Articoli di: Luca Antonucci

(Campionato 2019/2020)



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 3a GIORNATA (26-27/10/2019)

La “prima volta” al completo, per la squadra “A” del Tennistavolo Ferrara, ha coinciso con la prima vittoria stagionale in serie C1: 5-2 casalingo all’ostica Metalparma Villa d’oro Modena (Roncaccioli, Stanga, Liambo), grazie alla tripletta del nuovo acquisto Seidenari (ancora imbattuto dopo sei singolari) e alle due vittorie al quinto set di Buzzone, al debutto in campionato. Una partita non propriamente semplice, che gli estensi però hanno condotto in porto con autorità, al punto che anche le due gare perse da Caravita sono state molto combattute, al punto che si sono risolte alla bella. Sempre in C1, la formazione “B” è stata battuta per 5-3 a Bologna dalla temibile Fortitudo (ancora a punteggio pieno) dopo un match tiratissimo, rimasto in bilico sino alla fine. I ferraresi hanno retto fino al 3-3 (due punti di Curarati su Onofri e Stefanelli, uno di Sani su Stefanelli), poi però il 3-0 di Baroncelli a Curarati e il tiratissimo 3-2 di Onofri a Sani (con l’atleta estense che vinceva per 2-0) si sono rivelati decisivi. Entrambe le squadre del Tennistavolo Ferrara, dopo tre giornate, hanno due punti in classifica. Poker di successi, invece, nei campionati di livello regionale. In D1 la formazione “C” societaria ha rotto il ghiaccio espugnando con un facile 5-0 il campo dell’Unione 90 San Felice sul Panaro, cui ha lasciato il ruolo di fanalino di coda. Due punti per capitan Mugellini (sette vittorie in otto singolari finora), doppietta anche per Mari e un punto per Silvia Traversi. In D2 la squadra “D” societaria, seconda in classifica, ha rifilato un pesante cappotto interno (5-0) al San Martino Old American Rimini con doppiette di Antonucci e Polloni e un punto di Sfrisi. Solo due i set concessi, nell’occasione, agli avversari. In serie D3 il Tennistavolo Ferrara “E” ha vinto in trasferta con il Reno Centese “E” per 5-2, e in questo caso, oltre ai due punti di Bianchetti e delle vittorie di Davi e di Alessandro Andreoli (nessun set perso nei sette incontri di campionato disputati), va rimarcato il primo successo in partite ufficiali del giovanissimo Pietro Andreoli, otto anni e grande promessa della società. Sempre in D3, la squadra “F” estense ha vinto a Funo con il Nettuno Cibix per 5-4, con due punti di Travers e di Azzolina e un successo di Biasini.



  • TORNEO NAZIONALE 4a CATEGORIA (ESTE, 19-20/10/2019)

Buoni risultati per il terzetto del Tennistavolo Ferrara impegnato nel primo torneo nazionale della stagione (137 iscritti). Guido Caravita vince alla grande il suo girone (3-0 a Pinto, 3-1 a Busato e tiratissimo 3-2 al più quotato Caldarola), per poi superare l’ex seconda categoria Ciceri in cinque set nel primo turno a eliminazione diretta. Il disco rosso arriva nei sedicesimi, sempre al quinto set, dalla testa di serie numero uno Casassa, poi vincitore del torneo. Bravo anche Giulio Sani, che dopo un passo falso in girone (1-3 con Corrente) supera la prima fase battendo per 3-1 sia Zorzit sia l’esperto Torregrossa, per poi eliminare in quattro set il quotato Zandonà e perdere nei sedicesimi contro il lombardo Marchi (1-3). Antonucci vince il suo girone battendo Pagnoni (3-1) e Castelvetro (3-0) prima di cedere in cinque set al lucchese Nottolini; poi, nel tabellone a eliminazione, cede nei trentaduesimi al giovane Mazza (1-3).



