hanno imperversato (5-0) rifilando parziali schiaccianti ai padroni di casa. Unica gara combattuta quella vinta da Bonora (alla prima vittoria ufficiale, ottenuta dopo una grande rimonta) contro Conti; per il resto, doppiette senza storia da parte di Sfrisi e di capitan Benea.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (05-06/11/2011)

    La terza giornata dei campionati a squadre dona al Tennistavolo Ferrara il primo squillo in serie B2. In casa, contro l’Antoniana Pescara, gli estensi si impongono per 5-4 dopo una prova ricca di orgoglio e impreziosita dalla memorabile tripletta di Enrico Mugellini, capace di battere – in rapida successione – il quotato Zakaryan in tre set e i terza categoria Manes e Zappacosta, quest’ultimo superato in quattro frazioni nella partita decisiva dopo circa quattro ore di gioco. Superlativo Mugellini, ma molto bravi anche un Gallerani confermatosi in netta ascesa (3-2 su Manes) e Sani, che dopo due ko consecutivi aveva il grande merito di cogliere il punto del 4-4 dopo un’altra gara fiume con Manes, sconfitto per 11-8 nel quinto set. In virtù di questa vittoria il Tennistavolo Ferrara lascia alle spalle sia Pescara sia Forlì, anche se la lotta per la retrocessione resta proibitiva in un girone di livello eccezionale per la categoria. Giornata fatale – invece – per la squadra di C1, costretta al primo scivolone stagionale a Bologna (4-5), sia pure dopo quasi cinque ore di partita sempre giocata alla pari con la quotata Fortitudo. Decisivi nell’economia del match i tre punti di un impeccabile Baroncelli, l’inaspettata sconfitta (9-11 nel quinto set) di Curarati contro Azzaroni e, da ultimo, il mancato colpo di reni finale di Antonucci contro Andalò (1-3) nella nona e decisiva gara, che sulla carta si annunciava aperta a qualsiasi soluzione. Molto bene Caravita, capace di superare i terza categoria Andalò (3-0) e Azzaroni (3-2): l’atleta di Adria si sta dimostrando un acquisto con i fiocchi. Curarati e Antonucci hanno ottenuto una sola vittoria, rispettivamente contro Andalò e Azzaroni. Persa la gara a Bologna, il Tennistavolo Ferrara cede anche la leadership della classifica. In serie D2 va a segno la squadra “A” (facilissimo 5-0 a San Lazzaro contro la Zinella), mentre cede per la seconda volta consecutiva la squadra “B” (1-5 casalingo contro Lugo). Nel primo caso – pur se privi di Testoni – gli estensi hanno dominato la scena con Bianchetti (due punti), Traversi (due) e Faccini (uno) conservando il primo posto in coabitazione con la Villa d’oro Modena. Nel secondo caso, invece, il Tennistavolo Ferrara poco ha potuto, nonostante la bella vittoria nel primo match del presidente Quartaroli, al ritorno in una competizione a squadra dopo circa un ventennio. Nelle successive partite dell’incontro, infatti, ancora Quartaroli, Sfrisi e il debuttante Bonora non hanno raccolto né successi né set.

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (TERNI, 15-16/10/2011)

    Spedizione molto positiva – tra le migliori in assoluto degli ultimi anni – per il Tennistavolo Ferrara in un torneo nazionale. Al contrario di altre volte è mancato il podio, ma i due ottavi e il sedicesimo di finale colti nel singolo maschile (quasi 400 iscritti) non necessitano di commento, tanto sono eloquenti. Artefici del grande risultato di società sono stati Gallerani, Romagnoli e Mugellini, i primi due arrivati nei primi sedici e il terzo nei primi trentadue. Per Gallerani è il secondo ottavo di finale consecutivo dopo quello di Treviso, dove però i partecipanti erano sensibilmente di meno. Il giovane pongista estense, dopo avere dominato il suo girone, nell’eliminazione diretta ha vinto altre quattro partite: rispettivamente su Sterpi (3-1), Cerioni (3-0), Alongi (3-0) e sul compagno di squadra Mugellini (3-2 con 11-8 al quinto set) dopo una gara tiratissima. Negli ottavi Gallerani si è poi arreso a Perez. Grande anche l’acuto di Romagnoli, secondo nel suo girone e poi autore di una bellissima galoppata nella fase a eliminazione con vittorie su Pinzauti (3-1), Regis (3-2), Rossi (3-2) e Diciolla (3-2), in quest’ultimo caso dopo avere recuperato ben due set di svantaggio. Una grande prova di carattere che si è fermata solo per mano del giovane riminese Celli (1-3), poi giunto secondo. Per Mugellini, invece, un turno in meno ma comunque tante soddisfazioni: vittoria a punteggio pieno del girone iniziale e, subito dopo, due successi per 11-9 alla bella contro Toniolo e Gini prima del ko di misura con Gallerani. In campo anche Faccini, che nel suo girone iniziale però non ha colto vittorie. Corsa breve per il doppio Mugellini-Romagnoli, battuto al primo turno (9-11 al quinto set) dalla coppia Falzetti-Mosconi. Nel terza categoria femminile (20 iscritte) Silvia Traversi ha superato come seconda il suo girone (vittorie su Lutman e Gini, sconfitta con Condorelli), per poi vincere una gara nella fase a eliminazione contro Caprio (3-0) e arrendersi nei quarti – anche in questo caso un ottimo risultato – alla più quotata Ferri (1-3). In virtù di questi risultati il Tennistavolo Ferrara ha chiuso la manifestazione al decimo posto di società su 65 club rappresentati.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (08-09/10/2011)

    Sono servite quasi cinque ore, al Tennistavolo Ferrara, per battere in casa il Carpi (5-4) nella seconda giornata di C1. Una partita durissima, nella quale gli estensi – impeccabili in Curarati (seconda tripletta consecutiva) e meno sicuri in Caravita e soprattutto in Antonucci, quest’ultimo ancora indietro nella preparazione – si sono trovati anche a rincorrere per 2-4 prima della bellissima e sofferta rimonta finale, che ha peraltro confermato la forza e la compattezza della squadra. Di capitan Curarati poco da dire: una vera roccia, con un solo set concesso al quotato Gazzoni e due 3-0 facili facili a Benetti e al temibile Santi. In difficoltà Antonucci, capace però di cogliere, sul 4-4, il punto decisivo su Benetti (11-8 al quinto set). Caravita, dopo avere ceduto di un soffio a Santi (con match-point fallito) e perso a sorpresa con Benetti, risultava invece la chiave per riaprire alla grande il match grazie a un impietoso 3-0 al terza categoria Gazzoni nell’ottavo incontro. Il Tennistavolo ferrara resta così a punteggio pieno dopo due giornate in compagnia di Buttapietra e del favoritissimo Pinarella. Salendo di categoria, in serie B2 la trasferta di Bologna sembrava chiusa in partenza per il team estense e infatti non ci sono state sorprese (sconfitta per 5-2). La prima squadra societaria ha raccolto ciò che era realisticamente alla portata, ovvero i due punti su Margutti, siglati da Sani e da Romagnoli. Troppo forti, invece, Gellini e soprattutto il seconda categoria Aliberti, che hanno fatto cinque punti in due. In questo caso il Tennistavolo Ferrara deve ancora muovere lo zero in classifica. In serie D2, ferma la squadra “B” per il turno di riposo, è scesa in campo la formazione “A”, che non ha impiegato molto a vincere per 5-1 sui tavoli del Reno Galliera di San Giorgio di Piano. Anche in questa occasione il nuovo acquisto Testoni (due vittorie) si è confermato fuori categoria. Due punti anche per Bianchetti e uno per Silvia Traversi. Come in C1, in questo campionato il Tennistavolo Ferrara è primo a punteggio pieno.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA (01/10/2011)

    La stagione a squadre 2011/2012 inizia con due vittorie e due sconfitte per il Tennistavolo Ferrara. In serie B2 la prima squadra societaria conquista in tutto due set (grazie a un ottimo Gallerani, che porta orgogliosamente alla bella il forte terza categoria Dallolio, cedendo poi per 11-5) contro una Villa d’oro Modena troppo più competitiva, anche perché in grado di schierare due seconda categoria come Giovanni e Alessandro Bisi. Per Romagnoli, Mugellini e Sani la lotta contro avversari di tale rango purtroppo è impari e di conseguenza lo 0-5 diventa presto realtà. Ma del resto che la stagione di B2 si annunci molto difficile per il club estense non è un mistero, anche e soprattutto alla luce del potenziale delle avversarie. Comincia quasi sul velluto, invece, la formazione di C1: 5-2 a Sermide, in un match caratterizzato dall’esordio nelle file estensi di Guido Caravita e dal ritorno su questi palcoscenici di Andreoli, uno dei grandi protagonisti della promozione della scorsa primavera. Capitan Curarati festeggia il debutto con una facile tripletta, mentre Antonucci nonostante una forma ancora imperfetta batte in quattro set il filippino della squadra di casa. Un punto per Caravita, che supera in quattro frazioni Scaglioni. Di Serravalli su Caravita e Andreoli i due successi del team mantovano. In questo caso la squadra estense sembra competitiva, ma forti si annunciano anche alcune delle rivali, in diversi casi dotate di giocatori di categoria superiore. In serie D2 la squadra “A” del Tennistavolo Ferrara sconfigge in casa la Maior Castelmaggiore per 5-1 con doppiette del nuovo acquisto Andrea Testoni e di Silvia Traversi. Il quinto punto è di Faccini, che cede una gara ai vantaggi della bella. Vita breve, invece, per la squadra “B” a San Lazzaro contro la Zinella: Benea, Sfrisi e Ughi vengono infatti superati per 5-0.

    • TORNEO REGIONALE NC – 4a CATEGORIA (SAVIGNO, 17-18/09/2011)

    Poca fortuna per i due ferraresi impegnati, entrambi eliminati nella prima fase. Ughi perde tre gare su tre in girone tra i non classificati, portando comunque alla bella Guerrini e vincendo un set con il quotato Vitiello, mentre Gallerani – nella quarta categoria – cede nettamente al forte Tampieri e al giovane Bacchelli (2-3) nella gara decisiva per la qualificazione. Unico suo successo, quello per 3-1 contro Milza.

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (TREVISO, 10-11/09/2011)

    Nel singolare maschile il migliore è Gallerani, che mette a segno il migliore risultato della sua carriera nei tornei chiudendo nei primi 16 su un totale di oltre 240 iscritti. Il giovane pongista del Tennistavolo Ferrara chiude al secondo posto il suo girone (0-3 da Verati, 3-0 a Bortolotto, 3-1 a Gozzoli) ma compie il suo capolavoro nel tabellone a eliminazione diretta, dove supera tre turni battendo Lucariello (3-1), Rinaldi (3-0) e l’ex terza categoria Torregrossa (3-2). Negli ottavi, poi, Gallerani incontra ancora Pollino (come la settimana prima a Savigno) e questa volta si arrende in quattro set sfiorando l’approdo al quinto. In campo anche Mugellini, Romagnoli e Faccini. Il primo supera come primo classificato il suo girone ma poi perde immediatamente contro l’ostico toscano Pancani (nei sessantaquattresimi di finale). Romagnoli cede a sua volta al primo turno dell’eliminazione diretta contro Cofano (2-3) dopo avere vinto due gare su tre nel suo girone. Faccini, infine, viene eliminato in girone, dove si aggiudica una partita. Nel doppio (75 coppie iscritte) bene Mugellini e Romagnoli, giunti negli ottavi dopo due turni superati e sconfitta al quinto con Busato e Filippi. Immediato stop, invece, per Faccini e Gallerani, alla prima esperienza insieme. Nel singolare femminile di terza categoria Silvia Traversi, su un lotto di quasi 40 iscritte, chiude negli ottavi, superando da seconda il suo girone e perdendo subito dopo ai vantaggi del quinto set contro la Brutti.

    • TORNEO REGIONALE NC – 4a CATEGORIA (SAVIGNO, 03-04/09/2011)

    La stagione 2011/2012 comincia ufficialmente sulle colline bolognesi e vede impegnati tre giocatori del Tennistavolo Ferrara. Nella categoria non classificati esordio assoluto per il giovane Tommaso Ughi, che nel suo girone vince una gara (3-2 su Bertoni), strappa un set all’esperto Castaldini e cede più nettamente a Imberti. Nel complesso, una buonissima prova che conferma i progressi compiuti nell’ultimo periodo e che fa ben sperare per il futuro. Nel singolare di quarta categoria sono invece in campo Gallerani e Andreoli. Il primo supera il suo girone come secondo (vittoria su Guercio, sconfitta con Pollino) e poi, nel tabellone a eliminazione diretta, cede subito (sedicesimi) al più quotato Capelletti. Poca fortuna anche per Andreoli, che nel tabellone a eliminazione incoccia subito nel forte Cartisano, perdendo in tre set e uscendo negli ottavi. In precedenza Andreoli, nel girone iniziale, aveva battuto facilmente Chiossi e superato anche il temibile Milianti, cedendo in cinque set a Zaniboni

    Articoli di: Luca Antonucci

    (Campionato 2010/2011)



    • CAMPIONATI ITALIANI VETERANI (RIMINI, 15/06/2011)

    Un solo iscritto alla più importante kermesse veterani per il Tennistavolo Ferrara. E’ il presidente Giorgio Quartaroli, che a circa vent’anni dall’ultima gara ufficiale disputata torna in campo per misurarsi nella categoria over 80. Nel singolo (sette iscritti provenienti da Roma, Venezia, Mantova, Bologna e Caserta, oltre ovviamente a Ferrara) Quartaroli gioca con grande orgoglio, con impegno ma anche con un po’ di emozione, che però non gli impedisce di battere (3-1) l’unico giocatore del gruppo realmente alla portata: l’ex seconda categoria Celentani. Contro Carrer e contro Persegani (quest’ultimo, poi, campione italiano) Quartaroli fa il possibile ma paga dazio contro la regolarità del primo e contro la puntinata del secondo, chiudendo al terzo posto e non accedendo alle semifinali. Nel doppio Over 80, però, per il “superveterano” estense arriva il secondo gradino del podio. In coppia con l’inossidabile bolognese Gallingani il presidentissimo supera facilmente la coppia Riitano-Celentani (3-0) e cede con lo stesso punteggio ai più forti Carrer e Merlo. Alla fine Quartaroli viene premiato con la medaglia dei campionati italiani durante la premiazione ufficiale regalandosi un ricordo da conservare orgogliosamente nella propria memoria.

    Clicca per ingrandire la foto Clicca per ingrandire l'articolo Clicca per ingrandire l'articolo Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI REGIONALI 3a CATEGORIA (MEZZOLARA, 12/06/2011)

    Ancora due semifinali nei doppi. Nel terza categoria maschile Antonucci centra il podio insieme al ravennate Castelvetro dopo avere battuto in quattro set i reggiani Campisi-Bigi e perso, sempre per 3-1, contro i parmensi Pippo-Silvestri. Nel terza categoria femminile terzo posto anche per Silvia Traversi in coppia con la Ballardini. Bene anche il doppio misto Antonucci-Traversi, che al debutto in gara ufficiale batte di misura Tossani-Ballardini e poi cede al quinto set, dopo una prova orgogliosa, ai rumeni Nita-Nita, vincitori del titolo di terza e di seconda nella specialità. Nel singolare maschile, su un lotto molto qualificato di iscritti, Antonucci supera il girone dopo i successi su Andalò (3-1) e Maccanelli (3-2), inframmezzati dalla sconfitta con Ghitalla, poi vincitore del titolo. Negli ottavi, però, Antonucci vede scendere il proprio livello di gioco in attacco e cede meritatamente, ma non senza rammarico, al bravo Capelletti. Nel singolare femminile una sola vittoria e terzo posto in girone per Silvia Traversi.

    • CAMPIONATI REGIONALI 4a CATEGORIA (MEZZOLARA, 02/06/2011)

    Il risultato più importante viene raggiunto dalla coppia Gallerani-Cominato nel doppio maschile. I due ferraresi, in un lotto di 18 formazioni iscritte, arrivano fino alle semifinali, dove vengono battuti dai reggiani Lambruschi e Chiarella (1-3). In precedenza Gallerani e Cominato avevano superato il duo Guarnieri-Zinelli (3-0) prima di compiere l’impresa della giornata sulla coppia numero uno del tabellone formata da Gazzoni e Benetti (3-2) e prima di passare un altro turno contro Greco-Barilli (3-0). Nel settore maschile meno luci giungono invece dal singolare, dove sia Cominato sia Gallerani non hanno superato il girone iniziale. Nel femminile Silvia Traversi chiude nei quarti il singolo (girone superato con le vittorie su Ragazzini e Codogno e nonostante la sconfitta con la forte Fazacas), battuta da Penzo al quinto set. Nel doppio femminile semifinale, infine, per Traversi e Ballardini, battute alla bella da Matache-Calcina.

    • CAMPIONATI REGIONALI N.C. (MEZZOLARA, 29/05/2011)

    Partecipa solo Giulio Cominato, che ottiene il risultato voluto: la qualificazione per il successivo campionato regionale di 4a categoria. Il traguardo giunge grazie agli ottavi di finale conquistati a spese di Selavirtae (3-0) nel primo turno del tabellone a eliminazione diretta. Niente da fare, invece, contro Piacente (1-3). In precedenza Cominato aveva superato il suo girone grazie ai successi su Ventre (3-2) e Grassi (3-0).

    • CAMPIONATI A SQUADRE – SPAREGGI PROMOZIONE (22/05/2011)

    Solo una parola: fantastici. E’ il termine giusto per definire gli alfieri della memorabile promozione in C1 della seconda squadra del Tennistavolo Ferrara, uscita con il premio più bello dallo spareggio di domenica, vinto per 5-4 a Mezzolara contro il Tennistavolo Parma. Un’impresa da ricordare in tutti i suoi dettagli, anche perché finita – come nei film più palpitanti – dopo quasi cinque ore di battaglia, tra mille scintille e alla “bella” del nono match, quello decisivo. Non poteva che esserci epilogo più esaltante e “snervante” al tempo stesso: non solo per gli atleti, ma anche per la rappresentanza societaria che nell’occasione ha cercato di trascinarli dal primo all’ultimo punto. Subito i nomi dei protagonisti: Giulio Sani, come sempre una garanzia e autore di una doppietta pesantissima; Enrico Mugellini, autore della vittoria-promozione sul 4-4; Alessandro Andreoli, che merita la palma del protagonista numero uno del match per le vittorie al quinto set su due giocatori di lui più quotati in classifica quali Lunardini e, soprattutto, il terza categoria Arisi; Ugo Romagnoli, che durante la stagione a sua volta è stato determinante sul piano tecnico e psicologico. E dire che lo spareggio si annunciava difficilissimo. Classifiche alla mano, i parmensi (con Arisi n.52 regionale, Vescovi n. 58 e Lunardini n.88) erano favoriti, ma il Tennistavolo Ferrara – caricato a mille – compensava il teorico gap con una grande intensità tecnica e soprattutto caratteriale. Parma si portava subito avanti con Arisi (3-0 a Mugellini), ma l’inerzia del match cambiava immediatamente. Andreoli dava il primo “strattone” alla gara con la bellissima e orgogliosa vittoria su Lunardini (3-2 da 0-2, con il quarto set vinto ai vantaggi), poi anche un grintosissimo Sani vinceva caparbiamente in rimonta sul forte Vescovi e ancora una volta alla bella (11-9) e infine di nuovo Andreoli siglava la perla più grande della giornata vincendo per 12-10 al quinto set sul forte Arisi in quello che probabilmente è stato il momento chiave del match. Davvero superlativa la prestazione di Andreoli, che ha esaltato la folta e chiassosa rappresentanza societaria al seguito. Sul 3-1 Mugellini lottava ma soccombeva con Vescovi, poi Sani rispettava il pronostico e batteva in tre set Lunardini. Sul 4-2 Ferrara era a un passo dal traguardo, ma non era ancora finita. Parma reagiva alla grande: un sussulto forte, con Vescovi a battere Andreoli e Arisi a sconfiggere Sani in quattro set. Era così 4-4 e tutto, dopo lo scoccare della quarta ora di gioco, finiva sulle spalle di Mugellini e Lunardini. Una partita – la loro – che definire palpitante è poco: 14-12 nel primo set per il ferrarese, replica di Lunardini (5-11), ancora Mugellini avanti e di nuovo ai vantaggi (interminabile 17-15), ultima reazione di un indomito Lunardini (11-6) e, nella bella, partenza a razzo del veterano estense, combattivo al mille per cento e trascinato, punto su punto, da compagni e ferraresi al seguito. Lunardini rimontava ancora, ma solo parzialmente. Finiva 11-8 e il Tennistavolo Ferrara iniziava la festa. Nella prossima stagione in società ci saranno due C1 e mai risultato fu più meritato. Nella finale per il primo e secondo posto – a promozione in tasca – la squadra estense cedeva per 5-2 all’Alfieri di Romagna Forlì in un match ormai senza più forza nervosa da spendere. I punti della bandiera sono stati di Mugellini (su Rossi) e di Sani (su Ercolani). In campo anche Romagnoli al posto di Andreoli, a suggellare la festa e il suo preziosissimo ruolo di quest’anno. E’ andata male, invece, alla squadra di serie D2, che negli spareggi di Mezzolara si è arresa per 5-1 al forte Vittorino da Feltre Piacenza (Bianchetti 1, Faccini, Traversi) e per 5-2 al Reno Centese (Bianchetti 1, Cominato 1, Faccini). Ma nonostante la promozione sfumata, non si può dimenticare l’ottima stagione regolare disputata dalla squadra.

    Clicca per ingrandire la foto Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 14a GIORNATA (14/05/2011)

    Missione compiuta su tutti i fronti: quinto tris di vittorie stagionale, brillante quarto posto (con annessa, comoda salvezza) in C1 e due squadre pronte per i meritatissimi play-off promozione: quella di C2 (che ha vinto il girone B) e quella di D2 (seconda nel girone G). L’ultima giornata dei campionati ha riservato al Tennistavolo Ferrara una bella dose di soddisfazioni: ora restano da cogliere le due ciliegine che nobiliterebbero ulteriormente un’annata comunque già ottima. In serie C1 la prima squadra societaria ha chiuso con una grande vittoria: 5-3 casalingo al San Pio X Mantova, che proprio a Ferrara cercava i due punti per la promozione, che così per i virgiliani è sfumata in dirittura d’arrivo a vantaggio del Nettuno Bologna. Sotto per 3-0 gli estensi hanno onorato l’impegno reagendo alla grande: prima Curarati superava Magnani in tre set, poi arrivava la probabile chiave di volta del match con l’impresa di un grandissimo Gallerani sul numero 353 italiano Formigoni (3-0). Subito dopo Antonucci metteva un altro fondamentale sigillo superando per 3-1 il numero 336 nazionale Freddi e si arrivava quindi sul 3-3, con l’inerzia della gara capovolta. A quel punto Curarati sconfiggeva Formigoni per 3-1 al termine di una gara molto difficile e nell’ottavo match Antonucci, partito male, si riprendeva dal secondo set in poi e andava a imporsi per 3-1. Quindi 5-3 finale, Tennistavolo Ferrara a quota 16, ottimo quarto in classifica con otto lunghezze sulla zona retrocessione e quattro dal vertice. Una stagione quindi superiore alle attese, con Curarati (27 vittorie, 12 sconfitte) a fare segnare un buon 69% di positività, seguito da un positivo Antonucci (58%, 19-14) e da un Gallerani che al suo primo anno di C1 ha subito molte sconfitte di misura chiudendo però alla grande il campionato con tre successi nelle ultime quattro gare (20,6% generale, 6-23). Piovaccari ha giocato pochissimo per problemi alla schiena. In serie C2 l’ultima giornata ha visto il Tennistavolo Ferrara imporsi per 5-1 a San Lazzaro contro la Zinella. Due punti a testa per un infallibile Sani e per un Andreoli sempre più convincente, mentre Mugellini (battuto dal bravo Mencaroni) ha colto la quinta vittoria di squadra. I commenti complessivi sulla stagione regolare del team sono praticamente superflui davanti alle cifre: 13 successi di squadra su 14 incontri, primo posto in condivisione con Forlì ma con un migliore bilancio negli scontri diretti, Sani addirittura con il 97% di positività (una sola sconfitta su 29 gare!), Andreoli con il 76% (13-4), Mugellini con il 72% (21-4) e Romagnoli con il 50% (7-7). Si può ben notare come tutta la squadra abbia dato risposte positive, senza eccezioni. Ora resta solo l’ultimo, difficile sforzo: il più importante, quello da fare nello spareggio che dirà se nella prossima annata la società avrà anche una seconda squadra in C1. In serie D2, infine, tutto facile per la terza formazione societaria nel commiato della regular season: 5-0 a Bazzano con la Fortitudo in un match senza storia. Il Tennistavolo Ferrara chiude il girone G al secondo posto con 22 punti e 11 vittorie in 14 gare. Il migliore è stato Faccini (79,1% di positività, 19-5), seguito da Bianchetti (73,6%, 14-5), dalla brava Silvia Traversi (65%, 13-7) e da Cominato (62,5%, 15-9). Anche in questo caso, ora, è tempo di play-off promozione per cercare un posto nella prossima D1.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 13a GIORNATA (07-08/05/2011)

    La penultima giornata della stagione regolare fa segnare una bella tripletta di vittorie per il Tennistavolo Ferrara: 5-3 sul campo del Castelmaggiore in C1, 5-1 in casa con Rimini in C2, 5-4 ancora in casa contro Imola in D2. La prima squadra, già matematicamente salva e brillante quarta in classifica, espugna dopo una bella gara il campo della Maior, condannandola alla retrocessione. Nonostante l’assenza di stimoli per la classifica, il Tennistavolo Ferrara si impegna al massimo anche in terra bolognese e non fa sconti, prevalendo su avversari ben più motivati perché all’ultima spiaggia. La nota più importante della giornata è senz’altro costituita dai due punti del giovane Gallerani su Maida e Bacchelli: per lui e per la società una grande iniezione di fiducia per il futuro. Dopo tante partite perse di misura, questa volta in campionato Gallerani non si disunisce nei momenti topici e raccoglie i meritati frutti di un lavoro di allenamento sempre appassionato. Doppietta anche per Antonucci, mentre Curarati sigla il quinto punto. Sia Antonucci sia Curarati hanno poi ceduto al quinto set con il forte Rossi. In serie C2, intanto, nessun problema per il Tennistavolo Ferrara, che liquida in casa il Rimini per 5-1 con due punti a testa per Sani e Mugellini e una vittoria di Romagnoli. Già sicuri dei play-off promozione, ora gli estensi – che hanno vinto 12 partite su 13 – attendono solo di conoscere l’avversaria dello spareggio. In serie D2 maratona vincente per la terza squadra societaria, che nella palestra di via Praisolo prima va a condurre per 4-1 su Imola, poi si fa raggiungere sul 4-4 e infine festeggia con il punto decisivo di Faccini, autore di due successi al pari di Bianchetti. L’altra vittoria è firmata da un Cominato purtroppo un po’ sotto tono. Anche in questo caso i play-off sono ufficiali e si tratta solo di aspettare le sfide per la possibile promozione.

    • CAMPIONATI REGIONALI VETERANI (MEZZOLARA, 01/05/2011)

    Il Tennistavolo Ferrara va due volte a medaglia, pur mancando il gradino più alto del podio. Nel singolo maschile over 40 ottima prova di Antonucci, che cede solo in finale (1-3) al favorito Baroncelli dopo una prestazione decisamente positiva, qualitativamente tra le migliori della sua stagione. In precedenza l’atleta estense aveva vinto il suo girone battendo Fornasari e l’ostico Crespi (con cui aveva già perso una volta quest’anno). Poi, nei quarti di finale, aveva concesso solo 12 punti in tre set a Caroni e in semifinale aveva battuto per 3-0 il bravo Collini, vincitore dell’ultimo torneo regionale di quarta categoria. Nel singolo maschile over 60 Mugellini vince a punteggio pieno il suo girone, prima di arrendersi per 1-3 dopo una semifinale tiratissima al bolognese Garuti, sua bestia nera.

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (TERNI, 16-17/04/2011)

    Meno numerosa del solito, questa volta, la spedizione del Tennistavolo Ferrara. Non ci sono acuti particolari. Mugellini è il migliore: vince a punteggio pieno il suo girone (vittorie su Bonavita, Sardelli e Occhipinti) e chiude nei trentaduesimi, dopo avere superato facilmente Zotti e dopo sconfitta per 9-11 al quinto set con il giovane Baglioni. Romagnoli chiude al secondo posto il girone iniziale (successi su Chiorri e Frattali, sconfitta di misura con Galbo), batte Madrigali nel primo turno della fase a eliminazione e cede in tre set nei sessantaquattresimi al forte Dicomani. Faccini chiude il suo girone senza vittorie. Nel doppio, infine, Mugellini e Romagnoli cedono nella loro prima partita ad Abeni-Molinaro.

    • TORNEO REGIONALE 4a CATEGORIA (MEZZOLARA, 10/04/2011)

    Bell’acuto di Silvia Traversi, che rispetta il pronostico (era testa di serie numero 1) e vince il singolare di quarta categoria femminile. Decidono le tre vittorie (tutte in quattro set) contro Polloni, Ballardini e Marchesini. Nella prova di terza categoria l’atleta estense chiude terza. Nel singolare maschile di quarta categoria Gallerani ripete il risultato del torneo precedente, chiudendo al secondo posto il suo girone e cedendo, nel primo atto della fase di eliminazione, al reggiano Chiarella. Nella classifica di società il Tennistavolo Ferrara chiude il torneo al quarto posto su 21 società presenti.

    • SERIE A1 VETERANI – SECONDO CONCENTRAMENTO (SAVIGNO, 26-27/03/2011)

    Un’impresa e tre sconfitte – di cui una probabilmente decisiva per la retrocessione in A2 – per il Tennistavolo Ferrara nel contesto di un campionato che si sta rivelando decisamente fuori portata. L’impresa viene firmata contro la Villa d’oro Modena, con Curarati che batte in tre set Mirabella e Antonucci che supera per 12-10 al quinto set Alessandro Bisi, numero 77 delle classifiche nazionali. Curarati e Antonucci, poi, sempre al quinto set fanno proprio il doppio. Ben diversa la musica contro Marostica (0-3) e Roma (0-3). Nell’ultima gara del concentramento, lo scontro diretto con Novara, gli estensi cedono per 3-1 con punto della bandiera di Curarati su Caiazza. Ora sono ultimi appaiati agli stessi piemontesi. Per la salvezza, a tre gare dalla fine del campionato, servirebbe un miracolo.

    • TORNEO REGIONALE 4a CATEGORIA (MEZZOLARA, 27/03/2011)

    Nel singolare femminile di quarta categoria Silvia Traversi si arrende in semifinale alla Matache, poi vincitrice del torneo. Nel “terza” l’atleta estense giunge ancora in semifinale, di nuovo battuta dalla prima classificata (in questo caso la Fazacas). Nel singolare maschile Gallerani supera il girone come secondo classificato e cede nel primo turno a eliminazione diretta al piacentino Aimi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 12a GIORNATA (19-20/03/2011)

    Nonostante sia arrivata solo una vittoria in tre partite, la terz’ultima giornata dei campionati a squadre ha regalato al Tennistavolo Ferrara due verdetti importanti con notevole anticipo sulla fine della stagione. In serie C2 la seconda squadra ora è matematicamente sicura dell’approdo ai play-off promozione, ma è soprattutto la formazione di C1 a fare festa in questo week-end perché le sconfitte di Reggio Emilia e Castelmaggiore le hanno dato la certezza assoluta della salvezza in un girone equilibratissimo nel quale, alla vigilia, la tranquillità di certo non era scontata. Invece la stagione di Curarati, Antonucci, Gallerani e Piovaccari è stata molto buona. Il Tennistavolo Ferrara ha conquistato il conforto della matematica nonostante la sconfitta casalinga con la capolista Nettuno Bologna, impostasi con merito per 5-3 anche se nell’ottava partita Antonucci (sconfitto di misura al quinto set da Bicocchi) in realtà è arrivato a un soffio dal portare la squadra al match decisivo. I punti sono stati colti da Curarati (due) su Chifen (3-0) e Musso (lottatissimo 3-2) e da Antonucci, a segno in tre set su Chifen, contro il quale si è rifatto della sconfitta dell’andata. Ha ben giocato anche Gallerani, che però ha pagato dazio con i più quotati Bicocchi e Musso. Ora il Tennistavolo Ferrara, a due gare dalla fine, non corre più alcun rischio anche nell’improbabile (ed estremo) caso di un arrivo alla pari al penultimo posto con Sermide, Reggio e Villa d’oro. La classifica avulsa lo manterrebbe comunque al sicuro. Play-off in tasca, invece, in serie C2, dove la seconda squadra estense in realtà sta tenendo alta la guardia soprattutto per non perdere il primo posto, che le garantirebbe un accoppiamento migliore negli spareggi per la promozione. Il Tennistavolo Ferrara questa volta ha espugnato i tavoli dell’Everping Cesenatico, battuta per 5-1. Doppiette per gli ottimi Sani e Mugellini e un punto per Andreoli, che peraltro ha perso di un soffio l’unico match ceduto dagli estensi. In serie D2, infine, il Tennistavolo Ferrara ha perso a Castelmaggiore contro la Maior per 5-4, stesso risultato del match di andata ma a parti invertite. Faccini ha siglato due punti, mentre Bianchetti e Cominato hanno vinto una gara su tre. Nonostante la battuta d’arresto, la squadra resta al secondo posto in classifica ed è ancora la favorita per l’approdo agli spareggi promozione.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 11a GIORNATA (12-13/03/2011)

    Tennistavolo Ferrara travolto a Modena dalla Villa d’oro in una giornata di C1 assolutamente da dimenticare. Come prevedibile, la squadra locale schiera straordinariamente il fuori categoria Malagoli per togliersi dalle sabbie mobili della zona retrocessione e con lui – complice l’ottimo livello dei compagni – cambia tutto. La sconfitta estense, però, è più netta del previsto (5-0 in un’ora e mezza di gioco) per via dell’inaspettata sconfitta di Curarati con il giovane e bravo Verati, che lo batte ai vantaggi del quinto set. In precedenza il numero uno estense era stato superato in tre set anche dall’ostico Mirabella. Poco spazio, nelle rispettive partite, per Gallerani (contro Verati e Malagoli) e Antonucci (Malagoli). La salvezza del Tennistavolo Ferrara resta comunque vicina, visti i quattro punti di margine a tre gare dalla fine sul Reggio Emilia (penultimo), sul quale gli estensi hanno anche il vantaggio degli scontri diretti. In serie C2 il big-match tra le dominatrici del girone B si conclude, questa volta, a favore degli Alfieri di Romagna, che a Forlì superano la seconda squadra ferrarese per 5-4 dopo una partita fiume. Sani perde l’imbattibilità stagionale contro il forte Ercolani (tre punti), ma nonostante la sconfitta il team estense può sorridere perché, pur se raggiunto in classifica dai rivali, in caso di parità sarebbe primo per la differenza punti negli scontri diretti. Basterà vincere le restanti tre gare (in cui è favorito) per vincere il girone e affrontare i play-off promozione in posizione più favorevole. A Forlì Sani sigla due bei punti su Rossi e Collini, mentre le restanti due vittorie sono di Mugellini e Romagnoli su Lelli. La vittoria di Romagnoli, sul 3-2 per gli Alfieri, è quella che di fatto consegna al Tennistavolo Ferrara la certezza del primo posto in caso di arrivo alla pari. Sul 4-4, poi, è proprio lui a cedere in quattro set a Collini. Nel week-end vince solo la squadra di D2, che espugna San Lazzaro e batte la Zinella per 5-1. Indisponibile Cominato, arrivano le doppiette di Faccini e Bianchetti, con il quinto punto colto da Silvia Traversi. A tre giornate dalla fine gli estensi sono sempre secondi in classifica con due punti di margine su Imola, unica potenziale rivale nella corsa per gli spareggi promozione.

    • TORNEO REGIONALE VETERANI (MEZZOLARA, 05/03/2011)

    Buoni i risultati del Tennistavolo Ferrara. Il duo composto da Antonucci e Romagnoli vince il torneo unificato di doppio, dopo sofferti ma bellissimi successi sulle coppie Pizzetti-Ragazzini (3-1) e Milianti-Rossi (3-2). In finale, contro i favoriti Baroncelli e Andalò, i due ferraresi vincono bene il primo set e conducono nel secondo, quando gli avversari si ritirano. Nei tornei di singolare, Antonucci e Romagnoli rispettano il pronostico e la testa di serie loro attribuita. Il primo perde la finale dell’Over 40 contro il più quotato Baroncelli dopo avere vinto quattro gare consecutivamente, mentre Romagnoli chiude al secondo posto il suo girone e cede in semifinale a Berciga, poi vincitore del torneo.

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (TERNI, 26-27/02/2011)

    Ancora numerosa la spedizione del Tennistavolo Ferrara nell’affollatissimo torneo umbro. Il risultato più prestigioso è quello di Silvia Traversi nel doppio femminile. L’atleta estense, in coppia con la perugina Meozzi, cede solo in finale per 8-11 al quinto set al cospetto del duo Mattana-Mura. Ancora Silvia Traversi, nei tornei di singolare, chiude la sua corsa nei quarti del tabellone di quarta categoria (dove era seconda testa di serie su 28 iscritte) e negli ottavi di finale del terza (trenta partecipanti). Nel settore maschile i migliori sono Mugellini e Romagnoli, che su un lotto di circa 400 iscritti terminano la loro bella corsa nei trentaduesimi di finale, in pratica al terzo turno del tabellone a eliminazione diretta. Mugellini vince il suo girone e supera Concas prima di arrendersi a Lorenzini, mentre Romagnoli (secondo nel suo gruppo), nella fase a eliminazione batte al quinto set Cecchetti e l’ostico Santillo prima di perdere in quattro set con Feijoo. Faccini escluso (una vittoria in tre gare nel girone iniziale e terzo posto), superano la prima fase anche gli altri atleti della società. Sani domina il suo gruppo, supera un turno nell’eliminazione diretta e poi cede per 12-14 alla bella al giovanissimo Becchetti. Gallerani non concede alcun set in girone ma perde subito per 0-3 nella seconda fase contro Corini, mentre Cominato si arrende velocemente a Fratini. Poche luci nel doppio: questa volta Mugellini e Romagnoli, sul podio nei due tornei precedenti, non superano il secondo turno. Vita breve anche per la coppia composta da Gallerani e Cominato.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 10a GIORNATA (19-20/02/2011)

    In serie C1 il Tennistavolo Ferrara coglie la sesta vittoria in dieci gare superando in casa il Reggio Emilia per 5-2, stesso punteggio del match di andata. Identica anche la dinamica dei punti, con la garanzia Curarati a cogliere la quarta tripletta stagionale (un solo set perso contro Pessina) e Antonucci a siglare una bella doppietta su Chiarella (3-0) e Pivetti (3-1). Sfiora il successo anche Gallerani, che dopo avere ceduto a Pessina arriva ad avere due match-point contro Chiarella, fallendoli e venendo poi rimontato e battuto, nonostante i due set di vantaggio. Nonostante la squadra sia seconda a soli due punti dalla capolista San Pio X, il dato da tenere d’occhio è che la zona salvezza si è a sua volta alzata, in virtù del successo di Sermide su Carpi che porta il penultimo posto a quota 8. A quattro giornate dalla fine del campionato, quindi, nella sua lotta per la tranquillità il Tennistavolo Ferrara deve difendere quattro lunghezze di margine e non è ancora fatta al 100%. In serie C2 e in serie D2 arrivano successi facili che quindi consentono alla società – nel week-end – un bellissimo tris complessivo di vittorie. In questi ultimi due campionati la vittima di turno è la Fortitudo Bologna, battuta per 5-0 su entrambi i fronti. In serie C2, peraltro, i felsinei si presentano a ranghi rimaneggiati e a parte la bella gara di Gualtieri con Sani (il ferrarese rischia di perdere l’imbattibilità stagionale, ma con molta fatica riesce a imporsi per 11-9 al quinto set dopo essere stato sotto per 1-2) offrono ben poca resistenza. Mugellini sigla due nette vittorie, mentre Sani, Romagnoli e Andreoli (ancora molto bravo) colgono un punto a testa. La squadra è ancora prima e imbattuta, con due punti di vantaggio su Forlì (prossima avversaria) e sei lunghezze da difendere sulla terza. I play-off ormai sono a un passo. In serie D2, invece, il Tennistavolo Ferrara concede alla Fortitudo un solo set e le infligge un cappotto firmato da Bianchetti (due punti), Faccini (uno), Cominato (uno) e Silvia Traversi (uno). Anche in questo caso gli spareggi promozione sono ormai molto vicini.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 9a GIORNATA (12-13/02/2011)

    Lo scontro al vertice disputato a Carpi, in serie C1, sorride ai padroni di casa e il Tennistavolo Ferrara torna a casa battuto per 5-2. Risultato nel complesso giusto, anche se la partita è davvero combattuta, come dimostrano le quasi quattro ore di gioco. La gara probabilmente “gira” nel terzo match, quando sull’1-1 Antonucci si porta a condurre per 2 set a 1 sul numero uno avversario Gazzoni, prima di cedere – però - quarto e quinto parziale ai vantaggi (15-13, 13-11) dopo tre match-point non sfruttati. Nonostante la giornata non eccezionale del pongista estense e la grande prova – per contro – di un Gazzoni infallibile (tre punti) l’esito della gara, e di conseguenza dell’intero match, punteggio alla mano avrebbe potuto essere un altro. Un altro quinto set perso – quello di Curarati con lo stesso Gazzoni, quest’ultimo in condizioni di forma scintillanti – ha poi decretato la fine di ogni speranza. Ma il risultato a favore di Carpi, come detto, globalmente sembra giusto. Per il Tennistavolo Ferrara i due punti sono di Curarati su Santi (rivincita dell’andata) e su Stracuzzi. Gli estensi sono terzi in classifica, ma il dato da tenere d’occhio è l’avvicinamento della zona retrocessione, che con il successo di Sermide su Castelmaggiore è minacciosamente a quattro lunghezze. La lotta per la tranquillità non è ancora finita e non bisognerà assolutamente abbassare la guardia. Bella vittoria, invece, per la squadra di C2, che dopo un avvio difficile (1-2) rimonta e batte in casa per 5-2 l’insidiosa Acli Lugo. Ancora una volta va segnalata la tripletta di Sani (strepitoso 19 su 19 in campionato), mentre Mugellini (3-1 a Lemme) e Andreoli (3-0 al numero uno romagnolo Ferri) completano l’opera. Il Tennistavolo Ferrara è ancora a punteggio pieno dopo nove giornate e ora, grazie a questo successo, vanta sei punti di vantaggio sullo stesso Lugo, terzo in classifica. I play-off promozione ormai sembrano davvero a portata di mano e potrebbero diventare matematici molto presto. Tutto facile, infine, per la formazione di D2, che liquida in casa in poco più di un’ora (5-0 e un solo set perso) la Zinella. Due vittorie a testa per Silvia Traversi e per Faccini, mentre il quinto punto di giornata è di Cominato. Anche in questo caso, grazie a un secondo posto che sembra inattaccabile, gli spareggi promozione sembrano molto vicini.

    • TORNEO REGIONALE NC (MEZZOLARA, 06/02/2011)

    L’unico rappresentante del Tennistavolo Ferrara è Bianchetti, che vince a punteggio pieno il suo girone ma si ferma al primo turno del tabellone a eliminazione diretta, battuto di misura da Maiani.

    • TORNEO NAZIONALE 3a CATEGORIA (MODENA, 05-06/02/2011)

    Partecipa solo Antonucci, che nel girone iniziale chiude al terzo posto venendo quindi eliminato. Dopo avere battuto in cinque set il giovane Podestà, il pongista estense gioca alla pari con la testa di serie n.4 Vizzini portandosi in vantaggio di due set, ma non sfrutta l’occasione buona nel terzo set e finisce per cedere alla bella. Nel match decisivo per la qualificazione Antonucci perde poi per 3-1 contro il giovanissimo fiorentino Loreto, giocatore in ottima ascesa. Nel doppio Antonucci gioca in coppia con Castelvetro (Castiglione di Ravenna) e chiude negli ottavi di finale dopo bella vittoria per 3-1 sui novaresi Sassi e Corallino (testa di serie n.8) e sconfitta, subito dopo, con i forti Leto e Bonazzi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 8a GIORNATA (29-30/01/2011)

    Dopo quattro ore e mezza di avvincente battaglia il Tennistavolo Ferrara supera in casa il Sermide per 5-4, coglie due punti importantissimi in chiave salvezza e paradossalmente – nel girone di C1 più equilibrato d’Italia – raggiunge addirittura il primo posto, condiviso con Nettuno Bologna, San Pio X Mantova e Carpi. La zona retrocessione però è solo quattro punti più indietro, per cui sarà bene non abbassare la guardia. Contro il Sermide, trascinato dal quotato Giri e da un positivo Caravita, il Tennistavolo Ferrara giunge a un passo dalla sconfitta. Gli ospiti, sul 4-2, hanno addirittura un match-point nel settimo match, ma Curarati rimonta Giri e lo batte per 12-10 al quinto set. In precedenza il numero uno estense aveva ceduto in quattro frazioni a Caravita, mentre Antonucci, nonostante un match di buon livello e nel quale aveva fatto due punti in più dell’avversario, aveva ceduto alla bella a Giri. Il successo di Curarati su Giri porta i ferraresi sul 3-4 e a quel punto tocca ad Antonucci mantenere in vita le speranze estensi contro Caravita: gara durissima, punto a punto dall’inizio alla fine, che Antonucci con carattere risolve a suo favore nel quinto set per 14-12 dopo alcune palle match non sfruttate. All’ora di cena è 4-4. All’orgoglioso Tennistavolo Ferrara manca solo la ciliegina, che arriva grazie al bravissimo Gallerani, che batte 3-1 Scaglioni, in precedenza superato in tre set sia da Antonucci sia da Curarati, rispettivamente oltre il 60% e il 70% di affermazioni sinora in campionato. Sull’ultimo punto della sfida con Sermide (che all’andata si era imposto per 5-2) è gran festa, e va sottolineato come due delle tre gare vinte da Gallerani in questa stagione siano giunte proprio nel nono e decisivo match (con Castelmaggiore e con Sermide). Due successi che hanno contribuito molto a lanciare la squadra – reduce da cinque affermazioni nelle ultime sei gare – nella classifica del girone. Molto più veloce la vittoria in serie C2, dove il Tennistavolo Ferrara ha liquidato per 5-0 in trasferta la Libertas Faenza, che all’andata aveva saputo impensierire gli estensi pur uscendo sconfitta nettamente. Due punti a testa per Mugellini (che si è preso la rivincita sul quotato Zambonini) e per un Andreoli sempre più convincente, mentre Sani – unico giocatore imbattuto nei due gironi regionali di C2 – ha colto senza affanno la quinta affermazione di giornata contro il numero uno locale Burzacchi. La squadra è ancora senza macchia al primo posto, in un torneo fin qui davvero dominato. Forlì è a –2 mentre Lugo è a –4. I play-off promozione sembrano decisamente vicini. L’unica sconfitta della prima di ritorno giunge dalla D2, dove era in programma il big-match tra Acli Lugo (prima) e Tennistavolo Ferrara (secondo). La gara del possibile aggancio in vetta ha invece spinto gli estensi a –4, alla fine di una maratona in cui Ferrara ha a lungo condotto di misura ma non ha saputo piazzare la zampata finale venendo poi superata nel nono e decisivo match. Non sono stati sufficienti i tre punti di un grande Faccini, miglior giocatore in campo. Bianchetti ha vinto la sua prima gara di giornata cedendo le altre due, mentre Cominato non ha colto punti nonostante un paio di quinti set raggiunti.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 7a GIORNATA (22/01/2011)

    Terzo en-plein stagionale per il Tennistavolo Ferrara nei campionati a squadre. L’ultima giornata di andata ha visto andare a segno tutte le formazioni societarie: 5-2 in C1 a Mantova, 5-0 in casa in C2 e in D2 rispettivamente contro Zinella e Fortitudo B. Partiamo dalla C1, dove la prima squadra estense ha superato a pieni voti l’ostica trasferta sui tavoli del San Pio X, giunto al match forte del primo posto in classifica. Assente il quotato Freddi tra i locali, il Tennistavolo Ferrara ha condotto con autorità dall’inizio alla fine. Curarati ha siglato un’altra tripletta, con appena 10 punti in tre set concessi al terza categoria Formigoni. Antonucci ha fatto un buon due su due contro Magnani e contro il giovane Maragna, mentre Gallerani ha combattuto alla pari sia con Maragna sia con Formigoni uscendo però battuto dalle due sfide (contro Formigoni dopo avere avuto due set di vantaggio). Al giro di boa il Tennistavolo Ferrara vanta così 8 punti, a –2 dalla vetta ma ancora non distante neppure dalla zona retrocessione in un girone davvero molto equilibrato. Dopo metà stagione Curarati ha il 75% di gare vinte (15-5), Antonucci il 62,5% (10-6), Gallerani il 15,3% (2-11) mentre Piovaccari deve ancora rompere il ghiaccio dopo quattro incontri. In C2, invece, il Tennistavolo Ferrara chiude l’andata a punteggio pieno con due lunghezze di vantaggio sugli Alfieri di Romagna Forlì e il borsino promozione che lo dà ormai quotatissimo in chiave promozione. L’ultima vittima della marcia finora trionfale degli estensi è stata la Zinella San Lazzaro, battuta in casa con un 5-0 reso ancora più semplice dall’assenza del bravo Mencaroni. Due punti a testa per Sani e Romagnoli, un punto in scioltezza invece per Mugellini. Al giro di boa Sani sfoggia un fantastico 15 su 15 che lo rende l’unico giocatore imbattuto del girone; Andreoli ha un bellissimo 85,7% di vittorie (6-1), Mugellini ha il 71,4% (10-4), Romagnoli il 44,4% (4-5). Agevole anche il successo della squadra di serie D2, che dopo il ko nel debutto ha inanellato una serie di sei vittorie di fila, l’ultima delle quali in casa con la Fortitudo Bologna B per 5-0. Un’affermazione a dir poco schiacciante, visto che i felsinei, di fronte a Cominato (due punti), Silvia Traversi (due) e Bianchetti (uno) non hanno conquistato neppure un set e hanno colto appena 60 punti in cinque incontri. A livello di percentuali a metà stagione Bianchetti ha il 100% (sei vittorie in sei gare), Cominato l’81,8% (9-2), Faccini il 66,6% (6-3) e Silvia Traversi il 53,8% (7-6). Ma ancora più bella è la classifica, che vede il Tennistavolo Ferrara a quota 12 e con le terze a debita distanza. Anche in questo caso si può davvero sperare nella promozione.

    • LA NUOVA FERRARA 13-01-2011 - TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (AREZZO, 08-09/01/2011)

    Clicca per ingrandire l'articolo Clicca per ingrandire l'articolo Clicca per ingrandire l'articolo Clicca per ingrandire l'articolo

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (AREZZO, 08-09/01/2011)

    La buona spedizione estense al torneo nazionale di quarta categoria di Arezzo vale al Tennistavolo Ferrara la quinta posizione nella classifica di società su un totale di 53 club presenti alla manifestazione. Merito soprattutto dei due podi colti nel doppio maschile e nel singolo femminile di 4a categoria rispettivamente dalla coppia Mugellini - Romagnoli (alla seconda semifinale consecutiva nazionale) e da Silvia Traversi. In entrambi i casi – tra l’altro – poco è mancato che gli atleti ferraresi raggiungessero un risultato ancora più prestigioso. Nel doppio maschile Mugellini e Romagnoli chiudono terzi su un totale di 64 coppie iscritte, in un tabellone di indubbio valore per la categoria. Superano Chiorri – Chiorri (3-0), Massarelli – Corini (3-0), prima di due maratone esaltanti e vincenti contro la testa di serie numero uno Dicomani – Fantozzi (3-2 dopo avere rimontato da 1-2 in fatto di set e da 5-10 nella bella) e contro i giovani Della Giovampaola – Terrazzani (ancora 3-2, ma questa volta addirittura da 0-2 per i rivali). La corsa di Mugellini e Romagnoli si è interrotta solo in semifinale, con un quinto set questa volta a vantaggio degli avversari (Zuanigh e Bagnoli) dopo che i due ferraresi si erano trovati avanti per 2-1. Nel singolo femminile di quarta categoria anche Silvia Traversi ha sfiorato la finale, cedendo solo per 2-3 a Coletta (dopo avere rimontato la rivale alla grande nel terzo e nel quarto set); in precedenza l’atleta del Tennistavolo Ferrara aveva superato a punteggio pieno il suo girone e battuto per 3-0 Caprio nei quarti di finale. Buoni i risultati anche nel singolo maschile di quarta categoria, cui erano iscritti trecento giocatori di tutta Italia. Il migliore è stato Mugellini, arrivato nei sedicesimi di finale dopo avere vinto a punteggio pieno il suo girone e avere superato, nella fase a eliminazione diretta, Manganiello (3-1) e Canesi (3-0) prima del ko con il forte Petrani, già ora al numero 400 delle classifiche italiane. Sani e Romagnoli, a loro volta primi senza alcuna sconfitta nel loro girone, hanno chiuso nei primi 64; il primo nella fase a eliminazione ha battuto Izzo (3-0) e ha perso di un soffio con il forte Ciampi (9-11 nel quinto set), mentre il secondo ha superato Giuliano (3-0) e ha ceduto al quotato Carloni (1-3). Sessantaquattresimi di finale per Gallerani (tre su tre in girone, poi sconfitta di un soffio con Carota), mentre Cominato non ha superato la fase iniziale. Nel singolo di terza categoria femminile Silvia Traversi ha superato il proprio girone e si è fermata negli ottavi di finale, battuta in quattro set dalla Ghigi.

    • TORNEO REGIONALE GIOVANILE (MEZZOLARA, 06/01/2011)

    Partecipa solo Andrea Piovaccari, che nel torneo under 21, in un girone da semaforo rosso, fa il possibile chiudendo al terzo posto su quattro, battuto dai terza categoria Liambo e Sala.

    • TORNEO REGIONALE N.C. (CASTIGLIONE DI RAVENNA, 20/12/2010)

    Alla manifestazione romagnola partecipano Claudio Faccini e Giulio Cominato. Su un lotto di circa novanta iscritti chiudono entrambi nei sedicesimi di finale dopo avere vinto a punteggio pieno il loro girone e dopo avere superato un turno nella fase a eliminazione diretta.

    • CAMPIONATI PROVINCIALI (FERRARA, 19/12/2010)

    In un’edizione accompagnata da qualche assenza di rilievo e caratterizzata da un limitato numero di iscritti il titolo più importante – quello del singolare – viene nuovamente vinto da Enrico Mugellini, primo anche un anno fa. Finalista battuto, ma grande protagonista della giornata, è il giovane Simone Gallerani, che compie la grande impresa in semifinale battendo in quattro set la testa di serie numero 1 Curarati. Nell’altra semifinale, invece, Mugellini deve lottare a lungo contro l’altro emergente Piovaccari, che lo impegna sino al quinto set. Nel doppio vincono Curarati e Andreoli in finale su Mugellini e Romagnoli. Un’edizione, quindi, che conferma l’immutata solidità della vecchia guardia ma che conferma, come già emerso nel 2009, che alle spalle dei veterani sono pronti giovani già competitivi che danno serenità per il futuro.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 6a GIORNATA (11/12/2010)

    Tutte a segno le squadre del Tennistavolo Ferrara nell’ultimo impegno del 2010, e il tris ha una valenza molto importante per i loro rispettivi obiettivi. Con il combattuto 5-4 la formazione di C1 coglie due punti preziosissimi in chiave salvezza; con il facile 5-1 a Rimini quella di C2 fa un altro passo avanti verso il primo posto ed è matematicamente campione d’inverno a una giornata dalla fine dell’andata; in D2, infine, per la terza squadra societaria il 5-4 a Imola significa secondo posto in solitudine, quinta vittoria consecutiva e, soprattutto, fondate speranze di play-off sulla spinta di una rosa sempre molto compatta. Ma partiamo dalla serie C1, dove il punto di un tenace e mai domo Simone Gallerani è stato decisivo – sul 4-4 – a dare agli estensi la vittoria nello scontro diretto con la Maior Castelmaggiore. In precedenza erano stati Curarati e Antonucci – entrambi battuti da un Rossi obiettivamente fuori portata – a fare bottino in maniera convincente superando entrambi in tre set il promettente 14enne Bacchelli e il regolare Spinnato, quest’ultimo a segno in quattro frazioni nel match iniziale con Gallerani. Dopo un’altalena di punteggio tra il +1 per gli ospiti e la parità, sul 3-4 per la Maior Antonucci concedeva 15 punti in tre set a Spinnato lasciando così le sorti della gara nelle mani di Gallerani. Quest’ultimo, contro Bacchelli, partiva bene (11-6) ma cedeva secondo e terzo set (8-11, 6-11) dando l’impressione di disunirsi. Adottata la tattica giusta, però, risaliva la corrente nel quarto (11-6) prima di imporsi alla bella per 11-8 tra molte emozioni e rompendo una lunga serie di sconfitte al quinto. Ora il Tennistavolo Ferrara è quarto (6 punti) ma la classifica resta cortissima e di fatto la zona retrocessione resta solo due punti sotto. Si annuncia una battaglia durissima. Tutto facile, invece, per la squadra di C2, che a Rimini con il San Martino si presenta senza l’imbattuto Sani e nonostante ciò si impone per 5-1. Doppietta senza set persi per il sempre più solido Andreoli (86% di successi in campionato) e due punti agevoli anche per Mugellini. Romagnoli, battuto Berardi, si arrende invece a Lisi. Fanno sei vittorie in altrettante partite, Forlì resta a –2 e gli estensi non sembrano avere alcuna intenzione di rallentare la loro stupenda corsa. Una perla è arriva anche dalla squadra di D2, che nel big-match di Imola contro il Santa Caterina non tradisce, conducendo dall’inizio alla fine e facendo brillantemente fronte, con una gran prova di squadra, alla superiorità della russa Fazacas, autrice di tre punti. Il bottino per il 5-4 finale viene colto contro Andalò e Sentimenti: il giovane Cominato (75% di vittorie fin qui) sigla un’altra doppietta e lo stesso fa il sempre concreto Faccini, che ha il grande merito di imporsi nel nono incontro su Sentimenti dopo avere perso il primo set. Di Bianchetti il quinto punto di squadra. Ora il Tennistavolo Ferrara sale a 10 punti e si insedia solitario in seconda posizione, guardando al futuro con fondate speranze anche alla luce delle 14 promozioni previste.

    • TORNEO REGIONALE DI 4a – 3a CATEGORIA (MEZZOLARA, 08/12/2010)

    Il Tennistavolo Ferrara è rappresentato da tre atleti. Nel torneo di singolare per i quarta categoria Simone Gallerani supera come secondo il proprio girone grazie ai successi su Greco (3-2) e Puddu (3-0), vittorie che rimediano alla sconfitta con il più quotato Pollino (1-3). La corsa del ferrarese, però, si interrompe subito nella fase a eliminazione diretta, dove cede nei sedicesimi all’esperto Zannoni ma solo al quinto set dopo essere stato in vantaggio per 2-1. Partecipa al torneo anche Giulio Cominato, qualificato dal precedente torneo non classificati: purtroppo, però, per lui questa volta non ci sono acuti e arrivano tre sconfitte con Zannoni, Compiani e Vitali. Nel singolare femminile di 4a categoria Silvia Traversi chiude nelle prime quattro. Seconda in girone (vittoria su Marchesini, sconfitta con la Penzo) batte nei quarti la Ragazzini per poi cedere in cinque set in semifinale alla Diez Sanguineti. Nel singolare femminile di terza categoria ancora Silvia Traversi chiude poi nelle prime otto, nuovamente battuta dalla Diez Sanguineti. In precedenza la giocatrice del Tennistavolo Ferrara aveva superato un girone difficile perdendo prevedibilmente dalla rumena Nita ma battendo la quotata Ballardini per 3-2.

    • TORNEO REGIONALE N.C. (MEZZOLARA, 28/11/2010)

    Stupendo successo per il Tennistavolo Ferrara nel doppio maschile, nel quale l’inedita coppia formata da Paolo Bianchetti e da Giulio Cominato sbaraglia il campo vincendo cinque partite consecutive, tutte dopo vere e proprie battaglie vissute con grande carattere. Ventiquattro le coppie iscritte. Gli estensi superano a fatica il primo turno (14-12 alla bella contro Camattari-Lodi), poi battono per 3-1 Fornasari-Poppi prima di un altro tris di gare vinte al quinto set: contro Salvioli-Ballarin nei quarti (13-11 nel parziale decisivo), contro Gherardini-Greco in semifinale (11-9 sempre al quinto) e, infine, in finale contro gli esperti Loris e Corrado Camellini (11-8 alla bella). Davvero un torneo da ricordare e una meritatissima soddisfazione per i due alfieri ferraresi. Nel singolare (circa 120 partecipanti) Faccini è il migliore con il suo piazzamento negli ottavi di finale, mentre sia Bianchetti sia Cominato – stanchi per le maratone del doppio – chiudono comunque nei sedicesimi. Grazie a questi risultati il Tennistavolo Ferrara si piazza anche al quinto posto nella classifica per società.

    • SERIE A1 VETERANI – PRIMO CONCENTRAMENTO (MODENA, 27-28/11/2010)

    Poche luci per la formazione ferrarese, che chiude la prima tornata del massimo campionato veterani – sempre più forte e ricco di giocatori di alto livello – senza neppure un successo: 2-3 contro il Don Bastianini Porto Santo Stefano (vittoria di Curarati su Arcoria e del doppio Curarati-Antonucci su Malpassi-Arcoria), 2-3 con l’Antoniana Pescara (punto di Curarato su Manes e del doppio Curarati-Antonucci su Zakaryan-Manes), 0-3 con il Paiuscato Este, 0-3 con il Vita Sant’Elpidio. Gli estensi sono ultimi a quota zero in compagnia di Villa d’oro Modena, Marostica e Novara. La lotta per evitare i due posti – retrocessione, visti i valori in campo, si annuncia molto difficile.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 5a GIORNATA (20/11/2010)

    Il Tennistavolo Ferrara sorride in C2 e D2, mentre in C1 – a San Lazzaro contro il Nettuno di Musso, Chifen e dell’ottimo Bicocchi – arriva una sconfitta molto netta: 5-1, con punto della bandiera di Curarati (3-0 su Musso). Per il resto solo rammarico per le due partite perse in extremis contro il bravo Chifen da Gallerani (11-13 alla bella dopo un incontro assolutamente equilibrato) e da Antonucci (anche in questo caso al quinto set dopo essere stato avanti per 2-0 e avere avuto tre match-point), ma è chiaro che la gara – anche alla vigilia – vedeva gli estensi appesi a un filo, purtroppo ben presto spezzatosi. Niente da fare per Piovaccari contro Musso e per Curarati e Antonucci contro Bicocchi, sicuramente il migliore in campo. Nonostante la pesante battuta d’arresto, va rimarcata la buona prova di Gallerani, cui sembra mancare ormai poco per colmare il divario con diversi avversari di categoria. La lotta salvezza del team si annuncia lunga e tutt’altro che semplice. Venendo alle note più liete, in C2 il Tennistavolo Ferrara non ha avuto particolari problemi nella gara interna vinta contro l’Everping Cesenatico. Il 5-1 finale porta la firma dell’infallibile Sani (13 su 13 finora e doppietta anche questa volta su Caroni e Galli), di un efficacissimo Mugellini (due punti a spese di Caroni e Godio) e di Romagnoli, che ha superato Galli cedendo solo al quinto set con Godio. La formazione estense, al quinto successo in altrettante gare e con appena nove punti concessi agli avversari nei singoli match, è ovviamente al comando del girone B in solitudine. Quarta vittoria di file, infine, in serie D2, dove il Tennistavolo Ferrara ha impiegato oltre tre ore per battere in casa la Maior Castelmaggiore. Il 5-4 finale è stato il premio di una gara molto orgogliosa, in cui gli estensi si sono trovati sotto prima per 1-3 e poi per 2-4. I successi di Faccini sul numero uno avversario Bacchelli (3-0), dell’ancora imbattuto Bianchetti su Alessandrini (3-2) e di Silvia Traversi nel nono incontro su Magri (3-0) hanno però capovolto in extremis l’esito dell’incontro, in cui Faccini ha colto una doppietta e il trio Cominato – Bianchetti - Traversi un punto a testa. La squadra è seconda in classifica.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA (13-14/11/2010)

    E’ stato un week-end da ricordare per il Tennistavolo Ferrara. Come in quello precedente sono infatti giunte tre vittorie in altrettante gare, e una di esse – quella colta in C2 – è da annoverare tra le imprese che resteranno impresse nella memoria di chi c’era. Partiamo proprio da qui. Il Tennistavolo Ferrara, impegnato in casa nel big-match tra imbattute contro gli Alfieri di Romagna, festeggia con un grandissimo 5-2 che lo pone, adesso, in linea preferenziale per il primo posto finale nel girone. Eroe di giornata Giulio Sani, finora sempre a segno nelle 11 partite giocate ma soprattutto infallibile contro i forti romagnoli: 3-0 a Lelli, 3-2 con la bestia nera Collini (dopo avere subito il ritorno dell’avversario dal 2-0 al 2-2) e, infine, un altro 3-2 con il terza categoria Ercolani (n. 39 assoluto dell’Emilia-Romagna) nonostante problemi al polso destro e a una gamba durante il match. Esaltante la prova di Sani, ma memorabile anche il caparbio 3-1 di Andreoli (ottima stagione finora) sul ben più quotato Ercolani, poi superato anche da un solido Mugellini, come sempre una garanzia quando i punti scottano. Davvero una grandissima gara, che consente ai ferraresi di salire da soli a quota 8 e con ottime prospettive per il futuro. Ma fondamentale è stata – per motivi opposti – anche la vittoria colta dalla prima squadra in C1 contro la Villa d'oro Modena, forte di Mirabella, Presta e del promettente Verati. Un 5-3 combattuto, che vale oro in chiave salvezza in un girone dove però – nonostante ora la formazione estense sia terza – la classifica è molto corta, non ci sono più formazioni a quota zero e il rischio delle sabbie mobili, pertanto, resta alto e suggerisce di non abbassare la guardia. I punti, come nella trasferta a Reggio Emilia, sono stati portati a casa da capitan Curarati (tre vittorie in tre gare nonostante i soliti problemi al ginocchio) e da Antonucci (due successi). Per entrambi, dopo l’inizio ad handicap a Sermide, il rendimento è stato buono (8 gare a segno su 9 per Curarati, 6 vinte e 2 perse per Antonucci). Anche i giovani Piovaccari (2-3 con Verati) e Gallerani (1-3 con Mirabella) però contro la Villa d’oro hanno venduto cara la pelle e fanno senz’altro sperare in chiave futura. Le potenzialità ci sono senz’altro. Terzo squillo di fila invece in serie D2, dove il Tennistavolo Ferrara ha battuto in casa la Zinella per 5-1 in un match con ben poca storia, nel quale Faccini è rimasto a riposo. Bianchetti ha vinto agevolmente le due gare che lo hanno visto protagonista e lo stesso si può dire per il giovane Cominato. Un punto e una sconfitta, invece, per Silvia Traversi. La squadra, anche in questo caso, è terza in classifica a due punti dalla vetta.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (06-07/11/2010)

    Nel terzo appuntamento di campionato il Tennistavolo Ferrara cala il tris e festeggia su tutti i fronti. Tre impegni in trasferta e altrettante vittorie, tutte con ampio margine: 5-2 a Reggio Emilia in C1, 5-1 a Bologna in C2 e addirittura 5-0 ancora a Bologna in D2. La prima squadra societaria temeva la gara sul campo di Reggio Emilia, ma ha centrato il bersaglio con buona autorità affidandosi ai punti di Curarati (3) e Antonucci (2), i due giocatori più esperti. In realtà le partite del capitano, ancora non in buona forma, non sono state molto semplici. Con Pivetti ha annullato quattro set-point per l’1-2 a favore dell’avversario, mentre contro Pessina e Chiarella ha ceduto un set vincendone altri di un soffio. Alla fine, però, con la grinta, la pazienza e la solidità psicologica i punti sono arrivati. Più veloci le partite di Antonucci, a segno in tre set sia con Pessina sia con Pivetti. Gallerani, contro Chiarella, ha rimontato due volte ma si è disunito nel quinto set, mentre Piovaccari, contro Pessina, ha fatto alcuni punti molto belli ma è mancato in concretezza cedendo tre set di misura. L’importante, però, è che la squadra abbia mosso la classifica in chiave tranquillità. Per la formazione di C2, invece, è il terzo successo di fila e a Bologna, contro la Fortitudo, la sfida è stata abbastanza agevole. Nessun problema per Sani, ancora imbattuto in campionato e autore di altri due punti, e così Andreoli – con qualche patema in più – ha a sua volta siglato una bella doppietta mentre Mugellini (un punto) ha ceduto l’unico match di giornata alla bella a Carota. I ferraresi, che stanno sfoderando una stagione molto competitiva, sono a punteggio pieno insieme a Forlì, prossimo avversario. Molto bene anche la squadra di serie D2, che ha sbancato i tavoli della Fortitudo per 5-0. Qui la gara è stata ancora più veloce. Faccini e Silvia Traversi hanno vinto due gare su due, mentre il quinto punto è stato di Cominato.

    • TORNEO REGIONALE VETERANI E GIOVANILE (MEZZOLARA, 31/10/2010 – 01/11/2010)

    Nessun acuto per i rappresentanti ferraresi nel torneo di Mezzolara. Tra i veterani over 40 Antonucci, testa di serie numero 2, dopo avere vinto il suo girone senza problemi non gioca al meglio nell’eliminazione diretta e chiude a sorpresa nei quarti di finale, battuto per 9-11 alla bella dal bravo Crespi. Nel singolo under 21, invece, Piovaccari supera il suo girone come secondo e poi cede nei quarti di finale al più quotato Liambo.

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (TERNI, 23-24/10/2010)

    Le luci arrivano dal doppio maschile, dove Mugellini e Romagnoli chiudono la loro bellissima corsa solo in semifinale (1-3 per mano di Coletta-Bajada, poi vincitori del torneo; e il secondo avrebbe vinto anche il singolare) dopo avere superato quattro turni. Davvero una bella impresa. Nel singolare i risultati della società, però, non propongono picchi particolari. Quello migliore è di Silvia Traversi, nelle prime otto sia nel terza sia nel quarta categoria. Tra gli uomini Mugellini e Romagnoli superano il loro girone rispettivamente da primo e da secondo ma poi interrompono la loro corsa nei primi 128 dell’eliminazione diretta al cospetto di avversari difficili (Mugellini contro l’ostico Arcoria, Romagnoli contro Panichella, finalista nel precedente torneo nazionale di quarta categoria). Il giovane Cominato e Faccini, quest’ultimo solo per differenza set, vengono eliminati in girone.

    • TORNEO REGIONALE 3a - 4a CATEGORIA (MEZZOLARA, 17/10/2010)

    Non ci sono acuti particolari per la spedizione ferrarese. Nel terza categoria Antonucci gioca molto male e viene eliminato in girone dopo le sconfitte con Concas (0-3) e Mittica (1-3), cui fa seguito l’inutile vittoria (3-0) su Garuti. Nel quarta categoria Gallerani mette a segno una bella impresa battendo in girone il più quotato Sturani (3-2) e chiudendo a punteggio pieno, ma poi viene subito eliminato da Maida nel tabellone a eliminazione diretta perdendo la possibilità di accedere al torneo superiore. Andrea Piovaccari vince solo una gara nel suo girone e non lo supera. Nel settore femminile bene Silvia Traversi, che sia nel quarta sia nel terza supera da seconda il suo raggruppamento per cedere poi nei quarti di finale. Di rilievo il successo sulla Ballardini, seconda quarta categoria della regione.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (09/10/2010)

    Tanta amarezza, per il Tennistavolo Ferrara, nella seconda giornata del campionato di C1. Dopo una battaglia di quattro ore e mezza la squadra estense vince la gara dei set (19 a 17), quella dei punti (330 a 320) ma perde quella più importante, l’unica che conti per la classifica. E’ un compatto e meritevole Carpi che va a imporsi per 5-4. Fatali le “belle” perse da Curarati contro il terza categoria Santi (da 2-0) e da Gallerani – comunque positiva la sua prova – contro lo stesso Santi (ancora da 2-0 e con il terzo set ceduto ai vantaggi) e contro il bravo Stracuzzi (da 2-1) nel nono e decisivo incontro. Decisiva anche la sconfitta di Antonucci con Stracuzzi, arrivata a sorpresa dopo che il ferrarese nel primo set si era imposto in scioltezza. Davvero un match stregato, quello che il Tennistavolo Ferrara alla fine ha perso. Un incontro nel quale Antonucci e Curarati, comunque, centrano due punti a testa dimostrando di esserci, anche se Curarati non sembra ancora quello degli ultimi anni. Entrambi superano il temuto Gazzoni – vincitore del primo torneo nazionale di quarta categoria della stagione – con il punteggio di 3-1, Curarati batte in tre set Stracuzzi e Antonucci, sul 3-4, si impone in tre set su Santi riaprendo la partita. Poi il nono match, perso sul filo di lana. Considerando il grande equilibrio del girone la squadra estense, che deve ancora rompere il ghiaccio del successo, dovrà iniziare a fare punti rapidamente per non trovarsi invischiata nelle sabbie mobili della zona retrocessione. Non sarà certo una stagione facile. Dalla C2, invece, arriva una grande vittoria a Lugo per 5-3 e anche se si tratta solo della seconda gara di campionato può essere considerato già un primo spareggio vinto in chiave play-off. Mattatore della giornata – come al debutto – è ancora una volta Sani (triplo 3-1 a Ferri, Avveduti e Lemme), ma il momento forse decisivo giunge nel sesto match, quando Mugellini, sotto per 4-10 alla bella contro Avveduti, mette a segno una clamorosa rimonta e va a imporsi per 13-11 prima di centrare il suo secondo e fondamentale punto nell’ottavo incontro contro l’ex terza categoria Lemme. In classifica solo Forlì tiene il passo degli estensi, già lanciatissimi. Bellissimo successo anche in serie D2, dove il Tennistavolo Ferrara ha riscattato il bruciante scivolone del debutto liquidando in trasferta lo Zinella B per 5-1. Assente nella gara precedente, Bianchetti stavolta scende in campo e sigla una bella doppietta, al pari del giovane Cominato. Di Faccini il quinto punto, mentre una combattiva Silvia Traversi, in vantaggio per 2-1 su Polpatelli, arriva solo a sfiorare il successo (9-11 al quinto) che avrebbe dato agli estensi il cappotto.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA (02-03/10/2010)

    Tennistavolo Ferrara di nuovo in campo nell’attività a squadre, e con una novità importante. La società, per la stagione 2010/2011, decide infatti di lanciare i giovani e così, in serie C1, ai collaudati Curarati e Antonucci si vanno ad aggiungere – con un occhio al futuro della società – Simone Gallerani e Andrea Piovaccari, 42 anni in due. Il debutto della prima squadra – battuta per 5-2 a Sermide – in assoluto non è buono, ma proprio la bellissima prova di Gallerani – vera rivelazione di giornata – e l’incitamento a bordo campo di buona parte dei tesserati del Tennistavolo Ferrara (ulteriore prova dell’affiatamento societario e dello spirito di gruppo già emersi in primavera negli spareggi per la C1) fanno sì che la gara debba essere ricordata nonostante la sconfitta. Gallerani non subisce la tensione del debutto e già alla sua prima partita trova la bravura e la forza di battere il più quotato Caravita (3-2), che poco dopo avrebbe superato sia Antonucci sia Curarati. Poco conta che poi il giovane ferrarese non riesca a fare il bis su Serravalli (1-3): anche in questo caso la sua prova è positiva e al di là del risultato i compimenti di tutti lo premiano per la serietà, la grande dedizione negli allenamenti, la prestazione offerta e la concentrazione dimostrata. Ora il Tennistavolo Ferrara aspetta con fiducia Piovaccari, battuto da un Giri molto più forte ma atteso a una conduzione tattica dei match più oculata: arriverà anche il suo momento. Per il resto la giornata del debutto in C1 offre poche luci. Curarati batte Scaglioni (3-0) e cede alla bella a Giri dopo una poderosa rimonta e molti punti sfortunati. Un grande Caravita, infine, lo batte in quattro set nel settimo match, dopo avere superato in precedenza con lo stesso punteggio (e due set ai vantaggi) Antonucci, quest’ultimo partito come quarto uomo. Con i giovani in prima squadra, in serie C2 la “discesa” di Mugellini arricchisce le già consistenti certezze della seconda formazione del club, che si annuncia – di conseguenza – tra le favorite per la promozione. L’esordio è promettente visto che in casa contro la temibile Libertas Faenza, neoretrocessa dalla C1, gli estensi si impongono per 5-2 (dopo essere stati sotto per 0-2) con tre punti del sempre solido Sani e un punto a testa per Mugellini (3-2 su Burzacchi e prima 2-3 con il difensore Zambonini) e per un bravissimo Andreoli (facile 3-0 a Bordini, il quale poco prima aveva sfiorato il successo con Sani). In campo anche Romagnoli, battuto in quattro set da Burzacchi. Sconfitta, infine, la formazione di D2, che dopo essere stata brillantemente avanti per 3-0 sull’Acli Lugo (un punto a testa per Cominato, Faccini e Silvia Traversi) viene rimontata e battuta per 3-5.

    • TORNEO NAZIONALE DI 4a CATEGORIA (TREVISO, 11-12/09/2010)

    Spedizione senza acuti, per il Tennistavolo Ferrara, nel primo torneo nazionale della stagione 2010/2011. A Treviso, su un lotto di 219 iscritti nel singolo di quarta categoria, quattro estensi su cinque superano il girone iniziale (viene eliminato solo Romagnoli, terzo nel suo gruppo) ma poi terminano presto la loro corsa nel tabellone a eliminazione diretta. I migliori sono Sani, Andreoli e Gallerani, tutti arrivati nei primi 64. Il primo ha il merito di superare il n. 543 italiano Preatoni, mentre Andreoli batte in girone il compagno di squadra Mugellini n. 496 e un bravo Gallerani riesce a mettere al tappeto prima il n. 536 Leporale e poi l’esperto e quotato Papaveri. Mugellini chiude nei primi 128. Nel doppio gioca solo la coppia Mugellini-Romagnoli, che supera un turno e poi cede in quattro set a Lunardini-Milianti.

    (Campionato 2009/2010)



    • CAMPIONATO ITALIANO DI 4a CATEGORIA (PONTE DI LEGNO, 04/06/2010)

    Poche soddisfazioni per il Tennistavolo Ferrara. Nel singolare (oltre 500 iscritti) i migliori sono Sani e Romagnoli, che chiudono nei primi 128 dopo avere superato un turno nella fase a eliminazione diretta (il primo contro Scaglioni, il secondo contro Dell’Acqua). Mugellini, invece, cede già nel primo turno del tabellone principale. Nella fase iniziale Mugellini aveva vinto a punteggio pieno il suo girone, mentre Sani e Romagnoli si erano qualificati come secondi. Nel doppio Mugellini e Romagnoli terminano la loro corsa nei trentaduesimi di finale.

    • SERIE A1 VETERANI – TERZO CONCENTRAMENTO (PONTE DI LEGNO, 02/06/2010)

    Nell’ultimo concentramento del massimo campionato veterani a livello nazionale il Tennistavolo Ferrara centra la sospirata salvezza e va addirittura oltre, mettendo alla spalle quattro squadre e chiudendo al settimo posto. Nell’ultimo concentramento non è presente Curarati e gioca Romagnoli. La squadra, come da pronostico, perde per 3-0 con il forte Castiglione e con una Villa d’oro assolutamente fuori portata, poi batte per 3-1 il Don Bastianini Porto Santo Stefano, con due punti di Antonucci e uno del doppio Mugellini-Romagnoli.

    • CAMPIONATI ITALIANI VETERANI (PONTE DI LEGNO, 31/5/2010-03/06/2010)

    Nel torneo Over 40 partecipa Antonucci, che supera il suo girone come secondo (vittoria sul friulano Rotella) ma sfiorando il primo posto (2-3 con il quotato Roncolato, impostosi a fatica e in rimonta). Nel tabellone a eliminazione diretta il giocatore estense cede subito e sul filo di lana (10-12 nel quinto set) all’alto-atesino Mueller. Nel torneo Over 50 sono invece in campo Mugellini e Romagnoli. Mugellini vince il suo girone battendo anche l’ex seconda categoria Dell’Omo e poi si ferma nei sedicesimi per mano di Tangorra. Romagnoli, invece, non supera la prima fase chiudendo il suo girone al terzo posto. Poca fortuna nel doppio, con i due estensi battuti al primo turno.

    • CAMPIONATO REGIONALE GIOVANILE (CASTELMAGGIORE, 30/05/2010)

    Il Tennistavolo Ferrara è rappresentato solo da Andrea Piovaccari, che perde tutte le gare del suo girone, due delle quali, però, contro avversari più quotati (Tampieri e soprattutto il seconda categoria Sanzio). In doppio (solo quattro coppie iscritte) il giovane portuense gioca con il bolognese Barilli e cede in semifinale a Sanzio-Campisi.

    • PLAY-OFF PROMOZIONE DI SERIE C2 (MEZZOLARA, 23/05/2010)

    Giornata da ricordare nonostante il Tennistavolo Ferrara perda per 1-5 la semifinale decisiva contro un Cortemaggiore comunque apparso più forte. Bellissimo ambiente e praticamente tutti i tesserati della società in tribuna, con tanto spirito di gruppo e grande tifo per gli estensi, reduci da un grande girone di C2. La squadra perde con Cortemaggiore siglando il punto della bandiera con Sani, vincitore per 3-1 su Marchi (il quale di lì a poco sarebbe stato promosso terza categoria). Il numero uno estense si arrende però a un esplosivo Capelletti, dopo che Andrea Piovaccari aveva giocato alla grande con lo stesso Capelletti (1-3, con possibilità però di andare sul 2-0) e soprattutto con il terza categoria Minardi, contro il quale era giunto al 10-8 nel quinto set senza però riuscire (anche per i meriti dell’avversario) a concludere l’impresa. Niente da fare, infine, per Andreoli (0-3 con Minardi) e Romagnoli (1-3 con Marchi). Il Tennistavolo Ferrara però si riprende alla grande nella finale di consolazione, che viene giocata per decidere la prima squadra avente diritto al possibile ripescaggio in C1. L’avversaria è l’Unione ’90 San Felice sul Panaro, che nella stagione regolare aveva superato i ferraresi due volte su due. Questa volta, però, la storia è ben diversa. Sani conferma la sua tripletta di regular season soffrendo solo con Piazzi, mentre Piovaccari batte in quattro set l’ostico Bergamini e Gallerani, pronto alla meritata salita in quarta categoria, supera in cinque set il numero uno avversario Pizzetti. E’ 5-2 e si chiude comunque con il sorriso, dopo una stagione di alto livello.

    • CAMPIONATO REGIONALE 3a CATEGORIA (MEZZOLARA, 25/04/2010)

    Assente Curarati, partecipa solo Antonucci, che supera con autorità un girone insidioso cedendo nettamente a Baroncelli (poi vincitore del torneo) ma battendo Milianti (3-0) e il vicecampione regionale di quarta categoria Prampolini (3-0). Nel tabellone a eliminazione diretta lo stop giunge negli ottavi per mano del reggiano Marco Bigi. Nel doppio Antonucci gioca in coppia con Castelvetro e la sua corsa si ferma nei quarti.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 18a GIORNATA (08/05/2010)

    Sipario sui campionati a squadre del Tennistavolo Ferrara, con una piacevole eccezione: quella costituita dal team di C2, che dopo il meritato primo posto nel girone B è atteso, ora, dallo spareggio con Cortemaggiore che, in caso di successo, gli darebbe la promozione nella categoria superiore. Per il resto il bilancio societario per il 2009/2010 non è positivo: due retrocessioni, la prima delle quali – quella del team di B2 – peraltro sostanzialmente annunciata già alla vigilia del torneo per la straordinaria forza del girone D e per le quattro poltrone da evitare per salvarsi (in una stagione normale, con due retrocessioni soltanto, il Tennistavolo Ferrara avrebbe comunque mantenuto il diritto alla B2). Ma andiamo per ordine. Proprio in B2 la squadra estense si è congedata con una sconfitta per 5-1 a Prato contro l’imbattuta capolista del raggruppamento. Indisponibile Antonucci e con capitan Curarati a referto solo per onor di firma, le uniche gare realmente giocate sono state quelle di Mugellini (bellissimo 3-1 al terza categoria Giannoni) e di un Faccini al debutto in categoria. Il Tennistavolo Ferrara conclude il campionato con 10 punti, frutto di cinque successi in 18 gare. Curarati, nonostante i problemi fisici, ancora una volta è stato il più positivo con 26 vittorie a fronte di 21 sconfitte, quattro delle quali maturate, però, senza giocare (la percentuale “reale” è quindi del 60,5%); buona, anche in rapporto al valore degli avversari, anche la stagione di Antonucci (18-24, 42,8%), mentre Mugellini, nonostante il 20,5% di positività (8-31) ha venduto cara la pelle in molte occasioni nonostante i risultati spesso sfavorevoli. Faccini, in campo solo nell’ultima gara, chiude con zero su due. In serie C2, come detto, il Tennistavolo Ferrara approda da prima classificata ai play-off dopo una stagione quasi trionfale che l’ha visto imporsi 16 volte su 18 (contro San Felice sul Panaro le uniche sconfitte, peraltro dopo gare tiratissime). Nell’ultimo match gli estensi hanno battuto in casa per 5-1 la Maior Castelmaggiore con doppiette per Gallerani e per un convincente Piovaccari, mentre Andreoli ha firmato il quinto punto. La stagione regolare termina con Sani all’87% esatto di positività (27-4), mentre Romagnoli chiude con il 75% (18-6), Andreoli con il 70,8% (17-7), Piovaccari con il 68,7% (11-5) e Gallerani con il 54,1% (13-11). Alla luce di simili cifre e della grande compattezza di squadra sfoggiata, si può ben intuire come sia arrivato il primo posto in classifica: ora, per fare festa, serve l’ultima affermazione, la più importante. Retrocessione, infine, per la formazione di serie D1, penultima nel girone B con otto punti, frutto di quattro vittorie (una a tavolino) e 14 sconfitte. Nell’ultima gara la squadra ha ceduto in casa alla Maior Castelmaggiore per 5-1 con punto della bandiera di Silvia Traversi. Queste le percentuali finali: Faccini 54,8% (17-14), Giulia Mugellini 33,3% (1-2), Bianchetti 30% (9-21), Cominato 15,3% (4-22) e Traversi 8,7% (2-21).

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 17a GIORNATA (17-18/04/2010)

    Nonostante la retrocessione già certa da tempo il Tennistavolo Ferrara conclude la sua serie di gare interne di B2 con una bella vittoria per 5-0 sul San Marco Verona, che in terra estense avrebbe potuto ipotecare la salvezza e invece, ora, si trova a un passo dalla discesa in C1. Motivazioni forti, per il terzetto ferrarese, nonostante le imperfette condizioni di Curarati, pure vincitore sul temibile Marzano. Antonucci conferma il suo positivo stato di forma superando in tre set sia Caloi sia Dolce, mentre Mugellini coglie a sua volta una bellissima doppietta battendo Dolce e Marzano, in quest’ultimo caso dopo avere rimontato due set di svantaggio. Con questi due punti il Tennistavolo Ferrara sale al terz’ultimo posto della classifica. Ben altra musica in C2, dove a primo posto acquisito la seconda squadra societaria, pure smaniosa di vendicare la sconfitta subita all’andata, non riesce a espugnare il campo dell’Unione ’90 San Felice sul Panaro. 5-3 per i padroni di casa il risultato finale, nonostante la bella tripletta di Sani. Importante il rientro di Andrea Piovaccari, ottimo per due set e mezzo contro il più quotato Piazzi ma limitato, alla lunga, dagli effetti del recente periodo di inattività dovuto a problemi fisici. Incidente di percorso invece per Gallerani, battuto nelle tre gare giocate nonostante i progressi degli ultimi tempi. Ma l’importante, ora, è prepararsi a puntino per lo spareggio promozione. In serie D1, infine, il Tennistavolo Ferrara cede per 5-1 a Lugo contro l’Acli, con punto della bandiera di Faccini. Niente da fare, invece, per Bianchetti e Silvia Traversi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 16a GIORNATA (10-11/04/2010)

    Primo posto matematico, per il Tennistavolo Ferrara, nel girone B del campionato di serie C2 e ora si tratterà solo di aspettare di conoscere l’avversaria nello spareggio play-off per l’accesso alla categoria superiore. La squadra estense ha raggiunto l’ufficialità del primato, peraltro nell’aria da tempo, battendo in casa la temibile Zinella San Lazzaro per 5-3 dopo quasi quattro ore di gioco a tratti molto equilibrato. Anche in questa occasione è stata la solita vittoria di squadra, che porta la firma di Romagnoli (due punti), Sani (due punti) e Andreoli (un punto), quest’ultimo protagonista dell’impresa di giornata con il successo in rimonta (3-2 dopo uno svantaggio di due set) sul ben più quotato Chifen, uno dei migliori giocatori di categoria. Una gara con sconfitta alla bella, invece, per Gallerani. Passando alla serie B2, dove la retrocessione è anche in questo caso matematica, il Tennistavolo Ferrara non ha avuto dalla sua nemmeno la fortuna perché a Bologna, sul campo della Fortitudo A, capitan Curarati si è arreso dopo il primo match per il riacutizzarsi del vecchio problema al ginocchio e ha dato forfait nei due successivi incontri. Gli estensi hanno siglato con un ottimo Antonucci, autore di tantissimi blocchi vincenti, i due punti del 2-5 finale, in entrambi i casi giunti alla bella rispettivamente sui più quotati Gellini e Andalò. Infine la serie D1, dove la terza formazione del Tennistavolo Ferrara ha ceduto in casa al fanalino Zinella San Lazzaro per 5-2. Di Faccini e Cominato le due vittorie di giornata.

    • TORNEO NAZIONALE DI 4a CATEGORIA (TERNI, 27-28/03/2010)

    Nell’affollatissimo torneo di Terni (quasi 500 iscritti solo nel singolare maschile) il migliore del Tennistavolo Ferrara è Enrico Mugellini, che chiude nei primi 64 dopo avere vinto a punteggio pieno il suo girone e avere superato Concas e Alessandrino nel tabellone a eliminazione diretta prima di cedere in tre set a Pezzatini. Supera il girone anche Romagnoli, che però termina subito dopo la sua corsa contro Salvati (2-3). Eliminati nella prima fase, invece, Faccini, Andreoli e Gallerani, tutti terzi nel loro gruppo. Particolarmente sfortunato Gallerani, fuori solo per differenza set dopo avere vinto due gare. Nel doppio sedicesimi di finale per le coppie Mugellini-Romagnoli e Gallerani-Gazzoni (Faenza).

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 15a GIORNATA (20-21/03/2010)

    Il Tennistavolo Ferrara in B2 impegna allo stremo la Fortitudo Bologna “B”, puntualmente in campo con il russo Ilyukhin (fuori portata), ma dopo essere stato avanti per 3-1 non riesce a dare il colpo di reni decisivo e alla fine cede per 3-5. Comunque sia, una bellissima prova, iniziata con la combattuta gara vinta da Antonucci contro Ballardini (n. 143 d’Italia e tra i migliori giocatori del girone) dopo la bellezza di 45 minuti di gioco. Antonucci si aggiudicava il primo set, cedeva il secondo e il terzo, nel quarto recuperava e vinceva per 11-9 mentre nel quinto, sotto per 9-10, nonostante la stanchezza trovava i tre punti decisivi per il successo. Curarati subito dopo batteva facilmente Garuti in tre set. Poi, dopo che Ilyukhin aveva liquidato senza problemi Mugellini iniziando la strada per il suo facile tris, Curarati a sua volta costringeva alla resa Ballardini in quattro set con grande autorità, confermando tutto il suo spessore. Era il 3-1. Decisiva, purtroppo, la partita successivamente persa per 1-3 contro Garuti da Mugellini, che poi, nell’ottavo match, cedeva con lo stesso punteggio a Ballardini pur perdendo tutti i set con uno scarto di appena due punti. Fermo a quota 8, il Tennistavolo Ferrara – pure autore di un’altra gara orgogliosa – attende solo l’ufficialità della retrocessione. Impresa sfiorata in B2 e pienamente centrata, invece, in C2, dove la seconda squadra del Tennistavolo Ferrara, nel temuto scontro diretto di Lugo sul campo dell’Acli, va a vincere addirittura per 5-1. I padroni di casa schierano l’ex terza categoria Castellani, che però viene battuto sia da un grande Gallerani (3-1), sempre più in odore di quarta categoria, sia da Sani (3-1), che si conferma una garanzia. Importante e di ottimo valore anche il 3-1 di Andreoli contro il più quotato Ferri, mentre Romagnoli conclude l’opera superando in tre set l’esordiente Fabbri, in precedenza battuto anche da Sani. Davvero una grande prova di forza, quella degli estensi, che a questo punto solo con un terremoto potrebbero perdere il primo posto finale (sei punti sulla Zinella San Lazzaro e Unione ‘90 a tre gare dalla fine). Sconfitta, infine, per la squadra di serie D1, che a Modena contro la Città dei Ragazzi cede per 5-0 lasciando a riposo il suo numero uno Faccini. Due sconfitte a testa per Bianchetti e per il giovane Cominato, una per Silvia Traversi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 14a GIORNATA (13/03/2010)

    In serie B2 il Tennistavolo Ferrara non sovverte il pronostico e cede per 5-2 in casa del forte Abano Terme. Come all’andata il quotato polacco della squadra veneta coglie tre punti, pur arrivando al quinto set contro Curarati. Proprio Curarati sigla le due vittorie estensi, battendo Bragotto (3-0) e Pettenò (3-1). Mugellini contro quest’ultimo gioca alla grande ma cede alla bella, mentre Antonucci paga l’attacco febbrile della settimana e si esprime nettamente al di sotto delle potenzialità. In serie C2 tutto abbastanza facile per la seconda formazione societaria, che liquida in casa il San Martino Rimini “A” per 5-2. Romagnoli centra un’autoritaria tripletta, Andreoli e Gallerani invece conquistano un punto a testa, con quest’ultimo fortemente penalizzato da una perdita di sangue dal naso proprio nel corso della gara. Il Tennistavolo Ferrara è sempre più vicino al primo posto finale. In serie D1 la terza squadra cede in casa contro una Fortitudo Bologna nettamente più forte. 0-5 il risultato, con Bianchetti a riposo. Nota di merito per Faccini, che impegna sino alla bella l’ex seconda categoria Andriani, e per Silvia Traversi, che si arrende in extremis a Marchioni.

    • CAMPIONATO REGIONALE N.C. (07/03/2010)

    Buoni piazzamenti, per il Tennistavolo Ferrara, nell’affollatissimo campionato regionale per non classificati: Gallerani nei quarti di finale, Faccini negli ottavi, Bianchetti ai trentaduesimi. I primi due si qualificano così per il campionato regionale di quarta categoria. Molto bene Gallerani, che onora la sua ottima testa di serie (la n.7) e chiude nei primi otto. Prima supera a punteggio pieno il suo girone, poi nel tabellone a eliminazione diretta batte nell’ordine Frizziero, Zauli e Ventre (sempre per 3-0), arrendendosi nei quarti solo a Cartisano, poi vincitore del torneo. Bella prova anche di Faccini, che termina il suo girone al secondo posto ma poi, nella fase a eliminazione, prima vince una partita quasi persa con Tomba (12-10 al quinto set, nel quale perdeva per 6-10), poi supera di slancio D’Annibale e cede, negli ottavi, ad Avveduti per 3-2 dopo essere stato avanti per due set a uno. Eliminazione bruciante, invece, per Bianchetti, che dopo avere vinto tre gare su tre in girone cede nel primo turno a eliminazione diretta a Marchioni, contro il quale aveva due set di vantaggio.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 13a GIORNATA (26-27/02/2010)

    Quarta vittoria stagionale per la squadra di B2 del Tennistavolo Ferrara, che supera in casa per 5-3 il Paiuscato Este. Una gara resa equilibrata dalla presenza, nelle file venete, del forte Crivellaro (tre punti), che alla vigilia era dato in precarie condizioni fisiche ma poi non solo è sceso in campo ma ha anche giocato ai suoi livelli abituali. Il terzetto ferrarese è infallibile, però, nel cogliere il bottino sufficiente per il successo sugli altri due avversari: Selmi e l’ex di turno Cerini. Curarati e Antonucci centrano una doppietta (di particolare rilievo il 3-0 del primo a Cerini, che l’aveva battuto in A1 Veterani), mentre Mugellini coglie il quinto punto proprio contro l’ex compagno di società al termine di una gara abbastanza tirata. Il Tennistavolo Ferrara raggiunge Este in classifica a quota 8, ma la zona salvezza resta, apparentemente, un traguardo ormai fuori portata. Vittoria anche in C2, dove la seconda formazione del Tennistavolo Ferrara in realtà ha passeggiato a Rimini contro il San Martino, imponendosi rapidamente per 5-0 e con un solo set concesso ai padroni di casa. Due punti a testa per Romagnoli e Andreoli, un punto invece per un Gallerani in continua crescita. La nota più importante del week-end riguarda i risultati delle avversarie e, più in particolare, la sconfitta dell’Unione ’90, che fa letteralmente involare gli estensi, ora primi con sei lunghezze di margine sulle seconde. L’unica sconfitta di giornata giunge in serie D1, dove pure il Tennistavolo Ferrara è arrivato a un passo dal colpaccio a Imola contro il Santa Caterina B. Invece è arrivato un bruciante 4-5 dopo oltre quattro ore di gioco e dopo che gli estensi erano stati a lungo in vantaggio. Faccini coglie due punti, Bianchetti e l’esordiente Giulia Mugellini uno. Nonostante in settimana fosse arrivato, via giudice sportivo, il successo per 5-0 a tavolino contro l’altra squadra di Imola, resta un pericoloso terz’ultimo posto in classifica.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 12a GIORNATA (13/02/2010)

    Partita chiusa doveva essere e il pronostico è stato rispettato. Il Tennistavolo Ferrara, sul campo della fortissima Villa d’oro Modena, ha comunque resistito con carattere: due partite vinte e altre due gare perse al quinto set. Il 5-2 finale, al di là della tripletta del grande Giovanni Bisi, vede comunque Sergio Curarati brillante protagonista grazie alla sua doppietta, impreziosita dall’emozionante 3-2 (11-8 alla bella) colto sul numero 73 d’Italia Alessandro Bisi al termine di una partita davvero palpitante, nella quale l’atleta estense ha dato davvero il massimo sia in difesa sia in attacco. L’altro successo di Curarati giunge sul giovane Sala (3-1), mentre Mugellini – anch’egli grazie a una grande prova – riesce invano a rimontare due set a Giovanni Bisi e Antonucci gioca un po’ sotto tono e cede al quinto set con Sala. La sconfitta non cambia granché per il Tennistavolo Ferrara, visto che ormai la retrocessione, virtualmente, è ormai cosa fatta. Sabato in totale scioltezza, invece, per la squadra di C2, opposta al fanalino di coda Fortitudo 3, peraltro giunto a Ferrara con due riserve. I bolognesi, nel rapidissimo 0-5 finale, portano a casa un solo set e per Andreoli (due punti), Piovaccari (due) e Romagnoli (uno) è poco più che una passeggiata. Con queste due vittorie Piovaccari raggiunge il 75% di successi. In classifica, ovviamente, il Tennistavolo Ferrara resta primo a quota 22 in perfetta solitudine. Gara ben più combattuta, invece, in serie D1, dove nonostante una valida resistenza la terza squadra societaria cede in casa per 3-5 agli Alfieri di Romagna C. Faccini sigla una bella doppietta su Zauli e Pilotti; Bianchetti, invece, dopo essere stato in vantaggio di due set al numero uno avversario Lelli si fa raggiungere e superare, battendo poi Pilotti. Nessun successo, infine, per Cominato. La strada per la salvezza è ancora lunga.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 11a GIORNATA (06-07/02/2010)

    A Reggio Emilia, verosimilmente, il Tennistavolo Ferrara vede dissolvere le già modeste chances di salvezza cedendo ai padroni di casa per 5-3 una gara che, se meglio gestita in alcuni momenti topici, avrebbe potuto proporre prospettive migliori agli estensi. Reggio comanda dall’inizio, ma prima Mugellini e poi Antonucci, contro il bravissimo Campisi (tre punti), sciupano vantaggi consistenti prima di arrendersi nel modo più amaro, pur giocando buone partite. Curarati, per contro, rimonta due volte match apparentemente compromessi contro Paoli e Bigi (che l’avevano battuto all’andata) e sigla una bella doppietta, mentre Antonucci si rifà con un secco 3-0 al quotato Paoli nel settimo match, vittoria che però non lo riscatta in pieno dalla colpevole rimonta (da 8-2) subìta alla bella con Campisi, da un certo punto in poi, comunque, praticamente infallibile. Il 3-2 di quest’ultimo su Curarati, nell’ottava gara, fa finire le danze. In classifica Ferrara resta da sola al penultimo posto a quota 6, con la zona salvezza quattro punti più in alto. Continua invece la bella corsa della squadra di C2, che ha abbattuto anche l’ostacolo Cesenatico, superato in casa con un eloquente 5-1. Doppietta per il sempre affidabile Sani e menzione d’obbligo per Piovaccari, che supera brillantemente sia Godio sia Carà mostrando colpi potenti e difficilmente contenibili. Un punto infine per Gallerani, battuto di misura nel primo match ma molto bravo, dopo, a superare il più quotato Godio, il migliore degli avversari in quanto a percentuale stagionale di successi. In classifica Ferrara resta prima da sola salendo a quota 20, mentre San Felice sul Panaro continua a seguire con due lunghezze di ritardo. Partita “sui generis”, invece, per la squadra di D1, che vede gli avversari di turno (il San Caterina Imola secondo in graduatoria) arrivare in due. Molto probabile che la Commissione giudicante, sulla base del regolamento vigente, assegni il 5-0 a tavolino agli estensi.

    • TORNEO NAZIONALE GIOVANILE (SERMIDE, 30-31/01/2010)

    Partecipano Andrea Piovaccari e Silvia Traversi nelle rispettive gare di singolo Under 21, ma con lo stesso esito. Piovaccari perde quattro gare su quattro in girone: due con l’ex Maurizio Buzzone e il terza categoria Liambo, due con avversari assolutamente fuori portata quali il giovanissimo Mutti (n.22 assoluto d’Italia) e Tarocco (42). Silvia Traversi, invece, a sua volta chiude senza vittorie il suo gruppo, battuta da Inzoli, Vesentini e Kralj.

    • SERIE A1 VETERANI – 2° CONCENTRAMENTO (PESCARA, 30-31/01/2010

    Il Tennistavolo Ferrara, nella lunga trasferta abruzzese, coglie un successo probabilmente decisivo per la salvezza contro Abano Terme (3-2), cedendo al forte Pettenò due vittorie ma imponendosi, con Curarati e Antonucci, sul numero due avversario Furlan e anche nel doppio. Nel primo match del concentramento era arrivata la sconfitta dignitosa (1-3) contro la Libertas Challant, ormai a un passo dallo scudetto, con punto della bandiera di Antonucci (prestigioso 3-2 sul seconda categoria Casini, n. 155 d’Italia). Troppo forte, invece, il cinese Xu Fang, che ha passeggiato sia con Mugellini sia con lo stesso Antonucci. Niente da fare poi, nell’ultima gara del trittico pescarese, con il Paiuscato Este dell’ex Cerini, che a sorpresa ma meritatamente ha sconfitto in quattro set Curarati. Il punto estense è arrivato nel doppio, con la coppia Curarati-Antonucci a battere all’ultimo respiro della bella Roncolato e Cerini. La salvezza, per il Tennistavolo Ferrara, comunque è virtualmente raggiunta a tre gare dalla fine. Solo un improbabile arrivo alla pari con più di due squadre potrebbe creare qualche problema nel computo della classifica avulsa. Al momento gli estensi sono a quota 4 con Don Bastianini Porto S. Stefano e Antoniana Pescara. A quota 2 c’è Este, a zero l’Abano.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 10a GIORNATA (23-24/01/2010)

    In serie B2 il Tennistavolo Ferrara torna alla vittoria dopo oltre tre mesi di prove spesso combattive ma insufficienti a muovere la classifica in un campionato obiettivamente “impossibile”. La serie di sette sconfitte di fila viene interrotta contro il fanalino Nettuno Bologna, già superato (ma molto a fatica) all’andata. Nella palestra di via Praisolo il risultato è di 5-2 per gli estensi, con Curarati protagonista di tre successi e Antonucci a Mugellini a firmare un punto a testa. La bella impresa della giornata è di Mugellini, che dopo una gara di alto livello e dopo essere stato sotto per due set a uno riesce a battere per 11-8 alla bella il quotato Bicocchi, n. 162 delle classifiche italiane e di lui più in alto di ben 268 posizioni. Antonucci, di nuovo convincente, coglie un netto 3-0 su Zannoni vendicando il ko dell’andata, mentre Curarati – tornato per la prima volta dopo molto tempo a disputare due allenamenti in una settimana – porta a casa con profitto due quinti set, il primo in maniera sofferta con Musso e il secondo molto più facilmente nel settimo match contro un Bicocchi ormai demotivato. In classifica il Tennistavolo Ferrara sale a quota 6 raggiungendo Este e Reggio Emilia, quest’ultima prossima avversaria. La zona salvezza è solo a +2, ma realisticamente, nella corsa per la permanenza in B2, cambia poco e agli estensi, per farcela, alla luce delle forze in campo e delle quattro retrocessioni previste, servirebbe un’impresa assoluta. Ma le note confortanti giungono anche e soprattutto dalla serie C2, dove la seconda formazione societaria esce assolutamente a testa alta dalla delicata e pericolosissima trasferta sui tavoli della Fortitudo Bologna. Al Tennistavolo Ferrara serve una gara fiume di quattro ore e mezza per spuntarla (5-4) sui padroni di casa, trascinati da un ottimo Cartisano, autore di tre punti. Ma gli estensi giocano di squadra e mandano ben quattro atleti a bersaglio: il solito Sani (due vittorie di sicurezza su Bonicelli e Greco, che lo aveva battuto recentemente in un torneo regionale), Andreoli (un punto), l’ottimo Gallerani (un successo di rilievo su Greco e strenua lotta con Cartisano, persa solo all’ultimo respiro del quinto set) e Romagnoli, autore della vittoria decisiva sul 4-4 contro Bonicelli. Gli estensi sono sempre stati avanti fino al 4-2, poi si sono fatti rimontare ma hanno tenuto duro e ce l’hanno fatta. In classifica non cambia nulla: primo posto a quota 18 davanti a Unione 90 (16), Zinella (14) e Lugo (14), ma quello giunto a Bologna è un segnale molto importante per il campionato in chiave futura. Unica squadra del Tennistavolo Ferrara a non vincere nella prima giornata di ritorno è quella di serie D1, che però era attesa da una sfida a dir poco impossibile sul campo della capolista Alfieri di Romagna B. A Forlì è ancora 0-5, come all’andata, ma almeno gli estensi riescono a portare a casa due set: uno con Cominato e uno con Silvia Traversi, in entrambi i casi contro Vitali. La squadra è a quota 6 insieme alla Maior Castelmaggiore e alle sue spalle resta solo la Zinella San Lazzaro: ma il centroclassifica è solo due lunghezze più in alto e la salvezza resta possibile.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 9a GIORNATA (16-17/01/2010)

    La nona giornata dei campionati porta il Tennistavolo Ferrara al giro di boa dell’attività a squadre. Il bilancio non è particolarmente positivo, perché per una formazione – quella di C2 – che termina l’andata solitaria al primo posto (otto vittorie in nove gare) resta la realtà di una D1 che deve soffrire per non retrocedere (quart’ultimo posto a quota 6) e di una B2 che con le sue due sole vittorie, il penultimo posto e il –4 dalla zona salvezza in un girone fuori portata sembra avere già prenotato il biglietto per la categoria inferiore. Proprio in B2 il Tennistavolo Ferrara ha tentato il possibile con la capolista Prato, che però lo ha battuto per 5-2. Di Antonucci e Curarati (in entrambi i casi su Giannoni) i punti della bandiera, mentre La Rocca e soprattutto Cini si sono dimostrati troppo solidi per gli estensi. A metà campionato Curarati veleggia con il 52,1% (12 successi, 11 sconfitte) pur non svolgendo più una regolare attività di allenamento per i guai al gomito destro, mentre Antonucci regge con un 38% (9-15) frutto anche di diverse “belle” perse di un soffio e Mugellini (3-17) viaggia con il 15% di positività nonostante molte gare giocate a lungo alla pari con gli avversari. La squadra lotta, spesso riesce a impegnare i rivali di turno ma, alla fine, paga comunque dazio in un campionato fortissimo. Ben altra musica, come detto, in C2, dove il Tennistavolo Ferrara ha chiuso l’andata espugnando Castelmaggiore per 5-1 con doppiette di Sani e Andrea Piovaccari e quinto punto di Gallerani. Il colpo esterno conferma gli estensi al primo posto con un +2 sul San Felice sul Panaro e un +4 sulla Zinella. Il migliore è Sani (16-2) con l’89% di positività, mentre tutti gli altri (Romagnoli, Andreoli, Piovaccari, Gallerani) navigano tra il 62% e il 67% di successi a conferma della compattezza e dell’affidabilità della squadra, che può guardare con speranza ai play-off e, di conseguenza, alla possibile promozione. Infine la formazione di D1, che sempre a Castelmaggiore ha finito la prima metà del campionato perdendo con la Maior 3 per 5-2. Di Faccini e Bianchetti i punti della bandiera. Il primo è il migliore del gruppo con il 55% di positività (11-9), seguito proprio da Bianchetti (7-9, 44%). Il giovane Cominato segue con il 20%, Silvia Traversi ha fin qui colto una sola vittoria.