  • TORNEO NAZIONALE 5a CATEGORIA (CORTEMAGGIORE, 19-20/10/2019)

In campo due rappresentanti del Tennistavolo Ferrara. Il migliore è Claudio Polloni, che vince il suo girone grazie alle vittorie su Gerini (3-2, in rimonta da 0-2) e su Famà (3-1) prima di cedere a Groff (1-3). Nella fase a eliminazione, però, l’atleta estense perde nei sedicesimi contro Venturo (1-3). Sfortunato Andrea Bonora, che lotta ma esce in girone per quoziente set (vittoria per 3-1 su Ieronfantico, sconfitta per 2-3 con Scalvini, sconfitta per 0-3 con Garello).



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 2a GIORNATA (12-13/10/2019)

Il derby societario che in serie C1 ha caratterizzato il fine settimana del Tennistavolo Ferrara ha visto la vittoria per 5-1 della squadra “B” sulla squadra “A”, potenzialmente più quotata ma scesa in campo priva degli indisponibili Buzzone e Seidenari, entrambi out per problemi di lavoro. È stato un match anomalo e tutto sommato breve, che ha riproposto una sfida ufficiale in famiglia a questi livelli dopo oltre trent’anni. La formazione “B”, che nell’occasione ha conquistato punti importanti per la corsa salvezza, si è imposta grazie alle doppiette di Curarati e di un combattivo Sani e grazie al punto di Gallerani, battuto in cinque set, nell’altro suo singolare, da un ottimo Caravita. Poche soddisfazioni, contemporaneamente, sono giunte dai campionati a squadre di livello regionale. In D1 il Tennistavolo Ferrara “C” è stato sconfitto a domicilio per 3-5 dalla coriacea Fortitudo Bologna “3”, in una partita nella quale l’unico estense a imporsi è stato capitan Mugellini, autore di una bella tripletta su Castaldini (3-2), Bertoldi (3-0) e Di Meo (3-1). A nulla è valso l’innesto del rientrante Mari, che pur lottando (due gare perse alla bella) non ha colto successi al pari di Lombardi. In D2 la formazione “D”, nonostante i tre punti di un Antonucci fisicamente non al meglio, è stata battuta per 5-4 a Castelmaggiore dalla Maior 3 (un successo anche per Polloni, nessuno per Bonora, infortunatosi durante il suo primo incontro), mentre in serie D3, alla sconfitta della formazione “F” (Tumiati, Gangarella, Azzolina) a Lugo per 5-0 ha fatto riscontro la sofferta, ma importante vittoria del Tennistavolo Ferrara “E”, corsaro a Castenaso per 5-4 con un perentorio “tre su tre” del fuori categoria Alessandro Andreoli (nessun set ceduto fin qui in sei singolari), un punto di Davi e uno, decisivo, di Bianchetti nel nono match. Di rilievo, nell’occasione, anche i primi set vinti dal giovanissimo Pietro Andreoli, otto anni, al debutto nel settore agonistico.



  • CAMPIONATI A SQUADRE – 1a GIORNATA (5-6/10/2019)