    • TORNEO REGIONALE 3a e 2a CATEGORIA (MEZZOLARA, 06/01/2010)

    Ancora buoni risultati per il Tennistavolo Ferrara. Nel torneo di singolare di terza categoria Antonucci termina nei primi otto. Prima supera il proprio girone battendo Carnevale (3-1), Mencaroni (3-1) e cedendo di un soffio al forlivese Rossi dopo una gara tiratissima (8-11 alla bella); poi, nel tabellone a eliminazione diretta, supera per 3-0 il modenese Benetti (vincitore dell’ultimo torneo regionale di quarta categoria) e, negli ottavi, il parmense Lunardini con il medesimo punteggio. Nei quarti Antonucci si imbatte nel rumeno Nita, poi vincitore del torneo, e pur disputando una buona gara si arrende in tre set. Sfortunato invece Andrea Piovaccari, che nel suo girone riesce a rimontare due set di svantaggio a Benetti per poi imporsi al quinto ma poi cede in tre frazioni a Garuti, venendo eliminato per differenza set. Antonucci, con il suo piazzamento, si qualifica per il tabellone dei seconda categoria, dove, nel suo girone, torna a battere Lunardini (3-2) ma perde in tre set con i ben più quotati Tatulli e Liu Wenyu, giocando comunque a buon livello. Nel doppio unificato Antonucci gioca con il ravennate Castelvetro, ma la corsa si ferma subito per mano di Ercolani e Nita, poi primi classificati.

    • TORNEO REGIONALE GIOVANILE (MEZZOLARA, 03/01/2010)

    Partecipa solo Andrea Piovaccari, che nel tabellone Under 21 chiude positivamente nei quarti di finale, battuto da Pessina (1-3). In precedenza il giovane portuense aveva superato il proprio girone battendo facilmente Padovan e, soprattutto, impegnando sino al quinto set il terza categoria Liambo.

    • TORNEO REGIONALE VETERANI (MEZZOLARA, 02/01/2010)

    Il Tennistavolo Ferrara, nel secondo torneo regionale veterani della stagione, coglie ben quattro secondi posti. Nel singolare Over 40 Antonucci, anche se reduce da venti giorni di inattività e dalla febbre, cede solo in finale al più quotato Baroncelli per 3-1 dopo un percorso netto che lo vede vincere a punteggio pieno il proprio girone e battere, nella fase a eliminazione diretta, prima Ragazzini nei quarti (3-0) e poi Gaiani in semifinale (ancora 3-0). Romagnoli, a sua volta, chiude con la piazza d’onore il singolo Over 50, superando come primo il suo girone e poi costringendo alla resa Cresi (3-0) e Ferrarini (3-2) prima di arrendersi in finale a Castelvetro (0-3). I due atleti del Tennistavolo Ferrara arrivano in finale anche nel doppio unificato, dove cedono a Baroncelli e Andalò. Il club estense, sulla base di questi piazzamenti coglie il secondo posto anche nella classifica di società alle spalle della Fortitudo Bologna.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 8a GIORNATA (12/12/2009)

    La sesta sconfitta consecutiva del Tennistavolo Ferrara in B2 arriva a Verona contro il compatto San Marco: 5-3 dopo una partita combattuta nella quale, però, gli estensi globalmente non hanno giocato al meglio e soprattutto – come altre volte accaduto in questa stagione – non hanno saputo pungere quando contava. Le belle perse da Mugellini, Antonucci e Curarati contro il bravissimo Marzano alla fine fanno la differenza, così come la brutta sconfitta di Antonucci nel match inaugurale contro Dolce. Il resto della gara offre soddisfazioni purtroppo inutili per la sostanza del risultato. Curarati e Antonucci battono Caloi, il più quotato degli avversari in classifica, e il secondo nell’occasione spezza la maledizione del quinto set, che più volte quest’anno l’aveva condannato. Curarati, poi, supera in tre facili set un Dolce in difficoltà contro il suo gioco. Ma non basta. La sconfitta a Verona, ovviamente, compromette ancora di più le già residue possibilità di salvezza della squadra estense. Ma l’ottava di campionato ha detto male anche alle altre formazioni societarie, tutte battute. Brucia soprattutto la prima sconfitta stagionale del Tennistavolo Ferrara in C2. A espugnare la palestra di via Praisolo è la coriacea Unione 90 San Felice sul Panaro, che si impone per 5-3 dopo quasi quattro ore di lotta. Contro gli estensi al gran completo la squadra ospite si dimostra indubbiamente la seconda forza del campionato con l’ex-Reno Centese Piazzi e gli esperti Pizzetti e Bergamini tutti a segno. Nel Tennistavolo Ferrara Sani batte facilmente Piazzi e a fatica Pizzetti, ma si arrende a Bergamini, che lo supera in quattro set e lo costringe alla seconda sconfitta stagionale. Romagnoli batte Bergamini nel match inaugurale, ma poi cede ai vantaggi del quinto set a Pizzetti e più nettamente a Piazzi. Niente da fare per Gallerani (0-3 da Pizzetti) e per Andreoli, che perde al quinto set con Piazzi. Gli estensi, nonostante la battuta di arresto, restano primi in classifica a quota 14, con due lunghezze di vantaggio proprio sui modenesi. Più netta la sconfitta del Tennistavolo Ferrara in D1, dove solo Faccini coglie un punto (su Greco alla bella) nel match casalingo perso con l’Acli Lugo (1-5). Due partite perse per Bianchetti, altrettante per il giovane Cominato.

    • TORNEO REGIONALE NC / 4a CATEGORIA (CASTIGLIONE DI RAVENNA, 08/12/2009)

    Cinque gli atleti del Tennistavolo Ferrara impegnati nel secondo torneo regionale per non classificati e quarta categoria della stagione. Nel tabellone per non classificati Gallerani, testa di serie numero 3, supera a punteggio pieno il suo girone, supera due turni nell’eliminazione diretta (quinti set vinti contro Vesperini e Zauli) ma poi cede nei quarti per 1-3 a Nostri. Il ferrarese si qualifica così per il torneo superiore, nel quale peraltro sfiora il superamento del girone battendo ancora Zauli e arrendendosi solo in extremis al quinto set al ben più quotato Tampieri. Sempre nel torneo di quarta categoria maschile, l’unico a superare la prima fase è Andrea Piovaccari, che chiude al secondo posto il suo girone e poi cede nei sedicesimi dell’eliminazione diretta a un Ercolani troppo più forte. Sani, invece, a sorpresa esce in girone e non senza sfortuna, giungendo terzo per differenza set dopo le vittorie su Godio e D’Annibale e l’imprevisto 0-3 con il bolognese Greco. Nel singolare femminile di quarta categoria Silvia Traversi termina il girone iniziale al terzo posto (sconfitte con Jurkechova e Diez Sanguineti, vittoria sulla Codogno) e viene eliminata. Nel doppio maschile di quarta categoria Piovaccari e Gallerani perdono già al primo turno con i modenesi Toni e Ragazzini.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 7a GIORNATA (05/12//2009)

    Questa volta la B2 si arrende in fretta: 0-5 casalingo con la Fortitudo A di Baroncelli, Gellini e Andalò. E la classifica, ora, diventa davvero grigia, con gli estensi terz’ultimi in compagnia di Reggio Emilia a quota 4 e con il solo Nettuno (ancora a zero) alle spalle. E’ la conseguenza della quinta sconfitta consecutiva in una B2 che si sta confermando durissima, senz’altro molto al di sopra del livello medio della categoria. Contro i bolognesi solo Antonucci, che ha confermato il suo buon stato di forma, ha saputo vendere cara la pelle, cedendo al quinto set – non senza sfortuna - sia con Andalò sia con il più quotato Baroncelli, in entrambi i casi dopo essere stato avanti per due set a uno e, contro Baroncelli, arrendendosi addirittura per 11-13 alla bella dopo una gara palpitante. Niente da fare per Mugellini (due 0-3 con Baroncelli e Gellini) e per capitan Curarati, quest’ultimo battuto in tre frazioni da un grande Gellini ma condizionato, in realtà, anche dai suoi guai al gomito e dalla conseguente mancanza di allenamento. Bellissima vittoria, per contro, in serie C2, dove la seconda squadra del Tennistavolo Ferrara – alla settima affermazione in altrettante gare – ha sbancato anche San Lazzaro rifilando alla temibile Zinella un perentorio quanto combattuto 5-2. Nonostante la presenza nelle file avversarie dell’ottimo Chifen, gli estensi hanno siglato un successo di squadra con bellissima tripletta di Sani (92% di successi finora) e un punto a testa per Andreoli (73%) e Romagnoli (78%), che comunque hanno lottato alla grande anche nei match persi. In classifica gli estensi sono primi con quattro lunghezze di vantaggio su Lugo, Rimini e Unione 90 Modena. San Lazzaro dolce anche per la squadra di serie D1, che si è imposta sulla Zinella per 5-4 nonostante la pesante assenza di Bianchetti dopo una gara fiume in cui Faccini è stato il trascinatore con tre punti pesantissimi. Cominato ha vinto una partita, ma il colpo decisivo è giunto da Silvia Traversi, che ha rotto il ghiaccio nel nono e decisivo match conquistando la sua prima vittoria stagionale. Una doppia festa.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 6a GIORNATA (28-29/11//2009)

    Serie B2 sempre più in salita per un Tennistavolo Ferrara orgoglioso, globalmente molto apprezzabile ma ancora una volta penalizzato dalla presenza di un forte straniero nella squadra avversaria. E’ accaduto anche a Bologna contro la Fortitudo B, che non a caso si è imposta per 5-2 con tripletta di Ilyukhin, di recente in serie A, e doppietta di un Ballardini ancora imbattuto in campionato per quanto messo a durissima prova da Antonucci (8-11 alla bella per l’atleta di casa dopo che il ferrarese aveva rimontato due set di svantaggio in una bellissima partita). I due punti estensi sono giunti per mano di Curarati (3-0 a Garuti) e Antonucci (3-0 ad Azzaroni). Curarati, poi, ha sfiorato l’impresa con Ilyukhin, andando in vantaggio per 2-0 e mancando il colpo di reni decisivo nel quarto set (9-11). Buona anche la prova di Mugellini, pur sconfitto nelle sue due gare. Davvero un peccato, perché il Tennistavolo Ferrara sta giocando molto bene: il livello del girone, però, obiettivamente è simile a quello di una B1, per cui, tra avversari stranieri e seconda categoria, la strada diventa sempre più difficile e sarà dura, comunque, evitare una delle quattro piazze (su dieci) che portano alla retrocessione. I complimenti ricevuti anche a Bologna, purtroppo, non fanno classifica e ora, dopo sei giornate, gli estensi sono a quota 4 insieme a Verona, Este e Reggio Emilia, con il solo Nettuno Bologna alle spalle. Molto diversa la musica in serie C2, dove nella giornata della prima sconfitta stagionale di Sani (battuto ai vantaggi di un’estenuante bella dall’ottimo Ferri) il Tennistavolo Ferrara ha comunque superato in casa l’Acli Regard Lugo per 5-3. Il trascinatore di giornata è stato Romagnoli: tre punti su Caroli, Berardi e Ferri (3-0 a quest’ultimo, che pure è uno dei migliori giocatori del girone). Sani ha completato l’opera con una doppietta, mentre Piovaccari è rimasto a secco con due sconfitte sul filo di lana, comunque, al quinto set. Il Tennistavolo Ferrara è sempre più primo in classifica, imbattuto a quota 12. Le seconde sono virtualmente a –4, perché Rimini è sì a –2 ma con una gara in più. Niente da fare, infine, in serie D1, dove la terza formazione societaria si è arresa in casa alla Città dei ragazzi Modena per 5-2. Un punto a testa per Bianchetti e Faccini, con quest’ultimo che ha battuto Concas. Tre sconfitte nei restanti match: due subite da Silvia Traversi, l’altra da Cominato. La squadra è quart’ultima in coabitazione con l’Imola B.

    • CAMPIONATI PROVINCIALI 2009 – FERRARA (21/11/2009)

    In un’edizione orfana del numero uno provinciale Curarati, a riposo per problemi fisici, il titolo del singolo maschile va con pieno merito a Enrico Mugellini, che ha costruito la sua vittoria superando nei quarti Andreoli con un tirato 3-0 e poi Sani in semifinale con un 3-1 combattutissimo. In finale Mugellini ha infine battuto in quattro set la sorpresa di giornata Andrea Piovaccari, quest’ultimo in gran forma e autore, in precedenza, delle eliminazioni di Romagnoli (n. 4 del tabellone) con un secco 3-0 nei quarti e soprattutto di Antonucci (n.1), battuto per 3-1 in semifinale dopo una gara semplicemente perfetta, costellata da una grande quantità di attacchi vincenti che Antonucci non è riuscito ad arginare. Nei quarti di finale sono giunti anche Gallerani e Bianchetti. Nel torneo di doppio il successo finale è andato all’inedita coppia formata da Antonucci, alla sua ennesima vittoria nella specialità, e Andreoli. Per i due campioni provinciali il cammino è stato netto, senza neppure la perdita di un set: 3-0 a Bianchetti-Cominato in semifinale e 3-0 in finale anche a Piovaccari-Gallerani, che nel turno precedente avevano eliminato a sorpresa in cinque set Mugellini e Romagnoli.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 5a GIORNATA (14-15/11//2009)

    Partenza d’obbligo, questa volta, per la squadra di serie C2, sola al comando della classifica del girone B e ancora imbattuta dopo il travolgente 5-0 rifilato in trasferta al San Martino “A” Rimini, diretta concorrente per la vetta. Assenti Romagnoli e Piovaccari, gli estensi hanno dato una grande prova di forza e di equilibrio, con il solidissimo Sani (due punti) capace di battere in tre frazioni l’ex seconda categoria Gradara, l’orgoglioso Andreoli a rimontare due set di svantaggio con Bonori e l’ottimo Gallerani (doppietta) a centrare un “positivo” con lo stesso Bonori. Parlano le cifre: dopo cinque giornate il Tennistavolo Ferrara ha ceduto solo cinque singolari e per un Sani ancora senza macchia (sette vittorie in altrettante gare) ci sono Gallerani con l’83,3% di successi, Andreoli con il 78%, Piovaccari e Romagnoli con il 75%. Le squadre sulla carta più temibili nella lotta per il primo posto (Lugo e Zinella) sono a –2 e gli estensi, nell’andata, dovranno ancora disputare entrambi gli scontri diretti in questione. Niente da fare, invece, nella difficilissima B2 di quest’anno. La prima squadra del Tennistavolo Ferrara, in casa, ha combattuto ma nulla ha potuto (2-5) contro un Abano Terme senz’altro più forte. Di Curarati e Antonucci i punti di giornata, entrambi sull’insidioso terza categoria Bragotto. La partita è girata nettamente nel terzo e nel quarto match. Prima Antonucci, che si è confermato a buonissimi livelli, è arrivato a un soffio dall’impresa clamorosa contro il polacco Czyzewski, equiparato all’ottantesimo giocatore italiano nelle ultime classifiche. Avanti per 1-0 prima e per 2-1 poi, nella bella l’estense rimontava alla grande fino al 9-9, ma a quel punto il polacco capitalizzava il servizio e metteva a segno, con grande fatica, il colpo di reni decisivo. Subito dopo Curarati, con il n. 224 italiano Pettenò, lottava in maniera intensa ma doveva arrendersi per 9-11 al quinto set dopo alcuni episodi decisamente sfortunati. Dal possibile 3-1 per Ferrara all’1-3 per Abano, quindi, e qui la gara di fatto finiva. Niente da fare per Mugellini, battuto in tre set sia da Pettenò sia da Czyzewski, poi autore di una tripletta con 3-0 anche a Curarati nell’ultima gara. In classifica il Tennistavolo Ferrara è stato risucchiato nel gruppone di centroclassifica (è a quota 4, alla pari con le due squadre della Fortitudo Bologna, con Este e con Reggio Emilia) e alle sue spalle restano solo Verona e Nettuno Bologna. Chiusura con la serie D1, che ha siglato una bella impresa sui tavoli della Fortitudo 2 Bologna, battuta per 5-2 con due punti a testa per un positivo Faccini e per un Bianchetti che ha riscattato la giornata no contro Imola. Del giovane Cominato, autore di un “positivo” sul ben più quotato Maiani, il quinto punto estense. Ferrara, per cui questo successo vale oro in chiave salvezza, sale a quota 4 in compagnia di Imola B e Città dei Ragazzi Modena: alle sue spalle restano due formazioni.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA (07/11//2009)

    Al Tennistavolo Ferrara, in serie B2, non è riuscito il “miracolo” in quel di Este e alla fine è giunta una prevedibile sconfitta per 5-2, con gli estensi mai realmente in partita nonostante il loro impegno. Gli unici punti sono arrivati nei match contro l’ex di turno Cerini, battuto sia da Curarati (facile 0-3) sia da Antonucci (1-3). Negli altri incontri, invece, i bravissimi Roncolato (tre vittorie) e Crivellaro (due) si sono dimostrati troppo forti e i ferraresi non sono andati oltre qualche set vinto, peraltro senza mai dare la sensazione che le gare in questione potessero girare a loro favore. In classifica, comunque, il terzetto Curarati-Antonucci-Mugellini tiene alla sue spalle quattro squadre e di certo, dopo il primo poker di giornate, la società avrebbe fatto la firma per una situazione di questo tipo in un girone assolutamente proibitivo per la categoria. Continua la sua cavalcata vincente, invece, la squadra di serie C2, che ha colto la sua quarta vittoria di fila travolgendo in casa per 5-0 il fanalino S. Martino Rimini nonostante l’assenza del numero uno Sani e di Romagnoli. Andreoli – a conferma del suo ottimo stato di forma – ha dominato l’incontro vincendo sul velluto le due partite disputate, e due punti ha siglato anche un combattivo Andrea Piovaccari. Quest’ultimo e un grintoso Gallerani si sono presi la soddisfazione di battere il bravo Lisi. Il Tennistavolo Ferrara è l’unica squadra del girone ancora a punteggio pieno. In serie D1, infine, nulla da fare per la terza squadra societaria, battuta a domicilio per 5-1 dal Santa Caterina Imola “B”. Il punto della bandiera è stato siglato da Faccini su Ricciardelli, mentre Bianchetti purtroppo ha vissuto la classica giornata no, venendo battuto sia da Andalò sia da Sentimenti. Molto brava la giovane Silvia Traversi, che ha combattuto alla pari sia con Ricciardelli sia con Sentimenti, venendo battuta in entrambi i casi di misura. La formazione estense, priva nell’occasione di Cominato, è terz’ultima in classifica.

    • TORNEO REGIONALE GIOVANILE (MEZZOLARA, 01/11/2009)

    Andrea Piovaccari centra con merito le semifinali dopo un secondo posto in girone alle spalle di Bonini (con cui perderà, poi, anche la finale per il terzo e quarto posto) e dopo una netta vittoria nei quarti contro Vesperini (3-0). In semifinale il disco rosso giunge per mano del terza categoria Maccanelli (0-3), con il quale, però, Piovaccari gioca alla pari almeno primo e secondo set, a conferma delle sue buone potenzialità.

    • TORNEO REGIONALE VETERANI (MEZZOLARA, 31/10/2009)

    Ottima spedizione per il Tennistavolo Ferrara, che centra in un sol colpo tutti i gradini del podio nel primo torneo regionale Veterani della stagione. Nel singolo maschile 40-50 si impone Antonucci, testa di serie n.1, dopo una serie di sei vittorie consecutive. Molto combattuto il quarto di finale contro il bravo Caroni, nel quale il ferrarese deve rimontare da 1-2. In semifinale poi giunge il 3-0 sul parmense Gaiani e in finale, contro il modenese Presta, Antonucci riesce a rimontare ancora e va ad imporsi per 3-2 dopo un match molto combattuto. Mancavano al via alcuni giocatori di alto livello, ma ciò non stempera la soddisfazione per l’atleta del Tennistavolo Ferrara. Lo stesso Antonucci, in coppia con Romagnoli, centra poi il secondo posto nel doppio: successi su Bini-Marchioni (3-0) e Sturani-Rossi (3-2 dopo una gara vibrante), prima della resa in finale alla bella contro Gaiani e Berciga in una gara che i due ferraresi, comunque autori di una buona prestazione, avevano anche condotto per due set a uno. Bene anche Romagnoli nel singolare 50-60, dopo vittoria a punteggio pieno in girone e netto 3-0 nei quarti a Castaldini. La sua corsa si ferma in semifinale, dove però il bolognese Sturani deve sudare parecchio (3-2) per avere ragione del difensore estense.

    • TORNEO NAZIONALE GIOVANILE (ESTE, 24/10/2009)

    Partecipa solo Andrea Piovaccari, che paga la grande forza degli avversari del suo girone. Il giovane portuense, nel singolo Under 21, batte Meneghesso per 3-0 ma perde con l’udinese Petrani (1-3) e con i seconda categoria Seretti (0-3) e Dernini (0-3), questi ultimi obiettivamente fuori portata. Comunque una bella esperienza.

    • SERIE A1 VETERANI – 1° CONCENTRAMENTO (MODENA, 24-25/10/2009)

    Nel primo concentramento della serie A1 Veterani, cui il Tennistavolo Ferrara partecipa nel ruolo di neopromossa, gli estensi colgono un solo successo in quattro gare, vincendo però la partita forse più importante, che potrebbe avere un peso determinante per la salvezza in un campionato di altissimo livello che vede impegnati anche stranieri ed ex-prima categoria italiani. Ferrara debutta male contro la Fortitudo Bologna perdendo seccamente per 3-0; poi, però, contro l’Antoniana Pescara – forte dell’armeno Zakaryan, seconda categoria – va a imporsi per 3-2 con punti di Curarati e Mugellini contro il numero due avversario Aveta e sigillo decisivo del doppio Antonucci-Curarati, vittorioso su Zakaryan-Aveta in rimonta per 3-2 in un match tiratissimo. Nulla da fare, invece, contro il quotato Giovanni Castello Roma (0-3, ma buone prove di Antonucci, Mugellini e del doppio). Nell’ultimo match del concentramento, infine, gli estensi impegnano strenuamente i campioni d’Italia del Vita Sant’Elpidio, cedendo per 3-1 (bellissimo punto in tre set di Antonucci su Caserta), con Curarati a un soffio dal successo con Macerata (2-3). In classifica, dietro agli estensi, restano a quota zero Este, Abano Terme e Pescara. La lotta per la permanenza in A1 si annuncia durissima.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (17-18/10/2009)

    Non smette di sorprendere, il Tennistavolo Ferrara, nella fortissima B2 di quest’anno. Contro la corazzata Tredital Villa d’oro, in campo con Giovanni Bisi (già n. 46 del mondo nel 1982 e a lungo primo giocatore d’Italia, oggi n. 42 nazionale), il fratello Alessandro (n. 74 italiano, anch’egli seconda categoria), e il giovane Sala, n. 327 delle classifiche, gli estensi hanno venduto cara la pelle (risultato finale di 3-5, per circa tre ore di gioco) in un match che sulla carta si annunciava un monologo per i quotatissimi ospiti. Invece, clamorosamente, la gara avrebbe addirittura potuto prendere un’altra piega se Antonucci, nel terzo match dell’incontro contro Alessandro Bisi, fosse riuscito a centrare l’impresa, invece solo sfiorata: dopo una caparbia lotta di quattro set, infatti, nella bella la forza del quotatissimo modenese prendeva il sopravvento e il pronostico non veniva sovvertito. La grande sorpresa, il match della vita lo faceva poco dopo Curarati, che contro Giovanni Bisi sfoderava una prestazione storica. Il numero uno ferrarese andava sotto di due set, poi vinceva per 11-9 il terzo e nel quarto, sotto per 7-10, andava a rimontare e a imporsi per 13-11. Poi la bella, un set di grandissima intensità con i due giocatori a scambiarsi colpi di alto valore e di indiscutibile spettacolo. Nel tripudio della sua panchina, Curarati si imponeva per 14-12 centrando il risultato in assoluto più prestigioso della già ottima carriera pongistica. Complici i netti 3-0 colti contro Sala dallo stesso Curarati e da un Antonucci ancora a buon livello nonostante qualche linea di febbre, in pratica Ferrara arrivava addirittura al 3-3. Poi, però, Curarati cedeva senza molta storia ad Alessandro Bisi e Antonucci si difendeva al massimo ma non poteva evitare la resa con un Giovanni Bisi troppo più forte. Anche Mugellini, in campo contro i due fratelli Bisi, pur non vincendo alcun set ha ben giocato, soprattutto contro Giovanni nella gara inaugurale del match. Continua in tutti i sensi, invece, la corsa della formazione di serie C2, che ha sbancato anche il campo della Fortitudo Bologna 3 con il punteggio di 5-1. Doppietta per l’ancora imbattuto Sani (5 vittorie in altrettanti incontri) e due punti anche per un positivo Andreoli, che ha ben vendicato il passaggio a vuoto dell’incontro precedente. Un punto, infine, per un orgoglioso Gallerani, che pure non era al meglio della condizione fisica. A secco di un soffio Romagnoli, invece, nell’unico match da lui disputato. Il Tennistavolo Ferrara è primo a punteggio pieno, unica squadra imbattuta del girone. Ha rotto il ghiaccio, infine, il team di D1, che dopo due sconfitte ha espugnato il campo dell’Alfieri di Romagna C per 5-4 con una prova efficace di tutto il collettivo. Faccini, a segno su Pilotti e Marino, ha conquistato due punti preziosissimi e una grandissima doppietta è stata siglata anche da Bianchetti, che subentrato a Silvia Traversi ha liquidato in tre set sia l’esperto Zauli sia, nel nono e decisivo match, il difensore Pilotti. Cominato ha completato l’opera superando in tre set Cristian Ercolani.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (10-11/10/2009)

    Il bel sogno del Tennistavolo Ferrara in B2 continua. Se il successo esterno sui tavoli del Nettuno Bologna aveva sorpreso, il 5-4 inflitto dopo quattro ore tonde al Reggio Emilia sa davvero di impresa, perché gli ospiti (forti di Paoli, n. 173 italiano, Bigi, n.239 e due anni fa seconda categoria, e il giovane e quotato Campisi, n. 297) alla vigilia sembravano nettamente favoriti. Sarà un sogno, ma intanto gli estensi dopo due turni possono permettersi il lusso di guardare tutti dall’alto in basso insieme alle corazzate Modena e Prato. Resterà una gran bella soddisfazione, anche se presto – come probabile, viste le forze in campo del girone – i ferraresi si troveranno a lottare per ben altre piazze. Comunque sia, il successo casalingo sul Reggio Emilia è stato esaltante, a maggior ragione perché giunto di squadra, con un ottimo Antonucci a centrare un’orgogliosa tripletta (dopo lo zero di Funo) e con la coppia Mugellini - Curarati a completare l’opera con un punto a testa. Sorprendente la sostanza, quindi, e sorprendente anche la forma: ma l’incisività che a turno i tre giocatori hanno dimostrato in queste due prime giornate di campionato è un altro segnale importante, perché dimostra che la squadra è compatta e può aspettarsi punti da tutti. E dire che gli ospiti si erano portati subito sul 2-0, con il bravissimo Campisi a superare in tre set Mugellini e Bigi a battere abbastanza nettamente Curarati. Era Antonucci, però, a riaprire il match costringendo alla resa il numero uno avversario Paoli in un match palpitante, finito alla bella (11-8) ma che si sarebbe potuto anche chiudere in tre set se il ferrarese non si fosse fatto rimontare due volte. A quel punto Curarati si riprendeva superando in rimonta Campisi, Mugellini si arrendeva di misura a Paoli e Antonucci riportava Ferrara in parità con un grintosissimo 3-1 a Bigi, da lui mai battuto in precedenza. Il segnale era promettente per gli estensi, anche se subito dopo Paoli superava agevolmente Curarati. Sul 3-4, infatti, Antonucci completava il suo memorabile tris battendo l’esplosivo Campisi per 3-1 con inizio autoritario, parte centrale del match molto equilibrata e grande rimonta nel quarto set. Nel nono e decisivo incontro, infine, un Mugellini strepitoso centrava l’impresa più bella costringendo alla resa al quinto set un Bigi di lui molto più quotato in classifica. Per il difensore estense è il secondo punto sul 4-4: indice di solidità e di bravura. Grande vittoria di squadra anche in serie C2, dove il Tennistavolo Ferrara ha espugnato Cesenatico per 5-3 e resta pertanto a punteggio pieno. Decisivo l’innesto di Sani, al suo debutto stagionale. Il vincitore del torneo nazionale di Sermide dello scorso gennaio ha infatti colto subito tre punti, che hanno dato il là per il colpaccio in terra forlivese, poi perfezionato dai sigilli posti da un convincente Gallerani e da un sicuro e coriaceo Romagnoli, subentrato ad Andreoli, quest’ultimo in precedenza battuto per due volte alla bella dopo avere sciupato, in entrambi i casi, due set di vantaggio. L’impressione, anche in questo caso, è che la forza e la compattezza dell’organico possano davvero portare gli estensi a lottare per la promozione. Non ce l’ha fatta, infine, la D1, sconfitta nettamente per 5-1 a Imola dalla capolista Santa Caterina “A”. Il punto della bandiera è stato colto da Bianchetti su Marrobio. Niente da fare, invece, per Faccini e Silvia Traversi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA (03/10/2009)

    Il campionato di serie B2, per il Tennistavolo Ferrara, comincia subito con una partita fiume: quattro ore e dieci minuti di gioco. Tanta fatica vale bene, però, la soddisfazione di espugnare i tavoli del Nettuno Bologna (Bicocchi, Musso, Zannoni). Il 5-4 finale è il frutto di una gara ricca di emozioni, nella quale gli estensi, dopo avere costantemente condotto nel punteggio, hanno rischiato la beffa in extremis. Alla giornata poco brillante di Antonucci, che nonostante tutto però ha lottato alla pari sia con Musso sia con Zannoni, hanno fanno da contraltare le strepitose prestazioni di capitan Curarati (tre punti) e di Enrico Mugellini (due). Il primo rimonta e batte Zannoni e Musso, poi sigla l’impresa di giornata liquidando a sorpresa in tre soli set il bravissimo Bicocchi, con il quale in precedenza non aveva mai vinto. La tripletta di Curarati acquista ulteriore spessore alla luce del lungo periodo di inattività agonistica da cui veniva il numero uno ferrarese, reduce da un noioso problema al gomito destro, e anche alla luce del recentissimo cambio di gomma sul rovescio, che non gli dava ancora punti di riferimento precisi. Ma il valore e il carattere di Curarati non si sono smentiti, ed ecco allora, per lui, un’altra pagina da ricordare. Ma anche Mugellini merita un applauso per la grinta, l’orgoglio e l’incisività dimostrate. Il difensore del Tennistavolo Ferrara prima batte Musso e il pronostico dopo cinque set, poi – nella nona e decisiva partita – rimonta Zannoni e lo batte al quinto set dopo una prova di grande spessore. Il campionato estense si annuncia difficilissimo in chiave salvezza, ma intanto questo è un successo che muove la classifica e che regala un bel sorriso. Un’altra bella vittoria è arrivata in serie C2, dove il Tennistavolo Ferrara ha liquidato in casa per 5-1 il Tennistavolo Bologna. Qui merita una menzione particolare Andreoli (due punti), che ha piazzato un grande acuto battendo in quattro set il quotato Sturani. Doppietta abbastanza agevole per Romagnoli (successi su Greco e Bonicelli), mentre Andrea Piovaccari ha completato l’opera superando Bonicelli nel match inaugurale. Infine la serie D1, dove il Tennistavolo Ferrara, in casa contro gli Alfieri di Romagna “B”, non poteva molto, essendo i forlivesi forti – oltre che di Pollino e di Vitali - anche del rumeno Nita, già in gran spolvero in serie B2 nel recente passato. Gli estensi (Bianchetti, Faccini, Cominato e Silvia Traversi) non hanno vinto neppure un set, ma avranno modo di rifarsi in partite più abbordabili.

    • TORNEO REGIONALE NC- 4a CATEGORIA (CORTEMAGGIORE, 27/09/2009)

    Buoni risultati per il Tennistavolo Ferrara nel tabellone per non classificati. Gallerani vince nettamente cinque gare consecutive tra girone e seconda fase e si arrende solo nei quarti di finale in cinque set a Cuoghi, mentre il giovane Cominato supera il girone da secondo e poi batte anche Castaldini alla bella, prima di cedere in tre set a Dosi negli ottavi. Va peggio ad Andrea Piovaccari, che al debutto tra i quarta categoria stecca subito in girone, chiudendo al terzo posto dopo due sconfitte con Sturani e Farina.

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (AREZZO, 12-13/09/2009)

    Nel primo torneo nazionale della stagione il migliore del Tennistavolo Ferrara è Mugellini, che in un lotto di oltre 240 iscritti chiude brillantemente nei primi 16, cedendo di un soffio al rodigino Caravita l’accesso ai quarti di finale. In precedenza il difensore estense aveva vinto il suo girone (davanti al compagno di squadra Faccini, che dopo anni tornava a indossare la maglia del Tennistavolo Ferrara) e vinto altre tre partite nel tabellone a eliminazione diretta. Tutti gli altri giocatori del Tennistavolo Ferrara (oltre a Faccini, Romagnoli, Gallerani, Andrea Piovaccari, Andreoli) superano il proprio girone da secondi classificati, ma poi terminano presto la loro corsa nella fase finale. Piovaccari è l’unico ad approdare al secondo turno, mentre gli altri cedono al primo. Nel doppio, sedicesimi di finale sia per la coppia Mugellini-Romagnoli sia per quella formata da Piovaccari e Gallerani.

    Articoli di: Luca Antonucci

    (Campionato 2008/2009)



    • CAMPIONATI REGIONALI GIOVANILI E VETERANI – CASTELMAGGIORE (16-17/05/2009)

    Nel singolo juniores partecipa solo Andrea Piovaccari, che supera a punteggio pieno il suo girone per poi cedere nei quarti di finale (11-9 al quinto set) a Nicolas Rossi del Cortemaggiore. Va meglio ad Antonucci, unico rappresentante della società al via del campionato regionale veterani. Il giocatore estense prima centra un’ottima semifinale nel singolare categoria 40-50 anni, dopo un secondo posto in girone (3-0 a Bini e Puccini, 2-3 con Castelvetro) cui fa seguire un successo soffertissimo sul modenese Ragazzini (11-9 alla bella) e un brillante 3-1 sul quotatissimo ex-seconda categoria Carlo Rossi, testa di serie n. 2 e alla sua prima sconfitta stagionale. In semifinale, però, Antonucci cede in quattro set ad un coriaceo Andalò. Lo stesso Antonucci centra il podio anche nel doppio, nel quale si laurea vicecampione regionale veterani (categoria unificata) chiudendo secondo – in coppia con il ravennate Castelvetro – dopo la sconfitta in finale contro Baroncelli e Andalò (0-3). In precedenza Antonucci e Castelvetro avevano battuto la collaudata coppia Berciga-Gaiani (3-0) e il duo modenese Mirabella-Presta (3-2).

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 18a GIORNATA (9-10/05/2009) E PROMOZIONE VETERANI

    La stagione a squadre 2008/2009, per il Tennistavolo Ferrara, termina con un bilancio decisamente positivo: promozione in A1 veterani, salvezza tranquilla in B2, trionfale promozione dalla D1 alla C2 e due campionati sereni tra C2 e D2, il tutto in un quadro nel quale si è assistito alla conferma dell’affidabilità dei giocatori più esperti e alla parallela, promettente crescita di giovani quali Andrea Piovaccari, Gallerani e Cominato, tutti oltre il 60% di positività nei rispettivi tornei. In B2 il Tennistavolo Ferrara ha chiuso con la prevista sconfitta sul campo dell’imbattuta capolista Siena (5-1), in un match nel quale, però, Antonucci si è preso la soddisfazione di battere per 3-0 il n. 275 d’Italia Parronchi e Maurizio Buzzone ha impegnato sino alla bella il quotato Becucci. La stagione finisce così con 10 vittorie in 18 gare, per un totale di 20 punti, bilancio che pone gli estensi al quinto posto: raramente, in passato, il club ferrarese era salito così in alto. Merito della bellissima stagione di capitan Curarati (33 vittorie, 9 sconfitte e 78,5% di positività), quarto giocatore del girone nonostante il problema al gomito che lo ha condizionato nel girone di ritorno facendogli saltare le ultime due gare, ma anche dell’ottimo rendimento di un Antonucci in sensibile ascesa rispetto a un anno fa e che in questa B2 ha vinto ben 24 delle 43 partite giocate (55,8%), finendo per risultare il dodicesimo giocatore del girone come rendimento. Mugellini (13 vittorie, 27 sconfitte, 32,5%) ha a sua volta dato un contributo prezioso risultando molto utile in alcune gare importanti. Maurizio Buzzone, infine, chiamato a sostituire Curarati nelle ultime due gare ha ben impressionato battendo il più quotato Giovagnoli e, più in generale, portando addirittura al quinto set i terza categoria Ringressi e Becucci. Il risultato di tutte queste prestazioni è che il Tennistavolo Ferrara, partito con l’unico obiettivo di salvarsi, alla fine ha chiuso con un eloquente +8 sulla zona retrocessione, prendendosi – tra l’altro – il lusso di battere per ben due volte la quotata Fortitudo Bologna. In serie C2 le luci sono state meno forti, ma nonostante tutto la salvezza della seconda squadra societaria non è mai stata in discussione. Il Tennistavolo Ferrara ha chiuso perdendo in casa con la Zinella San Lazzaro (2-4, due punti di Sani) e terminando al quinto posto in classifica (32 punti, con 7 vittorie, 1 pari e 10 sconfitte) insieme al Reno Centese e al San Martino in Riparotta. Sani (19-7, 73% di positività) è stato di gran lunga il migliore del gruppo dando seguito alla strepitosa vittoria nel torneo nazionale di quarta categoria di Sermide, mentre Maurizio Buzzone, poi salito in B2, si è ben disimpegnato con il 57,1% (16-12) e Andreoli, nonostante innumerevoli infortuni, ha finito con il 50% esatto di successi (9-9). Salvatore Buzzone ha vinto 7 gare su 22 (31,8%), mentre tutti gli altri (Barbieri, Lodi, Liviano Piovaccari, Sfrisi, Valrosso) non hanno conquistato punti. La bella impresa della stagione arriva dalla D1, dove la terza squadra del Tennistavolo Ferrara ha letteralmente dominato sulla concorrenza: primo posto con 55 punti a +4 dalla seconda, con 16 successi e 2 sole sconfitte, una delle quali a tavolino. Gli artefici del risultato sono stati Romagnoli (31 vittorie e solo 2 ko, 93,9% di positività), fuori categoria a questi livelli, Andrea Piovaccari (in grande crescita: 19-7 e 73%), Gallerani (19-10, 65,5%) e Bianchetti (8-6, 57,1%). Romagnoli è stato il secondo miglior giocatore del girone dopo il bolognese Mencaroni, che però ha disputato la metà delle sue partite. Nell’ultimo match, quello della festa, il Tennistavolo Ferrara ha superato in casa per 4-2 la Fortitudo Bologna con doppietta di Piovaccari e un punto a testa per Romagnoli (poi sostituito da Bianchetti) e Gallerani. Infine la serie D2, dove sotto la spinta dell’affidabile Scalorbi (17-5, 77,2% di positività) è molto cresciuto anche il giovane Cominato, che dopo un avvio incerto ha acquisito sicurezza chiudendo la stagione con 21 successi e 9 sconfitte (70%). Barbieri (2-3) ha fatto il 40%, Liviano Piovaccari (2-16) l’11,1%), mentre Baraldi e Zambardi (0-15 e 0,6 rispettivamente) non hanno saputo rompere il ghiaccio. Nell’ultima gara la quarta squadra societaria ha perso a Castelmaggiore contro la Maior per 4-2 con due punti di Cominato. Per quanto riguarda l’attività veterani, infine, è giunta una notizia molto importante: stante il ritiro del Varese, che avrebbe dovuto giocare lo spareggio promozione con gli estensi il 31 maggio a Conversano, il Tennistavolo Ferrara è già promosso a tavolino in serie A1, dove torna con merito dopo alcuni anni e dopo essere risalito dalle serie regionali.

    • CAMPIONATI REGIONALI DI 3a CATEGORIA – MEZZOLARA (03/05/2009)

    Partecipa solo Antonucci, qualificato dalla precedente prova di quarta categoria. Il giocatore ferrarese coglie un ottimo argento nella gara di doppio, in coppia con il ravennate Castelvetro. Ottima la prova fornita, con vittorie per 3-1 su Silvestri-Maccanelli e per 3-2 sui favoriti del tabellone Liambo-Ghitalla. In finale, però, il duo Ruscelli-Rossi si rivela insuperabile. Nel singolare Antonucci continua la sua bella corsa giungendo secondo, con vittorie su Ercolani (3-2, in rimonta da 0-2 e 6-10 nel terzo set) e Carota (3-0), prima di cedere negli ottavi di finale dell’eliminazione diretta all’ottimo Silvestri. Con questo piazzamento Antonucci si qualifica anche per il campionato regionale di seconda categoria, dove ben figura contro Sanzio, numero 20 d’Italia (1-3), La Rocca (1-3 con due set persi di un soffio) e Cattoni, poi semifinalista.

    • CAMPIONATI ITALIANI JUNIORES - TERNI (02/05/2009)

    Andrea Piovaccari è tra i partecipanti della kermesse tricolore. Non supera il giorone, vincendo però una partita contro Pascarelli Guido (3-2) e strappando un set al siciliano Puglisi. Sconfitte in tre set, invece, contro il milanese Manca e il romano Krymski.

    • TORNEO NAZIONALE 4a e 3a CATEGORIA – TERNI (25-26/04/2009)

    Nessun piazzamento di rilievo nel frequentatissimo torneo di Terni (oltre 450 giocatori nel quarta categoria, oltre 150 nel terza). Nel singolare di quarta categoria il migliore è Antonucci, testa di serie numero 6 del tabellone, che però non va oltre i trentaduesimi di finale, battuto per 11-9 al quinto set dall’ex numero 13 d’Italia Cangelosi. Mugellini si ferma nei sessantaquattresimi per mano dell’ostico Pancani (tiratissimo 2-3) mentre Romagnoli e Gallerani superano il girone iniziale ma poi cedono al primo turno della fase a eliminazione diretta. Out nella prima fase Andrea Piovaccari. Nel singolare di terza categoria gioca il solo Antonucci, che cede in girone ma si prende la bella soddisfazione di battere per 3-0 il romano Montemurro, numero 215 delle classifiche italiane.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 17a GIORNATA (18-19/04/2009)

    Vince per 5-2, il Tennistavolo Ferrara, nel match interno di B2 con il già retrocesso Signa. Nemmeno l’assenza di Curarati – ancora a riposo - impedisce la terza affermazione consecutiva agli estensi, avvantaggiati dall’indisponibilità – nelle file avversarie – dell’ex prima categoria Panerai. Antonucci gioca bene e sigla tre punti (3-0 a Bellucci e Giovagnoli, 3-1 al terza categoria Ringressi) arrivando alla settima vittoria nelle ultime otto gare di campionato. Mugellini cede nettamente a Ringressi (0-3) ma batte Bellucci (3-1), mentre la bella sorpresa di giornata è rappresentata dal debutto di Maurizio Buzzone, che supera in cinque set Giovagnoli e impegna sino alla bella anche Ringressi non capitalizzando il 2-1 a suo favore. Davvero un bell'esordio. Il Tennistavolo Ferrara, con dieci successi in 17 giornate, è addirittura quarto in classifica, in coabitazione con il Poggibonsi. In C2 la seconda squadra societaria pareggia a Castelmaggiore con la Maior per 3-3. Anche in questo caso è una gara ricca di assenze: Buzzone tra gli estensi, Rossi e Tossani nelle file ospiti. Andreoli sigla due bei punti, mentre Sani ne coglie uno, cedendo di nuovo a Spinnato a pochi giorni dalla sconfitta di Pasquetta nei campionati regionali di quarta categoria. Debutto in categoria per Massimiliano Barbieri, che perde due gare su due ma si difende con onore. In serie D1 la promozione non è ancora matematica, nonostante il 4-2 con cui il Tennistavolo Ferrara espugna Castelmaggiore. Andrea Piovaccari vince due gare su due superando anche l’ostico Maida, che poco prima aveva costretto Romagnoli (un punto su Ramponi) a cedere la sua seconda partita di campionato. Un punto anche per Gallerani. Ora, per conquistare il primo posto (che darebbe la promozione diretta, mentre la seconda dovrà fare uno spareggio) basterà vincere l’ultima gara, in casa contro la Fortitudo B. Solo con una sconfitta per 0-6 o 1-5 coincidente con il contemporaneo successo (con identico punteggio) dell’Acli Lugo i ferraresi verrebbero scavalcati al comando: la C2, quindi, sembra davvero dietro l’angolo. La squadra di D2 ha osservato il turno di riposo.

    • CAMPIONATI REGIONALI 4a CATEGORIA – MEZZOLARA (13/04/2009)

    Spedizione numerosa ma con risultati sotto le attese, per il Tennistavolo Ferrara, nei campionati regionali 2008/2009 disputati a Mezzolara. Nel singolo nessun giocatore estense nei primi quattro. Antonucci, dopo avere vinto a punteggio pieno il suo girone, supera Fabbri ma poi si ferma nei quarti di finale, battuto da un Milianti in gran forma al termine di un match-fiume (9-11 al quinto set) e condito da parecchi episodi sfortunati che lasciano grande rammarico. Lo stesso Milianti aveva superato in tre frazioni Mugellini negli ottavi, dopo che l’atleta del Tennistavolo Ferrara aveva vinto senza problemi il suo girone. Out negli ottavi anche Sani (per mano del bolognese Spinnato) dopo tre successi su tre in girone, mentre Maurizio Buzzone e Piovaccari non superano la fase iniziale (una vittoria in tre gare). Nel doppio, Antonucci e Mugellini, testa di serie numero 1, battono nei quarti Rossi e Milianti per poi cedere a sorpresa in semifinale (sciupando due set di vantaggio) alla coppia Godio-Ragazzini, poi vincitrice del titolo.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 16a GIORNATA (04-05/04/2009)

    Il Tennistavolo Ferrara non si lascia deconcentrare dalla salvezza ormai matematica e va a impreziosire ulteriormente il suo campionato di B2 espugnando il campo della Fortitudo Bologna, terza in classifica. Se il 5-2 del match di andata era stato salutato come un’impresa, ancora più netto è stato il risultato del match di ritorno: un 5-1 di grande valore quanto inaspettato. Gli estensi sono volati subito sul 3-0. Mugellini batteva in tre set Carota (in campo al posto di Garuti), ma subito dopo era Curarati, schierato come numero tre per preservarlo il più possibile dal dolore al gomito destro, a cogliere il primo acuto di giornata superando in quattro frazioni il quotato Baroncelli. Un incontro di grande levatura, al pari di quello vinto subito dopo da Antonucci contro il numero 170 d’Italia Gellini: un 3-1 tiratissimo che sarebbe potuto essere addirittura un 3-0 se il ferrarese non si fosse fatto rimontare da 9-3 nel terzo set. Nelle file di casa Baroncelli siglava poi il punto della bandiera su Mugellini, prima che ancora Antonucci (netto 3-0 a Carota) e Curarati (3-2 in rimonta a Gellini) chiudessero brillantemente il match. In serie C2, in una partita ormai ininfluente per la classifica, il Tennistavolo Ferrara si è arreso in casa per 4-2 all’Acli Lugo, con due punti di Maurizio Buzzone e nessun successo per Sfrisi e Salvatore Buzzone. In D1, in un sabato falcidiato da gravi contrattempi, la terza squadra societaria – pur presentandosi in campo in condizioni avventurose – ha liquidato con un sonoro 5-1 il fanalino di coda Programma Uno Bologna. Due vittorie a testa per un Romagnoli chiaramente fuori categoria a questi livelli e per un Andrea Piovaccari ancora alla ricerca della sicurezza di qualche settimana fa: il quinto punto è stato invece conquistato da Gallerani, battuto nel match iniziale dopo una prova alterna e globalmente sotto tono. Il primo posto della formazione estense è sempre più solido. Infine la serie D2, dove il Tennistavolo Ferrara ha brillantemente pareggiato (3-3) a Castiglione di Ravenna contro l’Everping, con doppietta di un bravo Cominato e un punto di Scalorbi, mentre Baraldi deve ancora trovare la prima vittoria stagionale.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 15a GIORNATA (28/03/2009)

    E’ salvezza matematica a tre giornate dalla fine del campionato. Il Tennistavolo Ferrara, anche la prossima stagione, avrà il suo posto in serie B2: un traguardo nel quale alla vigilia si sperava, ma forse non con tanto anticipo. Il verdetto è ufficiale dopo la bellissima vittoria ottenuta a Città di Castello contro il Tifernum. 5-4 il risultato finale, al termine di un’altra partita fiume. Ma se in precedenza, durante l’attuale campionato, il nono match era stato fatale agli estensi tre volte su tre, questa volta il successo di Mugellini sul giovane Baglioni – un 3-0 senza discussioni – ha consentito di rompere un incantensimo che iniziava a pesare. Il Tennistavolo Ferrara ha rincorso a lungo, sempre con margine peraltro ridotto. Sul 4-3 per gli umbri, sancito dalla terza vittoria del forte rumeno Costantinescu, Antonucci però ha battuto per 3-1 l’ostico Castellani e poi, nell’ultimo incontro, Mugellini ha posto il sigillo decisivo alla partita. Proprio Mugellini era stato battuto nella gara inaugurale dal rientrante Bartolucci (2-3), poi sostituito da Castellani. Curarati e Antonucci hanno siglato due punti a testa, con Curarati peraltro giunto a un passo dall’impresa con Costantinescu (2-3) nonostante i problemi al gomito destro e la conseguente mancanza di allenamento. Per gli estensi un bella impresa e una salvezza assolutamente meritata. Meno bene sono andate le cose in C2, dove la seconda squadra societaria è stata battuta in casa dalla Fortitudo Bologna per 5-1 dopo avere vinto la gara di andata. Questa volta, però, Sani ha ceduto a Sturani e a Scazzieri, Salvatore Buzzone a sua volta è rimasto al palo e il punto della bandiera è stato colto da Maurizio Buzzone su Ventre. In classifica cambia ben poco, visto che il Tennistavolo Ferrara è assolutamente tranquillo da tempo. Continua a vincere la formazione di D1: 5-1 in casa alla Fortitudo Bologna A con doppiette per Romagnoli e Gallerani, mentre Bianchetti ha completato l’opera con il quinto punto. La squadra è nettamente prima. In D2, infine, il Tennistavolo Ferrara cede a Bologna con il Nettuno per 4-2. Indisponibile Cominato, è Scalorbi a limitare i danni per la squadra cogliendo due vittorie in altrettanti match. Liviano Piovaccari e Baraldi restano a secco.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 14a GIORNATA (14-15/03/2009)

    Dopo quattro ore di battaglia emozionante il Tennistavolo Ferrara, in serie B2, cede in casa per 5-4 (stesso risultato dell’andata) al Poggibonsi, forte di quattro giocatori di terza categoria. Eloquenti le cifre: 39 set disputati, per un totale di ben 735 punti. In sostanza, una gara “oceanica” e assolutamente palpitante. Ed è stato un peccato, perché anche questa volta i tre punti di uno stoico Curarati – ancora in ritardo di allenamento dopo l’infortunio al gomito destro e nonostante ciò prossimo all’80% di positività in campionato – non sono stati sufficienti alla squadra estense. Particolarmente brucianti – e in parte anche condite dalla sfortuna - le sconfitte di Antonucci: 2-3 con Cambini dopo avere condotto per 10-8 nel quinto set e 2-3 anche con Giannoni dopo avere condotto per due set a zero. Nel nono match, infine, Mugellini perde 1-3 con Cambini dopo avere condotto a lungo nel primo e nel quarto set. Proprio lui, in precedenza, era stato protagonista del successo inaugurale del match, con un bel 3-1 inflitto a Monti. In classifica, comunque, la situazione del Tennistavolo Ferrara resta positiva: quinto posto a quota 14 a sole quattro gare dalla fine e con sei lunghezze di vantaggio sulla zona salvezza. In caso di successo a Città di Castello essa diventerà ufficiale e definitiva già dal prossimo incontro. Niente da fare nemmeno in serie C2, dove però la sconfitta della seconda squadra societaria – sul campo della capolista Alfieri di Romagna Forlì “A” – era praticamente annunciata. Resta comunque la soddisfazione di una bella resistenza nonostante l’1-5 finale, con grande impresa di Maurizio Buzzone, capace, nell’ultimo match, di battere il quotatissimo rumeno Picu, fin lì superato solo in una circostanza in questa stagione. A secco Sani e Salvatore Buzzone, quest’ultimo comunque giunto al quinto set con il terza categoria Ercolani. In classifica il Tennistavolo Ferrara mantiene il suo tranquillo centroclassifica. In serie D1 la terza squadra societaria espugna i tavoli del Santa Caterina Imola “C” per 4-2 e il week-end è di grande importanza perché complice il sorprendente ko dell’Acli Lugo il primo posto estense viene sensibilmente rafforzato, con i ravennati adesso a –3. Due punti di Romagnoli e due vittorie per un Gallerani in ripresa, mentre stecca a sorpresa Andrea Piovaccari, che cede due gare su due ad avversari meno quotati. Infine la serie D2, dove il Tennistavolo Ferrara pareggia in casa per 3-3 con la Zinella San Lazzaro, con due successi del sempre positivo Scalorbi e una vittoria di Cominato. A secco Liviano Piovaccari. La squadra conserva il suo buon quarto posto.

    • TORNEO REGIONALE GIOVANILE – SAN DONNINO (09/03/2009)

    Tre podi, per il Tennistavolo Ferrara, nelle gare regionali giovanili disputati a San Donnino. Le soddisfazioni sono giunte tutte dal settore juniores, dove Andrea Piovaccari e Giulio Cominato sono arrivati in semifinale (su 21 giocatori iscritti), cedendo poi rispettivamente a Colombi (1-3) e Lambruschi (0-3). In precedenza Piovaccari aveva battuto Corradini, Breviario, Pollino e Barilli, mentre Cominato aveva superato Landini e Breviario sfruttando anche l’assenza di Aimi in girone. I due portacolori estensi hanno poi giocato insieme il campionato regionale a squadre di categoria, chiudendo nuovamente al terzo posto. Niente da fare, invece, per Gallerani tra gli Under 21 (due sconfitte in girone) e Andreghetti tra i Ragazzi (un successo nella prima fase e conseguente eliminazione).

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 13a GIORNATA (28/02 – 01/03/2009)

    Come nel match di andata il Tennistavolo Ferrara in B2 non riesce a impensierire più di tanto la Villa d’oro Modena, seconda in classifica e lanciatissima verso i play-off. Sotto la Ghirlandina gli estensi cedono per 5-1 con punto della bandiera ad opera di Curarati (su Dallolio) dopo che lo stesso capitano era stato battuto in cinque set da un ottimo Liambo. Poco da fare per Antonucci (contro Dallolio e Ghitalla) e Mugellini (Ghitalla e Liambo), che colgono solo un set a testa trovandosi a malpartito contro avversari superiori e poco adatti al loro gioco. In classifica il Tennistavolo Ferrara resta comunque brillante quinto e deve difendere un vantaggio di sei punti sulla zona retrocessione a sole cinque giornate dalla fine della stagione. La salvezza, quindi, sembra vicina. Ancora gioie, per contro, in C2, dove la seconda squadra societaria centra la quarta vittoria di fila superando per 4-2 in casa il San Martino in Riparotta. L’assenza di Sani non ha complicato le cose, tant’è che Maurizio Buzzone ha siglato una bella doppietta mentre Andreoli e Salvatore Buzzone hanno conquistato un punto cedendo solo al quotato Pasqualini. In classifica gli estensi sono quinti, in piena tranquillità. Successo addirittura più facile in D1 con la capolista Tennistavolo Ferrara a imperversare in casa sul San Martino in Riparotta B. 6-0 il risultato finale con doppiette per Andrea Piovaccari, Gallerani e Romagnoli (ma quest’ultimo contro Cresi ha vinto a tavolino per rinuncia dell’avversario nel sesto e ultimo match di giornata). Vince anche la squadra di serie D2: 5-1 a Massalombarda con doppiette di Cominato e di Liviano Piovaccari (per quest’ultimo sono i primi successi stagionali in campionato), mentre Scalorbi è tornato in campo conquistando il quinto punto. A secco Baraldi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 12a GIORNATA (22/02/2009)

    Il Tennistavolo Ferrara cala un bellissimo tris nella terza giornata di ritorno. Tre vittorie in quattro incontri, con la sola squadra di D2 uscita battuta dal match di turno. Ma andiamo per ordine. Tutto molto facile, in B2, per Antonucci (2 punti), Mugellini (2) e Curarati (1), che non concedono né punti né set al fanalino di coda Cus Firenze, superato per 5-0 in appena 70 minuti. Troppo superiori gli estensi contro un’avversaria, peraltro, giunta in via Praisolo a ranghi nettamente incompleti. Curarati, schierato come numero due, ha così avuto modo di non affaticarsi nel bel mezzo del periodo di recupero dal problema al gomito destro che lo sta limitando da qualche settimana. Una bella impresa arriva dalla serie C2, dove il Tennistavolo Ferrara batte in trasferta e addirittura per 6-0 i cugini del Reno Centese (Piazzi, Simonati, Faccini: non in campo, invece, Naldi), prendendosi la rivincita rispetto al match di andata. Bravissimo Andreoli, che supera con autorità sia Piazzi sia Simonati, ma due punti a testa colgono anche Maurizio Buzzone e un Sani ancora una volta molto sicuro e concreto. La situazione di classifica del team – che ha sfoggiato grande compattezza – ormai è assolutamente tranquilla. Tutto ok anche in serie D1, dove la terza squadra societaria, nonostante l’assenza di Andrea Piovaccari, va a espugnare il campo del San Martino in Riparotta A per 4-2. Anche in questo caso si tratta di uno “squillo” di grande livello, visto che i riminesi sono brillanti terzi in classifica. Una volta di più, quindi, si è avuta la conferma che la zona promozione in cui naviga la squadra estense è sacrosanta. Romagnoli fa l’ennesima doppietta, ma la vittoria è di tutto il collettivo perché sia Bianchetti sia Gallerani colgono un prezioso punto a testa. L’unica sconfitta di giornata va in scena in D2, dove il Tennistavolo Ferrara si arrende in casa al Castenaso per 4-2. Di Cominato gli unici due punti, mentre Baraldi e Liviano Piovaccari non riescono ancora a rompere il ghiaccio.

    • SERIE A2 VETERANI – 2° CONCENTRAMENTO (MODENA, 14/02/2009)

    Grande primo posto del Tennistavolo Ferrara nel girone B della serie A2 categoria Veterani. Nel secondo concentramento del campionato, disputato a Modena, gli estensi hanno colto tre successi in altrettante partite, chiudendo al comando in coabitazione con Roma ed Este, ma con una differenza punti migliore nella classifica avulsa. Ora, per la promozione in A1, bisognerà superare Varese nello spareggio secco in programma a inizio giugno. Il Tennistavolo Ferrara ha iniziato il secondo concentramento battendo in una vera e propria battaglia (tutti i singolari si sono conclusi al quinto set) l’Invicta Grosseto per 3-2. Curarati, in campo con un fastidioso problema al gomito destro, ha centrato due vittorie soffertissime nonostante l’impossibilità di attaccare. Antonucci, pur disputando buone gare, ha perso due “belle” di un soffio, mentre il doppio Curarati-Antonucci ha inflitto la prima sconfitta stagionale (risultata decisiva) alla coppia Morante-Busonero. Più agevoli le altre vittorie di giornata: 5-0 al Caserta (Antonucci 2, Mugellini 2, più il doppio Curarati-Antonucci) e stesso risultato al Padova, con la medesima distribuzione dei punti. Nota di merito per Curarati, che ha chiuso il girone con nove vittorie in altrettante partite. Sempre decisivo anche il doppio estense (sei successi, un solo ko).

    • CAMPIONATO REGIONALE NON CLASSIFICATI - MEZZOLARA (15/02/2009)

    Di nuovo ottimi risultati per il Tennistavolo Ferrara a livello di gare regionali per non classificati, anche se è di nuovo mancato il gradino più alto del podio. Per la terza volta consecutiva, però, su di esso è salito il sempre più convincente Andrea Piovaccari, brillante terzo nei campionati regionali (oltre 100 gli iscritti) per la stagione 2008/2009. Il giovane ferrarese ha vinto ben sette partite consecutive (3 su 3 in girone, poi 3-2 a Bui, 3-2 a Vivo, 3-1 a Bravi e 3-2 al compagno di squadra Andreoli) prima di cedere al suo eterno rivale di quest’anno, il ravennate Pollino (2-3), poi vincitore della finale. Andreoli, battuto nello scontro in famiglia, si è fermato nei quarti di finale ma dopo un percorso brillante, impreziosito dal 3-2 sul quotato Compiani e dal 3-1 sul centese Simonati. In girone Andreoli aveva dovuto arrendersi a un altro compagno di squadra, Gallerani, ma ciò non aveva compromesso la qualificazione alla fase a eliminazione diretta. Proprio Gallerani ha chiuso nei primi 64 come Bianchetti, mentre Liviano Piovaccari, Andreghetti e Valrosso (quest’ultimo al debutto in un torneo ufficiale) non hanno superato la fase iniziale. Nel doppio Andrea Piovaccari e Gallerani sono stati eliminati immediatamente.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 11a GIORNATA (07-08/02/2009)

    Dopo la battuta d’arresto interna con Camerino sono stati due punti importantissimi quelli che il Tennistavolo Ferrara ha conquistato sul campo del Ciatt Firenze in serie B2. Il 5-3 finale è ancora più bello perché porta la firma di tutta la squadra: due vittorie su tre per Curarati (che pure è sofferente al gomito destro con evidenti difficoltà nel top-spin), doppietta anche per un Antonucci confermatosi affidabile e costante nel rendimento, mentre Mugellini ha guadagnato il successo (3-0 su Pezzi) che ha fatto iniziare al meglio la serata. E’ stata una gara intensa, che gli estensi hanno sempre condotto ma in cui hanno pesato soprattutto le due vittorie al quinto set che hanno visto prima Curarati rimontare l’ostico Pezzi (che vinceva 2-1) e poi Antonucci soffrire ma battere Manzini, recente semifinalista nel torneo nazionale di quarta categoria svoltosi ad Arezzo. Per il resto, il toscano Colli ha fatto valere i diritti della migliore classifica e ha conquistato tre punti senza particolari patemi. Sul 4-3, è stato Antonucci a chiudere il discorso imponendosi in tre rapidi set a Pezzi con un ottimo mix di blocchi al tavolo e di attacchi in top-spin. Ora il Tennistavolo Ferrara è quinto in solitudine, sempre con quattro lunghezze di margine sulla zona retrocessione. In serie C2 vince anche la seconda squadra societaria, che si è imposta in casa sul Santa Caterina B per 4-2 con doppietta di un Sani giunto al quattordicesimo centro su 16 gare, mentre Andreoli (3-0 a Calesini) e un incostante Maurizio Buzzone (3-2 a Fabbri prima dell’1-3 con Teci) hanno completato l’opera. Un solo match (con sconfitta) per Salvatore Buzzone. Anche in questo caso la squadra è quinta, in pieno centroclassifica. In serie D1 il Tennistavolo Ferrara ha battuto in casa per 4-2 l’Acli Lugo nel big-match della seconda di ritorno, agganciando i ravennati in vetta a quota 31. E’ stata una gara vibrante, nella quale Gallerani ha giocato contratto e nervoso perdendo da Greco mentre Andrea Piovaccari (un punto) ha sciupato un vantaggio di 5-0 all’inizio del quinto set con Zaganelli, andando poi a perdere di misura. Con i due punti di Romagnoli ancora una volta garantiti, la vittoria decisiva è stata in particolare quella di Bianchetti, che sul 2-2 ha compiuto l’impresa rimontando due set di vantaggio a Zaganelli e andando a imporsi alla bella. L’unica stecca di giornata – peraltro non giunta a sorpresa – è arrivata in D2, dove il quarto team del Tennistavolo Ferrara è stato battuto per 5-1 a Castelmaggiore dalla Maior 4, seconda in classifica. 5-1 il risultato finale con punto della bandiera firmato da Cominato nell’ultimo match, ormai ininfluente.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 10a GIORNATA (31/01/2009)

    Dopo tre ore e mezza di battaglia sempre in salita il Tennistavolo Ferrara cede in casa al Cus Camerino (4-5) nella prima giornata di ritorno del campionato di serie B2. Una sconfitta grave, che però nulla compromette in chiave salvezza: molto semplicemente, vincendo gli estensi di fatto avrebbero chiuso in via definitiva il discorso, mentre ora dovranno mantenere la guardia alzata per evitare sorprese e tenere d’occhio soprattutto il Tifernum Città di Castello, che comunque resta quattro lunghezze più indietro con l’handicap – peraltro – di un 2-5 nello scontro diretto di andata con gli estensi. Relativamente alla gara con Camerino, confermate le squadre della gara d’andata e confermata anche la sostanza del risultato. Curarati, rispetto ad allora, però è tutt’altra cosa e sigla tre punti trovando difficoltà con il solo Zardi (3-2), nonostante le condizioni fisiche precarie che lo avevano tenuto lontano dagli allenamenti per tutta la settimana. Antonucci, a sua volta recuperato in extremis da problemi alla schiena, batte in tre set Belardinelli, ma si arrende a Zardi e, soprattutto, nel suo primo match cede a Giovagnoli per 11-8 alla bella, complice l’ottima e intelligente prova dell’avversario ma anche diversi punti sfortunati, soprattutto nel quinto e decisivo set. Quest’ultima gara, al pari di quella persa da Mugellini contro Zardi (altro 2-3), risulterà l’ago della bilancia dell’incontro, che si conclude con il netto 3-0 di Giovagnoli a Mugellini nel nono match di giornata. Onore al merito, comunque, al Cus Camerino, che si conferma squadra equilibrata, compatta e poco congeniale al gioco dei ferraresi, costretti a rincorrere dall’inizio alla fine e mai in vantaggio. In serie C2 tutto facile, invece, per la seconda squadra societaria, che va a vincere per 6-0 a Imola con il fanalino di coda Santa Caterina A. Nessun problema per Sani (due punti) e Salvatore Buzzone (due punti): qualche patema in più, invece, per Maurizio Buzzone, che comunque – nonostante due quinti set giocati – a sua volta sigla la doppietta auspicata. In serie D1 il Tennistavolo Ferrara batte in trasferta anche il Nettuno Bologna (4-2) e si tratta di un successo importante, vista la presenza nelle file felsinee dell’ex terza categoria Mencaroni e di Mazzanti (quest’ultimo battuto sia da Gallerani sia da Romagnoli). Romagnoli sigla due punti, Gallerani e Andrea Piovaccari (battuto solo alla bella dallo stesso Mencaroni) centrano invece un successo a testa. La squadra resta a –2 dalla vetta e si prepara al grande scontro diretto casalingo con la capolista Lugo. Niente da fare, infine, per la quarta squadra societaria, che in D2 si arrende in casa per 0-6 alla capolista Alfieri di Romagna A. Troppo forti i romagnoli per gli estensi, che riescono a strappare due set in tutto (Scalorbi e Cominato sul quotato Rossi). A secco Liviano Piovaccari e Baraldi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 9a GIORNATA (24-25/01/2009)

    Nell’ultima giornata di andata in serie B2 il Tennistavolo Ferrara non riesce a scardinare il pronostico e si arrende nettamente in casa alla capolista Libertas Siena, ancora imbattuta, per 5-2. I punti vengono conquistati da Curarati e Antonucci, in entrambi i casi sul n. 240 d’Italia Parronchi. Niente da fare, invece, contro il fortissimo bulgaro Boyadzhiev, assolutamente fuori portata per tutti, e anche contro il giovane Becucci, che piega in tre set sia Mugellini sia Curarati. La squadra estense, comunque, giunge al giro di boa del campionato con un bilancio assolutamente buono: cinque successi e quattro sconfitte, per un quinto posto a quota 10 che va ben oltre le aspettative della vigilia, visto che la zona retrocessione – che si apre con Città di Castello e Camerino, appaiate in terz’ultima posizione – è quattro lunghezze più in basso. Situazione, quindi, fin qui tranquilla e stagione molto buona per capitan Curarati (19 vittorie, 6 sconfitte, 76% di positività), che anche dopo i due ko nel match con Siena resta il secondo miglior giocatore del girone. Bene anche Antonucci (11-9, 55%), al momento undicesimo miglior giocatore del raggruppamento, mentre Mugellini (6-13, 31,5%) a sua volta ha dato un apporto prezioso, soprattutto nelle vittorie contro Ciatt, Cus Firenze e Signa. In serie C2 l’andata termina con una sconfitta a San Lazzaro contro la Zinella. 4-2 il punteggio finale, con i due punti estensi firmati da Sani, che si conferma in grande spolvero dopo la storica vittoria nel torneo nazionale 4a categoria di Sermide. Il numero uno del team viaggia con una percentuale dell’83,3% (10-2), mentre tra i compagni – purtroppo – nessuno supera il 50%: Salvatore Buzzone 36,3% (4-7), Maurizio Buzzone 35,7% (5-9), Andreoli 27,2% (3-8). Zero su due, infine, per Lodi, Sfrisi e Valrosso. La seconda squadra societaria è settima in classifica con 14 punti (tre gare vinte, nessun pari, sei partite perse). Passiamo alla serie D1, dove il Tennistavolo Ferrara vince a Bologna contro la Fortitudo B (4-2) e arriva a metà campionato con un ottimo secondo posto (25 punti, sette vittorie e due sconfitte, di cui una a tavolino) a due sole lunghezze dalla capolista Lugo. A Bologna Andrea Piovaccari, recente finalista a Mezzolara, conferma l’ottimo momento di forma e la crescita di questi ultimi mesi siglando due punti, mentre Gallerani e Romagnoli colgono un successo a testa cedendo entrambi a Bui. Per Romagnoli (15-1, 93,8%) giunge la prima battuta di arresto del campionato, mentre Gallerani (8-4) chiude l’andata con un positivo 66,7% di successi. Piovaccari (9-3) è addirittura al 75%. Infine la serie D2, che batte in casa per 4-2 la Maior 6 Castelmaggiore e finisce la fase ascendente al quarto posto con 17 punti (quattro successi, due pari, due sconfitte). Scalorbi (11-1, 91,6%) sigla ancora una doppietta e lo stesso fa il giovane Cominato (11-5, 68,7%), quest’ultimo autore di una striscia di 12 vittorie nelle ultime 13 gare giocate. A secco Zambardi. Del resto della squadra, durante l’andata solo Barbieri (due vinte, due perse) ha conseguito almeno un successo personale. Devono invece ancora rompere il ghiaccio Baraldi, Liviano Piovaccari e lo stesso Zambardi.

    • TORNEO NAZIONALE VETERANI – TREVISO (18/01/2009)

    Ancora ottimi risultati dai tornei nazionali. A Treviso, tra i veterani (gruppo 40-50 anni), il doppio Curarati-Antonucci è brillante secondo su una ventina di coppie iscritte, confermando la sua piena affidabilità. Tre le vittorie consecutive: 3-0 a Ingiostro-Sale, soffertissimo 3-2 agli ottimi Caloi-Ciacciarelli (14-12 nel quinto set), perentorio 3-0 ad Allieri-Medolago. In finale la sconfitta giunge per mano del duo Roncolato-Crivellaro, troppo superiore. Nel singolo i due ferraresi conoscono la beffa di disputare lo stesso girone e nello scontro diretto Antonucci supera il più quotato Curarati in quattro set. Superata la prima fase come primo e secondo (per entrambi facili vittorie contro Busatto e Covis), nell’eliminazione diretta Antonucci poi batte per 3-1 il forte Caloi (n. 255 d’Italia) e poi cede senza storia al fortissimo Giovanni Bisi nei quarti di finale, mentre Curarati – battuto in tre combattuti set l’ex compagno di squadra Cerini – perde negli ottavi contro la testa di serie n. 1 Giuliani, n. 22 assoluto delle classifiche nazionali.

    • TORNEO REGIONALE NC – 4a CATEGORIA – MEZZOLARA (17-18/01/2009)

    Pioggia di soddisfazioni nel torneo regionale unificato di Mezzolara. Scintille soprattutto nel singolare non classificati, nel quale Andrea Piovaccari migliora la semifinale colta nella precedente occasione e giunge addirittura secondo (su circa 80 partecipanti) battuto da Compiani in tre set. In precedenza Piovaccari aveva vinto sei gare: le sue vittime, nel tabellone a eliminazione diretta, sono state il quotato Pollino (3-0), il difensore Bini (3-0), Camellini (3-1) e Rossi (3-1). E’ la prova dei grandi progressi compiuti dal giovane portuense in questa stagione. Sugli scudi anche Andreoli, che dopo avere battuto proprio Piovaccari in girone è brillantemente approdato alle semifinali (sei successi di fila, uno dei quali sull’ostico Bui), dove ha ceduto combattendo al futuro vincitore del torneo. Girone superato anche per Bianchetti e Gallerani (entrambi arrivati ai sedicesimi di finale), mentre Cominato e Andreghetti si sono fermati nella prima fase. Un altro podio è arrivato anche nel doppio, dove Andrea Piovaccari e Gallerani sono riusciti a battere anche i forti Benetti e Stracuzzi, chiudendo la loro corsa in finale (0-3) contro Zannoni e Chifen. Gallerani e Piovaccari hanno partecipato, in quanto qualificati, anche al torneo di 4a categoria, dove però sono stati eliminati nel girone iniziale (entrambi, però, con una vittoria all’attivo).

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA – SERMIDE (10-11/01/2009)

    Storico risultato per il Tennistavolo Ferrara, che nel torneo nazionale di quarta categoria disputato nel week-end a Sermide conquista la vittoria nel singolare maschile con Giulio Sani e la semifinale nel doppio con Luca Antonucci (in coppia con Claudio Faccini del Reno Centese). Grazie anche all’ottimo quinto posto dello stesso Antonucci del singolo, inoltre, il club estense mette a segno un altro record: per la prima volta nella storia, infatti, il Tennistavolo Ferrara riesce a fare proprio il primo posto nella classifica per società in un torneo nazionale, precedendo – nell’occasione - nientemeno che il plurititolato Castelgoffredo per 36 punti a 32. Ma andiamo per ordine. Ben 222 gli iscritti nel singolare e Tt Ferrara assolutamente sugli scudi sin dal primo giorno. Nel singolare Sani vince a punteggio pieno il suo girone (tre vittorie per 3-0) e poi – con pieno merito – inanella ben sette successi di fila nel tabellone a eliminazione diretta. Le vittime, nell’ordine, sono l’ex terza categoria Facchi (3-2 dopo un match-point annullato in una gara durissima), Molini (facile 3-0), Milianti (3-1), il quotato Trafojer, addirittura nei primo otto nel recente torneo di terza a Terni (3-2 dopo un’altra grande battaglia), il compagno di squadra Antonucci (3-0 con parziali molto tirati), il piacentino Colombi in semifinale (11-9 al quinto set dopo stupenda rimonta da 0-2) e, nell’atto conclusivo, il ligure Guglieri (3-1, con inizio in salita, rimonta vincente nella prima frazione e seguito tutto in discesa). Una vera impresa, quella di Sani, frutto di notevole senso tattico, di solidità nervosa e di un mix di blocchi, servizi e tagli che ha messo in seria difficoltà anche gli avversari più quotati: un risultato che non ha eguali nella storia del tennistavolo ferrarese a livello di quarta categoria. Molto bene anche Antonucci, arrivato con grande autorità e sulla spinta di convincenti prestazioni nei primi otto – a conferma della sua positiva stagione – dopo un netto primo posto in girone e, nell’eliminazione diretta, dopo un durissimo 3-1 vincente all’ostico Mondello, un combattuto ma perentorio 3-0 al promettente Tonellato e un più agevole 3-0 al veneto Cocco, che aveva appena battuto uno dei favoriti. Per quanto riguarda il resto della fitta pattuglia estense, Andreoli ha superato il girone iniziale e un turno dell’eliminazione diretta, chiudendo nei primi 64 al pari di Mugellini. Un turno in meno per Romagnoli e per Piovaccari, quest’ultimo bravissimo nel superare – al suo esordio in un torneo nazionale – il proprio girone di qualificazione. Eliminati nella prima fase Bianchetti (zero su tre) e Gallerani, anche se quest’ultimo ha avuto il merito di superare il quotato Grechi. Una soddisfazione grande e inattesa, poi, è giunta anche dal torneo di doppio (circa 50 coppie iscritte), nel quale Antonucci, insieme a Claudio Faccini del Reno Centese, ha raggiunto la semifinale dopo tre successi di fila, l’ultimo dei quali (in rimonta da 0-2) sulla coppia Rotella-Bolè, testa di serie numero 1 del tabellone: una prova davvero ragguardevole da parte di entrambi, che in precedenza avevano sofferto ma vinto contro Grotto-Lugarini (3-2) e battuto più agevolmente – e dopo un’ottima partita – i veneziani Ingiostro e Sale. La brillante corsa dei due ferraresi si è arrestata solo in semifinale – e non senza rimpianti – contro Bianchin-Righetti, poi vincitori del torneo: nell’1-3 finale, però, tutti i set ceduti sono stati persi ai vantaggi, segno che anche la finale, in fondo, sarebbe stata alla portata. Sempre nel torneo di doppio, subito battuti – e a sorpresa – Mugellini e Romagnoli, superati per 3-2 da Serravalli e Olivieri.

    • TORNEO REGIONALE GIOVANILE E PROMOZIONALE – MEZZOLARA (06/01/2009)

    Nel tabellone juniores Andrea Piovaccari vince il suo girone (solo una partita: 3-2 in rimonta a Pollino) e poi cede a Lambruschi in tre combattuti set nei quarti di finale. Una grande soddisfazione giunge dal torneo promozionale under 14, nel quale il 12enne neotesserato Edoardo Andreghetti, al suo debutto assoluto in un torneo, va addirittura a conquistare la vittoria dopo avere chiuso al secondo posto il suo girone e battuto, nella fase a eliminazione diretta, Visini (3-0), Pesolo (3-0) e Scagliarini (3-1).

    • TORNEO REGIONALE VETERANI – MEZZOLARA (06/01/2009)

    Partecipa solo Antonucci, che vince il suo girone senza perdere alcun set e con parziali molto netti (successi su Michelini, Fabbri e Vitiello) e poi cede nei quarti al ravennate Castelvetro per 1-3.

    • TORNEO NAZIONALE 3a-4a CATEGORIA – TERNI (20-21/12/2008)

    E’ Enrico Mugellini il giocatore del Tennistavolo Ferrara che riesce a mettersi maggiormente in luce nel torneo di fine 2008, che vede ai nastri di partenza ben 452 atleti di quarta categoria provenienti da tutta Italia. Mugellini prima supera senza sconfitte il suo girone iniziale, poi batte in rapida successione Nazzari (3-0), il giovane Papa (3-2) dopo una stupenda partita e Toni (3-0), prima di arrendersi negli ottavi al romano Coppolelli (1-3). Superano il girone anche Antonucci (che poi cede subito, di un soffio al quinto set a Corini) e Andreoli (anch’egli battuto nella prima gara a eliminazione diretta), mentre Romagnoli viene eliminato in girone per differenza set e Gallerani, all’esordio in un torneo nazionale, lotta ma non coglie vittorie. Nel torneo di terza categoria subito eliminati Antonucci (una vittoria in tre gare) e Mugellini (zero su tre).

    • TORNEO REGIONALE NC-4a CATEGORIA – CASTIGLIONE DI RAVENNA (21/12/2008)

    Bellissimo risultato di Andrea Piovaccari, che nel tabellone non classificati arriva addirittura in semifinale. Dopo avere battuto in girone Schito, Montanari e Andalò, il giovane portuense supera Imberti (3-2), Benini (3-1) e Pilotti (3-0), prima di cedere a Pollino (0-3), poi vincitore del torneo. Bene anche Bianchetti, che arriva negli ottavi di finale dopo avere vinto a punteggio pieno il suo girone e avere superato Zagato (3-2), prima della sconfitta (2-3) con Pilotti. Nel doppio non classificati Bianchetti e Andrea Piovaccari chiudono nei quarti di finale. Nel singolo di quarta categoria solo Sani supera il girone (3-0 a Berardi, Toni e Greco) prima di essere eliminato da Collini (0-3) nel tabellone a eliminazione diretta. Nessun successo in girone, invece, per Bianchetti e Andrea Piovaccari.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 8a GIORNATA (13/12/2008)

    L’ultimo turno prima della pausa di fine anno riserva al Tennistavolo Ferrara la terza gioia consecutiva in serie B2: 5-3 sul campo del Signa, quarto posto in classifica e sei lunghezze di margine sulla zona retrocessione. Inutile sottolineare come nessuno potesse immaginare, alla vigilia del campionato, che la squadra estense avrebbe conquistato cinque successi nelle prime otto giornate di campionato. Invece è accaduto e si può brindare all’impresa. A Signa il Tennistavolo Ferrara concede tre punti al forte Panerai, già numero 10 d’Italia negli anni Settanta: Mugellini e Curarati gli cedono in tre set, mentre Antonucci – dopo una bellissima partita – riesce a rimontargliene due e si arrende solo al quinto. Nonostante le sconfitte contro il numero uno avversario, i ferraresi gestiscono al meglio le partite importanti e tutti contribuiscono al successo. Curarati batte senza difficoltà gli altri due giocatori di casa e lo stesso – anche se in gare ben più sofferte – fa Antonucci, che prima supera per 11-7 alla bella il terza categoria Ringressi (ed è il suo settimo positivo stagionale) e poi si impone in quattro frazioni su Giovagnoli, contro il quale Mugellini aveva colto la vittoria di apertura in tre set. La distribuzione dei punti conferma la grande compattezza della squadra, che in classifica è dietro solo alle tre grandi favorite del girone: Siena, Bologna e Modena. In serie C2, invece, niente da fare per il Tennistavolo Ferrara in casa con la Maior Castelmaggiore, vera e propria corazzata per la categoria. 1-5 il punteggio. Nonostante ciò Sani riesce a essere grande protagonista battendo in cinque partite il terza categoria Tossani e sfiorando l’impresa contro l’ex seconda categoria Rossi, che lo batte per 11-9 alla bella dopo un’incredibile rimonta. Va segnalato che Sani, in campionato, sta viaggiando con l’80% di positività. A secco, ma comunque combattivi, i fratelli Buzzone. Dopo otto gare il Tennistavolo Ferrara è settimo con 13 punti. In D1, invece, la terza squadra societaria sale al primo posto in solitudine (25 punti contro i 23 del Lugo) dopo il nettissimo 6-0 casalingo rifilato al Castelmaggiore. Tutto facile per Romagnoli (due su due), assolutamente fuori categoria a questi livelli, ma molto bene si comporta anche Andrea Piovaccari (due punti) che raggiunge Gallerani al 70% esatto di positività in campionato. Doppietta anche per Bianchetti, che ha raggiunto un buon 62,5% generale di successi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 7a GIORNATA (06/12/2008)

    Grande impresa del Tennistavolo Ferrara sotto i riflettori della settima giornata di B2. Nonostante il pronostico sfavorevole sotto tutti i punti di vista (sia prendendo come punto di riferimento la classifica a squadre, sia tenendo conto della classifica individuale dei giocatori) gli estensi hanno superato in casa la Fortitudo Bologna, seconda forza del campionato e finora battuta solo dalla capolista Siena, con un netto e meritato 5-2. Ancora sugli scudi Curarati, alla terza tripletta consecutiva e ormai oltre l’84% di positività (16 partite vinte, 3 perse): solo il bulgaro Boyadzhiev, che resta imbattuto, fin qui in girone ha fatto meglio di lui. Né Garuti, né Baroncelli né Gellini sono riusciti a fermare la corsa del capitano. Ma nel giorno della grande sorpresa – preziosissima in chiave salvezza - ha piazzato due importanti mattoni anche Antonucci, prima capace di battere per la prima volta in carriera e dopo una vera battaglia (3-2: 11-6 nel quinto set) il quotato Baroncelli, ex seconda categoria e attualmente n. 167 d’Italia, e poi autore di un netto 3-0 ai danni dell’altro terza nazionale Garuti. Per Mugellini, invece, un set vinto contro Baroncelli e una sconfitta più netta contro Gellini. La classifica di squadra ora sorride: quarto posto a quota 8 in coabitazione con Poggibonsi e Ciatt Firenze, con Camerino a quota 6 e la zona retrocessione che inizia a 4 con il Tifernum, che però all’andata il Tennistavolo Ferrara ha superato per 5-2, fatto importante in caso di arrivo alla pari. In serie C2, invece, la seconda formazione societaria, alle prese con acciacchi e assenze, è stata travolta a Lugo per 6-0. Solo due i set vinti: uno da Sfrisi (al debutto stagionale) con Ferri e uno da Salvatore Buzzone con Caroli. In classifica il Tennistavolo Ferrara è sesto con 13 punti. In D1 la gara di Bologna tra Programma Uno e Tennistavolo Ferrara non si è disputata e la Federazione ora dovrà decidere il da farsi visto che la squadra estense, non riscontrando condizioni accettabili per giocare (la palestra non era riscaldata), ha deciso di non giocare. In serie D2 il quarto team societario ha pareggiato in casa con la capolista Everping Castiglione per 3-3. A secco Liviano Piovaccari, Scalorbi ha conquistato un punto perdendo però l’imbattibilità mentre ha nuovamente brillato il giovane Cominato, autore di una doppietta e, più in generale, reduce da nove vittorie nelle ultime dieci gare giocate. Il Tennistavolo Ferrara è terzo in classifica con 14 punti.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 6a GIORNATA (15-16/11/2008)

    La sesta di campionato regala al Tennistavolo Ferrara un week-end senza sconfitte. Pareggia solo la squadra di D2, le altre vincono tutte. In B2 il 5-2 casalingo sul Tifernum Città di Castello, poi, è doppiamente prezioso perché colto contro una diretta concorrente per la salvezza. La partita non inizia bene, con la sconfitta di Mugellini contro Bartolucci. Poi, però, gli estensi mettono la quinta. Proprio Mugellini si rifà contro il rumeno Costantinescu nella partita più incredibile della giornata. L’atleta ferrarese perde il primo set 11-0, cede senza storia anche il secondo e arriva a un passo dalla sconfitta nel terzo. Qui, però, lo straniero ospite inizia a giocare con colpevole sufficienza e Mugellini vince di misura la frazione. Al ritorno in campo, la gara gira clamorosamente e il difensore estense va a imporsi con pieno merito al quinto set. Capitan Curarati batte a sua volta Costantinescu (3-1) e anche Castellani e Bartolucci, mentre Antonucci completa l’opera superando in tre frazioni Castellani. Ora il Tennistavolo Ferrara sale a quota 6, a +4 dalla zona retrocessione: un risultato, quindi, molto confortante in chiave futura. A segno anche C2 e D1, entrambe nelle partite domenicali sul campo della Fortitudo Bologna. La seconda squadra societaria si impone per 4-2 con doppietta di Sani e un punto a testa per Andreoli e Maurizio Buzzone, mentre Salvatore Buzzone questa volta rimane a secco. La formazione estense è brillante quarta a quota 13. In D1, invece, Romagnoli (due punti), Gallerani (due punti), Andrea Piovaccari e Bianchetti (una vittoria a testa) espugnano la palestra felsinea per 6-0 contro la squadra “A” della Fortitudo. Gli estensi in classifica sono ottimi secondi, a –1 dalla capolista Lugo ma già a +4 sul Rimini, terza forza del campionato. Solo la D2 fallisce l’appuntamento con il successo: in casa, contro il Nettuno B, infatti pareggia per 3-3 con due vittorie di Scalorbi e un punto del giovane Cominato, che però ha fallito di pochissimo la doppietta. A secco Barbieri.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 5a GIORNATA (08/11/2008)

    Sconfitta bruciante, per il Tennistavolo Ferrara, in quel di Poggibonsi. In B2 arriva il secondo dispiacere consecutivo, ma se quello con Modena era nel complesso preventivato quello subìto in Toscana – invece – fa davvero male perché incassato davvero all’ultimo respiro (e addirittura vincendo più punti rispetto agli avversari: 330 contro 326) in uno scontro contro una diretta rivale per la tranquillità. Dopo quattro ore e 30 minuti di gioco il Tennistavolo Ferrara deve arrendersi per 5-4, e anche l’ultima gara – quella di Mugellini contro l’ostico e mai domo Giannoni – fotografa in pieno la sostanza del match: 9-11 per il giocatore di casa al quinto set, con rimonta di Mugellini dallo 0-2 e successiva, mancata capitalizzazione di un prezioso 9-8 alla bella. Nel complesso agli estensi è mancata un po’ di fortuna – che il Poggibonsi, viceversa, a più riprese ha avuto nei finali di set – ma anche un po’ di concretezza nei momenti topici (sette i set persi ai vantaggi). Poggibonsi – forte di quattro terza categoria nazionali – ha condotto dall’inizio, con il Tennistavolo Ferrara aggrappato ai punti di Curarati (combattutissimo 3-1 a Giannoni, 3-1 a Cambini e 3-1 al quotato Giannini). Sul 4-2 per i toscani, la terza vittoria del capitano (76,9% di positività finora) riportava sotto gli estensi e a quel punto Antonucci – che poco prima, con Giannoni, colpevolmente non aveva saputo sfruttare un vantaggio di 1-0 e 10-6 nel secondo set – nel momento più difficile si riprendeva superando in quattro frazioni Monti, subentrato a Cambini. Si andava così sul 4-4, prima dell'ultima partita, di cui si è scritto sopra. Dopo cinque giornate di B2 il Tennistavolo Ferrara perde un prezioso tram per la serenità, ma mantiene alle spalle Signa, Città di Castello e Cus Firenze. Sconfitta – questa volta casalinga – anche in serie C2, dove la seconda squadra estense ha lottato ma nulla ha potuto contro un Alfieri di Romagna (Picu, Ercolani e Collini) troppo più forte. Nonostante il divario di valori e lo 0-6 finale gli estensi, in campo con i due fratelli Buzzone e Andreoli, hanno saputo strappare quattro set. Andreoli, dopo avere conquistato il primo con Ercolani, si è infortunato e ha dovuto abbandonare il campo, non disputando la successiva partita con Collini. Per Ferrara è la terza battuta d’arresto consecutiva. Continua a vincere, invece, il team di serie D1, che ha battuto in casa il Santa Caterina Imola “C” per 4-2. Ancora a segno Romagnoli (quinta doppietta consecutiva), mentre un punto a testa hanno siglato i sempre più convincenti Gallerani (62,5% di positività finora) e Andrea Piovaccari (57,1%). Al palo invece capitan Bianchetti, battuto da Ricciardelli e Marrobio. Completa il quadro la squadra di D2, corsara a San Lazzaro contro la Zinella per 4-2. Al di là della nuova doppietta dell’imbattuto Scalorbi, sono da mettere in rilievo i due punti del giovane Cominato (sei vittorie consecutive nelle ultime tre giornate), che sta mostrando freddezza anche nei finali di set più tirati. Zero su due, invece, per Liviano Piovaccari.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA (01/11/2008)

    Troppo forte, per il Tennistavolo Ferrara, la Villa d’oro Modena. La quarta giornata di B2 regala un semaforo rosso interno agli estensi (2-5), nonostante i due punti di capitan Curarati su Dallolio e Liambo, entrambi superati in tre set. Il numero uno ferrarese si conferma in netta crescita e in campionato mantiene una positività del 70%. Nelle file ospiti il mattatore di giornata è stato Ghitalla, autore di una perentoria tripletta, mentre Liambo ha superato Mugellini in quattro tirati set e Dallolio, sempre in quattro frazioni, ha costretto alla resa Antonucci, che pure era partito bene vincendo il primo. In chiave classifica cambia poco, perché le dirette rivali del Tennistavolo Ferrara per la salvezza sono altre e la squadra, in definitiva, ha già messo in cassaforte quattro punti preziosi. Sconfitta anche in serie C2, dove la seconda formazione societaria, però, è scesa a Rimini con un solo giocatore del gruppo titolare: Salvatore Buzzone. Indisponibili il fratello Maurizio, Sani e Andreoli, la squadra è stata completata con i debuttanti Valrosso e Lodi, che hanno potuto fare poco. Buzzone, però, si è confermato giocatore concreto battendo sia Citera sia, soprattutto, l’ostico Nanni. E’ finita 4-2 per i padroni di casa. Sempre a Rimini, ha vinto invece la squadra di D1: 5-1 contro il San Martino in Riparotta “B” con due punti a testa per l’imbattuto Romagnoli e per Gallerani, mentre Andrea Piovaccari ha completato l’opera siglando il quinto successo. Di rilievo le due belle vinte da Gallerani, una delle quali contro l’esperto Cresi. Infine la serie D2, dove il Tennistavolo Ferrara ha rifilato un cappotto casalingo al Massalombarda “B”: 6-0 con due punti per il sempre più convincente Cominato, due di Scalorbi e due di Barbieri, quest’ultimo al debutto.

    • SERIE A2 VETERANI – 1° CONCENTRAMENTO (ROMA, 25-26/10/2008)

    Tre vittorie in quattro partite, per il Tennistavolo Ferrara, nel primo concentramento della serie A2 Veterani. I successi sono giunti contro la Villa d’oro Modena (4-1), il San Polo (4-1) e il Castello Roma (4-1), mentre l’unica sconfitta è giunta per mano del Paiuscato Este (2-3). Ottimo il rendimento di Curarati, che si è aggiudicato sette partite su sette nonostante due aspre maratone contro il modenese Mirabella e il romano Nobile. Mugellini ha colto tre successi (Presta, Gaiani e Nobile) mentre Antonucci ne ha siglata una (Angiolella). Ancora bene anche i doppi, con due vittorie per la coppia Curarati-Antonucci e una per quella composta da Antonucci e Mugellini. In classifica il Tennistavolo Ferrara è al comando insieme a Este, Roma e Grosseto.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (18/10/2008)

    Il Tennistavolo Ferrara cala il tris: solo la squadra di C2 non va a segno, battuta nel derby provinciale dal Reno Centese. Per il resto, invece, è gran festa su tutti i fronti: la B2 rifila addirittura un cappotto formato trasferta, la D1 si impone senza patemi, la D2 coglie il primo successo e il giovane Cominato brinda ai primi punti in partite ufficiali. Ma andiamo per ordine. In serie B2 il Tennistavolo Ferrara vince un altro importante scontro salvezza, e lo fa in maniera roboante: addirittura 5-0 sul campo del Cus Firenze, in meno di due ore di gioco. La prova estense è sicura e autoritaria. Dopo la vittoria in rimonta di Mugellini su Livi e il facile 3-0 di Curarati su Pratesi, Antonucci conferma il buon momento di forma superando per 3-1 il terza categoria (ed ex seconda) Melosi. Sul 3-0, ancora Curarati (3-1 su Livi) e un sicuro Mugellini (3-2 su Melosi in una gara tiratissima) chiudono il match. Per la prima squadra estense è la seconda vittoria in tre giornate. In serie C2, per contro, il Tennistavolo Ferrara perde l’imbattibilità ma conquista almeno un punto per la sua bella classifica. Sono i cugini del Reno Centese a imporsi nella palestra di via Praisolo: 4-2 il risultato finale. Gara in altalena sino al 2-2: poi, nel quinto match, Andreoli cede per 3-1 (con set tutti finiti ai vantaggi) a Piazzi e nell’ultima gara Sani fallisce il punto del pareggio cedendo a Simonati per 3-2. Nel complesso, per gli estensi vanno a segno Maurizio Buzzone e Sani (entrambi su Naldi), mentre sul fronte ospite i punti giungono da Piazzi e Simonati (due a testa). In D1 il Tennistavolo Ferrara riscatta il ko di Lugo superando in casa il San Martino in Riparotta “A” per 4-2. Tutto facile per gli estensi, subito in vantaggio per 4-0. Andrea Piovaccari non gioca. Romagnoli sigla senza problemi l’ormai abituale doppietta, mentre Bianchetti e Gallerani vincono un match a testa. Chiusura con il sorriso, grazie alla D2. A Castenaso la quarta squadra societaria va a vincere infatti per 4-2. Al di là del primo successo della stagione, la nota positiva è costituita dalle due vittorie del giovane Cominato, che corona così gli sforzi profusi settimanalmente in allenamento e trae linfa importante per il suo morale. Scalorbi firma a sua volta una doppietta, mentre Baraldi rimane a secco.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (11-12/10/2008)

    Archiviata la delusione di Camerino, la B2 regala il primo sorriso al Tennistavolo Ferrara. Davvero una vittoria importante, quella interna contro il Ciatt Firenze, sia per la classifica sia soprattutto per il morale. Finisce 5-1 (Curarati 2, Antonucci 2, Mugellini 1), ma la gara si protrae per quasi tre ore, con una terna di partite finite alla bella. L’exploit di giornata è di Antonucci, che supera per 12-10 al quinto set Colli, numero 156 delle classifiche italiane. Il ferrarese vince agevolmente i primi due set, conduce per 4-0 nel terzo ma qui si blocca e il giovane attaccante fiorentino rimonta, portandosi sul 2-2. Nella bella è lotta punto a punto: Antonucci sul match-point per l’avversario estrae dal cilindro un difficile blocco di rovescio vincente, si guadagna i vantaggi e a quel punto chiude positivamente alla prima occasione. La vittoria su Colli è quella del 3-0 per il Tennistavolo Ferrara; in precedenza Mugellini aveva concesso solo 18 punti in tre set a Manzini, mentre il numero uno Curarati aveva rischiato la sconfitta contro l’ostico Pezzi, già vincitore – anni fa – di un torneo nazionale di terza categoria. Sotto per 2-1, Curarati aveva vinto il quarto set e alla bella si era trovato a un solo punto dal ko, andando però a vincere per 13-11. Sul 3-0, ancora Curarati batte Manzini per 3-1 e anche in questo caso la partita è durissima, anche perché il rovescio di puntinata dal toscano fa male. Finisce, però, 3-1 per il ferrarese, nonostante due avventurosi 13-11. A quel punto Mugellini cede piuttosto nettamente a Colli dopo avere vinto il primo set e Antonucci va a imporsi per 11-8 alla bella su Pezzi in un altro match da scintille. Dopo questa prima boccata d’ossigeno, il Tennistavolo Ferrara può guardare al futuro con qualche speranza in più. Molto bene anche la squadra di C2, ancora a punteggio pieno dopo due giornate insieme alla fortissima Maior 1. Questa volta il successo arriva contro il Santa Caterina Imola B (Fabbri, Calesini, Teci) e in trasferta. Ai box Andreoli, il 5-1 finale viene firmato da due punti di un sempre efficace Sani, due vittorie di un Salvatore Buzzone confermatosi concreto e una vittoria di Maurizio Buzzone, che cede nel match di avvio all’esperto Fabbri. Queste prime due uscite – pur nel contesto di un girone con due formazioni, Forlì e Castelmaggiore, che sulla carta sono assolutamente fuori categoria – sembrano profilare per il Tennistavolo Ferrara una stagione senza patemi e impreziosita, magari, da qualche bella soddisfazione. Niente da fare, invece, per la formazione di D1 in casa dell’Acli Lugo (Berardi, Greco e Zaganelli). La battuta di arresto giunge con il punteggio di 4-2. Capitan Romagnoli sigla senza patemi gli attesi due punti e resta imbattuto, mentre sia Gallerani sia Andrea Piovaccari, pur giocando con grinta, cedono in maniera sostanzialmente netta alla maggiore esperienza degli avversari. Sconfitta anche per la quarta squadra societaria. In D2, infatti, i giovani Cominato, Zambardi e Baraldi incassano il secondo cappotto consecutivo, questa volta in casa per mano della Maior Castelmaggiore (Fiore, Guercieri, Puccini e Amenduni). Baraldi conquista un set, Cominato è il migliore sfiorando la vittoria con Fiore (13-11 alla bella). L’importante, però, in questo caso è soprattutto fare esperienza.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA (04-05/10/2008)

    Il ritorno del Tennistavolo Ferrara in B2 coincide con una sconfitta, non pesante nel punteggio ma piuttosto grave nella sostanza. A Camerino, contro il Cus, non era solo la replica degli scontri promozione di un anno fa: salite di una categoria, entrambe le squadre si giocavano già punti preziosi per la salvezza. L’hanno spuntata con merito i marchigiani: 5-3 il risultato, con Curarati, Antonucci e Mugellini autori di un successo a testa. E’ stata una gara equilibrata, con molte partite tirate. A spostare l’inerzia del match sono stati soprattutto tre incontri: le due partite perse a sorpresa da Curarati contro Giovagnoli (2-3) e Belardinelli (1-3) e quella mal gestita da Antonucci con Belardinelli (rimonta del ferrarese da 1-2 e 6-10 nel quarto set, poi vantaggio di 5-2 alla bella non capitalizzato). Più in particolare, Curarati (successo netto sul solo Zardi) non si è ancora abituato al cambio di gomma sul rovescio e ha pagato questa insicurezza con diversi errori gratuiti negli appoggi. Antonucci ha superato in quattro set Giovagnoli ma non ha saputo concretizzare le occasioni avute nelle altre due partite, mentre Mugellini prima ha superato in una gara mozzafiato Zardi (15-13 nel quinto set), poi ha ceduto nettamente a Belardinelli, autore di tre punti. Nel complesso, è un Tennistavolo Ferrara già combattivo ma che deve crescere per non finire subito in affanno. Tutto facile, invece, ai piani inferiori. Sia in C2 sia in D1, infatti, sono giunte perentorie vittorie casalinghe per 6-0. La seconda squadra ha piegato il Santa Caterina Imola A (Andalò, Dima, Bettoli) con doppiette per Sani, Andreoli e Maurizio Buzzone, quest’ultimo in gran forma dopo il secondo posto nel torneo di Castiglione. In D1, invece, partita-lampo per Romagnoli (2 punti), Andrea Piovaccari (2), Gallerani (1) e Bianchetti (1), troppo superiori a un Nettuno Bologna peraltro rimaneggiato. In serie D2, infine, niente da fare per la quarta squadra societaria, nella quale – al fianco di Liviano Piovaccari – debuttavano i giovani Cominato, Zambardi e Baraldi. A Forlì non c’è stata storia: 0-6 per i padroni di casa.

    • TORNEO REGIONALE NC - 4a CATEGORIA – CASTIGLIONE DI RAVENNA (28/09/2008)

    Sugli scudi Maurizio Buzzone, che giunge secondo nel singolare di quarta categoria, suo miglior piazzamento di sempre. Il giovane ferrarese supera il suo girone battendo Ragazzini (3-0) e Tampieri (3-0) e cedendo di un soffio a Carà (2-3); poi, nel tabellone a eliminazione diretta, dà il massimo e batte in rapida successione Toni (3-1), Chifen (3-0) e Ferri (3-1) prima di arrendersi in finale al giovane modenese Patera in quattro set e dopo avere vinto il primo. Poca luce, invece, per gli altri rappresentanti del Tennistavolo Ferrara impegnati nel singolo per non classificati. L’unico a superare il girone è Gallerani, che cede al bolognese Bui nei sedicesimi. Eliminati nella prima fase, invece, sia Liviano sia Andrea Piovaccari (per entrambi zero su tre). Va meglio nel doppio non classificati, dove su un lotto di 11 coppie Andrea Piovaccari e Gallerani giungono in semifinale dopo avere battuto Cecchini-Fiumi e Pilotti-Zauli. Niente da fare, però, contro il duo Bui-Bini, poi vincitore del torneo.

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA – LIVORNO (13-14/09/2008)

    Il primo torneo nazionale della stagione 2008/2009 vede i pongisti del Tennistavolo Ferrara in buona evidenza. A Livorno, nel doppio di quarta categoria, Mugellini e Romagnoli (testa di serie n.1) terminano il loro cammino in semifinale, battuti dai laziali Mattioli-De Ficchy (1-3) dopo successi su Magnini-Ferrara (3-1), Zannoni-Broccardo (3-1) e Ciampi-Mommi (3-1). Nel tabellone di singolare il migliore è Antonucci, che su un lotto di quasi 180 partecipanti chiude nei primi 16 con successi su Cirillo, Safina, Milanese, Peratti e Terrazzani prima della sconfitta per 1-3 con il sardo Chessa. Mugellini arriva nei primi 32 (vittorie su Galli, Scaglioni e Santini, sconfitta decisiva con Tabellini), mentre Romagnoli, dopo avere superato il suo girone (vittorie su Labor e Ippoliti, sconfitta con Larindi) cede nei trentaduesimi di finale al toscano Giuliano in cinque set. Tornando al doppio, Antonucci gioca in coppia con Faccini (Reno Centese) arrestando la sua corsa al secondo turno, complice un infortunio muscolare.

    Articoli di: Luca Antonucci

    (Campionato 2007/2008)



    • CAMPIONATI ITALIANI DI 3a e 4a CATEGORIA – TERMENO (13-17 GIUGNO 2008)

    Non ci sono stati grandi piazzamenti, per i ferraresi, nella kermesse tricolore in Alto Adige. Nel singolo di terza categoria (circa 250 iscritti) nessuno ha superato il girone iniziale. Per Romagnoli, però, c’è stata la soddisfazione di battere (11-9 al quinto set) il quotato Sabatino, n. 169 d’Italia, al termine di una memorabile partita. Il pongista estense, poi, è stato però superato in tre set sia da Castagno sia da Di Giuseppe, venendo eliminato. Sfortunato Antonucci, che nonostante lo 0-3 di avvio con il ligure Francia avrebbe potuto vincere il suo girone. Decisiva, dopo il netto 3-0 rifilato al sardo Leppori, la sconfitta per 9-11 al quinto set con il grossetano Parronchi, n. 159 d’Italia. Il ferrarese era avanti di due set e ne ha persi due di un soffio: se avesse vinto sarebbe giunto primo, invece è arrivato terzo per differenza set. Poca storia, invece, per Mugellini, in cattive condizioni fisiche: per lui un tris di sconfitte in tre set, prima con Allieri, poi con il giovane Furrer e infine con l’alto-atesino Oettl. Nel singolo di quarta categoria (addirittura 581 iscritti) il migliore è stato Romagnoli, giunto al terzo turno del tabellone a eliminazione diretta. Dopo avere vinto a punteggio pieno il suo girone (3-0 a De Carlo e Brasolin, più un successo a tavolino sull’assente Brussolo), il difensore ha beneficiato di un bye e subito dopo ha regolato il tarantino Grosso in quattro set, prima di cedere nettamente al toscano Furrer. Tormentato in tutti i sensi, invece, il cammino di Mugellini, fisicamente non al meglio: nonostante tutto il pongista estense, che era testa di serie n. 16, ha vinto il suo girone superando Marcelli (3-2), Maida (3-0) e Caimi (3-1). Poi, però, dopo un bye nell’eliminazione diretta si è subito arreso al meno quotato Meduri (0-3). Poche scintille anche nel doppio. Qui Mugellini e Romagnoli hanno battuto in cinque set Gatto e Guglieri, per poi arrendersi in tre a Guerri-Ferrato.

    • SPAREGGIO A2 VETERANI – TERMENO (12 GIUGNO 2008)

    Il Tennistavolo Ferrara tenta la promozione in A1, ma sulla sua strada trova il fortissimo cinese Xu Fang, equiparato in classifica a un prima categoria italiano. Contro la Libertas Challant, vincitrice a mani basse del girone A, gli estensi vendono cara la pelle, ma sono costretti giocoforza a puntare tutto sul doppio. Qui Curarati e Antonucci, pur dovendo forzare tutto, giocano alla pari contro Xu Fang e Perrenchio, rimontano due volte ma alla bella, dopo un cambio campo favorevole (5-3) un piccolo black-out di Antonucci in attacco risulta decisivo e gli aostani vanno a imporsi sul filo di lana. Nei singolari Xu Fang travolge sia Antonucci sia Curarati, che coglie il punto della bandiera sul difensore Perrenchio. Finisce 3-1 per Challant, che sale nella massima serie.

    • CAMPIONATI ITALIANI VETERANI – TERMENO (9-11 GIUGNO 2008)

    Nell’Over 50 Enrico Mugellini è testa di serie n. 13, ma le sue condizioni fisiche sono precarie e il ferrarese esce in girone per differenza set. Decisivo lo 0-3 di avvio con Ferrario: inutili, per il passaggio al tabellone a eliminazione diretta, il sofferto 3-2 con Ceciliato e il 3-0 su D’Orazio. Romagnoli, invece, supera da secondo il girone cedendo a Nobile (1-3) e battendo Descovich (3-0) e Coluccelli (3-0). Poi, però, nell’eliminazione diretta incoccia nel veneto Pavan e perde in quattro set. Nel doppio Over 50 Mugellini e Romagnoli, testa di serie n. 6, giungono ai quarti di finale. Battuti Pozzi e Caprini per 3-0, si sono arresi in tre set a Giardina e a Tangorra.