È stata una prima giornata di campionato più di ombre che di luci, quella del Tennistavolo Ferrara: solo due vittorie in sei incontri disputati. Va però detto che, almeno in serie C1, le due squadre societarie nel loro debutto non partivano favorite. La formazione “A”, rimaneggiata dalla preventivata e decisiva assenza di Buzzone, ha peraltro retto molto bene nel match casalingo con la coriacea Fortitudo Bologna, cui si è arresa solo per 4-5 con brillante tripletta del nuovo acquisto Seidenari (autore, per lunghi tratti, di un gioco altamente spettacolare) e con un punto di Caravita, a segno in tre combattuti set sul terza categoria Onofri ma sconfitto, in precedenza, da Stefanelli e Baroncelli. Nessun punto, invece, per Lin, che ha comunque fatto tutto il possibile considerando la sua convocazione in assoluta emergenza. Battuta anche la squadra “B” (1-5 a Forlì), ma contro gli Alfieri di Romagna “2”, probabili favoriti per la promozione, la gara sembrava segnata sin dalla vigilia. Gli estensi, in ogni caso, hanno dato filo da torcere ai più quotati avversari e la partita avrebbe potuto essere decisamente in bilico se Curarati e Sani, contro il numero uno locale Citera, non si fossero arresi di misura solo al quinto set e dopo avere visto sfumare situazioni di netto vantaggio. Di Gallerani su D’Amore (3-2, dopo rimonta da 0-2) il punto della bandiera. Niente da fare anche in D1, dove il Tennistavolo Ferrara “C” ha perso una gara sulla carta alla portata sul campo del Reno Centese “B” (3-5). Mugellini ha firmato due punti su Diaco e Di Dio (perdendo invece in tre set da Luparu), Silvia Traversi uno (su Di Dio). Nessun successo per Lombardi. Decisive, nell’economia del match, le due gare perse dalla squadra al quinto set. Bella vittoria a domicilio, per contro, in D2, dove contro la temibile Fortitudo “5” l’innesto di Antonucci (in attesa della probabile chiamata in C1) ha fruttato tre punti, uno dei quali sull’altro “fuori categoria” Azzaroni, battuto dopo cinque tiratissimi set. Le decisive vittorie di Polloni su Messini (3-0) e di Bonora al fotofinish su Zanchini (3-2 in rimonta) hanno portato, poi, al 5-2 finale. In D3, infine, bellissimo successo interno della squadra “E” in casa con la quotata Fortitudo “6”, presentatasi a Ferrara con l’ex terza categoria Garuti: anche in questo caso il risultato è stato di 5-2, con perentoria tripletta di Andreoli (nessun set perso, con parziali nettissimi) e un punto a testa per Bianchetti (su Hachfeld) e Davi (sull’esperto Marchioni). Battuta, invece, la formazione “F” di Gangarella, Fratti e Tumiati: 0-5 casalingo con la Zinella San Lazzaro.



  • TORNEO OPEN OVER 500 (VERONA, 28/09/2019)

Il Tennistavolo Ferrara festeggia la bellissima vittoria di Guido Caravita, che dopo un avvio difficile (girone superato solo per differenza set sull’onda di due successi e una sconfitta) alza perentoriamente il livello e mette in fila, uno dopo l’altro, il temibile Roskach per 3-1, l’ostico difensore Seraglini (numero 620 italiano e seconda testa di serie del tabellone) per 3-2 dopo avere rimontato da 1-2, la prima testa di serie Zaniboni (numero 510 nazionale) per 3-0 e, in finale, il veronese Busato sempre in tre set. In campo anche Antonucci, che vince il suo girone e cede alla bella (dopo avere sciupato due set di vantaggio) nei quarti di finale a Zaniboni.



  • TORNEO OPEN 4a – 5a – 6a CATEGORIA (ESTE, 07-08/09/2019)

Ben otto gli atleti del Tennistavolo Ferrara al via della manifestazione. Nella gara di sesta categoria, quella d’apertura, non si registra alcuna qualificazione alla fase a eliminazione diretta (Davi terzo in girone, Blasi quarto), ma la vera notizia riguarda il debutto nelle prove agonistiche del giovanissimo Pietro Andreoli, otto anni, che nonostante l’emozione gioca bene e impegna sia Marson (sconfitta al quinto set) sia l’esperto Busacca (1-3). Nel torneo di quinta categoria l’acuto più significativo è firmato da Enrico Mugellini, che all’esordio con la nuova racchetta, anche se con qualche momento di difficoltà, sigla cinque successi (tre in girone, due nella seconda fase) prima di cedere nei quarti di finale al coriaceo Tudosi (1-3), poi vincitore del torneo. Prima fase superata anche da Leonardo Lombardi (tre su tre in girone), battuto nei sedicesimi da Rizzi in tre set. Sfortunato Claudio Polloni, che bagna il suo debutto in categoria con una cocente eliminazione in girone per differenza set (una vittoria, due sconfitte). Subito eliminato anche Marcello Davi. Nella prova per quarta categoria il migliore è Giulio Sani, che ferma la sua corsa nei quarti di finale (1-3 dal giovane Fantoni) dopo avere dominato il suo girone (tre su tre, senza set persi) e avere battuto nettamente negli ottavi l’ex Cerini. Antonucci, a sua volta in campo con una gomma inedita, supera come secondo il girone e cede nei sedicesimi al quinto set a Mazza, mentre Mugellini non va oltre la prima fase. Nel torneo assoluto partecipa solo Sani, che giunge ai quarti di finale prima di cedere al vicentino Renso (poi primo classificato).