    • CAMPIONATO REGIONALE VETERANI – CASTELMAGGIORE (01/06/2008)

    Partecipa solo Antonucci, che supera da secondo (1-3 con Castelvetro, 3-0 con Scalorbi, più un successo a tavolino per l’assenza dell’avversario) il girone dell’Over 40 per poi cedere subito, nell’eliminazione diretta, al modenese Presta (2-3).

    • CAMPIONATI PROVINCIALI DI FERRARA – (17/05/2008)

    Pronostico pienamente rispettato. Il titolo provinciale di singolo per la stagione 2007/2008 va a Sergio Curarati, che vince anche il doppio insieme a Luca Antonucci, quest’ultimo all’ennesimo successo in questa specialità. Nel torneo di singolare vanno tutte in semifinale le prime quattro teste di serie e quelle tra la numero 5 e la numero 8 giungono puntualmente nei quarti. Nessuna sorpresa, quindi. In finale Curarati supera in tre set abbastanza combattuti ma mai veramente in discussione il compagno di squadra Enrico Mugellini, reduce da una semifinale tiratissima (3-2) e molto bella con Antonucci, che nel quarto set non ha sfruttato un match-point anche per una straordinaria difesa da lontano del suo avversario. Romagnoli (0-3 con Curarati) è l’altro brillante semifinalista di giornata. I migliori portacolori del Reno Centese chiudono la loro corsa nei quarti: Naldi contro Antonucci (0-3) e Piazzi contro Romagnoli (ancora 0-3). Molto bene anche Maurizio Buzzone e Bianchetti, gli unici (il primo nei quarti, il secondo in girone) a strappare un set al fuori categoria Curarati. Di rilievo, nella prima fase, anche la prima vittoria in una partita ufficiale del giovane Giulio Cominato, che ha saputo rimontare due set di svantaggio al centese Giuliani dando prova di carattere e fornendo positive indicazioni in chiave futura. Nel doppio ben poca storia. Antonucci e Curarati non cedono set neppure in finale contro Romagnoli e Mugellini, che in semifinale avevano confermato la loro solidità superando l’ostico duo composto da Naldi e Piazzi. L’altra coppia giunta nelle prime quattro è quella formata da Faccini (Reno Centese) e Bianchetti (Tennistavolo Ferrara).

    • CAMPIONATO REGIONALE 4a CATEGORIA – MEZZOLARA (11/05/2008)

    Poca fortuna per i portacolori del Tennistavolo Ferrara, eliminati nella fase iniziale. Sani chiude al terzo posto il suo girone, battendo Carota (3-2) ma cedendo a Soragna (2-3) e al quotato Pivetti (0-3). Gallerani, in campo come qualificato dai campionati regionali per non classificati, al suo debutto a questi livelli paga dazio e cede in tre rapidi set a Ventre, Liambo e Lunardini. In doppio, Sani gioca in coppia con Pivetti ma termina immediatamente la sua corsa.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 18a GIORNATA (03-04/05/2008)

    La stagione a squadre del Tennistavolo Ferrara termina con il botto. Nell’ultimo turno di campionato, anche la squadra di serie D1 ha conquistato il suo “scudetto”, salvandosi grazie all’inattesa vittoria sul campo della Dynamis Manzolino. Un successo, peraltro, roboante, brillante e senza discussioni: 5-0, con doppiette per Paolo Bianchetti e Andrea Piovaccari e un punto di Gallerani. Grazie a questa bella impresa, gli estensi chiudono all’ottavo posto (12 punti) e lasciano i due biglietti per la retrocessione a Zinella e Faenza. Giusto cominciare il quadro della giornata conclusiva da qui. Ma anche la prima formazione societaria, quella di serie C1, ha concluso la sua avventura nel segno del successo. In questo caso si è trattato – peraltro – della conferma di una piacevole consuetudine, visto che il Tennistavolo Ferrara ha vinto 17 delle 18 gare disputate, con unico ko incassato il 10 novembre, quindi quasi sei mesi fa. La cavalcata trionfale dell’indiscussa dominatrice del girone, promossa in B2 con largo anticipo, prima con sei lunghezze di vantaggio sul Camerino e ben 12 punti sulla terza, ha conosciuto il suo ultimo atto in casa contro il tranquillo Teramo. Un match, quello con gli abruzzesi, che non aveva nulla da dire per la classifica, tant’è che capitan Curarati – il “fuori categoria del campionato” – è rimasto a referto come riserva. E’ finita 5-4 dopo quasi quattro ore di emozioni, che hanno visto la disputa di ben cinque “belle” e di addirittura dieci set conclusi ai vantaggi. Due punti per Mugellini (su Di Dionisio e De Signoribus), uno a testa per Romagnoli (su De Vecchis) e Antonucci (su Di Dionisio). Sul 4-4, spazio a Curarati per il match decisivo, che il numero uno ferrarese, come da pronostico, ha dominato senza problemi superando in tre frazioni Di Dionisio. Il Tennistavolo Ferrara chiude la stagione a 34 punti e tutti i suoi giocatori oltre il 60% di affermazioni. Curarati termina il suo “monologo” con la bellezza di 42 successi e una sola sconfitta (97,6% di positività), mentre Mugellini – al suo ritorno in categoria – si congeda con un ottimo 65,7% (23-12) e Antonucci, nonostante un lieve calo nel finale, finisce con il 60,6% (20-13). Positivo anche Romagnoli, che schierato nelle ultime quattro giornate ha vinto quattro partite perdendone due, per una percentuale del 66,6%. Nel complesso, si può senz’altro parlare di stagione da ricordare, nella quale – anche nelle settimane in cui si è trovato a combattere per la vetta con il Cus Camerino – il Tennistavolo Ferrara ha dato sempre la sensazione di essere nettamente la più forte del lotto. Classica gara di fine stagione anche in serie C2, dove la seconda squadra societaria non aveva più nulla da chiedere al campionato. Il Tennistavolo Ferrara, privo di Andreoli e Salvatore Buzzone, ha ceduto in casa all’Acli Lugo per 4-2, con Maurizio Buzzone autore dei due punti estensi. Da segnalare l’esordio assoluto in categoria e – più in generale - in una gara ufficiale del giovane Giulio Cominato, che nonostante il confronto con avversari troppo più esperti ha fatto una buona figura. In questo caso il Tennistavolo Ferrara termina al sesto posto, in pieno centroclassifica, con 19 punti, frutto di otto vittorie, tre pareggi e sette sconfitte. Sani e Romagnoli sono stati i migliori della truppa di C2, rispettivamente con il 100% (4-0) e l’85,7% di positività (12-2). Degli altri componenti della rosa, Maurizio Buzzone chiude con il 61,5% (16-10), Salvatore Buzzone con il 56% (14-11), Andreoli con il 38,8% (7-11), Scalorbi con il 31,5% (6-13) e Cominato con due gare perse. Della serie D1 si è già detto: salvezza all’ultimo tuffo e grande soddisfazione per i protagonisti e per tutta la società. Bianchetti è stato il migliore con il 56,4% di vittorie (22-17), ma buoni segnali per il futuro sono giunti dai giovani Andrea Piovaccari (37,5%, 15-25) e Gallerani (31,5%, 12-26). Liviano Piovaccari ha giocato nove gare, senza però rompere il ghiaccio. Sceso il sipario sui campionati a squadre, la stagione del tennistavolo però non è ancora finita. Resta da disputare lo spareggio per la promozione in serie A Veterani contro la Libertas Challant e rimangono, soprattutto, i campionati italiani di singolo e doppio, oltre ai campionati regionali.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 17a GIORNATA (19-20/04/2008)

    La corsa del Tennistavolo Ferrara in serie C1 è ormai inarrestabile. Gli estensi – alla sedicesima vittoria in 17 gare – hanno espugnato anche San Piero in Bagno, battendo il Forlì per 5-2. Si tratta di un risultato di rilievo, anche perché i romagnoli – forti di tre classificati nazionali di terza categoria – erano in serie utile da nove gare e nel ritorno avevano lo stesso ruolino di marcia della capolista ferrarese. I punti sono stati concessi a Collini (da Antonucci nel primo match) e a Marco Rossi (da Mugellini: 9-11 alla bella). Capitan Curarati, che nell’occasione – per impreziosire la sua stagione da record – ha abbattuto anche il muro delle 40 partite vinte, ha messo a segno la sua settima tripletta di campionato, mentre Antonucci e Mugellini hanno siglato un “positivo” superando il talentuoso Ercolani, n. 366 delle classifiche italiane. Il primo, anche grazie ai consigli di Romagnoli dalla panchina, ha centrato il successo in rimonta e per 11-9 alla bella confermando il suo feeling stagionale con i quinti set; Mugellini, invece, ha battuto l’avversario in tre. Matematico il primo posto, ora il Tennistavolo Ferrara cercherà di chiudere in bellezza contro Teramo, nell’ultimo match di C1. In serie C2 pronostico rispettato e sconfitta netta per la seconda squadra societaria, battuta per 5-1 sul campo della capolista Reno Centese, con punto della bandiera di Salvatore Buzzone su Faccini. Niente da fare, invece, per Scalorbi e Andreoli. Il Tennistavolo Ferrara resta in pieno centroclassifica, mentre i cugini centesi volano verso i play-off promozione. Infine la serie D1, dove il terzo team societario, perdendo in casa per 1-5 con gli Alfieri di Romagna Forlì (imbattuti in vetta alla classifica) ha ottenuto la certezza anche aritmetica della retrocessione. L’unico successo è stato colto da Bianchetti. A secco invece i giovani Gallerani e Andrea Piovaccari.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 16a GIORNATA (12-13/04/2008)

    Ancora a segno, il Tennistavolo Ferrara, nella terz’ultima giornata della serie C1. Fanno 15 vittorie in 16 gare, per un’imbattibilità che si protrae ormai da cinque mesi. Contro il Silvi Marina, disperatamente a caccia di punti salvezza, gli estensi si sono imposti in casa per 5-2 con facile tripletta del solito Curarati e un punto a testa per Mugellini (sul numero uno avversario Pomante) e Romagnoli (su Assogna). Si è trattato di un match con ben poca storia, che come all’andata si sarebbe anche potuto risolvere più velocemente. In serie C2 la seconda squadra societaria ha pareggiato in casa con il Santa Caterina Imola B (punteggio di 3-3) e resta in un tranquillo centroclassifica. Due punti per un coriaceo Salvatore Buzzone, uno per Maurizio Buzzone mentre Scalorbi è rimasto a secco. La nota negativa della giornata è stata rappresentata dalla sconfitta della squadra di serie D1, battuta per 5-2 a Bologna dalla Fortitudo con un punto a testa per Bianchetti e Andrea Piovaccari, ma con ben tre partite perse solo al quinto set. La formazione estense, penultima in compagnia della Zinella, ora è a un passo dalla retrocessione matematica.

    • CAMPIONATO REGIONALE NC – MEZZOLARA (06/04/2008)

    Il migliore pongista del Tennistavolo Ferrara è stato Simone Gallerani, che su un lotto di oltre 80 iscritti ha chiuso nei primi sedici, battuto negli ottavi di finale per 2-3 da Zaghini. In precedenza aveva superato a punteggio pieno il suo girone in virtù dei successi su Tomba, Perrone e Camellini (ex terza categoria nazionale, battuto al quinto set), battendo subito dopo Pollino nel tabellone a eliminazione diretta. Bianchetti ha chiuso la sua corsa un turno prima del compagno, superato nei sedicesimi (alla bella) da Milza. In precedenza, per lui, due su tre in girone (vittorie su Citera e Bacchelli, sconfitta di misura con il bolognese Greco) e successo nella fase a eliminazione diretta su Bonicelli, che lo aveva appena costretto ala resa nel campionato di serie D1. Eliminati in girone Andrea Piovaccari (successo su Volpe, sconfitte con Lama e Bruno) e Liviano Piovaccari (vittoria su Trestini, sconfitte con Ingrao e Benini). In doppio la coppia Gallerani-Andrea Piovaccari si è fermata nei quarti di finale. Dopo il successo su Castaldini-Gerace è giunto infatti il ko contro Colombi-Rossi.

    • TORNEO NAZIONALE 3a CATEGORIA – TERNI (05-06/04/2008)

    Il Tennistavolo Ferrara è stato rappresentato, nell’occasione, solo da Enrico Mugellini, che però nel singolo ha chiuso senza successi il suo girone iniziale, battuto dai quotati Fava (1-3), Oettl (0-3) e, più a sorpresa, dal casertano Zotti (1-3).

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 15a GIORNATA (15-16/03/2008)

    Tutto facile, per il Tennistavolo Ferrara, nella quart’ultima giornata di serie C1. Gli estensi hanno battuto in casa la Fortitudo Bologna per 5-1 in un incontro con ben poca storia, visto che gli ospiti si sono presentati senza alcun titolare in campo. Curarati ha siglato una comoda doppietta e lo stesso ha fatto Romagnoli, al debutto stagionale in categoria. Antonucci, dopo avere sciupato due match-point nel quarto set, è stato superato a sorpresa per 11-9 alla bella da Bui, cogliendo un solo punto contro Bini. La formazione estense allunga così sul Cus Camerino, battuto a Silvi Marina. Il primo posto finale ormai è praticamente certo. In serie C2 il Tennistavolo Ferrara ha ceduto in casa al più quotato Everping Cesenatico per 1-5. L’unico punto estense è stato siglato da Maurizio Buzzone su Caroni. A secco sia Andreoli sia Salvatore Buzzone. La squadra resta in pieno centroclassifica. L’unico vero exploit del week-end è arrivato in serie D1, dove la terza formazione societaria, ormai con un piede e mezzo nella categoria inferiore, ha piazzato l’acuto a Rimini contro il San Martino in Riparotta. Grande protagonista del 5-3 finale Simone Gallerani, che ha colto una memorabile tripletta, supportato da Bianchetti (due punti). Difficile dire se ciò basterà a rimettere gli estensi in corsa per la salvezza, ma quantomeno, in virtù di questo risultato, una fiammella di speranza è ancora accesa.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 14a GIORNATA (08/03/2008)

    Espugnando Camerino con il netto punteggio di 5-2, il Tennistavolo Ferrara mette a segno la rivincita che tanto aspettava, dopo il tiratissimo 4-5 della gara d’andata, che aveva coinciso con l’unica sua sconfitta stagionale in C1. Gli estensi, nel big-match tra le indiscusse dominatrici del girone, prevalgono dopo un match molto bello, avvincente, lungo tre ore. Tripletta per la garanzia Curarati (33 successi in 34 gare in categoria) e due punti per un convinto ed efficace Antonucci, mentre Mugellini, perso di misura il primo incontro con l’ottimo Zardi, ha ceduto in quattro set a Belardinelli restando a secco. Il Tennistavolo Ferrara cede ai padroni di casa la prima gara, poi vola perentoriamente sul 3-1. Curarati infatti imbriglia Misici, poi Antonucci con una prova attenta e decisa batte in tre set Belardinelli (che all’andata gli aveva concesso 13 punti in tutto), siglando la prima importante rivincita di giornata. La seconda – subito dopo – se la prende Curarati, che supera per 3-1 quel Zardi che a Ferrara lo aveva superato – unico a riuscirci in campionato – con lo stesso punteggio. L’inerzia della partita a questo punto è già cambiata, anche se Mugellini si arrende a Belardinelli dopo un match molto combattuto. Subito dopo, infatti, Antonucci supera alla bella Misici (11-2) dopo una partita tirata e ben giocata da entrambi, prima del sigillo definitivo di Curarati, che pure deve soffrire contro l’ottimo Giovagnoli prima di imporsi in quattro set. Ecco servito, quindi, il 5-2 finale: il coronamento di una grande stagione. Il Tennistavolo Ferrara, a meno di scivoloni inattesi, chiuderà la C1 al primo posto. Vince anche la squadra di C2: facile e scontato 6-0 esterno contro il fanalino Programma Uno Bologna. In campo Scalorbi e i due fratelli Buzzone. Il team mantiene la sua posizione di centroclassifica. In serie D1, infine, grave sconfitta casalinga per il Tennistavolo Ferrara, battuto dalla Fortitudo Bologna (0-5) in un importante scontro diretto per la salvezza. All’andata gli estensi si erano imposti in trasferta: questa volta, però, Bianchetti, Gallerani e Andrea Piovaccari non si sono ripetuti e solo quest’ultimo, nell’unica partita da lui giocata, è riuscito quantomeno a sfiorare il punto della bandiera. Ora la squadra estense è a –4 dalla quart’ultima piazza.

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA – ROMA (01/03/2008)

    Questa volta il Tennistavolo Ferrara non sigla acuti. Il migliore è Mugellini, che dopo avere vinto a punteggio pieno il suo girone approda fino ai trentaduesimi di finale dell’eliminazione diretta battendo Meduri (3-0) e cedendo con lo stesso punteggio al romano Krymski. Stop nei sessantaquattresimi, invece, per Romagnoli e Sani. Il primo chiude al secondo posto il suo girone, supera Dorinzi per 3-0 e si arrende all’ex seconda categoria Stecher in tre set. Sani, invece, vince a punteggio pieno il suo girone (con bel successo su Manganiello, tra i primi seicento d’Italia) e perde subito, nell’eliminazione diretta, contro Petreni (1-3).

    • SERIE A2 VETERANI (secondo concentramento) – ROMA (23/02/2008)

    Il Tennistavolo Ferrara chiude al secondo posto il suo girone di A2 categoria Veterani e si qualifica brillantemente per lo spareggio-promozione che il 12 giugno lo opporrà, a Termeno, alla Libertas Challant, prima dell’altro raggruppamento e forte del cinese Xu Fang. Chi vincerà la sfida sarà promosso in serie A1. Nel secondo concentramento del campionato gli estensi hanno giocato un solo match, contro Caserta, vincendo per 3-2. Un punto nei singolari sia per Curarati (sette vittorie in dieci gare nel girone) sia per Mugellini, mentre il doppio Antonucci-Curarati (quarto successo in cinque gare) ha vinto nettamente su Brignola-Gammone. Le previste gare con Taranto e Latisana non sono state disputate per il ritiro degli avversari.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 13a GIORNATA (16-17/02/2008)

    Battendo in casa la Libertas Faenza per 5-2, il Tennistavolo Ferrara è matematicamente promosso in B2 con ben cinque giornate di anticipo sulla fine del campionato. Il verdetto era “scritto” da tempo, ora diventa ufficiale. Contro Faenza è andata in scena l’ennesima tripletta di capitan Curarati, che ha raggiunto la trentesima vittoria in C1 (a fronte di una sola sconfitta) cogliendo, nel contempo, un significativo primato: un intero girone senza set persi, equivalente addirittura a diciannove 3-0 consecutivi. Antonucci e Mugellini hanno ceduto un punto al bravo Gazzoni, il primo in tre set combattuti e il secondo dopo una bellissima partita risoltasi alla bella; poi, però, hanno battuto rispettivamente Zambonini (3-1) e Burzacchi (3-0), contribuendo come sempre al successo della squadra. Quella del Tennistavolo Ferrara in C1 si sta rivelando una vera e propria cavalcata trionfale: dodici successi in tredici gare, Curarati al 96% di positività, Mugellini oltre il 70% e Antonucci sopra il 60%. Alla squadra, che contro Faenza ha schierato per la prima volta come “quarto” Romagnoli, rimane un obiettivo: quello del primo posto finale. Per ottenerlo bisognerà vincere a Camerino alla ripresa del campionato, in quella che sarà anche una sentita rivincita dopo il tiratissimo ed emozionante 4-5 della gara di andata. In serie C2 la seconda squadra societaria ha travolto in casa l’Acli Lugo “B” per 6-0: troppo debole, la penultima della classe, per creare veri grattacapi agli estensi, nelle cui file Salvatore Buzzone e Scalorbi hanno colto due punti a testa, mentre Maurizio Buzzone e Andreoli hanno vinto l’unica gara da loro disputata. Il Tennistavolo Ferrara, in questo caso, è ormai tranquillo a centroclassifica. Chiudiamo con la serie D1, dove la terza squadra societaria, nonostante la sconfitta per 5-2 sul campo della Maior 1 Castelmaggiore, ha opposto un’ottima resistenza. Contro la seconda della classe, infatti, vanno rimarcate le bellissime vittorie – entrambe colte in tre set – di Andrea Piovaccari sull’ex terza categoria nazionale Gambardella e di Gallerani contro il quotato Ramponi. Entrambi i pongisti bolognesi sono tra i migliori giocatori in assoluto della categoria.

    • TORNEO REGIONALE NC - 4a CATEGORIA – MEZZOLARA (9-10/02/2008)

    Numerosa la rappresentanza del Tennistavolo Ferrara, ma senza veri e propri acuti. Nel singolo maschile di quarta categoria (17 gironi) sia Sani sia Andreoli sono stati eliminati al primo turno del tabellone a eliminazione diretta (rispettivamente dal reggiano Pivetti, poi vincitore del torneo, e da Fabbri). In girone Sani aveva superato Messini (3-1) e Benini (3-0) cedendo a Fagioli (1-3), mentre Andreoli aveva battuto Ascari (3-0) perdendo con Carnevale (1-3) e Sturani (combattutissimo 2-3). Nel singolo per non classificati (circa 80 partecipanti) il Tennistavolo Ferrara ha schierato ben cinque pongisti. Solo due, però, sono riusciti a superare il girone iniziale: Salvatore Buzzone e Scalorbi. Quest’ultimo è stato il migliore, eliminato negli ottavi di finale da Bigi (0-3) dopo avere chiuso il girone con due vittorie su Di Maio (3-0) e Pollino (3-0) a fronte della sconfitta al quinto set con Cresi e dopo avere superato un turno nell’eliminazione diretta contro Maiani (3-2). Salvatore Buzzone ha travolto gli avversari nella prima fase (3-0 a Paretti, Poggi e Andriani) per poi cedere in tre set ad Alessandro Bettoli nel primo turno a eliminazione diretta. Immediato stop, invece, per gli altri ferraresi. Netta l’eliminazione di Liviano Piovaccari: 0-3 con Bagnoli e Zaghini, 1-3 con Ho Tianyi. Sfortunati, invece, i giovani Gallerani e Andrea Piovaccari. A Gallerani non sono state sufficienti due vittorie (Campedelli e Bui) per superare il girone; Andrea Piovaccari, invece, ha perso due partite alla bella, vincendo facilmente la terza. Nel doppio per non classificati e quarta categoria, infine, buona prova di Gallerani e Andrea Piovaccari, battuti in cinque set nei quarti di finale da Lunardini-Pessina dopo avere battuto la quotata coppia formata da Fagioli e Tampieri.

    • TORNEO NAZIONALE 3a CATEGORIA – LA SPEZIA (9-10/02/2008)

    Buon risultato di Enrico Mugellini, che nel singolo maschile (35 gironi) vince a punteggio pieno il suo raggruppamento, superando per 3-2 Stefano Rotella (Sgonico) e siglando due importanti “positivi” contro il torinese Scarfò (n. 226 d’Italia), battuto alla bella, e contro il trevigiano Lovisetto (n. 276), superato in quattro set. Nel tabellone a eliminazione diretta Mugellini è stato eliminato nei trentaduesimi di finale dal pisano Monti per 0-3. Niente da fare, invece, per Ugo Romagnoli, che ha partecipato alla gara in virtù della brillante qualificazione colta nel precedente torneo di quarta categoria a Treviso, dove aveva chiuso in semifinale. Questa volta il difensore ferrarese è stato eliminato in girone dopo le sconfitte con Rossinelli (1-3), Cittadini (1-3) e Viviani (0-3). In doppio Mugellini e Romagnoli hanno perso nei trentaduesimi di finale contro la coppia Borin-Lovisetto al quinto set.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 12a GIORNATA (02/02/2008)

    Settima vittoria consecutiva per il Tennistavolo Ferrara, sempre più lanciato verso la promozione in B2. Il terzetto estense ha violato anche il campo della Juvenes San Marino con il netto punteggio di 5-1, in un match mai in discussione. Doppiette per Curarati (ventisettesimo centro in 28 gare) e per il sempre più solido Mugellini, che prima ha faticato oltre il previsto per battere Vannucci al quinto set ma poi ha giocato un ottimo incontro con il giovane Berardi, superato in quattro. Antonucci ha siglato il quinto punto. La squadra rimane seconda a –2 dal Cus Camerino, che però ha giocato una partita in più. Le terze classificate sono già distanziate di otto punti. Niente da fare, invece, per il secondo team societario, battuto in C2 a San Lazzaro dalla quotata Zinella per 5-1 con punto della bandiera di Andreoli. Di rilievo la gagliarda prova di Salvatore Buzzone, battuto solo in extremis al quinto set da Spinnato, uno dei migliori giocatori del girone. Niente da fare anche per Scalorbi. La squadra è in pieno centroclassifica. In D1, infine, il Tennistavolo Ferrara ha colto un importantissimo successo in chiave salvezza, superando in casa la Libertas Faenza per 5-3 con un’altra fondamentale tripletta di Bianchetti e un successo a testa per Gallerani e Andrea Piovaccari, che ha perso due gare alla bella.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 11a GIORNATA (26/01/2008)

    Tutto fin troppo facile, per il Tennistavolo Ferrara, nella seconda giornata di ritorno del campionato di serie C1. Gli estensi hanno travolto per 5-0 in poco più di un’ora il Senigallia, giunto alla palestra Einaudi senza i tre titolari. Due punti a testa per Curarati e Mugellini, uno per Antonucci. Solo due, in tutto il match, i set concessi agli avversari. Il Tennistavolo Ferrara, pertanto, continua a correre: solo un ko in 11 partite. Per la vetta – ormai è certo - sarà testa a testa con il Cus Camerino, ma saliranno in B2 le prime due classificate e la terza (il Faenza) è già a –6. Bel pareggio, invece, per la squadra di C2, che nonostante le assenze di Sani e Romagnoli ha chiuso sul 3-3 la sfida casalinga con il quotato Santa Caterina Imola “A”. Una vittoria a testa per tutti i componenti del terzetto: Andreoli e Salvatore Buzzone hanno battuto Sentimenti, mentre Maurizio Buzzone ha prevalso su Teci. In serie D1 niente da fare per il terzo team societario (Bianchetti, Gallerani, Andrea Piovaccari), che ha ceduto per 5-0 a Imola nonostante tre gare finite alla bella.

    • TORNEO NAZIONALE DI 4a CATEGORIA – TREVISO/AREZZO (19-20/01/2008)

    Grandi risultati, per il Tennistavolo Ferrara, nel torneo di Treviso. Ugo Romagnoli, su un lotto di oltre duecento pongisti, è riuscito ad approdare nientemeno che alla semifinale dopo un percorso fantastico fatto di otto vittorie consecutive. Vinto a punteggio pieno il suo girone, il difensore estense ha superato, uno dopo l’altro, il comasco Agliati, la testa di serie n. 1 Mueller (n. 326 delle classifiche italiane), il promettente Pavan (esaltante 3-2) e l’alto-atesino Trafojer, prima di cedere in quattro set al navigato milanese Maietti, ex seconda categoria. Per Romagnoli – e più in generale per il tennistavolo ferrarese – è il piazzamento più alto di sempre in un torneo nazionale di quarta categoria. Bene, nel singolare, anche gli altri due rappresentanti della società. Mugellini, confermando la sua grande costanza di rendimento, ha chiuso nei sedicesimi (due su due in girone e un altro successo su Olivieri) prima di arrendersi al vicentino Salaorno, vittorioso per 18-16 nel quinto set dopo che il pongista estense si era trovato in vantaggio per 2-0. Supera il girone anche Sani (due su tre), che poi batte il mestrino Descovich e cede a Maietti in tre combattuti set nei trentaduesimi di finale. In grande evidenza anche il doppio Mugellini-Romagnoli, anch’esso eliminato in seminale dalla coppia Maccà-Corato dopo avere superato abbastanza nettamente Bottura-D’Orazio, Ravelli-Siracusa e Fedeli-Carù. Ad Arezzo hanno giocato invece Andreoli e Scalorbi. Il primo ha vinto due gare su tre nel suo girone, (perdendo solo dal numero uno, Dallolio Alberto, per 3-2 dopo essere stato in vantaggio per 2-0) qualificandosi per il tabellone a eliminazione diretta, dove ha battuto al primo turno per 3-2 Crispino, per poi cedere al secondo turno al forte ligure Ascione (ex seconda). Scalorbi zero su due nel suo girone è stato subito eliminato. Nel doppio i due ferraresi sono stati battuti nei trentaduesimi da Livi-Mitolo.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 10a GIORNATA (12-13/01/2008)

    Il Tennistavolo Ferrara prende il largo nel campionato di serie C1. Dopo il nettissimo 5-0 esterno rifilato al Nettuno Bologna la squadra estense, che continua a condividere la vetta del girone con il Cus Camerino, ha portato a sei le lunghezze di vantaggio sul terzo posto, complice la sconfitta del Senigallia. In chiave promozione si tratta di un passo molto importante. A Funo, contro il Nettuno, Curarati e Mugellini hanno siglato una doppietta, mentre Antonucci ha vinto l’unica partita che ha disputato, rimontando da 6-10 alla bella contro il numero uno locale Mencaroni. E’ stata l’unica gara combattuta del match, che per il resto è scivolato via a suon di 3-0. E’ andata peggio alla formazione di C2, battuta a Rimini dal San Martino in Riparotta per 4-2. Un punto a testa per Andreoli e Salvatore Buzzone (in entrambi i casi contro Vesperini), mentre Scalorbi è rimasto a secco. Nell’economia del match ha sicuramente pesato l’assenza di Romagnoli, Sani e Maurizio Buzzone. La squadra scende così al quarto posto, a due punti dalla vetta. Molto bene, infine, la terza formazione societaria, che in casa contro la Zinella San Lazzaro ha messo a segno un successo importantissimo, che la mantiene in corsa per la salvezza nel campionato di serie D1. E’ stata una gara fiume, conclusasi per 5-4 con grande tripletta di capitan Bianchetti e due punti per un buon Andrea Piovaccari. Giornata sfortunata invece per Gallerani, superato per ben due volte alla bella. Ora il Tennistavolo Ferrara condivide la penultima piazza con la stessa Zinella e con la Fortitudo Bologna, ma i giochi sono ancora aperti.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 9a GIORNATA (22-23/12/2007)

    Il Tennistavolo Ferrara ha tutti i motivi per fare festa: il girone di andata dei campionati e il 2007 si sono conclusi davvero con il botto. Sia in serie C1 sia in C2 le squadre della società sono prime e a questo punto – anche se la stagione è ancora lunga – potrebbe addirittura materializzarsi il sogno di una doppia promozione. La speranza, per l’anno nuovo, è che il traguardo possa diventare realtà e che la formazione di serie D1, contemporaneamente, riesca a salvarsi. In serie C1 il Tennistavolo Ferrara ha sbancato per 5-1 anche il campo del Teramo, che era ancora inviolato dopo quattro match. Una trasferta lunga e molto temuta, rivelatasi ancora più insidiosa per il gran freddo di un impianto clamorosamente privo di riscaldamento. Nonostante ciò gli estensi hanno sfoderato la classica prova di forza. Antonucci (due punti) in avvio rimonta l’ostico De Signoribus e lo batte dopo una maratona di cinque set e tante emozioni. Subito dopo Mugellini (un punto) lotta a lungo con il terza categoria Fratini (uno dei giocatori dalla percentuale più alta nel girone), riesce ad andare sul 10-8 nella bella ma poi, complice un incredibile punto in blocco dell’avversario, si arrende ai vantaggi. Curarati, reduce da dieci giorni di inattività, non subisce lo stop e rifila un netto 3-0 all’ex seconda categoria Cichetti, soffrendo nei primi due set e travolgendolo nel terzo. Sul 2-1 tocca ancora ad Antonucci, che sfruttando l’attacco di diritto e alcuni blocchi d’istinto nei momenti cruciali riesce a prevalere – anche in questo caso dopo un match tiratissimo – su Fratini in quattro frazioni. La gara a questo punto è ipotecata. Curarati supera di schianto De Signoribus e infine Mugellini centra la perla imponendosi su Cichetti per 11-9 al quinto set. Davvero una grande prova di squadra. Il girone di andata si conclude con il Tennistavolo Ferrara primo in compagnia del Cus Camerino (16 punti: otto vittorie e una sconfitta) e con la terza (il Senigallia) a quattro punti di distanza. Eloquenti le statistiche individuali. Curarati, con il suo superbo 95,4% di successi (21 gare vinte, 1 sola persa), è di gran lunga il migliore giocatore del girone; da quando ha subìto l’unico ko del suo campionato (con Zardi del Camerino) ha reagito inanellando la bellezza di dieci 3-0 consecutivi e a fine andata il suo score parla di appena 9 set concessi su 73 giocati: una vera impresa. Mugellini è stato l’emblema della regolarità: 12 vittorie e 6 sconfitte, senza passaggi a vuoto, per una positività del 66,7%, eccezionale considerato che solo una volta non ha giocato da numero tre. Antonucci, invece, arriva al giro di boa con il 61,1% (11 gare vinte, 7 perse) ma dopo una netta ripresa che lo ha visto vincere 9 delle ultime 12 partite. La squadra ha perso in tutto 14 incontri (su 58) e 66 set (su 213): se non fosse per il 4-5 incassato con il Camerino si potrebbe veramente parlare di marcia trionfale. Ma è festa grande anche in serie C2. Qui il Tennistavolo Ferrara, con l’innesto di Sani, è automaticamente diventato una delle favorite del girone. La riprova è giunta a Lugo contro la quotata Acli, travolta per 5-1. Sani e Romagnoli hanno siglato una doppietta, mentre Maurizio Buzzone ha completato l’opera con un punto. La squadra, complice la sconfitta del Cesenatico, adesso è prima insieme al Reno Centese e al Santa Caterina Imola “A”: il suo score è di 13 punti, frutto di sei successi, un pareggio e due sconfitte. Anche questa volta i numeri sono eloquenti. 100% di positività per Sani (4 gare vinte, nessuna persa) e significativo 92,3% per Romagnoli (12-1), che percentuali alla mano sono rispettivamente il primo e il terzo giocatore del girone, separati solo dal bolognese Spinnato. Ma la compattezza del team è data anche dal 55,5% di Salvatore Buzzone (5-4), dal 53,3% di Maurizio Buzzone (8-7), dal 42,8% di Andreoli (3-4) e dal 33,3% di Scalorbi (2-4). In serie D1, purtroppo, la musica diversa e si deve lottare per non retrocedere. Il Tennistavolo Ferrara resta ultimo a quota 4 in compagnia di Faenza e Fortitudo Bologna, dopo la sconfitta casalinga subìta con la Dynamis Manzolino. 5-2 il risultato finale, con punti di Andrea Piovaccari e Bianchetti. Qui è proprio Bianchetti, fino a questo momento, il migliore della squadra con il 52,6% di vittorie (10-9) mentre i giovani Andrea Piovaccari e Gallerani seguono rispettivamente con il 36,3% (8-14) e con il 33,3% (6-12). Liviano Piovaccari, dopo sette gare giocate, deve ancora rompere il ghiaccio.

    • TORNEO NAZIONALE VETERANI – SERMIDE (MN) 16/12/2007

    Due piazzamenti negli ottavi di finale, per i pongisti del Tennistavolo Ferrara, nel torneo nazionale di Sermide riservato alla categoria Veterani. Tra gli Over 40 Antonucci supera il suo girone cedendo all’ex campione italiano Giovanni Bisi per 3-0 ma battendo in tre set sia Zini sia Ussaggi. Nel tabellone a eliminazione diretta, poi, lo stop arriva subito per mano del più quotato Mocellin. Tra gli Over 50 coglie il medesimo risultato Mugellini, che vince il suo girone grazie ai successi su Riva (3-1), Piovesan (3-0) e Piccinini (3-2) per poi cedere a Chiolo negli ottavi in cinque combattutissimi set. Sempre tra gli Over 50 Romagnoli non supera il suo girone battendo Rizzi (3-1) ma perdendo con Torregrossa (1-3) e Mortola (2-3, dopo avere vinto i primi due set e ceduto il terzo per 12-14). Nel doppio Mugellini e Romagnoli passano un turno, per poi perdere con Giovanni e Alessandro Bisi, assolutamente fuori portata.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 8a GIORNATA (08-09/12/2007)

    Davvero una bella giornata, l’ottava di campionato, per le squadre del Tennistavolo Ferrara; almeno per le prime due, quelle di C1 e di C2, che superano in casa rispettivamente l’Edera Forlì per 5-0 e il Reno Centese per 4-2. Stecca – ma era prevedibile – solo la formazione di serie D1, travolta dalla capolista Alfieri di Romagna per 5-0. Ma andiamo per ordine. In C1 il successo del Tennistavolo Ferrara sull’Edera Forlì era atteso, ma non nelle proporzioni in cui si è verificato. Nonostante sia fanalino di coda, la squadra romagnola si è presentata al match con una squadra sulla carta più che discreta per la categoria (i terza categoria Rossi e Collini, più Grechi), ma il campo ha spazzato subito via ogni dubbio e gli estensi si sono imposti in appena un’ora senza cedere alcun set, complice il modesto stato di forma degli avversari. Mai, nel recente passato della società, un successo era giunto in maniera tanto netta. Due punti a testa per Curarati (Grechi, Collini) e per Antonucci (Collini, Rossi), mentre Mugellini ha firmato il quinto successo su Rossi. A una giornata dalla fine del girone di andata, il Tennistavolo Ferrara è a +4 dalle terze classificate e quindi in piena zona promozione dopo sette vittorie in otto turni. Un altro dato che rispecchia bene il campionato della prima squadra societaria è costituito dal computo delle gare singole (39 vinte, solo 13 perse) e dalla differenza set (130-58). Curarati viaggia con il 95% di positività, Mugellini con il 68,7%, Antonucci con il 56,2%. Sono cifre da corsa, nonostante la sconfitta subita con Camerino impedisca agli estensi di vantare anche l’imbattibilità. Ma la vittoria più bella del week-end è stata senz’altro quella della formazione di C2, che ha superato in casa per 4-2 il Reno Centese, presentatosi al derby nella veste di capolista. E’ stata una gara emozionante, tiratissima, nella quale cinque gare su sei si sono concluse alla bella, e spesso con punteggi davvero risicati. Per l’occasione il Tennistavolo Ferrara ha fatto debuttare Giulio Sani, che ha puntualmente siglato due punti (con brillante 3-0 al quotato Naldi e sofferto 3-2 in rimonta su Simonati). Romagnoli (che finora ha il 91% di positività) ha conquistato gli altri due dopo partite combattutissime con Simonati e Piazzi. Sempre al quinto set, Maurizio Buzzone ha invece ceduto i suoi match a Naldi e a Piazzi, giocando comunque un buon tennistavolo, macchiato solo dall’imprecisione nella risposta al servizio. Nel complesso, davvero un gran derby. Il Tennistavolo Ferrara raggiunge Reno Centese al secondo posto, a un solo punto dalla vetta (11 contro 12): e ora, dopo cinque vittorie in otto giornate, per gli estensi si aprono prospettive addirittura di promozione. In D1, infine, la terza formazione societaria ha perso per 5-0 a Forlì con l’imbattuta Alfieri di Romagna. Troppo forti, i padroni di casa, per Gallerani, Andrea Piovaccari e Liviano Piovaccari. Gli estensi sono all’ultimo posto in coabitazione con Faenza, Fortitudo e Zinella.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 7a GIORNATA (01/12/2007)

    Il Tennistavolo Ferrara espugna con autorità anche Silvi Marina e mantiene il suo secondo posto (ma con una gara in meno rispetto alla capolista Cus Camerino) in serie C1. La lunga trasferta abruzzese contro la formazione composta da Pomante, Gratani e Assogna, autrice di un buon inizio di campionato, ha dato agli estensi la sesta vittoria in sette partite. 5-2 il risultato finale, in un match nel quale il Tennistavolo Ferrara è partito subito in quarta senza che l’esito del match potesse essere mai in discussione. Curarati ha siglato facilmente un’altra tripletta senza concedere alcun set agli avversari: per lui fanno 17 successi in 18 gare giocate. Antonucci e Mugellini hanno completato l’opera vincendo un incontro a testa, con citazione d’obbligo soprattutto per il secondo, presentatosi in campo non in perfette condizioni fisiche ma capace di battere, nonostante questo, il numero uno avversario. Ora, nella lotta per la promozione, l’insidia principale dovrebbe essere il Teramo, che gli estensi affronteranno in trasferta nell’antivigilia di Natale. In serie C2 tutto facile per la seconda formazione del Tennistavolo Ferrara, corsara a Imola contro il Santa Caterina B per 4-2. Doppietta di capitan Romagnoli, con gli altri due punti arrivati per l’assenza, nelle file romagnole, di Calesini, contro il quale, quindi, Andreoli e Salvatore Buzzone hanno vinto a tavolino. Il Tennistavolo Ferrara mantiene la sua tranquilla posizione di centroclassifica. Sconfitta, invece, per la terza squadra del club in serie D1. In casa, contro la Fortitudo Bologna, è stata superata per 5-2 con Andrea Piovaccari e Bianchetti autori dei punti estensi. A secco Liviano Piovaccari. La lotta per non retrocedere, in questo caso, continua.

    • TORNEO NC – CASTIGLIONE DI RAVENNA (26/11/2007)

    Poca fortuna per i portacolori del Tennistavolo Ferrara. Nel singolare ha superato il girone iniziale solo Bianchetti (3-1 a Barilli, 3-0 a Flori, 0-3 con Pietro Vitali), che poi ha perso nel primo turno della fase a eliminazione diretta con Colombi. Eliminati in girone, invece, Andrea Piovaccari (sconfitte con Nostri e Gerace) e Liviano Piovaccari (battuto da Melacotte, Pollino e Zaghini). Nel doppio Bianchetti e Liviano Piovaccari sono stati eliminati nel secondo turno.

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA – TERNI (25-26/11/2007)

    Ancora Enrico Mugellini in bella evidenza nei tornei individuali. Il pongista del Tennistavolo Ferrara, su un lotto di circa 450 pongisti provenienti da tutta Italia, ha chiuso brillantemente nei primi 32 la sua avventura nel torneo nazionale di Terni, riservato ai quarta categoria. Dopo avere chiuso al secondo posto il suo girone iniziale (vittorie su Pompetti e Guarino, sconfitta con Sist), Mugellini ha superato tre turni nel tabellone a eliminazione diretta (successi su Ricci, Formigoni e Grande) prima di cedere a Rigo, prima testa di serie del torneo, in quattro set. Buon risultato anche per Giulio Sani, che all’esordio stagionale ha vinto a punteggio pieno il suo girone (vittorie su Mitolo, Beverini e Puglisi) prima di cedere al giovane Brussolo (1-3) nel turno iniziale dell’eliminazione diretta. Mugellini ha partecipato anche al singolare di terza categoria (in virtù della sua posizione nelle classifiche italiane) chiudendo però il suo girone con tre sconfitte (1-3 con Melis, 2-3 con i quotati Casali e Caprì).

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 6a GIORNATA (17-18/11/2007)

    Torna facilmente alla vittoria, il Tennistavolo Ferrara, nella sesta giornata del campionato di C1. A Bologna, contro la Fortitudo, non c’è neppure lotta: un compito sin troppo facile. I felsinei lasciano a riposo i loro due migliori giocatori (Azzaroni e Andriani), schierano Bui, Bini e Greco e di conseguenza la gara, per gli estensi, diventa una semplice passeggiata. Curarati coglie due rapidi punti, doppietta anche per Mugellini, mentre Antonucci sigla un punto nell’unica partita giocata. Solo due i set concessi agli avversari. La sconfitta del Silvi Marina a Camerino, ora, sembra lanciare proprio la coppia composta dai marchigiani e dal Tennistavolo Ferrara, che proprio nel big-match a Silvi Marina, alla ripresa del campionato, non dovrà fallire per tentare una prima accelerazione. Il campionato, però, è lungo e sarà bene non allentare la guardia. Arrivano, invece, sconfitte nei campionati inferiori. In C2, a Cesenatico contro la capolista Everping, il Tennistavolo Ferrara subisce – oltre al gioco degli avversari – anche le non favorevoli condizioni ambientali (palestra fredda e poco illuminata) e perde per 5-1 con punto della bandiera firmato da Salvatore Buzzone sul più quotato Galli. La squadra estense è sesta in classifica con un bilancio di tre successi, un pareggio e due sconfitte. In D1, invece, la terza formazione societaria si arrende in casa al San Martino in Riparotta per 4-5. A nulla servono le doppiette di Gallerani e Andrea Piovaccari. Bianchetti, dopo la grande tripletta di Bologna, infatti resta a secco. Il Tennistavolo Ferrara è settimo in graduatoria.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 5a GIORNATA (10-11/11/2007)

    Dopo quattro vittorie di fila, per il Tennistavolo Ferrara in serie C1 giunge l’ora del primo stop. A infliggerglielo è il Cus Camerino, corsaro in via Praisolo con il risultato di 5-4. Davvero una buona squadra, quella marchigiana, con tre giocatori (Belardinelli, Giovagnoli e Zardi) sicuramente molto attrezzati per la categoria. E’ la cronaca di una gara che sembrava essere cominciata in scioltezza per gli estensi: Mugellini subito a segno con Zardi (3-1), Curarati vincitore su Giovagnoli (stesso punteggio). Ma qui la partita, a sorpresa, girava: Antonucci cedeva nettamente all’ostico Belardinelli (0-3), Curarati perdeva l’imbattibilità in campionato a opera di un ottimo Zardi (1-3), ancora Belardinelli costringeva alla resa Mugellini (1-3) e Antonucci dopo una buona partenza si disuniva e perdeva contro Giovagnoli (1-3). Sul 2-4, però, il Tennistavolo Ferrara aveva un sussulto: Curarati vinceva su Belardinelli in tre set e subito dopo Antonucci, in ombra sino a quel momento, tirava fuori la grinta e dopo una buona prova superava Zardi per 3-1. Era 4-4. Qui le speranze estensi finivano tutte sulle spalle di Mugellini, che trovava di fronte un Giovagnoli molto preciso ma lottava sino all’ultimo, rimontando due volte e cedendo solo alla bella. Ora il Tennistavolo Ferrara (8 punti) è a –2 dalla capolista Camerino, anche se la situazione virtualmente è alla pari perché i marchigiani hanno giocato una partita in più. In serie C2, invece, tutto facile per la seconda squadra societaria contro il fanalino di coda Programma Uno Bologna. 6-0 il risultato di un match senza storia, con Romagnoli (ancora imbattuto) autore di due punti al pari di Maurizio Buzzone. Una vittoria a testa per Scalorbi e Salvatore Buzzone. La squadra è al terzo successo in cinque gare e la zona salvezza, al momento, è a debita distanza. Chiudiamo con la serie D1, dove il Tennistavolo Ferrara ha colto un’importante vittoria sul campo della Fortitudo Bologna. 5-4 il risultato di una vera e propria maratona, che ha visto primeggiare Bianchetti, autore di una fondamentale tripletta. Per Andrea Piovaccari e Gallerani, invece, un punto a testa.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA (03/11/2007)

    Continua a volare, il Tennistavolo Ferrara, nel campionato a squadre di serie C1: quarta vittoria consecutiva e primo posto a punteggio pieno. Nessun'altra formazione del girone F è ancora imbattuta. Il poker è stato servito a Faenza contro la Libertas: successo per 5-1 e vera prova di forza della squadra estense contro un’avversaria di buona quotazione. Se serviva un buon banco di prova per quattro turni di campionato. Antonucci, ancora non al meglio, è parso comunque in sensibile ripresa: grintoso 3-1 al numero uno romagnolo Burzacchi e poi, contro Bordini, bella rimonta da 0-2 a 3-2 sotto la regia, dalla panchina, di un Romagnoli ancora una volta preziosissimo con i suoi consigli. Bene anche Mugellini, battuto nel match inaugurale da Gazzoni dopo quattro set combattutissimi ma a segno, nella sua seconda partita, contro il quotato Burzacchi per 3- saggiare la reale consistenza dei ferraresi, si può dire che l’esame di maturità sia stato superato a pieni voti. La gara, nonostante l’apparente divario di forze in campo, è durata ben tre ore e praticamente tutti gli incontri sono stati tirati. Capitan Curarati mantiene l’imbattibilità: il 2 su 2 colto a Faenza contro Bordini e Gazzoni lo vede già in doppia cifra, con dieci partite vinte in appena 2. Per lui, finora, davvero un campionato positivo. In serie C2 vince anche la seconda squadra del Tennistavolo Ferrara: anche in questo caso 5-1 in trasferta, questa volta sul campo dell’Acli Lugo. Due punti a testa per Romagnoli, ancora imbattuto, e per Maurizio Buzzone, mentre Salvatore Buzzone ha conquistato un successo. La gara è stata complessivamente facile. La formazione estense è in pieno centroclassifica, in posizione tranquilla. Perde invece il team di serie D1: 1-5 casalingo contro la Maior 1 Castelmaggiore. Un punto per Bianchetti, mentre Andrea e Liviano Piovaccari sono rimasti al palo. La squadra resta nel folto gruppo di formazioni a quota 2.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (27-28/10/2007)

    Dopo molto tempo la prima squadra del Tennistavolo Ferrara torna a respirare aria di vertice. Il 5-2 con il quale Curarati (tre punti), Mugellini (due punti) e Antonucci hanno superato in casa, senza particolare affanno, la Juvenes San Marino in serie C1 coincide con la terza vittoria consecutiva in campionato e con essa la formazione estense rimane già ora l’unica imbattuta del girone. Al primo posto della classifica attualmente c’è anche il Silvi Marina, che però ha giocato una partita in più. Grande avvio di stagione, quindi, per il Tennistavolo Ferrara, che sta dominando grazie alla presenza di un “fuori categoria” come Curarati (otto facili successi in otto gare) e alla sua compattezza di squadra, al cui interno, sabato, alla pessima prova di Antonucci, in campo senza la necessaria cattiveria agonistica, ha posto rimedio il “due su sue” di un Mugellini ispirato, a segno per 3-1 anche con il bravo Berardi e, più in generale, già vincitore di cinque gare su sei. In serie C2, per contro, è arrivata la prima sconfitta stagionale per il club estense. Il terzetto composto da Maurizio Buzzone (un punto), Salvatore Buzzone (un punto) e Scalorbi è stato battuto in casa dalla Zinella Csi San Lazzaro per 4-2. Ottima e di buon rilievo soprattutto la vittoria di Salvatore Buzzone contro Marani, poi superato in cinque set anche da Maurizio Buzzone. La squadra resta in pieno centroclassifica. Chiudiamo con la serie D1, dove la terza formazione del Tennistavolo Ferrara invece ha colto il primo successo del campionato: bel 5-3 a Faenza con piena conferma dei progressi di Andrea Piovaccari e Simone Gallerani, autori di due punti a testa. Il quinto successo è stato colto da Bianchetti.

    • TORNEO REGIONALE NC/4a CATEGORIA – CASTIGLIONE DI RAVENNA (21/10/2007)

    Ottima spedizione, per il Tennistavolo Ferrara, nel torneo di Castiglione di Ravenna. Tra i quarta categoria Romagnoli chiude nei quarti di finale: vinto a punteggio pieno il suo girone con successi su Dall’olio (3-0), Sentimenti (3-0) e Antuofermo (3-1), il difensore estense supera per 3-1 Cavoli per poi cedere in quattro set al giovane Grechi. Ma il principale protagonista della giornata, per il Tennistavolo Ferrara, è Andrea Piovaccari, che nel torneo per non classificati arriva brillantemente nei primi otto sulla spinta di quattro vittorie consecutive, rispettivamente su Fornasari (3-1) e Bettoli (3-1) in girone e – successivamente – su Zauli (3-2) e Amenduni (3-2) nel tabellone a eliminazione diretta. Per il giovane pongista estense, superato solo da Poppi, si tratta del miglior risultato di carriera. La giornata viene completata dal secondo posto della coppia Andrea Piovaccari-Gallerani nel doppio non classificati: vittorie su Ferrone-Spada (3-0) e Vitali-Bettoli (3-1), prima di cedere in finale a Pizzetti e Malavasi in tre set. Nel singolo non classificati supera il girone anche Gallerani (aiutato da un pizzico di fortuna, visto l'assenza di Imberti e Coltrioli), prima di essere eliminato da Poppi nei sedicesimi. Liviano Piovaccari invece non supera il girone battendo Ferrone (3-0) ma arrendendosi a Zauli (0-3) e Malavasi (0-3). Nel singolo di quarta categoria, oltre a Romagnoli, partecipa anche Andrea Piovaccari come qualificato. Nel suo girone batte Poppi (rivincita del torneo nc) in quattro set ma cede a Cavoli e Fabbri, chiudendo terzo. Per lui, però, una giornata davvero da ricordare.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (13/10/2007)

    Una vittoria, un pareggio e una sconfitta, per il Tennistavolo Ferrara, nella seconda giornata dei campionati a squadre. In serie C1, a Senigallia, la prima formazione societaria soffre più del previsto per metà match, va sotto per 1-3 ma poi inanella quattro perentori 3-0 consecutivi che la portano a imporsi per 5-3. Ancora una volta la parte del leone la recita il seconda categoria Curarati, che non perde alcun set e sigla tre comodi punti in una categoria che gli va assolutamente stretta. Il capitano estense dopo cinque gare è ancora imbattuto. Mugellini comincia cedendo di fronte al numero uno di casa Papaveri (0-3) ma poi è probabilmente decisivo per l’andamento della gara con la sua bella vittoria sul terza categoria nazionale Giacomini (3-0) in un match che – se perso – avrebbe portato i ferraresi sul 2-4 e quindi a un passo dalla sconfitta. Prova dai due volti – infine – per Antonucci, battuto a sorpresa nella prima partita da Fasulo (1-3), ko ancora più nettamente con Papaveri (0-3) ma finalmente tonico nell’ottava partita contro Giacomini (3-0). Alla fine la vittoria arriva di squadra ed è un ottimo segnale, che dimostra l’attesa compattezza del team, che punta alla promozione in B2. Scendendo in C2, il Tennistavolo Ferrara – pur privo di Romagnoli – ha strappato un bel punto con il 3-3 a Imola contro il Santa Caterina A. Anche in questo caso il risultato è lo specchio di una buona prova corale, visto che sia Andreoli (contro il quotato Fabbri), sia Maurizio Buzzone e Scalorbi (contro Sentimenti) sono andati a bersaglio. Di rilievo la vittoria sul 2-3 di Scalorbi: 11-9 al quinto set proprio con Sentimenti. Nelle file imolesi due punti di Teci. In serie D, infine, il Tennistavolo Ferrara è stato battuto nettamente in casa dal Santa Caterina C. 5-2 il risultato finale, con punti estensi di Andrea Piovaccari (bel 3-1 contro l’esperto Dima) e di Bianchetti, che ha superato al quinto set Riciardelli. A secco, invece, sia Gallerani sia Liviano Piovaccari.

    • CAMPIONATO A2 VETERANI – 1° CONCENTRAMENTO (SAN POLO, 06-07/10/2007)

    Il Tennistavolo Ferrara debutta con il piede giusto anche nel campionato a squadre di serie A2 riservato alla categoria Veterani. Nel primo concentramento del torneo, che a San Polo ha visto che le otto formazioni al via del girone B disputare quattro gare, la società estense ha collezionato tre successi e una sola sconfitta, arrivando così al giro di boa del campionato in seconda posizione. Prima e seconda si qualificheranno allo spareggio per la promozione in A1. Grande protagonista Sergio Curarati, a segno in sei gare di singolare su otto. Di rilievo soprattutto la partita vinta sull’ostico Di Silvio dopo una dura battaglia e il brillante 3-1 rifilato all’ex seconda categoria Arisi. Insieme a Curarati, in squadra, erano schierati Mugellini e Antonucci, quest’ultimo decisivo sul 2-2 (vittoria per 3-0 sul difensore De Lorenzi) nella delicatissima sfida con Padova. Le altre partite del concentramento hanno visto il Tennistavolo Ferrara superare per 3-1 il Castello Roma e per 3-1 il San Polo; unica sconfitta, peraltro prevedibile, quella con la capolista Castiglione (1-3), forte di Schuster e Castelvetro. In tutti i casi è stato importantissimo il doppio, visto che tra i Veterani si gioca con la formula della Coppa Davis. Curarati e Antonucci, anche in questo caso, hanno perso (ma di misura, al quinto set) solo quello contro la squadra di Castiglione. Il secondo e ultimo concentramento della serie A2 Veterani si terrà in inverno a Roma.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA (29/09/2007)

    Il Tennistavolo Ferrara inaugura la stagione 2007/2008 con due belle vittorie tra C1 e C2. Battuta invece la formazione di D1, ma solo di misura e dopo una gara gagliarda. Ma andiamo per ordine. La prima squadra debutta travolgendo in casa - in appena 100 minuti - il ripescato Nettuno Bologna, presentatosi in campo con la stessa formazione che nella scorsa annata sportiva ha disputato la categoria inferiore. Il 5-0 finale porta la firma di capitan Curarati (2 punti), Mugellini (2) e Antonucci (1). Buono il ritorno in prima squadra di Mugellini dopo alcuni anni di assenza: il secondo dei suoi punti arriva contro il terza categoria Mencaroni. Meno brillante Curarati, che batte facilmente un precipitoso Messini ma poi – forse anche deconcentrato - stenta oltremisura con il meno quotato Mazzanti, che a sorpresa arriva a un passo dall’approdo al quinto set. Per Antonucci – infine - una sola partita, chiusa peraltro in tre set contro un Mencaroni ancora in ritardo di condizione. L’avvio estense è promettente, ma per capire se la squadra è davvero da corsa serviranno banchi di prova più impegnativi e il prossimo – a Senigallia – probabilmente lo sarà. In C2 il Tennistavolo Ferrara sigla subito una vittoria di prestigio. Sempre nella palestra Einaudi, la seconda squadra societaria supera per 4-2 (da quest’anno nel massimo campionato regionale si gioca con la formula “mini-swaytling”) il San Martino Riparotta, fresco di rinuncia alla B2 e ora in campo due categorie più in basso con il terza categoria Pasqualini (n. 346 d’Italia) nel terzetto di partenza. Alla fine capitan Romagnoli sigla due importanti punti, con l’ulteriore apporto di Andreoli (1) e Maurizio Buzzone (1), mentre Salvatore Buzzone – sceso in campo nella quinta partita al posto del fratello - cede in tre set l’unica gara disputata. Ma è Maurizio Buzzone l’eroe di giornata, con la sua grande vittoria su Pasqualini, che al di là della classifica individuale nella scorsa B2 ha vinto ben 24 partite con il 65% di positività. Il suo successo per 3-2, peraltro, arriva dopo avere rimontato due set di svantaggio. Un risultato da ricordare. Romagnoli lotta ma prevale in quattro set sull’ostico Nanni, Andreoli supera facilmente Bonori (13 punti concessi in tre frazioni) e Romagnoli batte ancora Bonori (anche qui 13 punti in tre set) nell’ultimo incontro, decisivo per la vittoria estense. In serie D1 il Tennistavolo Ferrara cede per 5-3 a San Lazzaro, ma lo fa solo dopo oltre tre ore di lotta. Bianchetti sigla due punti, Gallerani uno. Ma le prove degli esordienti Gallerani (due sconfitte solo al quinto set) e Andrea Piovaccari, entrambi al debutto assoluto in categoria, fanno ben sperare per il futuro

    • PRESENTAZIONE CAMPIONATI A SQUADRE 2007/2008

    Semaforo verde per la nuova stagione di tennistavolo. Sono alle porte i campionati a squadre 2007/2008 e il Tennistavolo Ferrara – con qualche cambiamento rispetto alla scorsa stagione – sarà al via dei tornei maschili di C1, C2 e D1. Una formazione in meno rispetto all’anno passato (il club ha rinunciato a una delle C2 cui aveva diritto), ma anche ritrovate speranze di vertice per la prima squadra, che dopo la retrocessione dalla B2 si presenta al via della C1 con la conferma dell’ottimo Curarati (tornato ai fasti della seconda categoria nazionale, tra i primi 130 giocatori italiani e corteggiato invano, durante l’estate, da team di categoria superiore) e di Antonucci, presente per la diciottesima stagione tra i terza categoria. Cambia il terzo giocatore: Cerini è andato all’Este in serie B1 e dopo qualche anno rientra così nel primo team societario Enrico Mugellini, molto motivato dopo la buona stagione scorsa e soprattutto dopo il brillante piazzamento nei primi 16 al torneo nazionale di quarta categoria di Livorno, che ha da poco inaugurato l’attività individuale 2007/2008. Il girone – da dieci squadre – presenta trasferte molto impegnative per la C1: oltre alle emiliano-romagnole (Forlì, Faenza, Nettuno Bologna, Fortitudo Bologna) il Tennistavolo Ferrara dovrà affrontare Teramo, Silvi Marina, Camerino, Senigallia e San Marino. Per una squadra di C1 che punta alla promozione (saliranno direttamente in B2 le prime due), in C2 il Tennistavolo Ferrara propone invece una formazione di livello medio. Anche qui si registra una partenza: quella di Naldi, tornato dopo un solo anno ai “cugini” del Reno Centese. Le due ferraresi sono state inserite nel girone romagnolo con Lugo A, Lugo B, San Martino in Riparotta, Imola A, Imola B, Programma Uno Bologna, Cesenatico e Zinella San Lazzaro B. Romagnoli sarà il capitano di un Tennistavolo Ferrara che avrà nel giovane Maurizio Buzzone, probabilmente, il giocatore più atteso. Si spera in un suo salto di qualità, così come si spera in una bella ripresa di Andreoli dopo la difficile stagione scorsa. Completano la rosa il navigato Scalorbi e Salvatore Buzzone Scendendo in D1, il Tennistavolo Ferrara propone quest’anno una squadra senza particolari obiettivi di classifica ma dall’ampio organico. I giovani Andrea Piovaccari e Gallerani faranno esperienza e saranno affiancati, a turno, da Bianchetti, Liviano Piovaccari e Sfrisi. In girone anche Manzolino, San Martino in Riparotta, Faenza, Imola C, Tt Bologna, Fortitudo Bologna, Castelmaggiore, Alfieri di Romagna.

    • TORNEO REGIONALE NON CLASSIFICATI – CASTIGLIONE DI RAVENNA (23/09/2007)

    Eliminazione in girone per Andrea e Liviano Piovaccari. Entrambi lo chiudono al terzo posto, ma passano – come sempre – i primi due. Andrea Piovaccari batte in tre set Fiumi ma cede a Cuoghi e a Zaghini. Liviano Piovaccari supera Bezzi per 3-0 ma si arrende a Benini (1-3) e a Bonicelli (1-3).

    • TORNEO NAZIONALE 3a CATEGORIA – CORTEMAGGIORE (15/09/2007)

    Poca fortuna per i colori estensi. Partecipano al torneo in due: Antonucci e il qualificato Mugellini. Il primo vince la gara d’esordio con il lombardo Paul Filippi (3-2), impegna il quotato Franco (1-3 e bella sfiorata) ma poi cede dopo un brutto match al quarta categoria Mommi, venendo immediatamente eliminato. Corsa breve anche per Mugellini, che non sfrutta l’assenza della testa di serie del suo girone (Viviani) e perde in tre set sia con il giovanissimo Seretti sia contro Castagno. In doppio i due ferraresi si rifanno, chiudendo nelle prime 16 coppie.

    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA – LIVORNO (08/09/2007)

    La “vernice” assoluta della stagione pongistica 2007/2008 è positiva per il Tennistavolo Ferrara. A Livorno, nel primo torneo nazionale di 4a categoria, Enrico Mugellini coglie un brillante posto nei primi sedici in un tabellone che vedeva al via circa 240 giocatori. Dopo avere vinto senza cedere alcun set il suo girone iniziale (successi su Orlandi, Ippoliti e Bartoli), il difensore ferrarese supera dopo un avvincente 3-2 il veneto Michele Filippi (che gli aveva rimontato due set) e per 3-1 Lavoratti, cedendo solo al toscano Zizzo per 0-3. Bene anche Romagnoli e Andreoli. Romagnoli vince a punteggio pieno il suo girone con una terna di 3-0 ai danni di Lorenzetti, Montuori e Biagini; nel tabellone a eliminazione diretta supera per 3-1 Terrazzani ma poi si arrende per 0-3 a Bussotti, chiudendo la sua corsa nei primi 64. Andreoli vince il suo girone a punteggio pieno battendo per 3-1 Boccialoni, per 3-2 l’emiliano Milianti (11-9 nella bella) e per 3-2 Baracchini; poi, nell’eliminazione diretta, perde al primo turno per 2-3 con Auricchio.

    • CAMPIONATI ITALIANI – TERNI, 31/05/2007 – 01-02/06/2007

    Buoni risultati, per il Tennistavolo Ferrara, nei campionati italiani 2006/2007 disputati a Terni e che hanno costituito l’ultimo appuntamento della stagione agonistica. Di rilievo soprattutto la promozione della squadra Veterani in serie A2, dove la società estense torna – quindi - dopo un anno di purgatorio nelle serie regionali. Qualificatasi con autorità dai due concentramenti emiliano-romagnoli, la formazione del Tennistavolo Ferrara ha chiuso la fase decisiva interregionale nelle prime 4 su un totale di 24 partecipanti. I successi che negli spareggi di Terni hanno riportato Ferrara in A2 Veterani sono giunti sul Besenello Trento di Aldrighetti e Moratelli per 3-1 (2 punti per Curarati, vittoria per il doppio Curarati-Antonucci) e sull’Olympiakos Palermo di Noto e Salerno per 3-0 (Curarati e Antonucci a segno sia nei singoli sia nel doppio). Nella fase regionale aveva dato un prezioso apporto anche Mugellini. Passando alle gare individuali e di doppio, nella quarta categoria il risultato più significativo è stato raggiunto dalla coppia Mugellini-Romagnoli, che nel tabellone di doppio – su un totale di 106 formazioni iscritte – ha chiuso negli ottavi di finale battendo i siciliani Puglisi-Puglisi e i piemontesi Toraldo-Selmi prima di essere superati dal duo Ringressi-Bagnolesi, teste di serie n. 1 del tabellone. Nel singolare sia Mugellini sia Romagnoli hanno superato il girone iniziale e altri due turni nel tabellone a eliminazione diretta, chiudendo nei primi 128 su un totale di quasi 600 iscritti. Per Mugellini, in girone, successi su Grasso e Crispino e sconfitta con il romagnolo Carà; nel tabellone a eliminazione diretta, invece, 3-2 a Rossati, 3-0 a Brignola e sconfitta per 1-3 con Tiberio. Per Romagnoli, in girone, successi su Maffei e Pagano e sconfitta con Giannatempo; nel tabellone a eliminazione diretta, invece, primo turno superato d’ufficio, 3-2 a Bonatti e sconfitta per 0-3 con il reggiano Pivetti.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 18a GIORNATA (19/05/2007)

    Finisce con due retrocessioni la negativa stagione del Tennistavolo Ferrara nei campionati nazionali: a quella – già matematica da qualche settimana – della squadra di B2 si è aggiunta, dopo l’ultima giornata, quella del team di C1. Eppure l’atto conclusivo, almeno in B2, ha riservato un platonico botto: la vittoria – addirittura per 5-2: tripletta di Curarati e ottimo 2 su 2 di Antonucci – sul campo del San Polo, terzo in classifica. Un successo con pagine importanti, se si pensa che sia Curarati sia Antonucci sono riusciti a battere il seconda categoria Raspi (n. 108 d’Italia). Antonucci lo ha superato già al terzo incontro dopo cinque set tiratissimi (11-8 nella bella), che hanno visto nella “spinta” di puntinata sul rovescio dell’avversario la chiave del match. Era da qualche anno che Antonucci non riusciva a battere un avversario posizionato attorno al centesimo posto italiano. Curarati ha poi imitato il compagno addirittura in maniera più netta, sulla spinta di un 3-0 che unitamente agli ultimi risultati non ancora considerati dal computer dovrebbe riportarlo – nelle classifiche di fine stagione – in seconda categoria. Al di là delle due vittorie su Raspi, Curarati ha firmato altri due punti: il primo in maniera risicatissima su Mittica (che vinceva per 2-0) e il secondo invece di autorità contro il brillante Fava, battuto nettamente in quattro set giocati ad alto livello dal ferrarese. Antonucci ha completato l’opera confermando la sua bella giornata con un altro positivo, questa volta su Mittica (3-0). Due sconfitte e nessun set vinto, invece, da Cerini. E’ tempo, quindi, di trarre il bilancio di fine stagione: un bilancio sicuramente negativo per la squadra (tre sole vittorie in 18 gare, ma anche cinque sconfitte per 5-4 e tre per 5-3), che diventa altamente positivo per capitan Curarati (cinque triplette, 36 successi e 13 sconfitte, positività del 73,5%) e discreto per Antonucci (15 vittorie, 30 sconfitte, 33,3%), mentre Cerini si è imposto solo in tre occasioni su un totale di 42 partite, per una positività del 7%. In serie C1 non c’è stato il miracolo e la situazione – già compromessa dopo il penultimo turno – non ha riservato sorprese nell’atto finale, dove peraltro neppure un successo avrebbe dato certezze di salvezza agli estensi. Ma il problema in definitiva non si è posto, perché sul campo del ben più quotato Latisana A il Tennistavolo Ferrara si è arreso per 5-2. Non è mancato però un grande acuto: quello di Romagnoli, capace di battere per 3-2 il numero uno locale Callegaro, ex seconda categoria e attualmente n. 174 d’Italia. Si tratta, per il difensore ferrarese, del terzo più prestigioso successo della carriera (in termini di classifica dell’avversario). L’altro punto ferrarese è stato conquistato da Mugellini su Segat. A secco Andreoli, che nonostante l’impegno e qualche buon spezzone di match in questi mesi non è riuscito a rompere il ghiaccio a questi livelli. Relativamente agli altri, Mugellini è stato il migliore della squadra con 23 vittorie e 24 sconfitte (48,9% di positività) mentre Romagnoli ha chiuso con il 38,7% (12-19) e Naldi con il 25% (5-15). Due gettoni di presenza anche per Sani: due successi e una sconfitta. In serie D1 il Tennistavolo Ferrara si è congedato con un facile 5-0 sulla Zinella San Lazzaro “A”, con doppiette per Scalorbi e Salvatore Buzzone e un punto di Maurizio Buzzone. La squadra chiude il campionato al secondo posto (pari punti con la Zinella B, che però ha vinto i due scontri diretti) ed è promossa direttamente in C2. Le percentuali dei singoli: per Andreoli, impegnato a inizio stagione, 11 vittorie e nessuna sconfitta; per Maurizio Buzzone, molto bravo, score di 24-6 (80%); per Salvatore Buzzone, sempre molto concreto, score di 20-7 (74%); molto bene, però, anche Scalorbi (18-8, 69,2%), mentre Bianchetti ha chiuso la stagione con un discreto 46,1% (12-14). Ultimo atto anche per la squadra di serie D2, che finisce al penultimo posto. Nella gara conclusiva gli estensi sono stati battuti in casa per 5-3 dalla Linea Stampa Bologna con due punti di Sfrisi e una vittoria di Andrea Piovaccari. Nessun successo, invece, per Liviano Piovaccari. Le percentuali finali: Sfrisi 66,6% (6 gare vinte, 3 perse), Andrea Piovaccari 37,1% (13-22), Gallerani 33,3% (6-12), Liviano Piovaccari 32,1% (9-19), Guido Trentini 50% (3-3), mentre De Luca e Antonio Trentini hanno chiuso la stagione rispettivamente con uno zero su 2 e uno zero su 6.

    • CAMPIONATI PROVINCIALI – 12/05/2007

    I campionati provinciali 2007 di tennistavolo hanno confermato in pieno i pronostici della vigilia. Il Tennistavolo Ferrara ha primeggiato sia nel singolare sia nel doppio, con Sergio Curarati e Luca Antonucci – i due migliori pongisti della provincia per le classifiche nazionali – a spartirsi i titoli in palio. Nel singolare sono stati proprio loro a disputare la finale: esattamente come un anno fa, con lo stesso risultato di allora (11-9 al quinto set) ma con cambio di vincitore. Se nel 2006 si era imposto Antonucci, questa volta è stato Curarati a salire sul gradino più alto del podio. La finale è stata molto bella e giocata ad alto livello da entrambi i contendenti: Curarati ha confermato il suo grande carattere recuperando due set di svantaggio e sfruttando – nella seconda parte del match – anche il calo fisico dell’avversario. In semifinale Curarati aveva superato Naldi di misura, mentre Antonucci aveva battuto al quinto set – anche qui dopo una gara molto tirata e piacevole – il compagno di squadra Mugellini. Eliminati nei quarti di finale Piazzi (0-3 da Curarati), Salvatore Buzzone (0-3 da Mugellini), Romagnoli (2-3 da Naldi) e un ottimo Andreoli (1-3 con Antonucci). Curarati e Antonucci hanno dominato anche nel doppio, vincendo il torneo senza perdere alcun set: e come nel 2006 la coppia finalista è stata quella composta da Romagnoli e Mugellini. La finale si è chiusa con il risultato di 3-0. Eliminate in semifinale le coppie Piazzi-Andreoli e Cerini-Naldi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE - 17a GIORNATA (05/05/2007)

    Ancora una sconfitta - per il Tennistavolo Ferrara - in serie B2: la quindicesima in 17 partite. Questa volta la squadra estense si è arresa in casa all’Asola per 5-2, replicando il risulato dell’andata, e anche in questo caso con gli unici punti messi a segno da capitan Curarati (3-0 a Gerevini e 3-1 al giovane Matteo Rodella). Le partite più belle, però, sono state quelle perse dallo stesso Curarati e da Antonucci con l’ex seconda categoria Romano Rodella: in entrambi i casi il bravissimo numero uno mantovano ha vinto solo per 11-9 al quinto set, dopo averne recuperati ben due di svantaggio contro Antonucci e uno con Curarati. Due incontri tiratissimi, con scambi lunghi e appassionanti. A secco Cerini. Sul piano della classifica ormai ben poco da dire, se non ricordare che il Tennistavolo Ferrara era già retrocesso matematicamente nella giornata precedente. Brutto week-end anche in C1, non tanto per il risultato della seconda squadra societaria (facile successo per 5-0 al fanalino Latisana B) quanto per la contemporanea vittoria della Fincantieri Trieste su Camposampiero. Significa che a una sola giornata dalla fine del campionato i giuliani mantengono due punti di vantaggio sul Tennistavolo Ferrara, che per salvarsi ora sarà costretto a vincere a Latisana con il più quotato Latisana A e a sperare in un ko della Fincantieri con Padova: una combinazione sulla carta difficile. Contro il Latisana B due punti a testa per Romagnoli e Mugellini, mentre Sani ha firmato con autorità il quinto punto dei suoi. In serie D1 il Tennistavolo Ferrara ha perso lo scontro al vertice con la Zinella B a San Lazzaro per 5-3 e ora - raggiunto dai bolognesi - di fatto è secondo per via dei risultati dei due scontri diretti. Resta comunque ipotecata la promozione diretta in C2, a meno che dalla C1 non scendano (ancora possibile, ma apparentemente improbabile) due squadre emiliano-romagnole, fatto che imporrebbe agli estensi uno spareggio con il Casalgrande, secondo nell’altro girone di D1. Con la Zinella di Spinnato (tre punti) Maurizio Buzzone ha siglato una doppietta mentre Salvatore Buzzone ha conquistato il terzo punto. A secco sia Bianchetti sia Scalorbi (una gara a testa). Chiudiamo con la D2, dove il Tennistavolo Ferrara ha brillantemente espugnato i tavoli della Maior Castelmaggiore - quarta in classifica - per 5-3. Due punti a testa per Andrea e Liviano Piovaccari, un punto anche per Gallerani.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 16a GIORNATA (14-15/04/2007)

    Partito per Reggio Emilia con la certezza della retrocessione matematica (arrivata il giorno prima – ma era solo una formalità - con la vittoria di Asola sulla Fortitudo Bologna), il Tennistavolo Ferrara ha confermato il pronostico cedendo – questa volta nettamente – alla capolista di serie B2, contro la quale all’andata era riuscito a sorpresa a giungere addirittura al nono match. 5-1 il risultato finale, che sarebbe potuto essere 5-0 se Curarati – in giornata non eccezionale, in fatto di concentrazione – non avesse superato sul filo di lana Paoli, recuperando nel quinto set da 5-9 a 11-9. L’unica nota lieta della domenica reggiana è questa, anche perché – per il capitano estense – si è trattato di una rivincita visto che proprio Paoli nella gara di andata lo aveva superato nettamente. Per il resto poco da segnalare, se non i set vinti dallo stesso Curarati e da Antonucci con un pimpante Ballardini e quelli vinti da Cerini prima con Paoli e poi con il numero uno locale Bigi. Nel complesso, nessuna sconfitta netta ma tutte sconfitte giuste. Nessuna sorpresa neppure in C1, con la seconda squadra del Tennistavolo Ferrara battuta a Salzano per 5-3. A riposo Romagnoli, si è avuto il debutto stagionale di Sani, che ha confermato la sua affidabilità battendo Zanibellato. Mugellini ha colto con autorità una bella doppietta, mentre Andreoli – in giornata no – ha perso tutte le tre partite giocate. Il Tennistavolo Ferrara vede comunque inalterata la sua situazione in chiave salvezza: dando per scontati i due punti nel prossimo match con il fanalino Latisana B (che però ha appena vinto la sua prima gara di campionato), tutto sembrerebbe nelle mani della Fincantieri Trieste, che per salvarsi a danno degli estensi dovrà vincere una delle gare con Camposampiero e Padova, entrambe perse di poco all’andata. Marcia inarrestabile – per il Tennistavolo Ferrara – almeno in D1, dove gli estensi conducono con pieno merito la classifica con due punti di margine sulla Zinella San Lazzaro “B”: al tappeto anche il fanalino Everping Castiglione, battuto in casa facilmente per 5-0 con doppiette di Salvatore Buzzone e Maurizio Buzzone e quinto punto di Bianchetti. In D2, infine, la quarta squadra societaria si è arresa in casa alla Dynamis Manzolino per 5-1 con punto della bandiera di Sfrisi.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 15a GIORNATA (31/03/2007 – 01/04/2007)

    E ora il Tennistavolo Ferrara è ultimo in solitudine in B2. A Bologna, nello scontro diretto tra “fanalini”, contro la Fortitudo va in scena la quinta sconfitta stagionale per 5-4 degli estensi. Solo una volta – nelle maratone al nono match – quest’anno il TT Ferrara ha saputo uscire vincitore. Altre quattro volte – in passato – il ko era arrivato per 5-3. Sono fotogrammi, cifre di una stagione nella quale la squadra ha lottato, ha venduto cara la pelle, poche volte è stata annichilita ma altrettante, troppe volte non ha saputo fornire il quid in più per potercela fare. A Bologna ancora una volta il primattore è stato capitan Curarati, autore di tre punti sicuri e autoritari. Con i successi su Azzaroni, Andriani e Gellini il numero uno estense tocca la bella cifra di 30 partite vinte, per una positività che è tornata a superare il 70%. Antonucci ha superato in tre set Azzaroni nell’ottava partita, ma in precedenza – pur giocando sempre alla pari con gli avversari – aveva ceduto in cinque set (bruciante soprattutto il 9-11 con il ben più quotato Gellini) le altre due gare giocate. Cerini ha chiuso senza successi, con una “bella” raggiunta contro Azzaroni ma ancora con tanta, troppa discontinuità. Sul verdetto del campionato nulla da dire: nonostante le prodezze di Curarati, è una retrocessione meritata. Rischio di retrocessione anche in C1, dove però – nonostante il 2-5 subito a Manzano – il Tennistavolo Ferrara è ancora in corsa per la salvezza. I due punti estensi sono stati colti da Romagnoli e da Mugellini, quest’ultimo però in precarie condizioni fisiche e senz’altro non al meglio del suo potenziale. Bilancio a secco per Andreoli, ancora alla caccia del primo successo personale in campionato. A tre giornate dalla fine, il TT Ferrara deve recuperare due lunghezze alla Fincantieri Trieste, con cui però può permettersi di arrivare alla pari per potere strappare il biglietto-salvezza. In serie D1 nulla di nuovo, con la terza squadra societaria che continua a marciare a mille. In casa – contro il Tennistavolo Bologna – il 5-1 finale è stato perentorio: doppiette per Maurizio Buzzone e Scalorbi, con quinto punto di Salvatore Buzzone. La formazione estense è sempre prima in solitudine, ormai in C2. Chiudiamo con la serie D2, dove il quarto team societario è stato superato in casa dal più quotato San Faustino per 5-2. Di Andrea Piovaccari e Gallerani i due punti della bandiera: a secco Liviano Piovaccari e Sfrisi. Nei giorni antecedenti il week-end pongistico il Tennistavolo Ferrara – in collaborazione con il Provveditorato agli Studi – ha organizzato il campionato studentesco, che ha fatto registrare – soprattutto nella categoria “cadetti” – un’ottima partecipazione. Nel settore maschile si è imposto Zannoni su Lazzarini, mentre nel settore femminile successo di Seno su Zannoni.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 14a GIORNATA (10/03/2007)

    Non basta un grandissimo Curarati per muovere l’anemica classifica del Tennistavolo Ferrara in serie B2 (per la retrocessione matematica è ormai questione di poco). Il capitano sigla tre punti sonanti, ma la squadra si ferma lì e in via Praisolo è comunque il Carpi a fare festa per 5-3. Partiamo proprio dalle imprese del numero uno estense: facile 3-0 a Tossani (che all’andata lo aveva impegnato non poco); 3-1 in rimonta a un ottimo Santi con momento chiave nel secondo set (vinto per 13-11 dopo essere stato a un passo dallo 0-2) e progressiva accelerazione; eccezionale 3-0 al seconda categoria Cancemi (n. 107 d’Italia: Curarati è il n. 134), per uno stupendo bis dopo il già memorabile successo ottenuto qualche mese fa in terra modenese. Questa volta, però, rispetto ad allora la vittoria su Cancemi è addirittura travolgente: appena 12 punti concessi all’avversario in tre set! Con questa tripletta Curarati arriva al bilancio di 27 vittorie e 11 sconfitte, per una positività del 71% in una stagione nella quale – e ciò non va dimenticato – il pongista ferrarese convive da tempo con problemi a un ginocchio e, di conseguenza, di allenamento. Peccato che nel giorno dell’impresa di Curarati i compagni non l’abbiano supportato: Cerini cede senza troppa storia – come peraltro da pronostico – a Santi e a Cancemi, mentre Antonucci – per la prima volta in stagione – chiude con uno 0 su 3 solo parzialmente stemperato dalla caparbia prova offerta con il più quotato Santi (5-11 alla bella, dopo un incontro avvincente). Ben peggiore era stata la sconfitta precedente con un ottimo Tossani, al termine di un match senza storia e giocato con poca grinta. Una bella impresa c’è stata anche in C1, nonostante anche in questo caso il risultato finale sia stato favorevole al Q7 Padova, vittorioso a Ferrara per 5-1. Il colpo di giornata in questo caso è di Mugellini, che supera in cinque set Pavan, numero 265 italiano e circa 230 posti più avanti del pongista estense. Per poco Mugellini non supera anche la sua bestia nera De Lorenzi, che soffre ma alla fine va a imporsi al quinto set. Niente da fare – invece – per Naldi e Andreoli, entrambi a secco. Romagnoli è rimasto a riposo.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 13a GIORNATA (03/03/2007)

    Spesso manca solo qualche dettaglio: purtroppo però manca quasi sempre. Ecco allora che il quarto 4-5 stagionale arriva puntuale e non casuale, per il Tennistavolo Ferrara, in una B2 nella quale si retrocederà con pieno merito ma che alla fine – con un po’ di concretezza in più – quantomeno ci si sarebbe potuti giocare sino in fondo. A San Lazzaro, contro il Nettuno, va in scena la sconfitta forse più bruciante, al pari di quella incassata all’esordio a La Spezia. Qui, però, la squadra ferrarese arriva davvero a un passo dalla vittoria, salvo poi fermarsi sul più bello e concedere a un Nettuno poco in forma (tranne Bicocchi) l’unico vantaggio del match… proprio sul 5-4. Per la cronaca, il Tennistavolo Ferrara era stato avanti per 3-1 prima e per 4-2 poi. Non è stata sufficiente una bella prova corale: Cerini sicuramente sopra le righe, Curarati solido come sempre, Antonucci a buon livello e sempre in partita. Non è bastata nemmeno l’impresa di Cerini nel match d’avvio con Musso: un 3-2 (11-9 alla bella) figlio dell’orgoglio contro un avversario sì sotto tono ma comunque ostico e sulla carta nettamente superiore al numero tre estense. Curarati spazzava via velocemente sia Zannoni sia Musso (doppio 3-0), Antonucci vinceva d’autorità con Zannoni e si arrivava al 4-2. Qui Curarati partiva ampiamente sfavorito con Bicocchi (non per un fatto di classifica, ma di combinazione di tipi di gioco), eppure resisteva alla grande e rimontava per due volte un avversario nervoso. Sul 2-2, però, Bicocchi ingranava la quinta e non c’era più nulla da fare. Sul 4-3 per Ferrara, iniziava il festival delle occasioni perse. La gara proseguiva palpitante, emozionante, con ottimi scambi. Antonucci affrontava la sua “bestia nera” Musso – da lui mai battuto in passato – e mai come questa volta arrivava a un passo dal rompere l’incantesimo. 11-3, 10-6 (ottimo mix di blocchi e attacchi vincenti) per il numero due ferrarese, che però a quel punto sbagliava un facile top di diritto su difesa tagliata dell’avversario e colpevolmente si faceva rimontare e battere per 13-11. Musso si esaltava nel terzo set, Antonucci replicava con carattere e solidità nel quarto. Nel quinto ancora Ferrara avanti, sino al 7-3, e qui ancora un break negativo, con Antonucci che non riusciva più a prendere l’iniziativa e il bolognese che non sbagliava più una palla. Finiva 3-2 per Musso, e si andava al nono e decisivo incontro: Cerini contro Zannoni. Brutta partenza del ferrarese, bella replica nel secondo set e nel terzo – sull’8-4 – l’ultimo regalo del clan estense, con Cerini a esitare per un attimo e Zannoni a ribaltare rapidamente la situazione. Cerini aveva il merito di vincere la quarta frazione, ma poi - sull’8-8 della quinta - sbagliava un servizio e il bolognese poteva chiudere in modo vincente. Ecco servito, così, l’ennesimo 5-4 a sfavore. Ben più breve, invece, la gara della squadra di C1, che ha “cappottato” (5-0) a Camposampiero in una gara che ha avuto poco da dire. Due partite perse sia per Romagnoli sia per Mugellini, mentre Andreoli ne ha ceduta una. Comunque gli estensi partivano senza i favori del pronostico e nelle file di casa, peraltro, si è visto un Valentini trasformato rispetto al match di andata. Continua a vincere almeno la squadra di serie D1, cui mancano ormai solo due successi per la promozione matematica in C2 (saliranno le prime due di ogni girone). Il dodicesimo successo stagionale è arrivato in casa contro il Programma Uno Bologna: 5-3 il risultato. Anche questa volta è stata una vittoria di squadra, per la capolista: tre punti (tutti alla bella) di Maurizio Buzzone, uno a testa per Salvatore Buzzone e per Bianchetti. La compattezza e la solidità del team sono confermate dalle percentuali individuali: 76,1 per Maurizio Buzzone, 70,5% per Salvatore Buzzone, 63,1% per Scalorbi, 47,8% per Bianchetti. Chiudiamo con la serie D2, dove il Tennistavolo Ferrara ha superato in casa per 5-1 la Zinella San Lazzaro. In ottima evidenza un Gallerani sempre più sicuro (due punti), mentre un punto a testa hanno portato a casa Sfrisi, Liviano Piovaccari e Andrea Piovaccari.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 12a GIORNATA (24/02/2007)

    Poco da salvare, nella terza giornata di ritorno dei campionati a squadre. Meno male che a risollevare il quadro c’è l’undicesima vittoria stagionale della formazione di serie D1, che continua a fare vittime – a conferma della sua grande compattezza – nonostante la disponibilità part-time di Maurizio Buzzone. Questa volta l’exploit è doppiamente importante, perché a Imola il 5-3 contro il Santa Caterina “B” mette al tappeto la terza forza del girone. Due punti a testa per un puntuale Scalorbi e per un efficace Salvatore Buzzone, mentre Bianchetti ha siglato la quinta perla della giornata. Ovviamente il Tennistavolo Ferrara mantiene, con pieno merito, la vetta del girone in perfetta solitudine. Sabato “veloce”, invece, per la squadra di B2, che peraltro partiva chiusa dal pronostico in casa contro la capolista Parma, vittoriosa per 5-1. Non c’è nemmeno stata la bella battaglia dell’andata: scontati i punti dell’imbattuto Carboni, Curarati ha sconfitto in tre set Arisi ma poi – dopo un avvio promettente – è stato “maltrattato” da un bravissimo Balestra (che si è così preso la rivincita sul numero uno ferrarese). Cerini ha raccolto poco, Antonucci si è limitato a vincere un set contro Arisi, che lo ha battuto con merito alla distanza. L’impressione – al di là dei limiti tecnici che c’erano sin dall’inizio e che rendono non casuale il penultimo posto – è che alla prima squadra societaria stia venendo meno anche un po’ di intensità, sia mentale sia agonistica. Poco “pathos” e clima sin troppo ovattato anche in C1, in un altro match che vedeva il Tennistavolo Ferrara sensibilmente sfavorito nonostante il vantaggio del fattore campo contro l’Adria (a segno con il risultato di 2-5). Romagnoli resta a riposo e giocano titolari – in coppia – Andreoli e Naldi. Proprio Naldi si rende protagonista di una bella vittoria in avvio dopo rimonta su Grotto e perentoria affermazione al quinto set, sfruttando gli effetti della palla corta di puntinata. Naldi poco dopo impegnerà anche il numero uno avversario Giri, cedendo solo alla bella. Mugellini cede nettamente a Caravita, si rifà con orgoglio su Grotto (3-1) e nel settimo incontro – contro Giri – vince per 11-3 il primo set perdendo poi in quattro. Resta Andreoli, sempre agganciato agli avversari, spesso in vantaggio nei singoli set contro i quotati Giri e Caravita, ma troppe volte rimontato nei momenti topici.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 11a GIORNATA (10/02/2007)

    Decisamente più ombre che luci, per il Tennistavolo Ferrara, nella seconda giornata di ritorno dei campionati a squadre. La B2 “cappotta” a Modena con la Villa d’oro, la C1 cede nell’importante scontro diretto di Trieste con la Fincantieri, la D2 lotta ma si arrende in casa allo Spizzico Modena (altro team della Villa d’oro). Meno male che a risollevare il quadro c’è la formazione di D1, che continua a volare, batte in casa per 5-2 la Fortitudo Bologna e trova addirittura la vetta solitaria del girone grazie alla sconfitta dello Zinella B nel derby con lo Zinella A. Partiamo dalla B2. Poco da dire, in merito alla batosta di Modena. Nemmeno capitan Curarati riesce ad arginare il colpo cedendo per 3-1 sia a Mirabella sia a Benincasa: due giocatori senz’altro ostici per lui. Antonucci fa il possibile ma Malagoli gli è troppo superiore, Cerini a sua volta non raccoglie set con lo stesso Malagoli e con Benincasa. Va detto che le proporzioni del punteggio cambiano poco o nulla, visto che la gara sembrava comunque chiusa in partenza. In C1 il Tennistavolo Ferrara torna sconfitto da Trieste. Poteva essere il match-point per la salvezza, invece i giuliani con il 5-3 ottenuto raggiungono proprio gli estensi, che salvano quantomeno il bilancio dello scontro diretto, che sarebbe decisivo in caso di arrivo alla pari. Ma è chiaro che ora i margini di errore ammessi saranno pochi. Flego fa tre punti nelle file di casa, Mugellini batte Bombace e Mian, mentre Romagnoli supera il solo Bombace. Naldi lotta con i migliori due atleti avversari, ma in entrambi i casi si arrende al quinto set. In D1 arriva la decima vittoria stagionale, frutto dell’apporto di tutta la squadra, panchina compresa. Due vittorie per Maurizio Buzzone, una per Salvatore Buzzone, una per Bianchetti, una per Scalorbi, entrato in campo nel settimo match. Finisce 5-2 contro la Fortitudo e il sogno-promozione, quindi, può continuare e anzi si rafforza. Ultimo flash sulla squadra di D2. Il debutto stagionale di Sfrisi (due punti e tripletta sfiorata) aiuta il Tennistavolo Ferrara, ma non basta. Gallerani vince una gara con un bel 3-0, ma Andrea Piovaccari è in giornata no e cede tre punti agli avversari. Alla fine la Spizzico Villa d’oro espugna la palestra di via Praisolo per 5-3.

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 10a GIORNATA (27-28/01/2007)

    Finalmente si torna a fare festa, in B2 maschile. Magari conterà poco, visto che la retrocessione del Tennistavolo Ferrara sembra ormai pressochè scontata, ma intanto il sorprendente e nettissimo 5-1 interno al La Spezia ha rialzato un po’ il morale in casa estense. Curarati (2 punti), Antonucci (2 punti) e Cerini (1 punto) vendicano così la bruciante sconfitta al nono match subìta all’andata e dimostrano di non avere perso – tutt’altro – la combattività nonostante le tante battute d’arresto. Si va subito immediatamente sul 4-0. La “perla” di giornata arriva immediatamente ed è la vittoria di Cerini su Mazziotta, che in classifica nazionale lo precede di oltre 600 posizioni. All’andata, tra i due, non ci fu storia: questa volta, invece, contro l’ostico giocatore ligure (uno dei migliori del girone) il ferrarese parte bene, viene imbrigliato e messo all’angolo nel secondo e nel terzo set ma riesce a riprendersi nel quarto, andando poi a rimontare alla bella dal 7-10 al 12-10 a suo favore. Davvero una bella impresa. Curarati batte in quattro frazioni l’esuberante Sciuti, poi Antonucci – come Cerini – riscatta la sua nettissima sconfitta dell’andata contro l’ex seconda categoria Pagano. Allora finì con uno 0-3 senza lotta, questa volta invece Antonucci gioca bene, assume l’iniziativa, lotta e alla fine prevale in quattro bei set. Altro momento clou della gara la sfida – attesissima – tra Curarati e Mazziotta: anche qui c’era un conto in sospeso vista la rocambolesca vittoria del ligure nel match di andata (cinque match-point annullati a “Gegio” e vittoria al quinto set). Curarati soffre ancora il difficile gioco dell’avversario, però sull’1-1 rimonta da 3-8 e va a vincere il terzo set ai vantaggi in quello che si rivelerà il momento chiave del match, visto che poi – sull’onda dell’entusiasmo – il numero uno ferrarese andrà ad aggiudicarsi anche la quarta frazione. Sul 4-0 Pagano centra il punto della bandiera contro Cerini, poi Antonucci chiude il conto con un netto 3-0 a Sciuti, un giocatore senz’altro da non sottovalutare. In serie C1 il Tennistavolo Ferrara si piega – come da pronostico – alla prima della classe. Il San Donà vince nella palestra estense per 5-2, ma soprattutto nel finale il Tennistavolo Ferrara vende cara la pelle e dà sale alla contesa. Prima Mugellini rimonta due set al più quotato Dedin e va a batterlo alla bella, poi Naldi supera in quattro frazioni Mansilla e ancora Mugellini, nel match tra i due numeri uno, si rende protagonista di una grande prestazione contro il quotatissimo Fiorella, che va a imporsi solo al quinto set dopo essere stato sotto per 1-2 e dopo una stupenda partita. A secco Romagnoli con Dedin e Andreoli con Fiorella. La “chiave” della stagione della seconda squadra societaria prevedibilmente sarà nel prossimo turno di campionato, con la trasferta a Trieste contro la Fincantieri: un successo nello scontro diretto dovrebbe mettere al riparo i ferraresi da qualsiasi timore di retrocessione, ma la strada è lunga e bisognerà tenere sempre alta la guardia. In D1 continua la fantastica marcia del Tennistavolo Ferrara: 5-2 a Faenza con la Libertas, con doppiette di Bianchetti e Scalorbi e un punto di Salvatore Buzzone. Gli estensi, che anche questa volta non hanno potuto schierare Maurizio Buzzone, restano al comando della classifica in coabitazione con la Zinella San Lazzaro “B”. Scendendo in D2, la quarta squadra del Tennistavolo Ferrara ha lottato intensamente a Bologna contro il Nettuno, ma alla fine si è arresa per 5-4, con Liviano Piovaccari (1 punto) sconfitto di un soffio al nono match, Un punto per Simone Gallerani (prima vittoria stagionale) e 2 punti per Andrea Piovaccari (migliore in campo). Questa volta i ragazzi della D2 sono arrivati veramente vicino al successo!!!

    • Il Resto Del Carlino 17-01-2007 (9° Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 9a GIORNATA (13-14/01/2007)

    Inizia con poche luci, per il Tennistavolo Ferrara, il nuovo anno nei campionati nazionali. Ma le sconfitte interne incassate in B2 e in C1 rispettivamente con il San Polo e con il Latisana “A”, in fondo, erano prevedibili. In B2 solo capitan Curarati riesce a salvare l’onore superando per 3-1 Redaelli dopo avere ceduto il primo set: contro Fava, però, il numero uno estense prima non riesce a chiudere sul 2-1 e 9-7 e poi – una volta costretto alla bella – si porta sul 10-8 a favore ma anche in questo caso si fa rimontare sino a cedere il match sull’11-13. Cerini gioca bene ma Redaelli e il seconda categoria Raspi sono più forti e alla fine si impongono, rispettivamente per 3-0 e 3-1. Antonucci, infine, riesce a vincere facilmente il primo set con Raspi, ma appena il quotato avversario trova il modo di non farlo attaccare il ferrarese non trova alcuna contromisura e va a perdere in maniera nettissima; subito dopo, con Fava, gioca un discreto match ma l’avversario si impone con merito mostrando maggiore solidità. Il girone di andata si chiude così con il Tennistavolo Ferrara in fondo alla classifica: solo una vittoria in nove incontri. Sarà molto difficile, ormai, scampare alla retrocessione. Curarati viaggia con un ottimo 73% di successi (19 gare vinte, 7 perse), Antonucci scende al 36% (9-16) dopo la flessione delle ultime due giornate mentre Cerini (1-21) paga il buon livello della categoria. In C1 la seconda squadra societaria cede in due ore contro la Libertas Latisana “A”: 5-1 il risultato finale con punto della bandiera – peraltro molto sofferto – di Mugellini contro il numero tre avversario Segat (3-2 dopo avere recuperato da 1-2). Per il resto, la superiorità degli ex seconda categoria Callegaro e Freschi è evidente e così né Romagnoli (sotto tono con Segat, meglio con Callegaro) né Andreoli (che è riuscito comunque a strappare un set a Freschi) riescono ad andare a segno. In questo caso – alla fine del girone di andata – il Tennistavolo Ferrara è appena fuori dalla zona retrocessione e sarà probabilmente decisivo lo scontro diretto a Trieste nella seconda giornata di ritorno, con gli estensi che però hanno vinto con buon margine il match di andata e sembrano favoriti nella corsa salvezza. Mugellini è il migliore con il 52% di vittorie (12-11), Romagnoli lo segue con il 37% (7-12), Naldi viaggia con il 25% (3-9) mentre Andreoli (0-6) deve ancora rompere il ghiaccio. Passando alla D1 importantissima vittoria per il TT.Ferrara che mantiene così il primo posto in classifica a pari punti con lo Zinella A. Due punti per Buzzone Salvatore e per Bianchetti, uno per Scalorbi. La D2 viene infine sconfitta per 5-2 in casa del Linea Stampa, punti di Liviano e Andrea Piovaccari, a secco invece Gallerani ancora alla ricerca del primo punto, ma sicuramente sulla strada giusta per grossi miglioramenti.

    • Il Resto Del Carlino 20-12-2006 (8° Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 8a (16/12/2006)

    Cala probabilmente il sipario – per la prima squadra del Tennistavolo Ferrara – nel campionato di B2. Con la pesante e meritata sconfitta subìta nello scontro diretto ad Asola (5-2) e la concomitante vittoria della Villa d’oro Modena sul Nettuno Bologna le lunghezze di distanza dalla zona salvezza diventano quattro e una risalita, a questo punto, sembra oltremodo difficile. Curarati non tradisce e vince due partite con autorità (3-0 al giovane e bravo Matteo Rodella, 3-1 con qualche apprensione in più contro Gerevini), cedendo solo al quotato Romano Rodella ma dopo quattro set altamente combattuti e conditi, peraltro, da qualche episodio sfortunato per il numero uno ferrarese. Cerini gioca sostanzialmente bene, fa tutto il possibile ma non centra il successo né sull’esplosivo Matteo Rodella (1-3: ma il mantovano sta facendo un evidente salto di qualità) né sul solidissimo Romano Rodella, cui strappa comunque un set arrivando ai vantaggi in altre due occasioni. Giornata assolutamente da dimenticare, invece, per Antonucci, la cui sconfitta con Gerevini nel primo match ha segnato in maniera netta l’incontro sin dall’inizio. Antonucci – pur giocando contratto e senza brillantezza – conduceva per 2-0, nel terzo set era sull’8-8 ma qui la luce si è spenta di schianto. Il giovane mantovano, ottimo nello scambio di rovescio e a sua volta in chiara crescita di rendimento rispetto all’inizio della stagione, da quel momento ha dominato, andando a vincere alla bella. Nel complesso, la trasferta di Asola ha proposto la conferma della solidità di Curarati (per lui, finora, il 75% di positività con 18 gare vinte e 6 perse), del progresso (di rendimento, purtroppo non ancora di risultati) di Cerini, della sostanziale fragilità del Tennistavolo Ferrara e, sul fronte opposto, il piacere di vedere la classe di un Romano Rodella sempre correttissimo, pronto ad elogiare l’avversario per un bel punto, “plastico” nei colpi, efficace e vario, concreto e giocatore vero, capace di mantenersi ad alto livello con il suo gioco “antico” in un tennistavolo dai colpi sempre più violenti ed esasperati. Bella vittoria, invece, in serie C1, dove la seconda squadra del Tennistavolo Ferrara ha sbancato – come da pronostico – il campo del fanalino di coda Latisana B. Due punti obbligati che portano gli estensi a quota 6, con due lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione. Mugellini (finora per lui 11 gare vinte e 8 perse: positività del 58%) sigla tre facili punti, mentre Romagnoli (7 vinte, 8 perse: 46,6%) a sua volta non sbaglia e fa due su due, senza cedere neppure un set. Non rompe l’incantesimo invece Andreoli, sconfitto prima da Franzolini per 3-2 (dopo un inizio gara nel quale il ferrarese conduceva addirittura per 11-1, 11-5) e poi per 1-3 da Marcolin. Prima sconfitta stagionale per la terza squadra del Tennistavolo Ferrara, battuta in casa nel campionato di serie D1 per 5-2 dalla Zinella B e raggiunta proprio dai bolognesi al comando della classifica. Del resto era inevitabile che il passaggio di Andreoli in C1, prima o poi, si sarebbe fatto sentire. Maurizio Buzzone ha colto solo un punto in tre gare, mentre Bianchetti ha chiuso il match con un successo in due partite e Scalorbi è rimasto al palo, pur impegnando sino al quinto set (dopo avere condotto per 2-0) il numero uno avversario Spinnato. Chiude il quadro del week-end la squadra di D2, nuovamente battuta. A mettere al tappeto Liviano Piovaccari, Andrea Piovaccari e Gallerani è stato il Maior 3 di Castelmaggiore, forte dell’ex terza categoria ed ex Reno Centese Gambardella: 5-1 il risultato finale, con punto della bandiera di Liviano Piovaccari.

    • Il Resto Del Carlino 12-12-2006 (7° Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 7a GIORNATA (09-10/12/2006)

    Davvero una prova gagliarda, quella interna del Tennistavolo Ferrara contro il TT Reggio Emilia, capolista di B2. Sotto per 0-3 prima e per 1-4 poi, la squadra estense è riuscita ad arrivare addirittura al nono match, cedendo a testa alta, anzi altissima. Purtroppo, però, la classifica resta ferma a quota 2 e i numeri le sono contro. Non sono stati sufficienti, in sette giornate, ben 26 successi singoli per andare oltre l’unica vittoria di squadra fin qui conquistata. Ben tre le sconfitte per 5-4, altrettante quelle per 5-3: tutto questo indubbiamente brucia. E’ sempre mancato poco, pochissimo, però l’ultimo posto rimane realtà. Contro il Reggio Emilia il Tennistavolo Ferrara ha lottato strenuamente. E’ subito 0-3 con i prevedibili ko di Cerini e Antonucci rispettivamente contro Ballardini e Bigi: tra le due sconfitte va in scena anche quella – più sorprendente – di Curarati (1-3) contro un Paoli in gran forma e fresco vincitore dell’ultimo torneo regionale di terza categoria. Nel quarto match Curarati arriva a un passo dalla sconfitta anche con un brillante Ballardini, ma da 0-2 rimonta e va a vincere con grande orgoglio per 3-2 (settima affermazione alla bella su 8 quinti set giocati dal ferrarese). Cerini perde seccamente con un Bigi troppo più forte, poi scende in campo Antonucci contro Paoli. Il ferrarese parte sfavorito (il reggiano lo sopravanza di oltre 100 posti in classifica nazionale) eppure riesce a metterlo al tappeto sulla spinta di un top di diritto molto efficace, che l’avversario non riesce quasi mai a intercettare. Finisce 3-1, ed è una gran bella vittoria. E’ l’inizio della rimonta. Sul 2-4 Curarati inanella l’ennesima perla della stagione battendo Bigi: sotto per 1-2 il numero uno ferrarese rimonta ancora una volta e va a imporsi alla bella – nonostante alcuni episodi sfortunati – con un fantastico 13-11. E’ 3-4. Tocca ad Antonucci contro Ballardini: sulla carta la strada è ancora più in salita del suo precedente match con Paoli. La gara però è subito equilibrata, avvincente: Antonucci va sull’1-0, finisce sotto bruscamente per 1-2 ma poi – sfruttando anche i consigli del compagno di squadra Romagnoli in panchina – rialza la testa, si impone per 11-8 nel quarto set e nel quinto chiude sul 13-11 con un grande blocco di rovescio dopo alcune fasi palpitanti. Clamorosamente sul 4-4, è il turno del match decisivo: Cerini contro Paoli. Vince il bravo reggiano per 3-1, ma Cerini gioca molto bene, vince in maniera limpida il secondo set e alla fine perde solo perché di fronte trova un avversario più forte. Non arrivano punti, ma una bella iniezione di fiducia: il tutto proprio alle porte del delicatissimo incontro ad Asola: un testa a testa importantissimo per la salvezza. Poche luci, invece, in serie C1, dove la seconda squadra del Tennistavolo Ferrara puntava molto sul match interno con il Salzano per trovare due punti dal sapore di tranquillità. E’ invece arrivata una sconfitta per 5-2, frutto della perentoria tripletta di Tieuli (tutte vittorie per 3-0) sul fronte veneto e della giornata sotto tono di Romagnoli, più volte protagonista – nelle sue due partite – di pesanti break a sfavore che non gli sono certo abituali. Mugellini batte lo spumeggiante Ragazzo dopo cinque set tiratissimi e supera con maggiore facilità Zanibellato, in precedenza vincitore alla bella contro Romagnoli, che pure era partito bene. In campo anche Andreoli, al debutto assoluto in un campionato nazionale. Discreta la sua prova, con tre set lottati contro Tieuli e una bella partenza contro Ragazzo: l’esperienza però non si inventa e il salto dalla serie D1 è notevole. Il Tennistavolo Ferrara vede complicarsi la strada per la salvezza, e a questo punto, probabilmente, nel lungo periodo sarà fondamentale il suo testa a testa con la Fincantieri Trieste, che però ha già saputo battere nella seconda giornata. Luci invece per il TT.Ferrara in serie D1 che con una facile vittoria per 5-1 in casa del Castiglione di Ravenna, mantiene saldamente la vetta della classifica. Due punti di Buzzone Salvatore, due punti di Scalorbi e un punto di Bianchetti. In serie D2 veloce sconfitta per il Tennistavolo Ferrara sul campo della capolista Dynamis Manzolino: 5-0 con un solo set conquistato da Andrea Piovaccari. In campo anche Liviano Piovaccari e Antonio Trentini.

    • Il Resto Del Carlino 29-11-2006 (6° Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 6a GIORNATA (25-26/11/2006)

    Tripla festa per il Tennistavolo Ferrara. Ed ennesima maratona, visto che il primo successo stagionale in B2 arriva dopo la solita battaglia, questa volta vinta, finalmente, con la Fortitudo Bologna per 5-4 (Curarati 3, Antonucci 1, Cerini 1). Brindisi al nono match anche in C1, dove con le doppiette di Mugellini e Romagnoli, unite al punto decisivo di Naldi, il Tennistavolo Ferrara si aggiudica una vittoria di gran peso contro il Cus Udine Banca Manzano. A completare il bellissimo week-end arriva anche la sesta affermazione consecutiva dell’imbattuto team di D1, corsaro sul campo del Tennistavolo Bologna per 5-3. Ma partiamo dalla B2. Resta viva la speranza in chiave salvezza, dopo il successo interno – sofferto ma bellissimo – sulla Fortitudo, diretta rivale in classifica. Un ko avrebbe probabilmente affossato ogni velleità estense, ma la risposta della squadra sul campo è stata orgogliosa. Capitan Curarati ancora una volta non ha tradito e ha firmato la seconda tripletta consecutiva, travolgendo Andalò e il quotato Gellini (solo 13 punti in tre set concessi al numero uno avversario) e cedendo un set al solo Boccadamo. Curarati, dopo sei giornate di campionato, vola con uno score di 14 successi e 4 sconfitte, per una positività generale ormai vicina all’80%: numeri che si commentano da soli. Ma la vittoria contro i bolognesi è stata davvero corale. Antonucci, battuto in rimonta da Gellini dopo avere avuto la palla del 2-0, ha reagito molto bene con Andalò, superato con autorità in tre set, prima di arrendersi per 3-1 a Boccadamo nell'ottavo match. Cerini ha completato l’opera: il 5-4 sulla Fortitudo fa notizia anche per la sua prima vittoria stagionale, finalmente arrivata dopo tanta attesa. E il 3-2 di Cerini su Andalò, alla nona partita, di fatto è stato il lasciapassare definitivo per il successo dei ferraresi. Una vera impennata finale, quella del pongista ferrarese, che dopo avere vinto per 14-12 il primo set e perso nettamente i successivi due sembrava ormai a un passo dal ko definitivo, visto che nella “bella” Andalò conduceva per 7-5. Ma qui Cerini aveva il sussulto decisivo, infilava un perentorio break di 6-0 e andava a vincere tra l’esultanza della panchina. In precedenza Cerini aveva sfiorato il centro anche con Boccadamo (9-11 al quinto set), vincendo un set anche con Gellini: una bella reazione, quindi, dopo la brutta gara persa con Tossani a Carpi. Ora la partita-salvezza si riapre, visto che il Tennistavolo Ferrara ha raggiunto – a quota 2 - la stessa Fortitudo e l’Asola, battuto nettamente dal Carpi. Successo di grande significato anche in C1, e ancora per 5-4. Alla palestra di via Praisolo non sono certo mancate le emozioni. Costante equilibrio sino alla fine, mai due punti di vantaggio per una squadra. Nelle file friulane l’ex seconda categoria Saltarini fa tre su tre, ma rischia grosso sia con Romagnoli (11-7 alla bella) sia con Mugellini, che dopo una gara gagliarda e molto bella rimonta l’avversario e arriva al 10-10 nel quinto set. Qui una battuta sbagliata lo condanna, ma la prova offerta resta ottima. Due punti per un sicuro e autoritario Mugellini (facili 3-0 a Pascolo e Bernardini), ma doppietta anche per Romagnoli, che conferma il buon momento di forma e imita nel rendimento il numero uno. Anche lui liquida facilmente Bernardini nell’ottavo match, mentre deve lottare un po’ di più con Pascolo, cui cede un set: ma l’efficacia è quella dei giorni migliori. Sul 4-4 tocca a Naldi, fino a quel momento sotto tono, contro il bravo ma acerbo Pascolo. Il ferrarese rompe gli indugi e vince la gara decisiva con un facile 3-0. Due punti importanti in chiave salvezza, in un girone molto equilibrato. Resta ancora imbattuta la D1, capeggiata da un infallibile Andreoli che, col suo nuovo gioco di difesa, mantiene il 100% delle vittorie (11 su 11) e regala alla propria squadra una tripletta assicurando alla D1 la vetta solitaria della classifica. Meno efficace questa volta Buzzone Maurizio che, nonostante una giornata no, riesce comunque ad apportare un punto importante contro Bini. Buona anche la prestazione di Bianchetti che, dopo una sofferta vittoria su Bui, completa l’opera dei compagni garantendo al Tennistavolo Ferrara la 6° vittoria consecutiva in campionato. In serie D2, in cui esordisce anche un nuovo giocatore della società, Simone Gallerani, la quarta squadra del tennistavolo Ferrara perde in casa del S.Faustino Modena per 5-0.

    • Il Resto Del Carlino 21-11-2006 (5° Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 5a GIORNATA (19/11/2006)

    Vola la D1, rompe il ghiaccio la D2, perdono ancora B2 e C1. Le soddisfazioni, per il Tennistavolo Ferrara, arrivano ancora dal basso. Poco conta che per l’ennesima volta la prima squadra abbia combattuto alla pari con gli avversari: la quinta sconfitta consecutiva denota limiti strutturali che si prevedevano già in estate e che non sono stati – purtroppo – scalfiti dai fatti. Il fatto di avere vinto 17 incontri “singoli” a fronte di 25 sconfitte – bilancio assolutamente ragguardevole a fronte del malinconico zero in fatto di punti effettivamente conquistati per la classifica – può confortare ben poco: semmai accentua il rammarico. Così come la straordinaria impresa di Curarati, capace di battere – sabato – il numero 98 d’Italia Cancemi dopo un match memorabile, dà ulteriore sostanza alla “statura” del capitano ma fa doppiamente male, perché neppure la sua tripletta (inattesa) è stata sufficiente ad arrivare a cinque contro il Carpi, diretta rivale per la salvezza. Del resto, con Antonucci che regge la categoria, gioca con positività ma mediamente, nonostante la sesta vittoria stagionale, non va oltre al punto a partita e con Cerini che ha uno score di zero gare vinte e 12 perse, i miracoli non sono possibili neppure per la matematica. A Carpi, ennesima maratona: quattro ore abbondanti di gioco, Tennistavolo Ferrara sempre in partita, addirittura avanti per 4-3 eppure incapace di chiudere. Sembra una maledizione. Curarati soffre sia con il sorprendente Tossani sia con Troni, ma la spunta in quattro set. Il ginocchio ancora una volta gli impedisce di attaccare in scioltezza, il capitano è condizionato ma non concede nulla, mostrando un’eccezionale solidità. Cerini lotta per quattro set, ma alla bella con Troni si spegne di schianto. Cancemi batte seccamente Antonucci e con qualche grattacapo in più Cerini. Antonucci, in difficoltà per la lentezza del tavolo di gara, soffre ma con il carattere riesce a battere per 11-9 al quinto set Tossani, rischiando e giocando bene i punti importanti, quelli che contano. Sul 3-3, subito dopo, Curarati ha di fronte Cancemi, con cui non ha mai vinto. Gegio perde male il primo set, prende le misure al fortissimo avversario, lo riprende, va sul 2-1, si fa rimontare ma alla bella è davvero un capolavoro di solidità, proprio mentre il seconda categoria che c’è dall’altra parte del tavolo, paradossalmente, si scioglie: il nostro capitano vola sull’8-2, poi ancora brividi freddi perché Cancemi rimonta e arriva sul 10-8. Ma poi giunge il punto della liberazione e della vittoria più prestigiosa di sempre (in termini di classifica dell'avversario) per il grande Gegio, stoico ancora una volta. Per lui, ormai, 11 vittorie in 15 gare: un super-risultato, viste le condizioni fisiche per nulla ottimali. E’ 4-3 per Ferrara, ma il tabù resta tale. Carpi manda in campo Santi al posto di Troni, e Antonucci contro di lui inspiegabilmente parte malissimo, per entrare in partita solo sullo 0-2. Un passaggio a vuoto grave, compensato da una discreta reazione che lo porta, però, solo a sfiorare – ma conta ben poco - l’approdo al quinto set. E’ 4-4, e tocca a Cerini. Una partita da dimenticare in fretta: Tossani sulla carta è più competitivo, ma un conto è perdere dando tutto il possibile, un conto è farlo lasciando nel cassetto l’attacco, la lucidità e puntando tutto solo su taglio e blocco contro un avversario bravissimo a doppiare il top di diritto. Così Tossani, dopo qualche errore di troppo nel primo set, può imperversare e vincere in quattro frazioni. Turno amaro anche in C1, dove la seconda squadra del Tennistavolo Ferrara cede di schianto a Padova per 5-0. Solo due le gare tirate: le prime. Romagnoli perde al quinto set con Lincetto, Naldi impegna il bravo Pavan ma perde. Poi, però, diventa notte fonda. Mugellini viene travolto dalla bestia nera De Lorenzi, Romagnoli lascia strada a Pavan e ancora Mugellini, contro Lincetto, si arrende in modo netto. Meglio pensare alle prossime partite, constatando comunque che la zona retrocessione è ancora alle spalle e che rimangono, comunque, buone chances di salvare il posto in categoria. Chi fa festa ogni volta è invece la squadra di D1. Qui il Tennistavolo Ferrara vola davvero: altro 5-1 a favore, questa volta in casa ai danni dell’Acli Lugo. Andreoli fa due punti e conserva l’imbattibilità, Maurizio Buzzone arriva al “9 su 10” cogliendo anche un nettissimo positivo contro Nostri, ma c’è gloria anche per Bianchetti (un punto) e Salvatore Buzzone (un punto). La squadra è imbattuta ed è, a questo punto, la grande favorita per la promozione. Rompe il ghiaccio anche la D2, dopo quattro sconfitte di fila: facile 5-0 casalingo al Maior Castelmaggiore con due punti di Liviano Piovaccari, doppietta di Andrea Piovaccari e un successo di Trentini.

    • Il Resto Del Carlino 18-11-2006 (4° Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 4a GIORNATA (12-13/11/2006)

    Non bastano un grande Curarati, un combattivo Antonucci, la conferma del buon grado di forma di Romagnoli e Mugellini: non bastano neppure tre ore di battaglia per incontro. Alla fine il bilancio della quarta giornata dei campionati a squadre nazionali è amaro, per il Tennistavolo Ferrara: un doppio 3-5 interno in B2 e in C1, con la magra consolazione di avere ceduto – in entrambi i casi – ad avversarie comunque più accreditate. Il week-end è salvato dalla quarta affermazione consecutiva della formazione di serie D1, che espugna il campo del Programma uno Bologna e mantiene la sua strameritata leadership sulla spinta di un Andreoli ancora imbattuto e di un Maurizio Buzzone giunta all’ottavo centro in nove incontri. In B2, contro il Nettuno Bologna, giunge quindi la quarta sconfitta di fila, ancora una volta dopo una prova orgogliosa e “lottata” sino in fondo. Impossibile non rimarcare la stupenda prova di uno stoico Curarati, malandato al solito ginocchio, in difficoltà in qualunque azione d’attacco eppure capace di stringere i denti e di uscire vittorioso dalle maratone con l’esuberante Zannoni (14-12 al quinto set) e soprattutto contro il quotato e bravissimo Musso. Quest’ultima è stata la partita più bella, sicuramente una delle migliori giocate da “Gegio” negli ultimi anni: Musso domina nei primi due set (11-8, 11-3), sembra finita ma Curarati (66% di successi sin qui) non molla, imbriglia l’avversario, lo raggiunge con due successi al fotofinish (11-9, 13-11) e va a sfruttare il calo fisico del bolognese nella frazione decisiva, imponendosi per 11-7 e sfoderando con profitto – nei momenti topici – quei pochi top che le precarie condizioni del ginocchio gli consentono. Una vera impresa. Poco da fare anche per il capitano estense, invece, contro il numero uno ospite Bicocchi (tutte vittorie per 3-0 e superiorità disarmante). Il Tennistavolo Ferrara regge sino al 3-3: lotta alla grande anche Antonucci, che supera in tre combattuti set Zannoni centrando il suo quinto successo stagionale e poi, sul 3-4, dà il massimo impegnando la sua “bestia nera” Musso sino alla quinta frazione, dove però parte male e va a cedere per 11-4. Poche luci, invece, per Cerini, a malpartito contro avversari troppo più forti. Con questa sconfitta il Tennistavolo Ferrara resta a quota zero e dovrà assolutamente cercare di rompere il ghiaccio sabato prossimo a Carpi contro una delle rivali per non retrocedere. In C1 è la cronaca di un 3-5 che per pochissimo non è stato un 5-3 a favore. La gara contro il compatto Camposampiero gira all’inizio. Romagnoli, nell’incontro inaugurale contro il più quotato Ceretta, lotta alla pari, arriva al match-point, ma su un bell’attacco rintuzzato dall’avversario sbaglia la schiacciata di chiusura. Ceretta arriva al 2-2, poi va a vincere bene la bella. Naldi, contro Valentini, rimonta con un 11-5 e un 11-1 i primi due set nettamente persi, alla bella va sul 10-8, ma non chiude e l’avversario va a vincere per 13-11. Sullo 0-2 la gara diventa tutta in salita. Romagnoli coglie un meritato successo che gli dà punti e morale contro il numero uno veneto Valentini, Mugellini supera in tre set sia Ceretta sia lo stesso Valentini. Alla fine pesano i tre punti di Toniato, che cede un solo set (a Naldi) in tutto l’incontro. In D1 ancora una vittoria per la terza squadra del Tennistavolo Ferrara. A Bologna, contro il Programma uno, gli estensi confermano il grande stato di forma e vanno a imporsi con doppietta di Andreoli, doppietta di Maurizio Buzzone e un punto di Scalorbi. A questo punto parlare di promozione non sembra certo vietato. In serie D2, invece la quarta squadra del tennistavolo Ferrara perde in casa dello Zinella per 5-1, con punto della bandiera di un Andrea Piovaccari sicuramente in crescita.



    • Il Resto Del Carlino 31-10-2006 (3° Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (29/10/2006)

    Regge con orgoglio sino al 3-3, lotta per quasi tre ore ma alla fine – a Parma contro la capolista di serie B2 – il Tennistavolo Ferrara si arrende per 5-3. Una sconfitta prevedibile quanto dignitosa, a maggior ragione alla luce delle non ottimali condizioni fisiche di capitan Curarati, dolorante al ginocchio ma comunque autore di due splendidi punti. I ferraresi hanno stretto i denti e lottato molto bene, contro un’avversaria forte di giocatori quali Carboni (seconda categoria, n. 70 d’Italia), Balestra (n. 227, classe 1989, talento da vendere) e Vescovi (n. 268 e quasi sempre a segno nella scorsa serie C). Curarati ha superato per 3-1 Vescovi e con un autoritario 3-0 Balestra impegnando anche Carboni nonostante lo 0-3 incassato (due set persi ai vantaggi). Ancora positivo anche Antonucci, che ha battuto nettamente il più quotato Vescovi e ceduto a Balestra per 1-3 ma dopo una gara giocata assolutamente alla pari, con tre set ceduti di un soffio. Zero su due, invece, per un Cerini al cospetto di avversari sensibilmente più forti e ancora alla ricerca del primo successo di campionato, mentre Curarati viaggia con un buon 6 su 9 e Antonucci con un 4 su 9. Il Tennistavolo Ferrara però è ancora a secco, nonostante abbia sempre ceduto di poco. Con gli estensi, sul fondo della classifica, restano Carpi e Asola, formazioni con cui si dovrà lottare aspramente per salvare il posto in categoria. In serie C1 la seconda squadra del Tennistavolo Ferrara si è arresa ad Adria contro la neopromossa squadra locale, forte di vecchie conoscenze quali Giri e Caravita. Romagnoli ha siglato il punto della bandiera superando Franzoso, poi vincitore a sorpresa su Mugellini. Sicure le vittorie di Giri e Caravita (entrambi terza categoria), mentre sul fronte ferrarese Naldi – fresco reduce dal torneo regionale di San Donnino (quarti di finale nel singolo di quarta categoria) – non ha ripetuto la bella prova offerta contro Trieste. Nonostante la seconda secca sconfitta esterna in altrettante uscite lontano da Ferrara, la situazione in chiave salvezza resta assolutamente sotto controllo. Ferma la D2, l’unico acuto della terza giornata dei campionati a squadre è giunto in D1, dove il Tennistavolo Ferrara ha colto la terza vittoria consecutiva. Vittima di turno è stato il Santa Caterina Imola “B”, superato per 5-0 con brillanti doppiette di Scalorbi e Maurizio Buzzone. Andreoli (un punto sofferto contro Teci) resta imbattuto.





    • Il Resto Del Carlino 11-10-2006 (2° Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (30/09/2006 – 01/10/2006)

    Serie B2 ancora amara per il Tennistavolo Ferrara. Arriva una sconfitta interna per 3-5 (due punti Curarati, uno Antonucci) contro la Villa d’oro Modena in un match che pure era partito in maniera promettente. Antonucci superava infatti in un match appassionante l’ottimo Mirabella, reduce dai quarti di finale nel torneo nazionale di 3a categoria di Treviso. Mirabella vinceva facilmente il primo set, Antonucci reagiva nel secondo con un clamoroso 11-0, il modenese si imponeva velocemente nel terzo e nel quarto Antonucci andava a imporsi per 13-11. Entrambi i giocatori si aggrappavano al turno di servizio e al successivo immediato attacco, non riuscendo quasi mai a bloccare i top-spin avversari. Nel quinto e decisivo set Mirabella volava sul 5-1, Antonucci rimontava con carattere e ai vantaggi, dopo una lunga serie di match-point annullati, andava a vincere con un “infinito” e memorabile 19-17. Sull’1-0 per il Tennistavolo Ferrara, poi, Cerini arrivava vicino al “colpaccio” contro l’ex campione italiano Guido Bisi: il ferrarese dominava il primo set e anche il secondo sino al 9-4. Qui, però, si spegneva di schianto rinunciando senza spiegazioni alla tattica che lo aveva portato così avanti. Bisi andava a vincere per 3-1. Capitan Curarati riportava in vantaggio il Tennistavolo Ferrara dopo una durissima battaglia con il forte Benincasa, che lo impegnava strenuamente sino al quinto set di un match elettrizzante, ma qui gli estensi chiudevano la loro parentesi al comando. Antonucci – pur giocando con grinta – cedeva infatti in quattro set a Guido Bisi, Curarati perdeva nettamente con Mirabella e subito dopo Cerini conquistava solo un set con Benincasa. Sul 4-2 per Modena Curarati metteva a segno una stupenda rimonta su Bisi (in grande spolvero per tutta la giornata), recuperando da 1-2 e chiudendo positivamente al quinto set dopo una gara altamente spettacolare e all’altezza delle sue migliori prestazioni. Sul 4-3 Antonucci si arrendeva infine a Benincasa per 1-3, con belle fasi di gioco alternate a un paio di letali black-out nel primo e nel quarto set. Ottime notizie, invece, dalla serie C1, dove la seconda squadra del Tennistavolo Ferrara si è imposta in casa sulla Fincantieri Trieste per 5-2. Nonostante alcune gare aspramente combattute, le redini della partita sono sempre sembrate in mano agli estensi. Romagnoli pone subito un mattone importante superando Flego in quattro combattutissimi set, appoggiandosi molto al servizio. Naldi, schierato come numero tre, batte con grande autorità numero uno e numero due avversari (Mian, Bombace), risultando la nota più significativa della giornata. Prezioso come al solito Mugellini, che cede a Flego in tre rapidi set ma sigla una preziosa doppietta su Bombace e Mian. Il risultato avrebbe potuto essere ancora più netto – a conferma della buona forma della squadra – se Romagnoli (in giornata positiva) avesse fatto il bis contro Mian, al quale si è arreso solo ai vantaggi del quinto set dopo una sfida rocambolesca. Ottimo risultato anche in D1 che in trasferta, contro la Fortitudo Bologna, con una formazione di fortuna composta dai fratelli Buzzone (due punti a testa) e dall’infortunato Scalorbi, che nonostante uno stiramento al polpaccio riesce a conquistare un punto, porta a casa un secco e meritatissimo 5-1. Disfatta invece in D2 (con Marco De Luca, Trentini Antonio e Trentini Guido), che sempre in trasferta porta a casa un 5-0 contro il Tennistavolo Bologna.



    • Il Resto Del Carlino 04-10-2006 ( 1° Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo

    • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA (30/09/2006)

    Il primo week-end a squadre della stagione 2006/2007 ha riservato solo una vittoria al Tennistavolo Ferrara: quella della formazione di serie D1, a segno sulla Libertas Faenza con tripletta di Andreoli e doppietta di Buzzone. In serie B2, invece, è arrivata una cocente e grave sconfitta per 5-4 a La Spezia contro il Prati Fornola dopo una battaglia di ben quattro ore. Il Tennistavolo Ferrara ha lottato con grinta, ha saputo rimontare da 4-2 a 4-4 ma non è bastato, in una delle serate più sfortunate della sua storia. Tantissimi punti spezzini “baciati” da nastro e spigoli, un’irripetibile partita persa sull’1-1 da Curarati contro il coriaceo numero due locale Mazziotta dopo che “Gegio” si era trovato avanti per due sets a zero e 10-5 nel terzo. Sarebbe bastato pochissimo in più per vincere e conquistare due punti assolutamente importanti per la salvezza, contro una diretta concorrente senz’altro alla portata nonostante la presenza – nelle sue file - di due buoni terza categoria. Così, invece, la strada estense si fa in salita sin dall’inizio. Curarati cede a Mazziotta – gioco assolutamente insidioso e pochi errori, per il navigato ligure – ma poi si riscatta ampiamente contro l’esuberante quarta categoria Sciuti e con l’ex seconda categoria Pagano, entrambi battuti senza problemi in tre set. La sconfitta con Mazziotta brucia però tantissimo, anche se va detto che il pongista locale – peraltro in grande serata – ha proprio il gioco adatto per mettere in difficoltà il numero uno ferrarese. Bene Antonucci, che “attacca” la B2 con un autoritario 3-1 su Sciuti nell’incontro inaugurale per poi cedere nettamente a Pagano e centrare – nell’ottavo match con Mazziotta – la prestazione della serata con un durissimo 3-1 in rimonta che porta il Tennistavolo Ferrara sul 4-4. E’ Cerini a scendere in campo per la nona e decisiva partita, dopo avere ceduto per 3-1 a Pagano e avere perso velocemente – invece - con l’ostico Mazziotta. Il suo avversario, nel match decisivo, è Sciuti, che lo sopravanza in classifica nazionale di oltre 100 posti ma che ha battuto negli ultimi campionati italiani. Cerini vince il primo set in rimonta, ma cede i successivi tre dopo una gara combattuta ma sfortunata, con l’avversario baciato dalla buona sorte in più circostanze, e sempre nei momenti topici. Per il ferrarese, nonostante lo zero su tre, comunque ci sono stati segni di ripresa dopo l’ultima negativa stagione. Risultato sfavorevole anche in C1, dove la seconda squadra del Tennistavolo Ferrara ha lottato per oltre due ore ma è tornata da San Donà con una sconfitta per 5-0 senz’altro troppo pesante in rapporto al gioco espresso dagli estensi, che si sono aggiudicati diversi set ma non punti. La matricola veneta è squadra di grande livello per la categoria, con due terza di alto livello quali Dedin e Fiorella. Romagnoli ha impegnato Fiorella sino alla quarta frazione, mentre Mugellini e il nuovo acquisto Naldi hanno chiuso con due sconfitte in altrettanti incontri. Luci invece in D1, dove la tripletta di Andreoli sulla Libertas Faenza (con due partite vinte per 11-9 al quinto set contro Bordini e Calesini) ha trascinato la terza squadra societaria al successo dopo un match combattutissimo, con ben 5 gare su 8 terminate al quinto set. Bene anche Maurizio Buzzone, a segno su Calesini (altro 11-9 alla bella) e su Bettoli. Una gara e una sconfitta, invece, per Salvatore Buzzone e Bianchetti, quest’ultimo reduce da indisposizione. Note dolenti invece in serie D2, dove la quarta squadra del Tennistavolo Ferrara (Liviano Piovaccari, Andrea Piovaccari, Trentini) è stata superata in casa dal Nettuno Bologna per 5-0.



    • Il Resto Del Carlino 22-09-2006 (Inizio stagione)

    Clicca per ingrandire l'articolo
  • HOME
  • Sicurezza Informatica

    Soluzioni Sicure

    • CAMPIONATI PROVINCIALI (FERRARA, 27/05/2006)

    Per la terza volta – ma a distanza di ben 13 anni dall’ultima affermazione – vince Luca Antonucci (Tennistavolo Ferrara), che supera dopo una tiratissima finale, ricca di punti pregevoli da parte di entambi, il compagno di squadra Sergio Curarati. Una finale mozzafiato, disputata con un gran caldo e risoltasi per 12-10 al quinto set. Prima frazione “facile” per Curarati, testa di serie n.1 del tabellone; seconda e terza per Antonucci, che doppia con efficacia il top di diritto sulla puntinata del suo avversario, azzeccando anche alcune potenti schiacciate di rovescio. Nel quarto set, quando Curarati prende il largo in maniera perentoria, il match sembra segnato, ma Antonucci – nella quinta e decisiva partita – stringe i denti, ritrova l’incisività offensiva e si porta sul 9-6. Qui tre punti “fortunati” di Curarati portano il detentore del titolo al match-point, ma Antonucci reagisce, estrae tutto ciò che gli resta e va a vincere per 12-10. Semifinalisti il bravo Naldi del Reno Centese (2-3 con Curarati: in precedenza, nei quarti, aveva costretto alla resa Mugellini) e Alessandro Andreoli, una delle più belle sorprese di giornata (2-3 con Antonucci, nonostante l’uso di una racchetta da difesa nuova e completamente diversa dalla precedente). Da rimarcare anche il brillante ritorno di Giorgio Malisani e Sandro Lin, che superano il girone iniziale eliminando rispettivamente Ugo Romagnoli, testa di serie n.4, ed Enrico Mugellini, testa di serie n.2. Nel doppio vittoria della coppia Curarati-Antonucci, con Romagnoli-Mugellini al secondo posto e ancora Malisani-Lin a sorpresa terzi, battuti di un soffio dalle prime due coppie.




    • TORNEO NAZIONALE 4a-3a CATEGORIA (TERNI, 15-16/04/2006)

    Spedizione positiva, per il Tennistavolo Ferrara, nel torneo pasquale disputato a Terni. Due giocatori della società – Mugellini e Romagnoli – hanno chiuso la manifestazione di quarta categoria tra i primi 32 su un lotto di circa 220 iscritti provenienti da tutta Italia (il torneo era unificato), conquistando quindi anche l’ambito biglietto per il torneo di terza categoria. Mugellini, testa di serie n. 24 del tabellone, vince il suo raggruppamento superando facilmente De Marsanich e Pompetti; poi, nell’eliminazione diretta, supera altri due turni battendo Melis (3-0) e Pianini (3-1) e arrendendosi poi per 2-3 al romano Abeni, terza categoria qualche stagione fa. Romagnoli invece chiude al secondo posto il suo girone iniziale con successi su Paiola (3-1) e Ronca (3-0) e con sconfitta contro il parmense Silvestri (1-3); nel tabellone a eliminazione diretta, poi, vince due maratone con i meglio classificati Magnani (3-2) e Petrone (3-2), in quest’ultimo caso addirittura per 21-19 alla bella. Il pongista estense si arrende poi a Florena (1-3), numero 434 della graduatoria italiana. Va peggio a Cerini, che nel suo girone di qualificazione si infortuna alla schiena, batte Cappelletti ma cede al bolognese Messini con tre set persi ai vantaggi. Il secondo posto lo manda nel tabellone a eliminazione, ma qui, dolorante, è costretto a cedere in tre set a Brignola già nel primo turno. Romagnoli e Mugellini si qualificano per il torneo di terza categoria, dove però non colgono successi. Mugellini è anche sfortunato e “pesca” il girone della testa di serie n. 2 (il monzese Leto, già tra i primi 90 giocatori italiani), che lo batte facilmente per 3-0 prima che il ferrarese si arrenda anche all’ascolano Censori al quinto set. Romagnoli, invece, resta a secco cedendo nell’ordine a Rigotto (1-3), Aigotti Bottino (0-3) e al quotatissimo Mastroberti (1-3), in passato a lungo seconda categoria.




    • TORNEO NAZIONALE 2a CATEGORIA (NOVARA, 08-09/04/2006)

    Partecipa al prestigioso torneo Sergio Curarati, il primo ferrarese di sempre a potere giocare una manifestazione assoluta per diritti di classifica e non come qualificato dalla terza categoria. La sua corsa, però, si ferma ben presto. Nel girone iniziale il numero uno del Tennistavolo Ferrara “pesca” tre avversari forti e poco congeniali al suo gioco: il sempreverde Giovanni Bisi (n. 31 d’Italia e 25 partite vinte su 30 quest’anno in B1), il friulano (tesserato per Aosta) Infantolino, n. 59, e il bolognese Cancemi (n. 136), quest’ultimo peraltro già vincitore anni fa sul nostro giocatore. Curarati chiude il torneo senza vittorie né set conquistati.




    • TORNEO NAZIONALE 3a CATEGORIA (TREVISO, 01-02/04/2006)

    Positiva prova di Luca Antonucci, che nel suo primo torneo della stagione riesce a vincere a punteggio pieno il suo girone, nel quale era nettamente il meno accreditato del lotto. Il pongista ferrarese inizia battendo per 3-0 con parziali schiaccianti nel primo e nel terzo set la testa di serie n. 21 del torneo Simeone (n. 177 d’Italia e seconda categoria fino all’anno scorso). Il giocatore vicentino è al rientro da infortunio a un ginocchio, ma è evidente che ha affrettato troppo i tempi del recupero e in campo, così, si mostra sensibilmente in difficoltà negli spostamenti (tant’è che si ritirerà dopo il match). Antonucci, però, ha il merito di interpretare al meglio la “difficile” puntinata dell’avversario e di non consentirgli spiragli, a parte il secondo set finito ai vantaggi. Ottima anche la prova contro l’attaccante vigevanese Gusberti, n. 363 delle ultime classifiche nazionali: vittoria per 3-1 con un solo calo nella seconda frazione, ma gara sempre convinta e decisa. Antonucci supera poi, ancora per 3-1, il friulano Frediani (n. 231), con cui nei tre lontani precedenti aveva sempre perso nettamente. Questa volta però il ferrarese gioca al massimo, stenta a contenere le bordate dell’avversario ma alla fine, dopo essere stato sotto di un set, trova la chiave tattica giusta e lo imbriglia con la risposta di puntinata e con l’attacco di diritto. Nel tabellone a eliminazione diretta, subito dopo, Antonucci trova subito il lombardo Bonazzi (n. 258 d’Italia), attaccante esplosivo che non si addice al suo tipo di gioco: equilibrati i primi due set, occasione sciupata nel secondo (vantaggio di 6-2 non sfruttato) e alla fine è 3-0, con fine della corsa nei trentaduesimi di finale. Il pesante “filotto” messo a segno nel girone, però, frutta al pongista del Tennistavolo Ferrara una ricca dote di punti che dovrebbero consentirgli di restare tra i terza categoria per il diciasettesimo anno.
    Torneo da dimenticare, invece, per Enrico Mugellini, qualificato dal torneo di quarta categoria di Boves: per lui tre sconfitte per 1-3 contro il bravo Vannucci (San Marino, n. 185 delle ultime classifiche nazionali), l’aostano Vegetti (n. 511) e il laziale Montemurro (n. 224), con troppi errori nella difesa da lontano e anche un pizzico di sfortuna. Antonucci e Mugellini giocano anche il doppio, ma pur giocando discretamente cedono subito contro la coppia Borin-Keucheyan: perso il primo set ai vantaggi dopo averlo condotto per 10-8, i due ferraresi si aggiudicano il secondo ma poi perdono terzo e quarto.




    • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (BOVES, 25-26/03/2006)

    Tre i giocatori del Tennistavolo Ferrara impegnati nella lontana Boves, in provincia di Cuneo, per il penultimo torneo nazionale di quarta categoria prima dei campionati italiani. Come nelle precedenti due uscite (Ponte di Legno e Terni) il migliore è Enrico Mugellini, che su un lotto di oltre 150 iscritti riesce a chiudere nei primi 16 qualificandosi brillantemente per il torneo di terza categoria in programma a Treviso. Mugellini, a conferma dell’ottima stagione finora disputata, vince a punteggio pieno il suo girone e supera altri due turni nel tabellone a eliminazione diretta prima di cedere per 3-1 (ma con due set persi di un niente) alla testa di serie n. 1 del torneo, il 25enne torinese Pessione, numero 354 delle ultime classifiche italiane. Tra gli avversari battuti da Mugellini anche l’ex seconda categoria Foltz. Bene anche Alessandro Cerini, in ripresa dopo il modesto rendimento offerto nella C1 appena conclusa. Per lui due su tre in girone con annesso secondo posto e qualificazione per il tabellone a eliminazione diretta, nel quale vince un’altra partita finendo la sua corsa nei primi 32, battuto dall’amico-rivale Caravita, in gran spolvero. Supera il girone iniziale anche Romagnoli (due successi su tre), che gioca e vince anche il pre-turno nell’eliminazione diretta per poi perdere nei trentaduesimi di finale contro il ligure Marani in quattro set. Nel doppio Cerini, in coppia con Caravita, chiude nei quarti di finale mentre Mugellini e Romagnoli, con quest’ultimo condizionato da un problema alla schiena, terminano la loro corsa nel turno precedente.




    • 14a GIORNATA CAMPIONATI A SQUADRE – 18/03/2006

    Sipario sulla stagione a squadre del Tennistavolo Ferrara, che chiude quarto in serie C1 e terzo con la prima formazione di C2, mentre il suo terzo team retrocede in D1 e il quarto chiude nelle zone basse il torneo di D2. Il congedo ha riservato due vittorie e due sconfitte. In serie C1 il Tennistavolo Ferrara ha sbancato Este per 5-1 in un match che ormai aveva ben poco da dire anche per i veneti, già retrocessi da tempo. Cerini inaugura l’incontro battendo con sicurezza Balduin per 3-0, mentre Curarati con lo stesso punteggio costringe alla resa il giovane Dal Moro, classe 1990. Sul 2-0 Antonucci affronta il numero uno avversario Pavan (l’ottimo Tasinato non c’è più perché è salito in A1), vince facilmente il primo set per 11-3 e il secondo per 11-8, poi cede l’iniziativa rischiando qualcosa ma in definitiva gioca meglio i punti importanti e riesce a imporsi alla quarta partita. Curarati supera anche Balduin nonostante un calo di concentrazione che gli costa un set e si va senza problemi sul 4-0. Qui Cerini affronta Pavan: il ferrarese vince il primo set, si aggiudica il secondo rimontando da 3-7 ma a quel punto qualcosa nel suo gioco si rompe. La gara resta assolutamente equilibrata e Cerini potrebbe comunque vincerla, ma un po’ di sfortuna, la solita fragilità emotiva e soprattutto tante, troppe risposte al servizio sbagliate alla fine lo condannano (11-9 al quinto set). E’ 4-1 e chiude Antonucci, che perde il primo set con Dal Moro amministrando poi con facilità il match. Il Tennistavolo Ferrara termina la C1 al quarto posto con un bilancio di sette vittorie e sette sconfitte. Nel girone di ritorno la marcia è stata a ritmo play-off (solo due ko per 4-5, successo sulla capolista Rimini e impresa esterna a Forlì); peccato che il girone di andata, per contro, sia stato assolutamente deficitario con una serie di cinque sconfitte di fila che ha fatto immediatamente tramontare i sogni di gloria. La metamorfosi di Antonucci è stata strettamente legata a quella della squadra: per il pongista ferrarese appena il 23% di successi nella prima metà del campionato e poi, nella seconda, un più che buon 67% con ben 12 vittorie ottenute. Antonucci ha chiuso con un 46% complessivo (16 gare vinte, 19 perse), mentre Curarati, che ha confermato tutto il suo valore di seconda categoria, si è dimostrato il solito irrinunciabile punto di forza. Per lui parlano i numeri: 33 vittorie e solo 6 sconfitte, 85% di positività con l’andata all’80% e il ritorno addirittura al 90%, sette triplette conquistate. Definirlo una sicurezza è ormai quasi riduttivo. Per Cerini, invece, il bilancio è stato diametralmente opposto: una stagione a squadre, la sua, proprio da dimenticare con appena 5 successi a fronte di ben 27 sconfitte e diverse gare male interpretate, perse con più di una colpa fino al modesto 16% finale.

    Nemmeno in C2 il Tennistavolo Ferrara può essere pienamente felice del bilancio conclusivo. La prima squadra, partita con il dichiarato obiettivo della promozione, in realtà è presto uscita dalla lotta per i primi due posti. Troppe le sei sconfitte (a fronte di otto successi) per potere nutrire speranze: sempre battuta negli scontri diretti con Forlì e Faenza, la formazione “A” ha anche malamente perso a Cesenatico nel girone di andata e lì, forse, è calato definitivamente il sipario. Nell’ultimo turno il Tennistavolo Ferrara ha espugnato con autorità Cattolica per 5-2 con la quinta tripletta stagionale di un Mugellini che quest’anno ha davvero brillato con l’85% di vittorie (bilancio di 28-5) e un rendimento assolutamente regolare tra andata e ritorno. Romagnoli ha riscattato con un bel finale (due su due anche a Cattolica, senza set persi) un campionato cominciato senza troppa luce, come dimostra il fatto che il pongista estense è passato dal 46% della prima metà del campionato al 62% della seconda, per un bilancio complessivo del 55% (17 gare vinte, 14 perse). Per Andreoli, che ha chiuso il campionato optando per l’uso di una racchetta da difesa facendo con questo una drastica e impegnativa scelta in chiave futura, invece il discorso è inverso: zero su due a Cattolica, 50% esatto nell’andata (più che buona) seguito però da un modesto 20% nel ritorno per un valore complessivo del 32% (8-17). Ha partecipato alle sorti del team anche Lin, che ha giocato pochissimo vincendo una gara e perdendone quattro.

    Passando alla seconda squadra di C2, battuta anche nell'ultimo match in casa con l'Acli Lugo (2-5 con vittorie di Maurizio Buzzone su Fabbri e di Bianchetti su Caroli) poco da dire: il campionato è stato sofferto sin dall’inizio, anche se un lampo a inizio girone di ritorno ha illuso che la salvezza potesse non essere un’utopia. Le sorprendenti vittorie con Cesenatico e nel derby societario, giunte parallelamente alla crescita di Maurizio Buzzone, il migliore del gruppo ma con rendimento ancora discontinuo e percentuali sensibilmente inferiori al 50%, avevano fatto pensare che il duello con il Santa Caterina Imola potesse essere vinto, ma l’1-5 incassato nello scontro diretto della penultima di campionato ha fatto sfumare ogni speranza. Bianchetti, nel complesso, ha colto qualche successo interessante; Scalorbi ha giocato poco e Salvatore Buzzone ha vinto con il contagocce. Si ripartirà così dalla serie D1.
    Ultimo flash sulla squadra di D2, che non ha vinto granchè (0-5 anche nell’ultima gara casalinga con il Reno Centese) ma che quantomeno ha consentito ai giovani del vivaio (Andrea Piovaccari, Brinati e Trentini) di fare esperienza e di dimostrare che dietro ai soliti noti, che da decenni sorreggono le sorti del tennistavolo ferrarese, si inizia a intravvedere qualcosa di nuovo in prospettiva futura. E chissà che il lavoro svolto con Massimo Costantini, il campionissimo la cui presenza in palestra per due giorni alla settimana è stata la vera, grande vittoria della società in questa stagione possa servire per portare presto queste nuove promesse a livelli interessanti.




    • Il Resto del Carlino 18-03-2006 (13°Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo


    • 13a GIORNATA CAMPIONATI A SQUADRE – 11/03/2006

    Triste week-end per il Tennistavolo Ferrara: tre sconfitte in quattro incontri e, soprattutto, la “quasi certezza” della retrocessione della squadra “B” di C2, battuta sonoramente a Imola nel match che valeva un’intera stagione. Per salvarsi, ora, sarà necessaria un’impresa interna nell’ultimo turno di campionato contro l’Acli Lugo. Mai dire mai, ma di impresa-miracolo, appunto, si tratterebbe. In serie C1 è andata male anche alla prima formazione societaria in una gara, però, che non aveva più nulla da dire in chiave classifica. Curarati, Antonucci e Cerini hanno lottato ma alla fine hanno ceduto in casa al Ripalta Cremasca per 5-4. Alla settima tripletta stagionale del solito Curarati, che pure veniva da una settimana di malattia e senza allenamenti, ha fatto da contraltare lo zero su tre di un opaco Cerini, che per la nona volta in 13 giornate ha chiuso il match senza punti: troppo poco. Antonucci ha ben giocato, ma cogliendo una sola vittoria. C’era da riscattare il clamoroso cappotto dell’andata, giunto peraltro in una serata speciale (viaggio sotto la neve, arrivo in ritardo e fase di riscaldamento ridotta all’osso) che non poteva fare testo. Cerini inizia contro il più forte Guerrini: sembrerebbe una gara segnata, invece è l’unica in cui il pongista estense riesca a giocare a buon livello. Sull’1-1, nel terzo set Cerini commette un paio di ingenuità sulla puntinata dell’avversario e cede la frazione ai vantaggi: il match si decide lì, perché poi il quarto set termina in fretta a favore del lombardo. Curarati ha sete di rivincita (zero punti all’andata) e la inizia con Facchi: 3-0 in appena otto minuti effettivi di gioco. Poco da aggiungere. E’ così la volta di Antonucci, che ritrova quel Siracusa che all’andata lo aveva letteralmente travolto. L’avversario è un quarta categoria, ma contro il ferrarese evidentemente si esalta, si trasforma e non sbaglia un colpo. Antonucci regge a fatica sino all’1-1, ma è sempre sul filo del rasoio e la sconfitta (1-3) giunge quasi di conseguenza. Sul 2-1 per Ripalta, Curarati spara la seconda cartuccia. Ed è una cartuccia pesante, perché stende per 3-0 Guerrini, il numero uno degli avversari e uno dei più forti giocatori del girone. Grande, grandissimo Gegio, che tampona con la puntinata i temibili attacchi dell’avversario e, appena può, lo attacca con il top: davvero una grande prova, tecnica, tattica e di carattere, con punti preziosi che potrebbero consentirgli, a fine stagione, la conferma tra i seconda categoria. Tocca a Cerini, che cede in tre set all’effervescente Siracusa. Poi è Antonucci a scendere in campo contro il terza categoria Facchi: tornato di fronte a un avversario che gli “consente” di giocare, il ferrarese conferma la buona forma di questo girone di ritorno e va a vincere con sicurezza per 3-0. E’ 3-3, quindi, e la maratona finale comincia con il match Curarati-Siracusa. Il lombardo parte forte e vince il primo set, ma Curarati, anche se a fatica, riesca a impattare e alla lunga fa valere la maggiore solidità, imponendosi per 3-1. Antonucci può così giocare il “match-point” per il Tennistavolo Ferrara, ma Guerrini – che lo sopravanza di oltre 300 posti in classifica – è cliente molto difficile. Nonostante ciò la gara è aperta e abbastanza spettacolare. Antonucci gioca bene, Guerrini anche. Finisce 3-1 per il lombardo con il quarto set, però, terminato ai vantaggi. E’ così necessario il nono match: Cerini-Facchi. Sarebbe una gara senz’altro alla portata, se non fosse che Cerini proprio non c’è. Il ferrarese vince il primo set, ricco di errori da entrambe le parti, poi si scioglie, si innervosisce e cede in quattro. Davvero una brutta prova, conseguenza probabilmente di un blocco psicologico oltre che della solità difficoltà negli spostamenti, sempre troppo pesanti. Finisce 5-4 e il Tennistavolo Ferrara, raggiunto in classifica proprio dai cremaschi a 12 punti, per via degli scontri diretti scende al quinto posto. Queste le percentuali aggiornate: Curarati 83,8% (31 gare vinte, 6 perse), Antonucci 42,4% (14-19, ma con buon 10-6 nel ritorno), Cerini 13,3% (4-26).

    Passiamo alla serie C2, dove si registra l’unico successo del week-end: quello della squadra “A”, che si prende la rivincita più sentita e batte in casa per 5-2 l’Everping Cesenatico, contro cui all’andata aveva clamorosamente perso. Mugellini continua a vincere (score di 25 successi e 5 sconfitte: 83,3% di positività) e sigla un’altra facile tripletta, mentre Romagnoli, che tra andata e ritorno è salito dal 46% al 57% per una percentuale generale che al momento diventa del 51,7%, fa un bel “due su due” superando Godio e Galli. A secco Andreoli, che prova nell’occasione una racchetta da difesa ma conferma l’involuzione, visto che dopo il 50% dell’andata ora, nel ritorno, viaggia solo al 23%. Il Tennistavolo Ferrara punta a chiudere al terzo posto, anche se servirà a poco. Verosimilmente retrocederà, invece, la squadra “B”: a Imola è 5-1 per il Santa Caterina con punto della bandiera di Maurizio Buzzone e “zero du due” sia per Bianchetti sia per Salvatore Buzzone. Era la madre di tutte le partite, lo scontro diretto che, se vinto, avrebbe garantito la salvezza. Si sperava nella presenza di Sani, che probabilmente avrebbe cambiato le carte in tavola, ma il giocatore alla fine non ha dato la sua disponibilità e già lì, forse, si è materializzata la sconfitta.

    In D2, infine, va ko anche la quarta squadra societaria, in versione tutta giovane: 5-1 a Manzolino con la Dynamis. Un punto per Brinati, a secco Andrea Piovaccari e Trentini.




    • 2° CONCENTRAMENTO SERIE A2 VETERANI – 04/03/2006

    Il Tennistavolo Ferrara si congeda dalla serie A2 Veterani con onore ma con l’enorme peso di una retrocessione bruciante e davvero difficile da digerire. Nel secondo e ultimo concentramento del campionato, disputato a Terni, Romagnoli è costretto al forfait ma Antonucci e Mugellini giocano bene sia in singolo sia in doppio, dove peraltro propongono una coppia inedita e sorprendentemente efficace. Purtroppo, però, la mezza “catastrofe” del primo concentramento di novembre, coinciso con il periodo nero di Antonucci e con un eloquente zero su quattro nel doppio, quest’ultimo tradizionalmente punto di forza del club estense, come prevedibile risulta decisiva e rende l’esito del torneo ancora più amaro. Il Tennistavolo Ferrara comunque ci prova e combatte con carattere. Contro la capolista Villa d’oro Modena potrebbe addirittura vincere, dopo il successo in rimonta di Antonucci (3-1) su Presta, circa 200 posti più avanti di lui in classifica nazionale. Raggiunti sull’1-1 con l’ottimo Mirabella a segno su Mugellini, risulta decisivo il doppio e qui, al termine di un match gagliardo, i ferraresi si arrendono per 3-2 dopo avere perso (e il ramarico è proprio qui) un set da 6-1 in loro favore. Mirabella poi batte anche Antonucci ed è 3-1. C’è poi il match con la Fortitudo Bologna. Qui incide anche la sfortuna, perché i felsinei, che nel primo concentramento avevano dispensato facili punti a tutti, questa volta schierano il seconda categoria Baroncelli influendo, di fatto, sull’esito del campionato. Il Tennistavolo Ferrara se lo trova sulla strada e deve cedergli due punti, anche se sia Antonucci sia Mugellini gli strappano un set. Mugellini si arrende per 11-9 al quinto set contro Garuti in un match fiume e il duo ferrarese a sorpresa domina per 3-0 il doppio: con un po’ di buona sorte, insomma, si sarebbe potuto vincere anche con la forte Fortitudo perché poi, nell’eventuale quinto incontro, Antonucci avrebbe avuto buone chances con Garuti. Ma sul 3-1 per i bolognesi in realtà cala il sipario ed il Tennistavolo Ferrara è già aritmeticamente retrocesso. Si chiude contro il San Polo ed è 3-0: Antonucci batte per 3-1 Berciga, Mugellini con lo stesso punteggio liquida Gaiani e anche il doppio – un’inattesa e felice scoperta – va in porto con autorità. Il clan estense perde anche i due punti conquistati a novembre contro Roma, che a Terni non si presenta e viene esclusa dal campionato con annullamento di tutti i risultati maturati. A quota 2, così, è parità con Taranto, che però nel primo concentramento aveva vinto per 3-2 lo scontro diretto sfruttando la pessima giornata di Antonucci e, in minor misura, del doppio: una sconfitta gravissima e decisiva. Il Tennistavolo Ferrara così lascia mestamente la serie A, dopo avere addirittura conquistato lo scudetto nella categoria Eccellenza a metà degli anni novanta. Mugellini chiude a testa alta il campionato con 7 vittorie e 4 sconfitte (64% di positività), Antonucci con il 27% (3 gare vinte, 8 perse), mentre il doppio si congeda con il 28% di successi (le due vittorie sono entrambe di Antonucci e Mugellini). A meno di un ripescaggio, la società ripartirà dalle serie regionali l’anno prossimo con due squadre e con due rinforzi importanti quali Curarati e Cerini, prossimi all’ingresso tra i veterani. Scontato l’obiettivo: una rapida risalita.




    • 11a GIORNATA CAMPIONATI A SQUADRE (recupero) – 02/03/2006

    In serie C2 il Tennistavolo Ferrara “A” lotta ma non sovverte il pronostico e cede per 5-3 sul campo del TT Club Forlì, imbattuta capolista del girone. Nelle file romagnole il bravo Lelli fa tre punti come all’andata e nemmeno Mugellini riesce a imbrigliarlo, arrendendosi in tre rapidi set. Il numero uno estense però supera con autorità Rossi e Grechi, quest’ultimo battuto anche da un sicuro Romagnoli. A secco e in serata no Andreoli, che perde tre gare su tre conquistando un solo set e confermando di non attraversare un buon periodo di forma. Il Tennistavolo Ferrara A resta al quarto posto in classifica con il bilancio di sei vittorie e altrettante sconfitte. Le percentuali aggiornate dei singoli: Mugellini 81,4% (22 gare vinte, 5 perse), Romagnoli 48,1% (13-14), Andreoli 38% (8-13), Lin 20% (1-4).




    • CAMPIONATO STUDENTESCO – 01/03/2006

    La prima edizione della manifestazione, che si è tenuta presso la palestra Einaudi, nella categoria Scuole medie superiori – Juniores maschili ha visto il successo di Maurizio Buzzone. Il giovane pongista del Tennistavolo Ferrara, in costante progresso, ha dato vita a un’avvincente finale, vinta per 3-2, contro Elia Michelini, che gioca in serie C2 a Sermide. Terzi Paolo Brini (Einaudi) e Francesco Emiliani (Copernico - Carpeggiani). Per completezza vediamo il quadro nelle altre categorie. Scuole medie inferiori – torneo maschile: 1) Federico Cavallini (D. Alighieri S. Agostino), 2) Simone Ferioli (D. Alighieri S. Agostino), terzi Giampietro Balboni (D. Alighieri S. Agostino) e Samuel Filippini (D. Alighieri S. Agostino). Scuole medie inferiori – torneo femminile: 1) Soleika Savioli (D. Alighieri S. Agostino), 2) Chiara Raimondi (D. Alighieri S. Agostino), 3) Chiara Pesci (D. Alighieri S. Agostino). Scuole medie superiori – Allievi maschili: 1) Federico Galli (Copernico - Carpeggiani), 2) Luca Gardinali (Copernico – Carpeggiani), terzi Marco Cervi (Einaudi) e Alex Picioli (Einaudi). Hanno organizzato la manifestazione, cui hanno partecipato circa venti giovani, Csa, Tennistavolo Ferrara e il delegato provinciale Fitet Massimo Scalorbi.




    • Il Resto del Carlino 23-02-2006 (12°Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo


    • 12a GIORNATA CAMPIONATI A SQUADRE – 18/02/2006

    Il Tennistavolo Ferrara non si ferma più: 5-1 al Nettuno Bologna (due punti a testa per Curarati e Antonucci, uno per Cerini) e la chiara sensazione, ormai, che se il rendimento fosse stato questo sin dall’inizio la promozione sarebbe stata senz’altro possibile. Lo dicono anche le cifre del girone di ritorno: se valessero solo le ultime cinque giornate di C1 il terzetto estense sarebbe primo in compagnia della Fortitudo Bologna (8 punti), con due lunghezze di vantaggio sia sul Rimini, che invece vincerà il girone, sia sul Forlì. Il rammarico, insomma, è tanto: ma ormai è andata così e la consolazione, dopo la terz’ultima gara di campionato, è che il Tennistavolo Ferrara è salito al quarto posto in solitudine anche grazie all’inatteso ko del Ripalta Cremasca a Valdagno. Nel match interno con il Nettuno, privo del suo leader Perugia, c’è stata poca storia. L’unica pagina negativa è l’incontro di apertura, nel quale Cerini si fa superare (2-3) da un Messini incostante e assolutamente alla portata: ma è il pongista ferrarese che gioca male, rigido di gambe e con poca intensità. Curarati liquida facilmente Mazzanti e a quel punto tocca ad Antonucci, atteso da una partita a rischio contro il numero uno avversario Mencaroni, che lo aveva superato negli ultimi due scontri diretti. Il bolognese si aggiudica il primo set, ma Antonucci reagisce con forza, vince bene il secondo e nel terzo, sull’11-11, fa probabilmente girare il match con un rischiosissimo top di diritto su palla corta che va a bersaglio nell’angolino. Sull’onda di quel punto fa sua la terza frazione e nella quarta, con la grinta che sta caratterizzando questo suo girone di ritorno, va a imporsi con autorità. Sul 2-1 per il Tennistavolo Ferrara Curarati batte in tre set Messini in una gara tutt’altro che agevole nella sua prima metà ma nella quale il numero uno estense gioca con saggezza facendo spostare l'avversario e inducendolo, di conseguenza, all’errore. Poi è Cerini a tornare in campo. Contro Mencaroni è sfavorito dal pronostico e in effetti comincia ancora abbastanza contratto, ma dal secondo set si scuote e nonostante venga trascinato alla bella questa volta, nel momento decisivo, mostra solidità e non fallisce. A quel punto la gara è praticamente finita e il sigillo conclusivo viene messo da Antonucci, che batte in tre set Mazzanti. Uno sguardo alle statistiche. Capitan Curarati continua la sua grande e costante stagione (28 vittorie, 6 sconfitte, 82% di positività), ma il dato più appariscente del momento è probabilmente quello di Antonucci, che dopo il misero 23% del girone di andata ora, nel ritorno, viaggia con il 70% di successi (9 gare vinte, 4 perse): la differenza tra il primo e il secondo Tennistavolo Ferrara è soprattutto qui. Ma anche Cerini sta dando qualche segnale di risveglio, anche se il suo 15% è dato ancora troppo basso per le potenzialità tecniche che ha, spesso purtroppo inespresse. In classifica Rimini comanda con 20 punti, seguito dalla Fortitudo a 18, dal Forlì a 16 e dal Tennistavolo Ferrara a 12.

    Passando alla C2, nel week-end le due squadre societarie non hanno giocato perché il loro derby era stato anticipato a inizio ritorno con la vittoria del team B (che quindi si rilancia in chiave salvezza) per 5-4 sulla formazione A.

    Chiudiamo con la serie D2, dove il Tennistavolo Ferrara, sesto in classifica, si è arreso in casa alla capolista Nettuno Bologna per 2-5 con due punti di Borrelli, all’esordio stagionale, e nessun successo per Liviano Piovaccari e il giovane Trentini. I bilanci individuali aggiornati: Sfrisi 71% (5 gare vinte, 2 perse), Borrelli 67% (2-1), Trentini 42% (3-4), Brinati 31% (8-18), Andrea Piovaccari 24% (5-16), Liviano Piovaccari 8% (1-10), De Luca 0% (0-4).




    • Il Resto del Carlino 15-02-2006 (11°Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo


    • 11a GIORNATA CAMPIONATI A SQUADRE – 11-12/02/2006

    Bellissima impresa del Tennistavolo Ferrara, che dopo avere dato il primo dispiacere stagionale alla capolista Rimini si ripete – e in maniera esaltante – sul campo dell’Edera Forlì, seconda della classe. E dire che a un certo punto dell’andata la squadra era addirittura ultima in C1: ma ora non c’è paragone, è tutta un’altra musica e anche il quartetto Ercolani-Collini-Giunchi-Colletto lo ha capito sulla sua pelle. Un 5-4 da ricordare, quello del Tennistavolo Ferrara a Forlì. Avanti per 4-2 contro i forti romagnoli, la squadra estense non ha saputo chiudere subito il conto, è stata riacciuffata sul 4-4 e lì poteva scapparci il crollo. Invece Cerini questa volta ha fatto il colpaccio, mostrando il carattere e la concentrazione che più volte, quest’anno, aveva dimenticato altrove. E’ il nono incontro, quello senza appello: 1-1 con il terza nazionale Giunchi, 6-10 nel terzo set, rimonta-brivido di Cerini e 15-13 a suo favore. La partita gira lì. Il match è aspro, difficile, tutt’altro che scontato: il pongista ferrarese alterna tagli profondi a buone chiusure in top-spin ma soffre in maniera sensibile – per contro – il servizio dell’avversario. Nella quarta frazione Cerini fa il mini-break a metà set, riesce a tenere e chiude per 11-7. E’ la festa: una festa che il terzetto ferrarese aveva ipotecato in precedenza, dopo alcune gare tirate e di ottimo livello, sia in fatto di tecnica sia in fatto di orgoglio. Collini debutta battendo per 3-1 Cerini, poi Curarati non ha problemi nel superare la riserva di casa Colletto. L’impresa che sblocca il match per il Tennistavolo Ferrara arriva subito dopo ed è firmata da Antonucci: 12-10, 11-8 e 12-10 al numero uno dell’Edera Ercolani, n. 148 d’Italia, 428 posti e oltre 1200 punti più avanti del ferrarese in classifica nazionale. Il talentuoso giocatore di casa subisce la puntinata di Antonucci, che blocca, apre con efficacia e chiude in top-spin con pochi errori. La grinta del pongista estense è la stessa delle ultime giornate, ovvero tanta: un altro giocatore rispetto alla deludente andata. Sul 2-1 Curarati annichilisce Collini, che non riesce a perforare il muro eretto dal leader del Tennistavolo Ferrara. Cerini lotta con l’incostante Ercolani, va sul 2-1 ma nel quarto e nel quinto set viene dominato dall’atleta di casa. E’ 3-2 per gli estensi e torna in campo Antonucci. Giunchi lo impegna, ma il ferrarese è più concreto e gioca bene i punti importanti: finisce 3-1, con 12-10 tiratissimo nel quarto set. A quel punto è Curarati che può chiudere il discorso contro Ercolani: rimonta per due volte con grande carattere in un match condizionato soprattutto dal “genio e sregolatezza” dell’avversario, che alla bella però chiude alla grande. Si va sul 4-3 per il Tennistavolo Ferrara e il secondo match-point è sulla racchetta di Antonucci. Ma con Collini, che lo conosce bene, è dura: l’avversario è regolare, sbaglia poco e gioca bene. Il primo set condiziona probabilmente l’intero match e Antonucci lo perde per 11-9 con almeno quattro top-spin sbagliati che gridano vendetta: così il giocatore di casa prende il largo e si impone in tre frazioni. Tutto finisce così nelle mani di Cerini, che tira fuori l’orgoglio e non fallisce, dando il 5-4 al Tennistavolo Ferrara dopo tre ore e 30 minuti di gioco. Piange Forlì, che visti i risultati degli altri campi avrebbe avuto la chance di salire al primo posto e che invece, ora, rischia anche di farsi sfuggire i play-off. Per gli estensi è la quarta vittoria nelle ultime cinque gare: e nel ritorno (tre su quattro) nessuna avversaria del girone ha fatto meglio.

    In serie C2 non ha giocato il Tennistavolo Ferrara A: il tutto per l’indisponibilità della palestra di Forlì. La gara con la capolista TT Club Forlì sarà recuperata a inizio marzo.

    Niente da fare, invece, per la squadra B, travolta in casa da una Libertas Faenza troppo più forte: 5-0 per gli ospiti il risultato, con Maurizio Buzzone che è riuscito ad arrivare alla bella con il quotato Bordini.

    Degna di lode, infine, la vittoria del Tennistavolo Ferrara in serie D2. La quarta squadra societaria, per l’occasione in versione tutta giovane, ha battuto in casa la Zinella San Lazzaro per 5-4 dopo una prova orgogliosa e promettente per il futuro: due punti a testa per Antonio Trentini e Andrea Piovaccari, una vittoria per Tommaso Brinati.




    • Il Resto del Carlino 09-02-2006 (10°Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo


    • 10a GIORNATA CAMPIONATI A SQUADRE – 04/02/2006

    Quattro ore di aspra battaglia, e alla fine arriva una sconfitta interna per 4-5 che lascia più di un rammarico. La gara persa con la Fortitudo Bologna, però, conferma che il Tennistavolo Ferrara ha voltato pagina, ora c’è davvero e può fare paura a chiunque in categoria, perché ad un Curarati che continua a macinare avversari (24 vittorie, 5 sconfitte, 83% di positività) adesso si aggiunge un Antonucci trasformato rispetto alla deludente prima metà del campionato e che nel ritorno sta viaggiando oltre il 60% di successi. Per battere la Fortitudo, terza in classifica, sarebbe bastato poco di più, probabilmente solo un pizzico di fortuna. Curarati, nonostante il ginocchio dolorante, stringe i denti e detta nuovamente legge: tre punti sonanti, con 3-0 senza storia al numero uno avversario Gellini e qualche problemino in più, ma gestito con concentrazione e sapienza, contro Andalò e Azzaroni. Molto compatti, i bolognesi, forti di tre terza categoria. Ma anche il Tennistavolo Ferrara non scherza, perché Antonucci supporta bene il suo capitano e con grinta riesce a giocarsela alla pari con tutti gli avversari: peccato che dei potenziali tre punti a portata di mano ne conquisti solo uno, cedendo di un soffio gli altri. Contro Gellini parte malissimo, reagisce, arriva sul 2-2 ma a un’unghia dalla vittoria gli manca il colpo di reni decisivo. Sarebbe stato un match da pareggio, se non fosse che nel tennistavolo il segno X non è previsto. Sul 2-3 per la Fortitudo, poi, Antonucci con una bellissima partita rimonta nel terzo set il temibile Andalò e va a vincere per 3-1, con due successi ai vantaggi. Curarati a quel punto travolge Gellini e il Tennistavolo Ferrara si porta per la prima volta in vantaggio sul 4-3. Come contro Rimini nel week-end precedente, è ancora Antonucci ad avere in mano il match-point. Contro Azzaroni comincia sotto tono, ma già nel primo set si riprende e arriva a un passo dall’aggiudicarselo. Qui, però, il bolognese proprio negli scambi decisivi viene aiutato dalla fortuna (anche un taglio steccato clamorosamente a segno proprio nell’angolino…) e si impone per 13-11. Il ferrarese accusa il colpo e perde, quasi di conseguenza, anche il secondo set: poi, però, cambia strategia e domina l’avversario nel terzo e nel quarto (11-1, 11-3). Ma Antonucci non sfrutta l’attimo (sotto questo aspetto dovrà ancora crescere), viceversa riparte male nel quinto e va a perdere: una bella prova ma anche un’occasione sciupata. Sul 4-4 tutto è così nelle mani di Cerini, che in precedenza – contro Azzaroni e contro Gellini – si era espresso sotto tono e con approccio molle. L’uomo da battere è Andalò, che sulla carta parte favorito. Ma Cerini si scuote, finalmente mostra grinta e presenza in campo e va a vincere primo e terzo set, alternando profondi tagli, ottimi blocchi e alcuni buoni top-spin. Nel quarto set giunge a quattro punti dalla vittoria (7-7), ma qui i fragili ingranaggi di questa sua stagione si inceppano. Il ferrarese diventa troppo remissivo, dimentica l’attacco e diventa preda di un avversario cui non si possono concedere vantaggi. Cala anche la sua intensità e così, nel quinto set, il bolognese senza troppa fatica vola sul 10-5. Cerini si risveglia solo qui, e tanto basta per arrivare sul 10-9. Uno scambio spinto di rovescio colpito male, però, chiude il match in tutti i sensi.

    Ben più breve, in C2, la gara del Tennistavolo Ferrara A contro il fanalino Santa Caterina Imola, troppo debole per gli estensi. Non c’è proprio storia, a parte un 3-2 di Romagnoli (due punti: ora ha il 50% esatto di positività) contro Frascari. Mugellini continua a vincere e con altre due facili affermazioni vola allo score di 18 successi e 3 soli ko (86%), mentre Andreoli (un punto: ora è al 47%) si riprende dopo un paio di gare di campionato sotto tono.

    Sempre in C2, il Tennistavolo Ferrara B, nonostante l’assenza di Maurizio Buzzone, riesce a evitare il cappotto sul campo della capolista Forlì: il punto della bandiera è di Bianchetti sul ben più quotato Grechi, mentre Scalorbi e Salvatore Buzzone restano a secco.

    Scendendo in D2, va evidenziata la bella vittoria per 5-2 del TT Ferrara in casa del Foto di Cotone (Bologna): due punti a testa per Claudio Sfrisi e Tommaso Brinati, un punto per Antonio Trentini, che, al suo esordio stagionale, ha confermato gli ottimi progressi.




    • Il Resto del Carlino 01-02-2006 (9°Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo


    • 9a GIORNATA CAMPIONATI A SQUADRE – 28/01/2006

    E fanno tre. Tre vittorie consecutive, per il Tennistavolo Ferrara in C1. Quella colta in casa nella seconda giornata di ritorno è stata una piccola perla, perché ottenuta contro l’imbattuta capolista San Martino in Riparotta. Successo di prestigio ma anche esaltante (5-4), perché conquistato in rimonta, dopo una lunga battaglia e con tanto carattere da parte del terzetto estense. Una vittoria peraltro realmente di squadra, con doppiette per il solito Curarati e per un Antonucci in forte ripresa e una vittoria fondamentale di Cerini al nono match. La distanza dalla zona retrocessione non cambia (rimane di 4 punti per la vittoria di Este con il Nettuno, penalizzato dalle due sconfitte di Perugia), ma obiettivamente adesso è un’altra musica e i rischi dovrebbero essere alle spalle. Davvero una bella partita, quella con il San Martino in Riparotta. Nelle file ospiti l’ex di turno Mazzotti (n. 110 d’Italia) è troppo forte e non concede alcun set: neppure Curarati, nonostante la sua solidità, riesce a contenerne il talento. L’unica strada per vincere è fare bottino su Pasqualini e Nanni: impresa possibile ma tutt’altro che semplice. Il temuto Gradara non c’è, per il TT Ferrara è un indiscutibile vantaggio ma anche senza di lui, in questa stagione, in più occasioni i riminesi avevano sempre vinto. Cerini comincia male con un sicuro Pasqualini (0-3), ma Curarati, ancora in buona giornata, subito dopo non dà scampo a Nanni e alla sua fastidiosa puntinata, ripetendosi poi con un altro 3-0 senza storia su Pasqualini. Mazzotti mantiene sempre avanti il San Martino fino al 3-2. E’ il momento in cui gli estensi devono dimostrarsi solidi e non sbagliare più. Antonucci affronta Nanni: è il terzo confronto diretto con il romagnolo, e nei due precedenti – entrambi vinti – comunque era sempre stata battaglia. Questa volta però l’affermazione del ferrarese è limpida, e il 3-0 nettissimo. Sul 3-3 Curarati resiste per un set contro Mazzotti, lo perde ai vantaggi e alla fine si arrende per 3-0. Sul 3-4 tocca ancora ad Antonucci con Pasqualini, ed è il match-chiave. La gara è sofferta, Pasqualini gioca bene ma sin dall’inizio la sensazione è che sia soprattutto il rendimento di Antonucci a orientare le sorti del match. Nel primo set il ferrarese parte male, rimonta, va sull’8-6 ma poi non tiene. Reagisce di forza nel secondo, nel terzo arriva all’8-4 ma poi commette alcuni gravi errori e cede ai vantaggi. I consigli di Romagnoli in panchina anche questa volta si rivelano preziosi, Antonucci li segue, tira fuori l’orgoglio e va a dominare il quarto set. Nel quinto, come a Valdagno contro Lesca, parte forte (6-1) e va a vincere per 11-7 con molti top di diritto vincenti. E’ 4-4 e tutto, ora, è in mano a Cerini. Il ferrarese questa volta non tradisce: gioca sicuro, senza pause e concentrato, dimenticando i fantasmi di una stagione finora disgraziata. La puntinata di Nanni non lo condiziona più di tanto, gli scambi spinti, i tagli profondi di rovescio e le potenti schiacciate di diritto costringono l’avversario alla resa. Ma soprattutto si rivedono, in Cerini, la solidità e la forza di concentrazione quest’anno raramente mostrate ed è un buon segnale per il futuro. Finisce 3-0 per lui e 5-4 per il TT Ferrara. Dopo gli stenti dell’andata, forse è cominciato un altro campionato.

    Torna al successo anche la prima squadra di C2. Il TT Ferrara, al termine di un match ormai ininfluente per la classifica ma comunque ricco di scintille, batte per 5-2 in casa l’Acli Lugo. Mugellini sigla senza problemi la sua terza tripletta stagionale e vola all’84% di positività, Romagnoli si riprende molto bene e dopo la giornataccia di Faenza fa due su due battendo in cinque set il numero uno avversario Fabbri e subito dopo Caroli. Turno opaco, invece, per Andreoli che, complice anche un infortunio ad una gamba, è stato superato da Tampieri e Fabbri. Non sono mancate neppure vivaci discussioni tra le parti. La gara è stata interrotta per qualche minuto, poi gli animi si sono placati e si è ripreso senza problemi sino alla fine. Sempre in C2, il TT Ferrara B ha perso a Cattolica per 5-2 con una vittoria a testa per i due fratelli Buzzone. Ma ora le possibilità di salvezza si sono riaperte, anche grazie alla vittoria nel derby societario, che si sarebbe dovuto giocare nella quinta di ritorno ma che per regolamento è stato necessario anticipare. La gara, svoltasi in settimana, è finita con il successo del TT Ferrara B sul TT Ferrara A per 5-4, con un Maurizio Buzzone in grande spolvero (3 punti) e una vittoria a testa per Scalorbi e Bianchetti.

    In serie D2, infine, la quarta squadra del TT Ferrara ha perso per 5-0 contro la Città dei Ragazzi Modena.




    • Il Resto del Carlino 27-01-2006 (8°Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo


    • 8a GIORNATA CAMPIONATI A SQUADRE – 21/01/2006

    Il girone di ritorno, per il Tennistavolo Ferrara, inizia con un’importantissima vittoria in C1, una sorpresa in C2 e con due sconfitte. Partiamo dalla C1, dove a Valdagno, nel fondamentale scontro diretto con il fanalino Marzotto, il terzetto estense si è imposto con un sicuro 5-2, con un Antonucci forse ritrovato (2 punti) a supportare il sempre affidabile Curarati, alla quinta tripletta stagionale. I veneti, all’ultima spiaggia, tentano il tutto per tutto inserendo per l’occasione l’ex-seconda categoria Lesca, ma non basta. Nel primo match Cerini, schierato questa volta come numero due, cede abbastanza nettamente a Tisato, palesando un chiaro nervosismo. La partenza per il TT Ferrara non è promettente, ma subito dopo Antonucci, sfoderando una prova decisa, batte al quinto set Lesca. La gara tra i due è piacevole, con alcuni scambi spettacolari. L’equilibrio è palpabile, Antonucci va sul 2-0, si fa riprendere sul 2-2 dopo un match-point fallito nel quarto set, ma nella bella dimostra solidità, parte molto bene e va a vincere per 11-6. Sull’1-1 è Curarati a scendere in campo contro quel Cocco che all’andata arrivò a un passo dal batterlo. Questa volta però la musica è ben diversa: il numero uno estense non sembra molto concentrato, perde un set ma è superiore in tutto e se ne aggiudica nettamente tre. Cerini invece non si riprende: contro Lesca vince due set, ma anche per i molti errori dell’avversario, che non ripete il match perso con Antonucci. Il nostro giocatore insiste troppo sul top di rovescio, ma le gambe non lo supportano, gli attacchi spesso si rivelano imprecisi e la tenuta psicologica è fragile. Nel quinto set Cerini va avanti per 7-3, ma non tiene e Lesca va a vincere di misura. E’ 2-2. A quel punto però il TT Ferrara mette la quinta. Curarati non dà scampo a Tisato (3-0), Antonucci soffre nel finale ma con un bel mix di blocchi, aperture di rovescio e potenti top di diritto si impone per 3-1 su Cocco e infine Curarati supera in un match senza storia Beggio, che prende il posto di un Lesca che lascia a sorpresa la palestra. Ora il TT Ferrara ha 6 punti, contro i 2 di Este e Valdagno. La salvezza è vicinissima.

    Passando alla C2, una vittoria e una sconfitta per le squadre della società. A fare festa, però, questa volta è la formazione B, che merita la copertina. L’impresa è siglata da Maurizio Buzzone (3 punti), Bianchetti (2) e Scalorbi, che battono per 5-4 l’Everping Cesenatico, già a segno nell’andata sulla ben più quotata squadra A. Una bella prova di carattere, che frutta agli estensi il primo successo stagionale.

    Niente da fare, invece, per il TT Ferrara A, che cede a Faenza contro la Libertas per 5-3 e perde di vista definitivamente, quindi, il secondo posto. Mugellini fa due punti su Burzacchi e Zambonini perdendo da Bordini, battuto invece da un Andreoli che conferma la sua buona stagione, nella quale mantiene il 50% di positività. Ancora zero su tre, come all’andata, per Romagnoli. La gara è stata giocata in un impianto freddo, con temperatura molto bassa.

    Chiude la panoramica la squadra di D2, battuta in casa per 5-0 dall’Unione ’90 San Felice.




    • MASSIMO COSTANTINI A FERRARA – 16/01/2006

    Massimo Costantini

    Con grandissima emozione il Tennistavolo Ferrara comincia l'anno 2006......!!!
    Ebbene si, il miglior giocatore italiano di tutti i tempi, nonchè ex allenatore della nazionale italiana Massimo Costantini ci onorerà della sua presenza, in veste di allenatore, per circa 2 mesi. Stiamo parlando dell'atleta più azzurro d'Italia.
    Nato a Senigallia il 28 marzo 1958 è attualmente Consigliere Nazionale CONI, Reppresentante Atleti 2005-2008, Membro CONI del Comitato Etico 2005-2008, Vice Presidente Commissione Nazionale Atleti 2005-2008; è stato l'allenatore della Squadra Nazionale Maschile Luglio 2002-Luglio 2005 e Consigliere Nazionale CONI Reppresentante Atleti 2001-2004.

    A lui appartiene il record di tutti gli sport:

    - Presenze in maglia azzurra n.452

    - Permanenza in Nazionale 22 anni consecutivi

    - Permanenza in 1^ Categoria 27 anni consecutivi n. 6 nel 1973 n. 10 nel 2000

    - CLASSIFICHE: Miglior classifica mondiale n. 39 nel 1981 (attuale record italiano), Miglior classifica europea n. 30 nel 1985 ( attuale record italiano)

    - PARTECIPAZIONI: Olimpiadi (Seoul, KOR-1988); Campionati Europei (Novi, Sad, Praga, Duisburg, Berna, Mosca, Budapest, Praga, Parigi, Goteborg, Stoccarda, Birmingham); Giochi del Mediterraneo (YUG 1979 Latakia, SRY 1987 Medaglia di bronzo doppio maschile Atene, GRE 1991 Medaglia di bronzo singolo maschile); Campionati Mondiali (Calcutta, Birmingham, Pyongyang, Novi, Sad, Tokyo, Goteborg, New Delhi, Dortmund, Chiba, Goteborg, Tienjin); Coppa del mondo a squadre (Atlanta USA 1995).

    - TITOLI TRICOLORE: 11 Campionati di Serie A primo titolo stagione 1976-1977 ultimo titolo stagione 1999-2000; 8 Campionati di Singolare Maschile primo nel 1975-1976 ultimo nel 1991-1992; 8 Campionati di Doppio Maschile primo nel 1975-1976 ultimo nel 1997-1998; 1 Campionato di Doppio Misto nel 1990; 7 Campionati di categoria.




    • TORNEO NC DI LUGO – 06/01/2006

      Per la seconda volta consecutiva Paolo Bianchetti fallisce di un soffio la qualificazione al successivo torneo di quarta categoria, fermandosi negli ottavi di finale. Come nel precedente torneo regionale riservato ai non classificati il pongista del Tt Ferrara vince il suo girone: i successi arrivano contro Rivola, Galassi e sul più quotato Zauli. Nel tabellone a eliminazione diretta, poi, Bianchetti fa un altro ottimo risultato battendo al quinto set l’esperto Caroli (Lugo) prima di arrendersi al giovane Tarozzi, anch’egli dell’Acli. Una sconfitta che lascia molto rammarico, perché giunta solo per 7-11 al quinto set. Per Bianchetti, però, è la conferma di una buona affidabilità a livello di non classificati.

      Poca gloria, invece, per gli altri due giocatori del Tt Ferrara impegnati a Lugo: sia Liviano Piovaccari sia Andrea Piovaccari, infatti, vengono eliminati in girone senza vincere neppure una partita.





    • Andreoli a Terni in veste di Tecnico Reginale Giovanile - 27/30-12-2005

    Clicca per ingrandire l'articolo


    • Il Resto del Carlino 17-12-2005 (7°Campionato)

    Clicca per ingrandire l'articolo


    • 7a GIORNATA CAMPIONATI A SQUADRE – 11/12/2005

      E venne, finalmente, il giorno del ritorno alla vittoria. Meno male che la squadra di C1 del Tennistavolo Ferrara ha saputo centrarla contro La Perla Este, in quello che a inizio stagione doveva essere un semplice incontro di routine e che invece la prima formazione societaria, a suon di sconfitte, ha trasformato in un fondamentale scontro diretto per la salvezza. Provvidenziale l’en-plein di Sergio Curarati, alla quarta tripletta stagionale, ma questa volta tutta la squadra ha saputo contribuire al successo con le vittorie di Cerini su Pavan e di Antonucci su Balduin. Anche il forfait del Cattolica in serie C2 (in virtù di esso il TT Ferrara “A” quindi non è sceso in campo) ha giocato a favore della prima squadra estense. La presenza in panchina di Romagnoli versione coach, infatti, è senz’altro stata fondamentale nel primo match, che era molto importante nell’economia dell’incontro e lo ha incanalato subito su binari favorevoli al TT Ferrara. Cerini, contro Pavan, era partito come nelle peggiori giornate: abulico, lento e passivo nel gioco. Morale: facile 11-3 per l’avversario. Qui era proprio Romagnoli a scuotere e a consigliare il nostro giocatore, che d’incanto ritrovava tattica, mordente e mentalità offensiva. La gara girava e Cerini, imponendosi per 3-1, rompeva finalmente il ghiaccio e centrava la prima vittoria stagionale. Tutto facile per Curarati con Balduin, poi Antonucci – nonostante il gioco adatto a impensierire il numero uno atestino Tasinato – commetteva troppi errori gratuiti e cedeva in tre set. Curarati liquidava Pavan, un Cerini in forte ripresa si arrendeva lottando al più forte Tasinato e Antonucci, con un po’ di sofferenza, batteva in quattro set Balduin confermando, però, che la sua convalescenza non è finita. Sul 4-2 era Curarati a tentare la conquista del punto della vittoria. Con Tasinato la gara si rivelava bella e spettacolare, oltre che equilibrata. “Gegio” veniva rimontato sull’1-1, poi vinceva di misura il terzo set e nel quarto, con il solito carattere, riusciva a rimontare da 3-9 imponendosi ai vantaggi. Era il 5-2, con un bel sospiro di sollievo per tutti: la zona retrocessione ora è alle spalle. Il girone di andata termina con queste percentuali di positività: Curarati 80% (16 vittorie, 4 sconfitte), Antonucci 23,6% (4-13), Cerini 7% (1-13).

      In serie C2, detto della mancata disputa di TT Ferrara “A” Vs Cattolica, restano da ricordare le cifre dei singoli dopo metà campionato. Mugellini è il migliore con l’84,7% di successi (11 gare vinte, 2 perse), Andreoli lo segue con il 50% (5-5), Romagnoli con il 46,7% (7-8) e Lin con il 20% (1-4).

      Ha invece giocato il TT Ferrara “B”, che è stato travolto a Lugo dall’Acli per 5-0. A riposo Bianchetti, hanno giocato i due fratelli Buzzone e Scalorbi, ormai pienamente recuperato. Ma la partita, di fatto, non è mai neppure cominciata.

      In serie D2, infine, la quarta squadra del TT Ferrara ha perso per 5-1 sul campo del Reno Centese, con l’unico punto segnato da Tommaso Brinati.





    • TORNEO REGIONALE 2a-3a CATEGORIA e TORNEO REGIONALE GIOVANILE – 08/12/2005

      Nel primo torneo regionale di 2a e 3a categoria della stagione, disputato a San Donnino (Mo), buona prova di Sergio Curarati, che chiude la spettacolare manifestazione tra i primi sedici. Nel girone iniziale il nostro giocatore debutta con una sconfitta a sorpresa per 3-2 contro il terza categoria Marco Bigi, che lo mette in difficoltà con il suo gioco “mancino” e soprattutto con le aperture di rovescio. Subito dopo, contro il quotatissimo Ziliani, Curarati si riprende e gioca molto bene, cedendo in quattro set ma sempre con parziali all’insegna dell’equilibrio. Nel match decisivo per la qualificazione contro il difensore bolognese Garuti, poi, non c’è storia e Curarati domina in lungo e in largo: 3-0 con appena 12 punti concessi in tutto all’avversario. La precedente vittoria di Garuti su Bigi mette i due alla pari con il giocatore estense, che arriva secondo per la differenza set negli scontri diretti qualificandosi così per il tabellone a eliminazione diretta, dove arrivano solo atleti di seconda categoria. Negli ottavi Curarati lotta alla grande e a tratti si esalta contro il potente Vai (Villa d’oro Modena), che però si impone per 3-1 con le sue bombe di rovescio: ma il numero uno del Tennistavolo Ferrara esce a testa alta e merita i complimenti dell’avversario.

      Sempre sui tavoli di San Donnino, spazio anche ai giovani con un bel torneo regionale giovanile cui hanno partecipato tre giocatori della società. Tra gli juniores Maurizio Buzzone si esprime bene, perdendo di un soffio con il parmense Maccanelli e più nettamente con il reggiano Bonini: la vittoria sul riminese Vesperini gli frutta un terzo posto comunque non utile per superare il girone iniziale. Stessa sorte, tra gli allievi, per Tommaso Brinati (terzo nel gruppo con Dall’Olio, Costa e Lambruschi) e per Andrea Piovaccari (anch’egli terzo nel girone con Aimi, Rossi e Quartaroli). Per i tre giovani del Tennistavolo Ferrara, però, è stata un’altra ottima occasione per fare esperienza.





    • TORNEO N.C. DI CASTIGLIONE DI RAVENNA – 04/12/2005

      Erano quattro, su un totale di oltre 50 iscritti, i pongisti del Tennistavolo Ferrara impegnati nel torneo romagnolo. Paolo Bianchetti e Massimo Scalorbi sono stati i migliori, chiudendo la loro corsa nei sedicesimi di finale e sfiorando, quindi, la qualificazione al torneo di quarta categoria che si terrà a metà mese nel reggiano. Bianchetti ha vinto il suo girone battendo Colombi (Acli Lugo), Spinnato (Zinella San Lazzaro) e Zauli (Edera Forlì); superato d’ufficio il primo turno a eliminazione diretta, poi, si è arreso per 11-9 al quinto set contro Fornasari, che in precedenza aveva sempre superato. Scalorbi, invece, passato da secondo classificato il raggruppamento che lo vedeva opposto a Benzoni (Edera Forlì), Cacciari (Imola) e Caroli (Lugo), è stato battuto da Bui. Eliminati in girone Liviano e Andrea Piovaccari.




      • Il Resto del Carlino 1-12-2005 (6°Campionato)

      Clicca per ingrandire l'articolo


    • 6a GIORNATA CAMPIONATI A SQUADRE – 26/11/2005

      Week-end più nero non poteva esserci, per il Tennistavolo Ferrara: poker di sconfitte, la prima squadra che cappotta (ed è una notizia, visto che l’ultimo 0-5 risaliva alla stagione 2001/2002, serie B2, trasferta con il Parma di Vai e Ghelardi), la seconda che a sorpresa affonda a Cesenatico, la terza che perde in maniera rocambolesca lo scontro diretto tra fanalini di coda e la quarta, quella di D2, che incassa il quinto ko stagionale. Un bilancio che affiancato alla negativa spedizione dei veterani a Roma nello scorso fine settimana assume i contorni di una piccola disfatta.

      In serie C1 il Tennistavolo Ferrara va incontro a una trasferta d’inferno, in tutti i sensi: quattro ore di macchina sotto la neve, un ponte sull’Adda interrotto con conseguente aumento del chilometraggio, l’arrivo a Ripalta Cremasca proprio all’orario di inizio della partita, fase di riscaldamento forzatamente nulla e, oltretutto, avversari di livello e abituati ad affrontare gomme puntinate. Risultato: clamoroso 5-0, per nulla addolcito dalle tre “belle” giocate e comunque perse. Curarati paga il tormentato viaggio, non è il solito, lotta ma sia con l’estroso terza nazionale Facchi sia con il bravissimo Guerrini va subito sotto di due set. Rimonta a fatica, per cedere però al quinto e sempre ai vantaggi. Antonucci conferma i limiti di quest’anno e non trova soluzioni per arginare Siracusa, che gli gioca “a memoria” sulla puntinata e lo attacca sistematicamente. Cerini cede nettamente al più forte Guerrini e nel quinto match, dopo avere dominato Siracusa nei primi due set con tagli e top pesanti, commette il grave errore di sottovalutare l’avversario, esce dal match e crolla malamente alla bella. Ora non ci sono più dubbi: il Tennistavolo Ferrara dovrà lottare seriamente per non retrocedere e i margini di errore, peraltro, saranno molto limitati. In classifica gli estensi sono ultimi a quota 2 con Este e Valdagno, mentre le squadre più vicine sono già a 6. Curarati ora ha il 76,5% di successi (13 gare vinte, 4 perse), Antonucci il 20% (3-12), Cerini ha invece uno score di 12 sconfitte in 12 match.

      Turno da dimenticare in C1, ma anche in C2. Mugellini non tradisce e fa due su due, ma la squadra “A” crolla a sorpresa per 5-3 a Cesenatico contro l’Everping. Romagnoli gioca male e sigla un solo punto in tre gare contro avversari senz’altro alla portata, mentre Lin – che sostituisce Andreoli – fa ancora peggio con zero su tre. Morale: terza sconfitta stagionale e pieno centroclassifica nonostante alla vigilia si puntasse alla promozione. Mugellini tiene sempre molto bene con l’84,6% di vittorie (11-2), Romagnoli scende al 46,7% (7-8), Lin al 20% (1-4) mentre Andreoli ha il 50% (5-5).

      Sempre in C2, la squadra “B” esce battuta anche nel match tra ultime con il Santa Caterina Imola. Ed è un 4-5 casalingo che sa tanto di beffa, visto che gli estensi hanno condotto a lungo e nel nono e decisivo match Salvatore Buzzone si era trovato in vantaggio per 10-4 nel quinto set, venendo poi clamorosamente rimontato e battuto per 10-12. Un punto a testa per lui, per Maurizio Buzzone, Paolo Bianchetti e Massimo Scalorbi, quest’ultimo al debutto stagionale.

      Scendendo in D2, nuovo ko per i giovani della società, battuti per 5-2 in casa dal Manzolino con un punto a testa di Andrea Piovaccari e uno di Brinati; 0 su 2 invece per De Luca.




    • 1° CONCENTRAMENTO SERIE A2 VETERANI – 19-20/11/2005

      Non basta un grande Mugellini (sei vittorie in sette gare) per ipotecare la salvezza nel sempre più difficile campionato a squadre di A2 – Categoria Veterani. A Roma il Tennistavolo Ferrara incassa tre sconfitte (due particolarmente gravi) su quattro partite giocate, pagando a caro prezzo la sempre più modesta condizione di Antonucci (una sola vittoria in sette partite) e l’inefficacia del doppio (zero su quattro). La sostanza è che ora, per centrare la salvezza (retrocederanno in due) servirà un’impresa nelle ultime tre giornate. Contro il Futura ’94 Ciampino arriva l’unico successo, proprio nel primo match: si va sul 2-0 con i successi in singolo di Mugellini e Antonucci, poi tutto si complica con il 2-3 subìto da Antonucci e Romagnoli in doppio e la sorprendente sconfitta di Antonucci con Pistoni al quinto set nel quarto match. Sul 2-2 è Mugellini a battere in scioltezza Sciarrone, dando al Tennistavolo Ferrara il successo. Contro l’Invicta Grosseto (Morante, Cretella) si parte sfavoriti ma si lotta quasi alla pari. Mugellini liquida in tre ottimi set Cretella, poi Antonucci ha un lampo importante quanto effimero e cede solo al quinto con il seconda categoria Morante. Ma il doppio Romagnoli-Mugellini subito dopo va presto al tappeto e un discontinuo Antonucci, preda anche della sfiducia, mette il marchio alla sconfitta perdendo in quattro set da Cretella. Si va al giorno successivo, quando sono in programma due gare teoricamente fondamentali per la salvezza. Contro la Stella del sud Napoli la partenza è promettente, con Mugellini che deve sudare sette camicie ma che alla fine batte al quinto set l'ostico Gammone. Antonucci impegna il più quotato Savanelli ma alla lunga perde lucidità e si arrende per 1-3. Mugellini e Romagnoli perdono il doppio, dopodichè Mugellini – pur lottando – non riesce a sottrarsi alla “ragnatela” dell’imprevedibile Savanelli, tutto puntinata e improvvise inversioni di gomma. E’ 3-1 per Napoli, e a quel punto va in scena la partita con Taranto, che una decina di anni fa valeva per lo scudetto di categoria e oggi solo per la salvezza nella categoria inferiore. Anche qui nulla da fare: Antonucci è in crisi nera e cede in tre set sia a Marossi sia a Convertini, Mugellini batte i due pugliesi giocando alla grande e il doppio Romagnoli-Mugellini anche questa volta non ce la fa. E’ 3-2 per Taranto.




      • Il Resto del Carlino 19-11-2005 (5°Campionato)

      Clicca per ingrandire l'articolo


    • 5a GIORNATA DI CAMPIONATO – 12/11/2005

      San Lazzaro amara per il Tennistavolo Ferrara. Il doppio scontro con il Nettuno Bologna termina con due sconfitte: una nettissima in D2 (0-5) e una di misura – ma proprio per questo più bruciante – in serie C1 per 3-5. Eppure la prima squadra, supportata per l’occasione dai consigli in panchina di Romagnoli, parte bene e illude. Antonucci torna alla puntinata sul rovescio dopo un anno e mezzo e rompe subito un digiuno che si protraeva da otto incontri, superando Messini in quattro set dopo avere dominato i primi due e avere stentato nei successivi. Cerini, ancora alla caccia della prima vittoria stagionale, nei primi due set con il travolgente Perugia è spento, ha un sussulto nel terzo ma alla fine si arrende per 1-3. Tocca poi a Curarati, che non sembra in grande giornata tant’è che con Mencaroni, avversario di buon tocco di palla ma molto meno quotato in classifica, vince solo al quinto set, mostrando però la solidità necessaria nel momento che conta. Perugia si dimostra troppo esplosivo per Antonucci e si impone in tre frazioni, dopodichè Cerini si riprende con Mencaroni e fa sperare: il ferrarese attacca più del solito ma alla fine cede dopo una gara alterna e un quinto set praticamente non giocato. E’ il momento chiave del match. Sul 3-3 va in scena l’attesissima sfida tra Perugia e Curarati, i migliori giocatori del girone. Perugia però si dimostra devastante, incontenibile di rovescio, positivo al servizio e incisivo anche con il top di diritto. Curarati, fresco di salita al n. 117 d’Italia (top di sempre per un pongista ferrarese) cerca di reggere, nel secondo set si trova anche a condurre per 10-7, ma non basta e finisce 3-0, con il bolognese che così mantiene l’imbattibilità in campionato. Sul 4-3, con il Nettuno per la prima volta in vantaggio, tocca ad Antonucci cercare il punto della speranza: ma il ferrarese conferma le sue difficoltà e dopo avere impattato sull’1-1 perde meritatamente in quattro set. E’ l’ennesima maratona che il Tt Ferrara conclude a testa bassa e con un pieno di rammarico: e la quarta sconfitta consecutiva (l’unico successo risale a inizio ottobre: prima giornata di campionato) mantiene il terzetto estense all’ultimo posto in classifica, sia pure in coabitazione. Per salvarsi, a questo punto, bisognerà stringere i denti.

      Sempre a San Lazzaro, rapido cappotto invece per la squadra di D2, battuta dal Nettuno in circa un’ora. Due sconfitte a testa per Brinati e per l’esordiente De Luca, una sconfitta per Andrea Piovaccari.

      Il derby societario di serie C2 era stato giocato in anticipo il 7 ottobre, con la vittoria della squadra “A” per 5-2.

      Queste le percentuali dei singoli, aggiornate dopo cinque giornate:

      SERIE C1: Curarati 13 vittorie – 2 sconfitte (86,7%), Antonucci 3 – 11 (21,4%), Cerini 0 – 10 (0%).

      SERIE C2 “A”: Mugellini 9 – 2 (81,8%), Romagnoli 6 – 6 (50%), Andreoli 5 – 5 (50%), Lin 1 – 1 (50%).

      SERIE C2 “B”: Buzzone M. 2 – 9 (18,2%), Buzzone S. 1 – 7 (12,5%), Bianchetti 0 – 9 (0%).

      SERIE D2: Sfrisi 3 – 0 (100%), Brinati 3 – 9 (25%), Piovaccari A. 2 – 8 (20%), Piovaccari L. 1 – 5 (16,7%), De Luca 0 – 2 (0%).




      TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (TERNI, 5-6/11/2005)

      Ai nastri di partenza Mugellini e Romagnoli, in un tabellone di oltre 400 iscritti. Mugellini chiude nei primi 64, fallendo di poco la qualificazione al torneo di terza categoria. In girone batte il toscano Busonero (3-0), l’umbro Bartoli (3-1) e Scatena (3-0), finendo a punteggio pieno. Nella fase a eliminazione diretta, poi, supera d’ufficio il primo turno, batte per 3-0 Ronzoni nel secondo e cede nei trentaduesimi di finale a Colucci per 1-3. Romagnoli a sua volta vince il suo girone battendo il romano Emmanuele per 3-1, Sofia per 3-1 e il campano Ricciardi per 3-0. Nella seconda fase supera per 3-0 Becucci arrendendosi nei sessantaquattresimi per 0-3 a Pessione, poi giunto tra i primi otto. Nel complesso, per i due ferraresi, una buona prova.




      • Il Resto del Carlino 27-10-2005 (4°Campionato)

      Clicca per ingrandire l'articolo


      • La Nuova Ferrara 26-10-2005 (4°Campionato)

      Clicca per ingrandire l'articolo


    • 4a GIORNATA DI CAMPIONATO – 22-23/10/2005

      Quattro sconfitte, per il Tennistavolo Ferrara, tra C1, C2 e D2. E alla prima squadra, complici gli altri risultati, la quarta giornata consegna addirittura l’ultimo posto del girone in compagnia di Este, Ripalta Cremasca e Valdagno: un’autentica sorpresa, visto che a inizio stagione si sperava di potere competere per il vertice. Invece sta andando al contrario, non devono esserci scuse e bisogna solo rimboccarsi le maniche per guadagnare almeno la tranquillità. L’unico a potere restare a testa alta è capitan Curarati, che nel 2-5 casalingo con Forlì ha firmato una bella doppietta contro Collini e Rossi. Poi è arrivato il suo primo ko del campionato (1-3 con Ercolani), ma il giovane romagnolo nell’occasione ha confermato il suo grande mix di colpi e classe riscattando la sconfitta al quinto set subìta dal numero uno estense agli italiani di Jesolo. Solita musica, invece, per Antonucci e Cerini. Il primo quantomeno ha lottato, perdendo al quinto set da Rossi (ma vinceva 2-0…) e portando Ercolani al quarto: dalla prossima giornata abbandonerà la gomma liscia sul rovescio per tornare alla puntinata corta, nella speranza di risalire la china. Cerini, invece, ha costantemente viaggiato “a tre cilindri” perdendo in tre set sia da Ercolani (e qui ci stava) sia da Collini, con il quale, invece, nell’ultimo incontro disputato (pochi mesi fa) aveva sfiorato il successo. Le percentuali dopo quattro giornate, per il Tt Ferrara, sono impietose: Curarati ha il 92% di positività (11 partite vinte, 1 persa), Antonucci il 18% (2-9), Cerini lo 0% (0-8). E’ ovvio che con simili numeri una squadra non può andare tanto lontano.

      Ma il week-end non ha dispensato soddisfazioni neppure alle nostre squadre di C2. Particolarmente dolorosa soprattutto la sconfitta interna della squadra “A”, nella quale l’opaca giornata di Romagnoli e la vena questa volta poco brillante di Mugellini sono state pagate a caro prezzo. Alla fine, anche in questo caso, si è imposto il Forlì per 5-2 con doppiette della coppia Giunchi - Lelli e un punto di Vitali. Romagnoli parte subito male contro Vitali (0-3: eppure in passato, contro il forlivese, aveva sempre vinto con facilità), poi un grande Andreoli offre l’unico “lampo” della giornata superando per 11-9 al quinto set Giunchi (e per lui è il primo positivo della carriera contro un terza categoria). Mugellini rimonta da 0-2 il bravo Lelli, ma si arrende ai vantaggi del quinto set dopo un’autentica battaglia. La gara gira qui, anche perché poi Romagnoli cede per 0-3 a Giunchi e Andreoli non riesce a ripetersi con Lelli. Il soffertissimo 3-2 di Mugellini con Vitali serve a poco, perché poi lo stesso Mugellini, di fronte a Giunchi, non vince alcun set. E’ un 5-2 pesante, che compromette non poco le chances di promozione del Tt Ferrara, dove Mugellini ha perso l’imbattibilità (ora ha l’82% di vittorie: 9 successi, 2 sconfitte), mentre Romagnoli e Andreoli viaggiano con il 50% esatto di positività (rispettivamente 6-6 e 5-5). Sempre in C2, continua l’odissea della squadra “B”, che come da pronostico cede per 5-0 sul campo di una Libertas Faenza troppo superiore. Il problema – al di là dei risultati – è che non si vedono particolari segnali di ripresa, e a questo punto le chances di salvezza saranno tutte risposte – prevedibilmente – sui due scontri diretti con il Santa Caterina Imola.

      Anche in D2 amara sconfitta per 5-2 contro U.S.Zinella con gli unici due punti segnati da Liviano Piovaccari e da Tommaso Brinati.




      • Il Resto del Carlino 21-10-2005 (3°Campionato)

      Clicca per ingrandire l'articolo


      • La Nuova Ferrara 20-10-2005 (3°Campionato)

      Clicca per ingrandire l'articolo


    • 3a GIORNATA DI CAMPIONATO – 15-16/10/2005

      Nulla di nuovo, sui palcoscenici di serie C1. Curarati (per lui finora 9 vittorie in 9 gare) sfodera gli artigli e centra la terza tripletta consecutiva, ma il Tennistavolo Ferrara – esattamente come a Rimini – alla fine va comunque al tappeto per 5-3 a Bologna sui tavoli della Fortitudo (Gellini, Azzaroni e Andalò) con la coppia Antonucci - Cerini ancora mestamente al palo. E come la settimana prima è Antonucci a cedere – di nuovo di un soffio: 11-9 al quinto set – l’ottava partita del match contro Azzaroni. Inutile dire che il rammarico è tanto: con un Curarati versione schiacciasassi come questo sarebbe bastato poco per essere ancora a punteggio pieno, ma non si vive di “se” e di “ma” e se la situazione è questa evidentemente non è un caso. A Bologna il Tt Ferrara regge sino al 2-2: prima Cerini perde netto (0-3) con Azzaroni, poi Curarati rimonta un buon Andalò cambiando tattica e uscendo vincente in quattro set dalla classica “partita-trappola”. Antonucci parte bene con Gellini ma alla lunga subisce i servizi dell’avversario e si arrende in tre set (con due di essi, però, ceduti ai vantaggi). Curarati passeggia con Azzaroni, e arriva il momento della verità. Cerini lotta con Gellini ma sull’1-1 il bolognese – ancora una volta sfruttando servizi e regolarità in attacco - prende il sopravvento. Subito dopo Antonucci gioca bene solo un set con Andalò: troppe le risposte “telefonate”, a vantaggio degli attacchi del giocatore di casa. Curarati completa il suo en-plein liquidando per 3-0 l’ex-seconda Gellini, poi tocca ad Antonucci con Azzaroni: 0-2 per il bolognese, rimonta di carattere di Antonucci fino al 2-2, ma “bella” ancora a vantaggio di Azzaroni per 11-9 dopo una brutta partenza e una nuova rimonta del ferrarese. Per il Tt Ferrara è 5-3: con esso arriva la seconda sconfitta in tre gare. Per un Curarati ancora al 100% di positività, è sconfortante la percentuale di Antonucci (ai suoi minimi di sempre in C1: solo il 22% di partite vinte) e ancor peggio quella di Cerini, fin qui sempre battuto su un totale di sei gare.

      Molto migliore il bilancio del week-end in serie C2, almeno per quanto riguarda il Tt Ferrara “A”: facile 5-0 a Imola contro il S. Caterina di Cacciari, Frascari e Sentimenti. Un risultato, peraltro, abbastanza prevedibile alla vigilia. Deve lottare a lungo solo Andreoli (sofferto 3-2 nell’unico suo match), mentre Mugellini e Romagnoli siglano due doppiette senza troppa sofferenza e cedendo un set a testa. Mugellini è ancora imbattuto (8 su 8), mentre Romagnoli sale al 60% (6 vinte, 4 perse) e Andreoli viaggia con il 50% (4-4).

      Male invece la squadra “B”, che sempre in C2 cappotta in meno di un’ora e al termine di una vera e propria partita-lampo in casa con il Forlì, comunque molto più forte dei ferraresi vista la presenza di Giunchi, Vitali e Lelli. In campo Bianchetti e i due fratelli Buzzone. 0-5 casalingo anche per il Tt Ferrara di serie D2, con Brinati, Liviano e Andrea Piovaccari battuti facilmente dal Foto di Cotone Bologna.




      • La Nuova Ferrara 12-10-2005 (2°Campionato)

      Clicca per ingrandire l'articolo


    • 2a GIORNATA DI CAMPIONATO,8/10/2005:

      La seconda giornata dei campionati a squadre 2005/2006 riserva al TT Ferrara un bilancio luci e ombre, con la bruciante quanto meritata sconfitta della prima squadra, che a Rimini, in C1, ha lasciato la sensazione di una triste incompiuta. E’ la cronaca di una partita che nonostante la compattezza e il valore del S. Martino in Riparotta avrebbe potuto essere vinta, ma nella quale Antonucci e Cerini, pur lottando e arrivando sempre vicini al successo, hanno perso troppe occasioni evidenziando – e in queste gare non è cosa da poco - limiti di solidità nei momenti che contano. Alla fine il 5-3 per i riminesi è sacrosanto, nonostante la nuova tripletta di un Curarati che ha confermato perché è diventato un seconda categoria: 19 punti concessi in tre set a Pasqualini, 3-1 autoritario su un Gradara sopra le attese e, soprattutto, vittoria spettacolare e all’ultimo respiro sul numero uno riminese Andrea Mazzotti, un grande amico del nostro tennistavolo (ha giocato a Ferrara dal 1991 al 1993) che nelle ultime classifiche nazionali è nella primissima fascia dei terza categoria. Per il resto, però, solo tanto rammarico. Cerini lotta a lungo ma perde alla bella sia con Gradara sia con Mazzotti, cominciando sempre male il quinto set e attaccando troppo poco, peraltro senza il necessario supporto delle gambe: un potenziale, il suo, purtroppo sfruttato solo a metà. Antonucci invece lascia pesantemente il segno sulla sconfitta perdendo tre gare su tre. Molto grave soprattutto la prima sconfitta, nel match inaugurale contro un Pasqualini più che abbordabile: ma quando in quattro set il top di diritto va a segno soltanto 4-5 volte non si può gridare allo scandalo, se si perde, anche se alla fine tre frazioni se ne vanno tutte per 11-9. Migliore la prova con Mazzotti (1-3), ancora grave il 2-3 subìto da Antonucci con Gradara (9-11 al quinto) dopo avere ritrovato il diritto, essere stato avanti di due set e avere condotto nel terzo. Evidentemente non era giornata. Ben altro clima in serie C2, dove il TT Ferrara “A” ha sbancato il campo dell’Acli Lugo per 5-2. Di nuovo sugli scudi Mugellini, autore della seconda tripletta consecutiva e quindi ancora imbattuto, al pari di Curarati in C1. L’opera è stata completata dalle belle vittorie di Andreoli su Avveduti e di un Romagnoli in ripresa su Tampieri. Entrambi, peraltro, sono arrivati a un passo dalla doppietta, cedendo al numero uno romagnolo Fabbri solo ai vantaggi del quinto set. Sempre in C2, è invece andata male al TT Ferrara “B”, travolto in casa dal TT Cattolica per 5-0 e finora sempre battuto con scarti pesanti. Due gare perse per Bianchetti e Maurizio Buzzone, un ko per Salvatore Buzzone. Scendendo in D2, va evidenziata la bella vittoria per 5-4 del TT Ferrara in casa con la Città dei Ragazzi Modena: mattatore dell’incontro Claudio Sfrisi, che al debutto stagionale e dopo un intero anno di inattività agonistica ha “scritto” tre. I giovani Andrea Piovaccari e Tommaso Brinati hanno poi confermato i loro progressi siglando un punto a testa.

    • ANTICIPO SERIE C2 – 5a GIORNATA – 7/10/2005:

      Il derby societario di serie C2 va in scena con un mese di anticipo rispetto al previsto e prima della seconda giornata di campionato, come sempre accade quando due squadre dello stesso club militano nello stesso girone. Vince – come da pronostico – il TT Ferrara “A” , anche se il 5-2 arriva dopo due ore e mezza di battaglia e al termine di un match rivelatosi tutt’altro che scontato. La squadra A lascia a riposo il numero uno Mugellini, che però, a un certo punto, sembra quasi “costretto” a scaldarsi per evitare il peggio. Il TT Ferrara B, infatti, parte benissimo e vola sul 2-1 grazie ai successi di Maurizio Buzzone su Andreoli e di Salvatore Buzzone su Lin, al debutto stagionale. Ma è un 2-1 che poteva anche essere un 3-0, visto che Romagnoli si era imposto su Bianchetti per 13-11 al quinto set dopo avere annullato anche un match-point. Con i primi timori, però, la squadra A si è ritrovata: Romagnoli ha fatto l’en-plein superando bene i due fratelli Buzzone, mentre Andreoli e Lin si sono riscattati conquistando un punto a testa.




      • La Nuova Ferrara 05-10-2005 (1° Campionato)

      Clicca per ingrandire l'articolo


    • 1a GIORNATA DI CAMPIONATO, 1-2 OTTOBRE:

      I campionati a squadre 2005/2006, per il Tennistavolo Ferrara, iniziano con una sofferta vittoria in C1, due sconfitte in C2 e una sconfitta in D2. In C1 sembrava profilarsi un sabato meno impegnativo contro la matricola Marzotto Valdagno, reduce dalla vittoria nella C2 veneta ma rafforzata dall’arrivo dell’ex terza categoria Corato. Invece, sui tavoli della palestra Einaudi, è stata una battaglia, con i veneti in vantaggio fino al 3-2 prima del 5-3 conclusivo per il terzetto estense. Paradossalmente, però, per il Tt Ferrara i segnali sembrano positivi perché questo debutto – per come si era messa la gara – poteva risultare una trappola e invece la squadra ha saputo uscirne vincente. Infatti Curarati, confermando la sua grande solidità, ha siglato una perentoria tripletta pur non giocando ai suoi livelli abituali (e contro il sorprendente Cocco ha salvato alla grande una partita quasi compromessa), mentre Antonucci – a sua volta non al massimo – ha perso nettamente il suo match d’apertura con Corato vincendo però con carattere – con Cocco e con l’insidioso Tisato – le due successive e importanti partite agli ultimi punti del quinto set. La grinta c’è già, e tecnicamente i margini di crescita della squadra sembrano evidenti, in attesa di riavere al meglio anche Cerini, prima battuto nettamente da Tisato e poi molto combattivo – anche se sconfitto – contro il numero uno avversario.

      Scendendo in C2, il Tt Ferrara “A” si è arreso in casa dopo circa quattro ore di lotta nell’importante big-match con la Libertas Faenza. 5-4 per i romagnoli il risultato finale, con Mugellini (3 punti) in grande spolvero e autore di un grande finale di partita contro il numero uno avversario Burzacchi. Molto buono il debutto di Andreoli, capace di rifilare un 3-0 al navigato Bordini nel primo match dell’incontro: peccato invece per il 9-11 (da 9-7) nella nona e decisiva partita con il difensore Zambonini, ma la sconfitta non cambia di una virgola il giudizio sulla sua prova. Sotto tono, invece, Romagnoli, battuto al quinto set sia da Bordini sia da Burzacchi e ko in quattro frazioni anche con Zambonini. Il Tt Ferrara “A” ha sempre condotto: prima 3-1, poi 4-3: è mancato, però, il colpo di reni finale, anche se la sconfitta non compromette nulla in chiave promozione.

      Sempre in C2, battuta d’arresto anche per la squadra “B”: 5-1 a Cesenatico con l’Everping, con punto della bandiera di Maurizio Buzzone e tre gare perse alla bella.

      In D2, nonostante la sconfitta per 5-2 inflitta dal T.T.Unione 90 (Carpi), ottimo debutto dei due giovani pongisti estense a segno prima con Piovaccari Andrea e poi con Brinati Tommaso.




      • La Nuova Ferrara 29-09-2005 (Inizio stagione)

      Clicca per ingrandire l'articolo
  • HOME
  • Sicurezza Informatica

    Soluzioni Sicure